Principale / Analisi

Recensioni sul trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir, Daclatasvir e Velpatasvir

Analisi

L'emergere di moderni farmaci antivirali ha aperto una nuova era nel trattamento dell'epatite virale e ha salvato la vita a decine di migliaia di persone affette da una malattia che cinque anni fa era considerata incurabile. Nuovi standard di terapia farmacologica volti a migliorare la propria immunità e la lotta contro la causa della diffusione del processo patologico. Prodotti chimici specifici Sofosbuvir, Daclatasvir, Velpatasvir e i loro analoghi influenzano il virus dell'epatite C, interrompendo la replicazione dell'RNA e bloccando la distruzione degli epatociti.

L'efficacia dei farmaci aumenta in assenza di malattie autoimmuni nell'uomo e dipende in gran parte dal genotipo dell'agente patogeno. Allo stesso tempo, le revisioni del trattamento dell'epatite C secondo i nuovi standard indicano una tendenza positiva e il recupero con il completamento di un ciclo completo di terapia antivirale e riabilitativa.

Recensioni su Trattamento dell'epatite C Sofosbuvir

Il primo farmaco brevettato della nuova generazione contro l'epatite C è Sofosbuvir, che è apparso nel mercato farmaceutico nel 2013 con il nome commerciale Sovaldi. Il prodotto del lavoro congiunto di scienziati e farmacologi della società Gilead ha creato un furore nella pratica del trattamento delle lesioni virali del fegato. Il costo iniziale del farmaco escludeva la possibilità del suo uso di massa per il trattamento conservativo dei pazienti con epatite C. Successivamente, il diritto di creare farmaci simili con lo stesso principio attivo è stato venduto, il trattamento è diventato disponibile e le statistiche delle morti sono diminuite significativamente.

Opinioni di dottori

Gli epatologi, che devono affrontare la necessità di trattare i pazienti con Sofosbuvir, sono dell'opinione che la terapia dia un risultato positivo con una diagnosi qualitativa e l'assenza di danni estesi al tessuto epatico. Il farmaco è efficace contro il virus dell'epatite C del primo, secondo e quarto genotipo, e al terzo aumenta le possibilità di una cura efficace se usato in combinazione con Velpatasvir. I generici di alta qualità fabbricati in India non sono praticamente inferiori nell'efficienza dell'originale americano, ma per minimizzare il rischio di acquistare falsi, i medici raccomandano di ordinare farmaci su risorse comprovate o di acquistare in grandi catene di farmacie. Le difficoltà nell'uso di Sofosbuvir comprendono l'alto costo delle pillole e l'alto rischio di contrarre un farmaco falso, oltre a limitazioni nel trattamento di pazienti con grave danno epatico.

Andrei Viktorovich, epatologo. Sofosbuvir non solo riduce l'attività di replicazione delle catene virali, ma interrompe anche il ciclo di sviluppo del patogeno senza influire negativamente sul sistema immunitario. Con l'aiuto di questo farmaco, è stato possibile creare un regime di trattamento efficace per i pazienti con epatite C senza utilizzare l'interferone, che ha complicato la condizione umana, ma era necessario creare condizioni ottimali nella lotta contro il virus. L'esperienza nell'uso del farmaco mostra una tendenza positiva a metà del corso del trattamento.

Recensioni dei pazienti

L'effetto della terapia nel trattamento delle persone sofosbuvir diagnosticate con epatite C è valutato positivamente. Il farmaco ha reso possibile non solo prolungare la vita, ma curare completamente una malattia pericolosa.

Maria, 28 anni. I medici sono a rischio di infezione da epatite C e io ero tra le vittime. Fortunatamente, sono stato in grado di iniziare rapidamente il trattamento, non avevo controindicazioni per assumere il farmaco di una nuova generazione. Corso prendendo un generico contenente Sofosbuvir mi ha salvato la vita.

Dmitry, 36 anni. La diagnosi di epatite C virale trovata in me è stata ascoltata da un medico, e ho anche imparato da lui su nuove opzioni di trattamento. Il costo di Sofosbuvir era alto, ma non c'è niente di più costoso della salute. I parenti vivono in America, quindi c'è stata l'opportunità di acquistare la medicina originale. Ha preso le pillole secondo lo schema e ha seguito le istruzioni del medico per 12 settimane. C'erano effetti collaterali, mi sentivo nausea, debole, spesso avevo mal di testa, mi sentivo debole, ma mi rassicuravo che si trattava di una difficoltà temporanea. Dopo un intero ciclo di trattamento con Sofosbuvir, i risultati del test di controllo sono risultati negativi.

Opinioni sull'uso di Daclatasvir contro l'epatite C.

Il corso di correzione farmacologica per l'epatite C virale prevede l'uso di standard di trattamento preconfezionati sviluppati dall'OMS. Daclatasvir è tra i farmaci che hanno superato studi clinici e hanno mostrato efficacia contro un agente virale. I risultati ottimali sono dati dall'appuntamento combinato con Sofosbuvir, nonché dall'uso di farmaci complessi con il contenuto di due principi attivi. Daclatasvir riduce anche l'attività di replicazione del virus dell'epatite C e inibisce la produzione della sua frazione proteica. Allo stesso tempo, se il farmaco viene usato come componente principale del regime di trattamento in associazione con ribavirina, il suo utilizzo aumenterà fino a sei mesi rispetto a Sofosbuvir.

Cosa pensano i dottori

Daclatasvir è indicato per il trattamento di pazienti con epatite C di tutti i genotipi, ma il farmaco è inferiore al suo predecessore in termini di incidenza di effetti collaterali. Il farmaco non è adatto per la monoterapia ed è usato in associazione con ribavirina, sofosbuvir, ledipasvir, velpatasvir e altri antivirali nel regime di somministrazione. A causa della natura delle reazioni metaboliche durante la terapia conservativa, i medici osservano che i pazienti necessitano di un monitoraggio periodico della funzionalità epatica e della valutazione delle reazioni metaboliche per valutare la tossicità. Dopo aver completato il ciclo di terapia e aver completamente eliminato il virus dell'epatite C, la fase di recupero richiede molto tempo.

Olga Ivanovna, dottore in malattie infettive. Nuovi standard per il trattamento dell'epatite C, implementati nella pratica medica, si sono dimostrati efficaci. La tossicità di Daclatasvir, di cui molti parlano, è considerata esagerata, poiché la gravità degli effetti collaterali dipende direttamente dal dosaggio e dall'aderenza al regime. Per quanto riguarda le prestazioni, l'80% dei pazienti è riuscito a ottenere un recupero completo.

Opinioni di pazienti

I pazienti sottoposti a trattamento con Daclatasvir hanno un'alta tossicità del farmaco. Durante la terapia, ci sono reazioni negative da parte degli organi digestivi, disfunzioni del sangue, declino dell'immunità, sintomi di danni ai sistemi nervoso, cardiovascolare e muscolare. Allo stesso tempo, l'uso del farmaco consente di curare l'epatite C che, dato il rischio di diagnosi, riduce l'importanza degli effetti collaterali temporanei. Il prezzo del trattamento è molto più basso rispetto a quando Sofosbuvir è prescritto come monoterapia, quindi ci sono più recensioni sull'esperienza positiva con Daclatasvir.

Svetlana, 29 anni. La diagnosi di epatite virale C mi sembrava un verdetto per me, ma avendo ricevuto informazioni complete sui moderni metodi di trattamento dal medico, decisi di combattere. Il regime terapeutico prevedeva l'assunzione di diversi farmaci, uno dei quali era Daclatasvir. La medicina è seria e durante il periodo di trattamento lo stato di salute è stato negativo. La nausea persistente e il mal di testa hanno reso la vita difficile, ma alla fine del corso, i risultati del test dell'epatite si sono rivelati negativi.

Velpatasvir è efficace nel trattamento dell'epatite C

Nella maggior parte dei casi, la terapia complessa è indicata per i pazienti con epatite C. Quando si trattano Sofosbuvir, Daclatasvir e Velpatasvir c'è sempre il rischio di effetti collaterali a causa dell'elevata tossicità dei farmaci. Gli schemi che implicano la monoterapia non sono mostrati a tutti i pazienti, ma l'unico farmaco che ha superato con successo le sperimentazioni cliniche come mezzo indipendente è Sovaldi. Il costo di tale trattamento è disponibile per un numero limitato di persone, pertanto le aziende farmacologiche continuano a cercare di creare un farmaco efficace.

Velpatasvir è una medicazione combinata contenente due componenti antivirali attivi. La combinazione di composti chimici può ridurre il numero di farmaci prescritti e ridurre al minimo l'uso di compresse. Inoltre, la ribavirina viene introdotta nel regime di trattamento e il vantaggio di questo medicinale è la possibilità di utilizzarlo in qualsiasi forma di cirrosi. Ogni compressa contiene 100 mg di Velpatasvir e 400 mg di Sofosbuvir e l'effetto del trattamento è valutato positivamente nell'85% dei casi.

Recensioni dei medici

Il trattamento dell'epatite C con un nuovo farmaco è iniziato di recente. La produzione indiana di Velpatasvir è contrassegnata dagli epatologi come un efficace sostituto del solito schema. Gli infermieri notano che, nonostante l'elevata dose del contenuto di principi attivi in ​​una compressa, la tolleranza del farmaco è migliore di quella della maggior parte dei farmaci antivirali. Esistono prove del completamento positivo del corso di assunzione di Velpatasvir in pazienti con il terzo genotipo del virus dell'epatite C, che è considerato il più difficile tra le varianti conosciute.

Igor Nikolaevich, epatologo. L'esperienza nell'uso di Velpatasvir nella mia pratica non è ancora così grande da trarre conclusioni definitive sull'efficacia del trattamento. Credo che l'indubbio vantaggio sia il costo adeguato del farmaco e la possibilità di un effetto complesso sul virus dell'epatite C quando si usa un farmaco.

Recensioni dei pazienti

L'introduzione di una nuova medicina ha permesso alle persone di liberarsi di una malattia mortale pericolosa.
Olga, 37 anni. Il medico mi ha consigliato di curare Velpatasvir. La combinazione dei due componenti antivirali ha ridotto il numero di farmaci utilizzati, quindi durante il corso della terapia, lo stato di salute è rimasto abbastanza stabile.

Stanislav, 31 anni. Dopo la scoperta dell'epatite C virale e l'ottenimento di informazioni sulle opzioni di trattamento, il mio medico ed io abbiamo scelto un nuovo schema. Velpatasvir è ancora considerato una medicina "giovane", ma dalla mia esperienza personale ero convinto della sua efficacia.

L'epatite C ha perso lo stato di un'infezione mortale, ma la complessità e l'alto costo del trattamento restituiscono alla gente la necessità di un'attenzione attenta alla propria salute, il rispetto delle misure preventive e il monitoraggio periodico obbligatorio mediante test ELISA e PCR.

Trattamento dell'epatite C con Daclatasvir e Sofosbuvir

L'epatite C è una malattia infettiva pericolosa che si verifica con ingenti danni e infiammazione del fegato. Possono essere infettati dal contatto diretto con il sangue di una persona infetta, durante le procedure mediche e cosmetiche, oltre che sessualmente. Il trattamento a lungo termine di questa malattia comporta la somministrazione di specifici farmaci antivirali. Sono costosi e l'efficacia della terapia dipende dalla regolarità del loro uso e dalla conformità con altre raccomandazioni. Il trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir e Daclatasvir è uno schema ben noto che dà un buon risultato con diversi genotipi del virus.

Quali sono questi farmaci?

Gli originali farmaci per il trattamento dell'epatite C (Sovaldi e Daklinza) sono prodotti negli Stati Uniti. Mostrano un'alta efficienza, ma hanno uno svantaggio principale. A causa del costo elevato, non tutte le persone infette possono permettersi di sottoporsi a un ciclo completo di trattamento e liberarsi dell'epatite.

Analoghi di prodotti americani di proprietà sono Sofosbuvir e Daclatasvir. Sono prodotti in India e contengono ingredienti attivi identici. Tali fondi sono chiamati generici, cioè analoghi dei farmaci originali. Hanno superato tutti i controlli necessari e hanno la documentazione che conferma la loro qualità. La loro comparsa sul mercato ha permesso a molti pazienti di sottoporsi a terapie di qualità senza gravi effetti collaterali e complicazioni, che hanno contribuito a eliminare completamente l'epatite C.

In precedenza, l'epatite C è stata trattata con interferoni, farmaci che attivano le difese immunitarie del corpo contro l'infezione virale. Non erano particolarmente efficaci, presentavano una serie di controindicazioni e provocavano gravi effetti. L'unica cosa che ha stimolato i pazienti a rifiutare farmaci migliori e a interrompere la scelta sull'interferone è il loro basso costo. Sofosbuvir, Daclatasvir e altri generici hanno dimostrato di essere efficaci contro l'epatite virale e hanno diversi vantaggi:

  • avere effetti collaterali minimi;
  • ben tollerato, compresi i pazienti anziani;
  • avere una maggiore efficienza, che consente di ridurre il decorso della terapia antivirale di 2-3 volte;
  • può essere usato con un'immunità indebolita e complicanze, tra cui cirrosi epatica e HIV.

Con il suo uso, il corso della terapia dura non più di 24 mesi e termina con il recupero. Con forme complicate e in combinazione con altre patologie (cirrosi, HIV), il trattamento è più prolungato, viene effettuato mediante una combinazione di diversi mezzi specifici. Uno di questi è Daclatasvir pills. L'aspetto di questo farmaco e la determinazione dell'efficacia di una combinazione di due farmaci ti permettono di abbandonare completamente la ricezione di più interferoni tossici.

Lo schema di uso di generici per diversi genotipi di epatite C.

Il trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir e Daclatasvir può variare a seconda del genotipo del virus e della presenza di malattie concomitanti. In forme non complicate di epatite, è sufficiente assumere Sofosbuvir secondo le istruzioni. Il corso della terapia dura 8 settimane, dopo di che un'analisi ripetuta per determinare la carica virale mostrerà che la concentrazione dell'agente patogeno è diminuita significativamente. In alcuni pazienti è possibile liberarsi completamente della malattia durante questo periodo e, in alcuni casi, un risultato duraturo si manifesta dopo un mese di trattamento con Sofosbuvir.

Prima dell'inizio della terapia farmacologica, è necessario determinare il genotipo dell'agente causale dell'epatite C. Il fatto è che il virus è leggermente diverso nella sua struttura e nel tipo di esposizione al fegato del paziente. Le varietà di virus dell'epatite C sono genotipi, sono allocate in tutti i 6. Il genotipo 1 dell'epatite C è considerato il più pericoloso per una persona perché è il più difficile da trattare. I tipi più comuni sono i virus genotipo 2 e 3.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Trattamento del genotipo dell'epatite C 1 virale

I pazienti con genotipo 1 sono prescritti per il trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir e Ledipasvir, così come con Daclatasvir, altri farmaci e le loro combinazioni. In assenza di complicanze sotto forma di HIV, il ciclo di trattamento dura 12 settimane (3 mesi), dopo di che i pazienti sono sottoposti a una nuova analisi. Nel caso dell'adesione all'HIV, la terapia può durare fino a 24 settimane.

Sofosbuvir è raccomandato per il trattamento del genotipo cronico dell'epatite C 1 nelle seguenti combinazioni:

  • con Ledipasvir o Ledipasvir e Ribavirin;
  • con Daclatasvir o con Daclatasvir e Ribavirin;
  • con Simeprevir;
  • con ribavirina o ribavirina e peginterferone.

L'infiammazione del fegato di qualsiasi origine è pericolosa per l'uomo. In caso di trattamento ritardato, la malattia può portare allo sviluppo della cirrosi - la sostituzione del normale tessuto epatico con una cicatrice connettiva. Questa condizione non solo rappresenta una minaccia per la vita, ma complica anche il trattamento dell'epatite virale. Con l'infiammazione epatica combinata e le manifestazioni di cirrosi, è possibile utilizzare uno dei regimi di Sofosbuvir:

  • con Ledipasvir o Ledipasvir e Ribavirin;
  • con Simeprevir o con Simeprevir e Ribavirin;
  • Ribavirina o con Ribavirina e Peginterferone.

Molti pazienti sottoposti a cicli ripetuti di trattamento per diversi anni. È difficile scegliere il regime di trattamento corretto sin dalla prima volta, era particolarmente importante prima che i farmaci generici apparissero sul mercato. Sofosbuvir e le sue combinazioni sono raccomandate in assenza di una risposta positiva a precedenti trattamenti per la malattia. Il corso dura 12 settimane, il farmaco può essere combinato in tali combinazioni:

  • con Ledipasvir o Ledipasvir e Ribavirin;
  • con Simeprevir;
  • con ribavirina o ribavirina e peginterferone.

La complicanza più pericolosa dell'infiammazione infettiva del fegato è l'HIV. Queste due malattie si manifestano spesso insieme e il corso della terapia sarà lungo. Il trattamento con farmaci specifici può durare fino a 24 settimane e la sua efficacia può variare. Sofosbuvir in questa situazione può essere combinato come segue:

  • con Ledipasvir per 12 settimane - efficienza 97%;
  • con Daclatasvir per 12 settimane - efficace al 97%
  • con Ribavirin per 24 settimane - efficacia fino all'82%.

Il genotipo 1 è considerato il più pericoloso perché molti pazienti non riescono a sbarazzarsi del virus anche dopo un trattamento a lungo termine. L'agente patogeno persiste nel tessuto epatico e provoca periodicamente un'esacerbazione della malattia. Tuttavia, la nuova generazione di farmaci si è dimostrata più efficace e le possibilità di recupero con molte combinazioni raggiungono il 100%.

Regime di trattamento per il genotipo del virus 2

2, il genotipo del virus è molto diffuso. Viene diagnosticato nella maggior parte dei pazienti con questa diagnosi. Per il suo trattamento, Sofosbuvir è efficace in combinazione con i seguenti farmaci:

  • con Daclatasvir - con una terapia della durata di 24 settimane, l'efficacia è del 100%;
  • con ribavirina - con un trattamento della durata di 12 settimane, l'efficacia è del 94%;
  • con Daclatasvir e Ribavirin - il corso dura 24 settimane, la sua efficacia raggiunge il 100%.

In combinazione con questo virus dell'epatite B con HIV, per la terapia viene utilizzata la combinazione standard di Sofosbuvir con Daclatasvir. Se il corso dura 12 settimane, la sua efficacia sarà fino all'88%. Con un trattamento di 24 settimane, la sua efficacia sarà fino al 100%.
Il secondo genotipo è relativamente facile da trattare. I regimi di trattamento sono semplici e non richiedono l'uso di interferoni. Se ci sono complicazioni, il corso dovrà essere esteso di 2 volte, ma una volta terminato, è possibile eliminare completamente l'agente eziologico dell'epatite.

Uso di farmaci per pazienti con genotipo 3

Il genotipo dell'epatite C 3 è uno dei più comuni. Per il suo trattamento, cercano di usare gli agenti meno tossici, ma con la loro bassa efficienza diventa necessario prescrivere interferoni. Questa malattia viene trattata con combinazioni standard di Sofosbuvir:

  • con Daclatasvir (12 settimane, 94%);
  • con ribavirina (24 settimane, 100%);
  • con ribavirina e peginterferone (24 settimane, 100%).

Esiste anche un metodo per trattare il genotipo dell'epatite C 3, se un corso di terapia precedentemente prescritto per un paziente era inefficace. Comprenderà Sofosbuvir e altri farmaci:

  • con ribavirina (24 settimane, 85%);
  • con ribavirina e peginterferone (12 settimane).

3 genotipo di epatite C in combinazione con cirrosi epatica o HIV è trattato secondo uno schema - Sofosbuvir è assunto insieme a ribavirina. Il corso di terapia in entrambi i casi durerà 24 mesi, ma la sua efficacia sarà diversa. Con la cirrosi epatica, l'efficacia del trattamento raggiunge l'86% e con l'HIV - fino al 91%.

Terapia 4 genotipi del virus dell'epatite C.

4 genotipo è raramente diagnosticato. Il virus è difficile da trattare e il regime di trattamento è simile ai principi del trattamento per il virus di tipo 1. L'efficienza con vari schemi può arrivare dall'89 al 100%, che è considerato un buon risultato.

Per l'epatite C non complicata, vengono utilizzate le seguenti combinazioni di Sofosbuvir:

  • con Ledipasvir per 12 settimane;
  • con ribavirina e peginterferone per 12 settimane;
  • con Ribavirin - il corso dura 24 settimane.

Quando una combinazione di genotipo virale dell'epatite 4 con cirrosi epatica, è possibile scegliere una delle seguenti combinazioni di Sofosbuvir;

  • con Ledipasvir - 12 settimane;
  • con Ribavirin - 24 settimane.

Durante la diagnosi di questo tipo di infiammazione virale del fegato, Sofosbuvir viene prescritto insieme all'HIV in combinazione con altri farmaci:

  • con Daclatasvir - 12 settimane;
  • con Ribavirin e Peginterferon per 12 settimane.

Con l'epatite C con una reazione negativa del paziente a tutti i metodi di terapia, Sofosbuvir e uno dei seguenti farmaci possono essere utilizzati:

  • con Ledipasvir - 12 settimane;
  • con Ribavirin - 24 settimane.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Sofosbuvir e Daclatasvir sono farmaci relativamente sicuri. Rispetto agli interferoni precedentemente utilizzati per il trattamento dell'epatite virale, possono essere utilizzati con poche o nessuna restrizione. Controindicazioni all'uso di questi farmaci possono essere:

  • bambini sotto i 18 anni;
  • il periodo di gravidanza e allattamento al seno;
  • intolleranza individuale dei singoli componenti.

Effetti collaterali quando Sofosbuvir auto-somministrato non si verifica. Con un trattamento complesso con l'uso di diversi agenti antivirali, il paziente può provare debolezza, insonnia, mal di testa. Rispetto ai benefici terapeutici dell'assunzione di questi medicinali, gli effetti collaterali non dovrebbero essere un motivo per interrompere il corso della terapia.

Recensioni di droghe

La maggior parte dei pazienti sceglie droghe indiane invece di farmaci originali. Tra quelli curati ci sono persone di diverso sesso, età e status sociale. Hanno preso Sofosbuvir o ricevuto terapia di associazione con altri medicinali. Recensioni di questi farmaci nella maggior parte dei casi, positivi - almeno effetti collaterali, effetto rapido, nessuna ricaduta.

Il trattamento dell'epatite C è una combinazione di vari farmaci che influenzano la riproduzione del virus e rafforzano il sistema immunitario. Ci sono 2 categorie di farmaci. Il primo è le medicine originali, che sono molto efficaci e molto costose. Il secondo gruppo sono i loro analoghi, o generici, a cui appartengono Sofosbuvir e Daclatasvir. Il regime di trattamento e la durata del trattamento possono variare in base al genotipo del virus e alla presenza di malattie concomitanti.

Regole per l'assunzione di Sofosbuvir e Daclatasvir nel trattamento dell'epatite C.

Per molti anni, il trattamento dell'epatite C in tutto il mondo è stato riconosciuto come inefficace. L'Organizzazione mondiale della sanità, la malattia è stata considerata mortale e socialmente significativa. L'uso del "protocollo d'oro" del trattamento con la partecipazione di interferone ha dato speranza di guarigione solo al 40% dei pazienti. Il resto si trova di fronte al ritorno del virus.

Solo con l'introduzione di farmaci antivirali ad azione diretta (DAA) nel 2014, la medicina ha iniziato a parlare di una svolta nel trattamento dell'epatite C. E questo è vero, il protocollo terapeutico complesso basato sui farmaci Sofosbuvir e Daclatasvir dà il 98% dell'efficacia del trattamento per tutte le categorie pazienti.

Un po 'del virus stesso

Una caratteristica individuale del virus dell'epatite C da altri fratelli di questo gruppo è nella sua mutabilità e velocità di mutazione. Una volta nel sangue umano, il virus inizia a moltiplicarsi a un ritmo tremendo, creando modificazioni geneticamente diverse. Come risultato di questa copia, la difesa immunitaria del corpo umano non è in grado di riconoscerla e creare prontamente una reazione difensiva. Gli induttori di interferone parzialmente permettono di affrontare la malattia, ma non del tutto, e non vale la pena parlare di chi sarà la terapia con interferone.

Le prestazioni eccezionali e l'efficacia fino ad oggi mostrano il protocollo di trattamento Sofosbuvir e Daclatasvir. Questo schema è ora utilizzato ovunque e può essere giustamente definito il "gold standard of treatment" per i pazienti con diversi genotipi HCV.

Il meccanismo d'influenza "Sof + Duck" sul corpo

Il principale farmaco per questo protocollo di trattamento è Sofosbuvir. La sua azione si basa sulla partecipazione al processo di replicazione del virus interessando la proteina NS5B. Questo, a sua volta, è responsabile dell'assemblaggio dell'intero filamento di RNA virale. Di conseguenza, Sofosbuvir non consente al virus di copiare il suo RNA e moltiplicare ulteriormente. Il principio attivo di queste compresse è attivo contro il genotipo HCV - 1,2,3,4. Una caratteristica distintiva è la mancanza di resistenza al farmaco e una rapida risposta virologica in tutti i pazienti.

Il secondo farmaco nel complesso, Daclatasvir, è responsabile del blocco del processo di replicazione della proteina NS5A. In associazione con Sofosbuvir, questo farmaco non dà al virus dell'epatite C alcuna possibilità di ulteriore sviluppo. Le compresse hanno dimostrato efficacia contro tutti i genotipi HCV - dal 1 ° al 6 ° compreso.

Clinicamente testato - "Sof + Duck" funziona

Certo, la farmacologia dei farmaci è importante, ma più preziosa per i pazienti - la loro efficacia clinica. In altre parole, i pazienti con HCV sono interessati alla probabilità di una cura per la malattia secondo lo schema "Sofosbuvir and Daclatasvir".

Vale la pena sottolineare che le sperimentazioni cliniche dello schema sono piuttosto lunghe e istruttive. Per un certo numero di anni, i preparativi del KI sono stati effettuati dallo sviluppatore ufficiale, la società Gilead. Non si tratta di monoterapia con farmaci, ma dei loro effetti complessi.

Gli studi clinici sono stati condotti secondo i seguenti parametri:

  • in pazienti con genotipi 1,2,3,4 senza cirrosi epatica con un protocollo standard di 12 settimane con una dose di Sofosbuvir - 400 mg, Daclatasvir - 60 mg.
  • pazienti con il 1 ° genotipo - risposta virologica resistente al 100%;
  • 2 ° genotipo - 93%;
  • 3 ° genotipo - 86%.

Sulla base della IC, sono stati sviluppati protocolli di trattamento internazionali in cui viene fornito questo regime di trattamento e viene rivelato il fatto dell'uso poco costoso di farmaci in monoterapia.

Chi viene mostrato lo schema "Sof + Duck"

Questo schema può essere prescritto solo dal medico curante. La categoria principale di pazienti a cui viene mostrato il trattamento con questi farmaci:

  • epatite recentemente identificata con 1-4 genotipi;
  • HCV cronico ricorrente;
  • trattamento con interferone non andato a buon fine;
  • presenza di cirrosi compensata;
  • in oncologia, prima del trapianto di organi;
  • con co-infezione da HIV,

È importante capire che l'auto-prescrizione di un protocollo di trattamento è irto di conseguenze che possono causare danni irreparabili all'organismo già indebolito dalla malattia.

Criteri che influenzano il successo del trattamento HCV utilizzando lo schema "Sof + Duck"

Naturalmente, questo regime di trattamento è altamente efficace. Ma con alcuni genotipi del virus, c'è ancora una piccola possibilità di un esito negativo. Secondo i protocolli di trattamento internazionali, ci sono criteri che influenzano il risultato favorevole della terapia, vale a dire:

  • nessuna fibrosi significativa - fino alla F1;
  • peso del paziente non superiore a 75 kg;
  • età - fino a 45 anni;
  • Razza europea;
  • genere femminile;
  • piccola carica virale, non superiore a 600ME per 1 ml;
  • alte percentuali di ALAT e ASAT.

La presenza di tali indicatori in un paziente aumenta le possibilità di recupero fino al 100%. Il punto non è che gli altri pazienti non possano fare affidamento su un trattamento di successo, ma solo che la probabilità di cura in assenza degli indicatori di cui sopra sarà solo inferiore al 100%.

Regole per l'assunzione di farmaci in terapia

Il corso del protocollo di trattamento standard "Sof + Duck" è di 12 settimane con un farmaco giornaliero di 400 e 60 mg, rispettivamente. Non saltare l'ammissione per più di 1 giorno. Durante il trattamento, è necessario un rifiuto completo dell'alcol, è raccomandata un'assunzione limitata di agrumi e l'erba di San Giovanni è vietata. È anche necessario astenersi dall'assumere farmaci antiepilettici.

Lo schema è controindicato nelle donne in gravidanza, nelle madri durante l'allattamento, negli adolescenti - fino a 18 anni.

Per quanto riguarda gli effetti collaterali, mal di testa e debolezza sono tra i più comuni disturbi dei pazienti. Altrimenti, diversamente dagli interferoni, la terapia è tollerata facilmente e la sua efficacia può essere valutata solo 4 settimane dopo l'assunzione delle prime pillole.

Da un punto di vista finanziario, un corso di terapia è disponibile quando si tratta di generici fabbricati in India o in Cina, che sono disponibili per la vendita nel nostro paese.

Efficienza di sofosbuvir e daclatasvir nel trattamento dell'epatite C

L'epatite è una patologia infettiva del fegato e dei dotti biliari. È l'epatite al plurale, poiché ce ne sono diversi (A, B, C, D, E). Sì, e queste forme sono divise in diverse sottospecie. E se l'epatite D, E per noi non costituisce una minaccia significativa, dal momento che "crescono" fuori dalla nostra zona climatica, allora i primi tre sono del tutto reali.

Le patologie di tipo A, e in alcuni casi (con corso acuto) B, non possono essere trascurate, dal momento che ci sono alcuni segni specifici, tra cui ittero, decolorazione delle feci e l'acquisizione di un colore della birra da parte delle urine.

Quindi, come l'epatite C, che è anche chiamata il "gentiluomo assassino", non può manifestarsi per anni, mentre vive nel corpo umano e colpisce il suo fegato. I sintomi clinici sono praticamente assenti, la salute non peggiora. Ma fino a un certo punto.

Gli infettanti affermano che circa il 15% dei pazienti con epatite C può essere curato senza assistenza e anche inosservato da soli. Come malvolentieri, così inosservati e recuperati. Che possa essere o meno - lascia che rimanga sulla coscienza dei luminari della medicina che stanno spingendo questa versione.

Considereremo il trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir e Daclatasvir. Tale schema terapeutico è riconosciuto come uno dei più efficaci e relativamente sicuri, dal momento che tutti i farmaci per il trattamento di questa malattia sono molto attivi e aggressivi, hanno molti effetti collaterali.

Pericolo di malattia

Prima di prendere in considerazione farmaci specifici per il trattamento dell'epatite C, è imperativo menzionare che quasi tutti possono essere infettati dal virus. Se gli scettici affermano di essere al cento per cento protetti dall'infezione, poiché sono "non tossicodipendenti e non prostitute", sono profondamente in errore. Per dimostrarlo, considera i modi moderni di trasmissione, o meglio l'infezione, con il virus dell'epatite C.

È trasmesso principalmente da ematogeni, cioè attraverso il sangue. In quali casi il sangue è una fonte di infezione?

  • I consumatori di droga per via parenterale costituiscono ancora la maggioranza di quelli infetti. L'uso generale di siringhe con tracce di sangue fa la sua cosa "nera".
  • Tatuaggi, piercing, saloni per manicure, dove non controllano attentamente la sterilità degli strumenti che sono in contatto diretto con il sangue del cliente. In tali istituzioni, ferite e sangue sono all'ordine del giorno.
  • Nella vita di tutti i giorni, il rischio di infezione è minimo, ma possibile. Il virus non viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria o tramite strette di mano, uso di utensili comuni e altri utensili domestici. Ma se il sangue del paziente o del trasportatore entra nella ferita aperta della famiglia, l'infezione è possibile (anche attraverso uno spazzolino da denti, per non parlare degli accessori per la rasatura).
  • La trasmissione da madre a figlio durante lo sviluppo fetale è solo del 5%. Ma durante il parto, durante il passaggio del bambino attraverso il canale del parto di una madre malata, l'infezione non può essere evitata in alcun modo.
  • Durante le manipolazioni mediche, quando c'è una violazione dell'integrità della pelle, durante le operazioni, trasfusioni di sangue e dei suoi componenti. Questa via di trasmissione ha luogo nei paesi sottosviluppati, sebbene anche qui il "fattore umano" non sia stato cancellato.
  • Il personale medico che si occupa di sangue è a rischio.
  • Il modo sessuale è solo il 3-5% del totale. E anche allora, se il sesso non è protetto, ci sono molti partner sessuali che spesso cambiano.

Sulla base di tali informazioni, possiamo concludere che non solo "personalità asociali" (come una volta hanno detto) hanno l'opportunità di catturare l'epatite C. Nessuno è assicurato dall'infezione. Se esiste una cura per l'epatite C, ogni persona deve saperlo.

Statistiche tristi Sul pianeta, oltre 170 milioni di persone hanno l'epatite C. le persone infette dopo una parte piuttosto impressionante sono persone dopo 55 anni.

I meccanismi di azione di questi farmaci

Il virus di tipo C cronico richiede un trattamento complesso. Sfortunatamente, è già nella forma cronica che l'epatite si trova nel corpo. In alcuni casi, per caso, alla successiva visita medica regolare o esame per problemi completamente diversi.

Tandem Sofosbuvir e Daclatasvir si sono dimostrati abbastanza efficaci ed efficaci nel trattamento di tutti i genotipi dell'epatite C (1,2,3,4). Questa combinazione blocca la riproduzione del virus e il suo rilascio nel sangue, minimizzando così l'effetto sul fegato. E con le prospettive più brillanti e in caso di un primo appello per il trattamento - ti permette di riprendersi completamente dalla malattia.

Sofosbuvir ha un effetto soppressivo sul patogeno e Daclatasvir distrugge un virus indebolito. Un tale "doppio colpo" rende possibile combattere efficacemente l'epatite C, anche nella fase di sviluppo della cirrosi epatica.

Sulla base dei risultati degli studi clinici, gli scienziati sostengono che il trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir in associazione con Daclatasvir è efficace nel 90% dei casi.

Tuttavia, ciascuno di questi farmaci ha le sue chiare indicazioni, controindicazioni e possibili effetti collaterali.

SOFOSBUVIR

Il farmaco è prescritto nel caso di forme croniche di epatite C di tutti e quattro i genotipi. Per una maggiore efficacia, di solito è combinato con altri farmaci.

Lo specialista prende in considerazione le caratteristiche individuali del paziente, l'età (i pazienti con più di 60 anni sono prescritti con estrema cautela), la salute generale, la presenza di altre patologie croniche e la risposta del paziente al trattamento.

Inoltre, le indicazioni per l'uso del farmaco sono le seguenti condizioni di un paziente con epatite C cronica:

  • debolezza generale, stanchezza eccessiva, con conseguente riduzione delle prestazioni, sonnolenza durante il giorno e insonnia notturna;
  • debolezza muscolare, crampi occasionali e dolore;
  • pesantezza e disagio nell'addome (nella regione addominale con localizzazione nell'ipocondrio destro e sinistro);
  • dolore nella proiezione del fegato, che si estende nella parte posteriore;
  • diarrea o stitichezza accompagnate da nausea e vomito;
  • stasi della bile;
  • insufficienza epatica;
  • aumento della dimensione del corpo;
  • il verificarsi di ematomi multipli in tutto il corpo;
  • epistassi frequenti

Il trattamento con Sofosbuvir in tale manifestazione clinica della patologia sarà efficace, poiché lo specialista sarà in grado di valutare la gravità del decorso della malattia e prescrivere il dosaggio desiderato del farmaco.

Controindicazioni e caratteristiche dell'appuntamento

Come ogni medicina, Sofosbuvir ha una serie di controindicazioni. Questi includono:

  • ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco;
  • grave patologia renale, acuta e cronica;
  • gravi malattie del sistema cardiovascolare;
  • valvola cardiaca artificiale. (Secondo alcuni dati, in presenza di un pacemaker, l'agente non è raccomandato per l'uso);
  • sindrome convulsa di qualsiasi genesi;
  • storia di tumori.

Le donne, durante l'attesa del bambino e durante l'allattamento, sono severamente vietate di eseguire la terapia con questo farmaco a causa del suo impatto negativo sul bambino. Inoltre, l'età è inferiore a 18 anni per controindicazioni assolute.

Daclatasvir

Il farmaco è una nuova generazione. Contiene una sostanza speciale che può distruggere completamente il virus. Tuttavia, è usato nella terapia complessa più spesso che indipendentemente.

Se come singolo farmaco, Daclatasvir è raccomandato per i geni 2 e 3, quindi per 1 e 4 è raccomandato solo in combinazione con Sofosbuvir.

La necessità di trattare l'epatite C con una combinazione di questi farmaci deriva dalla direzione della loro azione. Si completano a vicenda. Sofosbuvir indebolisce il virus e Daclatasvir distrugge i resti del virus.

Assumere le compresse di Daclatasvir è controindicato in:

  • intolleranza individuale, come componente principale del farmaco, e tutti i suoi componenti;
  • durante la gravidanza e durante l'allattamento al seno;
  • età fino a 18 anni.

Con la cirrosi diagnosticata del fegato, è necessario prescrivere il farmaco con molta attenzione e monitorare costantemente le condizioni del paziente.

Possibili reazioni avverse

Sofosbuvir e Daclatasvir sono generalmente ben tollerati dai pazienti. Se il trattamento viene eseguito correttamente, secondo lo schema prescritto, senza superare il dosaggio e seguendo tutte le raccomandazioni, lo sviluppo di effetti collaterali è estremamente raro.

Ma con il trattamento a lungo termine, la reazione individuale del corpo e la coincidenza di diversi fattori negativi, possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • vertigini parossistiche e mal di testa di varia intensità;
  • dolore addominale parossistico, localizzato nella proiezione dello stomaco e del fegato;
  • aumento del nervosismo, frequenti sbalzi d'umore, reazioni inadeguate a ciò che sta accadendo, che sono caratterizzate da attacchi di rabbia irragionevole;
  • nausea al vomito, perdita di appetito e perdita di peso;
  • violazione della sedia - spesso diarrea, meno stitichezza, flatulenza;
  • sonnolenza durante le ore diurne, insonnia notturna (condizione permanente, che a sua volta scompare nel tempo);
  • possibile sviluppo di anemia, diminuzione dell'emoglobina e dell'ematocrito;
  • dolore nei muscoli e nelle articolazioni;
  • reazioni allergiche, il più delle volte arrossamento della pelle e prurito;
  • diminuzione dell'udito e dell'acuità visiva.

Se il paziente ha notato sintomi fastidiosi, deve immediatamente interrompere l'assunzione dei farmaci e contattare il medico. Potrebbe essere necessario regolare il dosaggio dei farmaci, assegnare un regime di trattamento diverso o addirittura sostituire i farmaci.

La dieta può anche influenzare lo sviluppo degli effetti collaterali, la loro intensità. È necessario al momento del trattamento con i suddetti mezzi per escludere cibi fritti, grassi e piccanti, alcool dalla dieta. Se riesci a smettere di fumare. Queste misure generali non solo riducono al minimo gli eventi avversi, ma accelerano anche l'effetto terapeutico del trattamento.

Regime di trattamento standard

Per il trattamento dell'epatite C non ci possono essere standard rigorosi che vengono applicati rigorosamente. In ogni caso, il medico prende una decisione in base ai singoli indicatori del paziente. Tuttavia, esiste un protocollo generalmente accettato, sulla base del quale lo schema variabile è costruito per ciascun paziente.

  • Genotipo 1b e 4, nonché 3 senza cirrosi. La combinazione di farmaci viene applicata per tre mesi. Se ci sono mezzi nello schema per bloccare specifici composti proteici, allora il corso può essere di sei mesi.
  • Genotipo 1 e 4 con cirrosi nella fase di compensazione. Il corso terapeutico è di 6 mesi. Se il trattamento è stato effettuato precedentemente, allora è tagliato a metà.
  • Genotipi 1 e 4 con un grave decorso di cirrosi nelle fasi successive. Si raccomanda di collegare Ribavirina a un tandem di farmaci e assumere compresse per 24 settimane.
  • Genotipo 3 con cirrosi nella fase di compensazione. Il corso è di sei mesi, completato da Ribavirin.
  • Genotipo 4. Il trattamento nelle prime 24 settimane viene effettuato con Sofosbuvir. Quindi, collega Daclatasvir e Ribavirin per un massimo di un anno. Ma se durante la somministrazione dei farmaci per 11 settimane si riscontra un notevole miglioramento delle prestazioni (in particolare, appare una risposta virologica), i farmaci aggiuntivi vengono assunti per non più di 12 settimane.

Come prendere

È imperativo che tu prenda una pillola mentre mangi, in ogni caso non a stomaco vuoto.

Attenzione! Nella prima settimana di trattamento, può verificarsi vomito, che si sviluppa spontaneamente, di solito 1,5-2 ore dopo l'assunzione del medicinale. Si consiglia di bere una compressa in più dopo la scomparsa della nausea.

Se si verificano tali reazioni, è necessario informare il medico. Forse, all'inizio è necessario ridurre il dosaggio e gradualmente andare agli indicatori richiesti per evitare tale disagio.

L'assunzione di droga deve essere effettuata una volta al giorno, all'incirca nello stesso momento, in modo che la concentrazione del principio attivo nel corpo sia costantemente allo stesso livello. Questo è l'unico modo per ottenere il massimo effetto terapeutico del trattamento.

Se per qualche motivo è mancato il tempo, ma il tempo di scadenza non supera le 12 ore, puoi prendere la dose successiva. Se più - allora la prossima ricezione dovrebbe essere effettuata al solito orario senza tener conto del mancato.

La terapia dell'epatite C con Sofosbuvir può essere eseguita sia in combinazione che come singolo farmaco principale. Considerando che Daclatasvir è usato raramente come monoterapia, ma solo in un complesso in cui è efficace in combinazione con Sofosbuvir

Alcune caratteristiche dei farmaci

Oltre agli effetti collaterali che possono svilupparsi durante la terapia con Sofosbuvir e Daclatasvir, ci sono alcune caratteristiche di questi farmaci. Possono influenzare il solito modo di vivere, ma solo leggermente. Alcune restrizioni sulla durata del trattamento della malattia non apporteranno alcun disagio significativo. Soprattutto quando si considera che "all'orizzonte" si sta liberando di una malattia o minimizzando i sintomi.

  • Durante il trattamento con i farmaci sopra citati, non è consigliabile mettersi al volante, eseguire qualsiasi azione correlata alla concentrazione e alla velocità di reazione. La specificità dei principi attivi è tale da non attenuare l'attività del sistema nervoso, inibire i processi reattivi e ridurre la concentrazione.
  • Durante la pianificazione di una gravidanza, i coniugi dovrebbero tenere in considerazione che questa coppia di farmaci può influenzare significativamente il bambino. Di conseguenza, il periodo di concepimento è meglio rimandare al momento in cui il trattamento termina e passa un certo periodo, in modo che i farmaci possano essere rimossi dal sangue di colui che è stato trattato.
  • La combinazione di farmaci per l'epatite B con altri farmaci può portare a conseguenze imprevedibili, persino alla morte. Prima di utilizzare qualsiasi farmaco durante un ciclo di terapia per l'epatite, è necessario consultare un medico per evitare conseguenze negative.
  • Epatoprotettori e antibiotici intestinali rallentano l'assorbimento dei farmaci antivirali, che peggiora l'effetto del trattamento.

Il trattamento con questi farmaci è positivamente caratterizzato da medici e pazienti sottoposti a terapia. Le caratteristiche distintive a favore di un tale trattamento combinato sono chiamate:

  • buona tolleranza dei farmaci con un minimo di effetti collaterali e controindicazioni rispetto ad altri farmaci simili;
  • applicare (con alta cautela e con monitoraggio costante delle condizioni generali) per insufficienza renale ed epatica;
  • l'efficacia del trattamento è di circa il 90%, che è parecchie volte superiore rispetto ad altri metodi;
  • il rischio di ricorrenza è minimo, il risultato è persistente e di lunga durata.

Tuttavia, ci sono ancora alcune regole, la cui attuazione garantisce non solo l'effetto massimo, ma anche un'ulteriore salute.

Raccomandazioni generali

Queste regole devono essere strettamente seguite durante il trattamento. Ma in futuro porteranno solo positivi. E non solo per gli ammalati, ma per le persone sane, non saranno superflui.

  • Rifiuto completo di cattive abitudini, in particolare l'uso di alcol (anche in piccole dosi e anche debole), il fumo.
  • Conformità con la modalità e la qualità del cibo. Dovrebbe essere frazionario, necessariamente regolare. Per escludere piatti fritti, speziati, troppo salati e piccanti che sovraccaricano il tratto digestivo dalla dieta.
  • Bevi molti liquidi. Mentre prendi le pillole - almeno 1 litro al giorno, poi - se necessario, ma anche preferibilmente non meno.
  • Durante il corso di Sofosbuvir, si raccomanda di limitare le bevande con un alto contenuto di caffeina, poiché vi è il rischio di un aumento della pressione sanguigna.
  • L'esercizio dovrebbe essere presente su base obbligatoria, ma sono moderati e fattibili.
  • Camminando all'aria aperta, le attività all'aria aperta rafforzeranno le condizioni generali del corpo.

Durante il corso del trattamento, si raccomanda di astenersi dalle procedure termiche e dal surriscaldamento del corpo. Bagni, saune, spiagge, solarium e altri eventi simili dovrebbero essere posticipati fino a tempi migliori.

Ogni persona dovrebbe rendersi conto che può ottenere l'epatite C ovunque, e nessuno è immune dalle infezioni nel mondo moderno. Ma una diagnosi del genere non è una frase. È necessario solo essere attenti alla propria salute e in tempo per cercare aiuto se si verificano anche i problemi più lievi.

Trattamento Sofosbuvir

Sofosbuvir è il nome dato a un farmaco appartenente a una nuova generazione che ha proprietà antivirali. Si differenzia da farmaci simili della vecchia generazione in quanto ha un effetto solo sull'agente patogeno dell'epatite C.

Più recentemente, per i pazienti con epatite C, il principale farmaco era il peginterferone, che ha molti eventi avversi. Sofosbuvir ha rifiutato di usarlo.

Nel 2013, negli Stati Uniti d'America, un nuovo farmaco è stato approvato come cura per l'epatite C. Dopo studi clinici che hanno avuto successo, l'Associazione europea per lo studio delle malattie del fegato ha annunciato sofosbuvir come principale farmaco per l'epatite C. Nel trattamento della malattia del secondo e terzo genotipo, ha iniziato a usare sofosbuvir in associazione con ribavirina e durante il trattamento dell'epatite B del primo e del quarto genotipo, sofosbuvir è stato prescritto insieme a ribavirina e peginterferone.

Nel 2014, i vecchi farmaci sono stati sostituiti da nuovi farmaci - Ledipasvir e Daclatasvir, grazie ai quali siamo riusciti ad abbandonare completamente l'interferone. Lo schema di sofosbuvir daclatasvir e ledipasvir sofosbuvir ha un effetto miracoloso non solo nell'epatite, ma anche nella cirrosi. A causa delle proprietà terapeutiche uniche di sofosbuvir, l'Organizzazione Mondiale della Sanità lo ha elencato come uno dei farmaci più importanti.

Benefici di un nuovo farmaco

Rispetto ad altri medicinali usati nel trattamento dell'epatite, sofosbuvir presenta numerosi vantaggi significativi:

  • ha effetti collaterali minori;
  • facilmente tollerabile anche dalle persone anziane;
  • aumenta significativamente l'efficacia del trattamento, per cui la durata della terapia è ridotta di 2-3 volte;
  • ti permette di rifiutare l'uso di interferone;
  • può essere usato per trattare i pazienti con infezione da HIV.

Meccanismo di azione

Il farmaco sofosbuvir ha un effetto inibitorio mirato sulla RNA polimerasi NS5B. Di conseguenza, il virus non è in grado di copiare il proprio RNA e, pertanto, diventa incapace di sviluppo e riproduzione.

I risultati delle sperimentazioni cliniche

Sofosbuvir ha apportato cambiamenti radicali nella medicina mondiale durante il trattamento dell'epatite C, che ha permesso ai pazienti di ricevere una terapia efficace senza effetti collaterali.

Il farmaco durante gli studi clinici ha mostrato risultati eccellenti nella lotta contro il virus dell'epatite.

La ricerca ha coinvolto pazienti appartenenti a varie categorie:

  • prima volta in terapia;
  • ha ricevuto esperienza negativa del precedente trattamento;
  • avendo vari danni al fegato e sofferto di infezione da HIV.

In tutti i gruppi, il trattamento dell'epatite C con sofosbuvir è stato coronato da successo: nel 95% dei casi, è stato raggiunto un costante effetto virologico.

Trattamento Sofosbuvir

Sofosbuvir ha la capacità di distruggere il patogeno dell'epatite C, appartenente ai primi quattro genotipi.

I regimi di trattamento con epatite C con sofosbuvir sono più efficaci dei metodi precedenti. Forniscono un risultato del 100% anche nei casi in cui la cirrosi è attaccata all'epatite o il virus dell'immunodeficienza umana entra nel corpo.

Il corso del trattamento con sofosbuvir è di 12 settimane, che è significativamente inferiore rispetto all'utilizzo di farmaci di vecchia generazione. Nei casi più gravi, il medico estende il periodo di terapia a 24 settimane. Alcuni pazienti ottengono risultati coerenti dopo 4 settimane.

Ma per il trattamento dell'epatite per avere successo, è necessario essere consapevoli di come prendere Sofosbuvir.

Acquista Sofosbuvir e Daclatasvir

Trattamento dell'epatite con Sofosbuvir e Daclatasvir

Trattamento dell'epatite C con Sofosbuvir e Daclatasvir

La combinazione di Sofosbuvir e Daclatasvir è il metodo più accessibile ed efficace per il trattamento dell'epatite C. Prima di utilizzare i farmaci, è necessario consultare uno specialista e familiarizzare con le istruzioni per l'uso. Secondo i medici, il miglior effetto della terapia si ottiene combinando questi due generici. È possibile acquistare medicinali in Russia ad un prezzo ragionevole tramite il fornitore ufficiale via Internet. La terapia dell'epatite C viene spesso eseguita con l'aiuto di generici Sofosbuvir e Daclatasvir. Con il loro aiuto vengono trattati tutti i genotipi conosciuti del virus. Il regime di trattamento viene selezionato dal medico, in base alle caratteristiche del problema.

Prezzo e dove acquistare Daclatasvir con Sofosbuvir

Daclatasvir e Sofosbuvir in Russia finora possono essere ordinati solo tramite il produttore ad un prezzo fisso.

Puoi assumere farmaci in diversi modi:

  1. Senza intermediari su Internet. Al momento dell'acquisto di un prodotto sul sito è necessario leggere tutte le recensioni su un particolare venditore. Un sicuro segno di vendere un falso è un prezzo troppo basso.
  2. In India, nel paese in cui vengono prodotte le merci. I farmaci generici economici sono disponibili con il marchio Hepcinat (Sofosbuvir) e Natdac (Daclatasvir). Per evitare qualsiasi problema con l'acquisto di fondi, è necessario portare un certificato di iscrizione all'epatite C.
  3. Con spedizione internazionale. Le merci possono essere ricevute entro 2 settimane. La mancanza di consegna internazionale - dovrà pagare per i servizi di corriere e fare un pagamento anticipato per le merci.

Quanto è Sofosbuvir con Daclatasvir

È possibile acquistare farmaci senza intermediari al costo di:

  • Mosca - 15.000 rubli.
  • San Pietroburgo - 15.000 rubli.
  • Samara - 15.000 rubli.
  • Ekaterinburg - 15.000 rubli.
  • Ucraina, Kiev - 6470 UAH.
  • Dnipro (Dnipropetrovsk) - 6470 UAH.
  • Bielorussia, Minsk - 490 bel.rubley
  • India: $ 246

Vai al sito Web del fornitore

  • Mosca - 9000 rubli.
  • San Pietroburgo - 9000 rubli.
  • Voronezh - 9000 rubli.
  • Novosibirsk - 9000 rubli.
  • Ucraina, Kiev - 3880 UAH.
  • Dnipro (Dnipropetrovsk) - 3880 UAH.
  • Bielorussia, Minsk - 295 bel.rubley
  • India - $ 148

Vai al sito Web del fornitore

Specialisti prescrivono e altri farmaci nella lotta contro la patologia, per esempio, American - Daklinza o Sovaldi. Ma questi fondi hanno uno svantaggio serio - un costo molto alto. Grazie a farmaci indiani di natura simile, Sofosbuvir e Daclatasvir, un numero maggiore di pazienti ha avuto una possibilità di recupero.

Recensioni dei medici su Daclatasvir e Sofosbuvir

Daclatasvir e Sofosbuvir in Russia sono stati nominati dal 2016, ma anche durante questo breve periodo i fondi sono riusciti a ricevere feedback positivi dai medici. Gli esperti sottolineano diverse proprietà degli agenti che li rendono efficaci nel trattamento dell'epatite C:

  • Sofosbuvir è un inibitore della proteina virale NS5A, cioè la sostanza attiva del farmaco blocca il virus, impedendone l'ulteriore riproduzione nel corpo.
  • I componenti di Daclatasvir inibiscono il virus del patogeno della patologia, impedendole di diffondersi in cellule sane.

Il virus non ha avuto il tempo di sviluppare resistenza ai componenti generici, al contrario degli interferoni, il cui trattamento è oggi considerato inefficace.

Di seguito sono riportate alcune delle recensioni degli esperti sui farmaci in discussione.

Durante la mia pratica medica, gli interferoni hanno mostrato basse prestazioni nel trattamento dell'epatite C. I miei colleghi hanno preferito i generici dall'India - Hepcinat e Natdac. Dopo il loro uso nei pazienti, c'è una tendenza positiva nella lotta contro la malattia. L'unico inconveniente di questi fondi è l'alto costo.

Tra gli aspetti positivi dell'uso delle droghe vorrei notare: 1) la lista minima delle reazioni avverse; 2) la lotta contro i genotipi della malattia di tutti i tipi; 3) un risultato evidente dopo due settimane di assunzione di fondi.

Posso dire con sicurezza che Sofosbuvir e Daclatasvir sono i mezzi migliori e più convenienti nella lotta contro la patologia, che sono noti alla medicina al momento.

Vladimir Ilyin, specialista in malattie virali. Esperienza - 11 anni.

Durante il mio lavoro con i pazienti, ho osservato l'emergere di nuovi farmaci per il trattamento dell'epatite C, hanno anche attirato i costi economici e la pubblicità brillante, ma l'effetto non era speciale ei pazienti (a seconda delle caratteristiche della malattia) erano costretti ad acquistare costosi farmaci fabbricati in America. E, qui, ho sentito parlare dell'efficacia di Indian Sofosbuvir e Daclatasvir non dalle pubblicità, ma dai miei colleghi. Queste droghe costituivano un'eccezione tra gli altri strumenti di bilancio, ma inefficaci. Una valida alternativa alla medicina americana.

Nikolay Zotov, epatologo. Esperienza - 17 anni.

Recensioni dei pazienti sul trattamento con Daclatasvir e Sofosbuvir

Su Internet, è possibile trovare recensioni di pazienti che hanno trattato l'epatite C con Daclatasvir e Sofosbuvir.

L'epatite C è stata diagnosticata nel 2015. Il medico mi ha prescritto l'interferone alfa terapia e ha riferito che dopo questo farmaco possono verificarsi effetti collaterali sotto forma di febbre e mal di testa. Un tale effetto dall'assunzione di interferone mi ha spaventato, così sono salita sul forum per leggere le recensioni di coloro che sono guariti dall'epatite C.

Su Internet, gli acquirenti hanno parlato positivamente dei farmaci generici indiani Daclatasvir e Sofosbuvir. Ho ordinato le pillole Hepcinat e Natdac sul sito web di Natco Pharma, ho pagato i prodotti con una carta elettronica e dopo 20 giorni ho ricevuto un prodotto generico.

Alla settimana 3 del trattamento, ha passato l'analisi PCR per identificare l'agente eziologico dell'epatite C nel corpo e ha ricevuto risultati negativi. Cioè, il test del sangue biochimico è tornato alla normalità solo 3 settimane dopo l'assunzione delle pillole. Ho completato il corso di terapia di 3 mesi e ri-testato. Il risultato è lo stesso: NEGATIVO.

Sono stato trovato per avere l'epatite virale C nel 1997. A quel tempo, per una persona, una tale diagnosi era una frase, dal momento che c'erano pochissimi fondi con effetti antivirali. Il dottore fece solo un gesto impotente e disse che per la medicina attuale era impotente contro questa malattia.

Già ora, dopo aver letto i forum sulle conseguenze della malattia, mi sono reso conto che la malattia può manifestarsi in qualsiasi momento e causare la morte. Nel 2016, ho imparato dai miei amici che in cliniche retribuite gli epatologi offrono un moderno regime di trattamento con generici indiani. Si rivolse a uno specialista e mi prescrisse un corso di 3 mesi per prendere Sofosbuvir e Daclatasvir. Il prezzo delle droghe "morde", ma non c'erano altre opzioni.

Ho ordinato i beni da solo su Internet. All'inizio, era molto preoccupata del fatto che i farmaci fossero inefficaci, dal momento che non avevano effetti collaterali, come nel trattamento con interferone. Per questo motivo, ho passato di nuovo i test dopo 2 settimane. Il risultato è stato piacevolmente sorpreso - l'analisi della biochimica è stata migliore rispetto al 1996 (prima dell'infezione da epatite). Così ho vinto la malattia con cui ho vissuto per molto tempo.

Istruzioni per l'uso di Sofosbuvir e Daclatasvir

Le istruzioni per l'uso di Sofosbuvir e Daclatasvir descrivono la composizione dei farmaci e le controindicazioni al loro uso. Nonostante ciò, il trattamento con i farmaci generici può essere iniziato solo dopo aver consultato un medico. Lo specialista ti dirà come prendere i soldi a seconda del genotipo del virus dell'epatite.

Sofosbuvir si beve una volta al giorno una pillola. La capsula è desiderabile da ingoiare, ma non masticare. Gli effetti collaterali dell'uso di farmaci generici secondo il parere dei pazienti guariti sono stati osservati solo nell'8-10% dei casi.

Daclatasvir viene assunto anche una volta al giorno. La pillola non viene schiacciata prima del consumo e assunta con i pasti. La durata del trattamento e il dosaggio dell'agente sono determinati dal medico curante. Il corso di trattamento con generici dall'India dura in media da 12 a 24 settimane.

Lo schema di trattamento per il primo genotipo del virus:

Daclatasvir, Sofosbuvir e Ribavirin

Regime di trattamento per il secondo genotipo:

Regime di trattamento per il terzo genotipo:

Daclatasvir e Sofosbuvir

Daclatasvir, Sofosbuvir e Ribavirin

Regime di trattamento del quarto genotipo

Controindicazioni

Le istruzioni per i generici hanno descritto che una controindicazione alla loro ricezione è un'allergia alle componenti costitutive. Sofosbuvir e Daclatasvir non sono prescritti a bambini, donne in gravidanza e in allattamento. Rispetto ad altri farmaci anti-epatite C, i generici indiani hanno meno effetti collaterali. Prima di iniziare il trattamento, dovresti avere familiarità con tutte le possibili conseguenze derivanti dall'assunzione di Sofosbuvir e Daclatasvir.

Effetti collaterali

Tra gli effetti collaterali della nota Daclatasvir e Sofosbuvir:

  • problemi di sonno;
  • perdita di appetito;
  • aumento della fatica;
  • mal di stomaco;
  • nausea;
  • essiccazione delle mucose della bocca;
  • irritabilità.

Soggetta al dosaggio e alle medicine appropriate, le reazioni ai farmaci non vengono praticamente osservate. Se si verificano effetti collaterali da farmaci, non dovrebbero essere fermati. Le compresse vengono assunte ogni giorno ad un orario prestabilito per mantenere un'efficace concentrazione di sostanze attive nel corpo.

Interazione con altri farmaci

Durante il trattamento, è necessario escludere quanto segue:

Composizione dei generici e dei loro eccipienti

Hepcinat (Sofosbuvir) è prodotto in compresse. Nel mezzo della capsula contiene il principio attivo - Sofosbuvir (400 mg). Lo scopo di Sofosbuvir è il trattamento dell'epatite cronica C.

Natdac (Daclatasvir) - generico, anch'esso prodotto in India. La composizione di una compressa include: Daclatasvirdine cloridrato e altri componenti ausiliari.

La terapia con daclatasvir viene abitualmente associata a Sofosbuvir e ad altri agenti antivirali: tutto dipende dalle caratteristiche della malattia.

Oltre ai suddetti farmaci, l'effetto terapeutico con il generico indiano è simile:

Le compresse di NatDac hanno anche farmaci simili all'azione medicinale, contenenti Daclatasvir:

Vai al sito Web del fornitore

Video: trattamento dell'epatite con Sofosbuvir e Daclatasvir

Una combinazione di Sofosbuvir e Daclatasvir è usata per trattare l'epatite C. Questo regime di trattamento fornisce risultati più rapidi e più efficaci rispetto ad altri farmaci. I generici indiani hanno prestazioni elevate nella lotta contro la patologia, che è stata dimostrata da numerosi studi clinici. Il regime di trattamento è determinato dall'epatologo, tenendo conto del genotipo della malattia e delle caratteristiche individuali dei pazienti. Dovresti comprare farmaci solo da fornitori rispettabili e rispettabili.

ARTICOLI CORRELATI

  1. Irina, Rostov-on-Don | 2017/08/10

Per diversi anni, hanno risparmiato per il trattamento completo dell'epatite, fino a quando uno specialista di virus ha consigliato almeno di provare Sofosbuvir e Daclatasvir. Abbiamo deciso che l'importo non verrà perso molto e all'improvviso sarà d'aiuto. E siamo rimasti molto contenti quando dopo 4 mesi abbiamo ottenuto ottimi risultati! Già non ci potevo credere!

È necessario essere trattati non solo con le droghe, ma prima di tutto con le erbe! Non sono meno efficaci del tuo costoso trattamento.

È stato curato per 5 anni con vari farmaci. Perché diversi - perché non hanno dato alcun effetto e ho avuto la sensazione che mi è stato prescritto un trattamento "dito sul cielo", ma 8 mesi fa mi è stato prescritto il farmaco Daclatasvir e Sofosbuvir. Senza alcuna speranza, mi sono nutrito con loro, ma, con mia grande sorpresa, quella era l'unica cosa. Cosa mi ha aiutato. In parallelo, ho bevuto le erbe.

Qui la cosa principale è iniziare a recitare in tempo e trovare un farmaco efficace, perché mettere una quantità enorme sul trattamento europeo e, di conseguenza, inefficace è molto offensivo e pericoloso!

Un anno e mezzo fa, un epatologo mi prescrisse questi farmaci generici - Sofosbuvir e Daclatasvir, raccomandandoli di acquistarli tramite conoscenti, se qualcuno fosse improvvisamente andato in India, o già attraverso il sito ufficiale del fornitore. Senza mani per qualsiasi prezzo. Per mancanza della prima opzione, ordinata attraverso il sito. Dopo un corso di 3 mesi, i risultati della PCR mi hanno fatto molto piacere, il virus non è stato rilevato.

Ciao Sergey. Sono anche di Nizhny Novgorod, mi interessa come, o attraverso chi hai ordinato la medicina.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Dove scorre la bile dalla cistifellea

Diete

Funzioni della bile nella digestioneLa bile è il segreto delle cellule epatiche epatocitarie. Si accumula nei piccoli dotti biliari, quindi entra nel dotto comune e attraverso di esso nella cistifellea e nel duodeno.

Preparati per la dissoluzione dei calcoli biliari

Sintomi

La terapia colelitolitica della malattia del calcoli biliari viene praticata per ragioni mediche. I preparativi per la dissoluzione dei calcoli biliari in alcuni casi diventano un'alternativa all'intervento chirurgico.

Punti rossi sul corpo di cosa si tratta

Epatite

Lesioni cutanee nella malattia del fegatoPer il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.

Quali sono i calcoli biliari pericolosi?

Cirrosi

Non tutti possono vantarsi del fatto che il suo apparato digerente funzioni come un meccanismo a orologio. Alcune persone si trovano di fronte a fastidiosi danni al tratto digestivo.