Principale / Diete

Epatite C e gravidanza

Diete

Per la prima volta, una persona si ammalò del virus dell'epatite C 300 anni fa. Oggi, circa 200 milioni di persone nel mondo (il 3% dell'intera popolazione della Terra) sono infettate da questo virus. La maggior parte delle persone non è nemmeno a conoscenza della presenza della malattia, dal momento che sono portatori nascosti. In alcune persone, il virus si moltiplica nel corpo per diversi decenni, in questi casi si parla di un decorso cronico della malattia. Questa forma della malattia è la più pericolosa perché spesso porta alla cirrosi o al cancro del fegato. Di norma, l'infezione da epatite virale C nella maggior parte dei casi si verifica in giovane età (15-25 anni).

Di tutte le forme note, l'epatite C virale è la più grave.

La modalità di trasmissione avviene da persona a persona attraverso il sangue. Spesso l'infezione si verifica nelle istituzioni mediche: durante l'intervento chirurgico, durante la trasfusione di sangue. In alcuni casi, l'infezione è possibile in modo domestico, ad esempio attraverso siringhe di tossicodipendenti. La trasmissione sessuale, così come da una donna incinta infetta al feto, non è esclusa.

Sintomi dell'epatite C.

Per molte persone infette, la malattia non appare affatto per un lungo periodo di tempo. Allo stesso tempo, il corpo subisce processi irreversibili che portano alla cirrosi o al cancro del fegato. Per tale tradimento, l'epatite C viene anche definita "l'assassino gentile".

Il 20% delle persone nota ancora un deterioramento della propria salute. Sentono debolezza, prestazioni ridotte, sonnolenza, nausea, perdita di appetito. Molti di loro perdono peso. Si può anche notare il disagio nell'ipocondrio destro. A volte una malattia si manifesta solo con dolori articolari o varie manifestazioni cutanee.

La rilevazione del virus dell'epatite C mediante analisi del sangue non pone alcuna difficoltà.

Trattamento dell'epatite C

Oggi non esiste un vaccino contro l'epatite C, ma è possibile curarlo. Si noti che quanto prima viene rilevato un virus, maggiori sono le probabilità di successo.

Se una donna incinta è stata infettata dal virus dell'epatite C, deve essere esaminata per la presenza di segni caratteristici della malattia epatica cronica. Dopo il parto, viene effettuato un esame epatologico più dettagliato.

Il trattamento dell'epatite C è complesso e i principali farmaci usati nel trattamento sono antivirali.

Anticorpi contro l'epatite C durante la gravidanza

Epatite C in una donna e gravidanza: trattamento e conseguenze per il bambino

Per il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Con il giusto approccio al concepimento, i futuri genitori subiscono un esame completo nella fase di pianificazione del bambino. Il rilevamento più comune dell'epatite C virale si verifica quando una donna subisce un esame di screening completo. L'epatite C e la gravidanza possono esistere pacificamente nel corpo femminile. La gravidanza in una donna con epatite C non aggrava il decorso della malattia.

Cosa è pericoloso e fonti di infezione

L'epatite C è la più difficile nel gruppo dei virus dell'epatite. La principale modalità di trasmissione è attraverso il sangue. La fonte dell'infezione può essere sangue fresco e secco. Puoi anche essere infettato da un virus insieme a qualsiasi altro fluido umano - sperma, saliva. Modi di infezione:

  • quando si usano strumenti medici non sterili o scarsamente disinfettati;
  • con trasfusioni di sangue;
  • nei saloni del tatuaggio, nelle sale per manicure e pedicure;
  • con sesso non protetto;
  • da madre a figlio (infezione verticale);
  • nel processo del lavoro.

Il rischio di infezione del feto durante la gestazione è del 5%. La formazione di anticorpi nel corpo della madre inibisce lo sviluppo della malattia nel bambino. Se i problemi con la placenta si verificano durante la gestazione, il rischio di infezione del feto aumenta più volte (fino al 30%).La presenza di infezione da HIV in una donna incinta aumenta la probabilità di infezione del bambino. L'infezione del bambino può verificarsi durante il parto. Allo stesso tempo, il modo in cui una donna partorirà non ha importanza.

Esistono tre modi di "trasmissione verticale" del virus da madre a figlio:

  • nel periodo perinatale;
  • trasferimento nel processo di lavoro;
  • infezione nel periodo postpartum.

Se durante il periodo di gestazione e durante il parto il bambino non è stato infettato dall'epatite C, allora c'è un'alta probabilità di infezione dopo la nascita. Dal momento che il bambino è in costante contatto con la madre. Per evitare che ciò accada, la mamma deve monitorare attentamente le condizioni della sua pelle, evitare tagli e ferite. E se una donna è ferita, evita di prendere sangue sulla pelle e sulle mucose del neonato.

L'epatite C nelle donne in gravidanza non influisce sul decorso della gravidanza. Ma i processi che si verificano nel fegato della madre, possono provocare il parto prematuro e l'ipertrofia nel feto.

Cosa fare se una donna incinta ha l'epatite C

Per l'intero periodo gestazionale, ogni donna viene testata per l'epatite 3 volte. Se il risultato risultasse positivo, allora la futura gestante dovrebbe visitare il medico molto più spesso, essere sotto l'attenta supervisione dei medici e partorire in un reparto separato per le infezioni.

Al paziente possono essere prescritti farmaci per il fegato, che non sono controindicati in gravidanza.

Sintomi e diagnosi

Nella maggior parte dei casi, la malattia procede senza sintomi pronunciati e non si manifesta per molto tempo. I sintomi generali della presenza del virus dell'epatite nel corpo possono essere identificati:

  • la pelle e gli occhi divennero gialli;
  • la debolezza;
  • sonnolenza;
  • nausea e vomito;
  • aumento della temperatura;
  • dolore sotto le costole sul lato destro.

Alcuni sintomi che una donna può assumere per l'indisposizione durante la gravidanza e non prestare attenzione a loro.

Una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo che la futura gestante avrà superato un esame del sangue per l'epatite (anti-HCV). I marker per la presenza del virus dell'epatite C sono rilevati mediante immunofermentazione del sangue.

Per ottenere il risultato più affidabile per la presenza di epatite C, viene utilizzato il metodo della reazione a catena della polimerasi. L'essenza del metodo consiste nella duplicazione multipla del frammento di DNA selezionato quando si usano enzimi in condizioni create artificialmente.

C'è un errore nella diagnosi

Errore nella diagnosi di epatite C durante la gravidanza si verifica nella pratica medica. Pertanto, una donna deve passare di nuovo l'analisi. Nelle donne in posizione, l'analisi per l'epatite può essere falsa, non solo a causa di un errore, ma anche per diversi motivi:

  • la presenza di malattie autoimmuni;
  • la presenza di tumori;
  • malattie infettive complesse.

Un indicatore positivo per l'epatite C può derivare dalla presenza di un altro virus nel corpo, quindi vengono condotti ulteriori test:

  • ecografia del fegato;
  • esame del sangue comune;
  • esame ecografico della cavità addominale;
  • metodo di reazione a catena della polimerasi.

Come procede l'infermeria

La gravidanza con epatite C non è una frase per la madre o il bambino. L'effetto che una malattia può avere sul feto e durante la gravidanza dipende interamente dalla sua forma e dalla quantità di RNA virale nel sangue di una donna. Se il contenuto del virus è inferiore a un milione di copie, la donna di solito si sente come se stesse trasportando un bambino e la probabilità di infezione del feto è ridotta al minimo.

La manifestazione di segni cronici di malattia e livelli ematici elevati (oltre due milioni di copie) di RNA virale comporta il rischio di non portare a termine una gravidanza e lo sviluppo di patologie nel feto. Il bambino potrebbe nascere prematuramente.

Se il virus è stato trovato in una donna nella fase di pianificazione della gravidanza, allora la malattia deve essere trattata per prima e sei mesi dopo, dopo la sospensione dei farmaci, iniziare a concepire.

Che pericolo ha il virus?

L'epatite C può essere trasmessa da madre a figlio durante lo sviluppo fetale, durante il parto e dopo la nascita. L'infezione del feto può verificarsi se la barriera protettiva (placenta) si rompe. Quando nasce un bambino, gli anticorpi possono essere rilevati nel sangue. Questo fatto non dovrebbe causare paure forti, poiché di solito scompaiono all'età di due anni. Rilevare l'infezione è possibile dopo due anni. L'analisi per la presenza di anticorpi in un bambino del primo anno di vita è presa a uno, tre, sei e dodici mesi.

Se il bambino non viene infettato dalla madre durante la gravidanza e il parto, il virus verrà trasmesso successivamente, dipenderà dalla madre in seguito a tutte le precauzioni.

È possibile dare alla luce un bambino a una madre che soffre di epatite, naturalmente o con taglio cesareo. La probabilità di infezione non è influenzata dalla modalità di consegna.

La gravidanza e l'epatite materna possono avere un effetto negativo sul decorso della malattia. Poiché il corpo della donna è indebolito quando il bambino nasce, la malattia può diventare più grave. Questo è un pericolo, sia per la madre che per il bambino. Come risultato di complicazioni, un tumore maligno del fegato può svilupparsi in una donna. Grave epatite C può influenzare negativamente lo sviluppo e la vitalità del feto, provocare parto prematuro, asfissia e ipossia nel neonato. Il corpo del bambino, nato molto prima, è molto debole, quindi il tasso di mortalità tra questi bambini è fino al 15%.

Al culmine delle epidemie, il tasso di mortalità delle madri affette da epatite è del 17%. Ci possono essere complicazioni dopo il parto sotto forma di sanguinamento, che appaiono sullo sfondo di disturbi della coagulazione del sangue.

Trattamento nel processo di trasporto

Il trattamento dell'epatite C durante la gravidanza viene effettuato in caso di esacerbazione, in questo caso si verifica intossicazione epatica che porta all'aborto. Con un corso calmo della malattia, i medici controllano il paziente attraverso frequenti esami e test di laboratorio. Molti farmaci usati per combattere l'epatite sono proibiti durante la gravidanza.

Per sostenere il lavoro e ridurre il rischio di sviluppare cirrosi epatica, al paziente vengono prescritti leggeri preparativi di hofitol, Essentiale e la dieta è raccomandata. È importante mangiare correttamente durante l'attesa di un bambino e con l'epatite C. Esiste un bisogno in piccole porzioni con una breve pausa tra un pasto e l'altro. Nella dieta dovrebbe prevalere il cibo che è facilmente digeribile e digerito, prodotti di origine vegetale.

Una donna infetta in attesa di un bambino dovrebbe evitare l'esposizione a sostanze che avvelenano il corpo: evaporazione di vernici e vernici, gas di scarico, fumo, ecc. Vietato l'assunzione di antibiotici e farmaci antiaritmici.

Indesiderabili sono carichi pesanti, che portano alla fatica, prolungata esposizione al freddo.

Come sono la nascita e quali sono le conseguenze

Se l'epatite C è stata rilevata durante la gravidanza, è molto difficile valutare le possibili conseguenze per il bambino. Dal momento che il bambino potrebbe non essere infetto durante il parto. È necessario dare alla luce secondo indizi del dottore. Che tipo di consegna viene mostrato a una donna, e quindi ha bisogno di partorire. Per l'infezione da epatite, il metodo di dare alla luce un bambino non ha importanza. Ma, vi è un parere che il taglio cesareo riduce il rischio di infezione del neonato. Il medico deve informare la donna sui possibili rischi per il feto, mostrare le statistiche di infezione durante il travaglio indipendente e con l'aiuto di un taglio cesareo.

I pazienti con epatite cronica vengono inviati per la consegna al reparto di malattie infettive. Se una donna ha una forma non virale della malattia e non ci sono state complicazioni durante la gravidanza, allora può dare alla luce nel reparto generale. Inoltre, la futura mamma potrebbe trovarsi nel dipartimento generale della patologia della gravidanza e aspettarsi di partorire.

La singola opinione sull'allattamento al seno dei bambini non esiste. Gli studi dimostrano che in alcuni casi, le donne con infezione cronica da HCV, il latte materno non era infetto. Ma in base ai risultati di altri esperimenti, l'RNA del virus è stato rilevato nel latte, ma la sua concentrazione era bassa.

Quando il bambino nasce, una malattia infettiva pediatrica controlla la sua condizione durante tutto l'anno. Lo studio finale viene eseguito dopo 24 mesi dal momento della nascita del bambino, quindi può essere determinato con precisione se fosse infetto o meno.

Dopo che il bambino è nato, la donna potrebbe avere una esacerbazione della malattia. 1 mese dopo il parto, una madre affetta da epatite B deve sottoporsi a un esame del sangue. In base ai risultati degli studi di laboratorio, dovrebbero essere pianificate ulteriori azioni.

Aborto dell'epatite C.

Poiché il decorso dell'epatite è asintomatico, la sua rilevazione avviene durante i test di routine al momento della registrazione presso una clinica prenatale. I futuri genitori potrebbero essere spaventati da tale diagnosi. L'aborto nell'epatite C è controindicato nelle esacerbazioni. Se c'è una minaccia di interruzione della gravidanza, i medici stanno cercando in tutti i modi di salvare il bambino.

Se una donna decide di interrompere la gravidanza, temendo per la salute del bambino, allora un aborto viene eseguito prima del periodo di 12 settimane. Ma un aborto può essere fatto solo dopo la fine della fase itterica.

Un medico può insistere sulla cessazione della gravidanza per ragioni mediche o per la minaccia alla vita della madre. Individuo le indicazioni cliniche per l'aborto:

  • epatite e cirrosi in forma grave;
  • distacco della placenta, sanguinamento;
  • tumori che richiedono la chemioterapia;
  • neuroinfezioni acute;
  • diabete;
  • pericolo di rottura uterina, ecc.

Vengono applicati diversi tipi di aborto a seconda della durata della gravidanza e dello stato di salute della donna. distinti:

  • metodo chirurgico di aborto;
  • vuoto;
  • aborto con farmaci (si verifica aborto);
  • aborto dopo tredici settimane di gravidanza (aborto complicato).

L'aborto spontaneo nell'epatite C è osservato nel 30% dei casi.

Nella forma lieve della malattia, l'epatite C non costituisce un ostacolo alla maternità e dovrebbe essere interrotta solo in casi estremi.

video

Epatite C e gravidanza. Trattamento dell'epatite C e pianificazione della gravidanza.

Epatite C e gravidanza

Molto spesso, durante la ricerca richiesta durante la gravidanza, la donna incinta scopre di avere l'epatite C. Che cosa fare con esso e se è pericoloso per il bambino dovrebbe essere discusso in modo più dettagliato.

Caratteristiche dell'epatite C durante la gravidanza

Durante la gravidanza, l'epatite è nota sotto forma di affaticamento e letargia, nonché di tossicosi pronunciate, nausea, depressione, sonnolenza, problemi di memoria e concentrazione indebolita. Se una futura mamma ha l'epatite C, sicuramente sorgono molte domande.

La malattia sarà trasmessa al bambino?

Per ottenere una risposta, è necessario eseguire un esame del sangue più accurato. Se l'RNA del virus viene rilevato in grandi quantità (almeno 2 milioni di copie), esiste il 30% di probabilità che si verifichi un'infezione intrauterina. Se la carica virale è insignificante, ma c'è un distacco della placenta o altri problemi, la probabilità di infezione aumenta.

In generale, la capacità di infettare un bambino durante la gravidanza è del 2-3%. Aumenta con tossicosi, carenza vitaminica e malnutrizione. Durante il parto l'infezione è possibile nel caso in cui la mollica direttamente al parto ferito la pelle e il sangue della madre cadesse su di esso.

Durante la gravidanza, gli anticorpi contro l'epatite C vengono trasmessi al bambino attraverso la placenta e circoleranno nel suo sangue nei primi due anni di vita. Questo non significa che sia infetto.

In che modo l'epatite C influisce sulla gravidanza?

Non importa se l'infezione è avvenuta prima o durante la gravidanza, non ha alcun effetto sul feto e non rappresenta una controindicazione alla gravidanza. L'unico pericolo è che con una forte distruzione delle cellule del fegato, il virus può essere un avvelenamento del corpo e un aborto come risultato.

In che modo la gravidanza influisce sullo sviluppo dell'epatite C

È estremamente raro, ma l'esacerbazione della malattia è possibile se il corpo è indebolito. Nella maggior parte dei casi, la gravidanza non influisce in alcun modo sulla malattia.

Per il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Durante la gravidanza, il paziente può abbassare il livello di alanina aminotransferasi e mostrare segni di colestasi, ma questo passa dopo il parto. La maggior parte dei parametri biochimici in questo periodo tornano alla normalità e corrispondono a quelli di una persona sana. Le complicazioni possono includere sanguinamento dall'esofago. Ma dopo il parto, la malattia può peggiorare.

Durante la pianificazione della gravidanza, è necessario donare il sangue per l'epatite C e sottoporsi a una terapia antivirale. Quindi avvisi accuratamente tutte le complicazioni.

L'effetto del virus sul feto

Un bambino nato da una madre con epatite C cronica può avere un peso corporeo insufficiente. Può anche nascere prima del tempo. Se la madre malata ha un eccesso di peso, il bambino ha ancora il rischio di avere il diabete nel grembo materno.

analisi

Non sono obbligatorie, ma se sospetti una malattia, esegui un esame del sangue per i marcatori dell'epatite C. Fai questo nel seguente caso:

  • se hai la pelle ingiallita o gli occhi bianchi;
  • se senti prurito alla pelle;
  • se provi avversione ai cibi grassi;
  • se senti pesantezza e dolore nella parte destra sotto le costole;
  • se hai l'urina scura o le feci

Tra gli altri test, vale la pena notare lo screening per gli anticorpi a questo virus (eseguito anche a volontà).

L'analisi potrebbe essere falsa positiva. Questo è possibile con malattie autoimmuni, neoplasie, uso di immunomodulatori o immunosoppressori, in infezioni gravi e semplicemente dopo errori di laboratorio o ricerca di scarsa qualità. L'analisi in questo caso merita di essere condotta di nuovo.

È necessario un esame del sangue per l'epatite C per scoprire se il corpo è stato a contatto con questo virus. Puoi saperne di più sul test del sangue per l'epatite C.

trattamento

A volte non è necessario. Ma diversi medici decidono subito: un epatologo, un ginecologo e un immunologo. Molto spesso, il trattamento è necessario per i sintomi pronunciati della malattia, che possono portare a aborto spontaneo. La difficoltà è che molti farmaci per l'epatite C sono controindicati durante la gravidanza. Più o meno sicuro può essere chiamato:

  • Viferon in supposte. Nominato 14 settimane di gravidanza. Da 263 a 983 rubli;
  • SOFOSBUVIR. 14710 rubli;
  • Dasabuvir. 1.781 dollari USA;
  • Grazoprevir. Da 24.098 dollari USA;
  • Velpatasvir. 74760 dollari USA;
  • Ledipasvir. 25.160 rubli;
  • Gletsoprevir;
  • Pibrentasvir;
  • Ombitasvir. Da 19.359,39 dollari statunitensi;
  • Daclatasvir. 84.000 dollari USA.

Tutti loro sono nominati con la massima cura. Gli epatoprotettori sono prescritti con la stessa cautela. Anche bisogno di una dieta senza prodotti grassi, salati, fritti e affumicati;

Come dare alla luce e come nutrirsi

Il tipo ottimale di consegna comporta il taglio cesareo. Quindi puoi minimizzare il rischio di infettare un bambino. Puoi anche allattare al seno, ma è importante che la bocca e le labbra del bambino e i capezzoli della madre non abbiano ferite: non c'è RNA di virus nel latte, ma è meglio fare attenzione.

Nell'epatite C acuta, è meglio dare alla luce un reparto di infezione.

Molte ragazze infette da epatite hanno paura di rimanere incinte e partorire. In effetti, le possibilità di trasmettere la tua malattia a un bambino non sono grandiose, ma quando controlli la tua salute, puoi ridurle al minimo.

È possibile avere un figlio quando una donna è malata di epatite C, puoi imparare i rischi, i pro e i contro di questo video.

Glomerulonefrite durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo della donna è sensibile agli effetti di virus, batteri, la probabilità di esacerbazione di malattie croniche e reazioni autoimmuni è alta. Particolarmente sensibile quando si trasporta un rene piccolo. Portano un grande carico: l'elaborazione di sostanze che entrano nel corpo della madre che impediscono alle tossine di entrare nel corpo del bambino. I ginecologi prestano particolare attenzione alla dieta per ridurre il carico sui reni, che deve essere osservato durante i 9 mesi di maturazione del feto. Il doppio lavoro costante porta alla malattia. Spesso c'è glomerulonefrite durante la gravidanza.

Glomerulonefrite: una descrizione della malattia

Con molte malattie dei reni la gravidanza è impossibile, perché una donna non può sopportare il bambino. La glomerulonefrite non impedisce il trasporto del feto, ma la gravidanza con una tale diagnosi è difficile. La malattia ha una natura infettiva-allergica. Nel processo del suo sviluppo, l'apparato glomerulare dei reni è interessato. I glomeruli capillari sono suscettibili alla patologia, la malattia procede in forma acuta e cronica.

Se una forma acuta della malattia viene rilevata da sei mesi a un anno prima del concepimento, la patologia fetale non viene diagnosticata. La malattia non causerà alcun danno se la donna è completamente curata e monitorerà la sua salute. La forma acuta della malattia nel periodo di maturazione prenatale del bambino a volte diventa la causa dello sbiadimento fetale. Quando questa patologia viene spesso diagnosticata insufficienza renale, aumento della pressione sanguigna.

eziologia

L'immunità di una donna incinta è nettamente ridotta a causa del lavoro sui "due fronti". Ciò porta a frequenti complicazioni delle malattie più semplici. L'insorgenza di glomerulonefrite in donne in gravidanza è associata a tali fattori:

  1. Esposizione a virus, parassiti e batteri. Questi microrganismi e macroorganismi portano a malfunzionamenti dei reni e processi infiammatori in diverse parti del corpo.
  2. Allergie quando si utilizzano determinati farmaci.
  3. Tossine da esposizione: alcool, narcotico, nicotina, intossicazione medica.
  4. Neoplasie maligne
  5. Trasferito poco prima della gravidanza malattie virali, otite, lesioni cutanee purulente.
  6. Grave ipotermia
  7. Una donna ha un conflitto Rh, la glomerulonefrite si verifica nelle donne in gravidanza, se la gravidanza non è la prima.

Le cause della malattia molto. Spesso la patologia del rene si verifica dopo aver sofferto di mal di gola o scarlattina. La sconfitta dei glomeruli, il danneggiamento delle loro strutture porta allo sviluppo dell'infiammazione. Questa condizione nelle donne che si aspettano un bambino può presto causare insufficienza renale. Pertanto, è importante identificare la malattia in tempo e iniziare il trattamento.

L'agente eziologico è lo streptococco di gruppo beta-emolitico A. È un'infezione batterica. Il batterio viene rilevato molto più tardi rispetto ai suoi effetti sul corpo iniziato. Alcune settimane dopo la precedente malattia (mal di gola, scarlattina), una forte reazione autoimmune si sviluppa nel corpo della futura madre - un'allergia a questo batterio. Gli anticorpi a questo batterio che lega gli antigeni dello streptococco vengono attivamente prodotti, dando luogo alla formazione di immunocomplessi. Tali sostanze circolano nel sangue, depositandosi sull'apparato glomerulare dei reni. Interferiscono con il normale funzionamento degli organi, la filtrazione avviene in un volume limitato.

Quali sono i segni della glomerulonefrite?

Le manifestazioni cliniche della malattia sono il punto di partenza per la diagnosi. La malattia è determinata dalle seguenti caratteristiche:

  1. Gonfiore. Il gonfiore leggero e infrequente degli arti nelle ultime fasi della gravidanza è considerato la norma. Ma se compaiono costantemente al mattino e durante il giorno, non vanno via da soli, sono accompagnati da ulteriori sintomi della malattia, questa è una scusa per correre immediatamente dal medico per prescrivere la terapia.
  2. Striature insanguinate nelle urine. Una donna dovrebbe osservare costantemente ciò che accade al corpo, sia che si tratti di uno scarico marrone o di una colorazione di urina. Il sangue nelle urine è un sintomo grave.
  3. Dolore nella parte bassa della schiena - parte bassa della schiena. Il processo infiammatorio si esprime attraverso il dolore.
  4. Aumento della pressione sanguigna
  5. La quantità di urina è significativamente ridotta.
  6. La donna ha segni di intossicazione.

classificazione

Questa malattia è caratterizzata da danno a due reni allo stesso tempo. La condizione della donna incinta dipende da quale forma si sviluppa la malattia.

Forma acuta

In forma acuta, ci sono due tipi di malattia. Le manifestazioni cliniche della patologia dipendono da un particolare tipo:

  1. Vista ciclica Si verifica dopo un massimo di 12 giorni dopo la sconfitta del corpo di una donna incinta con un'infezione da streptococco. L'edema aumenta rapidamente, la pressione sanguigna aumenta, mancanza di respiro e dolore alla testa, dolore alla regione lombare, ipertermia, azotemia. La malattia non può essere iniziata in modo che non si sviluppi in una forma cronica.
  2. Vista aciclica Non inizia immediatamente, le proteine ​​appaiono nelle urine, globuli rossi, debolezza, mancanza di respiro, gonfiore dei tessuti deboli.

Forma cronica

Questa è una forma trascurata della malattia. Le donne con glomerulonefrite cronica si ammalano dopo diversi mesi di corso della forma acuta della patologia renale. Gli esperti identificano diversi tipi di glomonefrite cronica:

  1. Nefrosica. L'edema si diffonde a molti tessuti, la proteina nelle urine sale a 40 g / l, la proteina totale nel sangue diminuisce, la pressione sanguigna è normale, il sangue nelle urine viene diagnosticato e il livello dei lipidi è eccessivo.
  2. Ipertensiva. Aumento significativo della pressione sanguigna, c'è un aumento delle proteine ​​nelle urine, sangue, cilindri visibili, aumenta il ventricolo sinistro del cuore, c'è uno spasmo delle arteriole del fondo dell'occhio.
  3. Misto. I cambiamenti nei vasi sanguigni, l'ipertensione, gli edemi sono marcati, le proteine, i cilindri, i lipidi sono rilevati nelle urine, i vasi oculari cambiano, il ventricolo sinistro è ipertrofico.
  4. Latente. Con questo tipo di glomerulonefrite e il corso della gravidanza, si osservano proteinuria, edema, cylindruria, la pressione sanguigna non aumenta.

Per trasportare un bambino, i dottori sono permessi solo con sviluppo moderato della malattia - 1 grado di glomerulonefrit. Altrimenti, la probabilità di morte fetale è elevata e il rischio di sviluppare processi patologici nella madre aumenta, fino alla morte.

diagnostica

La diagnosi della malattia (durante la gravidanza con glomerulonefrite) deve essere effettuata rapidamente per il trattamento immediato. Come determinare questa malattia?

  1. Analisi delle urine in laboratorio - il metodo più informativo, in quanto mostra il lavoro dei reni in molti modi. L'analisi indicherà il processo infiammatorio, il grado di sviluppo della malattia. Il sedimento urinario è attivamente studiato.
  2. Analisi secondo Nechyporenko - rivela il rapporto tra globuli rossi e bianchi (leucociti).
  3. L'analisi del sangue biochimica mostra la presenza o l'assenza di proteine, colesterolo, creatinina, urea.
  4. L'esame ecografico dei reni mostra come viene implementata la funzione di filtrazione, il flusso sanguigno, visualizza i sintomi della giada, la presenza di pietre, sabbia.
  5. La biopsia indica accuratamente la glomerulonefrite.

Trattamento della patologia nelle donne in gravidanza

Il trattamento in donne in gravidanza di questa malattia comporta una stretta osservanza delle istruzioni mediche, l'uso di farmaci necessari, cambiamenti nello stile di vita. Cosa dovrebbe essere fatto per prevenire le complicazioni?

Trattamento stazionario

Indipendentemente dall'età gestazionale, l'ospedalizzazione è necessaria quando si effettua una diagnosi di glomerulonefrite. La donna è in ospedale fino a quando l'edema scompare e gli indicatori della pressione sanguigna si normalizzano.

Attenzione! È estremamente importante in presenza di questa patologia dei reni aderire al riposo a letto. È necessario per il riscaldamento uniforme del corpo, che aiuta a ridurre gli spasmi vascolari. Se la patologia è in una forma cronica, alla donna incinta è permesso di alzarsi dal letto e camminare lentamente intorno al reparto.

dieta

Al fine di prevenire un ulteriore sviluppo della malattia, è importante seguire una dieta: limitare l'assunzione di liquidi, eliminare praticamente il sale. Il medico calcola la quantità di liquido che può essere bevuto al giorno.

È importante! Durante la gravidanza, la dieta è una componente importante del trattamento. Deve essere osservato fino al completo recupero. Spesso, i medici, al fine di prevenire la malattia, prescrivono una tale dieta fin dall'inizio dello sviluppo del bambino alla consegna.

medicina

Richiesto per una pronta guarigione farmaci prescritti. Per il trattamento utilizzare:

  • farmaci diuretici;
  • agenti riduttori di pressione;
  • antibiotici per l'infezione confermata prescritta rigorosamente dopo i test di laboratorio.

Al fine di non esporre te stesso e il tuo bambino a malattie, in particolare patologie dei reni, è importante prendersi cura della propria salute. È importante non sovraraffreddarsi, vestirsi per il tempo e la temperatura. Osservare la corretta modalità del giorno - per la futura madre è importante riposo completo. Non consentire il contatto con persone malate. Solo una madre sana può sopportare e dare alla luce un neonato sano.

Epatite C durante la gravidanza

L'epatite C è una malattia infiammatoria che colpisce il fegato causata da una natura virale. Le donne in gravidanza, al momento della registrazione per assistenza prenatale, tra gli altri test, dovrebbero essere testati per la presenza di epatite C.

Questa misura è obbligatoria, perché la malattia è spesso di natura latente, è asintomatica e non rilascia nulla. Ci sono casi in cui una donna scopre la malattia per la prima volta solo durante la gravidanza.

In questo caso, molti hanno immediatamente una domanda sulla compatibilità di questi due stati? Quindi cosa devi sapere su questa patologia? E quali test possono determinare la presenza di questa malattia?

Cosa devi sapere quando combinato epatite C e gravidanza

A causa del fatto che la malattia potrebbe non manifestarsi per molto tempo, molte persone non sospettano nemmeno che siano portatori del virus dell'epatite B.

L'infezione è possibile con diversi metodi:

  • La somministrazione endovenosa del farmaco non è uno strumento sterile (siringa). Questa è l'opzione di infezione più comune;
  • Durante il tatuaggio e il piercing con aghi non sterili;
  • Contatto con sangue infetto. Il gruppo di rischio comprende personale medico;
  • Procedure dentarie strumenti sterilizzati male;
  • Rapporto sessuale con un corriere;
  • Usa rasoi, forbici, accessori per unghie, spazzolino da denti, che appartengono a una persona infetta. Il virus può vivere in sangue secco per diverse settimane.

Sebbene i sintomi della malattia possano non apparire, può portare a patologie così gravi come la cirrosi e il cancro al fegato. Durante l'infezione iniziale c'è un cattivo stato generale di salute, debolezza, affaticamento. Vale la pena notare che molto raramente l'ittero si verifica con la sconfitta di questo particolare tipo di virus.

I sintomi dell'epatite B cronica durante la gravidanza non differiscono dai sintomi che spesso accompagnano la gravidanza stessa: dolore muscolare, nausea, grave affaticamento, depressione, ansia, perdita di memoria e concentrazione.

Molte donne incinte vivono queste condizioni anche senza essere ammalate. E solo l'analisi degli anticorpi dell'epatite C durante la gravidanza ci permette di scoprire la presenza di questa patologia molto spiacevole.

Vale la pena notare che i farmaci comunemente usati per il trattamento (Ribavirina, Interferone) durante il trasporto di un bambino sono assolutamente controindicati. Possono causare conseguenze indesiderate per il feto sotto forma di difetti multipli.

Trovando la malattia di una donna, il medico fornirà raccomandazioni sul corso della terapia e della dieta. In alcune situazioni, è consigliabile prescrivere una medicina incinta con acido ursodesossicolico. Questo è necessario per eliminare i segni di colestasi - violazione del flusso di bile nel duodeno.

Conseguenze dell'epatite C per il feto e la donna durante la gravidanza

Secondo gli esperti, la malattia non è una controindicazione per il trasporto di un bambino e la gravidanza non dovrebbe essere interrotta. Inoltre, non influisce sulle funzioni riproduttive della donna.

Diversi studi hanno scoperto che la trasmissione del virus dalla madre al feto è possibile, ma questa probabilità è solo del 5% (abbastanza improbabile). La malattia può essere trasmessa al bambino durante il processo di nascita, durante l'allattamento e durante l'infanzia. Molto spesso, i bambini vengono infettati direttamente durante la nascita.

La probabilità di infezione dipende direttamente dall'RNA di questo tipo di virus nel siero. Più alto è il suo tasso, maggiore è la probabilità di trasmissione da madre a figlio. Se il neonato è ancora infetto, vengono prese immediatamente le misure necessarie e viene effettuata una terapia speciale. Molto raramente, l'epatite C causa nascita prematura o neonati con basso peso alla nascita.

Durante la gravidanza, una donna con diabete gestazionale può svilupparsi sullo sfondo dell'epatite C. Nei circoli medici, questa patologia è chiamata diabete mellito gravido, perché si sviluppa solo nelle donne incinte, e dopo la nascita dei bambini, passa in modo indipendente, senza l'intervento e il trattamento di un medico.

Con il diabete gestazionale nel sangue, si trova un alto contenuto di glucosio. Se il decorso della malattia è abbastanza grave, la futura gestante dovrebbe sottoporsi a un trattamento speciale.

Anticorpi dell'epatite C dopo l'analisi durante la gravidanza

Una donna che si è registrata per la gravidanza deve sottoporsi a un esame del sangue per questo tipo di virus immediatamente dopo la prima visita dal medico e poi alla 32a settimana di gravidanza. Durante l'analisi, il sangue viene prelevato da una vena.

Analisi dell'epatite durante la gravidanza mediante ELISA (saggio di immunoassorbimento enzimatico). Lo studio non determina la presenza del virus stesso, ma i suoi anticorpi, cioè, cercano proteine ​​che il sistema immunitario produce dopo che il virus è entrato nel corpo. Va notato che gli anticorpi possono essere molto diversi.

Alcuni di loro potrebbero essere presenti nel corpo per il resto della loro vita e allo stesso tempo il virus stesso potrebbe essere assente. Risultati negativi indicano che una persona non ha mai avuto l'epatite. Ma gli stessi risultati saranno con le infezioni recenti (fino a 6 mesi dal momento dell'infezione). È per questo motivo che tutte le donne in gravidanza dovrebbero sottoporsi a uno studio due volte.

Risultati positivi indicano infezione. Ma ci sono casi in cui l'epatite C falsa positiva viene diagnosticata in donne in gravidanza. In questo caso, i risultati della ricerca sono positivi, ma il virus stesso è assente nel corpo. Questo può accadere se la donna incinta ha disturbi autoimmuni o ormonali, oltre a disturbi del metabolismo.

L'epatite C falsa positiva può essere rilevata, anche se la donna è solo più influenza o infezioni respiratorie acute. È abbastanza semplice spiegare questo fenomeno: in questa situazione, le proteine ​​con una struttura simile, che il sistema immunitario del corpo ha sviluppato in risposta alla penetrazione di altri organismi patogeni, vengono catturate e l'analisi viene rivelata.

Per questo motivo, dopo aver trovato un risultato positivo, viene inviata una donna per ulteriori studi: il metodo PCR (polymerase chain reaction) e la determinazione del genotipo virale. Il medico raccomanderà anche un esame ecografico della cavità addominale, che a sua volta consentirà di vedere i cambiamenti strutturali nel fegato, se presenti.

Trattamento durante la gravidanza

Diversi medici prendono parte al corso di terapia: un epatologo, un immunologo e, naturalmente, un ostetrico-ginecologo. Il trattamento è prescritto solo quando i sintomi della malattia sono chiaramente marcati, perché il decorso acuto della malattia è spesso accompagnato da grave intossicazione generale del corpo, che spesso porta alla perdita del bambino o al parto prematuro.

In tutti gli altri casi, i medici attendono e osservano la posizione, monitorando costantemente lo stato della madre e del feto.

La moderna farmacologia ha sviluppato diversi farmaci usati per il trattamento durante la gravidanza, ad esempio Viferon. Hanno effetti antivirali e immunomodulatori, contengono antiossidanti che potenziano l'effetto principale dei farmaci. Inoltre, il medico può prescrivere epatoprotettori - strumenti che supportano la funzione del fegato.

Una donna dovrà fare aggiustamenti nella sua dieta, cioè attenersi a una certa dieta: non mangiare piatti fritti, speziati, grassi e salati, tonificanti e forti bevande.

I risultati dell'analisi del virus dell'epatite C in donne in gravidanza

Un test positivo per l'epatite C durante la gravidanza è il risultato di un'infezione con un virus che colpisce il fegato. La malattia spesso si presenta senza segni evidenti. C'è solo un malessere generale. Durante il parto, viene esaminata una donna, che consente di rilevare la presenza di infezioni nascoste. In questo modo si trova anche l'epatite. Tuttavia, in alcuni casi si ottiene un risultato falso positivo.

Pericolo di infezione durante la gravidanza

Non ci sono segni evidenti di infezione. È possibile sospettare lo sviluppo del virus se si verifica uno dei fattori:

  • contatto diretto con il sangue del corriere o rapporti sessuali con esso;
  • piercing o tatuaggio, realizzato con strumenti non sterili;
  • uso ripetuto di una siringa.

Se non ci sono ovvi motivi che potrebbero portare a infezioni, è possibile scoprire la presenza del virus nelle donne in gravidanza solo durante l'analisi.

Un prolungato decorso asintomatico della malattia porterà infine allo sviluppo della cirrosi epatica. Di norma, durante l'iniziale infezione da epatite C, c'è un deterioramento delle condizioni generali del corpo. Una donna si sente costantemente malata, si sviluppa una stanchezza cronica, appare una sensazione di debolezza nel corpo.

In rari casi, si verificano complicanze - ittero. Le donne in gravidanza in uno stato di salute spesso si sentono deboli, nauseate, quindi, quando compaiono tali segni, è impossibile anche presumere che la donna sia infetta.

I sintomi non sono caratteristici, sono spesso attribuiti ad altre condizioni patologiche fino a quando non viene effettuata un'analisi per l'epatite C. Altri segni che accompagnano lo sviluppo dell'infezione:

  • dolore muscolare;
  • violazione del sistema nervoso, che si manifesta con depressione, ansia;
  • alterazione della memoria, dispersione dell'attenzione.

Oltre al rischio di sviluppare cirrosi epatica, ci sono altri rischi con l'infezione da epatite. Ad esempio, l'incapacità di utilizzare farmaci in grado di bloccare l'attività dell'infezione. Questi includono Ribavirina, Interferone. Questo riduce le possibilità di alleviare le condizioni di una donna incinta.

La maggior parte dei farmaci immunomodulatori antivirali esistenti e immunostimolanti sono controindicati nel periodo di trasporto di un bambino. Alcuni di essi possono essere utilizzati, ma solo se i benefici superano il possibile danno. In questo caso c'è il rischio di parto prematuro, sviluppo di patologie fetali incompatibili con la vita.

Durante la gravidanza, il diabete gestazionale si sviluppa sullo sfondo dell'infezione. In questo caso, c'è un carico eccessivo sugli organi, tuttavia, questa patologia di solito si risolve da sola dopo il parto. Una donna infetta può trasmettere l'infezione al bambino durante il travaglio o successivamente durante l'allattamento, durante le procedure di cura del bambino.

Quali test vengono eseguiti per confermare il risultato?

Se il corpo è infetto da un virus, nel sangue saranno presenti anticorpi. Per identificare l'infezione, passare l'analisi. Viene eseguito con il metodo ELISA. In questo caso, viene esaminato il siero del sangue.

Quando vengono rilevati anticorpi HCV totali, è possibile parlare di infezione da epatite C. Il metodo ELISA viene utilizzato durante il periodo di gestazione di un bambino, viene utilizzato per controllare la composizione del sangue dei pazienti prima dell'intervento chirurgico e dei donatori. Tale analisi viene condotta sull'epatite durante la gravidanza e in altri casi in cui è necessario eseguire una diagnosi primaria.

Il metodo immunoenzimatico dà una risposta negativa se una persona non è infetta o l'infezione si è verificata di recente (negli ultimi 6 mesi). Per questo motivo, il risultato sull'epatite C si ripete dopo sei mesi. Se si è verificata una gravidanza, l'analisi con il metodo ELISA viene eseguita al momento della registrazione (all'inizio del primo trimestre) e alla 30-32a settimana.

Nel caso in cui il risultato della ricerca sia dubbio o positivo, viene eseguito un test ausiliario. Viene eseguito con il metodo dell'immunoblotting ricombinante.

Se la risposta è sì, prescrivi altri studi:

  1. Analisi biochimiche, attraverso cui la valutazione degli indicatori nel sangue.
  2. PCR - reazione a catena della polimerasi.
  3. Definizione di genotipo. Questo test consente di scoprire quale tipo di infezione è penetrata nel corpo.

Con un risultato positivo dell'analisi, il medico prescrive un'ecografia degli organi addominali. Lo scopo del sondaggio è identificare patologie nella struttura e nella forma del fegato. L'impatto principale dell'infezione con l'epatite C ricade su questo organo.

Risultato del test positivo falso

In determinate condizioni, si consiglia di condurre nuovamente uno studio. Per scoprire se la risposta ricevuta può essere errata, è necessario comprendere il meccanismo dell'analisi. A volte il risultato dello studio non corrisponde all'immagine reale del sangue. Ciò non significa che sono stati commessi degli errori nel valutare le prestazioni del biomateriale.

La falsa analisi positiva per l'epatite è una conseguenza dello sviluppo di condizioni patologiche nel corpo. Allo stesso tempo, vengono prodotte proteine ​​di una struttura simile, come con l'infezione da epatite C. Vengono catturate durante lo studio. False analisi possono essere ottenute sotto l'influenza di una serie di fattori:

  • malattie autoimmuni nelle donne;
  • disturbi ormonali;
  • malattie infettive, la cui causa è SARS, influenza e altri virus;
  • neoplasie benigne o maligne.

Cosa fare se gli anticorpi vengono rilevati nel siero durante la gravidanza del bambino? Prima di tutto, non c'è bisogno di andare nel panico, perché in questa fase si verificano cambiamenti ormonali nel corpo della donna. Questo è uno dei fattori chiave che influenzano i risultati dell'analisi. Effettuare test per malattie autoimmuni:

  • anticorpi anti-muscolo liscio (SMA), anticorpi antinucleari (ANA), anticorpi anti-mitocondriale (AMA);
  • fattore antinucleare (ANF);
  • fattore reumatoide (RF);
  • crioglobuline.

In rari casi, si ottiene una falsa risposta a causa di errori o interruzioni del processo di preparazione del biomateriale da parte del personale medico. Anche meno spesso, c'è una sostituzione involontaria di campioni, o c'è una scarsa qualità della manipolazione durante l'analisi. Molto spesso, i risultati della ricerca ottenuti in diversi centri diagnostici differiscono. L'uso di vari antigeni influisce anche sulla valutazione del biomateriale.

Se sei interessato alla domanda sulla quale l'epatite viene assunta durante la gravidanza, devi sapere che il biomateriale è obbligatorio esaminato per la presenza di un virus come B, A, G, TTV.

Cosa fare se il risultato del test è positivo?

Sono ancora in corso studi che valutano l'impatto di farmaci antivirali e immunomodulatori sul corpo di una donna incinta. Con l'epatite C, è necessario monitorare regolarmente la carica virale. Ciò significa che è importante determinare la concentrazione di RNA dell'epatite C nel siero di una donna in diverse fasi della gravidanza. Tale misura consentirebbe una valutazione del rischio di trasmissione del virus al bambino durante il travaglio.

Non è ancora noto quale opzione sia più sicura per il feto: taglio cesareo o parto naturale. Secondo diversi studi, ognuna delle opzioni è più sicura. Quindi, non c'è modo di determinare in che modo il rischio di trasmissione del virus è più alto. Tuttavia, la percentuale complessiva di bambini infetti durante il travaglio è piccola. Di conseguenza, il rischio di contrarre l'epatite C dalla madre è basso. Va ricordato che la probabilità di trasmissione del virus al bambino aumenta quando l'HIV si trova in una donna incinta.

Se il risultato del test per l'epatite C è positivo durante la gravidanza, si raccomanda di utilizzare solo i propri articoli per l'igiene e di vestire accuratamente le ferite. Tali misure ridurranno il rischio di diffusione dell'infezione.

Per quanto riguarda la terapia antivirale e gli agenti immunomodulatori, tali farmaci sono per lo più vietati alle donne in gravidanza. L'impatto di alcuni farmaci sul corpo è difficile da valutare, dal momento che tali studi non sono stati condotti. In questo caso, il medico può considerare la possibilità di assumere farmaci di questi gruppi, ma solo se il probabile beneficio supera il danno.

L'interferone è raramente prescritto per le donne incinte, in generale è ben tollerato dal corpo della donna. Inoltre, il bambino è nato completamente sano. Quindi, non ci sono dati precisi che confermino l'effetto negativo dell'interferone sul feto. Tuttavia, nelle malattie autoimmuni, alcuni immunomodulatori sono controindicati. Tutti questi fattori devono essere considerati quando si prescrive il trattamento per le donne in gravidanza. Per mantenere il fegato prendi epatoprotettori.

Gli anticorpi contro l'epatite C durante la gravidanza sono diversi!

Le ragazze vogliono scrivere la loro storia in particolare per tutte le donne incinte che hanno trovato anticorpi positivi contro l'epatite C.

Tutto è iniziato con la registrazione. Sono stato registrato a 10 settimane ostetriche. Là è andato - è andato... Analisi, shmanalyzy, sangue, urina, ultrasuono, ecc. In generale, il mio ginecologo solo dopo un mese si è preso la briga di guardare i risultati, alla fine (SENZA PREPARAZIONE MORALE) ho il lupanula giusto in faccia che ero un'epatite. Dire che io poplohelo è di non dire nulla. Hanno pompato fuori in ufficio, alla domanda su cosa dovrei fare con il bambino (ho un bambino, per un minuto, molto atteso e desiderato), mi è stato detto, e che tu, anche a 30 anni, non sai cosa sta generando l'epatite. (Sì, ero completamente all'oscuro di cosa fosse e di cosa stesse mangiando!)... Immediatamente sono stato mandato da uno specialista di malattie infettive, senza essere accantonato, sono subito andato da lui. Francamente, per circa 10 minuti non ho potuto spiegargli cosa volevo da lui, perché in tutto questo tempo singhiozzavo senza una pausa. Quando ha scoperto quale fosse la ragione, ha sorriso e ha detto che ha detto grazie per non aver avuto l'AIDS o la sifilide (grazie, ho rassicurato il pancake). Immediatamente messo a verbale e dato la direzione al centro epatologico.

Ovviamente, non sono andato in nessun centro, ma mi sono precipitato subito per riprendere gli anticorpi in una clinica a pagamento. Gli anticorpi arrivarono "È dubbio" che ero completamente finito e che ero completamente scollato. Immediatamente ho passato un'analisi dettagliata sul virus RNA PCR, era negativo. Con questa PCR e il risultato degli anticorpi, "È dubbio" è arrivato allo specialista in malattie infettive. Mi ha detto che non avrebbe rimosso dal registro, e questi Ivitro, Labstori, ecc. per lui nessuna autorità. Detto fra tre mesi verrai di nuovo a testare gli anticorpi nella nostra clinica gratuita. Circa. Due mesi in lacrime e moccio, in uno stato al confine con l'isteria, sono passati per me come all'inferno. Due mesi dopo, conferisco di nuovo anticorpi per l'epatite C, viene positivamente (e speravo in un errore!), L'infettante si stava già fregando le mani, sorridendo dappertutto e suggerendo la mia vita sessuale "sporca", e ho solo un marito da tre anni.

In generale, sono andato al centro epatologico, bene, da quando questo letame è iniziato in me. Dalla porta mi sono imbattuto nella caposala, mi ha rimproverato che durante i periodi con l'influenza, sto indossando tali assurdità. Ho fatto un altro test sugli anticorpi e ho detto, se sono negativi, scriveremo immediatamente al tuo virus infettivo e lui ti rimuoverà dal registro, se sono positivi e PCR è negativo, significa che avremo due anni. E se dopo due anni la PCR non viene rilevata, saranno rimosse dal registro già nel centro epatologico.

Oh, come ho vissuto questa settimana, non lo so. Ma alla fine, non ho trovato alcun anticorpo. E il responsabile del centro ha detto che nelle cliniche libere esistono reagenti molto economici che possono rispondere positivamente alle proteine ​​di una donna incinta. E questo riguarda non solo l'epatite (qualsiasi), ma anche la sifilide e l'AIDS. E lo sfarfallio dei marcatori da "Doubtful" a "Negative" è del tutto ammissibile... Ovviamente sono stato rimosso dal registro, ma quanti nervi, isterismi, come è arrivato a mio figlio!

Ragazze, vi prego, non pensate nemmeno all'isteria, al pianto o al turbamento se avete registrato anticorpi positivi contro l'epatite, la sifilide o l'AIDS. Vai alla clinica a pagamento e riprova tutto! Sicuramente non c'è nulla, ma queste analisi saranno FALSO-POSITIVE! Se hai domande, chiedi, un dio sa cosa non ho avuto abbastanza di questi pochi mesi!

Sibmama: sulla famiglia, la gravidanza e i bambini

Gravidanza e anticorpi contro l'epatite C.

The Message Liza83 »Wed Jul 18, 2012 12:00

Messaggio doc_sima »mer 18 lug 2012 17:17

The Mayusha Post »Wed Jul 18, 2012 18:12

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 11:42» Grazie: 1

Potrebbe non essere spaventoso quando il virus non è attivo, ma, come si dice in tutti i siti, questa è una bomba a tempo e prima o poi si farà sentire, perché per tutti i portatori di virus si trasforma in epatite C cronica. Dovrà ancora essere trattata, ma il trattamento terribilmente costoso e non un fatto che aiuterà (
Inoltre, se il medico delle malattie infettive fa una diagnosi del genere, allora tutto è registrato nella carta. e il ginecologo mi manderà all'infermeria maternità per partorire. Lì fanno nascere l'HIV lì. molto spaventoso ((

Aggiunto dopo 2 minuti 58 secondi:

Mayusha
Pensi che gli anticorpi possano scomparire?
Qual è stata la tua diagnosi per tuo marito?

The Mayusha Post »Gio 19 Lug 2012 11:46

Messaggio Liza83 »Gio 19 Lug 2012 14:21

Messaggio muzzza »Fri 17 agosto 2012 16:27

Liza83
Come hai deciso tutto? Riprendere?

Ho la stessa situazione. L'anno scorso è stato testato per l'epatite C, perché il risultato è stato dubbio. Per tutte le analisi dettagliate (quantitative e qualitative, e anche il fegato controllato sulla fibroscan) - tutto va bene, non ho l'epatite. E solo l'NS-4 è positivo, il che, come mi è stato spiegato, significa che avevo ancora l'epatite prima, ma poi in qualche modo recuperato, e il virus non è nel sangue.
Da allora, l'analisi dell'epatite C, sono sempre stata dubbia, e non mi chiedo mai.
E poi la gravidanza come hanno visto ho un'analisi dubbia sul display LCD, quindi senza esitazione, inviata alla malattia infettiva. E cosa ne pensi? L'analisi è positiva! In questo caso, la biochimica è l'ideale. Mi hanno dato un certificato con una diagnosi di epatite C con un minimo di attività. Ma non voglio andare con una diagnosi del genere! In breve, andrò a rifare di nuovo ad Invitro, e di nuovo a questa malattia infettiva, che cancelli la sua diagnosi.

Il messaggio di Redhead Apricot »Wed Jun 17, 2015 22:37

Posso spiegare cosa e come?
Il test del sistema per l'epatite C può essere sugli anticorpi totali e sullo spettro (anticorpi contro il virus del virus e le proteine ​​di membrana.) Quindi gli anticorpi totali sono positivi (questi sono tutti gli anticorpi presenti nell'heap).Inoltre, viene stabilita la necessità di un test di conferma. e pcr metrd in alcuni casi.
E in base ai risultati di questi risultati si ottiene un risultato positivo o negativo. Se gli anticorpi contro il ra nucleare sono testati nello spettro, il test è positivo. Se solo una proteina di membrana (ns 3, ns4, ns5) è una di queste, il risultato è negativo. Se 2 proteine ​​di membrana - il risultato è positivo.

Aggiunto dopo 9 minuti 12 secondi:

Ora per quello che era gkpatit si è sparito.
Nella mia comprensione medica, questa è una sciocchezza. Meea stessa aveva una diagnosi del genere. Ho ottenuto un ritiro della diagnosi.
Mi è stato diagnosticato a 13. Sono andato con la prima diagnosi con questa diagnosi (tutti erano medici in ospedale anche se stavo urlando se non ero un tossicodipendente) e quindi ho fissato un obiettivo per rimuoverlo.
Ho scritto una linea per l'epatite e ho scoperto che faccio una diagnosi durante un esame ogni anno per 5 anni su am e pcr. Se tutti e 5 anni si arrampica costantemente su una stessa membrana proteica (nel mio caso, ns4) e la PCR viene rimossa. Ora ho un certificato che non c'è epatite. E prima, la diagnosi era "hapatite C of minimal activity"

Aggiunto dopo 4 minuti 33 secondi:

E il fatto che sia rilevata la proteina ns4 o altre. Dopo aver parlato con i colleghi, siamo giunti alla conclusione che sembra che nel corpo ci sia una proteina in cui esiste una struttura simile a ns4. Ecco gli anticorpi per lui e catturati. E infatti non è né il virus né il guscio proteico.
In linea di principio, non c'è alcun virus nei miei figli. (sebbene il contatto perinatale per l'epatite C sia stato ripristinato per la prima volta). È per questo che ho raccolto i test per 5 anni, in modo che il secondo bambino non scrivesse alcuna schifezza

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Come rimuovere la pietra dalla cistifellea senza intervento chirurgico

Cirrosi

Le pietre della cistifellea rimuovono i metodi popolariLa malattia da calcoli biliari porta oggi nella patologia del sistema gastrointestinale.

Regola la dieta dopo la colecistectomia

Sintomi

La chirurgia per rimuovere la cistifellea (colecistectomia) è una procedura chirurgica comune che, se eseguita prontamente e in modo competente, non interferisce con la vita del paziente.

Cosa può dire il conteggio ematico dei leucociti?

Diete

I conteggi di sangue caratterizzano lo stato di salute umana e possono facilitare notevolmente la diagnosi. Grazie alla definizione della formula dei leucociti, possiamo assumere il tipo di malattia, giudicare il suo decorso, la presenza di complicazioni e persino prevederne l'esito.

Pulizia del fegato a casa: cieco

Sintomi

Un tubo, o come viene anche chiamato, sondaggio cieco, è una procedura per la pulizia del fegato, della cistifellea e dei dotti. Questo lavaggio è di natura piuttosto delicata e, con il giusto approccio, non rappresenta una minaccia per l'organismo.