Principale / Sintomi

I risultati dell'analisi del virus dell'epatite C in donne in gravidanza

Sintomi

Un test positivo per l'epatite C durante la gravidanza è il risultato di un'infezione con un virus che colpisce il fegato. La malattia spesso si presenta senza segni evidenti. C'è solo un malessere generale. Durante il parto, viene esaminata una donna, che consente di rilevare la presenza di infezioni nascoste. In questo modo si trova anche l'epatite. Tuttavia, in alcuni casi si ottiene un risultato falso positivo.

Pericolo di infezione durante la gravidanza

Non ci sono segni evidenti di infezione. È possibile sospettare lo sviluppo del virus se si verifica uno dei fattori:

  • contatto diretto con il sangue del corriere o rapporti sessuali con esso;
  • piercing o tatuaggio, realizzato con strumenti non sterili;
  • uso ripetuto di una siringa.

Se non ci sono ovvi motivi che potrebbero portare a infezioni, è possibile scoprire la presenza del virus nelle donne in gravidanza solo durante l'analisi.

Un prolungato decorso asintomatico della malattia porterà infine allo sviluppo della cirrosi epatica. Di norma, durante l'iniziale infezione da epatite C, c'è un deterioramento delle condizioni generali del corpo. Una donna si sente costantemente malata, si sviluppa una stanchezza cronica, appare una sensazione di debolezza nel corpo.

In rari casi, si verificano complicanze - ittero. Le donne in gravidanza in uno stato di salute spesso si sentono deboli, nauseate, quindi, quando compaiono tali segni, è impossibile anche presumere che la donna sia infetta.

I sintomi non sono caratteristici, sono spesso attribuiti ad altre condizioni patologiche fino a quando non viene effettuata un'analisi per l'epatite C. Altri segni che accompagnano lo sviluppo dell'infezione:

  • dolore muscolare;
  • violazione del sistema nervoso, che si manifesta con depressione, ansia;
  • alterazione della memoria, dispersione dell'attenzione.

Oltre al rischio di sviluppare cirrosi epatica, ci sono altri rischi con l'infezione da epatite. Ad esempio, l'incapacità di utilizzare farmaci in grado di bloccare l'attività dell'infezione. Questi includono Ribavirina, Interferone. Questo riduce le possibilità di alleviare le condizioni di una donna incinta.

La maggior parte dei farmaci immunomodulatori antivirali esistenti e immunostimolanti sono controindicati nel periodo di trasporto di un bambino. Alcuni di essi possono essere utilizzati, ma solo se i benefici superano il possibile danno. In questo caso c'è il rischio di parto prematuro, sviluppo di patologie fetali incompatibili con la vita.

Durante la gravidanza, il diabete gestazionale si sviluppa sullo sfondo dell'infezione. In questo caso, c'è un carico eccessivo sugli organi, tuttavia, questa patologia di solito si risolve da sola dopo il parto. Una donna infetta può trasmettere l'infezione al bambino durante il travaglio o successivamente durante l'allattamento, durante le procedure di cura del bambino.

Quali test vengono eseguiti per confermare il risultato?

Se il corpo è infetto da un virus, nel sangue saranno presenti anticorpi. Per identificare l'infezione, passare l'analisi. Viene eseguito con il metodo ELISA. In questo caso, viene esaminato il siero del sangue.

Quando vengono rilevati anticorpi HCV totali, è possibile parlare di infezione da epatite C. Il metodo ELISA viene utilizzato durante il periodo di gestazione di un bambino, viene utilizzato per controllare la composizione del sangue dei pazienti prima dell'intervento chirurgico e dei donatori. Tale analisi viene condotta sull'epatite durante la gravidanza e in altri casi in cui è necessario eseguire una diagnosi primaria.

Il metodo immunoenzimatico dà una risposta negativa se una persona non è infetta o l'infezione si è verificata di recente (negli ultimi 6 mesi). Per questo motivo, il risultato sull'epatite C si ripete dopo sei mesi. Se si è verificata una gravidanza, l'analisi con il metodo ELISA viene eseguita al momento della registrazione (all'inizio del primo trimestre) e alla 30-32a settimana.

Nel caso in cui il risultato della ricerca sia dubbio o positivo, viene eseguito un test ausiliario. Viene eseguito con il metodo dell'immunoblotting ricombinante.

Se la risposta è sì, prescrivi altri studi:

  1. Analisi biochimiche, attraverso cui la valutazione degli indicatori nel sangue.
  2. PCR - reazione a catena della polimerasi.
  3. Definizione di genotipo. Questo test consente di scoprire quale tipo di infezione è penetrata nel corpo.

Con un risultato positivo dell'analisi, il medico prescrive un'ecografia degli organi addominali. Lo scopo del sondaggio è identificare patologie nella struttura e nella forma del fegato. L'impatto principale dell'infezione con l'epatite C ricade su questo organo.

Risultato del test positivo falso

In determinate condizioni, si consiglia di condurre nuovamente uno studio. Per scoprire se la risposta ricevuta può essere errata, è necessario comprendere il meccanismo dell'analisi. A volte il risultato dello studio non corrisponde all'immagine reale del sangue. Ciò non significa che sono stati commessi degli errori nel valutare le prestazioni del biomateriale.

La falsa analisi positiva per l'epatite è una conseguenza dello sviluppo di condizioni patologiche nel corpo. Allo stesso tempo, vengono prodotte proteine ​​di una struttura simile, come con l'infezione da epatite C. Vengono catturate durante lo studio. False analisi possono essere ottenute sotto l'influenza di una serie di fattori:

  • malattie autoimmuni nelle donne;
  • disturbi ormonali;
  • malattie infettive, la cui causa è SARS, influenza e altri virus;
  • neoplasie benigne o maligne.

Cosa fare se gli anticorpi vengono rilevati nel siero durante la gravidanza del bambino? Prima di tutto, non c'è bisogno di andare nel panico, perché in questa fase si verificano cambiamenti ormonali nel corpo della donna. Questo è uno dei fattori chiave che influenzano i risultati dell'analisi. Effettuare test per malattie autoimmuni:

  • anticorpi anti-muscolo liscio (SMA), anticorpi antinucleari (ANA), anticorpi anti-mitocondriale (AMA);
  • fattore antinucleare (ANF);
  • fattore reumatoide (RF);
  • crioglobuline.

In rari casi, si ottiene una falsa risposta a causa di errori o interruzioni del processo di preparazione del biomateriale da parte del personale medico. Anche meno spesso, c'è una sostituzione involontaria di campioni, o c'è una scarsa qualità della manipolazione durante l'analisi. Molto spesso, i risultati della ricerca ottenuti in diversi centri diagnostici differiscono. L'uso di vari antigeni influisce anche sulla valutazione del biomateriale.

Se sei interessato alla domanda sulla quale l'epatite viene assunta durante la gravidanza, devi sapere che il biomateriale è obbligatorio esaminato per la presenza di un virus come B, A, G, TTV.

Cosa fare se il risultato del test è positivo?

Sono ancora in corso studi che valutano l'impatto di farmaci antivirali e immunomodulatori sul corpo di una donna incinta. Con l'epatite C, è necessario monitorare regolarmente la carica virale. Ciò significa che è importante determinare la concentrazione di RNA dell'epatite C nel siero di una donna in diverse fasi della gravidanza. Tale misura consentirebbe una valutazione del rischio di trasmissione del virus al bambino durante il travaglio.

Non è ancora noto quale opzione sia più sicura per il feto: taglio cesareo o parto naturale. Secondo diversi studi, ognuna delle opzioni è più sicura. Quindi, non c'è modo di determinare in che modo il rischio di trasmissione del virus è più alto. Tuttavia, la percentuale complessiva di bambini infetti durante il travaglio è piccola. Di conseguenza, il rischio di contrarre l'epatite C dalla madre è basso. Va ricordato che la probabilità di trasmissione del virus al bambino aumenta quando l'HIV si trova in una donna incinta.

Se il risultato del test per l'epatite C è positivo durante la gravidanza, si raccomanda di utilizzare solo i propri articoli per l'igiene e di vestire accuratamente le ferite. Tali misure ridurranno il rischio di diffusione dell'infezione.

Per quanto riguarda la terapia antivirale e gli agenti immunomodulatori, tali farmaci sono per lo più vietati alle donne in gravidanza. L'impatto di alcuni farmaci sul corpo è difficile da valutare, dal momento che tali studi non sono stati condotti. In questo caso, il medico può considerare la possibilità di assumere farmaci di questi gruppi, ma solo se il probabile beneficio supera il danno.

L'interferone è raramente prescritto per le donne incinte, in generale è ben tollerato dal corpo della donna. Inoltre, il bambino è nato completamente sano. Quindi, non ci sono dati precisi che confermino l'effetto negativo dell'interferone sul feto. Tuttavia, nelle malattie autoimmuni, alcuni immunomodulatori sono controindicati. Tutti questi fattori devono essere considerati quando si prescrive il trattamento per le donne in gravidanza. Per mantenere il fegato prendi epatoprotettori.

Gli anticorpi contro l'epatite C durante la gravidanza sono diversi!

Le ragazze vogliono scrivere la loro storia in particolare per tutte le donne incinte che hanno trovato anticorpi positivi contro l'epatite C.

Tutto è iniziato con la registrazione. Sono stato registrato a 10 settimane ostetriche. Là è andato - è andato... Analisi, shmanalyzy, sangue, urina, ultrasuono, ecc. In generale, il mio ginecologo solo dopo un mese si è preso la briga di guardare i risultati, alla fine (SENZA PREPARAZIONE MORALE) ho il lupanula giusto in faccia che ero un'epatite. Dire che io poplohelo è di non dire nulla. Hanno pompato fuori in ufficio, alla domanda su cosa dovrei fare con il bambino (ho un bambino, per un minuto, molto atteso e desiderato), mi è stato detto, e che tu, anche a 30 anni, non sai cosa sta generando l'epatite. (Sì, ero completamente all'oscuro di cosa fosse e di cosa stesse mangiando!)... Immediatamente sono stato mandato da uno specialista di malattie infettive, senza essere accantonato, sono subito andato da lui. Francamente, per circa 10 minuti non ho potuto spiegargli cosa volevo da lui, perché in tutto questo tempo singhiozzavo senza una pausa. Quando ha scoperto quale fosse la ragione, ha sorriso e ha detto che ha detto grazie per non aver avuto l'AIDS o la sifilide (grazie, ho rassicurato il pancake). Immediatamente messo a verbale e dato la direzione al centro epatologico.

Ovviamente, non sono andato in nessun centro, ma mi sono precipitato subito per riprendere gli anticorpi in una clinica a pagamento. Gli anticorpi arrivarono "È dubbio" che ero completamente finito e che ero completamente scollato. Immediatamente ho passato un'analisi dettagliata sul virus RNA PCR, era negativo. Con questa PCR e il risultato degli anticorpi, "È dubbio" è arrivato allo specialista in malattie infettive. Mi ha detto che non avrebbe rimosso dal registro, e questi Ivitro, Labstori, ecc. per lui nessuna autorità. Detto fra tre mesi verrai di nuovo a testare gli anticorpi nella nostra clinica gratuita. Circa. Due mesi in lacrime e moccio, in uno stato al confine con l'isteria, sono passati per me come all'inferno. Due mesi dopo, conferisco di nuovo anticorpi per l'epatite C, viene positivamente (e speravo in un errore!), L'infettante si stava già fregando le mani, sorridendo dappertutto e suggerendo la mia vita sessuale "sporca", e ho solo un marito da tre anni.

In generale, sono andato al centro epatologico, bene, da quando questo letame è iniziato in me. Dalla porta mi sono imbattuto nella caposala, mi ha rimproverato che durante i periodi con l'influenza, sto indossando tali assurdità. Ho fatto un altro test sugli anticorpi e ho detto, se sono negativi, scriveremo immediatamente al tuo virus infettivo e lui ti rimuoverà dal registro, se sono positivi e PCR è negativo, significa che avremo due anni. E se dopo due anni la PCR non viene rilevata, saranno rimosse dal registro già nel centro epatologico.

Oh, come ho vissuto questa settimana, non lo so. Ma alla fine, non ho trovato alcun anticorpo. E il responsabile del centro ha detto che nelle cliniche libere esistono reagenti molto economici che possono rispondere positivamente alle proteine ​​di una donna incinta. E questo riguarda non solo l'epatite (qualsiasi), ma anche la sifilide e l'AIDS. E lo sfarfallio dei marcatori da "Doubtful" a "Negative" è del tutto ammissibile... Ovviamente sono stato rimosso dal registro, ma quanti nervi, isterismi, come è arrivato a mio figlio!

Ragazze, vi prego, non pensate nemmeno all'isteria, al pianto o al turbamento se avete registrato anticorpi positivi contro l'epatite, la sifilide o l'AIDS. Vai alla clinica a pagamento e riprova tutto! Sicuramente non c'è nulla, ma queste analisi saranno FALSO-POSITIVE! Se hai domande, chiedi, un dio sa cosa non ho avuto abbastanza di questi pochi mesi!

Falso positivo per l'epatite C in donne in gravidanza

Il periodo di gravidanza è la fase più importante nella vita di ogni donna. Questa volta si riempie non solo di momenti gioiosi e piacevoli, ma anche di numerosi disordini, il più importante dei quali è quello di sopportare in modo sicuro e dare alla luce un bambino sano. Ecco perché lo stato della futura madre dovrebbe essere costantemente monitorato dai dipendenti delle istituzioni mediche.

Durante l'intero periodo di gravidanza, una donna deve donare ripetutamente il sangue per la presenza di varie infezioni (virus dell'immunodeficienza umana, epatite B e C). Un esame del sangue per l'epatite C viene eseguito di regola quando si registra presso una clinica prenatale e poi alla 30 ° settimana di gravidanza. Per l'analisi usando sangue venoso.

Il saggio di immunoassorbimento legato all'enzima (ELISA) consente di rilevare non il virus stesso, ma gli anticorpi esistenti ad esso. Gli anticorpi sono molecole proteiche che producono cellule immunitarie quando un'infezione entra nel corpo.

Un risultato negativo di un esame del sangue per l'epatite C non solo indica che la donna non era malata di una tale malattia, ma potrebbe anche indicare una recente infezione dal virus. Pertanto, il sangue deve essere ritestato senza fallire.

Un test positivo per l'epatite C durante la gravidanza indica la presenza di HCV nel corpo.

Tuttavia, nel periodo di gravidanza è possibile un falso test per l'epatite C, cioè il risultato dello studio è positivo in assenza di infezione nel corpo.

Quali sono le ragioni per i risultati falsi positivi?

In alcuni casi, gli studi mostrano un risultato falso positivo. Le ragioni del falso positivo per l'epatite C sono le seguenti:

  • insufficienza ormonale;
  • patologie autoimmuni;
  • malattie infettive;
  • la presenza di escrescenze benigne o cancerose.

Ciò è dovuto alla cattura nella reazione di molecole proteiche strutturalmente simili, la cui produzione viene effettuata dal sistema immunitario in risposta alle sostanze patogene che entrano nel corpo della donna durante il portamento del bambino.

Pertanto, se il risultato è positivo, è necessaria una ricerca aggiuntiva, vale a dire:

  • determinazione del genotipo del virus;
  • Analisi PCR (reazione a catena della polimerasi);
  • esame ecografico della cavità addominale per rilevare i cambiamenti nel parenchima epatico.

L'epatite C è una malattia intrattabile e solo il 20% circa delle persone può curarla completamente.

Lo stesso numero di persone che hanno sofferto di una patologia acuta sono portatori del virus dell'epatite C e rappresentano una minaccia per le persone che li circondano - essi stessi non si ammalano (cioè, lo stato del fegato rimane normale), ma sono fonte di infezione per gli altri.

Corrente nascosta

Tale patologia non può manifestarsi per molto tempo, procedendo senza alcun sintomo, questo è il principale pericolo dell'epatite C.

Forse la comparsa di sintomi lievi, che molto spesso una donna associa alle manifestazioni di tossicosi.

Pertanto, i risultati del test del sangue primario per il virus dell'epatite C, la maggior parte degli esperti percepiscono con diffidenza. Una possibile complicazione della reazione quando si effettuano ripetuti esami del sangue per anti-HCV, il risultato di un saggio immunoenzimatico in cui è controverso.

Inoltre, in un campione del materiale, i risultati del rilevamento degli anticorpi contro il virus dell'epatite C potrebbero non coincidere a causa dell'uso di kit diagnostici di vari produttori durante lo studio. I test possono presentare differenze nelle caratteristiche del design nel caso di utilizzo di antigeni diversi.

Ogni antigene ha il suo potenziale, quindi è possibile un contatto non specifico con anticorpi, che può portare a letture immunoenzimatiche non accurate degli enzimi.

Un falso positivo per l'epatite C in gravidanza può anche essere dovuto a:

  • scarse prestazioni delle manipolazioni di laboratorio;
  • sostituzione materiale non voluta;
  • errori del personale medico;
  • preparazione del campione inadeguata per il test.

La causa dei risultati falsi positivi dello studio durante la gravidanza può essere il processo di gestazione, in cui la quantità di citochine e il contenuto di oligoelementi cambiano nel sangue, i livelli ormonali sono disturbati e si verifica la formazione di proteine ​​della gravidanza.

La diagnosi tempestiva di patologie infettive, compresa l'epatite C, durante la gravidanza aiuta a prevenire l'infezione del nascituro, del personale medico e di altri pazienti e offre anche l'opportunità di prepararsi in anticipo per eventuali problemi se viene confermata la presenza dell'infezione con il virus.

Postato da: Julia Barabash

Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite dopo il recupero.

Quali sono i tipi di virus.

Qual è il costo dei test per la malattia.

Quante persone vivono che ignorano la malattia.

Trattiamo il fegato

Trattamento, sintomi, droghe

Anticorpi contro l'epatite C positivi durante la gravidanza

False analisi positive per l'epatite foto False analisi positiva per l'epatite C, quando l'infezione è assente, ma l'analisi è positiva, spesso non fissa. Solo il 10 - 15 percento degli studi fornisce risultati simili. Quando vengono rilevati anticorpi, questo deve essere necessariamente confermato dalla presenza di un'infezione da HCV, che può essere rilevata mediante PCR su HCV-RNA. I risultati del test degli anticorpi dell'HCV possono essere falsi positivi per una serie di ragioni, di cui parleremo oggi.

Ci sono determinate condizioni del corpo, accompagnate dalla stimolazione dell'immunità umorale. Questi includono:

In parallelo con l'analisi di cui sopra, viene eseguito il test RIBA (immunoblot ricombinante). Risultati falsi positivi dell'epatite C possono verificarsi in caso di legame non specifico o cross-reazione. Spesso, gli indicatori errati sono registrati in pazienti con determinati tipi di infezioni. Di norma, un test falso positivo per l'epatite C in donne in gravidanza. Questo di solito accade a causa delle caratteristiche del sistema immunitario umano, o anche a causa dell'impiego di immunosoppressori. Nelle fasi iniziali dello sviluppo dell'epatite C, il risultato dell'analisi può anche essere falso-negativo.

Se a una persona sono stati diagnosticati anticorpi contro l'epatite C, l'epatologo o il medico delle malattie infettive prescrive ulteriori test in modo tale che in futuro sia possibile effettuare una diagnosi dettagliata.

Test falso positivo per l'epatite C in donne in gravidanza.

L'infezione da epatite C è estremamente pericolosa perché a lungo si sviluppa nascosta o mostra la sua presenza con alcuni sintomi deboli. Ecco perché i medici trattano i risultati primari dell'analisi sull'epatite C nelle donne "nella posizione" estremamente inaffidabili. La reazione può essere esacerbata, in particolare quando si esamina nuovamente l'anti-HCV, in cui il risultato dell'analisi immunitaria (cioè l'ELISA) risulta essere incoerente.

I risultati incoerenti di determinare i marcatori di epatite C (HS) nello stesso campione di plasma sanguigno possono dipendere dall'uso di kit diagnostici (cioè test) di diversi produttori durante lo studio. Tali test, di regola, differiscono nelle loro caratteristiche di design quando si utilizzano antigeni diversi. Ogni antigene ha il suo potenziale, e pertanto non è esclusa l'interazione non specifica con gli anticorpi, con il risultato che i risultati ELISA sono inaffidabili.

Alcune ragioni per un test falso positivo per l'epatite C:

  • ricerca non di alta qualità;
  • sostituzione casuale di campioni;

Quali sono le epatiti virali B e C?

Sotto il nome comune di "epatite", si combinano malattie infiammatorie virali del fegato - un organo coinvolto nei processi di metabolismo e digestione. Le funzioni principali del fegato sono la secrezione (produzione) della bile, la scissione di grassi, proteine, carboidrati ed enzimi, la funzione disintossicante (neutralizzante) (ad esempio, la disintossicazione da alcol) e alcuni altri.

I disturbi del normale funzionamento del fegato possono essere causati direttamente dalla gravidanza o semplicemente coincidere nel tempo. Malfunzionamenti nella funzione del fegato durante la gravidanza possono verificarsi a causa di un forte aumento del carico su questo organo (oltre a garantire il metabolismo dell'organismo materno, il fegato deve anche neutralizzare i prodotti di eliminazione del bambino). Anche durante la gravidanza, la necessità di uno scambio di ormoni (soprattutto il sesso), il cui contenuto durante questo periodo aumenta in modo significativo.

Il motivo principale per cui si sviluppa l'epatite, sono i virus. Possono essere trasmessi per via sessuale, parenterale (attraverso fluidi biologici del corpo - saliva, sangue, secrezioni vaginali) e perinatali (dalla madre al feto).

L'epatite virale, la più comune tra le donne incinte, è l'epatite B e l'epatite C. La loro trasmissione durante la gravidanza avviene attraverso vie perinatali e parenterali (durante il travaglio). Va notato che la probabilità di infezione intrauterina del bambino (cioè il rischio di penetrazione del virus attraverso la barriera placentare) è significativamente inferiore alla probabilità di infezione durante il parto.

Il decorso dell'epatite è spesso asintomatico. Ma le principali manifestazioni cliniche di questa malattia sono:

  • disturbi dispeptici nel tratto gastrointestinale (perdita di appetito, nausea, feci anormali - possono manifestarsi come diarrea e stitichezza, vomito, aumento della flatulenza (flatulenza) nell'intestino);
  • disturbi astenio-nevrotici (affaticamento, irritabilità, dolore nell'ipocondrio destro, disturbi del sonno, sensazione di debolezza immotivata);
  • i segni colestatici della malattia (prurito della pelle, ingiallimento della pelle e sclera dell'occhio) sono il risultato di violazioni dell'escrezione biliare);
  • sintomi simil-influenzali (dolori alle articolazioni, mal di testa, febbre, dolore ai muscoli e agli occhi).

Come probabilmente avrete notato, molti dei sintomi elencati dell'epatite possono verificarsi in ogni donna incinta. Ma questo non significa che tutte le donne in gravidanza abbiano un'epatite virale. Certo che no, ed è per la corretta diagnosi di questa malattia che vengono fatti gli esami del sangue per l'epatite durante la gravidanza. Per identificare il tipo di virus, i test per due tipi di epatite B e C sono più spesso prescritti durante la gravidanza.

Perché gli esami del sangue per l'epatite durante la gravidanza?

L'analisi per l'epatite virale B è la rilevazione nel sangue della presenza dell'antigene HBs, che è l'indicazione più affidabile della presenza di questa malattia in una donna. Questo tipo di epatite virale è abbastanza diffuso tra le donne incinte ed è un potenziale pericolo non solo per la madre e il suo bambino, ma anche per le persone che hanno contatti con lei. Al fine di prevenire la trasmissione di questa malattia ad altre persone intorno alla donna, il medico condurrà un'indagine approfondita della donna per i recenti contatti, sulle trasfusioni di sangue, le operazioni, i trattamenti dal dentista, su un recente piercing o tatuaggi. Oltre alle suddette fonti di possibile contaminazione, c'è anche il rischio di infezione attraverso il cibo (latte crudo, frutta e verdura non lavata, ostriche e altri molluschi).

Di solito, il sangue per l'analisi per rilevare l'antigene HBs viene somministrato una volta (quando sono registrati) durante la gravidanza. Ma se una donna fa regolarmente una manicure (pedicure) in un salone di bellezza, si sottopone a cure odontoiatriche in odontoiatria o si sottopone a un trattamento di iniezione, allora ha bisogno di ripetere questa analisi. Se il risultato per la presenza di epatite B è positivo, allora questa donna durante il parto non può essere nella stessa unità generica insieme a donne non infette (dovrà partorire nel reparto di osservazione dell'ospedale di maternità).

Il test dell'epatite C virale è la rilevazione di un antigene AHCV nel sangue. Il pericolo dell'epatite C, che è una forma più complessa di epatite virale rispetto all'epatite B, è che porta alla cirrosi del fegato (nella migliore delle ipotesi) e al cancro delle cellule del fegato (che provoca la morte). Se, durante la gravidanza (in anticipo), il feto è infetto dall'epatite C, il bambino può morire sia in utero che per diversi giorni dal momento della nascita.

L'effetto dell'epatite sullo sviluppo fetale fetale porta a gravi violazioni del fegato, allo sviluppo dell'insufficienza placentare, a disturbi circolatori e alla coagulazione del sangue.
A causa della possibilità che il bambino sia stato infettato da virus dell'epatite nel grembo materno di una madre affetta da questa malattia, gli viene somministrata un'immunizzazione speciale subito dopo la nascita, che nel 95% dei casi aiuta a prevenire lo sviluppo della malattia nel bambino. Per proteggere il tuo bambino dall'infezione da epatite virale, non rifiutarti di donare sangue per l'epatite durante la gravidanza!

Va notato che l'allattamento al seno da solo non aumenta il rischio di infezione del neonato, ma solo se la madre che allatta non ha erosioni e ferite sui capezzoli, e il bambino non ha ferite sulla mucosa orale.

Articoli correlati:

Un test falso positivo per gli anticorpi contro l'epatite C si verifica quando il test è positivo, ma in realtà non vi è alcun virus nel corpo. In tali casi, durante la successiva verifica mediante PCR, il virus dell'epatite C non viene rilevato. Questo è un evento raro nel 10-15% di quelli sottoposti a screening.

Le cause dei risultati falsi positivi possono essere diverse. Fondamentalmente, sono associati alle caratteristiche del sistema immunitario del paziente, alla somministrazione di immunosoppressori, in varie condizioni accompagnate dalla stimolazione dell'immunità umorale - infezioni gravi acute, malattie autoimmuni, neoplasie. Risultati falsi positivi si riscontrano spesso in donne in gravidanza e in pazienti con determinate infezioni.

Se due o più volte il test per i marcatori dell'epatite C (anticorpi) era positivo, devono essere eseguiti i seguenti test:
- PCR RNA di epatite C (ricerca qualitativa);
- determinazione del genotipo del virus (concordare in laboratorio che questa analisi venga eseguita solo se il test PCR è positivo, altrimenti non è necessario eseguire questo test);
In alcuni laboratori, ai pazienti viene offerto di superare immediatamente un test di carica virale (quantità di RNA dell'epatite C o analisi quantitativa). Il carico virale è variabile e può cambiare: crescere o cadere. Questa analisi viene utilizzata all'inizio del trattamento per una linea guida, quindi ha senso passarla solo prima dell'inizio del trattamento.
Solo un risultato positivo della PCR indica chiaramente che hai l'epatite C.

I risultati controversi della determinazione dei marcatori dell'epatite C negli stessi campioni di siero possono essere associati all'esecuzione di studi primari e ripetuti utilizzando kit diagnostici di diversi produttori. Questi test hanno le loro caratteristiche progettuali e si basano sull'uso di vari antigeni con il loro potenziale di interazione non specifica con anticorpi, portando a risultati ELISA falsi-positivi. Un altro motivo per ottenere risultati non corrispondenti del rilevamento anti-HCV può essere un basso livello di qualità della ricerca e errori nella formulazione ELISA in laboratorio. Anche l'errata preparazione dei campioni di siero per l'analisi può portare a risultati falsi positivi.

Inoltre, è opinione diffusa che i risultati falsi positivi dei marcatori sierologici HCV siano associati al processo di gestazione, sulla base delle informazioni che i risultati positivi del rilevamento anti-HCV in donne in gravidanza a volte non sono confermati dopo il parto. È noto che i campioni di siero (plasma) di sangue di donne in gravidanza in laboratorio sono tradizionalmente considerati "difficili", nello studio di cui aumenta la probabilità di risultati falsi positivi. Ciò è dovuto al fatto che durante la gestazione, la composizione del microelemento, la concentrazione di citochine e ormoni cambia nel sangue delle donne, e in aggiunta si formano specifiche proteine ​​di gravidanza (Karshieva Anna Valerievna, epatologo-gastroenterologo, epatologia e gastroenterologia clinica Medelit)

Sibmama: sulla famiglia, la gravidanza e i bambini

Gravidanza e anticorpi contro l'epatite C.

The Message Liza83 »Wed Jul 18, 2012 12:00

Messaggio doc_sima »mer 18 lug 2012 17:17

The Mayusha Post »Wed Jul 18, 2012 18:12

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 11:42» Grazie: 1

Potrebbe non essere spaventoso quando il virus non è attivo, ma, come si dice in tutti i siti, questa è una bomba a tempo e prima o poi si farà sentire, perché per tutti i portatori di virus si trasforma in epatite C cronica. Dovrà ancora essere trattata, ma il trattamento terribilmente costoso e non un fatto che aiuterà (
Inoltre, se il medico delle malattie infettive fa una diagnosi del genere, allora tutto è registrato nella carta. e il ginecologo mi manderà all'infermeria maternità per partorire. Lì fanno nascere l'HIV lì. molto spaventoso ((

Aggiunto dopo 2 minuti 58 secondi:

Mayusha
Pensi che gli anticorpi possano scomparire?
Qual è stata la tua diagnosi per tuo marito?

The Mayusha Post »Gio 19 Lug 2012 11:46

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 14:21

Messaggio muzzza »Fri 17 agosto 2012 16:27

Liza83
Come hai deciso tutto? Riprendere?

Ho la stessa situazione. L'anno scorso è stato testato per l'epatite C, perché il risultato è stato dubbio. Per tutte le analisi dettagliate (quantitative e qualitative, e anche il fegato controllato sulla fibroscan) - tutto va bene, non ho l'epatite. E solo l'NS-4 è positivo, il che, come mi è stato spiegato, significa che avevo ancora l'epatite prima, ma poi in qualche modo recuperato, e il virus non è nel sangue.
Da allora, l'analisi dell'epatite C, sono sempre stata dubbia, e non mi chiedo mai.
E poi la gravidanza come hanno visto ho un'analisi dubbia sul display LCD, quindi senza esitazione, inviata alla malattia infettiva. E cosa ne pensi? L'analisi è positiva! In questo caso, la biochimica è l'ideale. Mi hanno dato un certificato con una diagnosi di epatite C con un minimo di attività. Ma non voglio andare con una diagnosi del genere! In breve, andrò a rifare di nuovo ad Invitro, e di nuovo a questa malattia infettiva, che cancelli la sua diagnosi.

Il messaggio di Redhead Apricot »Wed Jun 17, 2015 22:37

Posso spiegare cosa e come?
Il test del sistema per l'epatite C può essere sugli anticorpi totali e sullo spettro (anticorpi contro il virus del virus e le proteine ​​di membrana.) Quindi gli anticorpi totali sono positivi (questi sono tutti gli anticorpi presenti nell'heap).Inoltre, viene stabilita la necessità di un test di conferma. e pcr metrd in alcuni casi.
E in base ai risultati di questi risultati si ottiene un risultato positivo o negativo. Se gli anticorpi contro il ra nucleare sono testati nello spettro, il test è positivo. Se solo una proteina di membrana (ns 3, ns4, ns5) è una di queste, il risultato è negativo. Se 2 proteine ​​di membrana - il risultato è positivo.

Aggiunto dopo 9 minuti 12 secondi:

Ora per quello che era gkpatit si è sparito.
Nella mia comprensione medica, questa è una sciocchezza. Meea stessa aveva una diagnosi del genere. Ho ottenuto un ritiro della diagnosi.
Mi è stato diagnosticato a 13. Sono andato con la prima diagnosi con questa diagnosi (tutti erano medici in ospedale anche se stavo urlando se non ero un tossicodipendente) e quindi ho fissato un obiettivo per rimuoverlo.
Ho scritto una linea per l'epatite e ho scoperto che faccio una diagnosi durante un esame ogni anno per 5 anni su am e pcr. Se tutti e 5 anni si arrampica costantemente su una stessa membrana proteica (nel mio caso, ns4) e la PCR viene rimossa. Ora ho un certificato che non c'è epatite. E prima, la diagnosi era "hapatite C of minimal activity"

Aggiunto dopo 4 minuti 33 secondi:

E il fatto che sia rilevata la proteina ns4 o altre. Dopo aver parlato con i colleghi, siamo giunti alla conclusione che sembra che nel corpo ci sia una proteina in cui esiste una struttura simile a ns4. Ecco gli anticorpi per lui e catturati. E infatti non è né il virus né il guscio proteico.
In linea di principio, non c'è alcun virus nei miei figli. (sebbene il contatto perinatale per l'epatite C sia stato ripristinato per la prima volta). È per questo che ho raccolto i test per 5 anni, in modo che il secondo bambino non scrivesse alcuna schifezza

Falso positivo per l'epatite C in donne in gravidanza

Falso positivo per l'epatite C.

Nell'analisi degli anticorpi contro l'epatite C, un'analisi falso-positiva (l'infezione è assente, ma l'analisi è positiva) è registrata molto raramente. In totale, dal 10 al 15% dei risultati di ricerca sono tali. Se vengono rilevati anticorpi, questo deve essere necessariamente confermato dalla presenza di un'infezione da HCV, che può essere rilevata mediante PCR su HCV-RNA. Il risultato dell'analisi per gli anticorpi HCV è falso positivo per diversi motivi. Considerali in dettaglio.

Cause dell'analisi di falsi positivi

Ci sono alcune condizioni del corpo che accompagnano la stimolazione dell'immunità umorale. Questi includono:

  • malattie autoimmuni;
  • neoplasie (benigne e cancerose);
  • infezioni gravi

Per determinare se il corpo è stato infettato dall'epatite C, il paziente deve essere testato per i marcatori di infezione con il virus dell'epatite C. Anticorpi totali per HCV e ci sono marcatori che il metodo ELISA aiuterà a determinare nel siero del sangue venoso.

In parallelo con l'analisi descritta, viene eseguito il test RIBA (immunoblotting ricombinante). Il falso positivo per l'epatite C può verificarsi con associazione non specifica o reazione incrociata.

Gli indicatori errati sono più spesso registrati in pazienti con determinati tipi di infezioni. Spesso un falso positivo per l'epatite C e nelle donne in gravidanza. Molto spesso ciò è dovuto alla natura del sistema immunitario umano o persino alla somministrazione di immunosoppressori. Nella fase iniziale di sviluppo dell'epatite C, il risultato dell'analisi può anche essere falsamente negativo.

Le persone a cui sono stati diagnosticati anticorpi contro l'epatite C vengono prescritte da un epatologo o da uno specialista in malattie infettive per prescrivere ulteriori test per ulteriori diagnosi dettagliate.

False analisi positive dell'epatite C in donne in gravidanza

L'infezione da epatite C è particolarmente pericolosa perché si sviluppa latente latente, oppure mostra la sua presenza con sintomi deboli. Pertanto, i medici esperti non si fidano dei risultati iniziali dell'analisi per l'epatite C in donne in gravidanza. La reazione può essere aggravata, specialmente quando si ri-studia l'anti-HCV, in cui il risultato di un'analisi immunitaria (ELISA) è controverso.

I risultati incoerenti del rilevamento dei marcatori di epatite C (HS) nello stesso campione di plasma possono dipendere dall'uso di diversi produttori nello studio di kit diagnostici (test). Tali test possono differire nelle caratteristiche di progettazione quando si utilizzano antigeni diversi. Ogni antigene ha il suo potenziale, quindi non è esclusa la possibilità di interazione non specifica con anticorpi, il che porta a risultati inaffidabili di ELISA.

Alcuni altri motivi per l'analisi di falsi positivi su HS sono:

  • ricerca di bassa qualità;
  • errori di laboratorio;
  • sostituzione casuale di campioni;
  • preparazione impropria di campioni di sangue.

In aggiunta a quanto sopra, c'è la percezione che i risultati falsi positivi sui marcatori HCV identificati nelle donne in gravidanza siano associati al processo di gestazione. Questo giudizio si basa sulla mancanza di conferma di un risultato positivo del rilevamento di anti-HCV nelle donne dopo il parto.

I campioni di plasma sanguigno delle donne in gravidanza sono considerati "difficili", il che significa che è più difficile esaminarli. Quindi, aumenta la probabilità di ottenere un risultato falso positivo. Tali cambiamenti sono associati al processo di gestazione, durante il quale si formano le cosiddette proteine ​​della gravidanza, gli ormoni, la composizione dei microelementi e la concentrazione di citochine nel sangue di una donna stanno cambiando.

Cosa significa un falso positivo per l'epatite C?

L'epatite C è la forma più grave e frequente di epatite virale. Questa malattia è causata da virus epatopoietici che entrano nel sangue da una persona infetta.

Per scoprire se l'organismo ha incontrato il virus dell'epatite C (HCV), è sufficiente passare un adeguato esame del sangue, i cosiddetti marcatori di infezione con il virus, che sono anticorpi totali per HCV, rilevati dall'ELISA. Un risultato negativo di questa analisi indica che il paziente non ha sofferto di epatite, ad eccezione di una possibile infezione recente - non più di sei mesi. Un risultato positivo suggerisce che il corpo abbia precedentemente incontrato il virus dell'epatite C.

Un test falso positivo per l'epatite C è raramente risolto e si verifica per una serie di motivi.

Cause dell'analisi di falsi positivi

Per scoprire se il corpo umano è stato infettato da epatite C, deve essere testato per i marcatori di infezione da HCV utilizzando il metodo immunoenzimatico (ELISA). Contemporaneamente a questa analisi, viene eseguito l'immunoblotting ricombinante (test RIBA).

L'analisi falsa positiva per l'epatite C, in cui l'infezione è assente, e il risultato è positivo, è registrato nel 10-15% di tutti gli studi.

Le ragioni di questo fenomeno potrebbero essere:

  1. Caratteristiche del sistema immunitario;
  2. Assunzione di immunosoppressori;
  3. Il corso della fase iniziale dell'epatite con carica virale minima non superiore a 200 copie / ml;
  4. La presenza di eparina nel sangue;
  5. Alti livelli di crioglobulina nel sangue;
  6. Alcune condizioni del corpo, che è accompagnato dalla stimolazione dell'immunità umorale, tra cui:
    • la gravidanza;
    • malattie autoimmuni;
    • infezioni gravi;
    • neoplasie sia benigne che maligne.

Inoltre, tra le cause di un test falso positivo per l'epatite C può essere:

  • violazioni del trasporto e conservazione di materiali;
  • errori di laboratorio;
  • ricerca di bassa qualità;
  • sostituzione accidentale o contaminazione di campioni di sangue.

I pazienti che sono stati identificati anticorpi contro l'epatite C, un medico infettivo o un epatologo prescrivono test aggiuntivi.

Analisi dell'epatite C falsa positiva durante la gravidanza

La gravidanza è un periodo molto importante nella vita di ogni donna. Questo è un momento emozionante e difficile, pieno di aspettative, nuove sensazioni ed esperienze, il cui principale è sopportare in modo sicuro la gravidanza e dare alla luce un bambino sano. Ecco perché la salute delle future madri richiede un attento monitoraggio da parte del personale medico.

Durante il corso della gravidanza, una donna verifica ripetutamente la presenza di tali infezioni come HIV, epatite C e B. Un esame del sangue per il virus dell'epatite C viene solitamente prescritto quando una donna registra una gravidanza ea 30 settimane di età. Per fare questo, prendi sangue venoso.

La ricerca sugli anticorpi contro l'epatite C durante la gravidanza viene eseguita utilizzando un metodo di saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA). Durante l'analisi, non è il virus stesso che viene determinato, ma gli anticorpi ad esso, che sono le proteine ​​prodotte dal sistema immunitario del corpo in risposta alla penetrazione dell'HCV. Gli anticorpi possono essere diversi, alcuni di essi sono presenti nel corpo costantemente, anche in assenza del virus stesso.

Un'analisi negativa può significare non solo che il paziente non ha mai sofferto di epatite C, ma anche parlare del fatto di un'infezione recente, che rende necessario condurre una seconda analisi del sangue. Un risultato positivo del test indica che il paziente è infetto da HCV. Tuttavia, durante la gravidanza, ci sono frequenti casi di diagnosi di epatite C falsa positiva, quando l'analisi indica la presenza di un virus che non è effettivamente nel corpo.

Risultati di test falsi positivi si verificano nei casi in cui una donna ha:

  1. Alcuni disturbi metabolici;
  2. Malattie ormonali e autoimmuni;
  3. Influenza o anche il comune raffreddore

Ciò è spiegato dal fatto che le proteine ​​simili nella struttura, che sono prodotte dal sistema immunitario del corpo della donna incinta in risposta alla penetrazione di microrganismi patogeni, vengono catturate nella reazione.

Pertanto, quando si riceve un risultato positivo dello studio, a una donna durante la gravidanza vengono prescritti i seguenti studi supplementari:

  • PCR (reazione a catena della polimerasi);
  • utilizzando la definizione di genotipo virale;
  • Esame ecografico della cavità addominale per determinare i cambiamenti strutturali nel fegato.

Il particolare pericolo di questa malattia sta nel fatto che è asintomatico o si manifesta come segni deboli, che sono spesso attribuiti a manifestazioni di tossicosi durante la gravidanza. Per questo motivo, i test primari per l'epatite C in donne in gravidanza causano una certa sfiducia nei medici con esperienza e sono considerati "materiali complessi", che è più difficile da indagare. La reazione può essere complicata, specialmente quando si ri-studia l'anti-HCV, in cui il risultato dell'ELISA è contraddittorio.

Aumenta la possibilità di ottenere un risultato falso positivo, che è causato dal processo di gestazione, durante il quale:

  1. modifiche:
    • concentrazione di citochine nel sangue delle donne;
    • composizione microelemento del sangue;
    • fondo ormonale;
  2. Formate le cosiddette proteine ​​della gravidanza.

Inoltre, i risultati non corrispondenti della determinazione dei marker nello stesso campione di sangue possono essere causati dalle caratteristiche di progettazione dei kit diagnostici, che sono prodotti da diversi produttori. Tali test hanno differenze nelle caratteristiche del design quando si utilizzano antigeni diversi, ognuno dei quali ha il proprio potenziale. Per questo motivo, esiste la possibilità della loro interazione non specifica con anticorpi, che, di conseguenza, porta ad ottenere risultati inaffidabili di ELISA.

La diagnosi precoce delle malattie infettive, inclusa l'epatite C, durante la gravidanza, ci consente di proteggere i bambini non ancora nati, il personale medico e altri pazienti dall'infezione e di prepararci in anticipo ai problemi se l'infezione si verifica ancora.

L'autore Zagorodnyuk Mikhail Petrovich,
specificamente per il sito moizhivot.ru

Gastroenterologi nella tua città

Diario → Analisi falsi positivi per l'epatite C

Vorrei condividere le mie impressioni ed emozioni sui nostri laboratori e la capacità dei medici di presentare le informazioni necessarie. Come sono sopravvissuto in questi giorni, solo Dio lo sa! Ha consegnato tutta l'ansia per epatite, HIV, ecc. sul display LCD: tutto è in ordine, nessun virus è stato rilevato. Dopo 2 settimane, mi hanno messo in ospedale con la minaccia di aborto spontaneo e fare test lì. Una settimana dopo (sono a casa), chiamano dalla clinica sul posto di lavoro e dicono che, secondo i dati dell'ospedale, ho l'epatite C (un risultato positivo). Oh orrore - sono in preda al panico. Immediatamente su Internet, che cos'è l'epatite in generale, come combatterla, da dove viene, ecc. Di conseguenza, comincio a capire che la principale via di infezione è il sangue. Di norma, i tossicodipendenti oi pazienti che hanno ricevuto trasfusioni di sangue sono infetti. Né l'uno né l'altro per me non sono elencati. Corsi al laboratorio commerciale, ho donato del sangue. Il giorno successivo avrebbero dovuto inviare test di posta elettronica. Tutta la notte su valeriana, alle 4.30 del mattino, è entrato nella scatola - il risultato è arrivato! NEGATIVO! Domani tornerò alla clinica nel luogo di lavoro che passerò, altrimenti non si calmeranno. Ragazze che si trovano di fronte alla stessa situazione, che capiscono che non c'era alcuna fonte di infezione a contatto con il sangue, NON ESPERIENZA. Per qualche ragione, i medici non possono calmare le donne incinte e spiegare che tali errori e risultati FALSO-POSITIVI si verificano abbastanza spesso. ))

11 febbraio 2010 alle 10:03

Post correlati
Falso positivo per l'epatite C.

Le ragazze vogliono scrivere specificamente la mia storia per tutte le donne incinte che hanno trovato un anti positivo.

Primo trimestre Quali sono i primi sintomi della gravidanza? Molto spesso, il ritardo delle mestruazioni indica inizio.

87 lamentele e domande più frequenti durante la gravidanza Primo trimestre Quali sono i primi sintomi della gravidanza.

Buona giornata! Allo stesso modo! 29 settimane di gravidanza! L'esame del sangue è stato eseguito in gravidanza, a Novosibirsk, nella Città Accademica, in via Dimakova, e al successivo ricevimento il dottore mi ha incontrato con delle notizie: Hypatite C I vshoke! Non bere Non fumare! Il marito è lo stesso! I contatti di vita irregolare non hanno portato. Forse lo dicono tutti adesso! Tu Hypatitis! Andrò a pagamento!

Un test positivo per gli anticorpi contro l'epatite durante la gravidanza: ne vale la pena per il panico

Nella tradizione di ricevere pazienti assegnati per luogo di residenza, c'era spesso spazio per esprimere un punto di vista soggettivo. I tempi cambiano, ma alcune tradizioni rimangono, gli esami medici sono tra questi.
Diventando registrato, una donna passa un sacco di test.

Da un lato, questo garantisce un periodo perinatale ottimale, dall'altro dà un'idea di cosa aspettarsi in travaglio. Donando sangue ad una frequenza invidiabile per l'analisi, una donna riceve risultati. La comprensione dell'interpretazione dei dati e la probabilità di una falsa risposta positiva non sono sempre prese in considerazione. In realtà, sono le variazioni nel background ormonale che influenzano la frequenza di un tale risultato - le donne in gravidanza hanno maggiori probabilità di avere risultati di ricerca errati.


Scegliere un dottore

Il tatto e la consapevolezza nell'approccio moderno alla gestione della gravidanza hanno un effetto positivo sul suo corso. Sbrigati a dichiarare un risultato negativo prima della ricerca di conferma - l'altezza della mancanza di professionalità. Al giorno d'oggi, puoi scegliere un medico che guiderà la gravidanza. Va bene se è conveniente visitare uno specialista, perché le visite ogni mese possono essere rese sempre più difficili. La presenza nel laboratorio della clinica semplificherà anche la gestione della gravidanza.

Se la malattia è stata rilevata, la presenza del virus è stata confermata dal metodo PCR, questa potrebbe essere un'indicazione per il taglio cesareo. Il modo verticale di trasmettere il parto non supera il 5%, il bambino, anche se è infetto, rinforza il sistema immunitario con gli anticorpi finiti della madre che spesso supera la malattia.


Terapia per bambini e donne incinte

La scoperta attesa dei prossimi anni è lo sviluppo di metodi per il trattamento dell'HCV in relazione a donne incinte e bambini. Ci sono paesi in cui un tale impatto è già raccomandato. Questa pratica fornisce molte informazioni sulle reazioni individuali, è possibile confermare la sicurezza e la fattibilità di tale terapia.
Per accettare il trattamento, questi pazienti devono avere la stessa frequenza, durata e dosaggio. Mentre nel nostro paese non esiste una tale pratica, perché una donna solo dopo il parto procede al trattamento.

L'approccio migliore si sta preparando per la gravidanza, durante il quale è possibile identificare i virus pericolosi. Il virus si sviluppa per un lungo periodo, perché il ritardo della durata di un anno può avere un leggero effetto, anche se avrà un impatto sul quadro clinico.

Durante la gravidanza, il sistema immunitario è indebolito, quindi è consigliabile evitare di visitare il salone del tatuaggio, è meglio fare una manicure con i propri strumenti. Le donne si riprendono più spesso dall'infezione da HCV, ma durante la gravidanza il sistema immunitario è indebolito, il che può influire sul decorso della malattia. È anche necessario scegliere attentamente il laboratorio, perché l'infezione si verifica spesso nelle pareti dell'ospedale.


Tecniche moderne

Fidarsi di un medico in questi giorni non può essere illimitato, quindi è meglio ricontrollare prima di prendere conclusioni, prendere medicine o anche reagire emotivamente. L'analisi PCR è accurata e fatta rapidamente. Perché uno studio così esplicito non viene preso ovunque, costa di più, ma esclude la possibilità di un risultato falso positivo. Sviluppare un programma d'azione è meglio con uno specialista - un epatologo. Questo medico è specializzato in terapia del fegato, ha esperienza e può dare una raccomandazione più accurata di qualsiasi altro specialista.

Epatite Pcr positiva durante la gravidanza

Falso positivo per l'epatite C in donne in gravidanza

Il periodo di gravidanza è la fase più importante nella vita di ogni donna. Questa volta si riempie non solo di momenti gioiosi e piacevoli, ma anche di numerosi disordini, il più importante dei quali è quello di sopportare in modo sicuro e dare alla luce un bambino sano. Ecco perché lo stato della futura madre dovrebbe essere costantemente monitorato dai dipendenti delle istituzioni mediche.

Durante l'intero periodo di gravidanza, una donna deve donare ripetutamente il sangue per la presenza di varie infezioni (virus dell'immunodeficienza umana, epatite B e C). Un esame del sangue per l'epatite C viene eseguito di regola quando si registra presso una clinica prenatale e poi alla 30 ° settimana di gravidanza. Per l'analisi usando sangue venoso.

Il saggio di immunoassorbimento legato all'enzima (ELISA) consente di rilevare non il virus stesso, ma gli anticorpi esistenti ad esso. Gli anticorpi sono molecole proteiche che producono cellule immunitarie quando un'infezione entra nel corpo.

Un risultato negativo di un esame del sangue per l'epatite C non solo indica che la donna non era malata di una tale malattia, ma potrebbe anche indicare una recente infezione dal virus. Pertanto, il sangue deve essere ritestato senza fallire.

Un test positivo per l'epatite C durante la gravidanza indica la presenza di HCV nel corpo.

Tuttavia, nel periodo di gravidanza è possibile un falso test per l'epatite C, cioè il risultato dello studio è positivo in assenza di infezione nel corpo.

Quali sono le ragioni per i risultati falsi positivi?

In alcuni casi, gli studi mostrano un risultato falso positivo. Le ragioni del falso positivo per l'epatite C sono le seguenti:

  • insufficienza ormonale;
  • patologie autoimmuni;
  • malattie infettive;
  • la presenza di escrescenze benigne o cancerose.

Ciò è dovuto alla cattura nella reazione di molecole proteiche strutturalmente simili, la cui produzione viene effettuata dal sistema immunitario in risposta alle sostanze patogene che entrano nel corpo della donna durante il portamento del bambino.

Pertanto, se il risultato è positivo, è necessaria una ricerca aggiuntiva, vale a dire:

  • determinazione del genotipo del virus;
  • Analisi PCR (reazione a catena della polimerasi);
  • esame ecografico della cavità addominale per rilevare i cambiamenti nel parenchima epatico.

L'epatite C è una malattia intrattabile e solo il 20% circa delle persone può curarla completamente.

Lo stesso numero di persone che hanno sofferto di una patologia acuta sono portatori del virus dell'epatite C e rappresentano una minaccia per le persone che li circondano - essi stessi non si ammalano (cioè, lo stato del fegato rimane normale), ma sono fonte di infezione per gli altri.

Corrente nascosta

Tale patologia non può manifestarsi per molto tempo, procedendo senza alcun sintomo, questo è il principale pericolo dell'epatite C.

Forse la comparsa di sintomi lievi, che molto spesso una donna associa alle manifestazioni di tossicosi.

Pertanto, i risultati del test del sangue primario per il virus dell'epatite C, la maggior parte degli esperti percepiscono con diffidenza. Una possibile complicazione della reazione quando si effettuano ripetuti esami del sangue per anti-HCV, il risultato di un saggio immunoenzimatico in cui è controverso.

Inoltre, in un campione del materiale, i risultati del rilevamento degli anticorpi contro il virus dell'epatite C potrebbero non coincidere a causa dell'uso di kit diagnostici di vari produttori durante lo studio. I test possono presentare differenze nelle caratteristiche del design nel caso di utilizzo di antigeni diversi.

Ogni antigene ha il suo potenziale, quindi è possibile un contatto non specifico con anticorpi, che può portare a letture immunoenzimatiche non accurate degli enzimi.

Un falso positivo per l'epatite C in gravidanza può anche essere dovuto a:

  • scarse prestazioni delle manipolazioni di laboratorio;
  • sostituzione materiale non voluta;
  • errori del personale medico;
  • preparazione del campione inadeguata per il test.

La causa dei risultati falsi positivi dello studio durante la gravidanza può essere il processo di gestazione, in cui la quantità di citochine e il contenuto di oligoelementi cambiano nel sangue, i livelli ormonali sono disturbati e si verifica la formazione di proteine ​​della gravidanza.

La diagnosi tempestiva di patologie infettive, compresa l'epatite C, durante la gravidanza aiuta a prevenire l'infezione del nascituro, del personale medico e di altri pazienti e offre anche l'opportunità di prepararsi in anticipo per eventuali problemi se viene confermata la presenza dell'infezione con il virus.

Postato da: Julia Barabash

Quali raccomandazioni dovrebbero essere seguite dopo il recupero.

Sibmama: sulla famiglia, la gravidanza e i bambini

Gravidanza e anticorpi contro l'epatite C.

The Message Liza83 »Wed Jul 18, 2012 12:00

Messaggio doc_sima »mer 18 lug 2012 17:17

The Mayusha Post »Wed Jul 18, 2012 18:12

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 11:42» Grazie: 1

Potrebbe non essere spaventoso quando il virus non è attivo, ma, come si dice in tutti i siti, questa è una bomba a tempo e prima o poi si farà sentire, perché per tutti i portatori di virus si trasforma in epatite C cronica. Dovrà ancora essere trattata, ma il trattamento terribilmente costoso e non un fatto che aiuterà (
Inoltre, se il medico delle malattie infettive fa una diagnosi del genere, allora tutto è registrato nella carta. e il ginecologo mi manderà all'infermeria maternità per partorire. Lì fanno nascere l'HIV lì. molto spaventoso ((

Aggiunto dopo 2 minuti 58 secondi:

Mayusha
Pensi che gli anticorpi possano scomparire?
Qual è stata la tua diagnosi per tuo marito?

The Mayusha Post »Gio 19 Lug 2012 11:46

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 14:21

Messaggio muzzza »Fri 17 agosto 2012 16:27

Liza83
Come hai deciso tutto? Riprendere?

Ho la stessa situazione. L'anno scorso è stato testato per l'epatite C, perché il risultato è stato dubbio. Per tutte le analisi dettagliate (quantitative e qualitative, e anche il fegato controllato sulla fibroscan) - tutto va bene, non ho l'epatite. E solo l'NS-4 è positivo, il che, come mi è stato spiegato, significa che avevo ancora l'epatite prima, ma poi in qualche modo recuperato, e il virus non è nel sangue.
Da allora, l'analisi dell'epatite C, sono sempre stata dubbia, e non mi chiedo mai.
E poi la gravidanza come hanno visto ho un'analisi dubbia sul display LCD, quindi senza esitazione, inviata alla malattia infettiva. E cosa ne pensi? L'analisi è positiva! In questo caso, la biochimica è l'ideale. Mi hanno dato un certificato con una diagnosi di epatite C con un minimo di attività. Ma non voglio andare con una diagnosi del genere! In breve, andrò a rifare di nuovo ad Invitro, e di nuovo a questa malattia infettiva, che cancelli la sua diagnosi.

Il messaggio di Redhead Apricot »Wed Jun 17, 2015 22:37

Posso spiegare cosa e come?
Il test del sistema per l'epatite C può essere sugli anticorpi totali e sullo spettro (anticorpi contro il virus del virus e le proteine ​​di membrana.) Quindi gli anticorpi totali sono positivi (questi sono tutti gli anticorpi presenti nell'heap).Inoltre, viene stabilita la necessità di un test di conferma. e pcr metrd in alcuni casi.
E in base ai risultati di questi risultati si ottiene un risultato positivo o negativo. Se gli anticorpi contro il ra nucleare sono testati nello spettro, il test è positivo. Se solo una proteina di membrana (ns 3, ns4, ns5) è una di queste, il risultato è negativo. Se 2 proteine ​​di membrana - il risultato è positivo.

Aggiunto dopo 9 minuti 12 secondi:

Ora per quello che era gkpatit si è sparito.
Nella mia comprensione medica, questa è una sciocchezza. Meea stessa aveva una diagnosi del genere. Ho ottenuto un ritiro della diagnosi.
Mi è stato diagnosticato a 13. Sono andato con la prima diagnosi con questa diagnosi (tutti erano medici in ospedale anche se stavo urlando se non ero un tossicodipendente) e quindi ho fissato un obiettivo per rimuoverlo.
Ho scritto una linea per l'epatite e ho scoperto che faccio una diagnosi durante un esame ogni anno per 5 anni su am e pcr. Se tutti e 5 anni si arrampica costantemente su una stessa membrana proteica (nel mio caso, ns4) e la PCR viene rimossa. Ora ho un certificato che non c'è epatite. E prima, la diagnosi era "hapatite C of minimal activity"

Aggiunto dopo 4 minuti 33 secondi:

E il fatto che sia rilevata la proteina ns4 o altre. Dopo aver parlato con i colleghi, siamo giunti alla conclusione che sembra che nel corpo ci sia una proteina in cui esiste una struttura simile a ns4. Ecco gli anticorpi per lui e catturati. E infatti non è né il virus né il guscio proteico.
In linea di principio, non c'è alcun virus nei miei figli. (sebbene il contatto perinatale per l'epatite C sia stato ripristinato per la prima volta). È per questo che ho raccolto i test per 5 anni, in modo che il secondo bambino non scrivesse alcuna schifezza

I risultati dell'analisi del virus dell'epatite C in donne in gravidanza

Un test positivo per l'epatite C durante la gravidanza è il risultato di un'infezione con un virus che colpisce il fegato. La malattia spesso si presenta senza segni evidenti. C'è solo un malessere generale. Durante il parto, viene esaminata una donna, che consente di rilevare la presenza di infezioni nascoste. In questo modo si trova anche l'epatite. Tuttavia, in alcuni casi si ottiene un risultato falso positivo.

Pericolo di infezione durante la gravidanza

Non ci sono segni evidenti di infezione. È possibile sospettare lo sviluppo del virus se si verifica uno dei fattori:

  • contatto diretto con il sangue del corriere o rapporti sessuali con esso;
  • piercing o tatuaggio, realizzato con strumenti non sterili;
  • uso ripetuto di una siringa.

Se non ci sono ovvi motivi che potrebbero portare a infezioni, è possibile scoprire la presenza del virus nelle donne in gravidanza solo durante l'analisi.

Un prolungato decorso asintomatico della malattia porterà infine allo sviluppo della cirrosi epatica. Di norma, durante l'iniziale infezione da epatite C, c'è un deterioramento delle condizioni generali del corpo. Una donna si sente costantemente malata, si sviluppa una stanchezza cronica, appare una sensazione di debolezza nel corpo.

In rari casi, si verificano complicanze - ittero. Le donne in gravidanza in uno stato di salute spesso si sentono deboli, nauseate, quindi, quando compaiono tali segni, è impossibile anche presumere che la donna sia infetta.

I sintomi non sono caratteristici, sono spesso attribuiti ad altre condizioni patologiche fino a quando non viene effettuata un'analisi per l'epatite C. Altri segni che accompagnano lo sviluppo dell'infezione:

  • dolore muscolare;
  • violazione del sistema nervoso, che si manifesta con depressione, ansia;
  • alterazione della memoria, dispersione dell'attenzione.

Oltre al rischio di sviluppare cirrosi epatica, ci sono altri rischi con l'infezione da epatite. Ad esempio, l'incapacità di utilizzare farmaci in grado di bloccare l'attività dell'infezione. Questi includono Ribavirina, Interferone. Questo riduce le possibilità di alleviare le condizioni di una donna incinta.

La maggior parte dei farmaci immunomodulatori antivirali esistenti e immunostimolanti sono controindicati nel periodo di trasporto di un bambino. Alcuni di essi possono essere utilizzati, ma solo se i benefici superano il possibile danno. In questo caso c'è il rischio di parto prematuro, sviluppo di patologie fetali incompatibili con la vita.

Durante la gravidanza, il diabete gestazionale si sviluppa sullo sfondo dell'infezione. In questo caso, c'è un carico eccessivo sugli organi, tuttavia, questa patologia di solito si risolve da sola dopo il parto. Una donna infetta può trasmettere l'infezione al bambino durante il travaglio o successivamente durante l'allattamento, durante le procedure di cura del bambino.

Quali test vengono eseguiti per confermare il risultato?

Se il corpo è infetto da un virus, nel sangue saranno presenti anticorpi. Per identificare l'infezione, passare l'analisi. Viene eseguito con il metodo ELISA. In questo caso, viene esaminato il siero del sangue.

Quando vengono rilevati anticorpi HCV totali, è possibile parlare di infezione da epatite C. Il metodo ELISA viene utilizzato durante il periodo di gestazione di un bambino, viene utilizzato per controllare la composizione del sangue dei pazienti prima dell'intervento chirurgico e dei donatori. Tale analisi viene condotta sull'epatite durante la gravidanza e in altri casi in cui è necessario eseguire una diagnosi primaria.

Il metodo immunoenzimatico dà una risposta negativa se una persona non è infetta o l'infezione si è verificata di recente (negli ultimi 6 mesi). Per questo motivo, il risultato sull'epatite C si ripete dopo sei mesi. Se si è verificata una gravidanza, l'analisi con il metodo ELISA viene eseguita al momento della registrazione (all'inizio del primo trimestre) e alla 30-32a settimana.

Nel caso in cui il risultato della ricerca sia dubbio o positivo, viene eseguito un test ausiliario. Viene eseguito con il metodo dell'immunoblotting ricombinante.

Se la risposta è sì, prescrivi altri studi:

  1. Analisi biochimiche, attraverso cui la valutazione degli indicatori nel sangue.
  2. PCR - reazione a catena della polimerasi.
  3. Definizione di genotipo. Questo test consente di scoprire quale tipo di infezione è penetrata nel corpo.

Con un risultato positivo dell'analisi, il medico prescrive un'ecografia degli organi addominali. Lo scopo del sondaggio è identificare patologie nella struttura e nella forma del fegato. L'impatto principale dell'infezione con l'epatite C ricade su questo organo.

Risultato del test positivo falso

In determinate condizioni, si consiglia di condurre nuovamente uno studio. Per scoprire se la risposta ricevuta può essere errata, è necessario comprendere il meccanismo dell'analisi. A volte il risultato dello studio non corrisponde all'immagine reale del sangue. Ciò non significa che sono stati commessi degli errori nel valutare le prestazioni del biomateriale.

La falsa analisi positiva per l'epatite è una conseguenza dello sviluppo di condizioni patologiche nel corpo. Allo stesso tempo, vengono prodotte proteine ​​di una struttura simile, come con l'infezione da epatite C. Vengono catturate durante lo studio. False analisi possono essere ottenute sotto l'influenza di una serie di fattori:

  • malattie autoimmuni nelle donne;
  • disturbi ormonali;
  • malattie infettive, la cui causa è SARS, influenza e altri virus;
  • neoplasie benigne o maligne.

Cosa fare se gli anticorpi vengono rilevati nel siero durante la gravidanza del bambino? Prima di tutto, non c'è bisogno di andare nel panico, perché in questa fase si verificano cambiamenti ormonali nel corpo della donna. Questo è uno dei fattori chiave che influenzano i risultati dell'analisi. Effettuare test per malattie autoimmuni:

  • anticorpi anti-muscolo liscio (SMA), anticorpi antinucleari (ANA), anticorpi anti-mitocondriale (AMA);
  • fattore antinucleare (ANF);
  • fattore reumatoide (RF);
  • crioglobuline.

In rari casi, si ottiene una falsa risposta a causa di errori o interruzioni del processo di preparazione del biomateriale da parte del personale medico. Anche meno spesso, c'è una sostituzione involontaria di campioni, o c'è una scarsa qualità della manipolazione durante l'analisi. Molto spesso, i risultati della ricerca ottenuti in diversi centri diagnostici differiscono. L'uso di vari antigeni influisce anche sulla valutazione del biomateriale.

Se sei interessato alla domanda sulla quale l'epatite viene assunta durante la gravidanza, devi sapere che il biomateriale è obbligatorio esaminato per la presenza di un virus come B, A, G, TTV.

Cosa fare se il risultato del test è positivo?

Sono ancora in corso studi che valutano l'impatto di farmaci antivirali e immunomodulatori sul corpo di una donna incinta. Con l'epatite C, è necessario monitorare regolarmente la carica virale. Ciò significa che è importante determinare la concentrazione di RNA dell'epatite C nel siero di una donna in diverse fasi della gravidanza. Tale misura consentirebbe una valutazione del rischio di trasmissione del virus al bambino durante il travaglio.

Non è ancora noto quale opzione sia più sicura per il feto: taglio cesareo o parto naturale. Secondo diversi studi, ognuna delle opzioni è più sicura. Quindi, non c'è modo di determinare in che modo il rischio di trasmissione del virus è più alto. Tuttavia, la percentuale complessiva di bambini infetti durante il travaglio è piccola. Di conseguenza, il rischio di contrarre l'epatite C dalla madre è basso. Va ricordato che la probabilità di trasmissione del virus al bambino aumenta quando l'HIV si trova in una donna incinta.

Se il risultato del test per l'epatite C è positivo durante la gravidanza, si raccomanda di utilizzare solo i propri articoli per l'igiene e di vestire accuratamente le ferite. Tali misure ridurranno il rischio di diffusione dell'infezione.

Per quanto riguarda la terapia antivirale e gli agenti immunomodulatori, tali farmaci sono per lo più vietati alle donne in gravidanza. L'impatto di alcuni farmaci sul corpo è difficile da valutare, dal momento che tali studi non sono stati condotti. In questo caso, il medico può considerare la possibilità di assumere farmaci di questi gruppi, ma solo se il probabile beneficio supera il danno.

L'interferone è raramente prescritto per le donne incinte, in generale è ben tollerato dal corpo della donna. Inoltre, il bambino è nato completamente sano. Quindi, non ci sono dati precisi che confermino l'effetto negativo dell'interferone sul feto. Tuttavia, nelle malattie autoimmuni, alcuni immunomodulatori sono controindicati. Tutti questi fattori devono essere considerati quando si prescrive il trattamento per le donne in gravidanza. Per mantenere il fegato prendi epatoprotettori.

Gli anticorpi contro l'epatite C durante la gravidanza sono diversi!

Le ragazze vogliono scrivere la loro storia in particolare per tutte le donne incinte che hanno trovato anticorpi positivi contro l'epatite C.

Tutto è iniziato con la registrazione. Sono stato registrato a 10 settimane ostetriche. Là è andato - è andato... Analisi, shmanalyzy, sangue, urina, ultrasuono, ecc. In generale, il mio ginecologo solo dopo un mese si è preso la briga di guardare i risultati, alla fine (SENZA PREPARAZIONE MORALE) ho il lupanula giusto in faccia che ero un'epatite. Dire che io poplohelo è di non dire nulla. Hanno pompato fuori in ufficio, alla domanda su cosa dovrei fare con il bambino (ho un bambino, per un minuto, molto atteso e desiderato), mi è stato detto, e che tu, anche a 30 anni, non sai cosa sta generando l'epatite. (Sì, ero completamente all'oscuro di cosa fosse e di cosa stesse mangiando!)... Immediatamente sono stato mandato da uno specialista di malattie infettive, senza essere accantonato, sono subito andato da lui. Francamente, per circa 10 minuti non ho potuto spiegargli cosa volevo da lui, perché in tutto questo tempo singhiozzavo senza una pausa. Quando ha scoperto quale fosse la ragione, ha sorriso e ha detto che ha detto grazie per non aver avuto l'AIDS o la sifilide (grazie, ho rassicurato il pancake). Immediatamente messo a verbale e dato la direzione al centro epatologico.

Ovviamente, non sono andato in nessun centro, ma mi sono precipitato subito per riprendere gli anticorpi in una clinica a pagamento. Gli anticorpi arrivarono "È dubbio" che ero completamente finito e che ero completamente scollato. Immediatamente ho passato un'analisi dettagliata sul virus RNA PCR, era negativo. Con questa PCR e il risultato degli anticorpi, "È dubbio" è arrivato allo specialista in malattie infettive. Mi ha detto che non avrebbe rimosso dal registro, e questi Ivitro, Labstori, ecc. per lui nessuna autorità. Detto fra tre mesi verrai di nuovo a testare gli anticorpi nella nostra clinica gratuita. Circa. Due mesi in lacrime e moccio, in uno stato al confine con l'isteria, sono passati per me come all'inferno. Due mesi dopo, conferisco di nuovo anticorpi per l'epatite C, viene positivamente (e speravo in un errore!), L'infettante si stava già fregando le mani, sorridendo dappertutto e suggerendo la mia vita sessuale "sporca", e ho solo un marito da tre anni.

In generale, sono andato al centro epatologico, bene, da quando questo letame è iniziato in me. Dalla porta mi sono imbattuto nella caposala, mi ha rimproverato che durante i periodi con l'influenza, sto indossando tali assurdità. Ho fatto un altro test sugli anticorpi e ho detto, se sono negativi, scriveremo immediatamente al tuo virus infettivo e lui ti rimuoverà dal registro, se sono positivi e PCR è negativo, significa che avremo due anni. E se dopo due anni la PCR non viene rilevata, saranno rimosse dal registro già nel centro epatologico.

Oh, come ho vissuto questa settimana, non lo so. Ma alla fine, non ho trovato alcun anticorpo. E il responsabile del centro ha detto che nelle cliniche libere esistono reagenti molto economici che possono rispondere positivamente alle proteine ​​di una donna incinta. E questo riguarda non solo l'epatite (qualsiasi), ma anche la sifilide e l'AIDS. E lo sfarfallio dei marcatori da "Doubtful" a "Negative" è del tutto ammissibile... Ovviamente sono stato rimosso dal registro, ma quanti nervi, isterismi, come è arrivato a mio figlio!

Ragazze, vi prego, non pensate nemmeno all'isteria, al pianto o al turbamento se avete registrato anticorpi positivi contro l'epatite, la sifilide o l'AIDS. Vai alla clinica a pagamento e riprova tutto! Sicuramente non c'è nulla, ma queste analisi saranno FALSO-POSITIVE! Se hai domande, chiedi, un dio sa cosa non ho avuto abbastanza di questi pochi mesi!

ragazze che hanno avuto risultati falsi positivi su epatite, hiv, sifilide durante la gravidanza?

Per 13 settimane di gravidanza, ho donato il sangue a tutto ciò che era possibile, e poi sono venuto dal medico e sono rimasto scioccato dalla notizia che gli anticorpi all'epatite C sono stati trovati nell'analisi. Dire che sono sotto shock è di non dire nulla. Ma poi mi calmano e dicono che durante la gravidanza ci sono spesso risultati falsi positivi su HIV, epatite B e C, sifilide. Oggi questa analisi nell'ARC è stata passata di nuovo insieme a mio marito, ma il risultato di soli 29 sarà pronto. Chi ha avuto situazioni simili?

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Come morire dalla cirrosi: sintomi e complicanze prima della morte

Cirrosi

La cirrosi è una malattia epatica cronica molto pericolosa, nella quale si verificano processi irreversibili che portano alla distruzione di un organo.

Piega della cistifellea: è pericoloso per il bambino?

Cirrosi

La curvatura della cistifellea in un bambino è un reperto diagnostico relativamente frequente quando si eseguono gli ultrasuoni. Anomalie della struttura di questo organo si riscontrano nel 6-8% dei pazienti nella popolazione generale.

Tutto su polipi nella cistifellea: sintomi, cause e trattamento

Analisi

Polipo - una neoplasia benigna, che è una conseguenza dell'iperplasia delle mucose.Possono interessare vari organi interni, inclusa la cistifellea.

Come controllare il fegato e cosa deve essere testato?

Sintomi

Come controllare il fegato se c'è il sospetto di una grave malattia di questo organo essenziale? I problemi al fegato possono passare inosservati a lungo, perché non ci sono terminazioni nervose nei tessuti e la sindrome del dolore si manifesta già negli stadi finali della lesione, quando l'organo cresce di dimensioni, si deforma e inizia a esercitare pressione sul proprio guscio (capsula del glisson).