Principale / Cirrosi

Qual è la colecistite pericolosa durante la gravidanza?

Cirrosi

Le statistiche mostrano che nell'1-3% delle donne in gravidanza, la colecistite cronica peggiora. Oppure, d'altra parte, nel 30-35% delle donne affette da questa malattia, peggiora durante la gravidanza e in tutte queste condizioni la cistifellea è aggravata e nell'88% dei pazienti si manifesta un dolore persistente. Ciò è dovuto alle alterazioni biochimiche nel corpo e ad un aumento della sintesi degli ormoni steroidei prodotti dal fegato.

motivi

I cambiamenti metabolici difficili durante la gravidanza portano a cambiamenti funzionali nel sistema biliare. Il meccanismo di sviluppo delle manifestazioni patologiche inizia con una diminuzione del tono dei muscoli della colecisti (LP). Un'alta concentrazione di progesterone, che protegge il feto dagli attacchi del sistema immunitario, ha un effetto miorilassante, inibendo la funzione contrattile di ZH. Poiché molte donne incinte hanno un desiderio frequente di mangiare, il fegato produce più attivamente la bile, che a causa della discinesia ristagna. Questo processo naturale si verifica anche nelle donne sane.

Dopo il parto, la funzione motoria è normalizzata. Ma portare un feto contribuisce all'esacerbazione dell'infiammazione cronica in presenza di meccanismi di innesco come:

  • violazione della dieta;
  • le allergie;
  • mancanza di attività fisica;
  • sviluppo di infezioni batteriche in altri organi (raffreddore, mal di gola).

Tra le donne in gravidanza con esacerbazione delle malattie della colecisti, la frequenza di colecistectomia è dello 0,1-3%.

sintomi

Colecistite durante la gravidanza si manifesta parossistica, quando le esacerbazioni vengono sostituite da remissioni a breve termine. Nella maggior parte delle donne, il quadro clinico è tipico: dolore nell'ipocondrio destro, dispepsia, sapore amaro in bocca e bruciore di stomaco. Ma allo stesso tempo vanno in ospedale con una forte sindrome del dolore, dato che nausea e disturbi digestivi si verificano spesso durante una gravidanza sana. È interessante notare che nel 30% delle donne in gravidanza le manifestazioni cliniche assomigliano più a gastrite e pancreatite, sebbene in realtà la cistifellea sia infiammata.

La nausea e i dolori sono peggiori dopo aver mangiato cibi salati, piccanti, grassi e fritti. Con la colecistite nelle donne in gravidanza, la tossicosi dura fino alla trentesima settimana, mentre di solito è fino al 12 °.

Nel secondo trimestre, il 25% delle donne confonde i dolori nell'area della febbre con il movimento del feto. Ma nel 90% delle donne incinte, la malattia si manifesta nel terzo trimestre, quando il fondo dell'utero è alto. Il vomito è il sintomo dominante nel 9% delle donne, e a volte ci sono impurità di bile in esso.

pericolo

Sullo sfondo dell'immunosoppressione nelle donne in gravidanza, la colecistite è pericolosa a causa della rapida diffusione dell'infezione nella cavità addominale, che è piena di complicazioni come la pleiflebitite e la peritonite. Il dolore severo può causare un parto prematuro. Le complicanze più comuni si verificano:

  • Il 90% della tossicosi dura fino alla 22-30a settimana;
  • Il 50% della gravidanza è complicato da nausea e vomito persistenti;
  • Il 15% ha sbavature eccessive;
  • nel 9% prima della 30a settimana si osserva vomito frequente e nel 23% - fino al 20 °;
  • nel terzo trimestre aumenta il rischio di nefropatia e ascite ZH
  • Il 20% ha il rischio di aborto spontaneo;
  • Il 20-25% ha una grave pre-eclampsia;
  • Il 20-50% ha avuto un travaglio pretermine a seconda della gravità della pre-eclampsia;
  • Il 10-50% dei bambini aveva ritardo della crescita intrauterina

Le statistiche di cui sopra non sono una frase, perché la prevenzione e il trattamento tempestivo possono evitare lo sviluppo di complicanze perinatali.

trattamento

Per la diagnosi di colecistite nelle donne in gravidanza sono stati effettuati esami fisici, esami del sangue ad ultrasuoni e di laboratorio per il livello di bilirubina. Se la cronologia è cronica, allora è più facile da diagnosticare. Durante un attacco, la dieta e il riposo a letto sono obbligatori. Poiché la maggior parte dei farmaci ha un effetto tossico, la terapia farmacologica comporta l'assunzione di soli estratti vegetali naturali:

  • rilassa w e condotti;
  • normalizza la composizione biochimica della bile;
  • migliora la secrezione biliare

Con una forte sindrome da dolore, è permesso usare antispastici: Baralgin, Papaverin, Drotaverin. Se c'è una tendenza alla formazione di calcoli nello ZHP, allora tutti questi farmaci dovrebbero essere presi con cautela e solo secondo la testimonianza del medico.

Nella complessa terapia della colecistite nelle donne in gravidanza è indicata la vitamina B. Le droghe coleretiche sono proibite in presenza di calcoli nello stomaco a causa del rischio di colica biliare.

Tra i rimedi popolari che hanno un effetto coleretico e antispasmodico pronunciato, vale la pena notare dente di leone, seta di mais, succo di barbabietola e foglie di immortelle. Tali preparati omeopatici come Bile, Cholesan, Hepel, Holedius hanno un effetto benefico. Sono sicuri per la madre e il bambino e non causano effetti collaterali. Tuttavia, in combinazione con altri farmaci, dovrebbero essere presi con attenzione, poiché sono possibili reazioni incrociate.

Per la colecistite purulenta, una resezione della cistifellea viene eseguita a causa dell'alto rischio di peritonite.

prevenzione

La principale profilassi della colecistite nelle donne in gravidanza è la dieta. Anche durante la remissione, le raccomandazioni di Pevsner dovrebbero essere seguite (Tabella n. 5). Il cibo dovrebbe essere assunto 5-6 volte al giorno in piccole porzioni, ed è importante limitare il consumo di cibi grassi e sottaceti. Durante la remissione, si raccomanda il trattamento con acque minerali: Slavyanskaya, Smirnovskaya, Sulfate Narzan, Essentuki (No. 17, No. 4). Hai bisogno di 2-3 settimane al giorno per bere 200 ml di acqua al giorno un'ora prima dei pasti. Tuttavia, non è possibile bere molti liquidi nel terzo trimestre a causa del rischio di edema.

Se la colecistite non è calcolata, allora il 16, 28, 32 e 36 settimana gli agenti colagoghi sono prescritti per la prevenzione: Hofitol, Hollouflux, seta di mais, rosa canina, foglie di mirtillo rosso. Ma la ricezione perfino di tali mezzi innocui è effettuata solo su prescrizione di dottore. In presenza di una forma cronica, una donna dovrebbe effettuare regolarmente un esame del sangue e delle urine per la bilirubina per la diagnosi precoce e il sollievo della malattia prima di diffonderla ad altri organi della cavità addominale.

Colecistite durante la gravidanza

La gravidanza è un tempo responsabile per una donna quando è importante prendersi cura della salute di un bambino in crescita. La colecistite è una malattia comune in cui si verifica l'infiammazione della colecisti. Si sviluppa sullo sfondo dell'infezione del corpo o durante il ristagno della bile. La malattia spesso si sviluppa e peggiora durante la gravidanza, è registrata nel 3%.

Cause di malattia

L'insorgenza della malattia è dovuta a un malfunzionamento e all'attività della cistifellea. Colecistite è di due tipi:

  1. Acuta (sintomi pronunciati).
  2. Cronica (asintomatica, durante il periodo di esacerbazione i sintomi sono simili a colecistite acuta).

Se una donna era malata prima della gravidanza, aveva una colecistite cronica, quindi esiste una possibilità di esacerbazione della malattia. Fattori che influenzano la manifestazione della malattia:

  • Dieta inadeguata, mancanza di dieta;
  • Durante la gravidanza, i cambiamenti ormonali iniziano a verificarsi nel corpo. Le donne "tirano" su determinati prodotti. Pertanto, è difficile rispettare un menu bilanciato;
  • Infezione dello stomaco;
  • Gli agenti patogeni sono pericolosi per le future mamme, in quanto possono avere un effetto negativo sul feto;
  • Mancanza di attività fisica (ipodynamia). Se la gravidanza passa con complicazioni, grave tossicosi, allora si raccomanda alla donna di rispettare la limitazione dei carichi;
  • Malformazioni congenite dell'organo;
  • Predisposizione genetica alle malattie del tratto gastrointestinale;
  • Sovrappeso. Un forte aumento del peso corporeo durante la gravidanza, l'eccesso di cibo esercita un carico aggiuntivo sulla cistifellea;
  • La pressione del feto in crescita sugli organi interni è la causa principale della comparsa della malattia. Quando si schiaccia la cistifellea diminuisce la permeabilità della bile, potrebbe esserci ristagno. Ciò porta alla formazione di calcoli (colecistite calcicola);
  • Sfondo ormonale. Aumento della secrezione di ormoni: progesterone ed estrogeno. Rilassano i muscoli, riducono il tono della cistifellea. C'è una violazione dell'attività e del lavoro del corpo;
  • Situazioni stressanti Frequenti disturbi psicologici influenzano il lavoro del sistema nervoso centrale. A sua volta, innesca una serie di altri processi nel corpo, uno dei quali è un malfunzionamento della cistifellea (un sintomo non specifico).

Se una donna ha avuto colecistite prima della gravidanza, il medico deve saperlo. Guarda la tua salute durante una posizione interessante per evitare complicazioni.

I sintomi della colecistite durante la gravidanza

Il problema di identificare i processi infiammatori nella colecisti durante la gravidanza è che i sintomi sono simili alla tossicosi precoce. Se i sintomi persistono dopo il primo trimestre, o se si sospettano problemi alla cistifellea, si raccomanda un esame ecografico degli organi interni.

  • Sensazione di nausea, può essere accompagnata da vomito;
  • Nel vomito si osserva l'escrezione biliare;
  • Problemi di feci, stitichezza, diarrea;
  • Apatia, sonnolenza;
  • C'è un sapore amaro in bocca, può verificarsi eruttazione;
  • Distensione addominale;
  • bruciori di stomaco;
  • Palpitazioni cardiache;
  • Dolore acuto, localizzato nell'ipocondrio destro;
  • Crampi allo stomaco;
  • Mal di testa;
  • Febbre, febbre;
  • Sudorazione eccessiva;
  • Scolorimento della pelle (ingiallimento);
  • Dopo aver mangiato si sente pesante.

L'esacerbazione della malattia può causare gravi vomiti al mattino e dopo i pasti, il che contribuisce a un significativo peggioramento della salute. Se noti sintomi o si sentono peggio, consultare immediatamente un medico.

Impatto della malattia su gravidanza e bambino

L'esacerbazione prolungata della colecistite può avere un effetto negativo sullo sviluppo del feto e durante la gravidanza. L'indisposizione periodica, la nausea e il vomito incontrollabile portano ad una carenza di vitamine e sostanze nutritive. Ciò influenza la salute del bambino, può causare ritardi nello sviluppo e altre conseguenze indesiderabili.

Un trattamento tempestivo aiuterà ad evitare complicazioni.

diagnostica

La colecistite durante la gravidanza può essere identificata utilizzando metodi diagnostici:

  • Generalizzazione dei sintomi, lamentele dei pazienti, studio genealogico;
  • Test di laboratorio (analisi clinica del sangue, delle urine);
  • L'ultrasuono è un metodo efficace. È sicuro per il feto e consente di determinare la natura della malattia, la presenza di pietre, il cambiamento di forma, la composizione della cistifellea;
  • Si consiglia la consultazione con un gastroenterologo.

I dati ottenuti consentiranno al medico curante di scegliere un corso di trattamento che aiuterà le donne a liberarsi delle manifestazioni dolorose di infiammazione della cistifellea.

Trattamento della colecistite in donne in gravidanza

L'obiettivo del trattamento è normalizzare la cistifellea, alleviare il dolore e gli spasmi, ripristinare il processo digestivo, applicare metodi di trattamento più sicuri possibili per una donna e un bambino.

A seconda della forma della malattia (colecistite acuta, cronica), della gravità (presenza di calcoli), viene assegnata una serie di misure per il recupero. Se il paziente ha uno stato di salute soddisfacente, il trattamento può essere eseguito su base ambulatoriale.

Il corso del trattamento include i seguenti componenti.

Rigorosa aderenza alla dieta prescritta

Un grande impatto sul processo di guarigione ha una corretta alimentazione. Per una donna incinta, è importante assumere abbastanza nutrienti e vitamine necessari per il normale sviluppo e la crescita del feto. La porzione di cibo dovrebbe essere piccola. Alimenti grassi, piccanti, salati, cibi affumicati, bevande alcoliche, soda, prodotti a base di farina vengono rimossi dalla dieta. Prodotti ammessi: pollame dietetico, pesce, prezzemolo, latticini con una piccola percentuale di grassi, verdure, frutta, prugne, albicocche secche, datteri. Si raccomanda di seguire la dieta prescritta dal medico.

di farmaci

L'uso nel trattamento dei farmaci dovrebbe essere giustificato. Le medicine vengono selezionate individualmente, in base all'analisi e ai risultati delle indagini. Con la colecistite vengono prescritti antibiotici (prescritti in base all'età gestazionale, i farmaci non devono influenzare il feto), antispastici (No-shpa, papaverina), antibatterici, antiemetici, coleretici (colenzima, alcol), antinfiammatori. Tutte le medicine sono prese solo con il permesso del medico. L'autotrattamento porta pericolo per te e per il bambino.

fisioterapia

Assegnare dopo la rimozione di esacerbazione. Fisioterapia allevia il dolore e i crampi, migliora il flusso sanguigno, l'attività gastrointestinale.

Piante medicinali

La medicina tradizionale ha un effetto benefico sul corpo. Le erbe curative fanno bene alla salute.

  • Peppermint. Ha effetto anti-infiammatorio, aiuta a far fronte alla nausea;
  • Rosa canina. È un agente coleretico, contiene vitamina C, che rafforza il sistema immunitario del corpo;
  • Aneto acqua Accettato per migliorare le prestazioni del tratto gastrointestinale, riduce la flatulenza;
  • Camomilla. Brodo - un buon antinfiammatorio, sedativo, antisettico, astringente. Aiuta con la nausea;
  • Ginger. Il tè dalle radici dello zenzero aiuta a ripristinare l'attività e il lavoro della cistifellea, indebolisce l'impulso emetico, i toni.

L'uso di metodi popolari nel trattamento è sicuro per la futura madre e il bambino (in assenza di intolleranza individuale e reazioni allergiche). Il trattamento è concordato con il medico.

prevenzione

Durante la gravidanza, al fine di prevenire la malattia è raccomandato:

  • Corretta alimentazione;
  • Lunghe passeggiate all'aria aperta (modalità motore);
  • Se si riscontrano sintomi, consultare immediatamente un medico;
  • Seguire le prescrizioni mediche per il trattamento;
  • Donare tempestivamente sangue e urina per l'analisi per rilevare gli indicatori anormali.

Colecistite durante la gravidanza: cause, sintomi, trattamento

Durante la gravidanza nel corpo femminile ci sono molti cambiamenti a cui è difficile adattarsi, specialmente in presenza di malattie croniche. Di conseguenza, la malattia cronica che era in fase di remissione esacerba. Una di queste malattie può essere colecistite.

Colecistite - infiammazione della cistifellea - una frequente complicazione della malattia del calcoli biliari. Secondo le statistiche, il problema si verifica nel 3% delle donne in gravidanza.

Cause di colecistite durante la gravidanza

La causa esatta dell'infiammazione della cistifellea non è sempre possibile scoprirlo. Ci sono fattori che influenzano lo sviluppo della patologia:

  • la formazione di pietre che danneggiano la mucosa della vescica e interferiscono con il normale flusso della bile;
  • dieta malsana (mangiare cibi grassi, fritti, piccanti, cibo incontrollato);
  • overstrain psico-emotivo (stress, ansia e stati depressivi);
  • ereditarietà;
  • disturbo del sistema immunitario;
  • forma irregolare congenita della cistifellea o del dotto, che impedisce il flusso della bile;
  • squilibrio ormonale, terapia ormonale;
  • allergie alimentari;
  • penetrazione e riproduzione nella cistifellea di parassiti, virus, batteri.

Inoltre, la gravidanza stessa può causare colecistite. L'ormone progesterone, prodotto durante questo periodo, ha un effetto rilassante sulla muscolatura liscia del tratto gastrointestinale, con conseguente interruzione del flusso biliare, e questo causa infiammazione nella cistifellea.

Sintomi caratteristici

La malattia può verificarsi in qualsiasi momento. Tuttavia, la riacutizzazione si verifica più spesso nel terzo trimestre. Un fattore provocante è l'abuso di cibi piccanti, grassi, fritti, così come l'eccesso di cibo. Spesso la malattia è associata a malattie del tratto gastrointestinale (gastrite, duodenite).

Sintomi di colecistite acuta:

  • dolore acuto coliconico che si estende fino alla spalla, scapola, collo sul lato destro;
  • nausea e vomito con la bile;
  • sapore amaro in bocca;
  • aumento della temperatura corporea a 38 ° C;
  • inalazione spontanea di respiro premendo sul diritto ipocondrio;
  • dolore nell'inalare quando si sonda l'ipocondrio a destra;
  • ittero (ingiallimento delle mucose e della pelle).

Sintomi di colecistite cronica:

  • dolore moderato nell'area subcostale a destra;
  • sensazione di pesantezza dopo aver mangiato nella zona epigastrica;
  • nausea, vomito;
  • eruttazione amaro o persistente sapore amaro in bocca.

Diagnosi di colecistite

La diagnosi viene fatta sulla base dei reclami e dei risultati degli esami. Nel sondare l'addome c'è dolore alla cistifellea, aggravato dall'inalazione. Sensazione di dolore quando si tocca il bordo del palmo lungo l'arco costale sulla destra. Ma questi sintomi non appaiono sempre.

In alcune situazioni, nell'analisi del sangue si osserva un aumento del numero di leucociti (leucocitosi neutrofila) e un aumento della VES (tasso di sedimentazione degli eritrociti). Tuttavia, la leucocitosi neutrofila può essere una reazione alla gravidanza.

L'ecografia è il modo principale per diagnosticare l'infiammazione. Gli ultrasuoni mostreranno cambiamenti patologici nella cistifellea e la presenza di pietre in esso.

Trattamento colecistite

Il metodo di trattamento è scelto dal gastroenterologo individualmente e dipende dalla gravità della malattia e dal periodo di gestazione. L'obiettivo della terapia è di alleviare il dolore, migliorare la condizione, rimuovere il processo infiammatorio e ripristinare la funzione della cistifellea.

Ci sono conservatori (farmaci, dieta) e trattamento chirurgico della colecistite.

Alla donna incinta vengono prescritti farmaci coleretici (Cholebil, Hofitol, Allohol), antispastici (Drotaverin, Papaverine, No-spa, Spazmalgon) per alleviare il dolore. Forse la nomina di analgesici, se gli antispastici sono inefficaci, un corso di non più di 5 giorni. I farmaci antiemetici (Metoclopramide) sono indicati per normalizzare la cistifellea.

Le informazioni sui farmaci sono presentate per la revisione. Non usare droghe senza consultare un medico. L'automedicazione e l'ammissione incontrollata durante la gravidanza è pericolosa per il feto. Al primo sospetto di colecistite, devi visitare un dottore.

Un importante passo nel trattamento è la dieta, che aiuta ad eliminare il ristagno della bile e l'infiammazione. Una donna incinta dovrebbe mangiare 5-6 volte al giorno in piccole porzioni. Dalla dieta dovrebbero essere esclusi piatti fritti, grassi, salati, affumicati, speziati, alcolici e bevande gassate. Si consiglia di mangiare cibo al vapore, pesce e brodi di carne, per ridurre il consumo di sale, aglio, cipolle, cioccolato, caffè, funghi, legumi. Tutti i piatti sono consumati sotto forma di calore. Gli alimenti freddi e caldi possono innescare una nuova stasi biliare.

Il trattamento chirurgico (colecistectomia) è indicato se:

  • la terapia conservativa è inefficace (dopo 3-4 giorni);
  • sequestro;
  • c'è il sospetto di rottura della cistifellea;
  • c'era un'infiammazione del peritoneo;
  • sviluppato infiammazione del dotto biliare;
  • apparvero cambiamenti distruttivi nella parete della cistifellea.

Se possibile, la colecistectomia viene eseguita nel secondo trimestre, dal momento che nel primo caso il riso con aborto è alto e nel terzo l'operazione è tecnicamente più difficile. La rimozione della cistifellea viene effettuata mediante anestesia generale, mediante laparotomia. La laparoscopia non viene eseguita per le donne incinte, poiché l'utero allargato modifica l'anatomia degli organi interni. Dopo aver rimosso l'organo messo attraverso gli scarichi. Durante l'operazione, i medici controllano da vicino le condizioni del feto. Se ci sono segni di sofferenza (ipossia, sindrome da distress respiratorio), è indicato un taglio cesareo.

complicazioni

Sullo sfondo di un'immunità indebolita, caratteristica durante la gravidanza, la colecistite è pericolosa a causa della diffusione dell'infezione nella cavità addominale. Di conseguenza, possono svilupparsi complicazioni - peritonite (infiammazione del peritoneo), pylephlebitis (infiammazione purulenta della vena porta e dei suoi rami).

Anche possibili e tali complicazioni come:

  • toxicosis fino a 22-30 settimane;
  • aumentato sbavando;
  • insufficienza renale nel terzo trimestre, edema della colecisti (ostruzione parziale o completa del dotto cistico);
  • la minaccia di aborto nelle fasi iniziali;
  • grave pre-eclampsia (aumento della pressione sanguigna, gonfiore di tutto il corpo, deterioramento della salute);
  • la sindrome del dolore può causare un travaglio prematuro;
  • ritardo di crescita intrauterino.

Il trattamento precoce e qualificato della colecistite evita complicazioni.

La colecistite durante la gravidanza è una patologia che richiede una diagnosi tempestiva e una terapia di trattamento, altrimenti è piena di conseguenze negative sia per la madre che per il feto. Il trattamento è scelto individualmente e dipende dal decorso della malattia e dal periodo di gestazione. Con trattamento tempestivo al medico per la diagnosi e il trattamento, la prognosi della malattia è favorevole.

Colecistite durante la gravidanza

I calcoli biliari in gravidanza non sono rari, manifestati in donne che prima erano preoccupate per la colecistite. Le variazioni dei livelli ormonali durante il trasporto di un bambino influiscono su tutti i processi del corpo. La malattia è più comune in coloro che erano precedentemente inclini a sviluppare discinesia, pancreatite, ma possono anche manifestarsi per la prima volta a causa della gravidanza.

Perché la colecistite si verifica nelle donne in gravidanza?

Secondo le statistiche, nella maggior parte delle donne la malattia si manifesta nel terzo trimestre, provocando una gestazione tardiva o altre complicazioni dopo il parto. Meno comunemente, la colecistite delle donne incinte si verifica alla prima gestazione e più spesso nelle donne anziane. Possibili fattori provocatori:

  1. Il tipo acuto calculous della malattia è causato da diverse cause, ma il meccanismo dell'insorgenza della patologia è basato su cambiamenti ormonali nel corpo. Ad esempio, il progesterone ormone può rilassare il tono delle fibre della colecisti, che causa la sua atonia. Ciò provoca la stagnazione della bile, che causa la formazione di calcoli, l'aggiunta di infezioni, che causa l'infiammazione dell'organo.
  2. Più spesso, il processo infiammatorio delle vie biliari e della vescica si verifica nelle donne che, prima della gravidanza, erano a rischio di sviluppare la malattia.
  3. Un'altra forma acuta della malattia può essere la colecistite cronica, che, prima della gravidanza, non ha infastidito la donna, e quando si sono verificati i cambiamenti, è entrata in una fase acuta, provocando dolore e coliche.
  4. Durante la gravidanza, il rischio di colecistite aumenta, se vi è concomitante colelitiasi, quando, sullo sfondo dei cambiamenti ormonali, il tono della vescica diminuisce e si verifica un'infiammazione.
  5. Gli agenti patogeni che entrano nella colecisti diventano facilmente la causa della colecistite acuta. Ciò è dovuto a frequenti violazioni del tratto gastrointestinale durante la gravidanza.

Segni di colecistite in donne in gravidanza

Alcuni dei sintomi caratteristici della malattia delle giovani mamme non si riconoscono, incolpando tutto sugli effetti collaterali del trasporto di un bambino. Ad esempio, il dolore evidente, a loro parere, causato dal movimento del feto. La donna incinta si rivolge al medico solo quando, quando la malattia diventa acuta e non c'è più resistenza. A questo punto, la colecistite durante la gravidanza potrebbe già avere complicanze. I sintomi caratteristici della malattia includono:

  • bruciore di stomaco, eruttazione;
  • amarezza in bocca;
  • vomito e nausea;
  • eccessiva secrezione di saliva;
  • un lungo periodo di tossicosi, che di solito dura per la 12a settimana del termine, e per la colecistite dura fino a 30 settimane;
  • dolore dopo cibi salati, fritti, piccanti.

Esacerbazione della colecistite cronica

Secondo le statistiche, l'esacerbazione della colecistite si verifica nella seconda metà della gravidanza. Questa caratteristica è collegata al fatto che l'utero è notevolmente ingrandito ed è a livello dell'ombelico, a volte tra il processo xifoideo e l'ombelico. Di conseguenza, tutti gli organi vengono spostati. La colecisti può essere pressata o attorcigliata durante questo periodo, il che viola le sue funzioni. La bile non entra nei dotti, si verifica stagnazione, si formano calcoli, iniziano l'infiammazione e il gonfiore. Questa è una causa meccanica, ma l'esacerbazione della colecistite può verificarsi per un altro motivo.

Gli ormoni rilasciati durante la gravidanza influenzano il funzionamento del fegato. Gli enzimi che produce possono portare all'atonia della vescica: sconvolge il funzionamento dell'organo, la bile ristagna. Sullo sfondo di aumentare le violazioni dell'utero sono particolarmente evidenti. A causa di ciò, il normale processo di digestione si perde, il che porta a una debole evacuazione del cibo. Crea un ambiente favorevole per lo sviluppo di microrganismi patogeni che penetrano nella cavità della cistifellea, invocano il processo infettivo. A causa di ciò, un attacco acuto di colecistite si verifica in una donna incinta.

Come trattare la colecistite

Esiste un trattamento standard per la colecistite durante la gravidanza, che include la dieta, l'assunzione di farmaci coleretici leggeri e l'uso di ricette popolari. Ci sono metodi conservatori e chirurgici di terapia:

  • Il primo gruppo comprende il trattamento della colecistite con rimedi casalinghi, metodi omeopatici e farmaci.
  • Il secondo metodo prevede l'operazione, che è estremamente indesiderabile durante la gravidanza.

Una delle fasi più importanti nel trattamento della colecistite è il rispetto del regime e delle regole nutrizionali. Una ragazza non dovrebbe sovraccaricarsi fisicamente, ma anche non dovrebbe escludere completamente l'attività, perché è importante per il corretto funzionamento del tratto gastrointestinale, la secrezione della bile. La dieta è il principale metodo di trattamento non solo efficace, ma anche di prevenzione. È necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni per il trattamento della colecistite durante la gravidanza:

  • eliminare dalla dieta cibi salati, fritti, piccanti;
  • smettere completamente di bere alcol (che è importante durante la gravidanza, anche senza colecistite);
  • mangiare in piccole porzioni 5 volte al giorno;
  • ridurre o eliminare i grassi animali;
  • La tua dieta dovrebbe contenere tuorli d'uovo, burro e olio d'oliva in piccole quantità.

Come trattare la colecistite

Lo schema generale di trattamento della colecistite durante la gravidanza nelle donne non differisce dal corso standard. È necessario rispettare una dieta speciale, che deve essere mantenuta per tutto il periodo di trasporto del bambino. Se si verifica un aggravamento, è meglio morire di fame per un po '. Per evitare che tali restrizioni danneggino te o il feto, si consiglia di bere soluzione di miele per tutto il giorno.

La forma acuta della malattia deve essere trattata allo stesso modo, ma non più di un giorno. Se durante questo periodo il paziente non sta migliorando, dovresti andare dal medico per un esame. In forma cronica, dovrai prendere il colagogo. Chiamali dal medico, in base ai dati di ricerca e alle caratteristiche individuali delle donne. Alcuni dei farmaci in questo gruppo sono controindicati in gravidanza perché possono causare diarrea.

medicina

Le medicine vengono sempre selezionate individualmente, poiché la colecistite durante la gravidanza impone alcune restrizioni sull'uso dei farmaci. Di regola, i farmaci sono prescritti dai seguenti gruppi:

  1. Bile. Nella fase iniziale della gravidanza, Holenzim, Pancreatina, Allohol sono più spesso prescritti, che aiutano con discinesia biliare. Nelle fasi successive, la forma ipomotoria della malattia viene più spesso diagnosticata, pertanto vengono prescritti i colecistocinetici con effetto lassativo.
  2. Analgesici, antispastici. Scaricato solo con una sindrome del dolore pronunciata. Ad esempio, Papaverine, Drotaverine.
  3. Quando vomita, Metoclopramide viene prescritto per normalizzare la motilità della vescica.
  4. Con un forte ristagno della bile, i tubuli ciechi sono prodotti con sale e olio vegetale di Karlovy Vary.

antibiotico

I preparati di questo gruppo vengono prescritti alle donne in gravidanza estremamente raramente, di regola, solo prima e dopo l'intervento chirurgico. Selezionarli separatamente è severamente vietato. Questo dovrebbe essere fatto da uno specialista, data la forma della malattia, la durata della gravidanza. Gli antibiotici per il trattamento della colecistite devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • mancanza di epatotossicità;
  • sterilizzazione del contenuto dell'intestino, bile;
  • quando l'ingestione dovrebbe essere una buona eliminazione della bile;
  • ampio spettro d'azione;
  • resistenza agli enzimi epatici.

Trattamento sicuro

Molte donne incinte sono diffidenti nei confronti dei farmaci durante la gravidanza. La paura degli effetti dei farmaci sul feto o sul latte materno li inclina all'uso di ricette popolari per combattere la colecistite. È possibile applicarli in coordinazione con il medico generico essente presente. Esempi di tali strumenti:

  1. Tè alla bile Assumere in proporzioni uguali cinorrodi, menta piperita, seta di mais, semi di aneto, fiori di immortelle, radice di crespino. Le erbe da raccolta devono essere ben tagliate. Componi 1 cucchiaino, inforna in un bicchiere d'acqua, come il tè. Bere un rimedio per il trattamento della colecistite in una terza tazza prima dei pasti 3 volte al giorno.
  2. Un altro decotto per il trattamento della colecistite viene preparato dai frutti del giardino di aneto. Per 2 tazze di acqua calda hai bisogno di 2 cucchiai di frutta. Tenere a fuoco basso per almeno 15 minuti. Lasciare raffreddare i liquidi e filtrare il brodo. Bere mezzo bicchiere 4 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 3 settimane.
  3. Infusione di erba di grano Abbiamo bisogno di un'erba di frumento strisciante, le cui radici sono state raccolte in autunno, essiccate all'ombra. Tritare finemente 4 cucchiaini. vuoti, versateli in 200 ml di acqua, lasciate in infusione per almeno 12 ore, quindi scolate il liquido. La radice preparata viene prodotta per 10 minuti. in 200 ml di acqua bollente. Filtrare l'agente, bere 0,5 bicchiere 4 volte al giorno.

Colecistite durante la gravidanza

La colecistite è un'infiammazione della colecisti. La colecistite acuta e cronica verificatasi durante la gravidanza può causare tossicosi e altre complicanze. Come affrontare le manifestazioni della malattia senza danneggiare il bambino?

motivi

L'infiammazione della colecisti può essere acuta e cronica. La patologia acuta durante la gravidanza è piuttosto rara. Il più delle volte, aspettare il bambino è una esacerbazione di colecistite cronica. Secondo le statistiche, questo problema si verifica nel 3% di tutte le future mamme.

Scoprire la causa esatta della colecistite non è sempre possibile. Ci sono diversi fattori che contribuiscono al verificarsi di questa patologia:

  • processo di infezione;
  • scarsa nutrizione;
  • eccesso di cibo;
  • lo stress;
  • mancanza di esercizio;
  • deformità congenita delle vie biliari;
  • lesione della cistifellea;
  • tumori della cavità addominale;
  • disordini metabolici (diabete, ecc.).

La gravidanza stessa può essere un fattore stimolante per lo sviluppo della colecistite. Sotto l'influenza del progesterone, i muscoli lisci del tratto digestivo si rilassano. Il deflusso della bile è rotto, la sua stagnazione sorge. Tutto ciò porta allo sviluppo dell'infiammazione nella cistifellea e alla comparsa di tutti i sintomi della malattia.

Sullo sfondo dell'infiammazione esistente della cistifellea e dei dotti, l'infezione batterica spesso si unisce. Durante la semina la bile ha trovato stafilococchi, streptococchi e altri rappresentanti di flora condizionatamente patogena. C'è un processo infiammatorio lento. La malattia dura da anni con esacerbazioni periodiche e remissioni.

sintomi

La colecistite può farsi sentire in qualsiasi momento. Il fattore provocante è mangiare troppo, mangiare cibi piccanti, fritti o grassi. L'infiammazione della colecisti è spesso associata ad altre malattie dell'apparato digerente.

Sintomi di colecistite acuta:

  • dolore parossistico nell'ipocondrio destro;
  • la diffusione del dolore nella scapola destra, spalla destra;
  • nausea;
  • vomito;
  • ittero;
  • prurito della pelle;
  • febbre.

Un attacco di colecistite acuta si verifica improvvisamente ed è sempre accompagnato da un forte dolore sotto il bordo destro. Il vomito può essere ripetuto con una miscela di bile. Ittero e prurito della pelle si verificano con lesioni concomitanti dei dotti biliari e la sovrapposizione del loro lume. La temperatura corporea può rimanere nel range normale o salire a 38 gradi.

Segni di colecistite cronica:

  • dolore moderato nell'ipocondrio destro;
  • sensazione di pesantezza nell'epigastrio dopo aver mangiato;
  • nausea;
  • eruttazione amarezza o aria;
  • sapore amaro in bocca.

Colecistite cronica si verifica con attacchi periodici, durante i quali la condizione della donna peggiora in modo significativo. L'esacerbazione della malattia può verificarsi sullo sfondo di alta temperatura corporea o nessun segno di febbre. In alcune future mamme, l'infiammazione cronica della cistifellea è asintomatica.

Nell'80% di tutte le donne, l'esacerbazione della colecistite cronica si verifica nel terzo trimestre di gravidanza. Dopo 20 settimane, molte madri in attesa notano la comparsa di dolore nell'ipocondrio destro in risposta ai movimenti attivi del feto. In un terzo delle donne, la colecistite è combinata con la gastrite e altre malattie del tubo digerente.

Complicazioni della gravidanza e conseguenze per il feto

Nella prima metà della gravidanza, sullo sfondo della colecistite cronica, si sviluppa tossicosi. Come per tutte le patologie dell'apparato digerente, la tossicosi è difficile e dura fino a 16-18 settimane. Vi è una forte nausea, vomito ripetuto per tutto il giorno, perdita di appetito, perdita di peso. Lo sviluppo di forti sbavature è possibile. Caratterizzato dall'avversione verso determinati tipi di cibo. I sintomi di tossicosi aumentano dopo aver mangiato cibi grassi e piccanti.

Una prolungata esacerbazione della colecistite cronica può influire negativamente sullo sviluppo del feto. Il vomito costante porta alla lisciviazione di elementi benefici dal corpo della donna. Il bambino non riceve abbastanza vitamine e minerali. La mancanza di nutrienti porta a un ritardo nello sviluppo del bambino nel grembo materno, che colpisce la sua salute dopo la nascita.

L'ipovitaminosi colpisce la condizione di una donna incinta. La mancanza di elementi importanti non contribuisce al normale funzionamento del corpo. Il metabolismo è disturbato, appaiono debolezza, apatia e stanchezza. L'immunità diminuisce, il che porta allo sviluppo di varie malattie infettive.

diagnostica

La fibrogastroduodenoscopia è il metodo migliore per diagnosticare la patologia della colecisti. Durante la gravidanza, le FGD vengono eseguite solo nelle prime fasi e secondo rigorose indicazioni. Durante la procedura, la bile viene presa per l'esame. La semina della bile sui terreni nutrienti consente di identificare l'agente eziologico della malattia e la sua sensibilità agli antibiotici noti. In molti casi, quando la semina della bile non può raggiungere la crescita di batteri patogeni.

L'ecografia è il metodo principale per diagnosticare la colecistite durante la gravidanza. Lo studio è considerato sicuro per donne e feti e viene eseguito in qualsiasi fase della gravidanza. Sulla base dei risultati dell'ecografia, viene effettuata una diagnosi e viene sviluppata una tattica di gestione del paziente.

Metodi di trattamento

Il trattamento della colecistite acuta viene eseguito in ospedale. Se avverti un forte dolore nell'ipocondrio destro, che si estende alla spalla, al braccio e alla scapola, dovresti chiamare un'ambulanza. Ulteriori tattiche dipenderanno dalla gravità del processo infiammatorio e dalla durata della gravidanza.

La terapia della colecistite cronica viene eseguita da un gastroenterologo. L'obiettivo del trattamento è quello di rimuovere il dolore e migliorare le condizioni della futura madre. Tutta la terapia è prescritta tenendo conto della durata della gravidanza e viene effettuata sotto il costante monitoraggio del feto.

Terapia non farmacologica

Un'attenzione particolare è rivolta ai metodi di esposizione non farmacologica. Prima di tutto, viene prescritta una dieta che migliora il flusso di bile dalla cistifellea e previene il suo ristagno. Una dieta rigorosa è indicata nei primi giorni della malattia fino alla scomparsa dei sintomi.

  1. Spaccati frequenti (6 volte al giorno in piccole porzioni).
  2. Esclusione dalla dieta di cibi grassi, fritti, piccanti, spezie.
  3. Rifiuto di bevande gassate e alcol.
  4. La priorità è data al cibo cotto a vapore.
  5. L'assunzione di sale è limitata.

Al momento del trattamento sono esclusi tali prodotti:

  • sottaceti;
  • carne affumicata;
  • pasticcini freschi;
  • frutta e verdura crude;
  • tè e caffè forti;
  • noci.

Tutti i piatti sono serviti sotto forma di calore. L'uso di cibi freddi può provocare discinesia biliare e portare a una nuova stasi della bile.

Nei primi giorni di malattia, tutto il cibo dovrebbe essere semplice e facilmente digeribile. Quando i sintomi della colecistite regrediscono, la dieta si espande a causa di brodi deboli, piatti a base di verdure, cereali. La frutta fresca è inclusa nel menu gradualmente in piccole porzioni. Con la costipazione accompagnatoria, si raccomanda l'uso di albicocche secche, prugne e uvetta.

Terapia farmacologica

I farmaci coleretici sono prescritti per qualsiasi periodo di gravidanza. La priorità è data ai rimedi a base di erbe che non influenzano lo sviluppo del feto (Hofitol, Cholebil, ecc.). Se ci sono segni di aborto spontaneo nel primo trimestre, i farmaci coleretici sono prescritti per indicazioni severe e sotto la supervisione di un medico.

Il dolore severo in colecistite è alleviato dagli antispastici (papaverina, drotaverina). L'uso di questi farmaci è consentito in qualsiasi fase della gravidanza. Gli analgesici sono prescritti con l'inefficacia degli antispastici con un breve ciclo di non più di 5 giorni.

I farmaci antiemetici (metoclopramide) vengono utilizzati per normalizzare la motilità della colecisti sin dalla prima gravidanza. Nel primo trimestre, tali agenti aiutano a far fronte alle manifestazioni di tossicosi grave e riducono l'incidenza del vomito.

La fisioterapia è indicata al di fuori della riacutizzazione. Per migliorare il flusso di bile, UHF, terapia a microonde, viene prescritta l'agopuntura. Le procedure di fisioterapia sono effettuate solo in condizioni soddisfacenti della donna.

Le nascite con colecistite sono condotte attraverso il canale del parto naturale in assenza di altre complicanze della gravidanza. L'ospedalizzazione prenatale è indicata per un periodo di 38-39 settimane. Con una condizione soddisfacente della donna e del feto, puoi aspettare lo sviluppo delle contrazioni a casa. Se segui tutte le raccomandazioni del dottore è molto alta probabilità di un esito positivo della gravidanza e la consegna imminente. Il periodo postpartum con colecistite procede senza caratteristiche.

Come trattare la colecistite durante la gravidanza in modo da non danneggiare il feto?

Il nostro sistema digestivo ha un meccanismo consolidato. A volte alcune parti falliscono. E questo porta a gravi conseguenze. Uno di questi è la colecistite.

La malattia si verifica come un processo infiammatorio nella cistifellea, che porta a cambiamenti nelle proprietà biochimiche e fisiche della bile. E questo influisce negativamente sulla salute di una persona, in particolare una donna incinta.

La malattia nelle future madri è più spesso manifestata a causa di un'interruzione ormonale. Ma ci sono altre opzioni. Secondo le statistiche, la malattia si verifica spesso nella tarda gravidanza.

Può portare a gravi complicazioni che influenzano sia la salute della madre e del bambino. Il gruppo a rischio comprende le donne che hanno precedentemente avuto questa malattia o che si sono trasformate in una forma cronica. Una tale situazione può oscurare il gioioso tempo di attesa del bambino.

Codice ICD-10

Ogni malattia ha il suo codice speciale ICD-10. Ciò significa la classificazione internazionale delle malattie della decima revisione. I codici ICD sono usati nella medicina domestica. Sono elencati nelle schede dell'ospedale. L'infiammazione della cistifellea ha il codice K81.

Chi contattare

L'auto-trattamento è un cattivo aiuto che può solo ferire. È molto importante arrivare al dottore giusto in tempo. Il gastroenterologo si occupa di problemi con la cistifellea. Nei casi avanzati, potrebbe essere necessario incontrare il chirurgo. Anche se, per una donna in posizione, un risultato del genere è altamente indesiderabile.

patogenesi

Patogenesi: il processo di origine e sviluppo della malattia. Le cause della colecistite spesso diventano disturbi ormonali, contribuendo a cambiamenti nella composizione della bile, infezioni.

I batteri maligni sono in grado di entrare nella cistifellea in vari modi:

Inoltre, colecistite si verifica a causa del malfunzionamento della funzione motoria della cistifellea in concomitanza con il dyscholium. Questo dà origine ad un'infiammazione asettica della mucosa, dopo di che l'infezione sta prendendo slancio.

Nelle donne in gravidanza, questo può verificarsi a causa dello spostamento del fegato e della cistifellea, a seguito di un forte aumento dell'utero. La bile non può passare attraverso le vie biliari, c'è ristagno.

Cause di colecistite in donne in gravidanza

Lo stile di vita sedentario può essere una delle cause della colecistite

Le cause della colecistite durante la gravidanza sono molte. Tra questi ci sono i principali:

  1. Cambiamenti nei livelli ormonali. Gli ormoni colpiscono gli organi e possono rilassare il tono delle fibre muscolari lisce. Questo ha un effetto negativo sulla cistifellea.
  2. Stile di vita sedentario
  3. Lesioni alla cistifellea.
  4. Colecistite cronica Se una donna ha sofferto di questa malattia prima della gravidanza, allora le ricadute non sono escluse.
  5. Dieta sbagliata
  6. Malattia da calcoli biliari. Il tono del gallo diminuisce, portando a infiammazione.
  7. Malformazione congenita della cistifellea. Fino a quando il concepimento non si manifesta. Si fa sentire solo durante la gravidanza.
  8. Reazioni allergiche

Tutti questi fattori devono essere presi in considerazione, specialmente nel periodo della gravidanza.

Segni e forme di colecistite

La colecistite acuta è caratterizzata da un forte dolore sotto il bordo destro, che ha un carattere parossistico.

Durante la gravidanza, una donna dovrebbe fare molta attenzione alla sua salute e ascoltare attentamente il suo corpo. Quindi a cosa vale la pena prestare attenzione?

La malattia ha due forme di flusso: acuta (accade una volta e con il trattamento corretto non si ripresenta) e cronica (manifestazione ripetuta della malattia). Inoltre, la medicina moderna assegna colecistite calculous (in presenza di pietre nella cistifellea) e non-calculous (disossato).

La forma acuta appare improvvisamente e presenta i seguenti sintomi:

  • forte dolore sotto il bordo destro, avendo carattere parossistico;
  • sindrome del dolore, che dà il lato destro della scapola o della spalla;
  • febbre e febbre;
  • vomito e nausea, mescolati con la bile;
  • sensazione di ittero e prurito della pelle. Questi sintomi si verificano con lesioni dei dotti biliari.

La forma cronica della malattia è caratterizzata da attacchi che si verificano periodicamente. In questo momento, il benessere della donna peggiora notevolmente e presenta i seguenti sintomi:

  • dolore moderato sul lato destro sotto la costola;
  • sapore amaro in bocca;
  • ruttare con amarezza;
  • possibile aumento della temperatura corporea;
  • sentirsi pesante dopo aver mangiato;
  • nausea.

A volte nelle donne in gravidanza, la colecistite cronica può verificarsi senza segni visibili. Spesso scrivono il dolore sotto il margine destro sull'attività del bambino.

Diagnosi della malattia

Un esame del sangue aiuterà a fare una diagnosi più chiara.

La diagnosi di colecistite può essere fatta solo da un gastroenterologo. Di norma, questo è preceduto da una serie di studi necessari:

  1. Un esame del sangue indicherà il livello di leucociti e ESR. Nel processo infiammatorio nella cistifellea, il loro numero aumenta in modo significativo.
  2. L'analisi biochimica mostrerà il livello di colesterolo e bilirubina nel sangue. Di regola, aumenta con questa malattia. Inoltre, gli enzimi epatici sono attivi.
  3. L'esame ecografico della cavità addominale aiuta a identificare la deformazione dell'organo e la presenza di calcoli nella sua cavità.
  4. Studio radiografico e isotopico.

Solo gli studi condotti con competenza indicano la malattia.

Diagnostica differenziale

È importante differenziare la colecistite con altre malattie. Questi includono pancreatite, pielonefrite, gastroduodenite, perforato gastrico e ulcere duodenali, urolitiasi e polmonite. Gli studi aiutano a escludere malattie con sintomi simili a colecistite e fanno una diagnosi accurata.

Fai il test per il rischio di malattia calcoli biliari!

Esacerbazione della malattia

L'esacerbazione della malattia è accompagnata da sintomi spiacevoli e dolorosi. Pertanto, più velocemente una donna va dal medico, più velocemente prescriverà il trattamento, con un rischio minimo per il bambino. Durante un'esacerbazione, è necessario non solo assumere farmaci prescritti, ma anche rispettare il riposo a letto e seguire una dieta.

Complicazioni e conseguenze per il feto

Qualsiasi malattia, se non trattata, ha le sue complicazioni e conseguenze. E la colecistite non fa eccezione. Può causare pylephlebitis e peritonite.

Il dolore severo può scatenare il travaglio prematuro. Nel 20% dei casi esiste una vera minaccia di aborto spontaneo. Possibile ritardo di crescita intrauterino.

Inoltre, una donna ha un metabolismo disturbato, una sensazione di debolezza, perdita di forza, umore apatico. Cadute di immunità, che contribuiscono all'esacerbazione delle malattie infettive.

Trattamento farmacologico

Le donne incinte dovrebbero essere trattate sotto la supervisione di un medico.

Nella nomina della terapia prende in considerazione la durata della gravidanza. Durante l'intero trattamento è necessario monitorare costantemente le condizioni del feto.

Nella scelta dei farmaci, la priorità è data ai farmaci coleretici. I mezzi più efficaci sono Hofitol, Cholebil, ecc. Se vi è una minaccia di aborto spontaneo nel primo trimestre, allora i farmaci sono prescritti per indicazioni severe.

Solo gli antispastici possono alleviare il dolore grave. Drotaverinum e papaverina sono considerati i più sicuri. L'uso di questi farmaci è consentito in qualsiasi momento. Se il dolore non diminuisce, vengono prescritti analgesici. Si raccomanda di bere non più di cinque giorni.

Trattamento sicuro

La terapia deve essere prescritta in consultazione con il ginecologo che conduce la gravidanza. Il trattamento è il seguente:

Gravidanza e colecistite cronica

La colecistite cronica è una malattia ricorrente cronica caratterizzata dalla presenza di alterazioni infiammatorie nella parete della cistifellea.

Codice software ICD-10
K81. Colecistite.

Epidemiologia

Malattie croniche del fegato e della cistifellea si verificano nel 3% delle donne in gravidanza. La frequenza della colecistectomia durante la gravidanza è dello 0,1-3%.

PREVENZIONE DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

Per la prevenzione della malattia e la prevenzione delle esacerbazioni ricorrenti, si raccomandano misure per prevenire la stasi biliare nella cistifellea (ginnastica, passeggiate, pasti regolari e frequenti con limiti noti) e il trattamento dell'infezione focale.

EZIOLOGIA (RAGIONI) DI COLECISTITE

L'eziologia non è ancora chiara. La maggior parte dei ricercatori ritiene che l'infezione sia la principale causa di colecistite cronica, sebbene la bile abbia proprietà battericide piuttosto pronunciate, e l'epitelio della cistifellea e dei dotti, i meccanismi di difesa immunitaria locale. Molto probabilmente, gli agenti infettivi agiscono riducendo l'attività battericida della bile e impoverendo i meccanismi di difesa locale. Si ritiene che la colecistite cronica possa essere il risultato di colecistite acuta, i cui episodi non sono sempre presenti nella storia dei pazienti. Colecistite cronica a volte si sviluppa dopo un'infezione acuta purulenta degli organi addominali - OA, adnexite e gravi infezioni tossiche alimentari. Nei pazienti con colecistite cronica, lo stafilococco e l'e. Coli sono più spesso seminati dalla bile.

I fattori che contribuiscono sono la disfunzione dell'apparato della colecisti e dello sfintere delle vie biliari, derivante da situazioni stressanti, ipodynamia, eccesso di cibo.
· Lo sviluppo dell'infiammazione della cistifellea contribuisce a:
- deformità congenita;
- discinesia biliare;
- lesione della cistifellea;
- tumori nella cavità addominale;
- disordini metabolici (diabete, aterosclerosi);
- violazione della dieta (lunghe pause tra i pasti, razioni alimentari secche);
- stitichezza, stile di vita sedentario;
- reazioni allergiche;
- afflusso di sangue correlato all'età alla cistifellea;
- la gravidanza;

patogenesi

Nel meccanismo di sviluppo della colecistite cronica coinvolgono una serie di fattori.

In gravidanza, si ritiene che il piombo sia una riduzione della contrattilità della muscolatura liscia, che, insieme ai disturbi che precedono la gravidanza, avvia il meccanismo per lo sviluppo della colecistite.

L'insorgenza della malattia è associata a una ridotta funzione motoria della colecisti, soprattutto in combinazione con il discontinuo, che contribuisce allo sviluppo di un'infiammazione asettica nella mucosa. Nel successivo l'infezione si unisce. I microorganismi possono entrare nella cistifellea da via ematogena, linfogena o enterogena (infezione ascendente). Il processo infiammatorio lento e cronico, che varia solo nella cistifellea o nei dotti biliari eccitanti, si sviluppa in vari gradi di gravità.

PATOGENESI DELLE COMPLICANZE DI GESTIONE

L'emergere della tossicosi precoce contribuisce a malattie gastrointestinali, fegato, fumo, cattiva alimentazione.

Il vomito è una delle forme più comuni di questa complicanza.

IMMAGINE CLINICA (SINTOMI) DELLA COLECISTESI CRONICA NELLE DONNE IN GRAVIDANZA

Il decorso della colecistite cronica è caratterizzato da esacerbazioni periodiche. Allo stesso tempo, il dolore diventa il sintomo principale. Nella colecistite cronica, i disturbi di moderata tenerezza o una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro dopo il pasto sono comuni, soprattutto quando si mangiano cibi grassi e fritti. In presenza di pericholecistite, il dolore è permanente, aggravato da un cambiamento nella posizione del corpo, il corpo inclinato in avanti. Il dolore si irradia, di regola, nella regione lombare giusta, la scapola destra, la spalla destra. Spesso si notano i disturbi dispeptici, la nausea, l'eruttazione nell'aria, l'amarezza o il persistente sapore amaro in bocca.

A volte l'esacerbazione della malattia è accompagnata da un aumento della temperatura corporea ai numeri subfebrilari. Una temperatura più alta, accompagnata da brividi, può indicare un empiema della cistifellea, l'aggiunta di colangite.

Questi sintomi sono tipici per un corso tipico di colecistite cronica, ma in 1/3 dei pazienti possono differire in modo significativo e assomigliano ai sintomi di altre malattie dell'apparato digerente.

Nella seconda metà della gravidanza, il 25% delle donne associa dolore al movimento del feto, la sua posizione nell'utero (seconda posizione).

L'esacerbazione della colecistite cronica più spesso (91,1% delle donne in gravidanza) si sviluppa nel terzo trimestre.

COMPLICAZIONI DEL GESTO

La tossiemia precoce si sviluppa nella prima metà della gravidanza. Nel 50% dei casi, le malattie croniche del sistema biliare sono complicate da nausea, vomito e 15% da sbavare. Nel 23% dei pazienti il ​​vomito dura più di 12 settimane, nel 9% - fino a 29-30 settimane di gravidanza. La seconda metà della gravidanza più spesso, ma in modo inaffidabile complicato da preeclampsia (idropisia, nefropatia).

DIAGNOSTICA DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

STORIA

La diagnosi di esacerbazione della colecistite cronica durante la gravidanza è fatta sulla base di reclami, storia accuratamente raccolta, dati oggettivi e risultati di ulteriori metodi di ricerca. Nella storia ci sono indicazioni di colecistite acuta trasferita in precedenza o esacerbazioni periodiche di colecistite cronica, più spesso - discinesia biliare.

INDAGINE FISICA

Alla palpazione dell'addome, si nota dolore nella proiezione della cistifellea (il punto di intersezione del bordo esterno del muscolo retto destro con l'arco costale), che aumenta con l'ispirazione (sintomo di Kera), così come con un margine sull'arcata destra (sintomo di Ortner). Tuttavia, questi sintomi non sono sempre rilevati.

Un esame obiettivo determina le zone di iperestesia della pelle Zakharyin-Ged nell'ipocondrio destro, sotto la scapola destra.

RICERCHE DI LABORATORIO

Gli esami del sangue periferici di solito non trovano anomalie. In alcuni casi, si osserva una leucocitosi moderata con spostamento dei leucociti a sinistra e aumento di ESR. Gli indicatori di esami del sangue clinici e biochimici sono valutati con cautela, poiché la leucocitosi neutrofila può essere una reazione leucemoide alla gravidanza. Nell'analisi biochimica del sangue, a volte si riscontra un aumento dell'attività delle transaminasi (ALT e AST), fosfatasi alcalina e g-glutamil transpeptidasi (GGT), iperbilirubinemia e ipercolesterolemia.

RICERCA UTENSILI

· Il suono duodenale viene eseguito solo nella prima metà della gravidanza ed è estremamente raro. L'esame al microscopio del sedimento biliare non è informativo, poiché i leucociti nella bile si deteriorano rapidamente.

· Seminare la bile a volte aiuta a stabilire il fattore eziologico del processo infiammatorio e determina la sensibilità della microflora agli antibiotici. Tuttavia, i risultati hanno un valore condizionale, perché il contenuto del duodeno è mescolato con la porzione della vescica della bile. Spesso nelle colture di bile, ottenute dalla vescica infiammata, non c'è generalmente crescita di microbi.

· Ultrasuoni - il metodo principale per diagnosticare la patologia della colecisti e la colecistite cronica in particolare.
- Nella colecistite cronica, la dimensione della cistifellea può essere aumentata, normale o ridotta. A volte trovano una cistifellea deformata e avvizzita. Il principale segno ecografico della colecistite cronica è un ispessimento delle pareti di oltre 3 mm. Tuttavia, in alcuni casi, lo spessore delle pareti può essere normale o addirittura ridotto (nella forma atrofica della colecistite). L'ispessimento delle pareti è irregolare, il contorno interno non è uniforme.
- Quando esacerbato da uno dei segni ecografici considerare la parete della cistifellea a tre strati. Il contenuto è solitamente disomogeneo, con varie inclusioni (grappoli di bile eterogenea, microliti). Queste inclusioni possono fluttuare liberamente nella bile, che è facilmente determinata cambiando la posizione del paziente. Possono anche essere fissati al muro della cistifellea. In genere, i cambiamenti patologici sono più pronunciati nel collo della cistifellea. Dopo colazione coleretica, viene determinata la funzione contrattile della cistifellea, che di solito si riduce.

DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE

La diagnosi differenziale viene effettuata con altre malattie dell'apparato digerente - pancreatite cronica, duodenite, gastrite, ulcera duodenale, sindrome dell'intestino irritabile, atazhe con malattie funzionali dello stomaco, dell'intestino e delle vie biliari.

INDICAZIONI ALLA CONSULTAZIONE DI ALTRI SPECIALISTI

Viene mostrata la consulenza di un terapista e di un gastroenterologo.

ESEMPIO DI FORMULAZIONE DI DIAGNOSI

Gravidanza 12 settimane. Tossicosi precoce Colecistite cronica

TRATTAMENTO DELLA COLECISTITE DURANTE LA GRAVIDANZA

SCOPI DI TRATTAMENTO

· Sollievo dal dolore.
· Ripristino della funzionalità della cistifellea e dell'apparato sfinteriale delle vie biliari.
· Soppressione dell'infezione e dell'infiammazione nella cistifellea.
· Ripristino della digestione, ridotta a causa dell'insufficienza delle vie biliari a causa di insufficienza
assunzione di bile nel duodeno.

TRATTAMENTO NON MEDICO

La nutrizione è importante, che dovrebbe essere frequente (4-6 volte al giorno) e frazionaria (in piccole porzioni).

Ciò contribuisce al normale svuotamento della cistifellea. Escludere cibi grassi, fritti, piccanti, bevande gassate, vino, birra, tuorli d'uovo, noci, muffin, piatti freddi, panna, verdure crude e frutta. Assegnare una dieta (quinta tabella). A mano a mano che il dolore si attenua, la razione si espande: includono piatti vegetali (carote crude grattugiate), vinaigrette, angurie, meloni, uvetta, prugne secche, albicocche secche, ecc. Ciò contribuisce non solo al ripristino delle funzioni della cistifellea, ma elimina anche le stitichezze accompagnatorie.

Con concomitante discinesia ipomotoria, sono preferiti i prodotti "colecistocinetici" (carne debole o brodi di pesce, panna acida, uova alla coque) ricchi di sostanze lipotropiche (ricotta, omelette proteiche, merluzzo). Nel caso della forma hypermotor si raccomandano acque minerali calde di bassa mineralizzazione (Essentuki 17, Arzni, Berezovskaya, Batalinskaya). Nella seconda metà della gravidanza, specialmente nel terzo trimestre, quando è preferibile un consumo moderato di liquidi, il trattamento con acque minerali non è indicato. L'azione coleretica ha decotti di piante medicinali (fiori di sabbia immortale, seta di mais, foglie di menta piperita, semi di finocchio, rosa canina, radice di crespino).

TRATTAMENTO MEDICO DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

· I farmaci coleretici sono indicati per tutte le donne in gravidanza. Poiché prevale la forma ipomotoria della disfunzione delle vie biliari, è preferibile utilizzare la colecistocinetica con effetto lassativo. In alcuni pazienti, nel primo trimestre di gravidanza, si osserva il tipo ipercinetico di dissenesia delle vie biliari. Sono prescritti allohol ©, pancreatina, colenzima ©.

· I farmaci antibatterici sono prescritti solo da indicazioni imperative, di norma, prima e dopo il trattamento chirurgico. Quando li scegli dovrebbero tenere conto della durata della gravidanza.

I seguenti requisiti sono imposti agli antibiotici:
- buona rimozione della bile se presa al suo interno;
- sterilizzazione di contenuto di bile e intestinale;
- resistenza agli enzimi del fegato;
- mancanza di epatotossicità;
- ampio spettro d'azione.

· Antispastici e analgesici sono indicati per la sindrome da dolore grave (drotaverina, papaverina).

· La metoclopramide normalizza la motilità vescicale nelle donne in gravidanza indipendentemente dal tipo di discinesia, compreso il vomito nelle donne in gravidanza.

· Tuba "cieco" è raccomandato per combattere il ristagno della bile con olio vegetale (30-40 ml), sale Karlovy Vary (1 cucchiaino per tazza d'acqua).

· Nel periodo interictale, il trattamento di fisioterapia può essere effettuato. Ha effetto analgesico, antispasmodico, trofico, permette di influenzare in modo differenziale vari tipi di discinesia della cistifellea e degli sfinteri: ridurre o aumentare il tono. In discinesia ipercinetica, induttotermina, campo elettrico UHF, viene utilizzata la terapia a microonde. Ipotensione e ipocinesia della cistifellea sono trattate con successo con correnti sinusoidali modulate, correnti pulsate di bassa frequenza. La terapia con ultrasuoni e l'agopuntura è indicata per entrambi i tipi di discinesia biliare.

PREVENZIONE E PREVISIONE DELLE COMPLICANZE DI GESTAZIONE

Le donne incinte che soffrono di colecistite cronica devono essere trattate non solo in caso di esacerbazione della malattia, ma anche profilatticamente durante la remissione. Con l'aiuto di misure preventive è possibile prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio nella cistifellea, la formazione di calcoli, l'esacerbazione della colecistite cronica e la colelitiasi.

· Analisi del sangue per bilirubina, colesterolo nel II - III trimestre;
· Analisi delle urine per urobilina, pigmenti biliari una volta al mese.

consultazioni:
· Medico di consultazione femminile nella procedura di visita medica una volta al mese:
· Un gastroenterologo (se indicato).

Attività di benessere:
· Dieta (tabella numero 5);
· Corsi di terapia profilattica alla 16ª, 28ª e 38ª settimana per 7-10 giorni con la nomina di colagoga, erboristeria (seta di mais, boccioli di betulla, rosa canina, menta piperita 10 g per 200 ml di acqua a 1/3 tazze 3 volte al giorno);
· Antispasmodici;
· Agenti antibatterici nella esacerbazione del processo.

CARATTERISTICHE DEL TRATTAMENTO COMPLICANZE DI GESTAZIONE

Trattamento delle complicanze gestazionali

Il trattamento delle donne in gravidanza con lieve vomito può essere eseguito in regime ambulatoriale. Quando il vomito è moderato e grave, il trattamento viene eseguito in un ospedale. Di grande importanza nel trattamento della nutrizione razionale delle donne in gravidanza. Il cibo dovrebbe essere vario, facilmente digeribile. Dovrebbe essere preso refrigerato, in piccole porzioni ogni 2-3 ore mentre si è sdraiati. L'acqua alcalina minerale non gassata è mostrata in piccoli volumi 5-6 volte al giorno.

Per eliminare l'effetto negativo sull'ovulo dei farmaci, è consigliabile iniziare il trattamento con mezzi non farmacologici: elettroanalgesia centrale, agopuntura, psicoanalitica e ipnoterapia.

In caso di preeclampsia nei trimestri II e III, viene eseguita una terapia appropriata. Il trattamento della colecistite cronica è generalmente conservativo. Le eccezioni sono i pazienti con dolore severo, grave deformità della cistifellea, esacerbazioni frequenti e una significativa diminuzione della funzione contrattile.

Trattamento delle complicanze durante il parto e il periodo postpartum

Prevenzione delle complicanze infettive durante il parto e il periodo postparto.

INDICAZIONI PER L'OSPITALIZZAZIONE

Il trattamento della colecistite cronica è generalmente conservativo. Le eccezioni sono i pazienti con dolore severo, esacerbazioni frequenti, deformità grave della cistifellea e una significativa riduzione della sua funzione contrattile.

Il ricovero è indicato:
· Se esacerbato in qualsiasi momento;
· Prenatale a 38 settimane (secondo le indicazioni).

Durante il periodo di esacerbazione della malattia, è consigliabile eseguire un trattamento in ospedale per 10-14 giorni.

VALUTAZIONE DELL'EFFICIENZA DEL TRATTAMENTO

È necessario ottenere la remissione della malattia.

SELEZIONE DEL METODO DI SELEZIONE E TERMINE

La consegna viene effettuata attraverso il canale del parto naturale usando un'adeguata analgesia (anestesia epidurale). La COP produce indicazioni ostetriche.

INFORMAZIONI SUL PAZIENTE

I pazienti con cholecystitis cronico sono mostrati il ​​trattamento di sanatorio al di fuori della fase acuta (Essentuki, Zheleznovodsk, Pyatigorsk, Truskavets, Morshin).

ricovero in ospedale:
· Se esacerbato in qualsiasi momento;
· Prenatale a 38 settimane (secondo le indicazioni).

Attività di benessere:
· Dieta (tabella numero 5);
· Corsi di terapia profilattica alla 16ª, 28ª e 38ª settimana per 7-10 giorni con la nomina di colagoga, erboristeria (seta di mais, boccioli di betulla, rosa canina, menta piperita 10 g per 200 ml di acqua a 1/3 tazze 3 volte al giorno);
· Antispasmodici;
· Agenti antibatterici nella esacerbazione del processo.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Reazione al vaccino contro l'epatite

Diete

Ci sono stati periodi in cui l'epatite virale si è rivelata un disastro tanto grande quanto la peste, il colera e il vaiolo. Oggi, la vaccinazione protegge in modo affidabile da gravi danni al fegato.

Epatite virale A ed E

Diete

L'epatite virale A (o malattia di Botkin) è un tipo speciale di epatite virale; non ha forme croniche e ha un meccanismo di trasmissione fecale-orale. L'epatite E, un tipo meno comune di epatite virale, ha le stesse proprietà.

Quanto è dannoso l'alcol per una persona senza cistifellea

Epatite

I pazienti che soffrono di calcoli biliari sono interessati a sapere se è possibile bere alcolici dopo aver rimosso la cistifellea. Le persone sottoposte a colecistectomia sono prescritte una dieta rigorosa.

Dieta per il fegato

Diete

Il numero di persone con malattie del fegato aumenta di anno in anno. I disturbi nel lavoro di questo importante organo possono essere causati da vari fattori: malnutrizione, infezioni, scarsa ereditarietà, cure mediche per altre malattie, ecc.