Principale / Diete

Antibiotici per colecistite: indicazioni, regole d'uso, rappresentanti migliori

Diete

La colecistite è una malattia comune che causa danni alla cistifellea. La patologia può verificarsi sia in forma acuta che in forma cronica. La base del trattamento della colecistite è lasciata con antibiotici, che consentono di sbarazzarsi dei batteri patogeni patologici che hanno causato la patologia. È meglio usare quali antibiotici in uno stato simile e come usarli correttamente - più avanti nell'articolo.

Cause di patologia

Il più delle volte, la colecistite nei pazienti si sviluppa sullo sfondo di una malattia gallstone fluente. In questo caso, le pietre nella cistifellea danneggeranno le pareti dell'organo, causando un deterioramento del deflusso della bile.

Ulteriori fattori per lo sviluppo della malattia possono essere:

  • deformità congenita dell'organo;
  • disordini metabolici;
  • gli effetti di malattie croniche gravi non trattate (possono essere diabete o aterosclerosi);
  • trauma alla cavità addominale;
  • gravidanza (cambiamenti ormonali e crescita dell'utero);
  • stile di vita sedentario e completa assenza di attività fisica;
  • costipazione;
  • cambiamenti di età;
  • disturbi alimentari e la prevalenza di cibo spazzatura nel menu.

Caratteristiche della terapia

Gli antibiotici per la colecistite sono obbligatori nella terapia medica. Con l'aiuto di questi farmaci è possibile nel più breve tempo possibile sopprimere l'attività dei batteri patogeni che provocano il processo infiammatorio nel corpo.

Il più delle volte, gli antibiotici per il trattamento della colecistite sono prescritti per il decorso acuto della malattia. La durata della terapia non dovrebbe durare più di sette giorni. In rari casi (con lo sviluppo di complicanze) il decorso del trattamento dura 10 giorni.

Per tutto questo tempo, le condizioni del paziente devono essere monitorate dal medico curante. Fare trattamenti incontrollati è estremamente pericoloso.

Compiti della terapia farmacologica

La terapia terapeutica per l'infiammazione della cistifellea ha i seguenti obiettivi:

  • migliorare il flusso della bile;
  • fermare il processo di infezione;
  • eliminazione del processo infiammatorio;
  • eliminazione delle tossine dal corpo;
  • riduzione del dolore;
  • prevenzione delle complicanze;
  • migliorare le funzioni del sistema digestivo nel suo insieme.

Ricordate! La terapia antibatterica sarà efficace nella colecistite acuta non complicata. Il tipo diagnostico di questa malattia, che è accompagnato dalla formazione di calcoli nell'organo o nei suoi dotti, nella forma avanzata di perdita richiederà un intervento chirurgico.

Indicazioni per appuntamento

L'uso di antibiotici per la colecistite è obbligatorio, perché se non si interrompe la fonte dell'infezione nel tempo, la malattia può iniziare a progredire e provocare complicazioni sotto forma di ulcere.

Ciò può causare la morte del paziente. Per evitare ciò, la terapia tradizionale prevede l'uso obbligatorio di agenti antibatterici.

Indicazioni dirette per prescrivere questi gruppi di farmaci sono:

  • aumento della temperatura corporea (superiore a 38 gradi);
  • dolore addominale cramping che non ha una chiara localizzazione;
  • la presenza di lesioni infettive secondarie in un paziente;
  • segni caratteristici di infezione nel corpo, che aiuteranno a vyvit esami del sangue generali;
  • dolori al fegato progressivi;
  • frequente diarrea, vomito grave e altri sintomi di un disturbo digestivo;
  • colica intestinale;
  • l'aumento del volume della colecisti o del fegato, che viene rilevato mediante studi ecografici;
  • malessere generale, pallore e debolezza come sintomo di intossicazione del corpo.

Vale la pena sapere! Prima della nomina di antibiotici per l'infiammazione della cistifellea dovrebbe identificare la suscettibilità del paziente a un ingrediente attivo specifico del farmaco. Ciò è dovuto al fatto che molti farmaci non possono avere alcun effetto sull'agente infettivo, se il farmaco non è correttamente selezionato.

Gruppi di droghe e rappresentanti popolari

La terapia antibiotica per colecistite consente l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • macrolidi (claritromicina);
  • tetracicline (doxiciclina);
  • fluorochinoloni (ciprofloxacina);
  • derivati ​​del nitroimidazolo (metronidazolo).

L'infiammazione più comune della cistifellea è alleviata dai seguenti antibiotici:

  1. Azitromicina. Il farmaco può essere presentato sotto forma di capsule o compresse. Dovrebbe essere preso in un dosaggio di 1 g.
  2. Azikar. Il farmaco allevia rapidamente l'infiammazione ed è ben combinato con altri farmaci.
  3. Flemoksin. Questa è una delle forme derivate di Amoxicillina, che è disponibile in forma di pillola. Il farmaco viene rapidamente assorbito e consente di normalizzare rapidamente le condizioni del paziente.
  4. Amoxil. Questo è un farmaco combinato, i cui principi attivi sono amoxicillina e acido clavico. Può essere usato come iniezione e prendere la pillola per via orale.

Antibiotici per il trattamento di donne in gravidanza

Gli antibiotici per la colecistite acuta o cronica nelle donne in gravidanza non vengono solitamente utilizzati dai gastroenterologi per non influire negativamente sul feto.

Nonostante questo, ci sono momenti in cui è impossibile fare a meno dell'uso di questi farmaci. In questo caso, il medico deve scegliere un medicinale per la donna, non solo tenendo conto della sensibilità dei batteri, ma anche tenendo conto della durata della gravidanza.

Durante il parto è consentito l'uso prolungato dei seguenti gruppi di farmaci:

Attenzione! Non è possibile utilizzare i primi antibiotici disponibili durante la gravidanza, in quanto ciò può non solo danneggiare il feto, ma anche causare aborto spontaneo, parto prematuro e altre gravi complicanze.

Controindicazioni

Gli antibiotici per la colecistite non possono essere utilizzati in tutti i casi. Controindicazioni dirette a tale terapia sono:

  1. Intolleranza individuale da parte del paziente della sostanza attiva del farmaco.
  2. Periodo di gravidanza e allattamento (ad eccezione di quelli che sono autorizzati a usare durante la gravidanza).
  3. Aumento della suscettibilità alle allergie.
  4. Grave condizione del paziente (grave violazione delle funzioni dei reni, fegato).
  5. Mononucleosi infettiva

Fatto! Il migliore effetto terapeutico degli antibiotici viene mostrato quando vengono usati in terapia di associazione con altri farmaci.

Effetti collaterali

Uno dei principali svantaggi dei farmaci antibatterici è la loro maggiore tendenza a provocare effetti collaterali. Allo stesso tempo, possono verificarsi reazioni negative se le compresse non vengono somministrate o utilizzate correttamente quando il paziente ha evidenti controindicazioni.

Il più delle volte, la terapia antibiotica provoca le seguenti reazioni avverse:

  • prurito, eruzione cutanea, arrossamento;
  • disturbi digestivi, che possono manifestarsi come disbiosi, nausea, diarrea;
  • immunità ridotta;
  • carenze vitaminiche;
  • infezione fungina;
  • broncospasmo;
  • gengive sanguinanti;
  • candidosi nelle donne;
  • stomatiti;
  • menomazione visiva.

Nei casi più gravi si può sviluppare uno shock anafilattico che richiede l'assistenza immediata di un medico.

Con lo sviluppo di qualsiasi deterioramento della condizione durante l'assunzione di antibiotici, è opportuno informare immediatamente il medico curante. In questo caso, uno specialista può regolare il dosaggio delle compresse o prescrivere un analogo più sicuro dell'antibiotico.

Regole di applicazione e raccomandazioni di esperti

Prima di iniziare un trattamento antibiotico, è importante familiarizzare con le seguenti raccomandazioni per il trattamento:

  1. La selezione di agenti antibatterici deve essere effettuata prendendo in considerazione l'età del paziente. Inoltre, il medico deve tenere conto della presenza di altre gravi malattie nel paziente (storia di infarto, diabete, epatite, ecc.). Per i bambini vengono utilizzati antibiotici approvati separati.
  2. L'indicazione principale per l'uso di questi farmaci è un processo infiammatorio attivo.
  3. Gli antibiotici per la colecistite possono essere utilizzati in diverse forme di rilascio. La scelta di un particolare tipo di medicina dipende dallo stadio della malattia.
  4. Non è possibile interrompere il corso del trattamento, a meno che i farmaci prescritti non inizino a provocare complicazioni.
  5. La selezione errata di farmaci o il ritardo nell'iniziare il trattamento possono peggiorare le condizioni del paziente e portare allo sviluppo di complicanze. Ecco perché anche ai primi sospetti di colecistite, vale la pena contattare un medico.
  6. Un antibiotico può essere utilizzato per non più di una settimana. Altrimenti, il suo effetto potrebbe diminuire.
  7. In parallelo con l'uso di antibiotici, è importante assumere farmaci per prevenire la disbiosi (Linex). Il corso del trattamento con probiotici dovrebbe essere di almeno un mese.

Antibiotici e colecistite

Gli esperti consigliano di assumere antibiotici per entrambi i tipi di colecistite:

  • Cronica si verifica in alcune patologie di deflusso della bile dal tratto biliare, è considerata una patologia indipendente. Spesso appare con una malattia progressiva del calcoli biliari, la natura dello sviluppo è graduale;
  • Acuta - infiammazione rapida nella cistifellea (nei pazienti con colelitiasi) a causa del blocco del dotto con una pietra, che causa la congestione della bile, accompagnata dalla moltiplicazione delle infezioni (streptococchi, E. coli, stafilococco, Clostridia, Klebsiella).

Riferendosi a questo problema al medico-gastroenterologo, è possibile ottenere un trattamento conservativo complesso di colecistite, che si basa su antibiotici.

Perché è necessario assumere antibiotici?

Il trattamento conservativo dei pazienti con colecistite viene assegnato con l'obiettivo principale: è necessario normalizzare il flusso di bile dalla cistifellea. Per fare questo, è necessario assumere farmaci con un effetto coleretico, ma raramente la colecistite si verifica in questa fase. Le cause di questo problema risiedono nell'origine della malattia, nel suo decorso e nella pantogenesi. La presenza di una forma di colecistite in un paziente indica la presenza di microflora patogena.

Può essere un'infezione da stafilococchi o streptococchi, da un fungo o da una normale infezione anaerobica. Per confermare questa ipotesi, i medici conducono ricerche in un ospedale.

La terapia antibiotica è il metodo più efficace e conveniente per sbarazzarsi di colecistite acuta e cronica (soggetto a conferma della loro eziologia batterica).

Anche con il trattamento efficace dei sintomi individuali della colecistite e la normalizzazione del deflusso della bile, la terapia antibiotica è una necessità. Anche dopo aver sbloccato il dotto per il passaggio libero della bile, l'infezione dalla vescica non andrà da nessuna parte. Nella pratica medica, ci sono frequenti casi di espansione parziale del lume, da cui è separato il pus. In tutte le situazioni sopra indicate, sono indicati gli antibiotici.

L'azione della droga

Gli antibiotici prescritti dal medico curante al paziente allevieranno notevolmente la condizione all'inizio del corso e allevieranno l'infezione entro la fine del corso.

La durata del trattamento sarà di circa 10 giorni (un corso più lungo di assunzione di agenti antibatterici è irto della comparsa di disbiosi e mughetto).

Gli antibiotici sono suddivisi in diversi gruppi in base al loro effetto sulla cellula interessata (interrompendone l'integrità o producendo il metabolismo delle proteine ​​all'interno).

Il primo gruppo comprende i seguenti farmaci:

  1. Cefazolin è considerato il farmaco della prima generazione, colpisce una vasta gamma di microrganismi. Il farmaco è controindicato nei neonati nel primo mese di vita, durante la gravidanza può essere utilizzato sotto la stretta supervisione di un medico.
  2. Penicillina in grandi quantità si accumula nella bile, per questo motivo è considerato uno dei rimedi più efficaci per la colecistite.
  3. Cefalexina è prescritta per il decorso acuto della malattia. L'antibiotico ad ampio spettro è controindicato nei bambini di età inferiore ai 12 anni e nei pazienti con malattie croniche del fegato e dei reni.

Il secondo include:

  • La levomicetina è prescritta solo se l'agente eziologico della colecistite è il bacillo della dissenteria, della salmonella o del tifo.
  • L'eritromicina è efficace nell'aggravare la colecistite.
  • La tetraciclina è prescritta se la colecistite è causata da enterococco, streptococco o E. coli.
  • La gentamicina è utilizzata in gravi infezioni da eterococco.

Di grande importanza è la nomina del farmaco è un medico, in quanto ognuno di essi ha una gamma individuale di effetti.

Colecistite in una grande percentuale di casi si sviluppa sullo sfondo di infezione del corpo con streptococchi, enterococchi, E. coli.

In questi casi, ha senso seguire il corso dei seguenti antibiotici:

  1. cefalexina;
  2. tetraciclina;
  3. cloramfenicolo;
  4. gentamicina;
  5. ampicillina;
  6. Cefazolina.

Oltre al suo impatto sulla cellula infetta, gli antibiotici per la colecistite si distinguono a seconda del luogo di concentrazione nel corpo del paziente della sostanza attiva e del metodo di rilascio.

I medici esperti concordano sul fatto che l'ampicillina, la tetraciclina e la penicillina sono più efficaci nel trattamento della colecistite. La loro efficacia è dovuta al fatto che la maggior parte della sostanza medicinale si accumula direttamente nella bile.

Raccomandazioni e indicazioni per l'ammissione

Il trattamento con antimicrobici è altamente raccomandato nei casi in cui la colecistite è accompagnata da dolore persistente, coliche, febbre, aumento della colecisti e aumento della leucocitosi nel sangue.

Nel decorso acuto della malattia, è indicato il trattamento con un gruppo di eritromicina di agenti antimicrobici: Azitromicina, Spiramicide e Roxithromycin. Questi farmaci si accumulano nella bile, il che conferisce un meraviglioso effetto terapeutico.

Inoltre, con la colecistite, il furazolidone è efficace - un farmaco di ampia azione antimicrobica, con l'aiuto del quale è possibile condurre la terapia di qualsiasi forma di colecistite. Le controindicazioni sono malattie renali.

Il ricevimento delle medicine di cui sopra deve esser unito al corso Baktisuptil e vitamine di gruppi A, B e C.

Nei casi di rapido sviluppo della colecistite acuta, quando non c'è tempo per la terapia a lungo termine, vengono utilizzati antibiotici con un ampio spettro di effetti: Ampioks, Cefalosporina e gentamicina.

Regole importanti per l'assunzione di farmaci:

  • Quando colecistite in bambini e adulti, i medici utilizzano tipi completamente diversi di antibiotici. Ma sono nominati se un risultato positivo non potrebbe essere raggiunto con la tradizionale terapia antibatterica.
  • Si prescrivono antimicrobici in presenza di forti dolori, che non possono essere fermati con l'aiuto di semplici farmaci.
  • Con la colecistite, l'introduzione di antibiotici nel corpo viene effettuata per via intramuscolare o endovenosa (è così che viene raggiunta la massima efficacia).
  • Le iniezioni vengono eseguite fino a 3 volte al giorno, il corso dura una settimana o 10 giorni. Il numero individuale di iniezioni e la loro durata è determinato dal medico curante in base alla specificità del caso e ai risultati delle analisi del paziente.

Dopo un ciclo di antibiotici di solito viene il recupero, ma non aiutano in tutti i casi più gravi. Ad esempio, con un'infezione sistemica, l'intervento chirurgico è considerato l'unico trattamento adeguato.

Per prevenire lo sviluppo della forma cronica di colecistite, non è consigliabile abusare di cibo e alcol nocivi.

Studi recenti suggeriscono il rapido adattamento del corpo a vari tipi di antibiotici, che porta alla loro parziale inattività. Pertanto, l'assunzione di farmaci antimicrobici per la profilassi da solo.

  1. Dysbacteriosis a livello intestinale. Si verifica sullo sfondo di antibiotici a causa della morte di batteri benefici.
  2. Grave disbiosi con deficit di vitamina K, sanguinamento nasale e gengivale.
  3. Candidosi della cavità orale e della mucosa vaginale a causa dell'eccessiva riproduzione di funghi patogeni.
  4. Le reazioni allergiche sono comuni (rash, prurito, edema laringeo) e locali (infiammazione del sito di iniezione, fino alla formazione di un ascesso).

In qualsiasi corso di colecistite, con un'adeguata terapia iniziata in tempo, la prognosi è abbastanza favorevole. La cosa principale è consultare un medico in tempo ed essere esaminati. Assegnare l'antibiotico desiderato, il suo dosaggio e la durata del corso di ricezione possono essere solo uno specialista qualificato. Colecistite curabile

Antibiotici per colecistite acuta e cronica: un elenco e regimi di trattamento

Quali antibiotici prescritti per la colecistite

Gli antibiotici per la colecistite sono una parte importante del complesso trattamento dell'infiammazione della colecisti. Sintomaticamente, la colecistite si manifesta con dolore addominale, nausea, vomito, febbre.

Per il sollievo dell'infezione prescrivere farmaci antibatterici. Oltre al trattamento con antibiotici e terapia sintomatica (ad esempio, farmaci per l'escrezione della bile), si raccomanda di seguire una dieta a basso contenuto di grassi liquido.

In questo articolo, osserviamo i sintomi e il trattamento con antibiotici durante la colecistite.

Gli antibiotici sono una parte importante della terapia colecistite.

Diagnostica differenziale

La colecistite è spesso una conseguenza della malattia del calcoli biliari avanzata (GCB) e richiede una terapia antibiotica per prevenire le complicanze nel tratto biliare.

Pertanto, nel 20% dei pazienti con coliche biliari che trascurano il trattamento, si sviluppa una forma acuta di malattia infiammatoria.

Se la forma acuta non viene curata, la colecistite diventa gradualmente cronica ed è complicata dall'infiammazione degli organi vicini: colangite, pancreatite, colangioepatite e altri.

Più del 90% dei casi di colecistite sono dovuti a blocchi di calcoli biliari.

Per confermare la diagnosi, viene utilizzata una ecografia (US) degli organi addominali e possono anche essere prescritti esami di laboratorio.

I fattori di rischio includono:

  • contraccezione orale;
  • la gravidanza;
  • predisposizione genetica;
  • l'obesità;
  • diabete e altri disturbi metabolici;
  • malattia del fegato.

Senza la mancanza di un trattamento tempestivo della colecistite, diventa cronico. Il trattamento della colecistite è sempre complesso e dipende dalla gravità della condizione e dalla presenza di complicanze.

Il più delle volte, il trattamento viene effettuato su base ambulatoriale a domicilio, ma in alcuni casi potrebbe essere necessario rimanere in ospedale e persino il trattamento chirurgico. Gli antibiotici sono usati per combattere l'infezione stessa.

Solo un medico in base al quadro clinico e ai dati di ricerca di laboratorio può selezionare un farmaco efficace.

È possibile fare a meno degli antibiotici durante la colecistite?

Per combattere la colecistite, il medico può prescrivere antibiotici.

Colecistite si verifica quando la parete della cistifellea viene infettata. Questo è il motivo per cui gli antibiotici sono prescritti per combattere le infezioni negli adulti e nei bambini. Nonostante il fatto che gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea da soli non siano in grado di curare la colecistite, è sufficiente fare a meno del loro uso.

Nessun metodo nazionale per sopprimere il fuoco dell'infezione nella cistifellea non funzionerà, il massimo è stimolare il deflusso della bile, ma non il trattamento dell'infezione. Inoltre, senza antibiotici c'è il rischio che l'infezione si diffonda agli organi vicini - entrerà nei dotti biliari, nel fegato, nel pancreas.

L'infiammazione può essere innescata al punto che i medici dovranno rimuovere la cistifellea.

La terapia antibatterica è prescritta nel periodo di esacerbazione della malattia del calcoli biliari, trattamento delle forme calcicole, acute e croniche di colecistite. Usato farmaci ad ampio spettro per massimizzare schiacciare l'infezione e prevenire le complicanze.

Controindicazioni per la terapia antibiotica

Tutte le controindicazioni all'uso di antibiotici durante la colecistite e la colelitiasi sono relative, il che significa che se ci sono controindicazioni al paziente, il medico deve selezionare l'opzione di trattamento alternativo più appropriata.

È necessaria una revisione degli appuntamenti nei seguenti casi:

  • storia di allergie agli antibiotici di qualsiasi gruppo;
  • mononucleosi infettiva;
  • gravidanza in tutti i periodi;
  • periodo di allattamento;
  • storia di reazioni allergiche a qualsiasi farmaco;
  • severa condizione scompensata del paziente.

Il miglior farmaco antibatterico per colecistite

Le pillole "magiche" per la colecistite non esistono

Molti sono preoccupati per la questione su quale antibiotico sia meglio scegliere. Non esiste una pillola "magica" per il trattamento della colecistite.

Ogni farmaco ha il suo spettro di azione, le caratteristiche del suo uso, perché il medico dovrebbe selezionare un antibiotico per il trattamento basato sui sintomi e l'esame.

Esistono protocolli standard per il trattamento della colecistite, che guidano la scelta dei farmaci. Leggi di più su questo nell'articolo qui sotto.

L'infiammazione della colecisti è una malattia grave e l'auto-trattamento della colecistite non è solo inaccettabile, ma anche pericoloso.

Per chiarire la diagnosi, alla selezione di un regime di trattamento possono essere prescritti ulteriori studi: ecografia, coltura di campioni (viene anche chiamata semina), analisi generale, biochimica del sangue.

Il trattamento della colecistite è sempre complesso, ma senza terapia antibatterica, il recupero non arriverà.

Trattamento antibatterico standard mondiale

Molto spesso la colecistite causa E. coli E. coli e il batterio patogeno B. fragilis, così come alcuni tipi di Klebsiella, enterococchi, pseudomonadi.

Tenendo conto delle peculiarità del decorso di queste infezioni, vengono prescritti quei gruppi di antibiotici che possiedono la massima azione antimicrobica.

Pertanto, sono stati sviluppati regimi di trattamento standard per la colecistite acuta e per l'esacerbazione della colecistite cronica.

Gli antibiotici più raccomandati sono:

  • piperacillina + tazobactam (Aurotaz, Zopercin, Revotaz, Tazar, Tazpen);
  • ampicillina + sulbactam (Ampisid, Sulbatsin, Unazin);
  • Amoxicillina + acido clavulanico (Amoxiclav, Augmentin, Flemoklav);
  • Meropenem (Alvopenem, Aris, Demopenem, Europenem, Mipenam, Merogram, Meronem, Ronem, Expenem);
  • ipenem + cylastin (Prepenem).

Un altro regime di trattamento efficace comprende una combinazione di cefalosporine di terza generazione con metronidazolo (Trichopol), che è in grado di migliorare l'effetto del trattamento. Tra le cefalosporine più spesso utilizzate:

Ceftriaxone è spesso prescritto per colecistite.

  • Cefotaxime (Cefantral, Loraxim);
  • Ceftriaxone (Auroxon, Belcef, Loraxon, Cefogram);
  • ceftazidim (Aurocef, Orzid, Fortum, Ceftadim);
  • cefoperazone + sulbactam (Macrocef, Sulperazon, Sultsef);
  • cefixime (Lopraks, Sorcef, Supraks, Cefix).

Gli antibiotici elencati e i nomi commerciali sotto i quali vengono rilasciati non sono gli unici. In alcuni casi, il medico può prescrivere altri schemi, guidati dai risultati dei test.

I farmaci di seconda scelta sono gentamicina, cloramfenicolo, tetracicline, eritromicina e alcuni altri tipi di antibiotici.

In alcuni casi, quando oltre alla colecistite, i dotti biliari (colangite) sono infiammati o ci sono altre complicazioni, diversi farmaci antibatterici possono essere utilizzati contemporaneamente. Per esempio, combinazioni di penicilline con fluorochinoloni - più spesso ampicillina con ciprofloxacina. O ampicillina con oxacillina (Ampioks).

I dosaggi dei farmaci dipendono dalla gravità dell'infezione, vengono selezionati individualmente. Nei casi più gravi si raccomandano iniezioni di farmaci antibatterici, in forme più leggere si possono assumere forme orali.

Trattamento della colecistite durante la gravidanza e l'allattamento

Per il trattamento della colecistite in donne in gravidanza vengono utilizzati quei gruppi antibiotici che sono consentiti per l'uso durante la gravidanza. Questi includono alcune penicilline, cefalosporine e in alcuni casi usano macrolidi.

L'ampicillina + sulbactam più comunemente usata (Ampisid, Sulbatsin, Unazin), ceftriaxone (Auroxon, Beltsef, Loraxon, Cefogram), azitromicina (Sumamed, Hemomitsin).

Gli antibiotici elencati sono relativamente sicuri per il feto e sono approvati per l'uso durante la gravidanza, se il beneficio atteso copre il danno possibile dal loro uso.

Ma l'allattamento al seno al momento del trattamento dovrà fermarsi in modo che con il latte il bambino non riceva una parte dell'antibiotico. Prevedere le conseguenze è molto difficile, perché è necessario sospendere l'allattamento al seno, mentre la madre prende farmaci antibatterici.

In nessun caso non può auto-medicare, prendere qualsiasi farmaco senza consultare un medico. Alcuni antibiotici possono causare danni irreparabili al feto, perché solo un medico può prescrivere un trattamento durante la gravidanza e l'allattamento.

Caratteristiche di ammissione e complicanze della terapia antibiotica

Durante il trattamento, dovresti abbandonare completamente l'alcol, seguendo una dieta a base di colecistite: l'esclusione di cibi grassi, il consumo eccessivo di zucchero, legumi, frutta acida e bacche, cibi in scatola, affumicati, piatti speziati, caffè forte.

È importante aderire completamente al regime di trattamento, non cambiare il dosaggio, non saltare la ricezione, non interrompere il corso, anche se c'è stato un recupero completo.

Altrimenti, può svilupparsi una resistenza all'antibiotico, una rapida recidiva della malattia. Come qualsiasi altro farmaco, gli antibiotici hanno una serie di effetti collaterali.

Maggiori dettagli sui possibili effetti collaterali sono descritti nelle istruzioni per il farmaco.

Nelle recensioni degli utenti, è possibile trovare una varietà di effetti collaterali, ma il più delle volte si verifica:

  • dysbacteriosis, che porta alla rottura del tratto gastrointestinale;
  • carenza di vitamina K, che può causare epistassi;
  • candidosi orale e altre membrane mucose (ad esempio, mughetto);
  • reazioni allergiche, se esiste una sensibilità individuale ai componenti del farmaco (questi segni non possono essere ignorati).

Per la prevenzione degli effetti indesiderati, è necessario seguire chiaramente le istruzioni e le raccomandazioni del proprio medico. Dopo un lungo ricevimento, si consiglia di bere un corso di probiotici per ripristinare la microflora intestinale sana.

Colecistite, cause dell'apparenza, sue forme, sintomi, metodi di diagnosi e trattamento.

4 antibiotici più efficaci nel trattamento della colecistite (infiammazione della cistifellea)

La colecistite acuta è una patologia improvvisa, accompagnata da:

  • infiammazione della cistifellea;
  • intenso dolore addominale, aggravato durante la palpazione dell'area subcostale destra;
  • febbre e brividi;
  • vomito con addizione di bile;
  • l'avvento di marcatori di laboratorio di reazioni infiammatorie aspecifiche e segni di danno alla cistifellea agli ultrasuoni.

Il ruolo principale nello sviluppo dell'infiammazione della colecisti è giocato dall'ipertensione biliare (violazione del deflusso della bile associato all'ostruzione del dotto della cistifellea con pietra, muco, detriti, Giardia) e infezione della bile. L'infezione nella colecisti può essere ematogena, linfatica o enterogena.

La base della terapia farmacologica nel periodo acuto sarà l'uso di farmaci antispastici (normalizzazione del deflusso biliare), antibiotici (per eliminare la componente infettiva), FANS (riduzione della gravità della risposta infiammatoria, riduzione di edema e anestesia), soluzioni cristallino per infusione.

Il trattamento con antibiotici per l'infiammazione della cistifellea è obbligatorio e aiuta a ridurre il rischio di sviluppare complicanze settiche.

Antibiotici per colecistite cronica prescritti nel periodo di esacerbazione, cioè durante un attacco acuto. Nella fase di remissione della malattia, la terapia antibiotica non viene eseguita.

Leggi oltre: una selezione onesta di antibiotici per la pancreatite acuta e cronica negli adulti

Tipi di colecistite

  • acuto e cronico;
  • complicato e senza complicazioni;
  • calcoloso e non-calculous.

Da colecistite fattore eziologico può essere un batterica, virale, parassitaria, non microbica (asettico immunogenica), allergica, post-traumatica, enzimatica, etc.

Nella maggior parte dei casi, l'infiammazione è inizialmente associata a una violazione del deflusso della bile e della sua infezione. Va notato che la componente batterica dell'infiammazione si unisce anche con la colecistite inizialmente asettica.

Ciò è dovuto al fatto che la violazione del deflusso della bile è accompagnata da un aumento della concentrazione di lisolecitina che danneggia la mucosa della cistifellea.

Pertanto, gli antibiotici per l'infiammazione della cistifellea vengono applicati senza fallo.

Gli antibiotici per la colecistite sono selezionati tenendo conto dei principali patogeni dell'infiammazione. Cioè, devono agire su E. coli, Klebsiella, pseudomonadi, stafilococchi, streptococchi, enterococchi, ecc.

Antibiotici per colecistite

I principali gruppi di farmaci con la massima efficacia in colecistite saranno:

Nella colecistite acuta, il metronidazolo viene prescritto in combinazione con altri antibiotici. Separatamente, questo farmaco, così come l'ornidazolo, non è prescritto. I preparati a base di nitroimidazolo sono usati per le infezioni miste. Assegnandoli all'antibiotico principale (fluorochinolone, cefalosporina, ecc.) Consente di massimizzare la portata del farmaco.

In caso di infezioni gravi enterococchi consigliati da usare con aminoglicosidi antibiotici una combinazione ingibitorozaschischennogo ampicillina (ampicillina + sulbactam) - gentamicina.

L'amoxicillina per la colecistite viene anche utilizzata nella variante protetta dall'inibitore (amoxicillina + acido clavulanico). L'uso di questo antibiotico nella sua forma pura non è raccomandato a causa dell'alto rischio di resistenza degli agenti patogeni.

Leggi oltre: eccellente selezione di analoghi amoxicillina per adulti e bambini

In colecistite acuta grave con alto rischio di complicanze settiche, usare carbapenemie - ertapenem. A infiammazione moderata della cistifellea si consiglia di applicare altri antibiotici beta-lattamici: penicilline, ingibitorozaschischennye aminopenicillins (colecistite acuta consigliato ampicillina) e le cefalosporine.

La ciprofloxacina con colecistite viene prescritta a pazienti con intolleranza agli antibiotici beta-lattamici.

Da farmaci cefalosporini mostra l'uso di:

Ceftriaxone per colecistite non è raccomandato, perché può portare al ristagno della bile e provocare lo sviluppo di calcoli nella cistifellea.

Nella colecistite acuta, la terapia antibiotica viene solitamente prescritta per 5-7 giorni.

Gli antibiotici per la colecistite cronica (nella fase acuta) o per l'infiammazione acuta complicata possono essere somministrati per sette-dieci giorni.

ampicillina

Il farmaco appartiene alle aminopenicilline semisintetiche. L'amicillina è altamente efficace nella colecistite causata da Escherichia coli, Enterococcus, Proteus, Staphylococcus e Streptococcus. Il farmaco in alte concentrazioni accumula la bile, anche con colestasi grave.

Gli svantaggi di un antibiotico è il fatto che essa è completamente distrutto da enzimi batterici beta-lattamasi, quindi se si sospetta che l'infiammazione è causata da ceppi beta-lattamasi raccomandate per amministrare ingibitorozaschischennuyu versione: ampicillina + sulbactam.

L'ampicillina viene somministrata per via intramuscolare in una dose di 0,5-1 g ogni 6 ore. Nei casi più gravi, il dosaggio giornaliero può essere aumentato a sei grammi, suddivisi in 4-6 iniezioni.

I bambini di età superiore ai 6 anni, il farmaco viene prescritto a 100 mg / kg al giorno. La dose giornaliera è divisa in 4-6 iniezioni.

Per i pazienti con disfunzione renale, il dosaggio viene regolato in base alla velocità di filtrazione glomerulare.

L'antibiotico è controindicato nei pazienti con mononucleosi, malattie linfoproliferative, gravi disfunzioni dei reni e del fegato, intolleranza ai beta-lattamici.

L'ampicillina può essere somministrata alle donne in gravidanza. Se necessario, l'uso dei fondi durante l'allattamento al seno, l'allattamento al seno si fermano temporaneamente.

Continua a leggere: 4 approcci al recupero del fegato dopo gli antibiotici

Oksamp

Nella colecistite stafilococcica grave causata da ceppi formanti penicillina, viene utilizzata una combinazione di ampicillina e oxacillina. L'oxacillina appartiene anche alla serie delle penicilline, ma a differenza dell'ampicillina, non viene distrutta dagli enzimi batterici.

Adulti e bambini sopra i 14 anni Gli oxamp vengono prescritti 500-1000 milligrammi quattro volte al giorno. Pazienti di età superiore a sette anni prescritti a 50 milligrammi per chilogrammo al giorno.

Le controindicazioni alla nomina di un antibiotico sono simili alle restrizioni sull'uso di ampicillina.

Cefazolin (Kefzol)

Il farmaco appartiene agli antibiotici di cefalosporina di prima generazione. Cefazolin è altamente attivo contro una vasta gamma di microrganismi, compresi tutti i principali patogeni della colecistite.

Il farmaco è controindicato nei pazienti con allergie ai beta-lattamici e ai pazienti di età inferiore a 1 mese di vita. Un antibiotico può essere prescritto alle donne in gravidanza se il beneficio atteso supera il possibile rischio.

Gli adulti prendono Cefazolin 500-1000 milligrammi due volte al giorno. Nei casi più gravi, un antibiotico può essere applicato tre grammi al giorno.

Ai bambini viene prescritto 25-50 mg / kg al giorno. La dose giornaliera è divisa in tre o quattro iniezioni. Nei casi più gravi, la dose giornaliera può aumentare fino a cento milligrammi per chilogrammo.

ciprofloxacina

Antibiotico fluorochinolonico dello spettro più ampio di attività antibatterica. L'antibiotico ad alte concentrazioni si accumula nella bile e agisce su tutti i principali patogeni dell'infiammazione della cistifellea.

Ciprolet 500 mg

La ciprofloxacina per la colecistite viene utilizzata se il paziente ha allergie o altre controindicazioni alla nomina di antibiotici beta-lattamici.

La ciprofloxacina è prescritta in una dose da 0,5 a 0,75 grammi due volte al giorno.

Come tutti i fluorochinoloni, ciprofloxacina non è indicato per i bambini sotto i 18 anni di età, le donne che porta un allattamento bambino e al seno, pazienti con deficit di glucosio-sei fosfatdegidrogenaznym, grave disfunzione renale ed epatica, così come l'intolleranza agli antibiotici fluorochinolonici, o infiammazione dei tendini connessi alla reception di questi farmaci nella storia.

Con estrema cautela, il farmaco può essere somministrato a pazienti con patologie del sistema nervoso centrale e disturbi mentali, NMC (incidente cerebrovascolare), pazienti anziani.

metronidazolo

I derivati ​​del nitroimidazolo sono prescritti in aggiunta all'antibiotico principale, se si sospetta un'infezione mista aerobico-anaerobica.

Il farmaco non viene prescritto ai pazienti nel primo trimestre di gravidanza, nei pazienti con malattie del sistema nervoso centrale, nel sangue o in gravi danni al fegato.

Nel secondo e terzo trimestre, il metronidazolo può essere usato se assolutamente necessario. L'alimentazione naturale al momento del trattamento viene interrotta.

Per la colecistite, il metronidazolo è prescritto da 0,5 grammi per via endovenosa ogni sei ore.

Per i bambini, un antibiotico è prescritto a 7,5 milligrammi per chilogrammo ogni 6 ore.

Legga più lontano: da 6 rubli: analoghi efficaci di metronidazole

Fondamenti di terapia farmacologica per colecistite

Al culmine di un attacco di colecistite acuta, si raccomanda la fame e il bere alcalino. Successivamente, viene prescritta la dieta 0. Dopo la stabilizzazione della condizione, così come nella colecistite cronica, è raccomandata la dieta n.

Portiamo alla vostra attenzione un eccellente video di una trasmissione televisiva con E. Malysheva sulla colecistite:

Per ridurre l'intensità del dolore, viene posta una bolla di ghiaccio sulla regione dell'ipocondrio destro. L'uso di pad riscaldanti è severamente vietato. Poiché il riscaldamento aumenta il flusso sanguigno, accelera la progressione del processo infiammatorio e lo sviluppo di una lesione distruttiva della cistifellea.

La terapia farmacologica per colecistite acuta è finalizzata a:

  • normalizzazione del deflusso biliare (uso di anticolinergici e antispastici);
  • ridurre la gravità della risposta infiammatoria (farmaci antinfiammatori non steroidei);
  • la distruzione della componente infettiva (terapia antibatterica);
  • disintossicazione (terapia infusionale).

Secondo le indicazioni, gli agenti antiemetici (metoclopramide) e gli antiacidi contenenti alluminio possono essere utilizzati per legare gli acidi biliari.

Per ridurre l'ispessimento della bile uso altamente efficace di acido ursodesossicolico.

In caso di colecistite calcicola, si consiglia un intervento chirurgico pianificato due o tre settimane dopo che le condizioni del paziente si sono normalizzate.

Le indicazioni per l'intervento chirurgico nella colecistite acuta non calculare sono lo sviluppo di complicanze o di decorso grave in assenza dell'effetto della terapia farmacologica.

Articolo preparato
dottore di malattie infettive Chernenko A.L.

Leggi oltre: Vittoria su Helicobacter pylori o regimi di trattamento antibiotico

Affida i tuoi professionisti della salute! Prendi un appuntamento per vedere il miglior dottore della tua città in questo momento!

Un buon dottore è uno specialista generalista che, sulla base dei sintomi, farà la diagnosi corretta e prescriverà un trattamento efficace. Sul nostro portale, puoi scegliere un medico dalle migliori cliniche di Mosca, San Pietroburgo, Kazan e altre città della Russia e ottenere uno sconto fino al 65% alla reception.

Trova un dottore vicino a te

* Premendo il pulsante si accede a una pagina speciale del sito con un modulo di ricerca e si registra sul profilo specialistico che ti interessa.

Come tagliare la colecistite: i migliori farmaci, la prevenzione

Circa il 10-15% della popolazione del nostro pianeta ha familiarità con la colecistite o l'infiammazione della colecisti (LB). Il disagio e il dolore nel giusto ipocondrio, le difficoltà nella digestione del cibo e l'amaro sgradevole in bocca sono tutti una ragione per sottoporsi ad un esame. E qual è il trattamento della colecistite: nella nostra recensione e video in questo articolo analizzeremo i mezzi più efficaci che ti aiuteranno di sicuro.

Nozioni di base sulla classificazione della malattia

Prima di discutere di cosa bere con la colecistite, per alleviare rapidamente il dolore e il disagio, vediamo quali tipi di infiammazione della cistifellea esistono. Dopotutto, la forma clinica della malattia influisce largamente sulla selezione delle tattiche terapeutiche.

Le principali cause della patologia

La colecistite è divisa in due grandi gruppi:

  • acuta:
    1. catarro - con coinvolgimento della membrana mucosa (superficiale) dell'organo nel processo patologico;
    2. flemmone - con infiammazione purulenta versata;
    3. gangreno - con lesione necrotica del muro dello ZHP.
  • cronica.

Con le battute acute di colecistite sono cattive

È importante! La terapia della colecistite acuta viene eseguita da un chirurgo in un ospedale. La maggior parte dei pazienti ha mostrato un intervento chirurgico - colecistectomia. È vietato trattare a casa una forma di infiammazione flemma- na e soprattutto gangrenosa a casa!

Eppure, la stragrande maggioranza dei pazienti la affronta con colecistite cronica (XX). Allora, cos'è la colecistite e quanto è pericoloso?

In più del 60% dei pazienti, XX è causato da agenti infettivi - E. coli, streptococchi, Salmonella, ecc.

Nel tempo, le pareti del corpo si addensano, diventano inattive, e ulcere e cicatrici appaiono sulla membrana mucosa. Ciò a sua volta provoca ulteriori violazioni del deflusso della bile e la formazione di calcoli.

Fai attenzione! L'esacerbazione del ventesimo secolo si verifica sempre dopo un errore nella dieta - mangiare cibi grassi fritti. Inoltre, un attacco può provocare ipotermia, riduzione dell'immunità, tremori, intenso sforzo fisico.

Trattamento conservativo della colecistite cronica

Il trattamento della colecistite cronica viene di solito eseguito con metodi conservativi (ma può anche essere richiesto un intervento chirurgico).

Tra i suoi obiettivi principali:

  • l'eliminazione dei cambiamenti infiammatori nella parete dello ZHP;
  • prevenzione delle complicanze;
  • eliminazione dei sintomi della patologia;
  • migliorare la qualità della vita e la riabilitazione dei pazienti.

È importante ridurre il numero di esacerbazioni.

È importante! Il piano di trattamento viene elaborato dal medico individualmente per ciascun paziente. La tattica scelta è in gran parte determinata dal decorso clinico della patologia (frequenza e gravità delle riacutizzazioni), dalla presenza / assenza di concrezioni e dallo stato funzionale della RH.

Terapia non farmacologica

Prima di analizzare quali farmaci assumere per la colecistite, vogliamo attirare la vostra attenzione sul fatto che la terapia dietetica rimane un importante metodo di trattamento. Tutti i pazienti con XX devono attenersi al numero di trattamento 5 (secondo Pevzner).

Tra i suoi principi ci sono:

  1. Assunzione di cibo frequente e, soprattutto, frazionale (circa 5-6 volte al giorno).
  2. Compilazione e mantenimento di una dieta chiara.
  3. L'uso di 2500-2900 kcal al giorno.
  4. Creazione di un menu con il contenuto ottimale di proteine, grassi e carboidrati.
  5. Riduzione della dieta della parte di grasso animale e un aumento della proporzione di vegetali.
  6. Bevanda abbondante (circa 2 litri di acqua pura al giorno).
  7. Le opzioni di trattamento termico preferite sono l'ebollizione e la cottura a vapore.

Tra i prodotti consentiti:

  • carne magra (pollame, coniglio, manzo, pesce);
  • crusca di frumento;
  • cereali (specialmente miglio, grano saraceno);
  • latticini;
  • verdure e frutta.

Oltre all'acqua, è utile bere composte di frutta secca, brodo di rosa canina.

Escluso dalla dieta dei pazienti:

  • piatti grassi e affumicati;
  • carne e frattaglie grasse (reni, cervelli, lingua, ecc.);
  • tuorli d'uovo;
  • spezie e condimenti;
  • ricchi brodi;
  • pasticceria e confetteria;
  • noci;
  • alcol;
  • bevande gassate

Prodotti consentiti e negati

È importante! I pazienti con XX sono invitati a seguire una dieta terapeutica per tutta la vita. Ciò contribuirà a ridurre significativamente il numero di esacerbazioni.

Terapia farmacologica

I farmaci per la colecistite della colecisti sono un altro elemento obbligatorio della terapia. È molto importante che tutte le pillole e le iniezioni siano prescritte da un medico qualificato (terapeuta o gastroenterologo) sulla base dei dati ottenuti. Solo uno specialista sarà in grado di valutare le sfumature della patologia e le caratteristiche individuali dell'organismo.

Quali farmaci ti saranno utili?

Quindi, che cosa assumere con la colecistite: i farmaci sono suddivisi in diversi gruppi farmacologici.

Tabella: Iniezioni e compresse per colecistite della colecisti:

Antibiotici per colecistite durante esacerbazione

Gli antibiotici per la colecistite è un termine collettivo per diversi gruppi di farmaci.

Sono usati per trattare l'infiammazione nella cistifellea e nel sistema epatobiliare, di cui è parte integrante.

Il trattamento antibiotico viene praticato in diverse fasi della patologia. Gli antibiotici sono usati per trattare l'infiammazione della cistifellea in fase acuta o durante l'esacerbazione del processo infiammatorio cronico esistente.

L'assunzione di antibiotici è considerata appropriata nel trattamento di determinati processi in colecistite calcarea.

I farmaci in questo gruppo possono essere somministrati dopo l'intervento chirurgico, che ha portato all'estrazione della pietra, alla resezione o alla colecistectomia.

Tipi di colecistite e appuntamenti medici

La colecistite è un'infiammazione della colecisti, un fenomeno multifattoriale causato da cause variabili.

La colecistite acuta è il punto principale tra tutte le cause di ricorso al chirurgo addominale.

Sviluppo frequente del processo infiammatorio dovuto alla specificità delle sue funzioni e caratteristiche della struttura anatomica.

Il serbatoio naturale è fornito dalla natura per lo stoccaggio delle secrezioni biliare, progettato per partecipare al processo di digestione.

Il liquido secretorio specifico entra dal fegato e viene secreto, se necessario, nell'intestino tenue. Lesioni della cistifellea sotto l'azione di fattori negativi, portano a ristagno o incapacità di espellere la bile direttamente dal serbatoio.

Il trattamento della colecistite è un processo complesso, dovuto alla posizione dell'organo in un caso subclinico separato, un personaggio che ha acquisito l'infiammazione della cistifellea.

Esiste un protocollo terapeutico con cui vengono prescritti singoli gruppi di farmaci. È necessario decidere quali antibiotici sono necessari, a seconda del tipo di malattia della colecisti presente in un particolare paziente.

Esistono diversi tipi di lesioni dell'organo cavo, causate da varie cause endogene ed esogene:

  • acuta e cronica - questi sono i nomi della forma del corso (acuta si sviluppa rapidamente e richiede un trattamento immediato, cronico - la forma che la malattia assume dopo diversi attacchi acuti che non hanno ricevuto una terapia tempestiva;
  • calculous e non-calculous (non-calculous) - un metodo di differenziazione del processo infiammatorio nella presenza di concrements nell'organo cavo, o la loro assenza, (ma ci è anche una forma ostruttiva che si presenta quando il condotto è bloccato con un grande calcolo);
  • la colecistite cronica può essere nella fase di esacerbazione, o di remissione, quando i segni negativi praticamente non compaiono, e nel periodo di esacerbazione i sintomi somigliano molto al decorso della forma acuta;
  • nella colecistite acuta, è consigliabile utilizzare la terapia antibiotica solo per eliminare la forma catarrale, e anche allora non in tutti i casi, flemmonosi, purulenti e cancrenici prevedono escissione chirurgica o resezione, (5give trattamento antibiotico è necessario per eliminare le possibili conseguenze.

Per trattare correttamente la colecistite, gli antibiotici sono quasi sempre necessari, ma esiste una certa gradazione, che consente di determinare la necessità di utilizzare gruppi separati.

Gli antibiotici per la colecistite nel periodo di esacerbazione differiscono dai farmaci raccomandati per la giardiasi.

La sconfitta della cistifellea dovuta alla presenza di parassiti, per la cui espulsione richiede l'uso di altri farmaci, e gli antibiotici possono essere prescritti, se necessario, per eliminare gli effetti infiammatori di Giardia.

Quali antibiotici devono essere presi, determina la necessità di eliminare il fenomeno negativo, le condizioni generali del paziente e la resistenza dell'infezione che si è unita ai singoli gruppi di farmaci.

I principali gruppi di antibiotici e la loro specializzazione

Nella medicina moderna, gli antibiotici sono ampiamente utilizzati, poiché questi farmaci sono sviluppati per sopprimere l'attività dei microrganismi, impedirne la riproduzione e quindi eliminare le possibili conseguenze.

Nel trattamento della colecistite, gli antibiotici vengono anche usati da diversi gruppi, perché nell'atmosfera circostante c'è una quantità enorme di agenti patogeni che circondano una persona e sono già riusciti a sviluppare resistenza ad alcuni farmaci.

Gli antibiotici differiscono nell'origine (sostanze antimicrobiche sintetiche e naturali), la loro struttura chimica determina le caratteristiche individuali dell'azione e i meccanismi di influenza.

Il trattamento conservativo coinvolge antibiotici per la colecistite cronica durante il periodo di esacerbazione, ma i gruppi sono diversi, perché richiedono qualità individuali di ciascuno di essi.

E la scelta dell'appropriato in ogni singolo caso subclinico viene effettuata prendendo in considerazione il provocatore che ha lanciato il meccanismo per lo sviluppo dell'infiammazione.

E il punto qui non è tanto nell'origine (da colonie fungine, substrati di piante o animali, batteri, reazioni chimiche), ma nelle proprietà dei medicinali.

È l'origine, la formula chimica e il principio attivo che determinano l'adeguatezza dell'applicazione, la scelta degli antibiotici prescritti per la colecistite:

  1. Le penicilline (o gli antibiotici beta-lattamici) hanno un effetto battericida, grazie alla loro capacità di inibire lo sviluppo dei batteri sopprimendo la formazione della loro parete cellulare. Sono utilizzati nel trattamento delle infezioni che penetrano nelle cellule del corpo umano, concentrandosi sulla resistenza di un particolare tipo di batteri al gruppo della penicillina. Questa è una variante comune ottenuta dalle colonie di muffe mediante la biosintesi, che non ha praticamente alcun effetto nocivo sul corpo umano. Le penicilline semisintetiche vengono sviluppate successivamente e possono colpire quei batteri che hanno sviluppato resistenza ai farmaci di origine naturale. Questo gruppo ha due svantaggi significativi: possono causare reazioni allergiche e vengono rapidamente eliminati dal corpo.
  2. Le cefalosporine (anche il beta-lattame) esistono in diverse generazioni. Questi antibiotici sono in grado di sopprimere le infezioni contro le quali le penicilline sono impotenti e sono attive contro un più ampio spettro di agenti patogeni. Ma hanno una struttura simile e possono anche causare allergie. Le cefalosporine di terza generazione possono trattare infezioni gravi che non sono suscettibili alle penicilline e alle cefalosporine di precedenti sviluppi.
  3. I macrolidi hanno un'azione batteriostatica, si distinguono dai gruppi beta-lattamici per la loro capacità di influenzare i batteri che non hanno una parete cellulare. Possono anche penetrare nelle cellule umane e inibire la sintesi proteica dei microbi, impedendo loro di moltiplicarsi e crescere. I macrolidi, se necessario, vengono utilizzati anche durante la gravidanza, il periodo di allattamento, sono prescritti a bambini e allergie, possono essere applicati in corsi di tre giorni senza ricorrere a trattamenti a lungo termine.
  4. Le tetracicline sono anche batteriostatiche, ma hanno molteplici effetti collaterali e possono influenzare la sintesi proteica nel corpo umano, pertanto, vengono utilizzate solo nel trattamento delle infezioni contro le quali sono efficaci.
  5. Gli aminoglicosidi sono tossici, pertanto, vengono utilizzati per la peritonite e la sepsi, una diffusione massiccia dell'infezione. Il trattamento 5give di colecistite con antibiotici di questo gruppo può essere utilizzato negli ultimi stadi della colecistite acuta, ma in nessun caso durante il periodo di gestazione.
  6. Il levomicetina e gli antibiotici antifungini attualmente non sono praticamente utilizzati, specialmente nell'infiammazione della colecisti, a causa della scarsa efficacia e di un gran numero di complicanze, sebbene in un certo momento abbiano salvato molte vite umane.

Gli antibiotici elencati appartengono a gruppi con un diverso meccanismo di azione e influenzano agenti patogeni di eziologia variabile.

La tattica dell'appuntamento nelle malattie della cistifellea è un processo ponderato e misurato.

Le indicazioni per l'uso sono prese in considerazione solo dopo la diagnosi e la determinazione del principale fattore di stimolazione.

Il processo infiammatorio può essere causato da un'infezione di varie eziologie, pertanto può essere indicato il trattamento di uno qualsiasi dei gruppi comuni.

Ma anche nella scelta di un singolo rappresentante, le sue caratteristiche di azione e le possibili complicazioni sono certamente prese in considerazione.

Indicazioni per l'uso nel periodo acuto

Il trattamento della colecistite con antibiotici, l'adeguatezza dell'appuntamento dipende dalla natura del processo e delle sue varietà.

Gli antibiotici per la colecistite nel periodo di esacerbazione sono necessari: un processo acuto che si sviluppa in un corso turbolento e breve, di solito causato da un'infezione, che si unisce allo sfondo della rottura del normale flusso biliare.

In JCB, quando l'ostruzione è causata dal blocco del condotto con il calcolo, il trattamento della colecistite con i farmaci viene effettuato utilizzando farmaci coleretici (se i test indicano che la terapia conservativa è possibile e la pietra può uscire da sola piuttosto che raggiungere dimensioni impossibili).

Il trattamento dell'infiammazione è necessario anche in condizioni di successo dell'espulsione della formazione e normalizzazione del processo di rilascio della bile, poiché in questo periodo la microflora patogena si unisce in ogni caso.

Hai solo bisogno di condurre una ricerca che determinerà la sua natura. Nel corso acuto della colecistite, gli antibiotici sono vitali, se non altro per prevenire lo sviluppo di un processo purulento.

Altrimenti, la terapia conservativa sarà impotente, e ci sarà la necessità di resezione o colecistectomia nella fase del processo purulento, flemmatico o cancrenoso derivante dallo stadio di esacerbazione.

Una pratica comune è la nomina di farmaci. in grado di avere un effetto distruttivo sui principali patogeni coinvolti nel processo infiammatorio.

Ma è necessario trattare la colecistite con antibiotici, perché l'infezione batterica è presente anche quando è stato diagnosticato un processo asettico.

Si unisce semplicemente dopo, quando il danno alla mucosa della cistifellea inizia, causato da un'eccessiva concentrazione di lisolecitina:

  • Ampioks, gentamicina e cefalosporine possiedono un ampio spettro d'azione: si può usare il furazolidone, noto come mezzo di ampia azione antimicrobica;
  • Le eritromicine sono notevoli per la loro capacità di accumularsi nella secrezione biliare, cioè arrivano direttamente a destinazione (Roxithromycin, Azithromycin e Spiramicide sono costantemente utilizzate nel processo acuto;
  • anche la tetraciclina e la penicillina si accumulano nella bile e vengono nominate per ragioni pratiche: le infezioni più comuni nella colecistite sono streptococchi, enterococchi ed E. coli, e gli antibiotici di questi gruppi sono efficaci contro di loro;
  • L'amoxicillina in colecistite si riferisce allo standard mondiale di trattamento, a condizione che sia combinato con acido clavulanico - tale composizione include Amoxiclav, Augmentin e Flemoklav).

La migliore opzione per la colangite o altre complicazioni correlate è l'uso di farmaci multicomponenti, che combinano diversi farmaci antibatterici.

Ad esempio, ampicillina con oxacillina è ampiks o penicilline con fluorochinoloni. Un esempio classico è l'ampicillina con ciprofloxacina, ampicillina con sulbactam (Ampisid, Sulbacina).

Quanti giorni di antibiotici vengono utilizzati dipende da fattori individuali, la diagnosi, esami del sangue biochimici e ultrasuoni.

Per curare colecistite acuta, sintomi e trattamento negli adulti, sono necessari antibiotici.

Il processo infiammatorio non può essere eliminato senza la terapia antibiotica, non andrà da nessuna parte e non si risolverà.

Deve essere trattato durante l'allattamento e durante la gravidanza. Per fare questo, selezionare relativamente sicuro per i farmaci del feto che non hanno un effetto teratogeno e l'allattamento al seno viene interrotto al momento del ricovero.

Trattamento cronico

Gli antibiotici per la colecistite cronica in remissione non vengono utilizzati. L'auto-somministrazione di questi farmaci non dovrebbe iniziare, anche se vi sono segni pronunciati di attivazione della malattia e della sua transizione allo stadio acuto.

Il trattamento sintomatico non può essere effettuato deglutendo qualsiasi farmaco antibiotico, se non altro perché la terapia deve essere completa.

Nella colecistite cronica sono prescritti farmaci antinfiammatori e coleretici, una dieta rigorosa.

La terapia antibiotica viene applicata in conformità con il dosaggio richiesto e la durata della somministrazione, tenendo conto del meccanismo d'azione e della gravità della condizione e come parte integrante del trattamento complesso generale.

L'appuntamento spontaneo e la ricezione non autorizzata non possono dare un risultato se la persona non ha le conoscenze mediche necessarie.

È necessario tenere conto di alcune sfumature che i non addetti ai lavori non immaginano nemmeno:

  • Furazolidone non è mai prescritto per le patologie renali, se sono nella storia;
  • nelle esacerbazioni gravi, vengono utilizzati farmaci che hanno 2 forme di rilascio: in primo luogo, la terapia massiva viene eseguita mediante infusione endovenosa o intramuscolare e solo successivamente vengono applicate compresse;
  • per bambini e adulti servono diversi farmaci;
  • il dosaggio specificato nelle istruzioni non è sempre corretto e funziona, è buono in media, e il medico è guidato da analisi e da un quadro subclinico separato;
  • i libri di riferimento medici non devono essere utilizzati come fonte: gli antibiotici sono costantemente aggiornati e potrebbero esserci trattamenti molto più adatti di quelli abituali elencati nell'elenco delle prescrizioni;
  • l'uso di antibiotici è prescritto in parallelo con vitamine e Baktisuptil;
  • i farmaci più vecchi hanno un'area di azione chiaramente definita (ad esempio, la levomicetina viene ora utilizzata solo se la esacerbazione è causata da dissenteria, salmonellosi o stick del tifo e la gentamicina ha un buon effetto sugli enterococchi).

Per eliminare il processo infettivo, che ha iniziato a svilupparsi sulle pareti della cistifellea o nei dotti biliari, si possono utilizzare antibiotici di vari gruppi: beta-lattamici, fluorochinoloni, macrolidi, tetracicline e persino derivati ​​del nitromidazolo.

Tuttavia, il focus dell'azione su determinati tipi di microrganismi comporta test preliminari di laboratorio per determinare l'agente patogeno che ha provocato l'infiammazione.

L'uso di antibiotici ad ampio spettro non funziona se non sono coinvolti altri metodi di terapia complessa.

Gli antibiotici per la colecistite sono un necessario, ma non l'unico farmaco di scelta, che viene selezionato tenendo conto del provocatore esistente, delle necessità mediche, dell'età e delle condizioni del paziente.

Il loro scopo è svolto secondo il protocollo di trattamento, e il dosaggio può essere dettato da alcune considerazioni e da un quadro subclinico.

L'auto-prescrizione dell'antibiotico e il suo apporto incontrollato possono portare a effetti collaterali indesiderabili, effetti gravi e irreversibili, condizioni patologiche degli organi interni.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

A quale medico curare per il dolore nella parte destra sotto le costole?

Diete

Le malattie degli organi dell'apparato digerente occupano una posizione dominante. Quando una violazione della funzionalità di un altro soffre, che porta a una catena di interruzioni nel corpo, gravi complicazioni.

Quali sono le conseguenze dopo la rimozione della cistifellea?

Analisi

Le conseguenze dopo la rimozione della cistifellea non sono solo in conformità con le norme dietetiche della nutrizione e nel limitare lo sforzo fisico, ma anche in un'alta probabilità dello sviluppo dei processi infiammatori postoperatori.

Pulizia del fegato con erbe a casa

Analisi

Pulizia quotidiana del sangue da tossine, virus e batteri patogeni, il fegato assume tutti gli effetti tossici e viene gradualmente inquinato. Di conseguenza, quando l'immunità si indebolisce, la microflora pericolosa inizia a moltiplicarsi, provocando l'infiammazione delle strutture tissutali del parenchima.

Fegato "sportivo"

Epatite

Grasso e muscoliPrima di rispondere, devi capire qualcos'altro, non meno importante. Vale a dire: capire il processo molto fisiologico del superlavoro. E scopri cosa e come influenza questo processo.