Principale / Analisi

Bendaggio dopo la rimozione della cistifellea

Analisi

La rimozione della cistifellea (colecistectomia) viene effettuata in forme gravi di malattia del calcoli biliari, tra cui la colecistite cronica, acuta e calcarea. Nella medicina moderna, ci sono due metodi di rimozione chirurgica di questo organo: la colecistectomia laparotomica e laparoscopia. Dopo aver eseguito una di queste operazioni, è necessario un certo periodo di riabilitazione e affinché il recupero abbia esito positivo e senza complicazioni visibili, i pazienti devono seguire una serie di regole elementari, tra cui si raccomanda di indossare una speciale fasciatura medica dopo la rimozione della cistifellea.

Uso di una benda dopo colecistectomia laparotomica

La colecistectomia aperta (laparotomia) è stata recentemente eseguita in casi eccezionali in pazienti con forme complicate di colelitiasi o in pazienti con intolleranza alla laparoscopia.

Il chirurgo esegue una grande incisione nell'ipocondrio destro per il tessuto addominale e l'abduzione del muscolo, quindi l'organo infiammato viene completamente rimosso insieme ai condotti e ai vasi vicini. Per prevenire il processo infiammatorio e l'accumulo di liquidi, viene stabilito il drenaggio, quindi l'incisione viene suturata.

La riabilitazione dopo laparotomia è molto più difficile e più lunga ed è più irta dello sviluppo di complicazioni postoperatorie precoci o tardive.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno identificato i migliori mezzi per il recupero dopo la rimozione della cistifellea. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

Possibili complicazioni dopo la laparotomia

Le complicazioni dopo la colecistectomia laparotomica possono essere diverse e le più comuni sono le seguenti:

  • lesione ai vasi sanguigni;
  • sanguinamento dall'arteria cistica;
  • lasciando cadere la bile nella cavità addominale;
  • pericolo di cedimento;
  • accumulo di pus nell'area dell'incisione;
  • sviluppo dell'ernia postoperatoria.

Per evitare il rischio di formazione di complicanze postoperatorie, il chirurgo dopo l'operazione di rimozione della cistifellea prescrive al paziente di indossare una benda di supporto.

La benda assicura una buona fissazione della parete addominale anteriore per ridurre il carico sulla parte operata del corpo e, anche con cuciture di scarsa qualità dell'incisione chirurgica, previene la divergenza delle suture o la formazione di un'ernia. Qualsiasi tensione nella cavità addominale dopo l'intervento chirurgico provoca dolore e l'uso di una benda stretta riduce questo dolore. Inoltre, l'uso di una benda favorisce la cicatrice suturata nel sito dell'operazione diventando nel tempo una sottile cicatrice estetica.

Termini di indossare una benda dopo laparotomia

Molti pazienti si chiedono: "Per quanto tempo dovrebbe essere indossato un morsetto da benda dopo la rimozione chirurgica della cistifellea attraverso un'incisione per laparotomia?".

Di norma, il termine di indossare un bendaggio per bendaggi viene determinato e prescritto dal medico curante. L'età, il peso e il sesso, la presenza di malattie croniche e le condizioni generali del paziente dopo l'intervento sono prese in considerazione. I pazienti giovani e fisicamente sani indossano prodotti fissativi per 2 o 3 mesi. Per i pazienti obesi e pieni con uno stomaco cadente, si consiglia di indossare una benda per 6-7 mesi, rimuovendola di volta in volta in modo che l'eruzione da pannolino non compaia. Non si può superare il periodo di indossare una benda, poiché è possibile lo sviluppo di atrofia dei muscoli e dei legamenti della cavità addominale.

Uso di una benda dopo colecistectomia laparoscopica

La laparoscopia è un metodo di intervento chirurgico in cui il chirurgo fa 4 perforazioni con un diametro di 1 cm nel peritoneo, quindi vengono inseriti nella cavità addominale strumenti medici speciali e un laparoscopio, con cui viene eseguita la rimozione completa della cistifellea.

Nella medicina moderna, questa operazione è meno traumatica, dal momento che gli organi interni circostanti non sono interessati. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea mediante colecistectomia laparoscopica, il paziente recupera rapidamente e la probabilità di un'ernia, di un'adesione o dello sviluppo di altre complicanze postoperatorie è molto più bassa e si verifica abbastanza raramente.

Sulla questione dell'uso della benda dopo la laparoscopia, le opinioni dei medici specialisti furono divise. In alcuni casi, il chirurgo considera l'uso di una benda opzionale e non consiglia al paziente di indossarlo; In altri casi, indossare una benda è un prerequisito per la riabilitazione postoperatoria. La decisione se indossare o meno una cintura di sostegno dopo l'intervento è presa dal medico curante per ciascun paziente individualmente, tenendo conto delle sue condizioni generali e dello stato di salute.

Ma in ogni caso, dopo la rimozione della colecisti con mezzi per via laparoscopica, si consiglia di indossare la benda per almeno 2-5 giorni. Questo è necessario per ripristinare il tono muscolare e ridurre il disagio nella regione della cavità addominale gonfia.

Regole di bendaggio

La fasciatura di supporto è una speciale cintura a maglia che deve essere indossata durante il periodo postoperatorio per prevenire complicazioni.

Per garantire un uso efficace della benda, si raccomanda di seguire alcune regole:

  • la benda deve essere indossata il primo giorno in cui il paziente è in piedi, poiché i primi giorni dopo l'operazione sono i più critici in termini di sviluppo di complicazioni;
  • la fascia della benda deve essere di dimensioni adeguate e vestita adeguatamente per evitare dolore o fastidio;
  • si raccomanda di togliere la cintura di notte e durante le ore di riposo per evitare un aumento della pressione intra-addominale, che può influire negativamente sul sistema cardiovascolare del corpo;
  • è impossibile stringere forte la benda, in modo da non interferire con il flusso di ossigeno all'organo operato.

Il ruolo della benda nel periodo postoperatorio

Indossare una benda dopo l'intervento chirurgico svolge le seguenti funzioni:

  • impedisce l'accumulo di liquidi e sangue nella cavità addominale;
  • fornisce una rapida guarigione delle incisioni postoperatorie;
  • riduce il rischio di divergenza dei giunti o perdita di organi interni;
  • aiuta ad evitare la formazione di un'ernia;
  • allevia gli organi interni dallo stress eccessivo.

Con l'osservanza di tutte le regole di indossare una benda, la riabilitazione dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea avrà successo e la persona sarà in grado di tornare al solito modo di vivere.

Non è possibile recuperare dopo la rimozione della cistifellea?

  • Molti modi provato, ma nulla aiuta.
  • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti darà una sensazione tanto attesa di benessere!

Esiste un rimedio efficace. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

Quanto è efficace la benda dopo la rimozione della cistifellea?

La benda medica dopo la rimozione della cistifellea è un prodotto denso con chiusure in velcro. Il suo scopo principale è quello di fissare le costole e la colonna vertebrale. Inoltre, l'uso del prodotto facilita il carico sull'area operata. Molto spesso, un bendaggio elastico è necessario per quelle persone che hanno subito un intervento chirurgico addominale, in particolare per rimuovere la cistifellea. In questo caso, la benda viene utilizzata durante il periodo di riabilitazione per prevenire varie complicazioni e ripristinare le funzioni del corpo.

Per trarre vantaggio dall'uso di un prodotto di fissaggio, è importante utilizzarlo correttamente. Un risultato positivo è già evidente dal primo giorno in cui il paziente si è alzato in piedi. Di grande importanza è la dimensione della medicazione e la sua corretta regolazione. Durante il riposo, viene indebolito o rimosso per assicurare una normale circolazione sanguigna.

Il ruolo della benda dipende dal metodo scelto per rimuovere l'organo, che è addominale e laparoscopico.

Leggi altri articoli sull'argomento:

A cosa serve la benda dopo la rimozione della cistifellea?

Dopo chirurgia addominale (laparotomia)

La chirurgia addominale o laparotomia è indicata per le persone con grave malattia della colecisti con complicanze. Durante l'operazione, una grande incisione viene effettuata attraverso il quadrante superiore destro seguito da uno spostamento di organi e tessuti per ottenere l'accesso alla cistifellea.

Al fine di prevenire le complicanze postoperatorie, si consiglia di indossare una benda che fissa saldamente la parte anteriore della zona addominale e riduce significativamente il carico sull'area operata.

La benda dopo la rimozione della cistifellea con l'aiuto di un'incisione laparotomica aiuta ad evitare la divergenza della cucitura, così come la formazione di ernia postoperatoria. Inoltre, dopo tale operazione, vengono aggiunte sensazioni dolorose e un prodotto denso aiuta a ridurre la loro intensità. Un altro vantaggio è il fatto che a causa della fasciatura medica le cicatrici diventano più elastiche e sottili.

Dopo la laparoscopia

La laparoscopia è un metodo moderno di chirurgia, in cui, durante un'operazione su organi interni, vengono praticati piccoli fori (di solito 0,5-1,5 cm), mentre con la chirurgia tradizionale sono necessarie grandi incisioni.

Il metodo laparoscopico dell'intervento chirurgico è meno traumatico e passa senza spostamento di organi. La questione della necessità di indossare questo prodotto in questo caso causa disaccordo tra gli specialisti. Tuttavia, la maggior parte di loro afferma che la benda dopo l'operazione con laparoscopia è necessaria per portare i muscoli addominali a tonificare e ridurre il disagio nei primi giorni dopo l'intervento.

Durata di indossare una benda dopo laparotomia

La durata del periodo di tempo è determinata dal medico curante, tenendo conto di fattori quali l'età, il peso, le malattie croniche del paziente e il benessere generale dopo l'operazione. Per i giovani che non hanno gravi problemi di salute, il periodo di indossamento di un prodotto di fissaggio è da 2 a 3 mesi. I pazienti anziani, in particolare quelli che sono in sovrappeso, si consiglia di indossare una benda per circa 6 mesi.

Durata di indossare una benda dopo laparoscopia

In questo caso, la benda elastica non viene indossata per molto tempo, poiché le punture laparoscopiche guariscono molto più velocemente delle incisioni. L'uso di una fascia di supporto aiuta a prevenire il verificarsi di un processo infiammatorio, poiché il tessuto crea un ostacolo all'ingresso di germi nella ferita. Pertanto, indossare una benda dopo la rimozione della cistifellea mediante laparoscopia sarà sufficiente da una settimana a un mese.

Come usare

Per ottenere un risultato positivo dalla benda di supporto, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

  • Il prodotto viene indossato immediatamente il primo giorno, quando il paziente può alzarsi in piedi, poiché i primi giorni sono particolarmente pericolosi in termini di insorgenza di complicanze.
  • Deve essere selezionato il formato adatto.
  • Devi indossarlo correttamente in modo che non ci siano sensazioni spiacevoli.
  • Durante il sonno diurno o notturno, è consigliabile rimuovere la benda per evitare una pressione eccessiva sull'addome, che può influire negativamente sul sistema cardiovascolare, interrompendo la circolazione sanguigna.
  • Per non impedire la penetrazione di aria nella zona operata, non stringere troppo il fermo.

È necessario mettere il prodotto mentre si trova su un respiro incompleto.

Come scegliere una benda dopo la rimozione della cistifellea

Per scegliere la medicazione postoperatoria corretta, è necessario rispettare i seguenti criteri:

dimensione

Scegliendo un prodotto è necessario conoscere la circonferenza della vita, che può essere misurata con un metro. Questo è un indicatore molto importante, in quanto l'altezza della medicazione deve essere appropriata per la completa chiusura della sutura chirurgica.

materiale

È preferibile scegliere modelli realizzati con materiali ipoallergenici di alta qualità, ovvero lattice gommato, elastan o cotone contenente lycra. Questo è necessario in modo che la benda, dopo la rimozione della cistifellea, assicuri una normale ventilazione delle suture, lasciandole asciutte.

modello

Si consiglia di scegliere un modello con regolazione multistadio, che è idealmente adatto alla figura.

Fermagli di chiusura

È necessario che il velcro fosse di alta qualità, il che garantirà una calzata sicura.

Il primo intervento è fatto meglio con il medico, che ti dirà il grado di contrazione necessario.

Leggi altri articoli su argomenti:

Cura del prodotto

La benda medica richiede cure adeguate:

  • Lavare solo a mano quando la temperatura dell'acqua non supera i 40 gradi.
  • Bene sciacquare la medicazione sotto l'acqua corrente.
  • L'essiccazione del prodotto è consigliata a temperatura ambiente e in forma estesa.
  • Tenere la benda in un luogo protetto dall'umidità e dalla luce solare diretta.
  • Non lavare, centrifugare e asciugare la benda elastica in lavatrice.
  • Non usare agenti sbiancanti.
  • Non puoi stirare.

La benda dopo la rimozione della cistifellea aiuterà la guarigione delle suture il prima possibile e accorcia significativamente il periodo di riabilitazione. Inoltre, la scelta giusta e il rispetto di tutte le raccomandazioni necessarie per l'uso del prodotto accelerano in modo significativo il processo di guarigione e lo rendono meno doloroso.

Quanto indossare una benda dopo la rimozione della colecisti e se è necessario dopo la laparoscopia

Il ruolo della benda

Nella pratica chirurgica, ci sono due modi per rimuovere la cistifellea: laparoscopica e con l'aiuto di un'incisione laparotomica. La scelta dei metodi è determinata dal benessere generale del paziente e dalla gravità dei cambiamenti nel corpo. La colecistectomia può essere effettuata in base a motivi vitali (in caso di emergenza), nonché secondo un piano prestabilito, durante il periodo di attenuazione dell'infiammazione acuta.

Incisione laparotomica

Conveniente per il medico, consente di raggiungere rapidamente la cistifellea, aprendo la visuale massima dell'organo operato. Ma dopo tale intervento nell'addome del paziente rimane una cicatrice estesa. L'uso di una benda in questo caso, è necessario che la cicatrice sia guarita e guarita in modo affidabile.

Chirurgia laparoscopica

La rimozione della cistifellea mediante chirurgia laparoscopica viene eseguita mediante perforazioni nell'addome. Un tubo di anidride carbonica viene inserito nei fori. È necessario per gonfiare la cavità addominale, il che rende la vescica più accessibile all'intervento chirurgico. Gli strumenti chirurgici necessari vengono inseriti tramite il microtelefono, oltre a una videocamera per la revisione delle azioni.

Tale operazione non lascia cicatrici. Indossare una benda dopo la colecistectomia è necessaria in modo che ogni muscolo addominale possa ripristinare il tono. L'uso di una benda rimuove il disagio dal gonfiore artificiale della cavità addominale.

Qual è lo scopo della benda postoperatoria

Benda medica - un prodotto di materiale denso, dotato di chiusura in velcro. Lo scopo principale della benda è di fissare le costole e la colonna vertebrale.

Indossare il prodotto riduce al minimo lo stress sulle parti operate o danneggiate del corpo. Molto spesso, l'uso di una benda elastica è necessario per le persone che hanno subito un intervento chirurgico addominale.

La benda viene messa in posizione orizzontale e fissata su un respiro incompleto.

Come scegliere una benda

Selezionando una benda postoperatoria, è necessario considerare i seguenti criteri:

  • Dimensioni. Quando si sceglie un prodotto, misurare la circonferenza della vita con un metro. Questo indicatore è decisivo nella selezione della benda. L'altezza della medicazione dovrebbe essere sufficiente per nascondere completamente le suture postoperatorie.
  • Materiale. È meglio scegliere modelli di lattice gommato, cotone contenente lycra o elastan - tessuti ipoallergenici di alta qualità. La benda dovrebbe fornire una buona ventilazione, lasciando le cuciture e la pelle intorno a loro asciutte.
  • Modello. È preferibile dare ai modelli una regolazione multistadio. Questo tipo di bende consente di adattare facilmente il prodotto alla figura del paziente.

La prima benda di fissaggio è meglio eseguita sotto la guida del medico curante, che indicherà il grado di contrazione necessario.

È possibile acquistare il prodotto in un salone ortopedico o in farmacia.

Come usare una benda

Per indossare un bendaggio ha dato un risultato positivo, si raccomanda di rispettare alcune regole:

  1. Una benda viene indossata il primo giorno dopo che il paziente è riuscito a stare in piedi. Il primo giorno dopo l'operazione è un momento molto critico, in questo particolare momento è possibile lo sviluppo di varie complicazioni. L'uso di una benda di manutenzione facilita le condizioni del paziente.
  2. La benda deve essere correttamente indossata e in forma.
  3. Per evitare effetti negativi sulla circolazione del sangue nel corpo, si consiglia di rimuovere la benda di notte e durante le ore di riposo diurno.
  4. Il prodotto non ha bisogno di essere serrato saldamente in modo da non bloccare la fornitura di ossigeno all'area problematica.
  5. Se indossare una benda causa sensazioni dolorose o spiacevoli, è possibile che sia stata scelta o indossata in modo errato. La benda dovrebbe essere allentata o riparata e, se necessario, sostituita completamente con una nuova.

Quanta benda indossare dopo l'incisione laparotomica

Dopo la chirurgia addominale, è necessario indossare una benda elastica per lungo tempo. Se, dopo l'intervento, la cintura non viene utilizzata come previsto, è probabile che il paziente abbia un'ernia.

Il periodo di recupero dopo l'intervento eseguito utilizzando un'incisione laparotomica dipende direttamente dalla fascia di età del paziente e dallo stato generale della sua salute. Il tempo di indossare una benda è prescritto da un medico.

I giovani che non hanno particolari problemi di salute di solito indossano una benda dopo aver rimosso la cistifellea per non più di 2 mesi. I pazienti anziani, così come i pazienti che sono in sovrappeso, si raccomanda di indossare una cintura per un massimo di sei mesi.

Metodi di rimozione laparoscopica di ZH

La rimozione della cistifellea con un laparoscopio viene eseguita senza incisione cutanea, utilizzando apparecchiature ad alta tecnologia.

Il laparoscopio consente l'accesso all'organo malato attraverso una piccola incisione. Vengono introdotti trocar strumentali, mini-videocamera, illuminazione, tubi dell'aria.

Questa attrezzatura è necessaria per eseguire un'operazione tatticamente difficile, quando il chirurgo non inserisce le sue mani nella cavità aperta, ma lavora con lo strumento.

Allo stesso tempo, osserva le sue azioni in dettaglio sul monitor del computer. Questa è l'operazione del metodo laparoscopico - rimozione della cistifellea.

Nella cavità addominale, il chirurgo fa una puntura con un diametro non superiore a 2 cm, non lascia cicatrici evidenti. Ciò è significativo per la salute: la ferita guarisce facilmente, vi è una bassa probabilità di infezione, il paziente diventa più veloce ai suoi piedi e inizia il periodo di riabilitazione.

Vantaggi della chirurgia laparoscopica:

  • area di puntura insignificante;
  • diminuzione del numero di dolori;
  • periodo di recupero più breve.

Durante la preparazione per l'operazione, il paziente viene sottoposto ad un ampio esame di laboratorio e strumentale, ed è sicuro di ricevere una consulenza con l'anestesista.

È facile recuperare dall'intervento.

La complicazione principale, che dà il periodo post-operatorio dopo la rimozione dello ZHP con un laparoscopio, consiste nel lanciare la bile direttamente dai dotti direttamente nel duodeno.

Nel linguaggio medico, questa è chiamata sindrome postcholecistectomia, che dà alla persona disagio a disagio.

Il paziente può essere disturbato per molto tempo:

  • diarrea o stitichezza;
  • bruciori di stomaco;
  • eruttare amarezza;
  • fenomeni itterici;
  • aumento della temperatura

Questi effetti rimangono con il paziente per il resto della sua vita e dovrai assumere regolarmente farmaci di supporto.

Quando la cistifellea viene rimossa, il periodo postoperatorio richiede un po 'di tempo.

Puoi arrivare immediatamente al paziente, non appena si allontana dall'anestesia, circa 6 ore dopo il completamento dell'operazione.

Il movimento è limitato, corretto, ma tuttavia è possibile e necessario spostarsi. Il dolore grave dopo l'intervento chirurgico non accade quasi mai.

Dolori lievi o lievi sono alleviati da anestetici non narcotici:

Sono utilizzati in base al benessere del paziente. Quando il dolore diminuisce, i farmaci vengono cancellati. Non ci sono quasi complicazioni dopo la laparoscopia, e il paziente procede immediatamente al recupero dopo la rimozione della cistifellea.

Il periodo di riabilitazione è complicato da febbre, lo sviluppo di formazioni erniali nel sito chirurgico.

Dipende dalle possibilità di rigenerazione dell'organismo di ogni persona o dalla possibile infezione delle ferite in atto.

Lo scarico dall'ospedale è fatto in una settimana. In rari casi, vengono scaricati il ​​primo giorno o 3 giorni dopo, al completamento del recupero principale.

Riabilitazione di fase dopo colecistectomia

Certamente, oggi il paziente si alza in piedi dopo 6 ore dopo la laparoscopia. Tuttavia, la riabilitazione dopo la laparoscopia della cistifellea dura un tempo considerevole.

Ha convenzionalmente suddiviso alcune fasi:

  • precoce; dura 2 giorni, mentre il paziente è ancora sotto l'azione di anestesia e chirurgia. Questa volta il paziente è in ospedale. La fase di recupero è convenzionalmente chiamata stazionaria;
  • in ritardo; dura 3-6 giorni dopo l'intervento chirurgico. Il paziente è in ospedale, la respirazione inizia a funzionare in completa autonomia, inizia a lavorare nelle nuove condizioni fisiologiche del tratto gastrointestinale;
  • fase di recupero ambulatoriale dura 1-3 mesi; durante questo periodo, la digestione e la respirazione cominciano a funzionare normalmente, l'attività di una persona aumenta;
  • fase di sanatorio e riabilitazione del resort; raccomandato non prima di 6 mesi dopo la laparoscopia.

Il ricovero ospedaliero si basa su esercizi di respirazione; nutrizione con una dieta rigorosa; eseguire la terapia fisica per ripristinare il normale benessere.

In questo momento, una persona assume farmaci: enzimi, antispastici. Il recupero stazionario è suddiviso in 3 fasi:

  • terapia intensiva;
  • modalità comune;
  • dichiarazione per il monitoraggio ambulatoriale.

La terapia di natura intensiva dura fino a quando la persona viene rimossa dall'influenza dell'anestesia, che è di circa 2 ore.

In questo momento, il personale conduce una terapia antibatterica, vengono iniettati antibiotici, le ferite vengono curate.

Quando la temperatura è normale, il paziente è adeguato, lo stadio intensivo è completato, si consiglia al paziente di passare alla modalità generale.

L'obiettivo principale del regime generale è includere i dotti biliari operati nel tratto gastrointestinale. Per questo è necessario mangiare a dieta, muoversi secondo la risoluzione del chirurgo.

Ciò impedirà la formazione di aderenze. Se non ci sono complicazioni, il riposo a letto dura solo poche ore.

Nell'ospedale, il paziente viene sottoposto ad esami di laboratorio e strumentali, la sua temperatura è controllata, gli vengono prescritti farmaci.

I risultati dei test di controllo aiutano il medico a vedere le condizioni cliniche del paziente, per prevedere la possibilità di formazione di complicazioni.

Se non si osservano complicazioni, il paziente non richiede più una supervisione medica costante e si raccomanda di dimettersi per cure ambulatoriali di follow-up.

La riabilitazione ambulatoriale include l'osservazione dinamica dei principali medici, superando un esame di controllo.

Per fare ciò, subito dopo la dimissione, vieni alla reception dal chirurgo locale e falla registrare.

Il compito del medico è seguire il processo di recupero, rimuovere i punti, effettuare nuovi appuntamenti. La durata di questa fase dipende dal benessere generale del paziente, 2 settimane - un mese.

È necessario visitare il chirurgo in modo tempestivo per non perdere l'insorgere di complicazioni. Solo uno specialista può vederli e prevenirli.

A casa è necessario organizzare il cibo in base alla dieta n. 5. Si dovrebbe visitare la palestra di ginnastica, dove con un istruttore possiamo svolgere esercizi terapeutici con un aumento graduale del carico sugli addominali e un aumento del tempo di dosi ambulanti.

Continua la somministrazione di farmaci: è prescritto il Motilium, un farmaco antireflusso, Omeprazolo, un farmaco antisecretore.

Quando il bruciore di stomaco si preoccupa, si consiglia di prendere antiacidi - Almagel, Maalox, Renny. Oltre ai farmaci, si dovrebbe bere acqua minerale senza gas, sottoporsi a procedure fisioterapiche.

Nel sanatorio, la riabilitazione è finalizzata al ripristino definitivo della salute umana. Di norma, il trattamento di sanatorio comprende bagni, fisioterapia, terapia dietetica, terapia fisica.

Per correggere il metabolismo energetico, nel sanatorio il medico prescrive l'assunzione di Mildronate, Riboxin. Per la correzione dell'adattamento, è prescritta l'elettroforesi con acido succinico.

Raccomandazioni dopo la laparoscopia

Di solito, i pazienti guariscono abbastanza velocemente. Tuttavia, la riabilitazione dopo la laparoscopia della colecisti è completamente completata quando il paziente recupera sia fisicamente che mentalmente.

Sono presi in considerazione tutti gli aspetti psicologici del recupero: ci vogliono circa sei mesi per completarli.

Per tutto questo tempo una persona vive una vita ordinaria e piena. Durante questo periodo, la riserva necessaria viene accumulata per adattarsi completamente alla vita normale, ai carichi di lavoro, agli stress quotidiani.

Prerequisito: l'assenza di malattie associate.

Normalmente la normale capacità di lavoro viene ripristinata 2 settimane dopo l'intervento. Una riabilitazione più efficace dura un po 'di più e ha le sue regole.

  • riposo sessuale - 1 mese;
  • corretta alimentazione;
  • prevenzione della stitichezza;
  • fare sport - in 1 mese;
  • duro lavoro - dopo 1 mese;
  • sollevamento pesi 5 kg - sei mesi dopo l'operazione;
  • trattamento continuato da un fisioterapista;
  • 2 mesi per indossare una benda;
  • continuazione del farmaco secondo le raccomandazioni del medico curante.

Il periodo postoperatorio è spesso accompagnato da stitichezza. Con una corretta alimentazione, puoi gradualmente liberartene.

Ma la tendenza alla stitichezza durerà una vita. Per fare questo, avrai sempre lassativi a portata di mano, o vai alle ricette della medicina tradizionale.

Si consiglia immediatamente dopo aver inserito la riabilitazione ambulatoriale per organizzare i pasti a casa per il tavolo numero 5.

Questa è la dieta più razionale, il paziente giusto per il periodo di riabilitazione dopo la laparoscopia della cistifellea e in generale per la vita.

A poco a poco, puoi allontanarti dai rigidi requisiti della tabella numero 5, ma solo brevemente, e di nuovo tornare a una dieta rigorosa.

La maggior parte dei pazienti è incoraggiata a condurre regolarmente corsi di drenaggio. Il suo obiettivo - per garantire il deflusso della bile, eliminare la sua stagnazione.

Dopo la laparoscopia, il paziente deve assumere farmaci per un lungo periodo, se non per il resto della sua vita.

Immediatamente dopo l'operazione, viene condotto un ciclo di antibiotici al fine di escludere l'ingresso di infezione e lo sviluppo di infiammazione.

Questi sono di solito fluorochinoloni, antibiotici tradizionali. I sintomi della microflora compromessa richiedono l'uso di pro- o prebiotici.

Linex, Bifidum, Bifidobacterin funzionano bene qui. In presenza di spasmi nella zona operata, si consiglia di assumere antispastici: No-silo, Duspatalin, Mebeverin.

Se vengono diagnosticate malattie concomitanti, viene utilizzata la terapia eziologica. L'assenza della cistifellea richiede l'assunzione di enzimi: Creonte, Pancreatina, Micrasim.

Quando una persona è preoccupata per l'accumulo di gas, viene corretta da Meteospasmil, Espumizan. Per normalizzare la funzione del duodeno, si consiglia di prendere Motilium, Debridat e Zeercal.

Qualsiasi farmaco richiede il coordinamento con il medico. Abbiamo bisogno di ricevere consigli e un appuntamento specifico, e quindi acquistare il farmaco nella catena di farmacie.

Questa regola si applica necessariamente al ricevimento di epatoprotettori raccomandati per proteggere il fegato. La loro ricezione è lunga, da 1 mese a sei mesi.

Il principio attivo - l'acido ursodesossicolico protegge le mucose del fegato dagli effetti tossici della bile.

I farmaci sono vitali perché il fegato richiede una protezione affidabile contro gli acidi biliari secreti direttamente nell'intestino.

Tipi di operazione

La maggior parte dei pazienti che devono rimuovere la cistifellea, chiedendosi come la vita continuerà a essere piena, nonché come recuperare dalla chirurgia. Non ci sono organi inutili nel corpo umano, ma senza alcuni di essi l'uomo non può vivere, e senza altri il funzionamento dell'organismo continua.

La rimozione della cistifellea è necessaria nella formazione di pietre che interrompono il funzionamento di questo organo. La causa delle pietre è la colecistite cronica.

Esistono diversi tipi di rimozione chirurgica della cistifellea (colecistectomia):

  • Rimozione laparotomica (laparotomia), che consiste nel tagliare la parete addominale per rimuovere un organo. Questo metodo viene eseguito in caso di rimozione di emergenza di un organo. Questa chirurgia addominale è necessariamente accompagnata da un lungo periodo di riabilitazione.
  • Rimozione laparoscopica (laparoscopia). La sua principale differenza rispetto al metodo precedente consiste nel realizzare numerosi piccoli tagli, a causa dei quali i tessuti e gli organi sono danneggiati in minima parte. Anche il periodo di riabilitazione è significativamente più breve rispetto alla laparotomia.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Il periodo di riabilitazione dopo colecistectomia è anche diviso in più fasi:

  • Recupero precoce del ricovero (primi 2 giorni), durante il quale si verificano i cambiamenti più gravi dopo l'intervento chirurgico e l'anestesia.
  • Riabilitazione tardiva ospedaliera (3-6 giorni dopo la laparoscopia e 2 settimane dopo laparotomia). Durante questo periodo, il lavoro dell'apparato respiratorio viene ripristinato e gli organi dell'apparato digerente si abituano a lavorare senza la cistifellea.
  • Periodo di riabilitazione ambulatoriale (fino a 3 mesi). In questo periodo viene ripristinata l'attività dell'apparato respiratorio e digerente.
  • Terapia del ricorso al sanatorio, effettuata dopo l'operazione in circa sei mesi.

Possibili complicazioni dopo colecistectomia

Affinché il periodo di riabilitazione sia più efficace, è necessario conoscere tutte le caratteristiche dei cambiamenti che si verificano nel corpo dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea.

Il paziente può manifestare insufficienza respiratoria risultante dalla contrazione dovuta a dolore addominale, diminuzione dell'attività e ventilazione artificiale dei polmoni.

Una tale violazione può portare a complicanze postoperatorie come la polmonite, per evitare che ciò avvenga regolarmente.

Inoltre, durante la laparotomia, si possono osservare cambiamenti nel sistema digestivo:

  • gonfiore di organi;
  • processo infiammatorio nella zona di operazione;
  • formazione di aderenze.

Il danno dopo la procedura laparoscopica è inferiore a dopo la laparotomia, pertanto la durata della riabilitazione è inferiore. Il funzionamento del tratto gastrointestinale può essere compromesso entro un paio di settimane dopo la laparotomia. Inoltre, quando si utilizza il metodo minimamente invasivo, tali violazioni non vengono praticamente mai osservate.

Riabilitazione ospedaliera

L'estensione della riabilitazione dipende dal grado della malattia e dal tipo di intervento chirurgico eseguito. Per sei ore dopo che il paziente è stato trasferito al reparto, gli è vietato alzarsi e bere. Dopo questo tempo, puoi bere acqua normale non gassata - pochi sorsi in 20 minuti.

È possibile alzarsi da un letto al paziente in 6 ore. Ma dovrebbe essere fatto gradualmente, in un primo momento solo dopo aver seduto per alcuni minuti. Se non si verificano vertigini, puoi alzarti e camminare lentamente lungo il letto. Ma la prima di queste "passeggiate" è meglio fare sotto la supervisione del personale medico.

Il giorno dopo, al paziente è permesso di muoversi nel reparto e mangiare farina d'avena, kefir o zuppa speciale.

La prima settimana postoperatoria è severamente vietato consumare alcol, caffè, cioccolata, cibi grassi e fritti, così come dolci e zucchero.

I prodotti a base di latte vaccino, mele cotte, cereali, zuppe vegetali, carne magra e purè di patate devono essere inclusi nella dieta del paziente dopo la laparoscopia. Se non sono state osservate complicanze nei primi giorni dopo la procedura chirurgica, il drenaggio viene rimosso dalla cavità addominale. Questa procedura è indolore e viene eseguita durante la medicazione.

Quando un paziente è in ospedale, si sottopone a determinate procedure sanitarie:

  • Ginnastica respiratoria 5-9 volte al giorno. La durata di una sessione non supera i 5 minuti. L'esercizio principale di tale ginnastica è il respiro profondo attraverso il naso e le esalazioni acute attraverso la bocca.
  • Dieta postoperatoria per far funzionare il corpo senza vescica. In particolare, è importante osservarlo il primo giorno dopo l'intervento.
  • Esercizio terapeutico
  • L'uso di medicinali (antidolorifici, enzimi, ecc.).

I pazienti del gruppo di età più giovane che hanno ricevuto la colecistectomia a causa della forma cronica di colecistite calcicola possono essere dimessi dall'ospedale il giorno successivo. Altri pazienti devono passare almeno 2 giorni in trattamento ospedaliero.

Tutti i pazienti ricevono un estratto dalla carta, che indica la diagnosi, il tipo di operazione eseguita e le principali raccomandazioni per l'assunzione di farmaci, lo sforzo fisico e la dieta.

Viene rilasciato anche un congedo per malattia, ma è valido solo per il periodo di degenza in ospedale e nei successivi 3 giorni. E poi dovrebbe essere rinnovato nella clinica. Il numero di giorni di degenza dipende dalla presenza o dall'assenza di complicanze nel periodo postoperatorio.

A casa, il paziente dovrebbe cercare di evitare la tensione muscolare nell'addome, altrimenti potrebbe svilupparsi un'ernia. Se il paziente è in sovrappeso o se i muscoli addominali sono deboli, deve indossare una benda che viene rimossa solo di notte.

Riabilitazione ambulatoriale

Dopo 3 giorni dal momento della dimissione del paziente dall'ospedale, il chirurgo e il terapeuta devono condurre l'esame. I seguenti esami sono effettuati in una settimana, e poi in 3 settimane. È anche necessario superare esami del sangue: la prima volta viene dato un paio di settimane dopo la dimissione, e il secondo - un anno.

Se ci sono determinate indicazioni, allora un'ecografia viene eseguita entro un mese dalla data di dimissione. Un anno dopo, questa procedura è obbligatoria per tutti i pazienti.

All'ospedale, che viene preso al momento della riabilitazione ambulatoriale, vengono svolti anche tutti i tipi di attività terapeutiche e ricreative:

  • esercizi per migliorare il tono degli addominali;
  • esercizi di respirazione;
  • camminare a ritmo sostenuto

Inoltre, si osserva una dieta speciale, che è la seguente:

  • Mangiare cibi con la quantità richiesta di grassi, carboidrati e proteine ​​nei primi mesi postoperatori.
  • Pasti in piccole porzioni in 3-4 ore.
  • Esclusione dalla dieta di cibi grassi e fritti, nonché spezie.
  • Si consiglia di utilizzare solo piatti al vapore, al forno o bolliti.
  • 2 ore dopo un pasto, non chinarsi o sdraiarsi.
  • Non mangiare 1,5 ore prima di andare a dormire.
  • Bere 3-4 volte al giorno per mezzo bicchiere d'acqua minerale.

farmaci

I farmaci sono prescritti dopo colecistectomia con lo sviluppo delle seguenti complicanze:

  1. Con l'erosione della mucosa gastrica - agenti antisecretori (ad esempio omeprazolo).
  2. Quando il reflusso duodenogastrico - farmaci antireflusso (Motilium).
  3. Con la comparsa di bruciore di stomaco - antiacidi (Rennie, Maalox o Almagel).
  4. Al verificarsi di sensazioni dolorose: analgesici (Paracetamolo, Ketanov, Etol-fort) o antispastici (Buscopan, Drotaverinum, No-shpa).

Tipo di sanatorio riabilitativo

Dopo la colecistectomia, il trattamento di sanatorio è sempre prescritto. Il principale vantaggio di questa terapia è l'accelerazione del periodo di recupero.

Consiste nel seguente:

  • Balneoterapia, ad es. bagni terapeutici (minerali, coniferi, radicali o carbonici).
  • L'uso di acqua minerale riscaldata e degassata 30 minuti prima dei pasti.
  • Elettroforesi eseguita con acido succinico.
  • L'istituzione del metabolismo energetico con l'aiuto di farmaci (Riboxin, Mildronate).
  • Esercizi speciali
  • Corretta alimentazione

Dopo la rimozione della cistifellea

Professor O. Milonov

PRIMA, come decidere l'operazione, e dopo che è già stato fatto, i pazienti spesso si chiedono se la loro digestione sarà disturbata.

Sembrerebbe così. Dopo tutto, la cistifellea non è solo una specie di riserva in cui si accumula la bile. Ha anche altre funzioni: concentrare la bile, mantenere la pressione costante nei dotti, "promuovere" i dotti biliari e l'intestino.

Tuttavia, quando la cistifellea viene rimossa con colecistite calcica (di pietra), le sue funzioni, di norma, sono già più o meno compromesse. A volte non partecipa affatto al processo di digestione.

Poiché l'arresto della cistifellea da questo processo avviene gradualmente, il corpo, utilizzando meccanismi compensatori, riesce ad adattarsi a nuove condizioni e la rimozione della cistifellea in questi casi non causa alcun disturbo grave. Inoltre, come risultato dell'operazione, il fuoco infiammatorio viene eliminato, e questo aiuta a migliorare la condizione generale della persona e, in particolare, facilita la secrezione della bile.

Il successo del trattamento chirurgico della colecistite calcicola dipende in larga misura dal fatto che il paziente abbia acconsentito all'operazione.

Coloro che decidono su un'operazione in tempo, di regola, si sentono abbastanza soddisfacenti al momento della dimissione dall'ospedale. Il recente frequentatore frequente del policlinico non ha bisogno ora della costante cura del terapeuta e può dimenticare tali precedenti manipolazioni come la tubercolosi o l'intubazione duodenale.

L'eccezione è spesso i pazienti che vengono operati in un secondo momento, se hanno già colecistite complicata. Intendo le persone che hanno avuto un processo infiammatorio di lunga durata che si è diffuso dalle pareti della cistifellea agli organi vicini - il duodeno, lo stomaco e la testa del pancreas. Tali pazienti di solito hanno bisogno di un trattamento dopo la dimissione dall'ospedale.

Lo stesso vale per i pazienti affetti da comorbidità: ulcera peptica o ulcera duodenale, gastrite, colite. La natura del trattamento necessario è scelta in ogni caso dal medico curante.

Non risolto in modo inequivocabile e il problema della nutrizione.

Una dieta rigorosa dopo la rimozione della cistifellea non è necessaria se i pazienti non l'hanno osservata prima dell'operazione. Possono mangiare cibi regolari, limitando solo il consumo di grassi animali difficili da digerire: lardo, pancetta, agnello arrosto. Quei pazienti che aderiscono ad una dieta rigorosa possono gradualmente espandere la loro dieta.

Ridurre la possibilità di riformare le pietre - questa volta già nei dotti biliari - aiuta a escludere i prodotti che contengono grandi quantità di colesterolo dalla dieta: cervelli, tuorli di uova, carni e pesce grassi, brodi concentrati, cibi piccanti e fritti. Non raccomandato come bevande alcoliche, compresa la birra. Complicano il lavoro del fegato e del pancreas.

Dopo la rimozione della cistifellea, è molto importante mangiare regolarmente almeno 4-6 volte al giorno. Essendo un irritante naturale degli organi digestivi, il cibo contribuisce alla separazione e all'escrezione della bile nell'intestino, prevenendo così il suo indesiderato ristagno. I grassi vegetali, ad esempio, il girasole o l'olio d'oliva, hanno il più forte effetto coleretico.

I pazienti obesi dovrebbero mangiare meno pane, patate, zucchero, muffin, dolciumi e altri cibi ricchi di carboidrati.

Di solito, dopo la rimozione della cistifellea, non vi è alcuna particolare necessità di trattamento presso la spa. È raccomandato solo in alcuni casi di colecistite complicata, così come in presenza di malattie concomitanti, che abbiamo già menzionato.

Per 6-12 mesi dopo l'intervento, si dovrebbe evitare uno sforzo fisico intenso, in particolare legato alla tensione degli addominali. Questo può portare alla formazione di ernia postoperatoria. Si raccomanda ai pazienti obesi di indossare una benda.

Importante importanza dopo la dimissione dall'ospedale ha esercizi di fisioterapia. Esercizi appositamente selezionati aiutano a "massaggiare" gli organi addominali e promuovere il flusso della bile, accelerando il processo di ripristino dei tessuti danneggiati.

Benda postoperatoria necessaria dopo la rimozione dell'utero

Isterectomia # 8212; Questa è un'operazione per rimuovere l'utero. Un nome già spaventa le donne, sebbene in Europa sia prescritto a ogni seconda donna dopo quarant'anni. Prima di tutto, al fine di evitare le malattie del cancro delle genitali femminili.

Perché è necessario usare una benda dopo l'intervento chirurgico?

Una delle prime domande che si presentano per coloro che sono stati sottoposti a intervento chirurgico è: per quanto tempo indossare una benda postoperatoria dopo la rimozione dell'utero. In Russia, l'isterectomia è ancora un'operazione che viene prescritta come ultima risorsa. Ad esempio, quando viene rilevato un tumore maligno. In questo caso, in ogni caso, per una donna questo è un enorme stress. Spesso inizia a sentirsi difettosa, anche se, per esempio, l'assenza di un utero non influisce in alcun modo sulla qualità della vita sessuale e spesso l'uomo non sa nemmeno che la donna non ne ha già.

L'importante è seguire alcune regole e sapere come indossare una benda postoperatoria e perché è necessario. Non può essere sostituito Dopo tutto, il periodo di riabilitazione, di regola, è il più difficile nel processo di trattamento. Il periodo postoperatorio dura due mesi. È chiaro che il paziente vuole il prima possibile la vita normale, ma questo è impossibile.

Prova ad abituarti all'idea che per qualche tempo dopo l'operazione dovrai indossare una cintura speciale ogni giorno.

Di solito la benda viene indossata dopo la chirurgia addominale. La rimozione dell'utero è un'operazione del genere e, di conseguenza, è necessaria una cintura di supporto. La benda causa qualche inconveniente, tuttavia è utile, ad esempio, per l'intestino.

La cintura è particolarmente sgradevole in estate, in quanto provoca l'eccessiva sudorazione, prurito della pelle. Tuttavia, la donna dovrebbe capire che la benda dopo l'intervento chirurgico contribuisce alla sua pronta guarigione. L'importante è mantenere l'igiene e lavarla in modo tempestivo.

Il dolore dopo la rimozione dell'utero è considerato uno stato normale dell'organismo, sottoposto a intervento chirurgico. Le bende postoperatorie aiutano a ridurre significativamente il dolore, ma non lo liberano completamente. La cintura aiuta ad evitare una sutura postoperatoria. Non preoccuparti, dopo l'intervento chirurgico per rimuovere l'utero, è abbastanza pulito, quasi invisibile dopo la guarigione.

Tuttavia, questo adiuvante universale non è adatto a tutti i pazienti. Se la pelle è soggetta a pietrificazione, la benda dopo l'operazione peggiorerà solo la situazione. In questo caso, non può essere indossato.

Come scegliere e quanto indossare una benda

Quando si sceglie una benda prestare attenzione al materiale. Non risparmiare, perché la cintura di recupero di alta qualità può essere utilizzata senza danni alla salute. La cintura ha le sue proprietà di supporto a causa del materiale speciale da cui è fatto. È denso, ma allo stesso tempo elastico, per non danneggiare la salute del paziente durante il periodo postoperatorio.

Presta attenzione alla presenza di una griglia speciale. Nella cintura non dovrebbe essere garza. Considera che, a seconda della prescrizione, dovrai indossarlo quasi tutto il giorno. È importante che venga creata la ventilazione.

Per quanto riguarda le dimensioni, quando si sceglie una cintura, è necessario prestare attenzione ad essa. In caso contrario, indossare a lungo termine sarà dannoso per l'intestino, che non dovrebbe essere eccessivamente teso in nessuna circostanza. La solita larghezza della benda è di 23 centimetri.

Per scegliere correttamente la benda postoperatoria, è necessario misurare la circonferenza addominale e aggiungervi un paio di centimetri perché la sutura deve essere nascosta. Di solito le cinture speciali sono fatte in larghezze di 20, 25, 28, 30 cm.

Come indossare e indossare la benda postoperatoria, informare il medico curante. La cintura correttamente selezionata aiuta a ridurre il carico sugli organi addominali, in particolare per alleviare le patologie intestinali e la comparsa di ernia postoperatoria.

Pertanto, affinché il processo di recupero proceda in modo sicuro dopo la rimozione dell'utero, è necessario applicare una benda postoperatoria che possa essere facilmente nascosta sotto i vestiti. Aiuterà la cucitura a crescere insieme e non a disperdersi. Quanto indossare una benda, determina il medico, ma non il paziente.

Bendaggio dopo la rimozione della cistifellea: come scegliere come indossare, recensioni

Bendaggio dopo chirurgia addominale: perché è necessario?

Il compito della benda postoperatoria è di mantenere gli organi in una posizione normale, per facilitare la guarigione delle suture, per eliminare la possibilità di formazione di ernie, cicatrici e aderenze. Questo accessorio medico non consente alla pelle di allungarsi, protegge i punti vulnerabili dopo l'intervento chirurgico da infezioni e irritazioni, allevia i sintomi del dolore, contribuisce alla conservazione dell'attività fisica e al recupero più rapido. Svolge anche funzioni estetiche, consentendo al paziente di sentirsi sicuro e avere un aspetto dignitoso. In questo caso, non devi confondere la benda con grazia, non dovrebbe stringere e comprimere il corpo.

Non tutte le operazioni sulla cavità addominale richiedono l'uso obbligatorio di una benda. Ad esempio, alcuni medici ritengono che dopo l'appendicite, che è passata senza complicazioni, è sufficiente applicare una benda. In questo caso, una benda che viene indossata per diverse ore potrebbe impedire la guarigione delle suture.

Un'indicazione per indossare una medicazione di fissazione può essere la rimozione dell'utero (isterectomia), la rimozione dell'appendice, l'ernia, la resezione gastrica o la chirurgia cardiaca. Gli accessori di fissaggio possono essere necessari quando si omettono gli organi interni e dopo interventi cosmetici (ad esempio, la rimozione del grasso sottocutaneo).

Tipi di bende postoperatorie

Questo corsetto regola la forza di tensione grazie a un sistema a tre fasi di circonferenza addominale

In tutti i casi, sono necessari diversi tipi di prodotti. Tutto dipende da quale operazione è stata eseguita e da quale parte del corpo ha bisogno di supporto e fissazione degli organi interni. Per scegliere il modello giusto, prendere in considerazione le raccomandazioni del medico curante.

L'aspetto della benda può essere diverso. Più spesso, assomiglia ad una larga cintura stretta avvolta intorno alla vita. Ci sono anche modelli sotto forma di pantaloni allungati con una fascia di sostegno. Tali opzioni sono adatte dopo la rimozione di appendicite, utero o dopo taglio cesareo.

La benda postoperatoria sul torace può assomigliare a una camicia. È raccomandato dopo un intervento chirurgico al cuore. Questi modelli sono dotati di larghe cinghie regolabili, che possono essere fissate a diversi livelli.

In alcuni casi, la benda postoperatoria sulla parete addominale presenta slot speciali che sono necessari, ad esempio, per i catheriges. Modelli progettati per le donne e che chiudono il petto, possono avere aperture al posto delle ghiandole mammarie.

Molti modelli di bende sono progettati per una lunga durata. Non solo fissano le cuciture postoperatorie, ma riducono anche il carico sulla schiena e mantengono la postura normale.

Indossare un corsetto mentre si è sdraiati per garantire il corretto supporto degli organi interni.

È possibile acquistare un prodotto di qualità e sicuro in una farmacia o in un negozio online. Ma c'è una scelta molto più ampia in aziende specializzate come Medtekhnika o Trives. Qui è possibile scegliere una fasciatura postoperatoria sulla cavità addominale, regione toracica, fasciatura dopo chirurgia cardiaca, nonché prodotti speciali raccomandati dopo appendicite, chirurgia plastica o dopo la rimozione dell'utero. Ad esempio, nell'assortimento "Trives" si possono trovare sia cinturini semplici con chiusure a velcro sia modifiche complesse del tipo a corsetto con inserti di trascinamento, cinghie e cinghie regolabili.

Nell'assortimento ci sono prodotti realizzati con tessuto con impregnazione antiallergica, progettato per pelli sensibili, facilmente irritabile. Trives, Medtekhnika e altre società coinvolte nella vendita di accessori medici vendono i loro prodotti all'ingrosso e al dettaglio. I prezzi dipendono dalla complessità del modello e dalla composizione del tessuto.

Materiali per la fabbricazione di corsetti

Corsetto speciale con foro per il calaprio

In alcuni casi, la benda di fissaggio è meglio cucire su ordine. È difficile farlo da soli, quindi è meglio acquistare il prodotto. Vale la pena considerare che la produzione individuale di accessori medici è più costosa, quindi è necessario calcolare in anticipo la fattibilità di tale acquisizione. I medici non raccomandano l'acquisto di bende usate. Tali prodotti nel processo di calzini possono allungarsi ed è improbabile che eseguano le funzioni assegnate a loro. Inoltre, non è igienico: durante l'operazione, il sangue e le scariche purulente che possono causare l'infezione possono penetrare nel tessuto.

La maggior parte delle bende postoperatorie sono realizzate con materiali elastici e confortevoli da indossare. Può essere tessuto gommato, cotone con l'aggiunta di elastan o lycra. Le migliori bende sono fatte di tessuti che assicurano la rimozione tempestiva dell'umidità dalla superficie della pelle. Tali prodotti, ad esempio, offrono "Trives". In questo modello, il paziente non sentirà il disagio e i punti guariranno più velocemente.

I prodotti ortopedici di alta qualità sono densi, ma non rigidi, non si deformano dopo l'usura, forniscono un supporto uniforme agli organi interni, senza schiacciarli o pizzicarli.

È auspicabile che i modelli abbiano elementi di fissaggio robusti e ben fissati. Opzioni molto convenienti con un nastro adesivo largo che garantisce una buona vestibilità del prodotto. In alcuni casi, inserire i fermagli sui pulsanti o sui ganci, allacciatura o stringhe. È importante che questi elementi non irritino la pelle e non premano sull'area delle cuciture.

Come scegliere una benda adatta

Prima di acquistare devi misurare la vita. Per selezionare una benda dopo un intervento chirurgico al cuore - per misurare la circonferenza del torace. Più precise sono le misure, migliore sarà il prodotto sul corpo. Ad esempio, le bende da Trives hanno fino a 6 dimensioni, da cui è possibile scegliere quella ideale per un particolare paziente.

Importante e la lunghezza del prodotto. La benda postoperatoria scelta in modo appropriato chiude completamente la sutura e deve esserci almeno 1 cm di tessuto sopra e sotto di esso. Non si dovrebbe comprare un modello troppo lungo, i bordi liberi si avvolgeranno, causando disagi.

Corsetto stretto per il peritoneo superiore

La benda postoperatoria è meglio indossare sdraiati. Di solito è indossato sulla biancheria intima, ma in alcuni casi è accettabile indossarlo direttamente sul corpo. Ad esempio, questa categoria include i prodotti Trives, realizzati in maglia traspirante e che non interferiscono con la rimozione dell'umidità dalla pelle. Il prodotto è sovrapposto all'area addominale, avvolto attorno al corpo e quindi fissato con dispositivi di fissaggio.

Il tessuto deve aderire saldamente al corpo, non penzolare e non scivolare. Tuttavia, si dovrebbero evitare eccessive spremute e pizzicotti. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla zona di cucitura. Il tessuto non deve strofinarli, può causare irritazioni. È importante che i fermagli non cadano sulle cuciture.

Se il modello ha inserti di supporto, è necessario accertarsi che siano nei posti giusti, senza spremere lo stomaco, ma supportandolo.

È auspicabile che il primo intervento sia stato eseguito da un medico. Deve stabilire il grado di fissazione e insegnare al paziente come fissare correttamente il prodotto. Le bende possono essere divise in femmine e maschi.

L'essenza del dispositivo

La benda postoperatoria, o addominale, sulla cavità addominale (addome) è un dispositivo ortopedico che trattiene tutti gli organi in una posizione normale mantenendo i muscoli addominali ed eliminando la divergenza delle suture chirurgiche. Viene indossato solo su consiglio di un medico nel periodo iniziale del recupero postoperatorio. Solo un medico può valutare il bisogno, il tipo e la durata richiesti di indossare una benda, in base al tipo di operazione, alle complicanze, all'età e alle caratteristiche individuali dell'organismo.

Non tutte le operazioni sugli organi addominali richiedono l'uso di questo dispositivo. Ad esempio, in caso di rimozione con successo di appendicite, è sufficiente applicare una benda di fissaggio.

Al centro, la benda dopo un'operazione sulla cavità addominale è costituita da elementi elastici piuttosto densi che circondano l'area operata in un anello. Non dovrebbe spremere fortemente il tessuto, ma la fissazione della parete addominale anteriore e degli organi interni nella posizione anatomica desiderata dovrebbe essere affidabile. L'area coperta dalla benda può essere diversa e dipende dal tipo di operazione e localizzazione dell'organo operato.

Installando la benda, vengono risolti i seguenti compiti:

  1. Manutenzione affidabile degli organi interni nella posizione fornita dall'anatomia umana.
  2. Ridurre il dolore e il disagio durante il movimento.
  3. Ridurre il rischio di complicanze postoperatorie sotto forma di divergenza della giuntura, ernia, aderenze, stenosi cicatriziali.
  4. Fornire una cicatrice postoperatoria ottimale, vale a dire una cicatrice dalle dimensioni più piccole.
  5. Normalizzazione della circolazione sanguigna e linfatica, che stimola il processo di rigenerazione.
  6. Eliminazione di complicazioni come gonfiore ed ematomi.
  7. Garantire le capacità motorie di una persona, e talvolta anche l'inizio del lavoro.
  8. Ridurre il carico sulla colonna vertebrale, che è particolarmente importante in presenza di osteocondrosi e ernia intervertebrale.
  9. Formazione di figure estetiche (una persona appare snella e in forma).

Indossare una benda è obbligatorio per i pazienti con una maggiore massa corporea, con una grave condizione postoperatoria e un forte indebolimento del corpo, per i pazienti più anziani. Il dispositivo di fissaggio è raccomandato per le donne che hanno partorito con un taglio cesareo per la cura completa del bambino. La sua necessità sorge quando si fissano i risultati delle operazioni cosmetiche.

Design del prodotto

Data la varietà di effetti chirurgici, vengono forniti vari tipi di bende postoperatorie. Possono avere un modulo standard ed essere acquistati in forma finita. Puoi cucire il dispositivo da solo, in base al fisico, ma sempre secondo le raccomandazioni di uno specialista.

Ci sono 2 tipi principali di bende addominali:

  1. Design universale, utilizzato in tutti i tipi di operazioni.
  2. Il design con una specializzazione ristretta svolge funzioni specifiche: dopo l'intervento chirurgico sull'intestino, dopo taglio cesareo, resezione renale.

La benda può avere una forma diversa. L'opzione più comune sotto forma di una cintura densa di maggiore elasticità, che si sovrappone al corpo. La benda, che è un pantalone allungato con una cintura, viene applicata dopo l'intervento chirurgico degli organi pelvici e dell'appendice. Se è prevista la rimozione della colostomia, viene creata una fessura per installare il ricevitore delle feci. In alcuni casi, si consiglia di rafforzare la fissazione, che è garantita dall'inserimento delle nervature di irrigidimento degli elementi in plastica nel disegno della benda. Durante le operazioni nella parte superiore del peritoneo, il dispositivo di ritenzione può essere sotto forma di una camicia speciale. Questi modelli sono dotati di cinghie larghe con regolazione, che consente il montaggio a diverse altezze.

Scegliere una benda

La scelta del modello e delle dimensioni del prodotto è un evento responsabile, che dovrebbe essere preso sul serio. La corretta selezione della benda richiede la considerazione dei seguenti parametri:

  1. Diametro di copertura Per tenere conto di questo parametro, misurare il volume della vita. Qualsiasi prodotto di qualità è regolabile in lunghezza, ma viene fornito solo in un determinato intervallo. Ecco perché le bende hanno 6-7 dimensioni ed è importante sceglierlo correttamente. Una compressione eccessiva può avere l'effetto opposto e indesiderato. Tali dimensioni standard sono praticate: S - fino a 85 cm, M - 85-95 cm, L - 95-105 cm, XL - 105-120 cm, XXL - 120-135 cm, XXXL - più di 135 cm.
  2. Larghezza di copertura La benda viene scelta in modo da coprire completamente la giuntura con un margine di 10-15 mm in entrambe le direzioni. La larghezza più comune è di 23 cm. Le bende di larghezza maggiore possono raggiungere 32-35 cm.
  3. Il materiale del prodotto. Il miglior materiale per uso medico è il tessuto di cotone, che non causa allergie. L'elasticità aumentata è ottenuta dall'introduzione delle fibre di poliammide. Non sono raccomandati tessuti sintetici puri, poiché spesso causano irritazione alla pelle.
  4. Elementi di fissaggio Gli elementi di fissaggio dovrebbero fornire un fissaggio forte e affidabile con una certa tensione. I più comunemente usati per questi scopi sono i nastri adesivi (2-3 strati). Nelle operazioni cosmetiche, la preferenza è data ai ganci disposti su più file, il che consente un ulteriore rafforzamento del corpo.

Cercare il prodotto selezionato è meglio farlo in posizione supina. La benda dovrebbe adattarsi perfettamente alla pelle, ma non creare un carico compressivo che causi disagio. Il dispositivo non deve muoversi quando si muove e cambiare la sua forma originale. La scelta della benda addominale ha un approccio strettamente individuale. Il riutilizzo del prodotto non è fatto, perché si allunga gradualmente e perde la sua elasticità.

Perché hai bisogno di una benda dopo l'intervento chirurgico

La benda addominale dopo l'intervento chirurgico sulla cavità addominale svolge diverse funzioni contemporaneamente:

  • mantiene gli organi nella posizione corretta, non permettendo loro di muoversi;
  • accelera la cicatrizzazione delle suture postoperatorie;
  • riduce il rischio di ernia;
  • ripristina l'elasticità della pelle;
  • protegge le cuciture dalle infezioni;
  • riduce il dolore:
  • elimina gli ematomi e il gonfiore.

Suggerimento: In molti casi, la fasciatura postoperatoria aiuta a mantenere la mobilità. Non ostacola eccessivamente il movimento, mentre non consente al paziente di dimenticare e fare movimenti improvvisi.

Il più delle volte le cinture addominali vengono utilizzate per l'isterectomia (rimozione dell'utero), dopo la rimozione di ernie e resezione dello stomaco, così come dopo un intervento di chirurgia plastica, ad esempio dopo l'espulsione del grasso sottocutaneo.

Non tutti i medici sostengono l'uso della benda postoperatoria. Ad esempio, dopo la rimozione dell'appendicite senza complicazioni, può essere applicata una normale benda.

Vale la pena ricordare che in presenza di alcune malattie croniche, in particolare quelle che sono accompagnate da edema, il medico può proibire l'uso della benda postoperatoria. Inoltre, non è prescritto per punti di sutura postoperatori (se sanguinano, fester, ecc.).

Tipi di bende postoperatorie sullo stomaco

La moderna benda postoperatoria sulla parete addominale è una larga cintura elastica che avvolge la vita. A seconda dei modelli, viene utilizzato per influenzare determinati organi interni. La regolazione a più stadi della forza di una tensione aiuta a regolare idealmente una benda su una figura.

Se l'operazione è stata eseguita sull'intestino, potrebbe essere necessaria una benda per i pazienti ostomici. In questa cintura viene fornito un dipartimento speciale attraverso il quale vengono rimossi i prodotti dell'attività vitale dell'organismo.

Un gruppo separato è rappresentato da bende anti-retina postoperatorie. Sono utilizzati dopo la rimozione dell'ernia e come mezzo per ridurre il rischio di neoplasie.

Suggerimento: Molte bende dopo l'intervento devono essere indossate per un lungo periodo, mentre il prodotto svolge non solo il fissaggio e la correzione delle funzioni, ma supporta anche la colonna vertebrale e allevia i muscoli della schiena.

Come scegliere una benda adatta

Uno dei criteri più importanti nella selezione di una benda dopo un'operazione sull'addome diventa la dimensione. Il parametro che definisce è la circonferenza della vita. Viene misurato con un nastro di misurazione, strettamente aderente al corpo, ma non troppo stretto.

Attenzione! L'altezza della benda deve essere tale che il prodotto copra completamente le suture postoperatorie.

Un errore di dimensioni porterà a tristi conseguenze. Una benda eccessivamente grande non adempie alle sue funzioni (non fissa gli organi, non sopporta la parete addominale), e troppo piccola causerà enormi danni alla salute, causando l'interruzione dell'afflusso di sangue e la morte dei tessuti.

I materiali sono un altro parametro a cui devi prestare molta attenzione. Le bende addominali sono realizzate con tessuti naturali ipoallergenici e ben ventilati che forniscono il microclima desiderato. La pelle sotto di loro non sudore, le cuciture rimangono asciutte. Tali materiali includono lattice gommato, cotone con elastan o lycra.

È meglio prestare attenzione ai modelli con regolazione multistadio. Tali prodotti sono più facili da adattare alle dimensioni richieste. La prima installazione della fascia postoperatoria deve essere eseguita sotto la guida del medico curante che aggiusterà la densità di adattamento del modello. Così spesso succede, perché dopo l'operazione il paziente deve passare un po 'di tempo nel reparto ospedaliero.

Quando arriva il momento di comprare una benda postoperatoria, c'è un lavaggio per andare con il più vicino salone ortopedico o una farmacia specializzata. Spesso questi punti vendita si trovano proprio nelle cliniche. La scelta in loro è più, ma il prezzo per un modello specifico può essere leggermente sovrastimato. Puoi guardare la benda nella clinica e poi istruire i parenti ad acquistare un'opzione simile in città. Le bende della "Unga" della produzione russa differiscono in prezzi abbastanza ragionevoli.

Un enorme "plus" di visitare l'orto-salone è la presenza di un medico in esso, che ti aiuterà a scegliere la benda giusta sulla base delle raccomandazioni del medico.

L'opzione ideale è una benda addominale, che viene fissata con un ampio nastro adesivo. È inoltre consentito l'uso di ganci, dispositivi di fissaggio, allacciatura, ma in questo caso è necessario prestare attenzione al fatto che questi elementi non causino disagio.

Assicurati di provare una benda prima di acquistare. Se i suoi singoli elementi, ad esempio, cuciono, scuriscono la pelle, è meglio rifiutarsi di acquistare questo prodotto.

Suggerimento: Bendaggio ortopedico di qualità stretto, ma non duro. Non si deforma durante l'usura, i bordi non sono piegati o scaricati. Supporta in modo uniforme la cavità addominale, non schiaccia gli organi interni, non interrompe l'afflusso di sangue.

Come e quanto indossare bende postoperatorie

  • Molto spesso, la cintura postoperatoria deve essere indossata per una settimana o due. Questo periodo è sufficiente per superare la minaccia di divergenza dei giunti e la posizione degli organi interni si è stabilizzata.
  • È necessario preparare per il fatto che dopo operazioni complesse, così come in presenza di complicazioni, indossare una fasciatura avrà un mese o anche di più. La decisione quando il paziente può rifiutarsi di utilizzare l'accessorio, richiede solo un medico. Di solito la benda dopo l'intervento chirurgico non viene indossata per più di 3 mesi, perché in futuro aumenta il rischio di atrofia dei tessuti muscolari.
  • Indossare una benda non è costantemente raccomandato. Il tempo medio giornaliero non dovrebbe superare le 6-8 ore e le pause di mezz'ora dovrebbero essere prese ogni 2 ore. Tuttavia, il tempo totale e le pause possono essere modificati per adattarsi alla situazione specifica del paziente.
  • È meglio indossare una benda su vestiti di cotone (preferibilmente senza cuciture). In alcuni casi, il medico può raccomandare di indossare un corpo nudo, ma in questo caso vale la pena di pensare a un modello di ricambio per mantenere un adeguato livello di igiene.
  • La prima volta che si indossa la benda postoperatoria dovrebbe essere in posizione prona. È necessario prima rilassare gli organi interni occupati nella corretta posizione anatomica. Nella fase finale di utilizzo dell'accessorio, puoi indossarlo stando in piedi.
  • Di notte, la benda deve essere rimossa, salvo diversa indicazione da parte di un medico.

Suggerimento: Non abbandonare bruscamente l'uso di un'ortesi. È necessario ridurre gradualmente il tempo in modo che il corpo possa adattarsi tranquillamente alle nuove "regole del gioco".

L'operazione è un enorme stress per il corpo. Per aiutarlo nella ripresa è possibile la benda postoperatoria. Tuttavia, sarà efficace solo se il tipo e la dimensione sono scelti correttamente.

video

Indossare una benda dopo la chirurgia addominale

La colecistectomia aperta (laparotomia) è attualmente utilizzata solo in casi eccezionali quando si rimuove questo organo, quando si opera su pazienti con colelitiasi grave, aggravata da complicanze concomitanti, così come nei casi in cui la laparoscopia è controindicata in un paziente per qualsiasi motivo. In tutti gli altri casi, viene utilizzata la tecnica laparoscopica, che è meno traumatica e consente di recuperare più velocemente.

Durante la laparotomia, viene effettuata una grande incisione nella regione dell'ipocondrio destro, quindi i tessuti e gli organi vengono spostati forzatamente su un lato per poter accedere all'organo operato, che viene sezionato insieme alle navi e ai dotti biliari più vicini.

Per evitare l'infiammazione e rimuovere i liquidi postoperatori, il drenaggio viene posizionato e la ferita chirurgica viene suturata. Naturalmente, la riabilitazione dopo tale intervento dura molto più a lungo ed è più difficile che dopo la laparoscopia della cistifellea. Inoltre, il rischio di complicanze dopo la chirurgia addominale è molto più alto.

Queste complicazioni includono:

  • lesione ai vasi sanguigni vicini;
  • il verificarsi di sanguinamento dall'arteria della vescica;
  • ingresso di bile negli organi addominali;
  • il rischio che le giunture possano rompersi;
  • suppurazione della ferita;
  • aspetto dopo l'ernia e così via.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di complicanze dopo la laparotomia della colecisti, il chirurgo raccomanda vivamente (e addirittura commette) al paziente di indossare una benda di supporto, che la parete addominale anteriore è ben fissata e riduce significativamente il carico sulla parte operata del corpo.

Ciò consente anche in caso di una cucitura insufficientemente qualificata di una ferita in atto per impedire divergenza della cucitura e la comparsa di ernia postoperatoria. Inoltre, qualsiasi tensione nella cavità addominale dopo una tale operazione provoca dolore, e la benda stretta, che è la benda, riduce significativamente la sua intensità. Bene, e infine, indossare una benda medica consente alla cicatrice postoperatoria di diventare gradualmente una cicatrice elastica e poco appariscente.

Termini di indossare una benda dopo la chirurgia addominale

Molti pazienti operati fanno la domanda: "Quanto indossare una benda dopo aver rimosso la cistifellea?" La durata di questo periodo temporaneo è di solito prescritta dal medico curante, tenendo conto di fattori quali l'età, il sesso e il peso corporeo del paziente, ha malattie croniche e anche in base alle condizioni fisiche generali del paziente dopo colecistectomia.

Di solito i pazienti fisicamente sani e giovani indossano questo fissativo per due o tre mesi. Se il paziente è grasso e pieno, ha una pancia flaccida, quindi un tale prodotto per il fissaggio della cavità addominale deve essere indossato per almeno sei mesi o anche sette mesi, rimuovendolo periodicamente in un'atmosfera rilassata per evitare la comparsa di dermatite da pannolino.

D'altra parte, è anche impossibile superare i termini raccomandati da un medico per indossare una benda, poiché in tali casi si sviluppano atrofia muscolare e atrofia dei legamenti nella cavità addominale.

Bendaggio dopo rimozione della cistifellea laparoscopica

Con il metodo di chirurgia laparoscopica, il chirurgo nella zona addominale fa 4 piccole punture (un centimetro di diametro). Quindi, attraverso di loro, il medico inserisce una videocamera e strumenti speciali nell'area operativa, e con il loro aiuto rimuove completamente la cistifellea. Come potete vedere, tale chirurgia è molto meno traumatica (rispetto alla laparotomia) e gli organi interni circostanti non sono interessati.

Il periodo di riabilitazione dopo colecistectomia, condotto in questo modo, è molto più breve (ad esempio, dall'ospedale del paziente, di regola, viene dimesso il secondo o il quarto giorno del campo operativo). Inoltre, la laparoscopia riduce al minimo il rischio di aderenze, ernie e altre complicanze postoperatorie.

Ho bisogno di una benda dopo la laparoscopia della cistifellea? Qui le opinioni dei medici specialisti sono divise. A volte il chirurgo ritiene di indossare il dispositivo di fissaggio opzionale e non lo consiglia al paziente; in altri casi, il chirurgo può semplicemente obbligare il paziente a indossare una benda durante tutto il periodo di recupero.

In altre parole, la decisione di utilizzare un tale fissativo della sezione addominale è di esclusiva competenza del medico curante, che si basa sulle caratteristiche individuali dell'organismo di ciascun paziente, tenendo conto del suo attuale stato di salute e stato di salute.

Tuttavia, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che anche dopo una laparoscopia di successo della cistifellea, anche se è ancora necessario indossare una benda per un periodo di 2-5 giorni. Ciò consentirà un rapido recupero del tono muscolare e ridurrà significativamente il disagio iniziale che si verifica dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea nella cavità addominale gonfia.

Regole di indossare una benda

La benda di supporto è una speciale cintura a maglia, il cui uso durante il periodo postoperatorio di recupero aiuta a prevenire possibili complicazioni.

Per indossare questa cintura ha l'effetto desiderato, dovresti seguire alcune regole:

  • la benda va messa immediatamente, nel primo giorno postoperatorio, quando il paziente è in grado di alzarsi in piedi, poiché sono i primi giorni dopo la colecistectomia - la più critica (se li consideriamo nell'aspetto delle complicazioni);
  • la dimensione della fascia benda dovrebbe adattarsi al paziente specifico;
  • deve essere indossato correttamente per evitare dolore e altri disagi;
  • durante le ore di riposo e durante il sonno, la benda deve essere rimossa, in quanto ciò consente di evitare un aumento del livello di pressione nella cavità addominale, che influisce negativamente sul sistema cardiovascolare del paziente;
  • È anche impossibile stringere fortemente questo fermo, poiché impedisce l'accesso di ossigeno all'area operata e aumenta la pressione intra-addominale.

Funzioni di bendaggio postoperatorio

Una benda dopo un'operazione complessa è necessaria per mantenere gli organi in una posizione normale. I punti postoperatori guariscono più velocemente, le cicatrici diventano meno evidenti. Indossare una medicazione addominale riduce al minimo il rischio di ernia, aderenze e cicatrici anormali dei tessuti.

L'accessorio medico correttamente utilizzato risolve i seguenti compiti:

  1. Allevia il dolore e il disagio durante la guida;
  2. Avverte la discrepanza delle suture postoperatorie, delle stenosi cicatriziali;
  3. Migliora la circolazione di linfa e sangue, che accelera significativamente il processo di guarigione;
  4. Ti permette di migliorare l'attività motoria dei pazienti che hanno subito interventi gravi (amputazioni, rimozione di organi, chirurgia cardiaca complessa);
  5. Riduce significativamente il livello di carico sulla colonna vertebrale, che è particolarmente importante per i pazienti con osteocondrosi o ernia vertebrale.

Il prodotto protegge la pelle e il tessuto muscolare da un eccessivo allungamento. Un accessorio medico esteticamente e fisiologicamente consente a una persona di sentirsi molto più a suo agio.

Indicazioni per l'uso

È importante non confondere la fasciatura medica e la biancheria intima correttiva o dimagrante. Non dovrebbe spremere o pizzicare organi o parti del corpo. Indicazioni dirette per indossare questo dispositivo sono:

  1. Rimozione dell'utero;
  2. Rimozione dell'appendice;
  3. Resezione dello stomaco;
  4. Eliminazione di ernie di vario tipo e localizzazione;
  5. Chirurgia di bypass delle arterie coronarie e altri complessi interventi chirurgici al cuore;
  6. Fissazione di elementi per il mantenimento di organi soggetti a omissione patologica;
  7. Alcune procedure cosmetiche (rimozione dello strato di grasso sottocutaneo in grandi quantità).

Tipi di bende

La benda postoperatoria, come prodotto medico, può essere selezionata solo con l'aiuto di un medico. Esistono diversi tipi di questi accessori, che differiscono in modo significativo l'uno dall'altro.

Esistono due tipi principali:

  • Sistema universale per la riabilitazione di tutti i pazienti che necessitano di riabilitazione dopo chirurgia addominale;
  • La fasciatura di un profilo altamente specializzato, il cui utilizzo è finalizzato all'eliminazione di uno specifico problema specifico. Ad esempio, per riabilitare una donna dopo la resezione dell'utero o per assicurarsi che l'ernia inguinale non si ripresenti dopo l'intervento chirurgico.

Caratteristiche del design

La benda dopo un'operazione su una cavità addominale ricorda a una cintura densa con struttura elastica. La tela ampia è fissata attorno al busto. Questo prodotto sembra qualcosa tra un corsetto e una cintura.

Dopo l'intervento chirurgico per la resezione dell'utero o la rimozione della tuba di Falloppio, si raccomanda ai pazienti di indossare modelli che somigliano a mutandine con una banda larga. Se durante l'operazione il chirurgo ha formato una colostomia, quindi selezionare un dispositivo medico con uno slot per un catetereel.

A volte i pazienti necessitano di una fissazione extra forte. Per questi scopi, utilizzare accessori ortopedici con costole di plastica.

La benda dopo un complicato intervento al cuore è un po 'come una camicia. I modelli sono dotati di cinturini larghi regolabili che consentono di impostare i punti di fissaggio a diversi livelli. Alcuni prodotti suggeriscono la presenza di fori per le ghiandole mammarie.

materiale

La maggior parte delle bende sono realizzate con materiali elastici di alta qualità che sono comodi da indossare e fanno anche un buon lavoro con le attività mediche. Materiali più popolari:

  1. Tessuto gommato;
  2. Cotone con elastan;
  3. Cotone a base di lycra.

La benda postoperatoria deve avere un forte fissaggio o un nastro in velcro. In alcuni casi è opportuno utilizzare modelli su pulsanti o ganci. La cosa principale è che non irritano la pelle.

Come scegliere un prodotto per te

Prima di acquistare un accessorio medico, misura il girovita. Più accurate sono le misure, più confortevole sarà il modello selezionato.

Oltre alla larghezza, un parametro importante è la lunghezza del prodotto. La benda dovrebbe chiudere completamente la sutura postoperatoria, indipendentemente dalla posizione della cicatrice: sul torace o sull'addome inferiore dopo la rimozione dell'utero.

Sfumature delicate

Modelli troppo ampi non sono pratici. I bordi possono piegare, arricciare, ferire la pelle delicata e la cicatrice postoperatoria. Ad esempio, i pazienti sottodimensionati con una cicatrice situata sotto l'ombelico, eseguiranno accessori stretti con una larghezza non superiore a 25 centimetri.

Metti il ​​prodotto di solito sdraiato. Praticate due opzioni:

  • Mettendo il dispositivo sulla biancheria intima;
  • Utilizzando l'accessorio sul corpo nudo.

Aiuto esperto

In ogni caso, il tessuto deve essere igroscopico e di alta qualità. I modelli completamente sintetici possono causare irritazione, quindi è meglio dare la preferenza ai materiali su base naturale.

Il primo montaggio dovrebbe avvenire nello studio del medico. Aiuterà a mettere il prodotto in modo corretto, verificare che i punti di fissazione indicati corrispondano alla norma fisiologica e che gli elementi ausiliari del modello non esercitino una pressione inutile, non danneggino la pelle o la cicatrice postoperatoria.

Informazioni sul falso risparmio

Categorico vietato l'uso di prodotti usati. Anche se il dispositivo è stato precedentemente indossato da qualcuno di parenti stretti.

Il materiale tende a consumarsi e ad allungarsi. Ciò significa che il prodotto utilizzato non può più fornire la compressione necessaria.

I tessuti delicati non possono essere lavati con una macchina da scrivere, bollire e disinfettare. Le bende possono essere lavate solo a mano. Ciò significa che il materiale biologico del precedente proprietario rimarrà sul tessuto, il che può portare a infezioni.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Quali sono i sintomi di un attacco di malattia calcoli biliari?

Epatite

La domanda su come determinare i sintomi di un attacco di malattia calcoli biliari preoccupa molti. I pazienti, di fronte a una condizione dolorosa e pericolosa per la prima volta, sono confusi.

Questa palestra ripristinerà la normale funzionalità della cistifellea, del fegato e del pancreas.

Diete

Ecologia della vita. Salute: questa semplice ginnastica aiuterà a normalizzare il lavoro dell'intestino, a eliminare la stitichezza, la distensione addominale (flatulenza), ad attivare i processi metabolici nella parete addominale anteriore e a risolvere il problema con l'obesità addominale, "eccesso di pancia".

Eliminato gonfiore della cistifellea

Epatite

Scoppio di flatulenza?Chiede Ruth, 28 maggio 20098 ore dopo ogni pasto, la formazione di gas inizia bruscamente nello stomaco, ti irrita incredibilmente, fa male, deve causare esercizi di eruttazione, pressione, ecc.

Tasso di dimensioni del fegato negli adulti e nei bambini

Cirrosi

Il fegato è uno dei più grandi organi umani. Ci sono determinati standard che devono rispettare a seconda del sesso e dell'età della persona. Qualsiasi deviazione da questi indicatori è il primo segnale del suo funzionamento errato.