Principale / Epatite

Dolore al fegato durante la gravidanza

Epatite

Nel periodo di portare un bambino nel corpo di una futura madre, si verificano cambiamenti cardinali. Oltre alla massa di emozioni positive, vari cambiamenti e ristrutturazioni del funzionamento di molti organi e sistemi avvengono nel corpo femminile. Ci sono cambiamenti nell'ambiente ormonale, il corpo si sta preparando per sostenere ulteriormente il bambino. Per tutti gli organi e sistemi in questo periodo aumenta significativamente la modalità di funzionamento. A volte può esserci una condizione in cui il fegato fa male durante la gravidanza. Perché questo accade e cosa fare, dovresti capire di più.

I dolori al fegato sono pericolosi per donne in gravidanza e feti?

Le conseguenze di un problema al fegato dipendono dal tipo di malattia presente e dalla fase di progressione. Se una donna ha una grave patologia di questo organo nella storia, i medici raccomandano di interrompere la gestazione.

Quando infetti da epatite di tipo A, non dovresti preoccuparti del fatto che il bambino nel grembo materno possa essere infettato. Ma l'infezione da epatite B può influenzare negativamente lo stato del feto in via di sviluppo, specialmente all'inizio della gravidanza. Pertanto, questa malattia richiede un'attenzione speciale.

Se c'è discinesia dei dotti biliari, i medici parlano del corso severo del periodo di gestazione, ma il feto non soffrirà in alcun modo. Se c'è una tale malattia come l'epatite olistica, è piena di sviluppo di emorragia postnatale. Ma di solito l'interruzione della gestazione è raccomandata solo come ultima risorsa.

In presenza di colecistite della genesi cronica, una donna può spesso provare dolore, pesantezza e disagio nell'ipocondrio destro durante la gestazione. Ma questi sintomi di solito non influenzano il futuro bambino. Quindi, malattie gravi possono influenzare negativamente il bambino, quindi, se compaiono segni sospetti, si consiglia di visitare il ginecologo che conduce la gravidanza il prima possibile.

sintomi

I sintomi della malattia del fegato possono essere diversi. Riconoscere lo sviluppo o l'esacerbazione della malattia del calcoli biliari, dell'epatite e di altre patologie con i seguenti segni: intense sensazioni dolorose di carattere spastico a destra, prurito dell'epidermide, epatomegalia (ingrossamento del fegato), vomito e nausea, sindrome dei germogli. In questo caso, la concentrazione di composti di bilirubina nel sangue di una donna aumenta.

Quando compaiono questi sintomi, sia nei primi che nei periodi tardivi, è necessario escludere patologie epatiche, quindi è necessario consultare un medico e sottoporsi a appropriate misure diagnostiche, poiché le malattie del fegato e la gravidanza si aggravano a vicenda.

Le principali cause del dolore al fegato

Durante il periodo di gestazione, vi è un aumento significativo del carico sul corpo della donna incinta, il fegato durante la gravidanza non riesce in alcuni casi con un doppio carico. Pertanto, fa male nel fegato. In effetti, durante questo periodo, il corpo è costretto non solo a far fronte a fattori negativi, ma anche a cambiamenti ormonali.

Dovresti anche tener conto del fatto che durante il trasporto del bambino c'è uno spostamento meccanico della cavità addominale sotto la pressione dell'utero in crescita. Molte donne incinte cambiano anche i loro gusti, quindi possono usare combinazioni insolite di prodotti o abusare di alcuni (ad esempio, dolci, cibi in salamoia). Tutte le cause nel complesso possono spesso provocare lo sviluppo di determinati problemi con il corpo.

Dolore a causa della gravidanza

In alcuni casi, il fegato inizia a ferire durante la gravidanza. L'utero che cresce con il bambino inizia a fare pressione sulla cavità addominale e sugli organi situati in esso. Questo non può influenzare le loro funzioni. Le violazioni del fegato si verificano non solo a causa della compressione dell'utero, ma anche da un forte carico su di esso.

Durante il periodo di gestazione, l'organo è costretto a lavorare con doppia forza, tutte le sue risorse nascoste sono ora mobilitate, la produttività e l'intensità del lavoro aumentano ei processi metabolici sono migliorati. Durante i cambiamenti della gravidanza nei processi metabolici, il fegato si adatta alle nuove condizioni.

I sintomi della malattia del fegato durante la gravidanza sono spesso esacerbati. È importante non ignorarli, vai dal dottore. È importante diagnosticare e trattare tempestivamente. Se una donna incinta soffre di tossicosi precoce, influisce negativamente sulle condizioni del fegato. In rari casi, si verifica una lesione dell'organo, che è accompagnata da disidratazione, esaurimento e squilibrio elettrolitico. I cambiamenti si verificano nei tessuti, può essere visto nello studio dei parametri biochimici.

La degenerazione grassa è una malattia rara ma grave durante la gravidanza. La causa principale del suo sviluppo è la disfunzione nel metabolismo epatico, che è caratteristico durante questo periodo. Questa patologia inizia a svilupparsi nel terzo trimestre del trasporto di un bambino. È accompagnato da malessere, dolore, nausea o vomito, bruciore di stomaco. Con il progredire della malattia, compare l'ipertermia, la pelle diventa giallastra. Il trattamento del fegato in questo caso dovrebbe essere rapido.

Un'altra malattia del fegato durante la gravidanza è la colestasi intraepatica. La prima manifestazione di questa malattia è il giallo dello strato epidermico, il dolore nella parte destra. E un'altra lesione del corpo durante questo periodo è la sindrome di HELLP. Questa malattia è pericolosa per la futura mamma, non può essere ignorata, dal momento che la complicanza può essere un'indicazione per il taglio cesareo d'urgenza.

Dolore non correlato alla gravidanza

Se il dolore al fegato durante la gravidanza è un fenomeno raro, le esacerbazioni di anomalie epatiche che non sono correlate al periodo di gestazione sono abbastanza comuni. Le principali malattie del fegato includono:

  • sviluppo dell'epatite virale, batterica, farmaco, genesi autoimmune;
  • sviluppo di colecistite calcicola;
  • inflessione dei dotti biliari;
  • neoplasie benigne e maligne;
  • Sindrome di Budd Chiari.

Tali patologie sono solitamente croniche. Pertanto, è molto importante supportare il corpo nella fase di progettazione del concepimento, questo aiuta in futuro ad evitare molte complicazioni.

diagnostica

Se il fegato fa male durante la gravidanza, un'ecografia del fegato e degli organi della cavità addominale, esami del sangue e delle urine, vengono condotti un esame e una raccolta di dati anamnestici. Solo dopo che il medico decide cosa fare dopo e come trattare la malattia.

Cosa fare se il fegato fa male durante la gravidanza

Se il fegato fa male durante la gravidanza cosa fare? Come trattare il fegato durante la gravidanza? Qualsiasi trattamento deve essere somministrato solo da un medico, tenendo conto dei risultati del test e della diagnosi. Epatoprotettori, i farmaci coleretici che sono ammessi in questo momento sono generalmente prescritti.

Anche una condizione importante per il recupero è una corretta alimentazione. La durata della conformità è decisa dal medico. Per prescrivervi farmaci è inaccettabile.

prevenzione

Le principali misure preventive includono:

  • mantenere uno stile di vita sano, abbandonando le cattive abitudini;
  • osservanza di una corretta alimentazione;
  • trattamento tempestivo delle malattie dell'apparato digerente;
  • trattamento tempestivo al medico in caso di problemi al fegato durante la gravidanza.

Si raccomanda di sottoporsi a un ciclo di terapia di mantenimento nella fase di pianificazione della gravidanza. Se il fegato fa male durante la gravidanza, è importante visitare uno specialista il prima possibile.

Cosa fare se il fegato fa male durante la gravidanza?

Durante il periodo di gravidanza nel corpo femminile ci sono cambiamenti importanti - cambiamenti ormonali, l'aumento del lavoro di organi e sistemi. Quindi il corpo si sta preparando per portare ancora il bambino. Se la salute va bene, la donna tollera facilmente la gravidanza, non ci sono sintomi negativi.

Alcune donne hanno una lesione epatica durante la gravidanza. Questo sintomo spesso scompare da solo dopo il parto, ma a volte parla di processi patologici nel corpo, quindi è necessario visitare un medico.

Vediamo perché un fegato fa male durante la gravidanza, quali malattie portano al dolore e cosa fare in questo caso?

Perché il fegato fa male durante la gravidanza

Gravidanza - stress per il fegato. Il corpo viene gradualmente compresso mentre il feto cresce, ha un carico maggiore. Durante la gravidanza, il fegato fa male a causa di varie cause - patologiche e fisiologiche.

I fattori fisiologici includono la pressione fetale, l'eccessiva attività fisica, una dieta malsana, il consumo di cibi piccanti, grassi e fritti. A volte le sensazioni dolorose segnalano una grave malattia come epatite, epatite e neoplasie tumorali.

Il dolore nell'area della proiezione del fegato può svilupparsi durante l'uso di farmaci, ad esempio durante il trattamento con Utrogestan. Stabilire in modo indipendente perché il dolore nel fegato, non funzionerà. È necessaria la consultazione con un gastroenterologo, un epatologo e un ginecologo.

Manifestazioni cliniche

I sintomi nel periodo di gravidanza possono essere diversi. A volte il dolore nell'ipocondrio destro è l'unico sintomo. In alcuni casi, la clinica è diversa, offre un notevole disagio. Quando la causa è nel fegato, i pazienti soffrono di nausea (a volte vomito), amarezza in bocca.

Spesso le donne si lamentano di debolezza, stanchezza.

Patologie associate alla gravidanza

I medici identificano le patologie che si sviluppano solo nelle donne in gravidanza. Possono verificarsi nelle fasi iniziali o nell'ultimo trimestre. Alcune malattie vanno via da sole, altre richiedono una terapia complessa. Per la diagnosi richiesta per superare un esame delle urine, sangue, fare un'ecografia.

preeclampsia

La patologia è associata alla violazione di vari organi e sistemi. I medici non conoscono le cause esatte dello sviluppo. Nel primo trimestre, la preeclampsia è accompagnata da vomito incontrollabile, che col tempo si perde. Dopo 7-20 giorni dopo l'inizio del vomito, si osservano sintomi che indicano problemi al fegato.

Questo è un cambiamento nel colore dell'urina (diventa una tonalità più scura, normalmente un colore paglierino), prurito della pelle (non tutte le donne), dolore nella parte destra. Ci sono 3 gradi di gravità della preeclampsia precoce. Il primo non è pericoloso, il sangue conta nella gamma normale.

La gestazione di gravità moderata porta a un deterioramento della condizione generale, l'acetone è rilevato nelle urine. All'ultimo stadio più grave, la concentrazione di creatinina, la bilirubina aumenta nel sangue e viene diagnosticata la disidratazione.

Epatite grassa acuta

Quando inizia a bruciare e tirare nell'area della proiezione del fegato nei periodi successivi, si sospetta una distrofia grassa. Si verifica la 32a settimana. Una tale malattia - una rarità, diagnosticata in una su 10.000 donne. Quando le patologie nel fegato accumulano grassi che violano la piena funzionalità. Ulteriori sintomi includono il gonfiore della pelle, le membrane mucose, i cambiamenti nella composizione del sangue, l'urina.

Colestasi intraepatica

La malattia è caratterizzata dalla stasi della bile nei dotti biliari. Chiamano la patologia intraepatica, perché la bile è nei dotti del fegato, non può entrare nella cistifellea. I componenti degli acidi biliari sono tossici, a seguito dei quali inizia il processo distruttivo. Sintomi - dolore nell'ipocondrio destro, ittero, prurito della pelle, rottura del tratto digestivo.

Lesione ghiandola

Grave dolore nella parte destra può essere un segno di pre-eclampsia o eclampsia. Queste sono gravi complicanze della preeclampsia. La causa è l'intossicazione cerebrale con componenti tossici, la bilirubina.

  1. Sullo sfondo della pre-eclampsia, ci sono: mal di testa, disturbi del sonno e della memoria, la percezione visiva peggiora e il fegato fa male.
  2. Con l'eclampsia, si osservano contrazioni muscolari convulsive, il sintomo è in costante aumento, accompagnato da un forte dolore.

Entrambe le complicazioni rappresentano una seria minaccia per la salute e la vita di una donna e di suo figlio. Nelle ultime fasi, quando il sequestro non può essere fermato, la probabilità di coma è alta. Il segno caratteristico, che indica l'inizio dell'attacco, include un aumento degli indicatori della pressione arteriosa.

Rottura del fegato

Questa è una complicazione di preeclampsia, preeclampsia o eclampsia. Il paziente ha una cosiddetta sindrome HELLP, che ha la seguente clinica:

  • Ingiallimento ovvio e pronunciato della sclera degli occhi, della pelle e delle mucose.
  • La concentrazione di bilirubina libera e legata aumenta.
  • Distruzione dei globuli rossi.
  • Riduzione delle piastrine.

Una rara complicazione. Sembra dovuto agli ematomi nella ghiandola, che possono rompersi sotto pressione, che porta al sanguinamento interno. In una situazione del genere, è necessaria un'assistenza medica urgente.

Dolore al fegato non correlato alla gravidanza

Molte malattie del fegato sono croniche, periodicamente esacerbate. Richiedono monitoraggio costante, dieta, correzione con l'aiuto di farmaci. In gravidanza, quando il fegato non affronta il carico aumentato, aumenta il rischio di ricorrenza.

Malattia da calcoli biliari

I concrezioni localizzati nella cistifellea sono di dimensioni diverse. Molto spesso, gli attacchi di patologia compaiono alla fine del 2 ° trimestre. Provocano dolore acuto, ittero, indigestione, deterioramento generale della salute. Le pareti della vescica si infiammano e i segni persistono finché la pietra non si trova nell'intestino.

Epatite causata da un virus

Una malattia grave, ha una prevalenza diffusa. Per la patologia mamma non è pericoloso, ma c'è la possibilità di infettare il bambino durante la nascita e l'allattamento. Il taglio cesareo non protegge il 100% dell'infezione del bambino.

  1. Ittero.
  2. Disturbi del sonno
  3. Milza ingrandita, di dimensioni epatiche.
  4. Conta ematica anomala.
  5. Sensazione di malessere

L'epatite virale deve essere distinta dalla manifestazione di altre infezioni. Pertanto, è necessario passare un esame del sangue, essere esaminati.

Sindrome di Budd-Chiari

Questa è una trombosi venosa del fegato. L'eziologia è ancora un mistero. Esperti medici suggeriscono che la ragione risiede negli effetti degli ormoni sessuali femminili. L'ostruzione delle vene epatiche è un serio pericolo per la vita della madre e del feto. Oltre al dolore, c'è un segno esterno - le vene sono piene di sangue il più possibile, si gonfiano, sono chiaramente visibili attraverso la pelle.

Cosa fare con il dolore?

Cosa fare con il dolore severo, quali medicine possono essere assunte, il medico lo dirà dopo aver studiato i risultati della diagnosi. Di solito prescritto farmaci proprietà coleretiche, epatoprotettori (solo quei farmaci che possono essere assunti da donne in gravidanza).

La terapia viene effettuata a casa. Nei casi più gravi, il paziente viene ricoverato in ospedale, in quanto richiede una costante supervisione medica. Una parte integrante del trattamento è la dieta. Il cibo non dovrebbe essere grasso, gentile. Dobbiamo abbandonare i prodotti affumicati, speziati, in scatola, in salamoia.

Non puoi usare i loro rimedi popolari, nonostante le buone recensioni. Una donna durante la gravidanza può danneggiare il corpo con le erbe medicinali, soprattutto se prende medicine prescritte dal medico curante.

Come prevenzione e sollievo del benessere, è raccomandato:

  • Bere una quantità sufficiente di acqua pulita e non gassata.
  • Equilibri l'alimentazione, dando la preferenza a verdure, frutta, cereali.
  • Passa un sacco di tempo all'aria aperta, cammina.
  • Rifiuta l'eccessiva attività fisica.

Tollera che il dolore nel fegato non possa. Ci sono malattie pericolose che possono portare a compromissione dello sviluppo intrauterino, aborto spontaneo, cirrosi epatica e insufficienza epatica nella madre.

Il fegato fa male durante la gravidanza, cosa fare?

La gravidanza porta a un cambiamento delle condizioni ormonali e fisiche della madre. Durante il periodo di trasporto di un bambino carico sul lavoro di organi e sistemi aumenta solo. E non sempre l'organismo materno è pronto per questo. Inoltre, una ridotta immunità (al fine di evitare il rigetto del feto) può provocare una esacerbazione delle malattie esistenti e l'emergere di nuove malattie.

Con la minima preoccupazione per la sua salute, la donna incinta dovrebbe consultare un medico, soprattutto quando il fegato è malato durante la gravidanza. La malattia epatica può iniziare con un dolore minore per un lungo periodo, ma può portare a conseguenze gravi e pericolose.

motivi

Le cause del dolore sotto il bordo destro possono essere sia naturali che non dannose e pericolose, portando il rischio per la salute e la vita. Alcuni di loro non richiedono un intervento medico, è:

  • Nutrizione impropria La trazione per un certo gusto di prodotti porta al suo uso eccessivo, che influisce negativamente sul lavoro del fegato.
  • Spremere il fegato di un feto in crescita.
  • Postura scomoda durante il sonno o esercizio non idoneo.

Ma ci sono ragioni più serie. Se il fegato fa male durante la gravidanza, potrebbe essere dovuto alla presenza di malattie esistenti:

  • Lesioni al corpo.
  • Pancreatite nella fase acuta.
  • Epatite.
  • Malattia da calcoli biliari.
  • Tumori.
  • Epatosi e altri.

Determinare la causa del dolore e prendere una decisione per eliminarlo può solo il medico curante. Una donna stessa non è in grado di capire cosa ha portato esattamente alla patologia e cosa fare dopo.

Alcune malattie si sviluppano solo durante la gravidanza e alcune di esse sono potenzialmente pericolose per la madre e il feto.

Che dovrebbero essere considerati in modo più dettagliato.

Tossicosi grave

La gravidanza senza patologie è caratterizzata da un adattamento tempestivo del lavoro di tutti gli organi di una donna ai cambiamenti nel corpo. La tossicosi del primo trimestre o della preeclampsia (tossicosi della 24a settimana di gravidanza) si verifica in violazione del processo di adattamento.

Questo problema si osserva nelle donne solo nel periodo della gravidanza e nelle prime fasi è caratterizzato da:

  • Nausea.
  • Vomito.
  • Bruciore di stomaco.
  • Vertigini.
  • A volte prurito della pelle.

La tossicosi inizia a svilupparsi approssimativamente dalla quinta settimana di gravidanza e termina entro il tredicesimo, quando la placenta viene finalmente formata. Se la madre ha due frutti e altro, il processo può richiedere fino a 16 settimane.

Quando i sintomi sono causati solo dalla gravidanza, non è pericoloso. Le raccomandazioni del dottore su una corretta alimentazione e regime quotidiano renderanno la vita più facile alla futura mamma. Ma qui, quando i sintomi compaiono a causa di esacerbazione di malattie precedentemente esistenti in una donna, possono essere richiesti ospedalizzazione e cure mediche.

Con la preeclampsia si osservano sintomi completamente diversi:

  • Aumento della pressione sanguigna
  • La presenza di proteine ​​nelle urine.
  • Gonfiore.
  • A volte crampi.

La gestosi è più pericolosa perché può portare a gravi malattie e alla morte sia della madre che del feto in crescita.

Il vomito costante porta ad un aumento del pigmento biliare nel sangue - la bilirubina e l'urina diventa gradualmente di colore scuro. Si sviluppa un'insufficienza epatica.

Quando la gestosi nel fegato aumenta l'attività degli enzimi alanina aminotransferasi (ALT) e aspartato aminotransferasi (AST). Questo può provocare una terribile malattia del fegato - sindrome di HELLP, quando c'è una probabilità di necrosi di aree o di rottura del fegato.

Ecco perché qualsiasi dolore al fegato durante la gravidanza, accompagnato da sintomi di tossicosi, richiederà una stretta osservazione da parte di uno specialista.

Colestasi intraepatica

Manifestato dal terzo trimestre di gravidanza. In questo momento, la produzione di ormoni progesterone ed estrogeni aumenta in modo significativo, il che porta automaticamente ad un aumento della produzione di bile.

Il fegato è abbastanza sensibile agli "ormoni della gravidanza", ma l'emissione della bile è inibita. Di conseguenza, c'è ristagno di bile nel tratto biliare intraepatico.

I sintomi di colestasi sono:

  • Prurito, peggio di notte, specialmente nelle palme e nei piedi.
  • Pelle gialla innaturale.
  • Urina scura
  • Cal colore chiaro.
  • Dolore al fegato

Questa è una malattia rara nelle donne in gravidanza e non rappresenta una minaccia per la madre. Ma nel feto aumenta il rischio di morte intrauterina, poiché gli acidi biliari attraverso la placenta arrivano al feto e ne compromettono lo sviluppo. Un bambino non nato può sperimentare la fame di ossigeno. Per prevenire conseguenze negative, dalla 34a settimana circa, è necessario fare la stimolazione artificiale del parto.

Il rischio di sviluppare la malattia si verifica quando:

  • Colestasi nella storia
  • Gravidanza multipla
  • Malattie epatiche prenatali.
  • Fecondazione in vitro.
  • La presenza di una malattia simile nei parenti (50% dei casi).

Dopo il parto, la malattia scompare entro 1-7 giorni e l'attività epatica ritorna normale.

Le complicazioni comprendono emorragia postpartum a causa di carenza di vitamina K.

Fegato grasso acuto

La malattia è rara (registrata in 11 donne incinte su 13 mila) e si sviluppa in periodi tardivi.

Altri nomi di malattie:

  • Sindrome di Shyhen
  • Degenerazione acuta del fegato nelle donne in gravidanza (OZHPB).
  • Epatite grassa acuta gravida.

Non è ancora noto perché questa malattia cominci ad apparire e progredisca, ma il risultato è un grande pericolo sia per la madre che per il bambino. Durante la malattia, i processi metabolici sono disturbati nel fegato e le sue cellule, gli epatociti, vengono rigenerate in tessuto grasso senza processi infiammatori.

Nello sviluppo della patologia, ci sono due periodi. Il primo dura dai 14 ai 40 giorni ed è caratterizzato da sintomi:

  • Mancanza di appetito
  • Vomito.
  • Nausea.
  • Dolore al fegato
  • Prurito, aggravato di notte.
  • Bruciore di stomaco costante
  • Debolezza generale
  • Perdita di peso

Nel secondo periodo inizia a notare il giallo della pelle. L'insufficienza epatica è caratterizzata da:

  • Ridurre la quantità di urina escreta.
  • Gonfiore su alcune parti del corpo (gambe, braccia).
  • L'accumulo di liquido sieroso.

Allo stesso tempo, c'è un alto rischio di sanguinamento uterino e morte fetale. C'è una minaccia per la vita e per la madre.

L'unico trattamento per questa malattia è la consegna urgente.

Cosa fare

La regola più importante che richiede una stretta osservanza è un divieto di autodiagnosi e trattamento. Per il dolore al fegato, dovresti consultare immediatamente un dottore (per cominciare, dal ginecologo presente). Lo specialista eseguirà una diagnosi in base a:

  1. Ispezione primaria
  2. Storia.
  3. Dati da analisi cliniche (sangue e urine generali, analisi biochimiche del sangue, ecografia, laparoscopia, tomografia).

Egli prescriverà il trattamento o il reindirizzamento a specialisti ristretti (gastroenterologo, epatologo, urologo).

Se l'esame del medico è attualmente impossibile, è necessario sdraiarsi e prendere una posizione comoda. Puoi bere 0,5 bicchieri di acqua minerale senza gas. Ma poi hai ancora bisogno di contattare la clinica.

prevenzione

Al fine di non danneggiare se stessa e il suo bambino non ancora nato, una donna incinta dovrebbe essere consapevole dell'importanza del comportamento corretto durante la gestazione. Misure per prevenire il verificarsi di patologie:

  1. Un esame completo aiuterà a ridurre il rischio di malattia. Se una donna non ha avuto il tempo di passarla prima della gravidanza, è necessario farlo in tempo.
  2. L'organizzazione della corretta alimentazione è un momento importante nel periodo del trasporto di un bambino. Dovrebbe essere incluso nella dieta più frutta e verdura, cereali, pesce, carne magra. Per escludere conservanti, prodotti semilavorati, piatti salati e piccanti.
  3. Una routine quotidiana adeguatamente organizzata aiuterà ad evitare molti problemi di salute: è necessario camminare di più all'aria aperta, fare esercizi fisici per le donne incinte e non ridurre il tempo di sonno.

Molte donne incinte si rivolgono alla medicina tradizionale se provano dolore al fegato. Non farlo senza l'approvazione del medico, perché puoi ferire non solo te stesso ma anche il bambino.

Cause del dolore al fegato durante la gravidanza

Una donna ha una malattia del fegato durante la gravidanza per vari motivi. Il dolore nella parte destra si verifica sullo sfondo della discinesia biliare, patologie epatiche croniche e aumento dello sforzo fisico. Allo stesso tempo, l'esacerbazione della discinesia biliare si osserva durante lo stress, il superlavoro, l'incapacità di seguire una dieta rigorosa. Nell'ultimo trimestre di gravidanza, il benessere del gentil sesso spesso si deteriora a causa di movimenti fetali attivi. Ci sono mal di testa, mancanza di respiro, dolore nell'ipocondrio destro, aumento della frequenza cardiaca.

Misure diagnostiche durante la gravidanza

Se si sospetta una grave malattia del fegato, vengono eseguite le seguenti procedure diagnostiche:

  • Esame del sangue;
  • Esame ecografico;
  • Urina, feci.

L'esame ecografico è consigliato a stomaco vuoto. Alla vigilia dello studio non dovrebbe mangiare i seguenti prodotti:

  1. Prodotti dolci;
  2. Piatti di legumi;
  3. cavolo;
  4. Pane di segale;
  5. Latte.

Alla sera, alla vigilia dell'ecografia, dovresti prendere alcune compresse di carbone attivo. Il dosaggio del farmaco è determinato individualmente, in base al peso della futura gestante.

L'epatite come una delle cause del dolore

Quando si osserva un'epatite con un aumento delle dimensioni del fegato, ci sono sensazioni dolorose nell'area del giusto ipocondrio.

Le principali cause della malattia includono:

  • Malattie infettive;
  • Gli effetti nocivi delle sostanze tossiche;
  • Malattie autoimmuni

La malattia è accompagnata dai seguenti sintomi:

  1. nausea;
  2. Sgabello sconvolto;
  3. prurito;
  4. Aspetto di eruzione cutanea;
  5. Vomito.

A causa del rapido aumento della concentrazione di bilirubina nel corpo, l'urina del paziente diventa più scura e le feci diventano incolori. La presenza di problemi al fegato durante la gravidanza è indicata dalla colorazione della pelle in una tonalità gialla. In alcune situazioni, l'epatite virale è caratterizzata da sintomi tipici dell'influenza ordinaria:

  • Aumento della temperatura corporea;
  • Aspetto freddo;
  • Mal di testa.

Quali segni di cirrosi epatica?

Il dolore al fegato può anche indicare che una donna incinta ha la cirrosi. La malattia si sviluppa sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. La presenza di una donna con epatite B o C;
  2. Esposizione prolungata alle tossine;
  3. Difetti ereditari del fegato;
  4. Il deterioramento delle funzioni della cistifellea;
  5. Infestazione da worm

Con la cirrosi epatica si osservano i seguenti sintomi: sensazione di pesantezza nell'addome, disagio nell'ipocondrio destro, sanguinamento delle gengive.

Con l'ulteriore progressione della malattia nella cavità addominale si accumula il fluido in eccesso.

Trombosi venosa epatica

Una donna può danneggiare il fegato durante la gravidanza e la trombosi delle vene epatiche. Rappresenta un serio pericolo per la vita della futura madre. Il sintomo principale della trombosi venosa epatica è la comparsa di dolore nell'ipocondrio destro.

La causa principale della patologia è un aumento della coagulazione del sangue. Sullo sfondo del rallentamento del flusso sanguigno, si formano coaguli, intasando la vena. Il risultato è un restringimento del lume dei vasi sanguigni.

La probabilità di trombosi in una donna incinta aumenta sotto l'influenza delle seguenti malattie:

  1. aterosclerosi;
  2. tromboflebite;
  3. Lupus eritematoso sistemico;
  4. bradicardia;
  5. Ipotensione.

La trombosi della vena epatica può essere accompagnata dai seguenti segni:

  • Gravi dolori al taglio nel fegato;
  • Vomito indomabile;
  • Aumentare le dimensioni della milza;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Gonfiore.

La trombosi delle vene epatiche può essere fatale. Pertanto, se una donna incinta ha un fegato male, dovresti cercare un aiuto medico.

Malattia da calcoli biliari

In presenza di una donna incinta con malattia del calcoli biliari, il dolore acuto si verifica nella zona dell'ipocondrio destro. La malattia è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • La temperatura elevata;
  • Debolezza generale

In caso di pancreatite, sullo sfondo della urolitiasi compaiono dolori infiammanti nell'addome superiore. Il dolore può essere dato nella parte posteriore. Una madre in attesa spesso vomita, si osserva gonfiore.

Quali segni hanno accompagnato la colecistite?

Il dolore al fegato può verificarsi con colecistite. I fattori che provocano l'insorgenza di un processo infiammatorio nella vescica sono elencati di seguito:

  1. Malattie infettive;
  2. Nutrizione sbilanciata;
  3. Stress prolungato;
  4. Bassa attività fisica;
  5. La presenza di deformità congenite delle vie biliari;
  6. traumi;
  7. La presenza di tumori nella zona degli organi digestivi;
  8. Degradazione metabolica;
  9. Aumento del glucosio nel corpo.

I sintomi caratteristici della colecistite acuta durante la gravidanza devono essere evidenziati:

  • L'aspetto del dolore parossistico nella cistifellea. Spesso vengono date sensazioni sgradevoli a tali aree del corpo come la spalla o la scapola;
  • La comparsa di nausea;
  • vomito;
  • L'aspetto del prurito.

Durante un attacco di colecistite acuta, c'è spesso un dolore acuto sotto la costola destra. Una donna incinta spesso vomita. Nel vomito si trovano impurità della bile. La temperatura corporea in presenza di un processo infiammatorio nella cistifellea può raggiungere i 38 gradi.

La colecistite cronica è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  1. Disagio nell'ipocondrio destro;
  2. L'emergere di una sensazione di pesantezza negli organi digestivi. Come correttamente, si verifica dopo aver mangiato;
  3. eruttazione;
  4. nausea;
  5. L'aspetto del sapore sgradevole in bocca.

In alcune situazioni, la colecistite cronica nelle donne in gravidanza è asintomatica.

Nella colecistite cronica grave, la condizione del feto si deteriora in modo significativo. A causa del costante vomito del corpo materno, le sostanze benefiche vengono espulse. Il futuro bambino non riceve i minerali e le vitamine necessari in quantità sufficienti. Le carenze nutrizionali spesso portano al ritardo della crescita intrauterina.

L'uso di preparati farmaceutici

Cosa fare se il fegato fa male durante la gravidanza? Quando si trattano le malattie corrispondenti nel periodo di attesa del bambino, viene data preferenza ai preparati fatti con le piante medicinali. Questi farmaci includono Hofitol e Cholebil. Se c'è una minaccia di aborto, i farmaci corrispondenti vengono assunti sotto la supervisione di un medico.

In presenza di forti dolori, usare farmaci con effetti antispastici:

La composizione della droga naturale "Hofitol" contiene foglie del campo carciofo. Il farmaco ha pronunciato proprietà coleretiche, aiuta con tossicosi tardiva che si verifica negli ultimi mesi di gravidanza. Si consiglia alla futura mamma di bere una compressa di Hofitol tre volte al giorno circa 20 minuti prima dei pasti. Quando si utilizza il farmaco può essere osservato effetti collaterali come un'eruzione allergica, diarrea. In presenza di calcoli nella cistifellea, il farmaco viene utilizzato sotto il controllo di un gastroenterologo. "Hofitol" può causare l'insorgenza di colica renale.

La composizione della droga "Kholosas" presenta rosa canina. L'estratto di una pianta medicinale attiva il processo di escrezione della bile. "Kholosas" è prodotto sotto forma di sciroppo. Se il fegato fa male mentre aspetta il bambino, prendi 5 ml del farmaco tre volte al giorno.

Quando si utilizza "Cholosas", possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • nausea;
  • La comparsa di lesioni sul corpo.

L'uso di metodi popolari per il dolore nel fegato

Il dolore al fegato durante la gravidanza può essere ridotto con l'aiuto di rimedi popolari. Si ottengono risultati eccellenti quando si utilizzano gli stimmi di mais. Sulla base di loro, puoi fare un decotto medicinale:

  1. È necessario versare stimmi di mais con acqua in un rapporto di 1: 1;
  2. I mezzi insistono per 30 minuti;
  3. Il brodo pronto viene filtrato.

Devi prendere 100 ml del farmaco tre volte al giorno.
Puoi usare questa ricetta efficace:

  1. 10 grammi delle radici schiacciate di una pianta medicinale versano 0,2 litri di acqua calda;
  2. I mezzi sono bolliti per 10 minuti;
  3. La bevanda risultante viene infusa per 20 minuti;
  4. Dopo questo tempo, lo strumento viene attentamente filtrato.

L'infusione terapeutica viene utilizzata in una forma calda. Assumere 0,1 litri di bevanda due volte al giorno prima dei pasti.
In caso di dolore nella zona del fegato della gravidanza, viene utilizzato anche un rimedio per le foglie di erba di San Giovanni e di immortelle. Il processo di preparazione di una bevanda è abbastanza semplice:

  1. È necessario prendere 10 grammi di foglie pre-essiccate di Hypericum e di immortelle;
  2. La materia prima vegetale viene versata 0,2 litri di acqua bollente;
  3. La miscela risultante viene infusa per 10 minuti;
  4. Dopo questo tempo, la bevanda viene raffreddata e filtrata.

Se il fegato fa male in una donna incinta, si raccomanda di prendere 50 ml di infusione terapeutica. Frequenza di utilizzo - tre volte al giorno. La durata del corso di trattamento è impostata individualmente.

L'importanza di una corretta alimentazione

Se una donna ha un dolore al fegato durante la gravidanza, si raccomanda di seguire una dieta rigorosa. La nutrizione equilibrata attiva il deflusso della bile, previene il suo ristagno.
I principi base della dieta sono abbastanza semplici:

  • Le donne incinte consigliavano i pasti separati;
  • Si raccomanda di escludere cibi fritti e grassi, spezie piccanti, piatti speziati dal menu del giorno;
  • La futura mamma dovrebbe abbandonare le bevande alcoliche e gassate;
  • Si raccomanda di dare la priorità al cibo prodotto dalla cottura a vapore;
  • La quantità di sale nella dieta è strettamente limitata.

Se la futura mamma ha un fegato in gravidanza, si raccomanda di mangiare i seguenti prodotti:

  1. Zuppe crema, cotte con prodotti lattiero-caseari, verdure o frutta. Si consiglia di aggiungere sale al piatto dopo la cottura;
  2. Carne al forno di varietà magre;
  3. Latte acido
  4. Piatti di ricotta a basso contenuto di grassi;
  5. Formaggi a basso contenuto di grassi;
  6. Porridge, bollito in acqua. In questi piatti, è possibile aggiungere un po 'di latte non grasso. Preferire la farina d'avena e il porridge di grano saraceno;
  7. Pasta (varietà solide);
  8. Il pane di segale di ieri;
  9. Cracker.

Nel periodo di remissione delle malattie del fegato, si consiglia di preparare piatti a base di verdure, cereali, brodi a base di carne magra. In presenza di stitichezza, consumano una piccola quantità di frutta secca.

Malattie infettive

Durante la gravidanza, il fegato può essere malato e in presenza delle seguenti patologie infettive:

  • mononucleosi;
  • Infezione da adenovirus;
  • Malattia respiratoria acuta

Allo stesso tempo, oltre al dolore nell'area del fegato, compaiono i seguenti segni caratteristici:

  1. L'aspetto del disagio nella gola;
  2. La temperatura elevata;
  3. La comparsa di rinite e tosse.

Misure preventive

Al fine di ridurre la probabilità di dolore al fegato, è necessario mangiare bene ed esercitare. Non dimenticare le passeggiate regolari all'aria aperta.

Nella maggior parte dei casi, il dolore nella zona del fegato non è un ostacolo al parto naturale. Dopo la nascita di un bambino, la discinesia della cistifellea, spesso causata da cambiamenti ormonali, di solito scompare. Epatite infettiva e altre gravi patologie epatiche richiedono un trattamento a lungo termine.

Dolore al fegato durante la gravidanza

In una donna sana, la gravidanza procede senza disagio. Durante questo periodo, tutti gli organi e i sistemi dovrebbero funzionare in modalità avanzata, supportando l'attività vitale non solo della madre, ma anche del bambino. Inoltre, sono spostati a causa della crescita fetale, e anche questo non influisce sul loro lavoro. Molte donne soffrono di fegato in gravidanza, che può essere causato da diversi motivi. Questo sintomo spesso scompare da solo dopo il parto, quando il corpo inizia a riprendersi.

Cause del dolore al fegato durante la gravidanza

La gravidanza è un periodo stressante per il fegato. Non solo è spremuto a causa di un feto in crescita, ha un carico maggiore. Normalmente svolge diverse importanti funzioni:

  • produce bile, una digestione intestinale necessaria;
  • neutralizza le tossine ─ prodotti di scarto della madre e del bambino;
  • disattiva i principi attivi biologici (ormoni).

Malattia correlata alla gravidanza

Ci sono malattie del fegato che si verificano solo nelle donne in gravidanza. Si verificano in diversi trimestri, alcuni poi passano, e il resto richiede un trattamento. Per la loro diagnosi è necessario condurre uno studio ecografico, prendere sangue e urina per l'analisi.

gestosi

La gestosi (tossicosi) è una malattia associata a disfunzione di molti sistemi di organi. I medici offrono più di 30 teorie sullo sviluppo della preeclampsia, ma la causa esatta non è ancora stata determinata. Nel primo trimestre, molte donne manifestano una malattia chiamata vomito indomabile di donne in gravidanza, che poi passa da sola. Dopo 1-3 settimane dall'esordio del vomito, compaiono segni che indicano danni al fegato:

  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • prurito (in alcuni casi);
  • urina scura.

Ci sono 3 gravità della preeclampsia precoce. Il primo grado non è pericoloso per donne e feti, dal momento che i conteggi del sangue sono normali. La preeclampsia moderata si manifesta con un generale deterioramento della condizione, la comparsa dell'acetone nelle urine. L'ultimo stadio è un vomito indomabile di donne in gravidanza, in cui il livello di bilirubina e di creatinina aumenta nel sangue e il corpo diventa disidratato.

Fegato grasso acuto delle donne in gravidanza

Se il fegato fa male durante la gravidanza, questo può indicare una degenerazione grassa. La malattia si sviluppa più spesso nella 32a settimana e in seguito, ma non è molto comune. Tale diagnosi viene effettuata su una sola donna incinta su 10.000, con questa patologia compaiono inclusioni di grasso nel tessuto epatico che le impediscono di funzionare normalmente. Oltre al dolore al fegato, si manifesta ittero e cambiano i parametri del sangue e delle urine.

Colestasi intraepatica di donne in gravidanza

La colestasi è una stasi della bile nei dotti biliari. Si chiama intraepatico perché la bile rimane nei dotti epatici e non entra nella cistifellea. I suoi componenti sono tossici e distruggono gradualmente il tessuto epatico sano. I sintomi di questa malattia saranno dolore nel giusto ipocondrio, ittero, prurito e disturbi digestivi.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

Danno epatico in preeclampsia o eclampsia

La preeclampsia e l'eclampsia sono gravi complicanze della gestosi in donne in gravidanza. Questi sono fenomeni nervosi che si sviluppano sullo sfondo di intossicazione cerebrale con bilirubina e altre sostanze tossiche.

  • La pre-eclampsia si manifesta con mal di testa, disturbi del sonno e della memoria, dolore nell'ipocondrio destro, ridotta acuità visiva.
  • Eclampsia è una contrazione convulsiva dei muscoli che cresce gradualmente.

Rottura del fegato acuta

La rottura del fegato è associata a manifestazioni di gestosi tardiva e preeclampsia o eclampsia. Una donna incinta sviluppa la cosiddetta sindrome HELLP─, che è espressa da un complesso di patologie:

  • ittero;
  • un aumento del livello di bilirubina (sia legato che libero);
  • emolisi intravascolare (distruzione) di eritrociti;
  • diminuzione del numero di piastrine.

La rottura del fegato è una complicanza rara. Piccoli ematomi si formano sotto la capsula, sotto la pressione di cui il fegato può rompersi. In questo caso si verifica un'emorragia interna e la donna incinta ha bisogno di aiuto urgente.

Malattie che hanno caratteristiche del corso in donne in gravidanza

Molte malattie hanno un decorso cronico e manifestano recidive periodiche. Durante la gravidanza, se il fegato non riesce a far fronte a carichi maggiori, c'è il rischio di complicazioni. Se ci sono tali patologie nella storia, durante questo periodo è necessario monitorare attentamente la salute in modo particolare.

Malattia da calcoli biliari

I calcoli biliari possono avere origini e dimensioni diverse. Nella maggior parte dei casi, si manifestano periodi di calcoli biliari alla fine del 2 ° trimestre. Possono causare dolore acuto nel giusto ipocondrio (colica epatica), intasare i dotti biliari. Oltre al dolore, c'è l'ittero, l'indigestione e il deterioramento generale della salute. Le pareti della cistifellea si infiammano (colecistite calcicola acuta) e i segni non scompaiono finché la pietra non viene rilasciata nell'intestino.

Epatite da virus dell'herpes

Il virus dell'herpes simplex è considerato l'infezione più comune. L'infezione iniziale di una persona si verifica in età prescolare, dopo di che il virus rimane nel sangue per tutta la sua vita. Può causare malattie di vari organi, incluso il fegato. Per la madre, la malattia non è pericolosa, ma c'è il rischio di infezione del feto durante la gravidanza e durante il parto. A un neonato vengono diagnosticati i sintomi caratteristici dell'epatite:

  • povero sonno e benessere;
  • ittero;
  • fegato e milza ingrossati;
  • cambiamenti nei parametri biochimici del sangue.

L'epatite da herpes deve essere distinta dalle manifestazioni di altre infezioni virali. Se la madre ha contratto l'herpes per la prima volta durante la gravidanza, si può fare poco per impedire che il virus venga trasmesso al bambino. Nella maggior parte dei casi, la malattia termina con il recupero, ma i bambini sono ancora sotto la supervisione di un neurologo per qualche tempo a causa di possibili danni al sistema nervoso.

Sindrome di Budd-Chiari

La sindrome di Budd-Chiari è chiamata trombosi venosa epatica. La causa esatta non può essere nominata, ma si presume che gli ormoni femminili siano coinvolti nel suo sviluppo. Questo è il motivo per cui la sindrome può manifestarsi sullo sfondo della gravidanza. L'ostruzione epatica è un serio pericolo per la vita di una donna. Oltre al dolore nell'ipocondrio destro, c'è un sintomo principale. Le vene si riempiono di sangue e diventano chiaramente visibili attraverso la pelle.

Patologie del fegato che non sono correlate alla gravidanza

I medici raccomandano di sottoporsi a un esame completo nella fase di pianificazione della gravidanza, dal momento che molte malattie possono peggiorare durante questo periodo. Tra le malattie che possono essere controindicate nel portare un bambino sono:

  • epatite virale A, B, C;
  • epatite cronica di origine non contagiosa;
  • cirrosi epatica;
  • malattie autoimmuni del fegato, compresa la cirrosi biliare.

È necessario capire che un bambino nascerà sano, se durante la gravidanza può svilupparsi e formarsi normalmente. Il fegato svolge un ruolo di primo piano nel metabolismo della madre e del feto. Anche un fegato precedentemente sano non può sopportare lo stress e si ammala periodicamente durante la gravidanza, e in presenza di patologie esiste un pericolo per il bambino. Inoltre, le infezioni virali vengono trasmesse attraverso la placenta o con il sangue durante il parto.

Questo sintomo è pericoloso?

Dolore nell'ipocondrio destro ─ questo è un sintomo comune per un numero enorme di malattie. Quando si diagnostica un medico si richiama l'attenzione sui segni associati, così come i risultati dell'analisi biochimica del sangue. La cessazione della gravidanza è raccomandata solo nei casi in cui vi sia una minaccia per la vita sia della madre che del bambino, ma ciò accade in rari casi. Fondamentalmente, è possibile mantenere la salute del fegato con un farmaco e una dieta durante la gravidanza e, dopo il parto, il corpo della madre si riprenderà gradualmente. L'opzione migliore è cosa fare se il fegato è malato, ─ vedi un medico e fai il test.

Schema generale di prevenzione

La salute del fegato deve essere preoccupata per tutta la vita, e non quando i primi sintomi sono già comparsi. Si raccomanda alla madre in attesa di seguire le regole generali della profilassi al fine di alleviare al massimo il carico sul fegato:

  • bere molta acqua pulita e non gassata;
  • rinunciare a cattive abitudini ─ fumo e alcol;
  • escludere dalla dieta cibi grassi e fritti, salse, prodotti semilavorati;
  • trascorrere del tempo all'aria aperta e non dimenticare di uno sforzo fisico moderato.

Se il fegato fa male durante la gravidanza, può essere motivo di preoccupazione. Nella diagnosi, il medico attira l'attenzione non solo sul dolore, ma anche su altre manifestazioni e, in particolare, sugli esami del sangue. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla salute del fegato, se i problemi sorti con esso anche prima della gravidanza ─ durante questo periodo non può far fronte con l'aumento del carico. Il medico prescriverà un regime di trattamento. Scoprirà la causa del dolore e selezionerà i farmaci più sicuri possibili per la donna e il feto.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Dove scorre il dotto pancreatico

Epatite

Tra gli organi digestivi, come il colon e l'intestino tenue, il fegato, lo stomaco, la cistifellea e il pancreas è indispensabile. Senza il corretto funzionamento di questo organo, l'esistenza stessa dell'organismo è impossibile.

Epatite B

Analisi

L'epatite B (epatite sierica) è una malattia virale del fegato che causa la morte di epatociti a causa di meccanismi autoimmuni. Di conseguenza, la disintossicazione e le funzioni sintetiche del fegato sono disturbate.

Perché un uomo diventa giallo - Tutto sul fegato

Epatite

I sintomi si verificano prima della mortePerché la pelle di una persona è più gialla: malattie pericolose e altri fattori?Un tono della pelle giallastro è osservato nelle persone che soffrono di patologie come:

Aspettativa di vita per la cirrosi epatica

Sintomi

La cirrosi è una malattia progressiva in cui si verificano cambiamenti irreversibili nell'organo - il tessuto funzionale del fegato è sostituito da fibroso. È impossibile curare la malattia, ma una diagnosi tempestiva della malattia e l'attuazione delle necessarie misure terapeutiche consentono di sospendere il processo distruttivo.