Principale / Epatite

colangite

Epatite

La colangite (sinonimo di angiocolite) è un'infiammazione dei dotti biliari epatici. La colangite è spesso associata a colecistite (vedi) e malattia da calcoli biliari (vedi).

La colangite è solitamente causata da vari microbi, principalmente E. coli. L'infezione può entrare nei dotti biliari in modo ascendente dalla cistifellea, dal tratto gastrointestinale, dal pancreas, oltre che linfogena ed ematogena.

Di grande importanza nello sviluppo della colangite è il ristagno della bile nei dotti biliari, che si verifica quando la violazione della loro attività motoria o la formazione di pietre in loro.

Secondo la natura del processo patologico, si distinguono la colangite catarrale, purulenta e necrotica (difterite). Nella colangite catarrale, si osservano iperemia ed edema della membrana mucosa dei dotti biliari, infiltrazione delle loro pareti con leucociti, desquamazione dell'epitelio. Per colangite purulenta è caratterizzata dalla fusione delle pareti dei dotti biliari
con la formazione di piccoli ascessi. Nei casi gravi, ci sono focolai di necrosi della mucosa con la formazione di film fibrinosi (difterite colangite).

Secondo il decorso clinico, la colangite è divisa in acuta e cronica.

La colangite acuta è caratterizzata da brividi, febbre intermittente, sudorazione profusa, sensazione di amarezza in bocca, vomito, dolore nel giusto ipocondrio, a volte molto intenso, ingrossamento del fegato, spesso ittero e prurito cutaneo. Leucocitosi neutrofila è rilevata nel sangue. ROE accelerato.

La colangite cronica si sviluppa come conseguenza della colangite acuta. Nel quadro clinico della colangite cronica molto simile alla colecistite cronica (vedi). La colangite può manifestarsi con una temperatura persistente subfebrile, sclera subicterica (lievemente gialla), dolori doloranti nell'ipocondrio destro, debolezza, raffreddamento intermittente, affaticamento e perdita di peso. Il fegato e la milza sono spesso ingranditi. ROE notevolmente accelerato.

Complicazioni. Nella colangite acuta, suppurazione e necrosi possono verificarsi nelle pareti dei dotti biliari con la loro perforazione (perforazione) e lo sviluppo di peritonite (vedi). La colangite cronica può portare alla sclerosi dei dotti biliari e alla loro successiva stenosi; allo sviluppo di epatite con esito in cirrosi epatica (vedi) e pancreatite cronica (vedi).

La diagnosi si basa sui sintomi clinici sopra descritti, sulla palpazione (ingrossamento del fegato e talvolta sulla milza), sui metodi di laboratorio e radiologici. Nella storia - una malattia della cistifellea, del pancreas, dello stomaco, del duodeno e dell'intestino crasso.

Con l'intubazione duodenale nella bile, un gran numero di leucociti si trovano nella porzione C; Esame a raggi X - colangiografia (vedi) - ha rivelato alterazioni patologiche nei dotti biliari.

Trattamento. Nelle esacerbazioni acute e acute della colangite cronica, il paziente deve essere indirizzato al reparto terapeutico dell'ospedale. Data la gravità della malattia, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente dopo la diagnosi. È necessario applicare un trattamento con antibiotici ad ampio spettro, che sono secreti attraverso i dotti biliari: tetraciclina, 200.000 unità 4 volte al giorno, o aureomicina (biomicina), 200.000 unità 5-6 volte al giorno mezz'ora prima dei pasti, sigmamicina e 250.000 unità di uholetrina, 4 volte al giorno. Nutrizione medica - tabella 5-a e 5 (vedere: nutrizione medica).

Nella colangite cronica, oltre al trattamento del corso con gli antibiotici di cui sopra (il corso dura 10-14 giorni), vengono utilizzate procedure termiche (paraffina, ozocerite e fango nell'area del fegato), procedure di fisioterapia (UHF, diatermia), complessi speciali di terapia fisica e trattamento termale. (località del gruppo delle acque minerali caucasiche, Truskavets, Arzni, ecc.). Il trattamento chirurgico è indicato per la colangite cronica, che porta a un restringimento dei dotti biliari extraepatici (dotto biliare comune).

Nella prevenzione delle esacerbazioni della colangite cronica, cruciali sono: 1) la prevenzione della stasi biliare, che si ottiene con l'assunzione di cibo regolare, frequente (ogni 4 ore), regolare attività intestinale, esercizio fisico (educazione fisica, passeggiate); 2) trattamento di malattie come colecistite, pancreatite, colite.

Colangite (da colangite, da greco chole - bile e angeion - vaso, sinonimo di angiocolite) - infiammazione dei dotti biliari intraepatici ed extraepatici. La colangite nella maggior parte dei casi si verifica come una malattia secondaria. Di solito, colangite e colecistite (angiocolecistite) sono le cause della colangite e, meno frequentemente, del cancro delle vie biliari. Con la sconfitta dei più piccoli dotti biliari intraepatici, il parenchima epatico (colangioepatite) è inevitabilmente coinvolto nel processo.

Eziologia e patogenesi. L'emergenza della colangite è dovuta all'introduzione di varie specie di flora microbica, principalmente E. coli. Colangite di natura virale come risultato dell'epatite epidemica. Tuttavia, la colangite si sviluppa solo quando la congestione biliare si unisce all'infezione. Nel verificarsi di lesioni di grandi dotti biliari extraepatici svolge un ruolo importante il reflusso duodenobiliare. L'infezione può entrare nel dotto biliare in due modi; ascendente (enterogeno) ed ematogeno. In modo ascendente, l'infezione si diffonde nelle malattie croniche del tratto gastrointestinale, colecistite calcicola, restringimento e compressione della sezione terminale del dotto biliare comune (sfinteropapilostenosi cicatriziale, tumore della testa pancreatica). L'infezione ematogena si diffonde attraverso l'arteria epatica e la vena porta. Il sito del processo di infezione è le aree del sistema biliare nell'area dei precapillari. In età avanzata, la colangite cronica può essere dovuta a ipertrofia fibromuscolare della papilla di Vater con deflusso biliare alterato. L'insorgenza di colangite può essere associata con l'invasione elmintica e viene osservata soprattutto con l'astocheria.

Anatomia patologica. Patomorfologicamente distingue la colangite catarrale, purulenta, difterite.

In caso di colangite catarrale, la membrana macroscopicamente mucosa è un muco a sangue intero, gonfio, vischioso e torbido nel lume dei dotti. Pletora microscopicamente determinata, edema, infiltrazione della parete del condotto con leucociti, linfociti, macrofagi, nonché significativa desquamazione dell'epitelio della mucosa. La colangite catarrale dei dotti biliari intraepatici si sviluppa talvolta con infezioni intestinali - tifoide, paratifo, dissenteria. Allo stesso tempo, le pareti dei condotti sono infiltrate con leucociti, macrofagi e cellule linfoidi, e nel lume sono presenti molte cellule dell'epitelio desquamato, dei leucociti e del muco. Più raramente, con febbre tifoide e paratifo, si sviluppa una colangite purulenta e una colangite estremamente rara con granulomi delle cosiddette cellule tifoidi. Se la colangite catarrale assume un decorso cronico e ricorrente, le pareti dei dotti vengono sclerotizzate, la membrana mucosa subisce un'atrofia e in alcuni punti i polipi adenomatosi crescono.

Colangite purulenta, come colecistite purulenta, è più spesso con colelitiasi. I dotti extraepatici sono dilatati, pieni di pus, macchiati di bile; membrana sierosa opaca, con strati di fibrina; la parete dei dotti è ispessita, la mucosa è piena di sangue con emorragie, a volte con ulcerazioni (colangite ulcerosa). Microscopicamente, la parete del condotto è gonfia, abbondantemente infiltrata con leucociti nucleari segmentati.

A volte la membrana mucosa dei dotti subisce necrosi ed è abbondantemente satura di fibrina (difterite colangite).

Nella colangite purulenta, la suppurazione e la necrosi sono possibili nelle pareti dei dotti biliari con la loro perforazione e lo sviluppo della peritonite biliare o choleo-purulenta. La guarigione della colangite purulenta-ulcerosa viene effettuata da ulcere granulanti e epitelizzate con conseguente sclerosi e deformità del condotto.

L'infiammazione purulenta dei dotti biliari intraepatici è accompagnata da marcati cambiamenti distrofici nel parenchima epatico. Il fegato è gonfio, flaccido e sulla superficie dell'incisione, le goccioline di pus vengono rilasciate dai dotti biliari quando vengono pressate. Microscopicamente, le pareti dei dotti sono abbondantemente infiltrate con leucociti, è possibile che il processo purulento si diffonda al tessuto circostante (pericholangite), la formazione dei cosiddetti ascessi colangitici.

L'infiammazione nella colangite cronica è prevalentemente produttiva con infiltrazione e sclerosi linfocitica plasmacitica delle pareti del dotto biliare. Nella colangite cronica dei dotti intraepatici, a seguito del processo infiammatorio che si diffonde al tessuto interstiziale, si verifica pericolangite produttiva, epatite interstiziale produttiva, che porta infine allo sviluppo della cirrosi epatica (vedi) - la cosiddetta cirrosi biliare colangite.

La colangite di grandi dotti può essere complicata da lesioni del pancreas.

Quando la bile viene gettata nel dotto pancreatico, si sviluppa una necrosi acuta del pancreas, con disseminazione linfatica della malattia infettiva - pancreatite cronica produttiva. Gli elminti, che si depositano nei dotti biliari, causano una colangite e una periangirite croniche produttive con un esito nella cirrosi. Quando opisthorchosis osservato iperplasia dell'epitelio dei dotti biliari, contro il quale a volte si sviluppa il cancro. Nella tubercolosi miliare, la sifilide congenita, i granulomi specifici sono localizzati nel tessuto connettivo lungo i condotti oa volte nella loro parete (colangite specifica).

Il quadro clinico e il corso. Secondo il decorso clinico, la colangite è divisa in acuta, cronica e settica, con acuta e prolungata. Tra quelli cronici si distingue la colangite stenotica, che a sua volta può essere diffusa con la lesione del canale principale (angiocolite plastica totale) e localizzata]: (nella regione del dotto epatico, la parte terminale del dotto biliare).

Reclami di pazienti con colangite: disturbi dispeptici, perdita di appetito, nausea, a volte vomito, dolore nel giusto ipocondrio, assumendo periodicamente il carattere di colica, febbre, che a volte può raggiungere numeri elevati ed essere accompagnati da brividi. L'ittero non è un sintomo obbligatorio e indica sia la genesi infiammatoria della colestasi, sia il coinvolgimento del fegato nel processo patologico (colangioepatite). A volte c'è un aumento della milza. Fegato ingrandito moderato, il suo bordo è morbido, doloroso alla palpazione. Ci possono essere reclami di dolori del punto nel cuore, a volte attacchi come angina, sindrome di Meniere, crisi vegetativo-vascolari con un aumento della pressione sanguigna.

La colangite acuta è purulenta con una lesione dei dotti biliari intraepatici e catarrale, localizzata nei grandi dotti extraepatici. La colangite acuta intraepatica può essere benigna e maligna, portando alla formazione di ascessi epatici. Ci sono quattro fasi del decorso della colangite intraepatica acuta. Il primo si manifesta rimettendo temperatura, brividi, sudorazione profusa seguita da un periodo senza febbre (forma pseudo-malarica), così come i dolori coliche nel giusto ipocondrio e nel vomito. Si sviluppa la condizione generale dei pazienti che peggiora progressivamente, letargia, apatia, disturbi dispeptici e diarrea. Nella seconda fase, i sintomi del danno epatico - colangioepatite - si uniscono. Appaiono la pelle ittero e la sclera, l'urobilina viene solitamente rilevata nelle urine. Il fegato è ingrossato, doloroso. La milza inizia a crescere. Il ROE è accelerato, compare leucocitosi (fino a 18.000-20.000) con un marcato spostamento della formula dei leucociti a sinistra. Se non è possibile arrestare la crescita del processo patologico in modo tempestivo, entra nella terza fase, che si manifesta come formidabili segni di insufficienza epatica e un significativo aumento del livello di urea nel sangue (fino a 200 mg%). Il sintomo principale della quarta fase finale è il coma uremico sulla base dell'insufficienza renale epatica (sindrome epato-renale, epatonefrite).

La colangite cronica - la forma più comune di danno ai dotti biliari - si verifica a seguito di colangite acuta. Le persone anziane e quelle più anziane possono avere una colangite cronica primaria, la cosiddetta colangite legata all'età. Il quadro clinico è non specifico - lungo (mesi, anni) subfebrile, perdita di peso, intolleranza a certe, particolarmente grassi, piatti, aumento dell'affaticamento, debolezza. Sclera sottotterica è osservata; il fegato e spesso la milza sono ingranditi. ROE leggermente accelerato.

Di cruciale importanza per la diagnosi è la scoperta in porzioni di bile C di un numero significativo di leucociti, cellule epiteliali dei dotti biliari e microbi. Il decorso della colangite cronica è lento - fino a 5-10 anni.

Il restringimento della parte terminale del dotto biliare - la papillite stenotica è la forma più comune di colangite stenotica cronica. La clinica assomiglia a coledocolitiasi e include attacchi di dolore nel quadrante superiore destro dell'addome, febbre, ittero. Una corretta diagnosi può essere effettuata solo colangiograficamente, quando viene rilevato un allargamento del dotto biliare sopra il punto di restringimento dello sfintere di Oddi.

La colangite settica è la forma più formidabile di colangite. Distinguere la colangite acuta, ricorrente e lenta (colangite septica lenta). Le prime due forme sono caratterizzate da decorso grave, temperatura elevata (fino a 40 °), brividi, batteriemia e occasionalmente aumento dell'ittero. Il fegato è ingrossato, doloroso; milza moderatamente allargata, morbida (settica). Il decorso è complicato da trombosi portale, ulcere metastatiche nei polmoni. Una forma particolarmente minacciosa è la colangite anaerobica.

La colangite settica lenta si sviluppa prevalentemente sullo sfondo dell'esaurimento a causa dell'infezione dei dotti biliari verdi con lo streptococco verde. L'esordio della malattia è lento. Febbre di basso grado, a volte "candele" di temperatura (fino a 39-40), debolezza, dolore alle articolazioni. L'ittero è raro. Il fegato e la milza sono ingranditi. La maggior parte dei pazienti ha una tendenza alla leucopenia. I linfonodi sono ingranditi, l'osteomielite, la periostite (metastasi settiche) sono possibili, a volte si sviluppa nefrite focale o diffusa. Possibili complicazioni: ascessi epatici, ascesso subfrenico, cirrosi biliare.

La diagnosi di colangite è spesso molto difficile, soprattutto negli anziani, e dovrebbe basarsi su uno studio approfondito della storia, del quadro clinico, dei dati di ricerca sulla bile, della funzionalità epatica, della colecistografia (vedi), della colangiografia (vedi), della laparoscopia (vedi Peritoneoscopia). La presenza di indicazioni nella storia delle malattie della cistifellea (colecistite sassosa e senz'ossa), dell'intestino crasso e del pancreas è di grande importanza. Dagli studi di laboratorio, il più importante è lo studio della bile (vedi intubazione duodenale), dove dalla porzione C, che normalmente non contiene né leucociti né batteri, E. coli, streptococco, staphylo e enterococchi sono seminati, i leucociti, i segni del catarro desquamativo sono visti come un gran numero di cellule di epitelio cilindrico alto o basso in varie fasi di decadimento. Quando la colangite intraepatica nel sangue aumenta l'attività della fosfatasi alcalina (fino a 300 UI ad una velocità di 8-10 UI).

La possibilità di utilizzare laparoscopia e la biopsia epatica mirata per la diagnosi di colangite non viene valutata in modo uniforme da vari autori.

Il trattamento della colangite acuta e cronica dovrebbe essere mirato principalmente alla soppressione dell'infezione. I più efficaci sono gli antibiotici ad ampio spettro [tetraciclina, ossitetraciclina (terramicina), aureomicina (biomitsina), sigmamicina (oletetrina)], che vengono secreti in alte concentrazioni attraverso i dotti biliari. L'uso più appropriato di quegli antibiotici a cui la flora microbica più sensibile (sangue e bile). Con la flora anaerobica, si aggiunge il siero antigangeno al complesso di trattamento. Quando la colangioepatite con grave sindrome biliare viene indicata l'inclusione di ormoni steroidei. Nutrizione medica - tabella numero 5-a, 5.

Quando stenosing il trattamento di colangite solo chirurgico.

La mortalità da colangite rimane elevata, la prognosi della colangite septica lenta è particolarmente sfavorevole.

angiocolite

contenuto:

Cos'è "Angiocholitis" - una descrizione del termine

Angiocolite - spesso si presenta come una malattia secondaria, l'angiocolite si manifesta in combinazione con colecistite e colelitiasi, la malattia è causata da microbi, principalmente E. coli

Foto "Angiocholitis"

Cause di angiocolite

L'infezione è in grado di penetrare i dotti biliari dal tratto gastrointestinale, dal pancreas, dalla cistifellea, anche nel modo linfogeno ed ematogeno.

La causa della malattia sono vari microbi.

L'angiocolite si sviluppa a causa del ristagno della bile nei dotti biliari.

La stagnazione della bile si verifica a causa della compromissione della funzione motoria dei dotti biliari o dovuta alla formazione di calcoli in essi.

Sintomi di angiocolite

Per la caratteristica catarrale di angiocolite:

  • edema e iperemia della membrana del rivestimento dei dotti biliari,
  • infiltrazione delle loro pareti con leucociti,
  • desquamazione epiteliale.

Per il tipo purulento della malattia è caratterizzata dalla fusione delle pareti dei dotti biliari con la comparsa di piccoli ascessi.

Con il decorso severo della mucosa compaiono focolai di necrosi con la comparsa di film fibrinosi.

L'angiocolite acuta si manifesta:

  • brividi,
  • sudorazione eccessiva
  • febbre remittente
  • il verificarsi di amarezza in bocca,
  • vomito,
  • dolori nella zona destra dell'ipocondrio,
  • ingrandimento del fegato
  • spesso ittero con pelle pruriginosa accompagnante, ecc.

L'angiocolite cronica si sviluppa a causa di angiocolite acuta.

Tra i sintomi di angiocolite cronica sono molti simili a colecistite cronica.

L'angiocolite può manifestarsi come temperatura subfebrilina persistente, sclerale submicrina, dolori doloranti nel giusto ipocondrio, debolezza, brividi di natura periodica, perdita di peso.

Il fegato e la milza sono spesso ingranditi. ROE notevolmente accelerato.

Tipi di angiocoliti

Secondo il tipo di processo patologico, l'angiocolite purulenta, catarrale e necrotica (difterite) è isolata.

Secondo il decorso clinico, l'angiocolite è classificata in acuta e cronica.

Metodi e metodi per il trattamento di angiocolite

Nell'angiocolite acuta e durante l'esacerbazione del paziente viene inviato al reparto terapeutico.

Utilizzato per il trattamento di antibiotici ad ampio spettro, nutrizione terapeutica prescritta.

In angiocholitica cronica prescritto:

antibiotici ad ampio spettro,

procedure (ozocerite, applicazioni di paraffina e fango nell'area del fegato),

metodi fisioterapeutici (UHF, diatermia),

Esercizio di terapia e cure termali (resort delle Acque Minerali del Caucaso, ecc.).

I metodi chirurgici sono indicati per l'angiocolite cronica con conseguente restringimento dei dotti biliari extraepatici (dotto biliare comune).

Prevenzione dell'angiochite

Per prevenire il ristagno della bile, dovresti mangiare regolarmente in modo che l'attività intestinale sia regolare; esercitare; trattare correttamente colecistite, pancreatite, colite.

Prevenzione e trattamento efficaci di angiocholitis offrono sanatori CMS, con una base medica di cui è possibile trovare sul nostro sito web.

Sintomi e trattamento della colangite

Descrizione della malattia, le cause di

La colangite è una malattia infiammatoria che si verifica e si verifica nei dotti biliari (angiocolite). Sintomi e trattamento della colangite - problemi attuali dovuti al costante aumento del numero di casi. A causa del pericoloso decorso della malattia e delle sue conseguenze, è importante sapere cos'è la colangite, i suoi sintomi, le sue cause e la terapia.

I dotti biliari sono chiamati il ​​sistema dei canali, il loro compito principale: la rimozione della bile dal fegato e della cistifellea nel duodeno. Il processo viene eseguito a causa della pressione segreta nei canali creati dal fegato e del tono delle pareti stesse.

Il processo infiammatorio nei dotti biliari sorge per molte ragioni, quindi è così importante nella fase iniziale condurre una diagnosi competente e identificare il vero fattore che provoca la malattia.

Ci sono le seguenti cause comuni di colangite. La prima ragione è la colestasi. Il termine significa ristagno di bile nei dotti biliari con aumento della pressione biliare. La malattia si sviluppa a causa di pietre che cadono nei dotti biliari e si sovrappongono; tumori che hanno un effetto di spremitura; contrazioni di natura cicatriziale. La ragione successiva è lo sviluppo di una fistola che si forma alla giunzione tra il tratto gastrointestinale e i dotti biliari. Le ferite sono causate da microrganismi patogeni che entrano nel duodeno. Un altro motivo - l'infestazione da verme - porta al fatto che i dotti biliari sono bloccati da parassiti (Giardia e roundworm).

La maggior parte dei pazienti, secondo le statistiche, sono donne di età compresa tra 50 e 70 anni. Negli ultimi anni, i medici hanno notato un aumento del 40% nel numero di persone con questa patologia.

Fasi di colangite

La colangite sulla portata è acuta e cronica.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno identificato il modo migliore per ripristinare la cistifellea. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

La colangite acuta è divisa nei seguenti tipi:

  • Colangite catarrale - è caratterizzata da gonfiore delle pareti mucose dei dotti biliari. La forma catarrale della malattia dopo un breve periodo di tempo senza una terapia efficace può svilupparsi in uno cronico quando si formano cicatrici nei dotti biliari.
  • La colangite purulenta è caratterizzata da ostruzione della bile insieme a pus, che può penetrare sia dalla cistifellea che dal fegato.
  • Colangite diphtheritic, in cui la membrana mucosa dei dotti biliari è coperta da ulcere, si verifica la necrosi del tessuto. I dotti biliari vengono distrutti e il processo infiammatorio purulento si diffonde nel fegato, circondando i tessuti molli.
  • La colangite necrotizzante è il risultato di una ridotta funzione pancreatica, che produce enzimi aggressivi che hanno un effetto distruttivo sulla membrana mucosa delle vie biliari. Di conseguenza - necrosi delle pareti, lo sviluppo dell'infiammazione, che scorre al fegato e agli organi circostanti.
  • La colangite cronica, i cui sintomi e trattamenti sono specifici, è suddivisa in forme nascoste, settiche, ascessive e ricorrenti in base ai sintomi.

Particolare attenzione viene data alla considerazione di una particolare forma cronica della malattia: lo sclerosante. È una malattia del fegato autoimmune, che produce anticorpi ai dotti biliari. Violato il processo di deflusso della bile. Non è possibile stabilire la causa esatta dell'aspetto e dello sviluppo della colangite sclerosante. È noto che gli uomini sono suscettibili allo sviluppo della malattia due volte più spesso delle donne. La fascia di età dei pazienti varia da 25 a 45 anni. Ci sono casi di malattia e nei bambini. Spesso, i pazienti con colangite sclerotica hanno comorbidità come il diabete di tipo 1, la tiroidite e la colite ulcerosa.
Il pericolo di questa forma di colangite cronica è che non è possibile trattarlo, può progredire per un lungo periodo di tempo (circa 10 anni), a seguito del quale i dotti biliari saranno seriamente compromessi. Il risultato di questa malattia è sempre letale.

Sintomi di colangite

La colangite acuta è accompagnata da sintomi pronunciati:

  • stato febbrile;
  • brividi;
  • aumento della sudorazione;
  • nausea, passando nel vomito;
  • prurito della pelle;
  • pelle visibilmente ingiallita intorno agli occhi. Anche gli occhi assumono una tinta gialla;
  • dolore sotto le costole giuste, che può dare alla scapola o alla spalla.

La manifestazione dei sintomi dipende dalla categoria di età del paziente. Negli adulti, la malattia può non manifestarsi, se non trattata, si trasforma in una forma purulenta.
Per quanto riguarda i bambini, la diagnosi di colangite in essi è difficile. Il fattore più comune nell'insorgenza della malattia durante l'infanzia è l'infezione da elminti o infezione streptococcica.

Sintomi di colangite cronica

Il pericolo di colangite sta nel fatto che nella maggior parte dei casi si verifica in una forma nascosta cronica. Il dolore può verificarsi solo in presenza di calcoli nei dotti biliari o cistifellea.

In altri casi, ci sono i seguenti segni di colangite cronica:

  • debolezza generale del corpo;
  • aumento dell'affaticamento, scarso rendimento;
  • aumento della temperatura corporea, a condizione che una persona non abbia il raffreddore;
  • prurito della pelle;
  • le palme diventano rosse;
  • falangi addensate delle dita.

Il corpo dei bambini reagisce in modo diverso alla presenza di una forma acuta della malattia, quindi i sintomi della colangite sono diversi qui:

  • perdita di peso costante senza altra ragione;
  • mancanza di appetito;
  • nausea;
  • anemia dovuta a intossicazione generale;
  • pelle pallida con una sfumatura gialla;
  • lo sviluppo fisico è in ritardo;
  • arretratezza nello sviluppo generale;
  • mal di testa cronico.

Diagnosi della malattia e metodi di trattamento

La colangite, il cui trattamento non è stato eseguito in modo tempestivo, diventa cronica e può essere fatale. L'insorgenza di sintomi precoci è la ragione per il trattamento immediato a uno specialista per un esame completo del corpo e della diagnosi.

La malattia può essere rilevata da un medico sulla base dei dati ottenuti direttamente dal sondaggio del paziente, nonché come risultato di uno studio diagnostico completo:

  • Il primo metodo è un esame ecografico dei dotti biliari, del fegato e della cistifellea.
  • Il secondo metodo è studiare i dotti biliari usando il metodo del radioisotopo. Questo metodo si basa sull'introduzione nel corpo di una sostanza radioattiva che, muovendosi lungo i dotti biliari, mostrerà la loro pervietà, i contorni dell'organo. Lo studio è condotto utilizzando apparecchiature radiometriche, che catturano le onde dalle sostanze radioattive e le trasmettono in un'immagine visiva. Gli organi del corpo umano nel metodo di ricerca del radioisotopo sono colorati in un determinato colore, in modo che uno specialista possa effettuare le misurazioni necessarie e fare una diagnosi accurata.
  • Il terzo metodo, la colangiografia endovenosa, è un metodo accurato per studiare la permeabilità e la condizione dei dotti biliari introducendo nel sangue del paziente una sostanza speciale con proprietà coloranti. Per l'esame, viene utilizzata la sostanza Biligrafin, che viene introdotta nel sangue del paziente.
  • Il quarto metodo è la colangiomanometria o l'identificazione di un indicatore del livello di pressione nel tratto biliare.
  • Il quinto metodo è un esame del sangue (biochimico e generale).
  • Il sesto metodo è la coledocoscopia o l'esame endoscopico dei dotti.
  • Il settimo metodo è la colangiopancreatografia retrograda, in cui un agente di contrasto viene iniettato nel corpo, riflettendo lo stato degli organi e dei dotti su una radiografia.

Ci sono due modi per curare la colangite: chirurgica e conservativa. Entrambi devono essere eseguiti solo in condizioni stazionarie sotto la supervisione diretta di uno specialista a causa del rischio di complicanze (ascesso purulento delle vie biliari, cistifellea, cirrosi epatica, peritonite).

Il trattamento chirurgico è prescritto a quei pazienti che non hanno osservato l'effetto dell'uso di un metodo conservativo, così come quando la bile non può attraversare i canali a causa di cicatrici, calcoli, tumori. Molto spesso, i medici ricorrono al metodo endoscopico di funzionamento.

Il trattamento chirurgico della colangite è il seguente:

  • rimozione degli ostacoli al deflusso della bile (pietre, cicatrici, tumori);
  • eliminazione di condotti restringenti;
  • l'istituzione di drenaggio nei canali.

Di solito, l'operazione viene eseguita con un intervento minimo senza estese azioni addominali, che consente di prevenire il sanguinamento, sbarazzarsi rapidamente della sutura chirurgica, aumentare la tolleranza dell'intervento chirurgico stesso.

Se la colangite è passata in una forma acuta purulenta, non si può fare a meno di un intervento chirurgico addominale. Di conseguenza, le aree e i tessuti colpiti da pus vengono rimossi. Dopo un intervento chirurgico così complesso, il paziente deve sottoporsi a un trattamento antibiotico per escludere lo sviluppo di complicanze.

Il trattamento della colangite in modo conservativo è indicato se non ci sono ostacoli meccanici al flusso della bile attraverso i dotti biliari. Tipicamente, la terapia consiste nel prendere farmaci antibatterici (antibiotici di determinati gruppi di azione), farmaci che riducono l'intossicazione del corpo, normalizzano e accelerano il deflusso della bile. Sarà utile per la nomina di farmaci con effetto antispasmodico e analgesico.

Dieta per colangite

La colangite, come qualsiasi altra malattia del tratto gastrointestinale, richiede una particolare attenzione alla dieta quotidiana di una persona, seguendo rigorosamente una dieta. Quando si esacerba il paziente con colangite si raccomanda di morire di fame. Il digiuno è sostituito dall'assunzione di cibo frazionale - 6 volte al giorno in piccole porzioni. Vietato mangiare cibi freddi e bevande, fritti e affumicati. Il cibo deve essere cotto al vapore o cotto nel forno.

Tutto il grasso, la farina, il dolce è escluso dalla dieta. La dose massima di zucchero al giorno non è superiore a 70 g.I condimenti piccanti, caffè, limonata, cibo in scatola, brodi di funghi sono controindicati.

Se si verificano i primi sintomi, è necessario consultare immediatamente un gastroenterologo. Sarà utile l'aiuto di un nutrizionista e di un fisioterapista.

Chi ha detto che curare una grave malattia della cistifellea è impossibile?

  • Molti modi provato, ma nulla aiuta.
  • E ora sei pronto per approfittare di ogni opportunità che ti darà una sensazione tanto attesa di benessere!

Esiste un trattamento efficace per la cistifellea. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

colangite

La colangite è un'infiammazione dei dotti biliari. Questa è una malattia grave che può essere autosufficiente, ma è più spesso associata all'infiammazione della cistifellea o del fegato.

Cause di colangite

La principale causa di colangite è una violazione della pervietà dei dotti biliari e l'aggiunta di infezione. La violazione della pervietà dei dotti biliari si verifica spesso con coledocolitiasi - la formazione di calcoli biliari nel tratto biliare. Altre cause di alterato deflusso della bile possono essere contrazioni cicatriziali delle vie biliari a causa di colecistite cronica, rimozione della colecisti (sindrome postcolecistectomia), una cisti o un tumore del dotto biliare comune.

Spesso il deflusso della bile è disturbato a causa dell'invasione elmintica. I dotti biliari possono essere bloccati da ascaridi. Malattie parassitarie come l'opistorsiasi, l'echinococcosi, la schistostomosi, la giardiasi possono anche portare a colangite.

L'infezione delle vie biliari entra principalmente dall'intestino, poiché il ristagno della bile interrompe il meccanismo che impedisce la penetrazione del contenuto intestinale nelle parti superiori del tratto gastrointestinale. Oltre alla via ascendente (intestinale) dell'infezione, c'è una via discendente, quando l'infezione penetra nel tratto biliare con sangue o linfa da un altro punto focale infiammatorio nella cavità addominale.

Tipi di colangite

Per la natura del flusso, si distingue la colangite acuta e cronica.

La colangite acuta, a seconda del tipo di infiammazione, può assumere le seguenti forme:

  • Colangite catarrale, in cui vi è gonfiore della mucosa dei dotti biliari. Questa forma, se non trattata, diventa infiammazione cronica e porta inoltre al restringimento cicatriziale dei dotti;
  • Colangite purulenta. I dotti biliari sono pieni di scarico purulento, mescolato con la bile. Questa forma si estende spesso alla cistifellea e al fegato, coinvolgendo questi organi anche in infiammazione purulenta;
  • Colangite diphtheritic. La mucosa delle vie biliari ulcerata e quindi necrotica, che porta alla distruzione delle pareti dei dotti biliari e alla fusione purulenta dei tessuti circostanti, incluso il fegato;
  • Colangite necrotica Si verifica quando si invadono i dotti biliari degli enzimi pancreatici aggressivi, che portano allo sviluppo di aree di necrosi della mucosa delle vie biliari.

La colangite cronica sulla natura del flusso può essere latente (nascosta), ricorrente, settica e ascessa.

Una forma speciale di colangite cronica è la colangite sclerosante. Questa è un'infiammazione cronica primaria che si verifica senza un agente infettivo, presumibilmente un carattere autoimmune. Allo stesso tempo, l'infiammazione si verifica nel tratto biliare, portando all'indurimento - indurimento e intasamento del lume dei dotti, che a sua volta porta alla cirrosi epatica. La colangite sclerosante non è suscettibile di trattamento, ha un decorso lentamente progressivo e in media per 10 anni porta a gravi disturbi con possibile morte.

Sintomi di colangite

I sintomi della colangite nella forma acuta si manifestano violentemente, la febbre si manifesta con brividi e sudore versante, il dolore come la colica biliare è piuttosto intenso, dolente, con localizzazione nel giusto ipocondrio, a volte radiante alla scapola e alla spalla. Questo è accompagnato da nausea, vomito. La pelle e la sclera prendono colore giallo, appare prurito.

I sintomi della colangite in forma acuta nei pazienti anziani e nei bambini presentano alcune differenze. Nelle persone anziane, il dolore può essere assente, e con i sintomi scarsi della colangite, l'infiammazione, tuttavia, assume una forma pesante, solitamente purulenta.

La colangite nei bambini in forma acuta è rara, principalmente come infezione secondaria (solitamente streptococcica) in un'altra malattia. La colangite acuta nei bambini è molto violenta, i sintomi della colangite in questo caso non sono specifici e sono caratteristici di qualsiasi infiammazione acuta del tratto gastrointestinale e pertanto la colangite acuta nei bambini può essere assunta per un'altra malattia gastrointestinale.

I sintomi della colangite in forma cronica sono meno pronunciati, il dolore intenso è caratteristico solo in presenza di calcoli nei dotti biliari. I sintomi principali della colangite in questo caso sono debolezza generale e affaticamento, aumenti di temperatura periodici inspiegabili, prurito cutaneo. I sintomi della colangite comprendono ispessimento delle falangi terminali delle dita e arrossamento dei palmi.

La colangite cronica nei bambini provoca una diminuzione del peso corporeo a causa della mancanza di appetito e nausea, intossicazione costante porta ad anemia, pallore o gonfiore della pelle, lo sviluppo fisico del bambino rallenta, può esserci un ritardo e in generale lo sviluppo, il mal di testa cronico appare.

Diagnosi di colangite

La diagnosi viene effettuata sulla base dei sintomi caratteristici della colangite, di un esame approfondito e dei dati della ricerca hardware e di laboratorio:

  • Ultrasuoni della cistifellea, del fegato e dei dotti biliari;
  • Studio radioisotopico delle vie biliari;
  • Colangiografia endovenosa (roentgenoscopy delle vie biliari con somministrazione endovenosa di un mezzo di contrasto, che consente di vedere i dotti intra ed extraepatici);
  • Colangiopancreatografia retrograda (roentgenoscopy delle vie biliari e pancreas con somministrazione endoscopica di un mezzo di contrasto);
  • Colangiomanometria (misurazione della pressione all'interno dei dotti biliari);
  • Coledocoscopia (esame endoscopico dei dotti biliari);
  • Analisi del sangue generale e biochimica;
  • Studio di laboratorio sulla bile.

Trattamento della colangite

Il trattamento della colangite può essere conservativo o chirurgico, a seconda della forma della malattia. Il trattamento della colangite viene effettuato solo in ospedale, a causa del rischio di gravi complicanze: ascessi purulenti del fegato e della colecisti, peritonite e nella colangite cronica della cirrosi epatica.

I metodi conservativi di trattamento della colangite vengono utilizzati quando non vi è alcun ostacolo meccanico al flusso della bile lungo il tratto biliare. In questo caso, prescrivere farmaci antibatterici (antibiotici ad ampio spettro e sulfonamidi), sostanze farmacologiche che riducono la tossicità (somministrazione endovenosa di emodesi, ecc.), Che migliorano il flusso di bile, antispastici (per esempio, Duspatalin).

Nel caso in cui il trattamento conservativo non dia risultati, così come in tutti i casi in cui è impossibile creare un normale flusso di bile con farmaci, ricorrono al trattamento chirurgico della colangite. Il metodo di scelta ora, in assenza di controindicazioni (processi purulenti, necrotici, ascessi), è una tecnica endoscopica.

Questo metodo consente il drenaggio dei dotti biliari, la rimozione dei calcoli, l'eliminazione delle stenosi (costrizioni), senza ricorrere a un esteso intervento addominale, che consente di ridurre il danno operatorio, evitare il sanguinamento, migliorare il recupero. In presenza di forme più gravi di colangite, viene eseguita la chirurgia addominale, rimuovendo aree che hanno subito fusione purulenta o rottura necrotica. Nel periodo postoperatorio, viene prescritta una terapia antibiotica.

angiocolite

1. Piccola enciclopedia medica. - M.: Enciclopedia medica. 1991-1996. 2. Primo soccorso. - M.: La grande enciclopedia russa. 1994 3. Dizionario enciclopedico di termini medici. - M.: enciclopedia sovietica. - 1982-1984

Scopri cosa dice "angiocholitis" in altri dizionari:

angiocholitis - angiocholitis... Dizionario di riferimento ortografico

angiocholitis - n., numero di sinonimi: 1 • cholangitis (2) Dizionario dei sinonimi ASIS. VN Trishin. 2013... Dizionario Sinonimi

ANGIOHOLIT - ANGIOHOLIT, vedi colangite. ANGI03DODELIOMA, vedi Eidotelioma... Grande enciclopedia medica

angiocholitis - (angio + greco. chol bile + it) vedi. colangite... Dizionario medico di grandi dimensioni

Angiocolite -... Wikipedia

Colangite - I Colangite (colangite: greca: cola bile + angiocavallo + itis; sinonimo: colangiite, angiocolite) infiammazione dei dotti biliari. Nella maggior parte dei casi, X. si verifica quando i patogeni di un'infezione batterica entrano nei dotti biliari dal lume...... Enciclopedia medica

Malattia di calcoli biliari - colelitiasi. Contenuto: dati storici. 171 Composizione e struttura del calcoli biliari. 172 Eziologia e patogenesi B... 175 Sintomatologia e decorso. 181 colica biliare. 183 Conseguenze e... Grande Enciclopedia Medica

colangite - (colangite, freddo + greco, angeion vaso + it, syn. angiocholitis) infiammazione dei dotti biliari... Ampio dizionario medico

Colangite - (dal greco Chole bile and angéion vessel) angiocolite, infiammazione dei dotti biliari dovuta alla penetrazione dell'infezione da cistifellea, intestino, vasi sanguigni (più spesso) o attraverso i dotti linfatici (meno frequentemente). Lo sviluppo della malattia...... La grande Enciclopedia Sovietica

Sanatorio - una selezione di misure mediche adottate per determinare le indicazioni o controindicazioni per il trattamento termale, così come il luogo, il profilo medico del sanatorio, la durata e la stagione del trattamento termale sanatorio. Lo scopo di S. a. miglioramento...... Enciclopedia medica

I principali sintomi e metodi di trattamento della colangite

La malattia infiammatoria dei dotti biliari epatici ed extraepatici è chiamata colangite. La malattia può svilupparsi indipendentemente o essere una complicazione dei processi infiammatori nel fegato e nella cistifellea. A seconda del tasso di insorgenza e del decorso della malattia, si distingue la colangite acuta e cronica. È possibile trattare questa patologia con un intervento chirurgico o con un metodo conservativo.

La colangite si riferisce alle patologie del sistema epatobiliare. Le donne sono più colpite dalla malattia. Il più grande aumento dell'incidenza è stato osservato in pazienti di età superiore ai 50 anni. Nei bambini, questa malattia si verifica solo sullo sfondo delle anomalie congenite dei dotti biliari.

La causa principale della colangite è l'infezione.

I patogeni più comuni sono E. coli, Proteus e enterococco. In un processo purulento, in quasi il 90% dei pazienti nell'analisi della bile per sterilità, vengono rilevati simultaneamente diversi patogeni. Per determinarli è estremamente importante per la nomina di un'efficace terapia antibiotica.

Esistono diversi modi per l'infezione di entrare nel tratto biliare:

  1. 1. Crescente. I microrganismi penetrano nelle vie biliari dal lume duodenale lungo le pareti del condotto.
  2. 2. Ematogenico. L'agente patogeno entra nei dotti attraverso la vena porta, che raccoglie il sangue dall'intero tratto gastrointestinale.
  3. 3. Linfogeno. In questa forma di realizzazione, i microrganismi entrano nei condotti dalla cistifellea, dal pancreas o dall'intestino attraverso i vasi linfatici.

Nella colangite asettica, il processo infiammatorio si sviluppa come conseguenza del lancio di enzimi pancreatici nei dotti biliari. A causa del fatto che il succo pancreatico è caratterizzato da un'azione aggressiva, mangia via le pareti dei dotti, portando alla loro necrosi.

La colangite sclerosante si sviluppa a seguito di processi autoimmuni nel corpo - il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi contro la membrana mucosa delle vie biliari.

I fattori predisponenti nello sviluppo della colangite sono:

  • stasi biliare derivante da discinesia delle vie biliari;
  • anomalie congenite dei dotti biliari;
  • formazioni cistiche del coledoco;
  • cancro del dotto biliare;
  • choledocholithiasis (pietra nel choledochus);
  • stenosi capezzolo Vaterova.

I danni meccanici alle membrane mucose dei dotti durante le procedure diagnostiche (posizionamento dello stent, colangiopancreatografia retrograda) e le operazioni chirurgiche sui dotti biliari contribuiscono anche alla comparsa di colangite.

La struttura del sistema biliare

Il processo infiammatorio nel tratto biliare è diviso in forme a seconda del decorso della malattia, dell'eziologia e del tipo di reazione patologica.

Il corso della malattia è:

A causa del verificarsi di colangite emettere:

  • Primaria.
  • Secondario (dovuto ad altre malattie del sistema epatobiliare o chirurgia).

A seconda del tipo di processo infiammatorio, la colangite si distingue:

La localizzazione del processo infiammatorio si distingue:

  • Coledocolite - infiammazione del coledoco.
  • Angiocolite: la sconfitta dei dotti biliari intraepatici ed extraepatici.
  • La papillite è un processo infiammatorio nel capezzolo Vater.

La colangite acuta è una forma infettiva della malattia con esordio improvviso. È caratterizzato da processi infiammatori nei dotti biliari con ulteriore sviluppo del ristagno della bile - fino al blocco delle vie biliari. Più spesso si sviluppa contro:

  • malattia da calcoli biliari;
  • formazioni cistiche dei percorsi intraepatici;
  • cancro della cistifellea;
  • colangite sclerosante cronica.

I pazienti con colangite lieve sono soggetti a trattamento conservativo e con forme complicate - intervento chirurgico.

Ci sono i seguenti tipi di colangite acuta:

  • Purulenta. Con questo tipo di malattia, il pus inizia ad accumularsi nei dotti biliari. Questa condizione è pericolosa perché l'infiammazione ha la capacità di diffondersi rapidamente agli organi e ai tessuti vicini.
  • Catarrale. La forma più delicata, caratterizzata da arrossamento e gonfiore della mucosa delle vie biliari. Questo tipo di malattia si sviluppa più spesso in una forma cronica, poiché i sintomi in questo caso sono meno pronunciati.
  • Necrotizzante. In questo caso, focolai di necrosi compaiono nei dotti a causa dell'ingresso di enzimi pancreatici in essi, che corrodono le pareti delle vie biliari. Questa è la forma più grave, lo sviluppo pericoloso di gravi complicanze, come peritonite ed epatite.
  • Pseudomembrane. Questa forma è caratterizzata dalla formazione di processi ulcerativi nella mucosa dei dotti. Le ulcere sono ricoperte da film spessi, in cui le aree di necrosi si diffondono ancora più velocemente. Abbastanza spesso, l'infiammazione va al tessuto epatico.

Segni di colangite acuta compaiono all'improvviso. Sintomi principali:

  • febbre;
  • ingiallimento della sclera, delle mucose e della pelle;
  • l'aspetto del dolore nel giusto ipocondrio.

Questo complesso di sintomi è chiamato triade di Charcot. Questi sono i segni più tipici di colangite acuta. La temperatura corporea sale a numeri elevati - 39-40 gradi, si verificano sudorazione e brividi. La temperatura durante il giorno può fluttuare (con un picco di sera) o essere costante. Insieme ad esso, c'è un forte dolore a destra nell'area subcostale, che dà al collo, scapola destra, clavicola e braccio.

Dopo 1-2 giorni, i pazienti iniziano a cambiare il colore della sclera e della pelle. È associato ad un aumento della bilirubina nel sangue. Il più sensibile ai cambiamenti nel suo livello è la mucosa congiuntivale delle palpebre e della sclera dell'occhio. A causa della deposizione di bilirubina nella pelle comincia a manifestare intenso prurito, che non viene eliminato dagli antistaminici.

Se in questa fase il paziente non viene trattato, la malattia può trasformarsi in uno shock tossico-infettivo. Si manifesta con coscienza alterata, nausea e vomito. Nell'analisi clinica del sangue, il livello di bilirubina continua ad aumentare, la concentrazione di enzimi epatici aumenta e la conta piastrinica diminuisce.

La presenza di una grande quantità di tossine nel sangue porta a danni renali e alla comparsa di insufficienza renale. La diuresi diminuisce, la concentrazione di creatinina e aumenti di urea. In futuro, c'è una violazione del cuore, la frequenza cardiaca aumenta, si verifica aritmia e la pressione arteriosa diminuisce.

Lo shock tossico contagioso alla fine porta a un insufficienza multiorgano, quindi è estremamente importante iniziare il trattamento della colangite acuta nelle fasi iniziali: questa condizione è una minaccia per la vita umana.

La colangite cronica è molto meno comune, a differenza di altre malattie del sistema epatobiliare. Fondamentalmente, sorge di nuovo, cioè, sullo sfondo delle patologie esistenti della cistifellea o del fegato. In un terzo dei casi, questa condizione appare dopo la rimozione della cistifellea.

Si distinguono le seguenti forme di infiammazione cronica dei dotti biliari:

  • Fossa settica. È caratterizzato da cambiamenti putridi nei condotti.
  • Latente. Ha un flusso nascosto e potrebbe non manifestarsi per molti anni.
  • Ricorrente. È caratterizzato dalla comparsa di esacerbazioni periodiche della malattia.
  • Ascesso. In questa forma della malattia si formano limitati focolai puri (ascessi) nei dotti biliari.

Un tipo separato è la colangite sclerosante primaria. In questa patologia, una reazione infiammatoria nei dotti appare senza infezione. In futuro, questo porta alla scleroterapia e all'interruzione del deflusso della bile. Negli stadi finali della malattia, i dotti biliari si intasano completamente, il che a sua volta provoca la comparsa di cirrosi epatica. Questa malattia è estremamente grave e non può essere trattata. Nella maggior parte dei pazienti oltre i 10 anni, questo tipo di colangite porta a cambiamenti irreversibili nel fegato.

Nelle fasi iniziali, la colangite cronica può non avere sintomi (o sarà espressa molto debolmente). La triade di Charcot è anche caratteristica di questa condizione, ma i segni sono meno pronunciati. Il paziente è preoccupato per il dolore moderato nell'ipocondrio destro. La temperatura corporea sale a 37-38 gradi. L'ittero compare durante le esacerbazioni della malattia, nel periodo di remissione è assente.

Nelle fasi iniziali, i pazienti sono preoccupati per:

  • debolezza generale;
  • capacità di riduzione;
  • mal di testa;
  • pesantezza dopo aver mangiato;
  • nausea.

Soprattutto spesso i sintomi compaiono quando l'errore nella dieta - mangiare grandi quantità di cibi grassi o eccesso di cibo.

L'esacerbazione della colangite cronica ha le stesse manifestazioni dell'infiammazione acuta dei dotti biliari.

La diagnosi di colangite si basa principalmente sul quadro clinico caratteristico - la triade di Charcot. Spesso i pazienti vengono a un appuntamento con un medico con questi sintomi e gli esami di laboratorio e strumentali aiutano a confermare ulteriormente la diagnosi.

Il più informativo è un esame del sangue biochimico. Quando i processi infiammatori nei dotti biliari nel sangue aumenta il livello di bilirubina, fosfatasi alcalina, alfa-amilasi e transaminasi. Al fine di determinare il tipo di patogeno, la bile viene presa per l'esame batteriologico mediante sondaggio duodenale frazionale. Per escludere infezioni parassitarie, le feci vengono analizzate da protozoi ed uova di elminto.

Scopri la prevalenza del processo utilizzando un'ecografia del fegato e dei dotti biliari. Se si sospetta il cancro, si consiglia una scansione tomografica computerizzata che aiuterà a identificare la prevalenza del processo infiammatorio e la presenza di metastasi.

Oggi i metodi diagnostici endoscopici sono ampiamente utilizzati. Tra questi ci sono:

  • Colangiografia a risonanza magnetica.
  • Colangiografia percutanea e transepatica.
  • Colangiopancreatografia retrograda.

Questi metodi ci permettono di analizzare lo stato delle membrane interne delle vie biliari, per stabilire la prevalenza dei processi e il loro stadio.

Prima di tutto, quando la colangite è importante per ridurre la manifestazione di infiammazione. A tale scopo, prescrivere la terapia antibiotica. La seguente combinazione di farmaci è più spesso utilizzata: le cefalosporine di 2a e 3a generazione sono combinate con metronidazolo e aminoglicosidi.

  • Per ridurre il dolore, prescrivi antispastici (No-spa, Baralgin) e antidolorifici (Analgin e Ketonal).
  • Per migliorare la condizione del fegato, vengono prescritti epatoprotettori - Heptral, Essentiale (solo a livelli normali di fosfatasi alcalina), Hep-merts e altri.
  • Al fine di ridurre l'intossicazione, la terapia infusionale viene prescritta con soluzione salina, riosorbilattico, soluzione di glucosio, reopolyglucine, ecc.

In caso di shock tossico conduci la plasmaferesi. Permette per un breve periodo di liberare il sangue dalle tossine e impedisce lo sviluppo di insufficienza multiorgano.

Per colangite complicata, vengono eseguite le seguenti procedure chirurgiche:

  • Papillosfinterotomia endoscopica. Utilizzato per eliminare la stenosi del capezzolo Vaterov.
  • Estrazione di pietre del dotto biliare mediante metodi endoscopici (in presenza di pietre).
  • Stent endoscopico del coledoco - in caso di danno significativo.
  • Per complicazioni purulente, viene stabilito il drenaggio transepatico percutaneo dei dotti biliari o viene eseguito il drenaggio esterno delle vie biliari.

Spesso la colangite è associata a colecistite, nel qual caso le operazioni si svolgono in due fasi. In primo luogo, viene eseguita la colecistectomia (rimozione della cistifellea), quindi viene utilizzato uno dei metodi sopra menzionati di trattamento chirurgico della malattia.

Per il trattamento della colangite sclerosante, il trapianto di fegato è considerato il metodo migliore.

La colangite cronica in remissione viene trattata con tecniche di fisioterapia. I pazienti sono prescritti:

  • UHF;
  • elettroforesi;
  • ozokeritotherapy;
  • bagni terapeutici;
  • diatermia.

È importante attenersi a una dieta e normalizzare il tuo stile di vita. Ciò migliorerà significativamente la condizione dei pazienti e prolungherà la remissione.

E un po 'sui segreti.

Un fegato sano è la chiave della tua longevità. Questo corpo svolge un numero enorme di funzioni vitali. Se si notano i primi sintomi di un tratto gastrointestinale o di una malattia del fegato, vale a dire: ingiallimento della sclera degli occhi, nausea, feci rare o frequenti, è necessario agire.

Ti consigliamo di leggere l'opinione di Elena Malysheva su come ripristinare rapidamente e facilmente l'operatività del LIVER in sole 2 settimane. Leggi l'articolo >>

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Colecistite, pancreatite: sintomi e trattamento

Sintomi

Colecistite, pancreatite - malattie che spesso compaiono contemporaneamente in un paziente. Colecistite acuta in frequenza di eventi occupa il secondo posto dopo l'appendicite.

Che cosa può e non può dieta tabella numero 5 per il fegato

Diete

Dopo o durante il trattamento delle malattie del fegato, viene prescritta la dieta del quinto tavolo. La persona durante questo periodo dovrebbe mangiare, secondo le prescrizioni mediche, per non perdere peso, ma per caricare il fegato e altri organi biliari per il periodo di trattamento e di recupero.

Come il fumo colpisce il fegato: le conseguenze

Diete

Grazie a studi clinici, gli scienziati dell'Università della California hanno dimostrato che non solo l'alcol può distruggere il sistema biliare. L'effetto negativo del fumo sul fegato è pericoloso quanto le complicazioni dopo aver bevuto alcolici.

Come proteggere il fegato durante l'assunzione di antibiotici e ripristinare il corpo dopo di loro?

Sintomi

Gli antibiotici, che hanno permesso di superare molte malattie infettive precedentemente incurabili, sfortunatamente, insieme ai benefici apportano danni significativi all'organismo, causando danni tossici.