Principale / Diete

Ascite con cirrosi epatica

Diete

La cirrosi epatica è una malattia sistemica che si verifica a seguito di regolari effetti infettivi o tossici sul tessuto cellulare che forma il fegato. Allo stesso tempo, le cellule stesse perdono le loro proprietà protettive e gradualmente si rigenera nel tessuto connettivo, una zavorra inutile che non svolge alcuna funzione. Di conseguenza, il potenziale di barriera del corpo diminuisce. Le tossine che entrano costantemente nel fegato dal tratto gastrointestinale attraverso la vena porta non sono più completamente filtrate, ma penetrano nella circolazione sanguigna generale e interessano tutti gli altri organi e tessuti del corpo umano.

L'ascite è una delle conseguenze di questo processo patologico, indicando che la malattia è trascurata. La prognosi dipende dallo stadio di sviluppo della patologia. La speranza per il meglio è, ma in alcuni casi, particolarmente complicata da malattie concomitanti, è minima.

Eziologia dell'ascite epatica

L'edema addominale in caso di cirrosi si forma a causa del restringimento dei vasi venosi, che vengono compressi dal tessuto connettivo espanso del fegato e ulteriormente cancellati dall'interno da componenti tossici del metabolismo.

I primi segni della malattia non appaiono immediatamente. Il periodo latente (nascosto) dell'evoluzione della cirrosi può raggiungere fino a cinque anni, a volte anche di più. In questo momento, nel fegato, sottoposti a regolare tossicosi infettiva e chimica, aumentano i seguenti processi:
1. Le cellule vitali si spengono;
2. Il tessuto connettivo, che li sostituisce, aumenta di volume e comprime il sangue e la rete capillare linfatica;
3. I vasi sono "insabbiati" dall'interno dalle tossine non interrotte dalla mancanza di cellule sane;
4. La pervietà generale del flusso ematico intraepatico diminuisce;
5. Aumenta la pressione nella vena porta (v. Porta), che collega l'intestino con il fegato;
6. Una parte del plasma viene espulsa attraverso le pareti della vena nella cavità addominale e si accumula gradualmente come un liquido sieroso sterile e giallastro.
7. L'addome aumenta di dimensioni.

Ecco come avviene l'ascite.
Nelle persone viene spesso chiamato "idropisia". Il nome è figurativo, eloquente. Ma riflette solo l'essenza esterna del problema. I cambiamenti di pathoanatomical e pathophysiological che hanno condotto a questo sono di natura clinica molto più seria.

Ogni sintomo ha certe origini etimologiche.

I principali sono:

a) pressione eccessiva nella vena porta, che impedisce l'assorbimento di nutrienti dal tratto gastrointestinale nel sangue;

b) bassa pressione nella vena epatica che fornisce sangue venoso alla circolazione polmonare e da lì attraverso i polmoni al cuore e l'aorta al grande circolo che distribuisce il sangue arterioso ossigenato a tutti i tessuti e gli organi.

Ecco perché il paziente è soggettivo:

-senza appetito
-si verifica sonnolenza,
-prestazioni ridotte
-la memoria si indebolisce
-appare uno stato d'animo triste.

I sintomi oggettivi includono:

-perdita di peso;
-nausea, vomito;
-tosse, mancanza di respiro;
-calo della pressione sanguigna, che, a sua volta, provoca manifestazioni esterne di stasi venosa del sangue:
-macchie bluastre su viso e corpo;
-gonfiore degli arti (braccia, gambe, naso);
-depositi di grasso sulle cosce e sull'addome;
-ingiallimento della pelle (il risultato di una degenerazione dovuta a insufficiente apporto di sangue);
-sangue nelle feci (emorragie gastrointestinali).

E infine, si ascende. Viene rilevato circa 10 anni dopo l'inizio dei primi sintomi di cirrosi epatica. Durante questo periodo, una media di 1-2 litri di liquido sieroso si accumula nella cavità addominale. Nei casi più gravi, il volume di essudato può raggiungere i 15-25 litri.

-pancia allargata e cedevole;
-fluttuazione della parete addominale - un suono sordo durante la percussione (toccando con le dita);
-sensazione di flusso e riflusso di fluido con palpazione profonda.

Nelle fasi finali dello sviluppo, l'ascite è caratterizzata da:

-gonfiore pronunciato
-rigidità (tensione) della pelle,
-ombelico sporgente,
-le vene di rilievo sulla superficie ventrale,
-ernia della linea mediana dell'addome (come fenomeno associato).

Stage di ascite

Il tempo gioca sempre contro il paziente. I cambiamenti funzionali che si verificano nel fegato a causa di tossicosi o infezioni, nella prima fase, sono ancora abbastanza facili da compensare:

a) cessazione del contatto con tossine (alcoliche, medicinali, industriali);
b) terapia conservativa diretta
-sulla completa eliminazione della fonte di infezione o danno tossico;
-rimozione di sintomi patologici;
-rafforzamento generale del sistema immunitario del corpo (fortificazione, trattamento di sanatorio);
c) misure preventive che impediscono la ripresa della malattia.

Se trascurate tutte queste attività, la fase funzionale passerà a quella refrattaria. Una rigenerazione organica delle cellule epatiche nel tessuto connettivo inizierà con tutte le manifestazioni patofisiologiche associate (per i sintomi, vedi sopra). La suscettibilità al trattamento conservativo diminuirà. In alcuni casi, può essere necessaria una puntura addominale e persino un intervento chirurgico locale (resezione epatica).

La prognosi nella fase refrattaria è moderatamente favorevole. In circa la metà dei casi si verificano ricadute che portano a una diminuzione dei risultati di salute. L'aspettativa di vita media di questi pazienti non supera i 7-10 anni.

Lo stadio di scompenso si verifica per tre ragioni principali:
1. Trattamento insufficientemente efficace nelle due fasi precedenti.
2. Predisposizione genetica alle patologie epatiche.
3. Atteggiamento frivolo del paziente per la sua malattia:
-continua intossicazione del tuo corpo (ad esempio, alcol),
-ignorando o non seguendo correttamente le raccomandazioni del medico curante.

La prognosi è sfavorevole. Il tessuto epatico rinasce quasi completamente nel tessuto connettivo. Il volume di ascite essudato nella cavità addominale raggiunge i 15-25 litri.
Solo il 30-40% del numero di osservati dal vivo a 3 anni.

Sulla fase scompensata (organica), ci sono frequenti lesioni del sistema nervoso centrale, così come il tronco cerebrale. Questa è una diretta conseguenza del loro insufficiente apporto di sangue. Queste patologie aggravano l'ascite. La vita dei pazienti non è più di un anno.

Ascite con cirrosi epatica

Sotto l'influenza di fattori aggressivi (alcol, tossine, virus dell'epatite) il tessuto epatico viene distrutto. Le cellule si spengono gradualmente, vengono sostituite dal tessuto connettivo. La cessazione delle funzioni del corpo provoca gravi conseguenze che non dipendono dalle cause della malattia. L'ascite con cirrosi epatica è l'accumulo di liquido nella cavità addominale, una grave complicanza della malattia, peggiorando seriamente la prognosi del paziente. Cuore e reni possono essere colpiti. Molto spesso, l'accumulo di liquidi causa la crescita addominale.

Cos'è l'ascite?

L'ascite è un accumulo di liquido nello stomaco dovuto alla cirrosi epatica. Ciò accade a causa di un aumento della pressione venosa, del ristagno di sangue. Con una diminuzione del numero di cellule epatiche sane, il sangue è meno purificato e le sostanze nocive si accumulano a causa della produzione insufficiente di proteine ​​ed enzimi. Le pareti vascolari riducono il rendimento. L'equilibrio del fluido, che gradualmente e si accumula nel peritoneo, viene disturbato.

La patologia viene diagnosticata nel 50-60% dei pazienti con cirrosi entro 10 anni dall'identificazione della malattia principale. La complicazione peggiora significativamente il decorso della malattia. L'efficacia del trattamento dell'ascite dipende da quanto tempo è stato rilevato un cambiamento nella struttura dei tessuti e in misura maggiore dagli sforzi del paziente per combattere la malattia.

Le statistiche mediche forniscono tali dati sull'aspettativa di vita con ascite:

  • con una forma compensata di cirrosi - da 10 anni, mentre il fegato continua a funzionare;
  • fase di scompenso senza trapianto - 80% dei decessi nei primi 5 anni;
  • con una tendenza alla ricaduta, resistenza alla terapia - fino a un anno.

motivi

La maggior parte dei casi di ascite provoca una produzione di proteine ​​insufficiente. Attraverso le pareti dei vasi sanguigni, il fluido entra nel peritoneo. L'impossibilità di un fegato danneggiato dalla cirrosi di neutralizzare le tossine provoca un aumento dei livelli di sodio, che mantiene ulteriormente l'umidità nel corpo.

Altre cause di ascite con cirrosi:

  • fallimento del sistema linfatico;
  • aumento della permeabilità dei vasi epatici;
  • disfunzione renale.

Tutti questi fattori rallentano il flusso sanguigno, aumentando la pressione sanguigna. I setti interlobulari epatici contengono molte vene e arterie. La proliferazione del tessuto patogeno li schiaccia, interrompendo l'intero sistema circolatorio. La violazione del drenaggio linfatico innesca un accumulo di linfa nel fegato, da dove penetra nella cavità pelvica.

Una persona sana nello stomaco contiene fino a 200 ml di acqua. Con l'ascite, il volume arriva a diversi litri.

Fase di complicazione

L'ascite è determinata anche negli stadi iniziali della cirrosi mediante ultrasuoni o laparoscopia. Ci sono tali fasi di accumulo di liquidi:

Dalla quantità di fluido

Fino a 3 litri, un leggero aumento nell'addome.

L'aumento di volume fino a 10 litri, nessun stiramento dei muscoli delle pareti dell'addome, curvatura del diaframma

Più di 10 litri. Difficoltà di respirazione, limitazione dell'attività motoria, disturbi del ritmo cardiaco, edema.

Risposta al trattamento

È guarito dopo la terapia.

Le condizioni del paziente si stabiliscono. Il liquido in eccesso rimane.

Il liquido si accumula. La pancia cresce.

La diagnosi tempestiva della cirrosi può rallentare la progressione dell'ascite, alleviare le condizioni del paziente con misure terapeutiche.

sintomatologia

L'accumulo di fino a 1 litro di liquido non provoca il disagio fisico del paziente. All'aumentare del volume, compaiono tali segni:

  • un significativo aumento dell'addome;
  • aumento di peso;
  • sensazione di oscillazione nel peritoneo;
  • il dolore;
  • un suono sordo quando bussa;
  • rapida saturazione, accompagnata da bruciore di stomaco, eruttazione, sensazione di pesantezza;
  • problemi intestinali - stitichezza, diarrea, vomito;
  • insufficienza respiratoria - mancanza di respiro, mancanza di aria, labbra blu, mancanza di respiro, tosse;
  • rigonfiamento dell'ombelico, a volte ernia ombelicale;
  • gonfiore delle gambe.

L'accumulo massimo di liquidi in ascite arriva fino a 25 litri. Dipende dall'elasticità dei tessuti, della pelle, del sovrappeso, di una persona grande o meno. Se l'addome non può più crescere, si verificano rotture di tessuto - questo richiede un intervento chirurgico immediato. Una grave complicanza dell'ascite è la peritonite durante l'infezione. Sarà indicato da elevata temperatura corporea, deterioramento del rumore intestinale, leucocitosi, brividi. La pressione intra-addominale provoca emorroidi, l'ingestione di cibo dallo stomaco nell'esofago e lo spostamento degli organi interni.

Come curare l'ascite?

Il trattamento dell'ascite con cirrosi epatica è efficace nelle fasi iniziali. La terapia è mirata a migliorare il decorso della malattia di base. Senza trattamento per la cirrosi, la lotta contro l'ascite sarà inconcludente. La terapia include:

  • prendere medicine;
  • dieta alimentare;
  • operazione.

Per il trattamento dell'ascite con farmaci, questi farmaci sono prescritti:

Fermare la distruzione dei tessuti, abbassare i livelli di colesterolo.

Sopprimere il virus dell'epatite B o C.

Ripristino della quantità di proteine ​​in una causa autoimmune di malattia.

Ripristina grassi, molecole di carboidrati.

Stimolare il metabolismo

L'effetto dei farmaci assunti è volto a migliorare il metabolismo, diluendo la bile. I farmaci diuretici sono ubriachi sotto il controllo della minzione quotidiana: non dovrebbero essere più di 200 ml, altrimenti il ​​corpo perde elettroliti e il paziente si sente debole.

Lo stadio di scompenso di schiacciamento rende il paziente suscettibile a qualsiasi infezione. Se si sospetta la peritonite, vengono prescritti antibiotici.

Cibo dietetico

La diagnosi di ascite con cirrosi epatica richiede un'alimentazione speciale. Di solito assegnato alla tabella di dieta numero 5. Principi di base della dieta:

  • contenuto calorico di 2500-2900 kcal;
  • limitando cibi fritti, grassi, salati, piccanti;
  • restrizione del cibo che stimola l'attività degli enzimi digestivi;
  • 4-5 pasti al giorno;
  • più fibra vegetale;
  • può essere carne con striature grasse;
  • divieto di alcol;
  • escludere paste fresche, sottaceti, cibi in scatola;
  • il volume di acqua consumata - fino a 1,5 litri.

I prodotti dovrebbero essere consumati a temperatura calda.

Intervento operativo

Se è impossibile curare l'ascite con preparazioni mediche, viene eseguita una puntura chirurgica - laparocentesi. È effettuato in mancanza di una reazione a ricevere diuretici. La rimozione del liquido dalla cavità addominale è un ago speciale in condizioni sterili. Il paziente prevarica la vescica. L'operazione si svolge in anestesia locale mentre si è seduti, se il paziente ha una cirrosi grave - distesa su un fianco. Attraverso una puntura sotto l'ombelico viene rimosso il fluido accumulato.

Una sessione di laparocentesi rimuove fino a 5 litri, poiché un volume più grande può causare un forte calo della pressione. La puntura ripetuta non è raccomandata, può portare a processi infiammatori nel peritoneo, aderenze di anse intestinali, peritonite. Il paziente deve aderire al riposo a letto. Quindi i reni lavorano sodo, migliorando la filtrazione del sangue.

Nel caso della riduzione dell'albumina, è indicata la trasfusione di sangue. Nello stadio scompensato della cirrosi, il trapianto di fegato sarà la salvezza, ma questa operazione è piuttosto complicata e costosa. Inoltre, il paziente non ha sempre la possibilità di attendere un donatore adatto.

La prognosi del trattamento dell'ascite addominale con cirrosi epatica è favorevole nelle fasi iniziali con una dieta speciale e un trattamento regolare.

Metodi popolari

Trattamento completo di ascite con cirrosi epatica con l'uso di rimedi popolari può alleviare significativamente le condizioni del paziente. È necessario usarli accuratamente, con il permesso del dottore. Nel trattamento della cirrosi e dell'ascite usare:

  • baccelli di fagioli;
  • diuretici, tè vitaminici con rosa selvatica, lampone, ribes, mirtillo rosso;
  • decotto di prezzemolo, albicocca;
  • bevande diaforetica;
  • infusioni renali con ginepro, sambuco, fiori di tiglio.

Ottenere disabilità

Per documentare l'incapacità di ascite e cirrosi, saranno richieste conoscenze mediche e sociali sulla base di estratti medici. Il grado di interruzione delle funzioni epatiche determina quale gruppo di disabilità può ricevere un paziente. Gravità stimata della malattia di base - cirrosi e presenza di complicanze.

Lo stadio di scompenso della cirrosi, accompagnato da ascite, porta a una significativa limitazione delle capacità fisiche, della disabilità e della capacità di auto-servizio. Il trattamento più efficace nelle prime fasi della malattia.

L'ascite con cirrosi epatica è una conseguenza

1) + aumento della formazione linfatica nel fegato

2) + iperaldosteronismo secondario

3) ipokaliemia e iponatriemia

5) necrosi degli epatociti

Nello sviluppo di ascite con cirrosi epatica, importanza patogenetica

2) infiammazione peritoneale

4) + ipertensione portale

5) + aumento della produzione di linfa epatica

RAGIONI PER LO SVILUPPO DELL'ASCITIS IN CRIROSI CIRCOLARE

2) + ipertensione portale

3) insufficienza del miocardio

4) + iperaldosteronismo secondario

5) + riduzione della pressione oncotica

Per le ascite è caratteristica

1) + aumento di peso

2) dispnea da sforzo

3) + emergenza di ernia ombelicale

4) riduzione del volume dell'addome

5) + aumento del volume dell'addome

MECCANISMI DI SVILUPPO DI ENCEFALOPATIA EPATICA

1) + violazione della funzione antitossica del fegato

2) + violazione del ruolo del fegato nel metabolismo delle proteine

3) disturbo del metabolismo dei pigmenti

4) metabolismo dei carboidrati

5) disturbi del metabolismo lipidico

SVILUPPO DEI SUPPORTI DI CHOLOMA OSPEDALIERO

1) + infezione intestinale

2) + sanguinamento pesante

3) + necrosi massiva di cellule epatiche

4) + sovraccarico con proteine ​​animali

5) disturbi del microcircolo nel fegato con trombosi

SVILUPPO DEI SUPPORTI DI CHOLOMA OSPEDALIERO

1) + uso di farmaci epato-e cerebrotossici

2) uso di epatoprotettori

3) stile di vita sedentario

4) + insufficienza renale

5) + consumo di alcol

SVILUPPO DEI SUPPORTI DI CHOLOMA OSPEDALIERO

1) uno stile di vita sedentario

2) + bere alcolici

SVILUPPO DEI SUPPORTI DI CHOLOMA OSPEDALIERO

2) + operazioni, compresa l'imposizione di anastomosi portocavale;

3) + acuta e esacerbazione di malattie infettive croniche;

4) + paracentesi con l'evacuazione di una grande quantità di liquido ascitico

5) paracentesi con l'evacuazione di una piccola quantità di liquido ascitico;

SVILUPPO DEI SUPPORTI DI CHOLOMA OSPEDALIERO

1) + sanguinamento esofageo-gastrointestinale;

2) + sovraccarico con proteine ​​alimentari animali;

3) mangiare cibi a base di carboidrati

4) limitare l'assunzione di sale

5) + uso irrazionale di diuretici;

Il coma epatico è una complicazione

1) cirrosi epatica

2) + epatite acuta

3) epatite grassa

4) + epatite tossica

5) + Epatite medicinale

Nelle gravi malattie del fegato, contribuisce allo sviluppo dell'encefalopatia epatica

2) consumo di lattulosio

3) + carico di proteine ​​sul corpo

4) + sanguinamento gastrointestinale

5) + rimozione di una grande quantità di fluido ascitico

194.48.155.245 © studopedia.ru non è l'autore dei materiali pubblicati. Ma offre la possibilità di un uso gratuito. C'è una violazione del copyright? Scrivici | Contattaci.

Disabilita adBlock!
e aggiorna la pagina (F5)
molto necessario

Che cosa è l'ascite nella cirrosi epatica

L'ascite con lo sviluppo della cirrosi è l'accumulo di secrezione nella cavità addominale. Questo processo è non-infiammatorio. Le ascite nella cirrosi epatica si verificano molto spesso, è uno dei sintomi della malattia, che compare nel secondo stadio della malattia. A causa della grande quantità di secrezione, l'addome aumenta di dimensioni, c'è ristagno del liquido sanguigno, peggioramento del flusso linfatico. Questa non è una malattia indipendente, ma uno dei sintomi dei processi patologici nel fegato.

Cos'è l'ascite?

Cos'è l'ascite? L'ascite con cirrosi epatica o idropisia è caratterizzata dall'accumulo di liquidi nell'addome. Di conseguenza, c'è un gonfiore intensamente pronunciato. Questa è una delle complicazioni con cui è accompagnata la cirrosi.

Questa sindrome influisce negativamente sulla salute. Ma con diagnosi e trattamento tempestivi, può essere fermato con successo. Secondo la classificazione internazionale delle malattie della malattia del fegato esiste un codice per MKB 10. L'ascite MKB 10 ha anche un suo codice, nonostante il fatto che non sia una malattia indipendente, ma solo un sintomo di accompagnamento della patologia di base. Secondo ICD 10 il suo codice è R18. Questa patologia viene spesso chiamata idropisia.

Nel numero predominante di situazioni, un tale sintomo si verifica sullo sfondo di insufficienza epatica e cirrosi. La sindrome edema-ascitica nella cirrosi epatica si manifesta sullo sfondo del fatto che tra i due strati del peritoneo avviene una pressione diversa, il liquido filtra attraverso questi strati, dove si accumula. Il trattamento dell'ascite con cirrosi epatica dovrebbe essere tempestivo, nominato solo da un medico. È inaccettabile utilizzare da soli farmaci o metodi discutibili per la cirrosi epatica con ascite.

classificazione

La patogenesi dell'ascite nella cirrosi epatica è dovuta alla quantità di liquido. Secondo il classificatore, ci sono alcuni tipi di sintomi:

  1. Forma iniziale È caratterizzato dall'accumulo di meno di 2 litri di liquido.
  2. Moderato. Accumula fino a tre litri e mezzo di liquido. Questa condizione è accompagnata da difficoltà con lo svuotamento dell'intestino, disturbi negli organi dell'apparato digerente, il petto cresce di dimensioni e si forma un forte gonfiore degli arti inferiori.
  3. Forma massiccia C'è un accumulo di liquidi fino a cinque litri. L'addome è molto teso, ingrandito. Di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta, si sviluppa un forte processo infiammatorio.

I primi segni di idropisia negli adulti si formano quando il liquido diventa più di un litro.

Segni di

La presenza di una piccola quantità di liquido nella cavità addominale solitamente non causa disagio al paziente. Non appena si sviluppa la cirrosi, compaiono i seguenti sintomi:

  1. La cavità addominale aumenta di diametro. La cirrosi può andare letteralmente in idroterapia nel giro di pochi giorni.
  2. La pelle diventa liscia con asterischi vascolari sparsi, vasi o vene a volte dilatati sono chiaramente visibili.
  3. Nella posizione eretta, la pancia si abbassa un po ', e nella posizione supina, i lati sporgono verso i lati, assomiglia al ventre di una rana.
  4. Una persona avverte disagio, dolore allo stomaco, inizia a ingrassare.
  5. Appare una sensazione di "trasfusione di acqua" o "gorgoglio".
  6. C'è mancanza di respiro a causa delle cadute di pressione risultanti, maggiore pressione sul diaframma.
  7. La frequenza cardiaca aumenta, una persona soffre di mancanza di ossigeno. Tali sintomi sono particolarmente acuti in posizione prona, quindi il paziente fa del suo meglio per alleviare le sue condizioni (per esempio, dormendo mezzo addormentato, sostituendo un cuscino sotto la schiena).
  8. A volte c'è anche una bocca blu, tosse parossistica secca.
  9. Le disfunzioni compaiono negli organi dell'apparato digerente.
  10. Con una pressione costante sullo stomaco, c'è una rapida saturazione durante il pasto, c'è una pesantezza nella regione epigastrica, bruciore di stomaco, eruttazione frequente.
  11. In alcuni casi, ci sono periodi di vomito, nelle particelle visibili di massa di cibo non digerito.
  12. Il tratto intestinale può reagire con stitichezza, disturbo delle feci e sviluppo dell'ostruzione intestinale.
  13. Si osservano violazioni della funzione vescicale - vi sono frequenti sollecitazioni a svuotarlo e spesso si sviluppano infiammazioni dei reni e delle vie urinarie.
  14. Ci sono gonfiore delle gambe.
  15. In alcuni casi, la pressione risultante provoca la formazione di un'ernia ombelicale.

I primi segni di idropisia si osservano nel periodo in cui il liquido ha accumulato più di un litro. Oltre ai suoi sintomi, il paziente soffre dell'ulteriore progressione della cirrosi. Di conseguenza, la condizione è esacerbata.

cause di

Perché appare la sindrome? La cirrosi è la causa principale dello sviluppo dell'idropisia. L'eziologia secondo cui si sviluppano la malattia e i suoi sintomi è la seguente:

Quando si sviluppa la cirrosi epatica, le cellule dell'organo muoiono, a seguito delle quali si formano al loro posto delle foche che rendono più difficile la secrezione. Un altro motivo è la formazione di fibre sostitutive nel sito di cellule epatiche morte; il deflusso del sangue e del liquido linfatico è disturbato, la pressione interna aumenta, la condizione è aggravata. La durata di tali processi varia, a seconda che si verifichi il trattamento della cirrosi.

Inoltre, c'è un carico maggiore sull'apparato cardiaco, sullo sfondo del quale può svilupparsi l'insufficienza della sua funzione.

Diagnosi della malattia

Rileva la sindrome ascitica è facile, perché la sua clinica è molto pronunciata. Ma al fine di stabilire una diagnosi affidabile, il medico prescrive ulteriori misure diagnostiche.

Il medico esegue la palpazione, prescrive un coagulogramma, parametri biochimici del fluido emopoietico, emocromo completo. La tempestività della patologia rilevata dipenderà direttamente dal fatto se sia possibile curare quanto una persona può convivere con essa.

Possibili complicazioni

Le complicazioni non sono rari compagni se la cirrosi e l'idropisia si sviluppano. Le principali conseguenze sono:

  • sviluppo di encefalopatia epatica;
  • disfunzione renale;
  • peritonite batterica;
  • formazione di ernia ombelicale;
  • gonfiore del cervello;
  • infezione del segreto.

Per curare la cirrosi e l'idropisia, è importante fare la diagnosi corretta il più presto possibile sulla base di diagnosi e visita medica.

trattamento

La prognosi per il recupero dipende direttamente da quanto tempo è iniziato il trattamento. Se la malattia è nella prima fase, con misure terapeutiche opportunamente designate, è possibile interrompere la sua ulteriore progressione, per prevenire lo sviluppo di conseguenze. Tratta l'ascite dopo aver fatto una diagnosi. È necessario trattare la cirrosi e l'idropisia in modo complesso, sono prescritti farmaci (epatoprotettori, diuretici - diuretici), trattamento con rimedi popolari (decotto di avena, cardo mariano, semi di lino).

Come trattare? Secondo il medico curante, l'obiettivo principale della terapia è curare la cirrosi. La durata della vita del paziente dipende anche da un effetto terapeutico tempestivo avviato.

I primissimi appuntamenti del medico curante sono:

  1. Agente epatoprotettivo (Karsil, Essentiale, Enertiv).
  2. Farmaci sulla base di amminoacidi nella composizione - Ornitina, Metionina.
  3. Farmaci antivirali - Ribavirina.
  4. Farmaci steroidi - Prednisone. Albumina.
  5. Droghe diuretiche - Diakarb, Lasix.
  6. I farmaci diuretici possono anche essere prescritti come profilattici in presenza di cirrosi.

Obbligatorio è una corretta alimentazione per la cirrosi epatica. La dieta in caso di cirrosi epatica è la tabella n. 5. La dieta in caso di ascite da cirrosi epatica è simile, si dovrebbe inoltre regolare il regime di bere, bevendo almeno due litri di acqua potabile pulita durante il giorno (questa è una terapia diuretica, oltre ai farmaci).

Quanto vive con ascite con cirrosi epatica

Quante persone vivono con l'ascite in caso di cirrosi epatica dipende da quale stadio si trova la malattia. L'aspettativa di vita dei pazienti nella fase compensata è più di 10 anni, poiché in questa fase tutte le funzioni del fegato non vengono perse.

Cinque anni possono vivere pazienti con forma scompensata, se il trapianto di organi non viene eseguito in tempo.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di patologie epatiche, si dovrebbero seguire semplici regole: condurre una vita corretta, curare le malattie in modo tempestivo, assumere tutte le medicine secondo il programma prescritto. Se si osserva la profilassi, l'aspettativa di vita è superiore a 10 anni.

Il trattamento prescritto può essere effettuato solo da medici, è vietato l'uso di droghe o metodi tradizionali di trattamento.

Trattiamo il fegato

Trattamento, sintomi, droghe

Le ascite nella cirrosi epatica si formano a causa di

L'ascite con cirrosi epatica, che è l'accumulo di liquido libero nella cavità addominale, è la manifestazione più caratteristica dell'ipertensione portale, cioè l'aumento della sindrome da pressione nel sistema delle vene epatiche.

La comparsa di ascite in caso di cirrosi epatica indica un decorso sfavorevole della malattia e del suo scompenso.

Informazioni generali

L'accumulo di liquido nella cavità addominale può essere osservato oltre alla cirrosi anche in altre malattie:

  • il fegato;
  • epatite alcolica acuta;
  • lesione tumorale - carcinoma epatocellulare;
  • cuore;
  • insufficienza cardiaca congestizia;
  • infiammazione del sacco pericardico - pericardite;
  • grave insufficienza della funzione delle valvole del cuore, in particolare il tricuspide tra il cuore destro;
  • navi;
  • blocco di grandi vasi epatici o vena cava inferiore con trombo e compressione di vasi con tumori e cisti;
  • peritoneo;
  • diffusione tumorale delle metastasi del carcinoma ovarico, pancreatico e del colon;
  • mesotelioma (tumore peritoneale);
  • infiammazione del peritoneo - peritonite;
  • i reni;
  • malattie che portano ad una grande perdita di proteine ​​nelle urine, per esempio, glomerulonefrite;
  • tratto gastrointestinale;
  • pancreatite acuta;
  • celiachia;
  • La malattia di Crohn.

Tuttavia, secondo le statistiche, è la cirrosi epatica che rappresenta l'80% dei casi di ascite rilevati.

Esistono diversi meccanismi per l'aspetto del fluido nella cavità addominale:

  • Ipertensione portale progressiva.

La perturbazione della struttura (architettonica) del tessuto nella cirrosi epatica è caratterizzata dalla compressione di piccoli vasi sanguigni (vene epatiche) dai nodi di rigenerazione e dalla creazione di un ostacolo meccanico al normale deflusso di sangue dalle vene del fegato sostituendo gli epatociti con il tessuto connettivo.

Ciò porta ad un aumento compensatorio della produzione in grandi quantità di linfa - uno dei fluidi corporei, quando invece di 8-9 litri si forma fino a 15-20 al giorno.

Una tale quantità di fluido che il corpo non può rimuovere, e parte di essa inizia a fuoriuscire nella cavità addominale attraverso la capsula del fegato, formando ascite.

  • Violazione della distruzione nel fegato e aumento della formazione dell'ormone aldosterone da parte delle ghiandole surrenali e dell'ormone antidiuretico dalla ghiandola pituitaria con una diminuzione del flusso sanguigno nei reni, poiché il sangue ritorna al cuore e, di conseguenza, il flusso di sangue verso altri organi diminuisce a causa del sangue stagnante nelle vene del fegato. Ciò porta al riassorbimento del sodio da parte dei reni e, di conseguenza, alla ritenzione idrica nel corpo.
  • La diminuzione del livello di proteine ​​- albumina nel sangue a causa di una violazione della sua formazione nel fegato, e quindi la parte liquida del sangue lascia il flusso sanguigno, che porta alla formazione di ascite ed edema.

Manifestazioni cliniche

Il primo sintomo con cui una persona vede un medico può essere un aumento delle dimensioni dell'addome. A volte appare mancanza di respiro - una sensazione di mancanza d'aria, che è associata all'aumento del diaframma con un volume significativo di fluido. Questo potrebbe indicare lo sviluppo di idropisia nella cirrosi epatica.

Durante l'esame, il medico può identificare tali segni di danno epatico come la presenza di "segni del fegato" (vene del ragno, palmi rossi, lingua lampone), ittero, ginecomastia (ingrossamento del seno negli uomini), distensione addominale (flatulenza) e un pattern venoso allargato sul addominale anteriore muro.

Un medico può rivelare un liquido nell'addome se è presente in un volume superiore a 1500 ml.

L'esame dell'addome con cirrosi epatica viene effettuato sia verticalmente che orizzontalmente. La diversa posizione del corpo nello spazio porta ad un cambiamento nella forma dell'addome, quindi in presenza di ascite stando in piedi, l'addome sembra cadente, mentre il fluido si accumula nelle sezioni inferiori, e in posizione orizzontale si accumula nelle sezioni laterali, formando uno stomaco rana appiattito.

Conducendo l'esame, il medico può spesso rivelare un ombelico sporgente, assottigliamento e lucentezza della pelle addominale. La prolungata esistenza di ascite è indicata dalla presenza di bande elastiche sulla pelle - smagliature.

Vengono utilizzati anche metodi di ricerca aggiuntivi - di laboratorio e strumentali.

Le analisi mostreranno i cambiamenti caratteristici della cirrosi epatica - segni di infiammazione, fluttuazioni nel contenuto di enzimi epatici - ALT, AST, GGTP, fosfatasi di seta e altri.

Il metodo di diagnosi precoce è un esame ecografico degli organi della cavità addominale (ultrasonografia dell'OBP), con l'aiuto di cui è possibile rilevare anche una piccola quantità di fluido nell'intervallo di 150-200 ml Per chiarire la diagnosi, a volte viene eseguita una puntura della cavità addominale con un ago speciale e il liquido risultante viene prelevato per l'analisi, determinandone la composizione.

Trattamento dell'ascite

Come trattare ed è possibile curare l'ascite? Questa domanda può essere risolta solo dal medico curante, perché ci sono molte diverse sfumature, indicazioni e controindicazioni all'uso di droghe. Fondamentalmente, sono le tattiche terapeutiche che determinano quanto vivono con l'ascite.

Un adeguato e tempestivo trattamento dell'ascite con cirrosi epatica porta ad una diminuzione dell'incidenza delle complicanze dell'ascite e ad un miglioramento del benessere del paziente.

Viene mostrato il controllo quotidiano della produzione giornaliera di urina (volume di urina escreta), nonché del peso corporeo, e il trattamento è efficace con una diminuzione del peso corporeo non superiore a 500 mg al giorno con solo ascite e 1000 mg con ascite ed edema. Una grande perdita di liquido può aggravare la condizione.

Dieta: mostra la completa esclusione del sale dalla dieta (dieta priva di sale), che non causerà ulteriore ritenzione di liquidi nel corpo. Con lo stesso scopo, si consiglia di consumare non più di 1-1,5 litri di liquidi al giorno, comprese le zuppe.

Preparare il cibo senza aggiungere sale, escludere i prodotti con il suo alto livello iniziale - salsicce, formaggi, sottaceti, pesce e carne in scatola, maionese, salse industriali, fast food (hamburger) e prodotti contenenti lievito o bicarbonato di sodio (torte, torte cottura).

È noto che ogni grammo di sodio trattiene 200-250 ml di liquido nel corpo.

Regime del giorno: un effetto positivo ha il riposo a letto, che migliora l'afflusso di sangue agli organi interni, oltre a limitare l'attività fisica.

Un buon effetto solo usando le raccomandazioni dietetiche e normalizzando il regime quotidiano può essere raggiunto nelle fasi iniziali della malattia, quando le capacità compensative del corpo non sono esaurite.

Tuttavia, se il peso corporeo non diminuisce e la quantità di urina escreta non aumenta, aggiungere metodi medici per il trattamento della cirrosi epatica con ascite.

farmaci

I diuretici (diuretici) aumentano l'escrezione di ioni sodio e acqua. Usa diversi gruppi di farmaci. Il farmaco di scelta è l'effetto bloccante dell'ormone aldosterone Spironolattone, Veroshpiron, Aldactone, Eplerenone, Inspra.

Il farmaco inizia a essere assunto con un piccolo dosaggio, aumentandolo gradualmente, la dose è individuale e dipende dal volume di urina e peso corporeo.

In alcuni pazienti, il miglioramento dello stato non si verifica anche dopo l'assunzione di dosi massime, quindi altri, più potenti, diuretici sono collegati al trattamento: Furosemidem, Lasix, Torasemide, Diuver, Triampur.

Per controllare l'efficacia della terapia diuretica, vengono misurati la diuresi, il volume della vita e il peso corporeo, oltre al controllo del livello di elettroliti nel sangue.

Il trattamento della cirrosi epatica con ascite comprende anche la somministrazione di preparati proteici, in particolare soluzioni della proteina del sangue - albumina.

Tattiche chirurgiche

In alcuni pazienti, anche la terapia intensiva non porta all'effetto atteso, che indica la refrattarietà dell'ascite. In questo caso, le misure mediche consistono nel praticare una puntura della cavità addominale e l'estrazione del liquido - la paracentesi.

Si estrae simultaneamente fino a 3-4 L, oppure la puntura viene combinata con l'introduzione di soluzioni di sostituzione del plasma e di albumina, poiché gli elettroliti e le proteine ​​si perdono insieme al liquido, e possono svilupparsi anche complicazioni, in particolare ipotensione arteriosa o collasso.

Tuttavia, dovresti essere consapevole che la paracentesi è una misura temporanea, perché dopo l'estrazione del liquido, inizia ad accumularsi di nuovo.

Altri tipi di correzione chirurgica dell'ascite:

  • la formazione di un messaggio tra la cavità addominale e la vena cava superiore, contribuendo ad una diminuzione del fluido libero e ad un aumento del volume ematico circolante (shunt venoso peritoneale);
  • la formazione della comunicazione tra le vene del fegato - epatica e portale (shunt portosistemico intraepatico);
  • trapianto di fegato da donatore (trapianto).

Tuttavia, la parte più importante della terapia è il trattamento della malattia di base, cioè la cirrosi del fegato, mantenendo le forze compensative del corpo.

complicazioni

La presenza di fluido libero nella cavità addominale crea il rischio di infezione con lo sviluppo di infiammazione infettiva della copertura peritoneale, lo sviluppo di deficit di funzionalità renale.

La peritonite batterica può manifestarsi con l'aggiunta di sintomi di dolore addominale diffuso senza localizzazione, febbre, vomito, frequenti feci molli, aumento dell'ittero e segni di encefalopatia epatica (indebolimento della concentrazione, ansia immotivata, sonnolenza, stimoli ritardati, comportamento inappropriato, compromissione della coscienza fino al coma).

La diagnosi sarà chiarita dal medico curante con un attento esame, oltre a svolgere ulteriori metodi di esame.

Il trattamento consiste nell'uso di antibiotici - cefalosporine (cefotaxime, ceftriaxone), penicilline (amoxicillina-clavulonato), fluorochinoloni (ciprofloxacina, ofloxacina) e altri.

In assenza di un adeguato trattamento antibiotico, quasi un quarto paziente non sopravviverà.

Per prevenire il ripetersi dei sintomi dopo la peritonite indurita, è necessario assumere farmaci antibatterici del gruppo fluorochinolone (norfloxacina, ciprofloxacina) fino a quando i segni dell'ascite scompaiono o prima di un trapianto di fegato da donatore.

La sindrome epatorenale (epato-renale) è una progressiva insufficienza della funzionalità renale in pazienti con cirrosi epatica e ascite, manifestata da una marcata diminuzione della produzione di urina, fino alla sua completa assenza, bassa pressione sanguigna e dati caratteristici di laboratorio e strumentali:

  • aumenta la creatinina nel sangue;
  • i livelli di sodio e sangue diminuiscono nelle urine;
  • nessun dato per la malattia renale organica;
  • mancanza di altri motivi per lo sviluppo di insufficienza renale.

La tattica medica è l'introduzione di farmaci che migliorano il flusso sanguigno e la funzionalità renale - Octreatis, Vasopressina, Noradrenalina, Dopamina.

Se non curato, il paziente vivrà fino a 2-4 settimane.

prospettiva

La domanda su quante persone vivono con ascite in caso di cirrosi epatica non può essere risolta in modo inequivocabile. Ciò dipenderà da molti fattori, come lo stadio della malattia, le peculiarità del suo decorso nel paziente, il rispetto della terapia prescritta. Influenzeranno se è possibile curarlo Tuttavia, vi è evidenza che con ascite non trattata, il 50% dei pazienti può vivere solo per due anni.

La presenza di cirrosi con ascite compromette in modo significativo sia la qualità della vita di una persona che il decorso della malattia, riduce la durata della vita.

Quindi, diventa chiaro che l'evento principale è quello di prevenire lo scompenso della malattia quando il corpo non è in grado di mantenere uno stato di equilibrio.

Per iniziare a trattare la cirrosi epatica dovrebbe essere in orario. Una visita tempestiva al medico quando compaiono i sintomi della malattia sarà la soluzione migliore che può cambiare il corso della malattia e aiutare a vivere la vita più lunga e più alta possibile.

Come trattare l'ascite nella cirrosi epatica? Diagnosi e varie terapie

Con il trattamento sbagliato o prematuro della cirrosi epatica, la malattia progredisce e porta a cambiamenti irreversibili distruttivi nel parenchima. Nei casi difficili o nella fase terminale della malattia, si presenta una condizione patologica pericolosa - ascite con cirrosi epatica. Quanti pazienti vivono con una tale patologia, perché appare e come trattare una tale condizione?

Patologia caratteristica

L'ascite è una complicanza della cirrosi del fegato, che non è una malattia separata. Questo è un complesso di sintomi cirrotici, caratterizzato come una condizione mortale per il paziente. La patologia è un accumulo di liquido nella cavità addominale.

Ascite ha un nome alternativo - idropisia addominale.

Gli organi addominali sono circondati da una membrana sierosa (peritoneo), che li fissa e partecipa anche alla nutrizione e all'innervazione. Come conseguenza della progressione della malattia sottostante nella cavità delimitata dal peritoneo, il fluido (trasudato) inizia ad accumularsi.

Nel suo stato normale, c'è poco di esso e circola liberamente attraverso il peritoneo. Con la cirrosi, il deflusso del fluido linfatico rallenta e il suo volume inizia a crescere.

Per facilitare la diagnosi, esiste una classificazione dell'ascite. La tabella mostra le fasi della patologia:

La maggior parte dei pazienti è interessata alla domanda: in quale fase appaiono le ascite?

Questa patologia è caratteristica dell'ultimo stadio terminale della cirrosi. In forma lieve, è curabile, ma la forma grave, accompagnata da estesa peritonite e insufficienza epatica, porta a una situazione in cui il trapianto di fegato diventa l'unico trattamento adeguato.

Cause della malattia

L'accumulo di liquido intra-addominale nella cirrosi si verifica a causa di danni al fegato. La principale causa di ascite è l'ipertensione portale, che è accompagnata da alterata circolazione del sangue nel portale e vene epatiche inferiori della vena cava.

L'ostruzione del flusso sanguigno si verifica perché il sistema circolatorio e il tessuto epatico affetto da cirrosi sono degradati. Formati nodi grassi fibrosi che pizzicano le vene, interrompendo il flusso sanguigno. Le pareti delle vene subiscono cambiamenti fibrosi, che portano anche a disturbi circolatori.

Il deflusso ostruito di sangue porta ad un'alimentazione insufficiente dei tessuti del peritoneo. Ciò provoca un'aumentata secrezione del trasudato linfatico e il suo accumulo nella cavità addominale.

L'ascite può essere una conseguenza del cancro del fegato, così come può verificarsi in malattie come insufficienza cardiaca, malattie renali, linfostasi e tubercolosi.

Sintomi di patologia

Una condizione come l'ascite ha segni caratteristici che vengono presi in considerazione quando si effettua una diagnosi.

Dropsy è accompagnato dalle seguenti manifestazioni:

  • ventre teso, uniformemente allargato, con pelle lucida tesa e ombelico sporgente;
  • vene varicose sull'addome, che è chiamata la "testa della medusa";
  • giallo della pelle;
  • disturbi dispeptici;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • sensazioni dolorose in tutta la cavità addominale (non hanno una localizzazione costante).

Nella fase iniziale, quando la quantità di fluido è insignificante, il segno diagnostico è il fenomeno di fluttuazione e la pancia della rana. Nella posizione prona, la regione ombelicale si appiattisce e i lati dell'addome sono leggermente gonfiati. Il principale sintomo di ascite grave è la grave distensione addominale e addominale.

L'ascite estesa è spesso accompagnata da peritonite batterica, che si verifica spontaneamente. Per una patologia complicata, un forte aumento della temperatura a 38-40 ° C è tipico.

diagnostica

I metodi diagnostici strumentali consentono di valutare visivamente le condizioni della cavità addominale, determinare il volume del fluido e il grado di cambiamenti distruttivi associati.

Per determinare la diagnosi viene utilizzato:

  • esame ecografico di ultrasuoni;
  • imaging a risonanza magnetica;
  • Esame a raggi X.

Questi metodi consentono anche di stabilire la causa dello stato e la posizione del fattore provocante.

Gli indicatori della presenza di liquido nella cavità addominale sono anche test del fegato, che fanno parte dello screening del sangue biochimico. Elevati livelli di bilirubina e tossine azotate, con bassi livelli di albumina, sono segni caratteristici dell'idropio addominale.

trattamento

Come vengono trattati gli ascite per la cirrosi epatica? La terapia principale è volta a fermare la malattia di base che ha provocato l'accumulo di liquido nella cavità addominale. Inoltre, il trattamento sintomatico viene utilizzato per alleviare le condizioni del paziente.

In forma grave, accompagnata da un'infezione batterica, è necessario un intervento chirurgico.

Terapia conservativa

Il trattamento completo dell'ascite cirrotica richiede l'uso di farmaci e l'aderenza a una dieta speciale.

Il paziente è sottoposto a trattamento intensivo della cirrosi usando:

  • gepatoprotektorov;
  • farmaci lipotropi;
  • vitamine e acidi grassi polinsaturi;
  • farmaci coleretici;
  • farmaci per potenziare il sistema immunitario;
  • mezzi per rafforzare i vasi sanguigni e per prevenire la rimozione di liquidi al di fuori del letto vascolare.

Ridurre la formazione di diuretici diuretici prescritti da transdosi. Bere loro senza prescrizione medica è vietato, in quanto può portare alla lisciviazione di sostanze utili necessarie all'organismo.

La quantità consumata nell'essenza del liquido è ridotta a 1,5 litri. Il consumo di sale è sicuramente ridotto al minimo, i cibi grassi, fritti, speziati e piccanti sono esclusi dalla dieta. Si raccomanda al paziente di seguire rigorosamente la dieta numero 7 con un alto contenuto di proteine.

Metodi popolari

La patologia può essere curata con metodi popolari? I rimedi popolari per l'ascite sono solo ausiliari, ma non possono sostituire le cure mediche.

I seguenti rimedi a base di erbe hanno un effetto benefico nella cirrosi:

  • prezzemolo;
  • cardo mariano;
  • fagioli bianchi;
  • semi di lino;
  • foglie di mirtillo rosso, lampone, betulla;
  • rosa canina.

I rimedi di erbe sono usati sotto forma di decotti. Il loro volume deve essere preso in considerazione nella velocità giornaliera del fluido. Prima di iniziare il trattamento con rimedi popolari, è necessario consultare il proprio medico.

Trattamento chirurgico

Se un approccio conservativo non fornisce un effetto terapeutico persistente o la peritonite provocata da liquido infetto, ricorrono all'intervento chirurgico.

Esistono diversi trattamenti chirurgici invasivi:

  1. Paracentesi. Procedura chirurgica per il drenaggio della cavità addominale. Il paziente viene iniettato per il pompaggio del trasudato.
  2. Operazione Kalba. Tenuto con ipertensione portale.
  3. Formazione chirurgica delle anastomosi vascolari per ridurre la pressione nella vena porta.
celiocentesis

Nel caso di ascite, che appare nella fase terminale del fallimento funzionale del fegato, è richiesto il trapianto.

Previsione per la vita

La qualità e la durata della vita dei pazienti con ascite dipendono dallo stato del fegato, dalla tempestività della terapia e dalla conformità del paziente con le raccomandazioni del medico curante. Le fasi facili con un trattamento adeguato non costituiscono una minaccia immediata per la vita.

Nella forma compensata di cirrosi, l'aspettativa di vita è più di 10 anni dopo il primo rilevamento dell'accumulo di liquidi. Nella fase di scompenso, l'ascite porta ad un esito fatale in 5-7 anni, nel 20% dei casi.

La prognosi della cirrosi con ascite nella fase terminale è meno confortante. Complicato con idropisia, conduce alla morte nel 60% dei casi entro 12 mesi.

L'accumulo di liquido nella cavità addominale è pericoloso se la patologia viene diagnosticata in uno stadio avanzato. Il trattamento precoce permette di fermare l'ascite e prolungare la vita del paziente.

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte.

E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile, perché il fegato è un organo molto importante e il suo corretto funzionamento è una garanzia di salute e benessere. Nausea e vomito, pelle giallastra, sapore amaro in bocca e un odore sgradevole, urine scure e diarrea. Tutti questi sintomi ti sono familiari di prima mano.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya, di come ha curato il fegato. Leggi l'articolo >>

Ascite nella cirrosi epatica: cause, sintomi, trattamento

L'ascite è un accumulo patologico di liquido nella cavità addominale, la cui caratteristica principale è un aumento dell'addome. Questa condizione può verificarsi in molte malattie, ma nell'80% dei casi accompagna patologie epatiche, tra cui la cirrosi. L'idropisia addominale è una complicanza grave che richiede cure mediche immediate. L'aspetto di questa condizione è considerato un segno sfavorevole del decorso della malattia e della prognosi della vita del paziente.

L'ascite nella cirrosi epatica è un segno di scompenso della patologia, quando il corpo del paziente non è più in grado di combattere e i suoi meccanismi protettivi si sono esauriti.

Ci sono 3 ragioni principali per cui l'idropisia dell'addome si sviluppa con questa malattia:

  • ipertensione portale;
  • iperaldosteronismo secondario;
  • ipoalbuminemia.

In questo stato, il normale flusso sanguigno attraverso la vena portale (portale) del fegato viene interrotto, causando un ristagno nel serbatoio e un aumento della pressione in esso. A causa di ciò, l'ipertensione aumenta in vasi di organi più piccoli (sinusoidi), attraverso i quali il sangue viene erogato alla vena epatica, eseguendo il deflusso dall'organo.

Le loro pareti non sopportano il carico aumentato, la permeabilità aumenta. Attraverso di loro inizia a sudare fluido, che poi entra nella cavità addominale.

Normalmente, il fegato secerne un numero di sostanze biologiche che dilatano i vasi sanguigni di una persona quando è necessario. Poiché la distruzione delle cellule epatiche in cui queste sostanze vengono "raccolte" avviene, esse entrano nel sangue in eccesso, causando vasodilatazione sistemica, riduzione della pressione e disturbi del flusso sanguigno.

I primi a rispondere a tali cambiamenti sono i reni, che iniziano a secernere la renina. Questa sostanza attiva indirettamente la sintesi dell'ormone surrenalico aldosterone, che contribuisce alla ritenzione di sodio e acqua nel corpo, che aggrava ulteriormente la situazione.

Il fegato è il "laboratorio chimico" dell'uomo e una delle sue funzioni è la sintesi proteica. Un importante rappresentante di questa classe è l'albumina. Questa sostanza "trattiene" l'acqua su se stessa, non permettendo che lasci il letto vascolare.

Poiché, sullo sfondo della cirrosi, vi è una violazione e un'insufficienza del processo di sintesi delle proteine ​​del fegato, la quantità di albumina nel sangue è significativamente ridotta e non vi sono più barriere per l'acqua che fuoriescano dalla nave nei tessuti circostanti, con conseguente ascite.

La principale manifestazione dell'idropisia è un addome allargato. È su questa caratteristica che il dottore attira l'attenzione quando vede il paziente. Questo sintomo ha le seguenti caratteristiche:

  • Quando il paziente è in piedi, il fluido sotto l'influenza della gravità viene attratto verso l'addome inferiore, dove è localizzato.
  • Quando è sdraiato, si "allarga" alle pareti laterali, assomigliando ad una "pancia di rana".
  • La pancia cresce man mano che il contenuto si accumula. Se c'è molto liquido nella cavità peritoneale (15-20 litri), lo stomaco diventa enorme, teso e praticamente non cambia forma quando cambia la posizione del paziente.
  • La pelle della parete addominale anteriore può essere assottigliata e lucida. Spesso sono visibili vene e strie safene dilatate (smagliature cutanee striate).
  • A causa del fatto che la pressione intra-addominale è aumentata, l'ombelico in tali pazienti può emettere, come si forma un'ernia. A volte si formano sporgenze inguinale-scrotale e femorale.
  • A causa della pressione costante della maggiore cavità addominale sul diaframma, i pazienti spesso hanno respiro corto a riposo.

L'ascite con cirrosi epatica procede spesso sullo sfondo di altri sintomi della malattia:

  • Giallo di pelle, mucose e sclera degli occhi.
  • Point emorragie.
  • Stelle vascolari sul viso, collo e metà superiore del corpo.
  • Aumento del seno negli uomini.
  • Arrossamento maculato di entrambi i palmi alla base del pollice e del mignolo.
  • Indifferenza per tutto ciò che ci circonda.
  • Sonnolenza.

L'abbassamento dell'addome può essere osservato non solo con la cirrosi del fegato, ma anche con l'obesità, patologia dei reni e del cuore, flatulenza, cisti ovariche e pancreas. Pertanto, è necessaria un'attenta diagnosi.

È importante capire che l'idrope addominale non è sempre una raccolta di grandi quantità di liquidi. Nelle fasi iniziali della malattia potrebbe essere un po '. Per valutare la composizione, la quantità di contenuti addominali anormali, il medico conduce sempre esami aggiuntivi:

  • Percussione e palpazione dell'addome.
  • Stati Uniti.
  • Tomografia computerizzata
  • Esame del fluido ascitico

Lo sviluppo di ascite in un paziente richiede l'ospedalizzazione obbligatoria e il trattamento urgente di questa condizione. Non è possibile curare completamente l'idropisia dell'addome, poiché la causa principale del suo sviluppo è la cirrosi epatica, accompagnata da danni irreversibili al fegato. Pertanto, l'obiettivo principale del medico è quello di aiutare il paziente a vivere il più a lungo possibile e migliorare la sua qualità di vita.

I principi di base della cura del paziente sono i seguenti:

  • Riposo a letto e restrizioni di esercizio.
  • Dieta.
  • Terapia diuretica
  • Paracentesi terapeutica
  • Interventi chirurgici

Il primo evento è raccomandato per i pazienti con ascite grave e moderata. È consigliabile, poiché nella posizione eretta la secrezione di renina e, conseguentemente, di aldosterone, aumenta, con conseguente ulteriore ritenzione di sodio e acqua nel corpo, aggravando le manifestazioni di ascite.

Inoltre, con una diminuzione dell'attività fisica, l'attività metabolica del fegato diminuisce e si nota un miglioramento del flusso sanguigno nei reni.

Il principio principale della dieta è limitare l'assunzione di sale (fino a 0,5 g al giorno) e il fluido (fino a 0,75 - 1 l al giorno).

Il sodio è il componente principale del sale ed è un "magnete" per l'acqua, contribuendo al suo ritardo. Per limitare il suo ingresso nel corpo, è necessario cucinare tutto il cibo senza aggiungere il sale legale.

Escludere dalla dieta:

  • carne affumicata;
  • sottaceti;
  • pesce e carne in scatola;
  • salsiccia;
  • formaggi;
  • maionese;
  • acqua minerale con un alto contenuto di questo oligoelemento;
  • tutti i tipi di cereali, eccetto la manna.
  • carne di pollame, manzo, coniglio e pesce (100 g al giorno);
  • un uovo al giorno;
  • verdure e frutta;
  • pane senza sale;
  • burro e cracker.

L'uso di farmaci diuretici è uno dei principali metodi di trattamento conservativo dell'ascite. Nei pazienti con idropisia di medie dimensioni, la terapia inizia con diuretici risparmiatori di potassio, quali:

  • Veroshpiron.
  • Spironolattone.
  • Aldactone.

Con la loro mancanza di efficacia, i farmaci sono combinati con diuretici dell'ansa (Lasix, Furosemide).

Il dosaggio dei farmaci viene selezionato dal medico individualmente per ciascun paziente, a seconda del volume di urinazione e del peso corporeo del paziente.

Puoi giudicare l'efficacia della terapia diuretica secondo i seguenti criteri:

  • Perdita di peso
  • Ridurre la circonferenza dell'addome durante la misurazione della vita.
  • Riduzione dell'escrezione giornaliera di sodio nelle urine.
  • Manifestazioni di encefalopatia epatica (se c'è una tale complicazione) si estinguono.
  • Diuresi giornaliera positiva

I farmaci diuretici hanno un gran numero di effetti collaterali, a causa dei quali, sullo sfondo del trattamento a lungo termine, possono verificarsi tali complicazioni:

  • Lo sviluppo della sindrome epatorenale.
  • Progressione dell'encefalopatia epatica.
  • Disturbi elettrolitici.
  • Insufficienza renale.

Se sullo sfondo della terapia farmacologica è assente l'osservanza delle raccomandazioni sul regime e l'effetto dietetico, allora stiamo parlando di ascite refrattaria. Questa condizione è un'indicazione per la paracentesi terapeutica.

Questa procedura viene eseguita in anestesia locale. Con l'aiuto di un trocar o di un grande gioco, la parete addominale anteriore viene perforata, dopo di che il fluido ascitico sotto pressione inizia a risaltare. Parte di esso viene raccolto in un contenitore sterile per essere sottoposto a ricerca, e il resto viene scaricato dalla cavità addominale utilizzando cateteri morbidi nel contenitore.

Dopo aver eseguito questa procedura, sono possibili tali complicazioni:

  • Pressione sanguigna ridotta o collasso.
  • Perforazione dell'intestino e della vescica.
  • Bleeding.
  • Rilascio continuo di fluido dal sito di puntura.

Durante la paracentesi su 1 litro di liquido rimosso, 6 g di albumina priva di sale vengono iniettati per via parenterale, poiché una brusca perdita di proteine ​​può causare un deterioramento delle condizioni del paziente, fino a coma epatico.

L'intervento chirurgico viene eseguito in pazienti gravi con cirrosi epatica e ascite refrattaria.

Ci sono due metodi principali di tale terapia:

1. L'imposizione dello shunt peritoneo venoso su Le Vine.

La comunicazione tra la vena cava superiore e la cavità addominale viene eseguita utilizzando un sistema di tubi di plastica e cateteri. Lo shunt è dotato di valvole per regolare il flusso del fluido. Questo metodo ha i seguenti vantaggi:

  • Il volume del sangue circolante aumenta, perché il fluido attraverso la vena cava superiore scorre direttamente nel cuore, da dove si diffonde in tutto il corpo, migliorando l'afflusso di sangue ai tessuti.
  • In risposta a questo, la secrezione di renina è ridotta, il che porta all'inibizione della produzione di aldosterone e alla rimozione di sodio e acqua dal corpo.

Degli svantaggi si può notare un gran numero di complicazioni dopo l'applicazione del metodo.

Lo smistamento peritoneo venoso migliora la qualità della vita del paziente, ma non influisce sulla sua durata e durata del ricovero.

2. Shunt transatremiale intraepatico portosistemico (TVPS).

Il principio di questo metodo di trattamento è quello di creare un messaggio tra il portale e le vene epatiche, imponendo uno stent. Questo intervento può ridurre la pressione e il ristagno nella vena porta, accompagnata da una diminuzione della gravità dell'ascite e dal rischio di sanguinamento dalle vene dilatate dell'esofago e dello stomaco. Lo svantaggio principale del metodo è la presenza di complicanze postoperatorie, inclusa la chiusura dello shunt, l'esacerbazione dell'insufficienza epatocellulare e lo sviluppo di encefalopatia epatica.

Nei casi più gravi, il più delle volte i pazienti devono ricorrere al trapianto di fegato.

In generale, la prognosi per i pazienti con cirrosi, che è stata complicata dall'idratazione dell'addome, è sfavorevole. Il 50% dei pazienti non vive più di 2 anni dal momento dello sviluppo della sindrome ascitica e, con una forma refrattaria, l'aspettativa di vita di 2 anni è osservata in non più del 20% dei pazienti.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Concrezioni della cistifellea - considerare in termini generali

Cirrosi

Postato da universal_poster il 14/02/2019

A volte una persona soffre di dolore acuto nella cistifellea. Sono causati dalla formazione di pietre.

Il virus dell'epatite B è trattato o meno?

Epatite

La malattia da virus dell'epatite B è abbastanza comune e chiunque lo abbia incontrato è preoccupato che l'epatite B sia trattata o no? Se una persona non è stata vaccinata, allora può essere infettata in diversi modi: attraverso il contatto sessuale con un trasportatore di virus, in caso di trasfusione di sangue infetto, utilizzando una siringa non trattata e altri strumenti.

Cause pericolose e non pericolose di ittero nei neonati. Sintomi, diagnosi e trattamento di varie forme

Diete

A quasi ogni secondo bambino viene diagnosticato un ingiallimento della pelle di intensità variabile nei primi giorni di vita.

Come si verifica la morte per cirrosi?

Analisi

La cirrosi epatica è una malattia mortale che progredisce rapidamente nelle ultime fasi. Anche con un trattamento appropriato, i pazienti con grado 4 nel 60-90% dei casi non vivono nemmeno per tre anni.