Principale / Analisi

La struttura e la funzione del fegato umano

Analisi

Il fegato umano è un grande organo non appaiato della cavità addominale. In una persona adulta in condizioni di salute sana, il suo peso medio è di 1,5 kg, la lunghezza è di circa 28 cm, la larghezza è di circa 16 cm, l'altezza è di circa 12 cm Le dimensioni e la forma dipendono dal tipo di corpo, dall'età e dai processi patologici. Il peso può variare: diminuire con l'atrofia e aumentare con infezioni parassitarie, fibrosi e processi tumorali.

Il fegato umano è in contatto con i seguenti organi:

  • il diaframma è un muscolo che separa il torace e la cavità addominale;
  • stomaco;
  • cistifellea;
  • ulcera duodenale;
  • rene destro e ghiandola surrenale destra;
  • colon trasverso.

C'è un fegato a destra sotto le costole, ha una forma a forma di cuneo.

L'organo ha due superfici:

  • Diaframmatico (superiore) - convesso, a forma di cupola, corrisponde alla concavità del diaframma.
  • Viscerale (inferiore) - irregolare, con impronte di organi adiacenti, con tre scanalature (una trasversale e due longitudinali), formante la lettera N. Nella scanalatura trasversale si trova la porta del fegato, attraverso la quale entrano i nervi ei vasi sanguigni ed escono i vasi linfatici e i dotti biliari. Nel mezzo del solco longitudinale destro è la cistifellea, nella parte posteriore è l'IVC (vena cava inferiore). Attraverso la parte anteriore del solco longitudinale sinistro, la vena ombelicale passa, nella parte posteriore vi è il residuo del dotto venoso di Aranti.

Il fegato ha due bordi: superiore acuto e superiore smussato. Le superfici superiore e inferiore sono separate da un bordo tagliente più basso. Il bordo superiore sembra quasi la superficie posteriore.

La struttura del fegato umano

Consiste in un tessuto molto morbido, la sua struttura è granulosa. Si trova in una capsula glisson di tessuto connettivo. Nell'area del cancello del fegato, la capsula del glisson è più spessa ed è chiamata la piastra del portale. Dall'alto, il fegato è coperto da una foglia di peritoneo, che si fonde strettamente con la capsula del tessuto connettivo. Il foglio viscerale del peritoneo non si trova nel punto di attacco dell'organo al diaframma, nel punto di entrata dei vasi e all'uscita delle vie biliari. La foglia peritoneale è assente nella regione posteriore adiacente al tessuto retroperitoneale. A questo punto, è possibile accedere alle parti posteriori del fegato, ad esempio per aprire ascessi.

Al centro della parte inferiore dell'organo si trova la Porta del Cancello - l'uscita delle vie biliari e l'ingresso di grandi navi. Il sangue penetra nel fegato attraverso la vena porta (75%) e l'arteria epatica (25%). La vena porta e l'arteria epatica in circa il 60% dei casi sono suddivisi in rami destro e sinistro.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

I legamenti crescenti e trasversali dividono l'organo in due lobi di dimensioni diverse: a destra ea sinistra. Questi sono i lobi principali del fegato, oltre a loro c'è anche un caudale e un quadrato.

Il parenchima è formato da lobuli, che sono le sue unità strutturali. In termini di struttura, i lobuli assomigliano a prismi inseriti l'uno nell'altro.

Lo stroma è una membrana fibrosa, o capsula di glisson, di tessuto connettivo denso con setti di tessuto connettivo lasso che penetra nel parenchima e lo divide in lobi. È penetrato da nervi e vasi sanguigni.

Il fegato può essere suddiviso in sistemi tubolari, segmenti e settori (zone). Segmenti e settori sono separati da solchi. La divisione è determinata dalla ramificazione della vena porta.

I sistemi tubolari includono:

  • Arteria.
  • Sistema portale (rami delle vene).
  • Il sistema cavale (vene epatiche).
  • vie biliari.
  • Sistema linfatico.

I sistemi tubolari, oltre al portale e al cavale, corrono lungo i rami della vena porta paralleli tra loro, formando fasci. I nervi si uniscono a loro.

Ci sono otto segmenti (da destra a sinistra in senso antiorario da I a VIII):

  • Lobo sinistro: caudato - I, posteriore - II, anteriore - III, quadrato - IV.
  • Lobo destro: medio superiore anteriore - V, laterale inferiore anteriore - VI e laterale inferiore posteriore - VII, medio superiore posteriore - VIII.

Dai segmenti formano aree più grandi - settori (zone). Ce ne sono cinque. Sono formati da alcuni segmenti:

  • Laterale sinistro (segmento II).
  • Paramedian sinistro (III e IV).
  • Paramedico destro (V e VIII).
  • Laterale destro (VI e VII).
  • Dorsale sinistra (I).

Il deflusso di sangue avviene attraverso tre vene epatiche che si avvicinano alla superficie posteriore del fegato e fluiscono nella vena cava inferiore, che si trova sul bordo del lato destro dell'organo e della sinistra.

I dotti biliari (destra e sinistra), che portano alla bile, si fondono nel dotto epatico nei cancelli del glisson.

L'uscita di linfa dal fegato avviene attraverso i linfonodi della porta di Glisson, lo spazio retroperitoneale e il legamento duodenale epatico. All'interno dei lobuli del fegato non ci sono capillari linfatici, si trovano nel tessuto connettivo e scorrono nei plessi vascolari linfatici che accompagnano la vena porta, le arterie epatiche, le vie biliari e le vene epatiche.

L'afflusso di nervi al fegato proviene dal nervo vago (il suo tronco principale è il nervo Lattaře).

L'apparato legamentoso, costituito dai legamenti lunati, a forma di falce e triangolari, fissa il fegato alla parete posteriore del peritoneo e al diaframma.

Topografia del fegato

Il fegato si trova sul lato destro sotto il diaframma. Occupa la maggior parte dell'addome superiore. Una piccola parte del corpo si estende oltre la linea mediana nel lato sinistro della regione subfrenico e raggiunge l'ipocondrio sinistro. Dall'alto è adiacente alla superficie inferiore del diaframma, una piccola parte della superficie anteriore del fegato è adiacente alla parete anteriore del peritoneo.

La maggior parte dell'organo si trova sotto le costole di destra, una piccola parte nella zona dell'epigastrio e sotto le costole di sinistra. La linea mediana coincide con il confine tra i lobi del fegato.

Il fegato ha quattro bordi: destro, sinistro, superiore, inferiore. L'organo è proiettato sulla parete anteriore del peritoneo. I bordi superiore e inferiore sono proiettati sulla superficie anterolaterale del tronco e convergono in due punti: sul lato destro e sinistro.

La posizione del bordo superiore del fegato - la linea del capezzolo destro, il livello del quarto spazio intercostale.

L'apice del lobo sinistro è la linea parasteriale sinistra, il livello del quinto spazio intercostale.

Il bordo inferiore anteriore è il livello del decimo spazio intercostale.

Il bordo anteriore è la linea del capezzolo giusta, bordo costale, quindi si allontana dalle costole e si estende obliquamente verso sinistra verso l'alto.

Il contorno frontale del corpo ha una forma triangolare.

Il bordo inferiore non è coperto con nervature solo nella zona epigastrica.

Il bordo anteriore del fegato nelle malattie rappresenta il bordo delle costole ed è facilmente rilevabile.

Funzione epatica nel corpo umano

Il ruolo del fegato nel corpo umano è grande, il ferro appartiene agli organi vitali. Questa ghiandola svolge molte funzioni diverse. Il ruolo principale nella loro implementazione è assegnato agli elementi strutturali - epatociti.

In che modo il fegato e quali processi si verificano in esso? Prende parte alla digestione, in tutti i tipi di processi metabolici, svolge funzione barriera e ormonale, così come ematopoietica durante il periodo di sviluppo embrionale.

Cosa fa il fegato come filtro?

Neutralizza i prodotti tossici del metabolismo proteico che provengono dal sangue, cioè disinfetta le sostanze tossiche, rendendole meno innocue, facilmente rimuovibili dal corpo. A causa delle proprietà fagocitarie dell'endotelio dei capillari del fegato, le sostanze che vengono assorbite nel tratto intestinale vengono neutralizzate.

È responsabile della rimozione dal corpo di vitamine in eccesso, ormoni, mediatori, altri prodotti intermedi tossici e prodotti finali del metabolismo.

Qual è il ruolo del fegato nella digestione?

Produce la bile, che poi entra nel duodeno. La bile è una sostanza gialla, verdastra o marrone simile a una gelatina con un odore specifico amaro al gusto. Il suo colore dipende dal contenuto dei pigmenti biliari che si formano durante la scomposizione dei globuli rossi. Contiene bilirubina, colesterolo, lecitina, acidi biliari, muco. A causa degli acidi biliari, si verifica l'emulsificazione e l'assorbimento dei grassi nel tratto gastrointestinale. La metà di tutta la bile prodotta dalle cellule del fegato entra nella cistifellea.

Qual è il ruolo del fegato nei processi metabolici?

Si chiama deposito di glicogeno. I carboidrati che vengono assorbiti dall'intestino tenue vengono convertiti in glicogeno nelle cellule del fegato. Si deposita negli epatociti e nelle cellule muscolari e con una carenza di glucosio inizia a essere consumato dal corpo. Il glucosio è sintetizzato nel fegato da fruttosio, galattosio e altri composti organici. Quando si accumula nel corpo in eccesso, si trasforma in grasso e si deposita in tutto il corpo in cellule di grasso. Il posticipo del glicogeno e la sua scissione con il rilascio di glucosio è regolato da insulina e glucagone, ormoni pancreatici.

Nel fegato, gli aminoacidi si degradano e le proteine ​​vengono sintetizzate.

Neutralizza l'ammoniaca rilasciata durante la disgregazione delle proteine ​​(si trasforma in urea e lascia il corpo con l'urina) e altre sostanze tossiche.

Fosfolipidi e altri grassi necessari per il corpo sono sintetizzati da acidi grassi dal cibo.

Qual è la funzione del fegato del feto?

Durante lo sviluppo embrionale, produce globuli rossi - globuli rossi. Il ruolo neutralizzante durante questo periodo è assegnato alla placenta.

patologie

Malattie del fegato a causa delle sue funzioni. Poiché uno dei suoi compiti principali è la neutralizzazione degli agenti stranieri, le malattie più frequenti dell'organo sono le lesioni infettive e tossiche. Nonostante il fatto che le cellule del fegato sono in grado di recuperare rapidamente, queste opportunità non sono illimitate e possono essere rapidamente perse con le lesioni infettive. Con un'esposizione prolungata all'organo patogeno, la fibrosi può svilupparsi, il che è molto difficile da trattare.

Le patologie possono avere una natura biologica, fisica e chimica dello sviluppo. I fattori biologici comprendono virus, batteri, parassiti. Streptococchi, bacchetta di Koch, stafilococco, virus contenenti DNA e RNA, ameba, Giardia, Echinococco e altri hanno un effetto negativo sull'organo. I fattori fisici comprendono le lesioni meccaniche e le sostanze chimiche includono farmaci con uso a lungo termine (antibiotici, antitumorali, barbiturici, vaccini, farmaci anti-tubercolari, sulfonamidi).

Le malattie possono apparire non solo come conseguenza dell'impatto diretto sugli epatociti di fattori nocivi, ma a causa di malnutrizione, disturbi circolatori e altre cose.

Le patologie di solito si sviluppano sotto forma di distrofia, ristagno della bile, infiammazione, insufficienza epatica. Ulteriori disturbi nei processi metabolici, come proteine, carboidrati, grassi, ormoni, enzimi, dipendono dal grado di danneggiamento del tessuto epatico.

Le malattie possono manifestarsi in forma cronica o acuta, i cambiamenti nel corpo sono reversibili e irreversibili.

Nel corso della ricerca, è stato trovato che i sistemi tubulari subiscono cambiamenti significativi nei processi patologici, come la cirrosi, le malattie parassitarie e il cancro.

Insufficienza epatica

Caratterizzato dalla violazione del corpo. Una funzione può diminuire, molte o tutte in una volta. Ci sono insufficienza acuta e cronica, alla fine della malattia - non letale e fatale.

La forma più grave è acuta. Quando l'OPN interrompe la produzione di fattori di coagulazione del sangue, la sintesi dell'albumina.

Se una funzione del fegato è compromessa, si verifica un'insufficienza parziale, se più - subtotale, se tutto è totale.

Se il metabolismo dei carboidrati è disturbato, si possono sviluppare ipo e iperglicemia.

In violazione del grasso - la deposizione di placche di colesterolo nei vasi e lo sviluppo di aterosclerosi.

In violazione del metabolismo delle proteine ​​- sanguinamento, gonfiore, assorbimento ritardato di vitamina K nell'intestino.

Ipertensione portale

Questa è una grave complicanza della malattia del fegato, caratterizzata da un aumento della pressione nella vena porta e dal ristagno di sangue. Il più spesso si sviluppa con cirrosi, così come anomalie congenite o trombosi della vena porta, quando è schiacciato da infiltrati o tumori. La circolazione sanguigna e il flusso linfatico nel fegato con ipertensione portale peggiora, portando ad anomalie nella struttura e nel metabolismo in altri organi.

malattia

Le malattie più comuni sono l'epatite, l'epatite, la cirrosi.

L'epatite è un'infiammazione del parenchima (il suffisso indica l'infiammazione). Infettivo e non infettivo. I primi sono virali, il secondo è alcolico, autoimmune, farmaco. L'epatite si presenta in forma acuta o cronica. Possono essere una malattia indipendente o secondaria - un sintomo di un'altra patologia.

Epatosi - lesione distrofica del parenchima (suffisso -oz parla di processi degenerativi). L'epatite grassa più comune, o steatosi, che di solito si sviluppa nelle persone con alcolismo. Altre cause del suo verificarsi - effetti tossici di droghe, diabete, sindrome di Cushing, obesità, uso a lungo termine di glucocorticoidi.

La cirrosi è un processo irreversibile e lo stadio finale della malattia del fegato. La causa più comune di esso è l'alcolismo. Caratterizzato dalla rinascita e dalla morte degli epatociti. In caso di cirrosi, i noduli si formano, circondati da tessuto connettivo. Con la progressione della fibrosi, i sistemi circolatorio e linfatico diventano insensibili, l'insufficienza epatica e l'ipertensione portale si sviluppano. Con la cirrosi aumentano la milza e il fegato di dimensioni, gastrite, pancreatite, ulcera gastrica, anemia, vene esofagee, sanguinamento emorroidario. Nei pazienti con esaurimento, sperimentano debolezza generale, prurito di tutto il corpo, apatia. Il lavoro di tutti i sistemi è disturbato: nervoso, cardiovascolare, endocrino e altri. La cirrosi è caratterizzata da un'elevata mortalità.

malformazioni

Questo tipo di patologia è raro ed è espresso dalla localizzazione anormale o da forme anormali del fegato.

Si osserva un posizionamento scorretto con un apparato legamentoso debole, a seguito del quale viene omesso un organo.

Le forme anomale sono lo sviluppo di lobi aggiuntivi, un cambiamento nella profondità dei solchi o la dimensione delle parti del fegato.

Le malformazioni congenite comprendono varie crescite benigne: cisti, emangiomi cavernosi, epatoadenomi.

Il valore del fegato nel corpo è enorme, quindi è necessario essere in grado di diagnosticare la patologia e trattarli adeguatamente. La conoscenza dell'anatomia del fegato, le sue caratteristiche strutturali e la divisione strutturale permette di scoprire la posizione e i confini dei focolai interessati e l'estensione della copertura degli organi attraverso il processo patologico, determinare il volume della sua parte rimossa ed evitare di interrompere il deflusso della bile e della circolazione sanguigna. La conoscenza delle proiezioni delle strutture del fegato sulla sua superficie è necessaria per eseguire operazioni per la rimozione del fluido.

fegato

Il fegato è un organo unico del corpo umano. Ciò è dovuto principalmente alla multifunzionalità, poiché è in grado di eseguire circa 500 diverse funzioni. Il fegato è l'organo più grande nel sistema digestivo umano. Ma la caratteristica principale è la capacità di rigenerare. Questo è uno dei pochi organi che può essere rinnovato da solo in condizioni favorevoli. Il fegato è estremamente importante per il corpo umano, ma quali sono le funzioni principali che svolge, qual è la struttura e dove si trova nel corpo umano?

Posizione e funzione del fegato

Il fegato è un organo dell'apparato digerente, che si trova nell'ipocondrio destro sotto il diaframma e in uno stato normale non si estende oltre le costole. Solo durante l'infanzia può esibirsi un po ', ma un tale fenomeno fino a 7 anni è considerato la norma. Il peso dipende dall'età della persona. Quindi, in un adulto è 1500-1700 g. Un cambiamento nella dimensione o nel peso di un organo indica lo sviluppo di processi patologici nel corpo.

Come già accennato, il fegato svolge molte funzioni, le principali sono:

  • Disintossicazione. Il fegato è il principale organo di pulizia del corpo umano. Tutti i prodotti metabolici, il decadimento, le tossine, i veleni e altre sostanze del tratto gastrointestinale entrano nel fegato, dove l'organo "li neutralizza". Dopo la detossificazione, il corpo rimuove i prodotti di decadimento innocui dal sangue o dalla bile, da dove entrano nell'intestino e vengono espulsi insieme alle feci.
  • La produzione di colesterolo buono, che è coinvolto nella sintesi della bile, regola gli ormoni ed è coinvolto nella formazione delle membrane cellulari.
  • Accelerazione della sintesi proteica, che è estremamente importante per la normale vita umana.
  • Sintesi della bile, che è coinvolta nel processo di digestione del metabolismo alimentare e dei grassi.
  • Normalizzazione del metabolismo dei carboidrati nel corpo, aumentando il potenziale energetico. Prima di tutto, il fegato fornisce la produzione di glicogeno e glucosio.
  • Regolazione del metabolismo dei pigmenti - escrezione della bilirubina insieme alla bile.
  • Degradazione del grasso in corpi chetonici e acidi grassi.

Il fegato è in grado di rigenerarsi. Il corpo può riprendersi completamente, anche se è conservato solo al 25%. La rigenerazione avviene attraverso la crescita e la divisione cellulare più veloce. A che cosa si ferma questo processo, non appena il corpo raggiunge la dimensione desiderata.

Struttura anatomica del fegato

Il fegato è un organo complesso che include la superficie dell'organo, i segmenti e i lobi del fegato.

La superficie del fegato. Ci sono diaframmatico (superiore) e viscerale (inferiore). Il primo si trova direttamente sotto il diaframma, mentre il secondo è in basso e in contatto con la maggior parte degli organi interni.

Lobi del fegato L'organo ha due lobi: sinistro e destro. Sono separati da un legamento a mezzaluna. La prima parte ha una dimensione più piccola. In ogni lobo c'è una grande vena centrale, che è divisa in capillari sinusoidali. Ogni parte include cellule epatiche chiamate epatociti. Inoltre, il corpo è diviso in 8 elementi.

Inoltre, il fegato comprende vasi sanguigni, solchi e plessi:

  • Le arterie forniscono sangue arricchito di ossigeno al fegato dal tronco celiaco.
  • Le vene creano un deflusso di sangue dal corpo.
  • I linfonodi rimuovono la linfa dal fegato.
  • Il plesso nervoso fornisce innervazione del fegato.
  • I dotti biliari aiutano a rimuovere la bile dal corpo.

Malattie del fegato

Ci sono molte malattie del fegato che possono verificarsi a causa di effetti chimici, fisici o meccanici, come risultato dello sviluppo di altre malattie o di cambiamenti strutturali nel corpo. Inoltre, le malattie variano a seconda della parte interessata. Questi possono essere fette di fegato, vasi sanguigni, dotti biliari, ecc.

Le malattie più comuni includono:

  • Danno purulento, infettivo o infiammatorio agli ematociti.
  • Epatite A, B, C, ecc., Incluso tossico.
  • Cirrosi epatica.
  • L'epatosi grassa è la proliferazione del tessuto adiposo che distrugge il funzionamento di un organo.
  • Tubercolosi del fegato.
  • Formazione di cavità purulenta nell'organo (ascesso).
  • Rottura del corpo in caso di trauma addominale.
  • Trombosi dei principali vasi sanguigni del fegato.
  • Pileflebite.
  • Colestasi (ristagno della bile nel corpo).
  • La colangite è un processo infiammatorio nei dotti biliari.
  • Emangioma del fegato.
  • Formazione cistica sul fegato.
  • Angiosarcoma e altri tumori, così come la diffusione di metastasi al fegato durante la formazione di tumori di altri organi.
  • Ascariasis.
  • Ipoplasia del fegato

Qualsiasi processo patologico nel fegato manifesta, di regola, gli stessi segni. Il più delle volte si tratta di dolore nell'ipocondrio destro, che aumenta con lo sforzo fisico, la comparsa di bruciore di stomaco, nausea e vomito, una violazione della sedia - diarrea o stitichezza, cambiamento del colore delle urine e delle feci.

Spesso vi è un aumento delle dimensioni del corpo, un peggioramento della salute generale, la comparsa di mal di testa, diminuzione dell'acuità visiva e comparsa della sclera gialla. I sintomi specifici sono caratteristici di ogni singola malattia, che aiutano a stabilire accuratamente la diagnosi e a selezionare il trattamento più efficace.

Trattamento della malattia

Prima di procedere al trattamento della malattia del fegato, è importante stabilire la natura esatta della malattia. Per fare questo, è necessario contattare uno specialista, un gastroenterologo, che effettuerà un esame approfondito e, se necessario, prescriverà procedure diagnostiche:

  • Esame ecografico della cavità addominale.
  • Effettuare tutti i test di laboratorio, compresi i test di funzionalità epatica.
  • Imaging a risonanza magnetica per rilevare la presenza di metastasi nello sviluppo del cancro.

Il trattamento delle malattie dipende da molti fattori: le cause della malattia, i sintomi principali, la salute generale della persona e la presenza di disturbi concomitanti. Spesso vengono utilizzati preparati e hepaprotectors di cola-cola. Dieta svolge un ruolo importante nel trattamento delle malattie del fegato - contribuirà a ridurre il carico sull'organo e migliorare il suo funzionamento.

Prevenzione delle malattie del fegato

Quali misure preventive dovrebbero essere seguite per prevenire lo sviluppo di malattie del fegato

I principi di una corretta alimentazione. Prima di tutto, dovresti rivedere la tua dieta ed escludere dai prodotti del menu che influenzano negativamente la salute e il funzionamento del fegato. Prima di tutto, è grasso, fritto, affumicato, marinato; pane bianco e dolci. Arricchisci la tua dieta con frutta, verdura, cereali, frutti di mare e carni magre.

Completo abbandono dell'uso di bevande alcoliche e a bassa gradazione alcolica. Influiscono negativamente sul corpo e provocano lo sviluppo di molte malattie.

Normalizzazione del peso corporeo. L'eccesso di peso complica il lavoro del fegato e può portare alla sua obesità.

Uso ragionevole di droghe. Molti farmaci hanno un effetto negativo sul fegato e riducono il rischio di sviluppare malattie. Gli antibiotici e la combinazione di parecchi farmaci nello stesso momento senza coordinazione con il dottore sono particolarmente pericolosi.

Il fegato svolge molte funzioni e supporta il normale funzionamento del corpo, quindi è estremamente importante monitorare la salute del corpo e prevenire lo sviluppo di disturbi.

Prendi un appuntamento con uno specialista

Le informazioni lette non sostituiranno il parere di un medico esperto. Non automedicare. Affida i tuoi professionisti della salute.

17. STRUTTURA DEL FEGATO

17. STRUTTURA DEL FEGATO

Il fegato (hepar) è la più grande ghiandola nel tratto digestivo; situato principalmente nell'addome superiore destro subfrenico; è una ghiandola tubulare ramificata complessa.

Il fegato è coinvolto nei processi di metabolismo e formazione del sangue.

Il fegato ha una forma irregolare: le parti superiori - convesse - e inferiori - concave; è circondato su tutti i lati dal peritoneo (tranne che per piccole aree: il sito di attaccamento dei legamenti e la diligenza della cistifellea).

La parte superiore del fegato è chiamata diaframmatica (diaframmatica di facies) e la parte inferiore è chiamata viscerale (facies visceralis).

La superficie diaframmatica del fegato corrisponde in forma alla cupola del diaframma. Il legamento di supporto (a mezzaluna) del fegato (lig falciformis) va a questa superficie dal diaframma e dalla parete addominale anteriore. Divide la superficie del fegato in due lobi: a destra (lobus hepatis dexter) e a sinistra (lobus hepatis sinister), collegandosi alla parte posteriore del legamento coronario (lig coronarium), che è una duplicazione del peritoneo. Il legamento coronoideo ha i bordi destro e sinistro, formando i legamenti triangolari destro e sinistro (lig triangularis). Sulla parte superiore del fegato c'è una piccola impressione, chiamata cuore (impressio cardiaca), che si forma come conseguenza della pressione del cuore attraverso il diaframma sul fegato.

Sulla superficie viscerale del fegato ci sono tre solchi che lo dividono in quattro parti. La sezione centrale tra i solchi sagittali destro e sinistro è divisa da un solco trasversale in due sezioni. Il fronte anteriore è chiamato lobo quadrato (lobus quadratus), il posteriore è chiamato lobo caudato (lobus caudatus). Il solco sagittale sinistro si trova a livello del legamento crescente e separa il lobo sinistro del fegato dal lobo destro.

Nella sua lunghezza, il fegato ha due fessure: nella parte anteriore - per il legamento rotondo (fissura ligamenti teretis), nella parte posteriore - per il legamento venoso (fissura ligamenti venosi). Il legamento rotondo del fegato è una vena ombelicale invasa, il legamento venoso è un dotto venoso troppo cresciuto. Il solco sagittale giusto è più largo di quello sinistro. Nella sua parte anteriore, forma un foro per la cistifellea (la colecisti si trova lì), nella parte posteriore vi è un solco della vena cava inferiore, dove passa la nave con lo stesso nome. I solchi sagittali destro e sinistro sono collegati dal cancello del fegato, che è un profondo solco trasversale.

La porta del fegato comprende la vena porta, i nervi, l'arteria epatica, i vasi linfatici e l'uscita del dotto epatico comune. Ci sono quattro principali depressioni sulla superficie viscerale del fegato: renale (impressio renalis), surrenale (impressio suprarenalis), colon-intestinale (impressio colica) e duodeno-intestinale (impressio duodenalis).

Il lobo quadrato del fegato ha una piccola depressione formata dal duodeno (impressio duodenalis).

La porzione di coda del fegato sulla sua superficie frontale forma il processo papillare (processus papillaris), a destra - il processo caudato (processus caudatus).

Il lobo sinistro del fegato ha una leggera elevazione sulla superficie viscerale - la collinetta omentale di fronte al piccolo omento. Sul retro dell'auto c'è un'impressione esofagea, a sinistra della quale c'è un'impressione gastrica.

All'esterno, il fegato è ricoperto da una membrana sierosa (tunica sierosa), che si trova su una base sub-sierosa. Sotto di esso si trova la membrana fibrosa (tunica fibrosa).

All'interno del fegato c'è una struttura del tessuto connettivo, nelle cellule di cui si trovano le unità strutturali e funzionali del fegato - i lobuli epatici (lobulus hepatis).

I lobuli epatici sono costituiti da epatociti. Nel centro dei lobuli, passa la vena centrale, lungo la periferia dei lobuli ci sono arterie e vene interlobulari, da cui iniziano i capillari interlobulari, che passano in vasi sinusoidali. Nei vasi sinusoidali si mescolano sangue venoso e arterioso. I vasi sinusoidali sfociano nella vena centrale. Le vene centrali dei lobi epatici cadono nelle vene di raccolta che entrano nelle vene epatiche.

Tra gli epatociti, i dotti biliari (ductulus bilifer) passano nei dotti biliari, che si collegano ai dotti biliari interlobulari.

La posizione dei vasi sanguigni nel parenchima epatico in questo organo è divisa in due lobi, cinque settori e otto segmenti, con tre settori e quattro segmenti nel segmento sinistro, due settori nel segmento destro e anche quattro segmenti.

Settore - un segmento del fegato, che comprende un ramo della vena porta del secondo ordine e dell'arteria epatica, dei nervi e del dotto biliare settoriale.

Il rifornimento di sangue viene effettuato nell'arteria epatica.

Il deflusso venoso è effettuato nella vena porta.

Il drenaggio linfatico viene effettuato nel fegato, nei linfonodi lombari, celiaci, diaframmatici superiori e okolovrudinnye.

Innervazione: dal plesso epatico, rami dei nervi vago.

La struttura e la funzione del fegato: qual è il fegato umano?

Uno degli organi più importanti nel corpo umano è il fegato. Questa ghiandola è responsabile di molti processi funzionali, sia nel periodo dello sviluppo intrauterino del feto, sia in un adulto. Conoscendo la struttura del fegato, è facile diagnosticarlo e identificare possibili cambiamenti patologici.

Posizione e destinazione

Il fegato umano è nella parte superiore dell'addome. Si trova nella parte anteriore dello spazio sottocostale, sotto i polmoni, da cui è separato da un diaframma. La parte principale della ghiandola occupa spazio sul lato destro, una porzione più piccola va sul lato sinistro, si avvicina al cuore. Dal basso, gli organi interni del tubo digerente - la cistifellea, lo stomaco, la milza, il pancreas e parte dell'intestino - sono adiacenti.

Come risultato di una rara anomalia biologica, il fegato può svilupparsi trasposizionalmente, trovandosi sul lato sinistro dell'ipocondrio.

Il ruolo della ghiandola nel corpo è abbastanza multifunzionale. È responsabile dei seguenti processi e funzioni:

  • accompagna il processo di digestione, sintetizza acidi biliari e bilirubina, regola la secrezione della bile;
  • partecipa alla sintesi proteica - produce albumina, fibrinogeno, globuline;
  • sintetizza il colesterolo, produce lipidi e fosfolipidi, regola il metabolismo dei lipidi;
  • produce trombopoietina, IGF-1, angiotensina;
  • svolge la disintossicazione - neutralizza e rimuove le sostanze tossiche, i veleni e gli allergeni;
  • regola il metabolismo dei carboidrati, convertendo il glucosio in glicogeno, immagazzinandolo e rilasciandolo nel flusso sanguigno a bassi livelli di zucchero nel sangue;
  • accumula vitamine, calcio, ferro, che sono coinvolti nel processo di formazione del sangue e nei processi neurali sinaptici;
  • rimuove i prodotti metabolici di decomposizione (ammoniaca, corpi chetonici, fenolo, acido urico, ecc.);
  • come riserva di sangue per il suo rifornimento di emergenza con un'emorragia estesa.

Nel periodo prenatale, il lavoro del fegato è la funzione ematopoietica. Sintetizza i globuli rossi, l'albumina e le proteine ​​globuliniche, alfa e beta-fetoproteina, emoglobina fetale.

Struttura anatomica del corpo

Il fegato ha una forma triangolare a cuneo e una struttura lobare. È di colore rosso-marrone, morbido al tatto. Quanto pesa un fegato sano in un adulto e quali dimensioni raggiunge? Il suo peso varia, ma nell'età adulta raggiunge i 1500 G. La grandezza della ghiandola non dipende dal genere.

I valori dimensionali medi corrispondono ai seguenti parametri:

  • lunghezza da 25 a 30 cm;
  • altezza da 9 a 15 cm;
  • larghezza da 15 a 20 cm.

Il tessuto epatico principale è chiamato parenchima. Consiste di molti lobuli epatici, che sono la sua unità strutturale e funzionale.

Sezioni di fegato

L'anatomia strutturale del fegato è rappresentata dai lobi, che sono divisi in segmenti. La ghiandola consiste di due parti principali: una grande destra e una sinistra, più piccole. Il lobo destro consiste di due secondari - quadrati e caudati.

La figura mostra la struttura lobare e segmentale del fegato nella sezione:

Alcune persone hanno caratteristiche della struttura della ghiandola, che sono espresse in presenza di lobi e solchi aggiuntivi. L'anomalia più caratteristica è la quota Riedel, che assomiglia a una lingua. È formato più spesso in donne, è localizzato su un grande lobo giusto e non è un segmento supplementare.

Un altro tipo di anomalia sono i solchi per la tosse, che sono depressioni parallele sulla superficie diaframmatica del lobo destro. Tali caratteristiche non sono pericolose e non interferiscono con il pieno funzionamento del corpo.

La formazione di lobi epatici si verifica sulle sue diverse superfici.

La ghiandola ha due superfici che si distinguono per il tipo di posizione dell'organo:

  1. Diaframmatico (superiore). Questa superficie è liscia e a forma di cupola, poiché a causa della giunzione con il diaframma ripete i suoi contorni. Ha una fossa da una depressione cardiaca. La superficie diaframmatica è collegata al diaframma dal legamento a forma di mezzaluna, che forma i lobi destra e sinistra del fegato. Sul retro del legamento a mezzaluna forma un legamento coronario, che è attaccato al peritoneo, tenendo l'organo.
  2. Viscerale (inferiore). Questo lato ha un rilievo concavo e si adatta strettamente agli organi addominali. Sulla sua superficie ci sono depressioni dagli organi circostanti (cistifellea, rene destro, stomaco ed esofago, parte dell'intestino) e tre scanalature che formano diversi lobi (destra, sinistra, quadrato, caudato). Due solchi corrono lungo la ghiandola e il terzo si trova trasversalmente. All'intersezione dei solchi si formano le porte del fegato, che consistono nella vena porta principale, nell'arteria epatica, nel dotto biliare comune, nel sistema nervoso e nei vasi linfatici. Sulla superficie inferiore ci sono anche legamenti rotondi e venosi.

L'intero fegato è coperto da una fitta guaina di tessuto fibroso. Questa è una capsula del glisson. La divisione interna della ghiandola in lobi e segmenti avviene a causa della sua penetrazione nell'organo. La membrana fibrosa penetra attraverso la porta del fegato, formando i confini interni dei lobi e dei segmenti.

segmenti

La segmentazione è necessaria nella diagnosi delle malattie del fegato per una localizzazione accurata del processo patologico. I segmenti sono considerati dal lobo caudato, in senso antiorario. Si trovano intorno alle porte del fegato e sono raggruppati in settori più grandi.

La tabella mostra la corrispondenza dei segmenti con la loro posizione anatomica e il loro settore:

I segmenti hanno una forma piramidale. La loro funzionalità è fornita dal triplo sistema condizionato, che è responsabile dell'innervazione, dell'afflusso di sangue e del deflusso biliare. Questa è la triade epatica, costituita da rami del portale, vene epatiche e dotto biliare.

INTERESSANTE! Schema a segmenti del fegato, utilizzato da esperti moderni, sviluppato dall'anatomista francese K. Quino.

Rifornimento di sangue

La rete circolatoria è formata dalla vena porta e dall'arteria epatica. Penetrando nei segmenti, queste linee principali si diramano nelle correnti destra e sinistra, formando vasi più piccoli e capillari.

I rami corrispondono alla divisione strutturale della ghiandola:

I rami arteriosi e venosi interlobulari corrono lungo il dotto biliare interlobulare. Queste linee formano la triade epatica, che è responsabile del lavoro dei singoli segmenti. Successivamente, la vena porta e l'arteria si diramano in capillari, che si fondono in un hemocapillary sinusoidale all'interno di ogni lobulo. Queste formazioni vascolari si uniscono per formare rami che si collegano con la vena cava inferiore.

Il sangue raccolto in tutto il corpo entra nel fegato attraverso la vena portale (portale). Trasporta sostanze tossiche che entrano nel flusso sanguigno mentre il sangue passa attraverso gli organi. Il sangue contaminato passa attraverso tutti i segmenti e viene rilasciato in emocapillari sinusoidali.

Lì è mescolato con sangue arterioso che è entrato attraverso la propria arteria epatica. Mentre attraversa le piccole arterie vascolari, il sangue viene liberato dalle tossine ed espulso nella circolazione generale, drenando nella vena cava centrale e poi nella vena cava inferiore.

Lobulo epatico e dotti biliari

L'intero fegato è permeato di dotti biliari, che producono la bile sviluppata. Sono formati nei lobuli epatici, che formano il parenchima. Ogni lobulo consiste di fasci epatici formati da una doppia fila di epatociti (cellule strutturali).

La fetta sembra un poligono esagonale. Nel suo centro passa la vena centrale, e le travi agiscono come raggi, radialmente divergenti verso la periferia.

Esistono due tipi di lobuli epatici:

  • lobulo a portale triangolare, con una triade al centro e vene centrali nei punti angolari (il flusso sanguigno è diretto dal centro verso le pareti laterali);
  • acini rombici, con una triade in angoli ottusi e una vena centrale in acuta, con tre zone di rifornimento di sangue (periportale, intermedio, periveno).

Nello spazio che si forma tra i raggi si formano un capillare sinusoidale e un dotto biliare. Alla base della vena centrale, i condotti sono chiusi, e sulla periferia si fondono, formando solchi interlobulari. La confluenza dei piccoli dotti forma grandi dotti biliare destra e sinistra, rispettivamente, i lobi del fegato. Nella porta epatica, si uniscono nel condotto comune centrale.

Struttura cellulare dei tessuti epatici

In cosa consiste il tessuto epatico? Il parenchima consiste di diversi tipi di cellule. Le principali cellule strutturali sono epatociti. Costituiscono circa il 60% del numero totale di elementi cellulari. L'epatocita contiene nuclei poliploidi, EPS, complessi di Golgi, glicogeno, inclusioni lipidiche e fornisce processi funzionali nel fegato.

Oltre a questo tipo, il parenchima è costituito dalle seguenti cellule:

  • endoteliociti piatti - creano una barriera tra epatociti e capillari sanguigni, sintetizzano lipoproteine ​​e polisaccaridi;
  • Le cellule stellate di Kupffer - macrofagi che raccolgono detriti e batteri dei globuli rossi, sono coinvolti nella disintossicazione del sangue;
  • cellule ITO perisinusoidali e interepatocellulari - sono coinvolte nel processo di cicatrizzazione del tessuto danneggiato, accumulano vitamina A liposolubile;
  • Le cellule Pit a chiazze, gli elementi endocrini, creano una connessione tra gli epatociti e le cellule di Kupffer e svolgono una funzione fagocitaria.

I processi cellulari nel fegato sono ad alta intensità energetica, dal momento che il ferro è l'organo metabolico più attivo. I principali processi (sintesi di proteine, ormoni ed enzimi, metabolismo dei carboidrati) si verificano negli epatociti.

La conoscenza della struttura anatomica del fegato aiuta a comprendere i processi funzionali che si verificano in questo organo. Avendo una chiara comprensione della struttura interna, dei tessuti, del sangue e delle autostrade biliari, è facile diagnosticare varie patologie epatiche e determinare la localizzazione del processo negativo.

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora - la vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è dalla tua parte.

E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile, perché il fegato è un organo molto importante e il suo corretto funzionamento è una garanzia di salute e benessere. Nausea e vomito, pelle giallastra, sapore amaro in bocca e un odore sgradevole, urine scure e diarrea. Tutti questi sintomi ti sono familiari di prima mano.

Ma forse è più corretto trattare non l'effetto, ma la causa? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya, di come ha curato il fegato. Leggi l'articolo >>

Anatomia del fegato

L'insieme di funzioni senza le quali il corpo non potrebbe esistere assume il fegato umano. Questa è la più grande ghiandola della secrezione esterna, che svolge funzioni protettive, cumulative, disintossicanti e altre. L'unicità della struttura e del lavoro lo rendono indispensabile per la vita normale. Altri componenti del sistema digestivo sono strettamente correlati ad esso.

Anatomia e struttura

L'anatomia è la scienza che studia la struttura esterna ed interna del fegato. Descriviamo brevemente le principali disposizioni. Ha due lobi, tra i quali il legamento a mezzaluna del fegato e i solchi longitudinali. La giusta quota pesa più della sinistra. Sulla superficie posteriore è il legamento coronario. Due solchi lo dividono in lobi secondari. La superficie diaframmatica ha una depressione cardiaca e 4 parti. Viscerale - diviso da tre solchi in quattro lobi. Ha un solco longitudinale con un foro per la cistifellea e una rientranza per gli organi adiacenti. Alla porta del fegato c'è un solco trasversale, da cui fuoriescono il comune dotto epatico e vasi linfatici del fegato, e i nervi, la propria arteria epatica e la vena porta, il legamento rotondo del fegato, che si trova nel solco, provengono da. Fuori è coperto con una membrana sierosa, sotto di esso - una capsula fibrosa.

L'anatomia interna inizia con il fatto che la capsula di connessione entra nel gate del fegato e la divide in lobi, segmenti e lobuli. L'istologia del fegato descrive la sua struttura cellulare. Il lobulo epatico è l'unità strutturale principale sotto forma di un prisma. Vienna e i dotti biliari, che contiene la cellula, così come le arterie interlobulari formano una triade. Lungo la periferia da esso sono fasci di fegato a forma di oblunga. Le cellule del fegato hanno un nucleo e un set di cromosomi. Nel fegato umano contiene 250-300 miliardi di epatociti. I lobuli sono separati da un setto interlobulare di tessuto connettivo, in cui passano il capillare e le navi biliari. Combinando tra loro, formano 8 segmenti e 5 settori.

Proprietà funzionali di base

  • Sintesi ed escrezione di bile, acidi biliari e bilirubina, necessari per il normale funzionamento dell'intestino. A contatto con il cibo, la bile neutralizza il pH del succo gastrico, che è saturo di chimo.
  • Disintossicazione delle tossine. Neutralizza e rimuove le sostanze nocive dal corpo.
  • Il ruolo del metabolismo. Qui le proteine, i grassi, i carboidrati e le vitamine vengono sintetizzati e metabolizzati.
  • Regolazione dei livelli ormonali nel corpo.
  • Vitamine, elementi del sangue e glicogeno si accumulano.
  • Emopoietico nel periodo embrionale di sviluppo. Dopo la nascita, l'uomo sintetizza le principali proteine ​​del sangue.
  • Sintesi di enzimi digestivi.
  • Macrofagi e linfociti che l'organo contiene forniscono una risposta immunitaria alle endotossine.
Torna al sommario

La dimensione e la posizione del fegato

Grande ghiandola di un adulto. La forma assomiglia a un fungo, il peso è di 1,5-2 kg, la lunghezza è di 14-18 cm e la larghezza è di 20-25 cm. Il peso e i parametri dipendono dall'età. Si trova nella cavità addominale, sotto il diaframma. La topografia del fegato descrive le caratteristiche della sua posizione. Il limite superiore inizia nel decimo spazio intercostale destro lungo la linea medio-ascellare. Salendo al livello del quarto spazio intercostale lungo la linea del capezzolo destro, esso scende a sinistra fino alla quinta costola, dove si unisce al bordo inferiore. La superficie superiore è delimitata dal diaframma e dalla parte inferiore, dall'intestino, dal rene destro, dallo stomaco, dall'esofago, dal duodeno e dalla cistifellea. Normalmente, il fegato umano non si estende oltre l'arco costale, aiutato dalla sua fissazione.

Malattie degli organi

Il corpo funziona in modo fluido, ma le sue malattie portano all'edema, cambiano le dimensioni, la struttura, il peso e la posizione del fegato. Il processo patologico interessa tutte le unità strutturali, i vasi, i dotti biliari. La malattia epatica può essere classificata da indicatori anatomici:

  • Infiammazione indipendente o danno alle cellule del fegato: epatite, ascesso, steatosi.
  • Violazioni traumatiche dell'integrità.
  • Patologie vascolari: trombosi, infiammazione delle vene, emangioma.
  • Malattie del sistema biliare: infiammazione e blocco dei dotti con pietre, colestasi.
  • Neoplasie benigne e maligne: sarcoma, cisti, cancro.
  • Anomalie congenite o genetiche.
  • Invasioni di vermi: leptospirosi, opistorschiasi.
  • Malattie infiammatorie, dovute agli stessi processi negli organi vicini, inclusi: intestino, pancreas, stomaco, reni.
  • Cambiamenti strutturali del parenchima: cirrosi, insufficienza epatica.

Malattie croniche del tessuto epatico provocano lo sviluppo della cirrosi.

Cause di malattia

La divisione cellulare permette al fegato di essere restaurato e rinnovato, ma con una lunga e aggressiva influenza di fattori patogeni su di esso, questa possibilità diminuisce, portando a malattie. Molti di questi sono legati allo stile di vita e all'alimentazione. I principali agenti provocatori sono:

  • I virus. La loro attività influenza lo sviluppo dell'epatite.
  • Gli effetti tossici delle sostanze chimiche. Il pericolo di questo danno è che non si manifesta per molto tempo, portando alla necrosi delle cellule del fegato e allo sviluppo di carenza.
  • Effetto medico Antibiotici, agenti chemioterapici e ormoni sono considerati i più epatotossici.
  • Alcol. L'abuso di esso porta al fatto che il fegato non affronta la sua disintossicazione, accumula e distrugge gli epatociti, causando la cirrosi.
  • Infezioni e parassiti. Roundworm, alveococco, echinococcus causano processi infiammatori cronici e trasformazione cistica.
  • Errori nella nutrizione L'assunzione di cibo irregolare, la predominanza di grassi, spezie e carne affumicata in esso porta ad alterazioni dei processi metabolici, alla sintesi e alla rimozione della bile. Di conseguenza - colelitiasi e steatosi.
  • Malattie genetiche e malformazioni. I danni ai vasi sanguigni e ai dotti portano a ipoplasia, fermentopatie e malattie dell'accumulo.
  • Lesioni all'addome e al fegato. Promuovere la formazione di cisti ed edemi parenchimali.
Torna al sommario

Sintomi di danno epatico

Nelle fasi iniziali della malattia, i sintomi sono comuni e non indicano un problema al fegato. C'è debolezza generale e malessere, mal di testa, eruzioni cutanee, segni di ipovitaminosi, alitosi, bruciore di stomaco. La loro manifestazione è breve e incostante. Con il passare del tempo, appaiono segni specifici di danno, come ad esempio:

  • sclera yellowness;
  • urina scura e decolorazione fecale;
  • ingiallimento e prurito della pelle;
  • ingrandimento e tenerezza del fegato;
  • miglioramento del pattern venoso sull'addome;
  • eruzione petecchiale sulla pelle.

Il fegato umano non può ferire. Il dolore si verifica quando cambiamenti patologici influenzano le sue membrane. Qui si trovano le terminazioni nervose e i recettori. Il dolore può essere di diversa intensità. Area di localizzazione - ipocondrio destro. Di regola, fa male. Il dolore grave si manifesta quando vengono pronunciati processi catarrali o purulenti e anche quando sono colpiti organi adiacenti, ad esempio lo stomaco, l'intestino o l'infiammazione del pancreas. Nel decorso cronico della malattia è possibile la completa assenza di dolore.

Diagnosi e trattamento delle malattie del fegato

Se compaiono sintomi ansiosi, dovresti consultare un medico. In effetti, il successo della terapia e il pieno recupero dipendono dal momento della diagnosi. L'esame da parte di un medico inizia con l'esame del paziente e la raccolta di una storia dettagliata con la specificazione della presenza di cattive abitudini e stile di vita. Per una diagnosi accurata, vengono eseguiti test di laboratorio su sangue, ultrasuoni, TAC, risonanza magnetica e, se necessario, biopsia dei tessuti epatici.

Il trattamento inizia con una dieta, completo abbandono dell'alcol e cambiamenti nello stile di vita. La dieta del paziente deve contenere cibi fortificati, facilmente digeribili, al vapore o bolliti, tè verde o alle erbe, bevande alla frutta. La presenza di caffè, cibi grassi e fritti, cibi contenenti colesterolo, prodotti da forno freschi, dolci non è raccomandata.

Il trattamento è una serie di misure necessarie e innegabili.

Inoltre, il complesso delle misure terapeutiche include la ginnastica terapeutica, l'uso della medicina tradizionale e le medicine. Il sistema biliare viene pulito durante l'assunzione di cardo mariano, rosa canina, dente di leone, erba di San Giovanni, carciofo, stigmi di mais, ecc. Il trattamento farmacologico si basa sull'uso di farmaci di diversi gruppi:

  • Preparazioni a base di erbe L'estratto di cardo mariano è usato per curare l'epatite, la colecistite, le lesioni tossiche. I più efficaci tra loro sono: "Gepabene", "Kars", "Silymarin", "Hofitol".
  • Fosfolipidi essenziali Normalizza i processi metabolici, promuovi il recupero e la rigenerazione. Questi includono: Essentiale, Liventiale, Phosphogliv.
  • Droghe di origine animale "Hepatosan", "Sirepar" e altri farmaci prodotti sulla base dell'idrolizzato di fegato bovino sono protetti e purificati.
  • Complessi di aminoacidi. Mostrano proprietà antiossidanti e antitossiche che contribuiscono al restauro del parenchima. Tra questi - "Heptral", "Heptor".

Il tratto gastrointestinale è costituito da organi, ognuno dei quali è importante per l'uomo. Il ruolo svolto dal fegato è difficile da sopravvalutare. Il suo prodotto di scarto - la bile - fornisce un normale processo digestivo. I legamenti del fegato non solo assicurano la sua fissazione affidabile, ma si legano anche con altri componenti del sistema digestivo.

Fegato nell'uomo: funzioni, struttura, anatomia, ruolo nel corpo

anatomia

In evidenza:

  • Nel fegato ci sono 2 superfici e 2 bordi, 4 lobi, 5 settori e 8 segmenti. Una divisione così diversa è condizionata e serve da guida per la facilità delle manipolazioni diagnostiche e chirurgiche.
  • Superfici: superiore convesso (diaframmatico) e inferiore concavo (viscerale),
  • Bordo: posteriore smussato e affilato anteriore.
  • Settori: destro - paramediano (V e VIII) e laterale (VI e VII), sinistra - dorsale (I), laterale (II) e paramediano (III e IV). Un settore è una sezione del fegato in cui entra un ramo della vena porta, il ramo corrispondente dell'arteria epatica è nervoso e un dotto biliare settoriale sta uscendo.
  • Legamenti del tessuto connettivo e del peritoneo. Tengono il fegato in una certa posizione.
  • Flusso sanguigno: arteria epatica e vena porta.
  • Uscita: vene epatiche.
  • La forma è come un triangolo.
  • Posizione: dal quinto spazio intercostale all'arco costale, principalmente a destra della linea mediana. Dall'alto è adiacente al diaframma, sotto allo stomaco e al duodeno.
  • Quasi completamente ricoperto da peritoneo viscerale, ad eccezione della parte posteriore della superficie diaframmatica e del letto della cistifellea.
  • Unità funzionale e strutturale - lobulo epatico, costituito da cellule ghiandolari (nell'uomo, circa 500.000 segmenti)

struttura

Il solco longitudinale destro, questo è il letto della cistifellea, la vena cava inferiore passa lì. Nel solco sinistro si trova un legamento rotondo del fegato e la vena ombelicale. Anche coda isolata e lobi quadrati, che in precedenza includevano il lobo destro.

Ogni azione è suddivisa in 4 segmenti. Il segmento è un ramo del ramo portale, il corrispondente ramo dell'arteria epatica e il dotto biliare, circondato da una sezione del parenchima epatico.

Sotto la membrana sierosa del fegato c'è una sottile membrana fibrosa che, insieme ai vasi, entra nel parenchima epatico, che si dirama in strati di tessuto connettivo che circondano i lobuli del fegato.

Bundles

Tutti i legamenti, ad eccezione del legamento epato-renale, sono due fogli di peritoneo. Formata nei luoghi di transizione del peritoneo, che copre il fegato, sugli organi adiacenti (peritoneale) e sui tessuti (tessuto connettivo).

Peritoneale: ulcera duodenale epatica, epato-gastrica, epato-renale.

  • Legamento rotondo del fegato - spostandosi dalla scanalatura longitudinale sinistra alla parete addominale anteriore vicino all'ombelico
  • Mezzaluna: dal diaframma al fegato. Divide il fegato in lobi destra e sinistra, collegati ad altri due: rotondo e corona.
  • La corona - sul lobo sinistro è rappresentata da due foglie, sulla destra - i fogli di peritoneo divergono dal livello della vena cava inferiore. Resta un'area aperta del fegato, non coperta da peritoneo.
  • Triangolare. La parte sinistra del diaframma e il lobo sinistro del fegato sono divisi in 2 parti. Sul lato sinistro termina con un bordo libero, sul lato destro è una continuazione del legamento coronarico. A destra: dal diaframma al lobo destro del fegato.

Funzione epatica

  • Istruzione e secrezione della bile.
  • Funzione di barriera
  • Disintossicazione (macrofagi)
  • Deposito di glicogeno, alcune vitamine e oligoelementi e persino sangue (fino a 1 litro)
  • Partecipa a tutti i tipi di scambio
  • Ematopoietico (nel periodo embrionale)

Caratteristiche anatomiche

  • La posizione del fegato varia a seconda della posizione del corpo. In posizione eretta, cade, sdraiata - si alza. Allo stesso modo nel processo di respirazione: quando inspiri, si alza, quando espiri, cade. Nella fase di profonda inspirazione, è possibile determinare il suo bordo inferiore.
  • Nel fegato, ci sono due sistemi di vene: il portale - formato dai rami della vena porta, attraverso il quale il sangue scorre nell'organo attraverso le sue porte e i rami cavali della vena epatica - portando il sangue dal fegato alla vena cava inferiore.
  • Ogni metà del fegato è fornita autonomamente di sangue e ha anche il suo deflusso di bile e sangue. Il confine tra queste due metà passa condizionalmente attraverso la parte superiore della cistifellea e la vena cava inferiore. E loro, a loro volta, sono divisi in 4 segmenti con un sistema di rifornimento di sangue identico. Ogni 2 minuti tutto il sangue passa attraverso entrambi i reparti.

Ruolo nel corpo

  • Prima di tutto, è la formazione della bile da parte degli epatociti (coleresi) e la sua secrezione (cholekinesis). Questo da solo è un contributo significativo al processo digestivo.
  • Il colera è continuo, ma mangiare aumenta il processo.
  • Cholekinesis si verifica periodicamente - solo con il cibo. A stomaco vuoto, la bile entra nella cistifellea. E nel processo di mangiare la bile entra nel duodeno.

Bile Value:

  • Emulsiona i grassi, determinando un aumento della superficie su cui vengono idrolizzati dalla lipasi.
  • Dissolve i prodotti di idrolisi dei grassi, aiutandone l'assorbimento e la risintesi dei trigliceridi negli enterociti.
  • Aumenta l'attività degli enzimi epatici e intestinali, specialmente le lipasi.
  • Migliora l'idrolisi e l'assorbimento di carboidrati e proteine, l'assorbimento delle vitamine liposolubili (A, D, E, K), il colesterolo e i sali di calcio.
  • Stesso è uno stimolatore della formazione della bile e dell'escrezione biliare.
  • Promuove l'attività motoria e secretoria dell'intestino tenue, la proliferazione degli enterociti, l'apoptosi.
  • Neutralizza l'acido cloridrico nel duodeno.
  • Stimola la motilità intestinale.
  • Elimina le tossine e i metaboliti dal corpo, ad esempio la bilirubina.

Non meno importante è il ruolo del fegato nella neutralizzazione delle sostanze tossiche.

  • I prodotti chimici sono neutralizzati in 2 fasi: ossidazione enzimatica, riduzione, metilazione, acetilazione, idrolisi. Successiva coniugazione con glicina, taurina, acido solforico, acetico, glucuronico.
  • I coniugati solubili sono escreti nella bile e nelle urine.
  • L'ammoniaca tossica è inattivata dall'urea e dalla creatinina.
  • I microrganismi sono neutralizzati dalla fagocitosi e dalla lisi.
  • Anche coinvolto nella fornitura di omeostasi. La stessa bile nella sua composizione secerne dal sangue un numero di sostanze trasformate nel fegato.
  • Deposizione di sangue In caso di perdita di sangue o shock, questo sangue viene rilasciato nel flusso sanguigno.
  • Inattivato: ormoni (glucocorticosteroidi, aldosterone, androgeni, estrogeni, insulina, glucagone, alcuni ormoni gastrointestinali), ammine biogene (catecolamine, istamina, serotonina).
  • Partecipa all'eritrochinetica: nella distruzione dei globuli rossi invecchiati, nella degradazione dell'eme e nella formazione della bilirubina. Fornitore di ferro nel midollo osseo rosso.
  • Effetto regolatore della bile sulla secrezione di stomaco, pancreas, intestino tenue. Attività di evacuazione del complesso gastroduodenale e motilità intestinale
  • Infine, partecipa a tutti i tipi di scambio.

Nello scambio di proteine

Nel fegato si verifica:

  • sintesi di proteine ​​del sangue: tutti i fattori fibrinogeno, più albumina e globuline, coagulazione e anticoagulanti del sangue. Di conseguenza, il fegato prende parte alla coagulazione del sangue e viceversa nel rallentare questo processo.
  • Transaminazione degli aminoacidi - ad es. la formazione di nuove proteine ​​dai prodotti della scissione di proteine ​​che entrano nell'intestino con il cibo.
  • Un'altra sfida: trasporto di sostanze nel sangue. Forma complessi proteici con grassi, carboidrati e complessi portatori - ad esempio, transferrina - una corazza di ferro.
  • La ripartizione delle proteine ​​nei loro prodotti finali: ammoniaca e urea.
  • L'ammoniaca è tossica. L'accumulo di ammoniaca nel sangue e nel sistema nervoso porta a una psicopatologia, persino a un coma: una completa chiusura del sistema nervoso. Questo è il motivo per cui il ruolo di questo corpo è importante, neutralizza l'ammoniaca a bassa urea tossica, che viene escreta dai reni.

Metabolismo lipidico

La partecipazione del fegato è che in esso i grassi sono suddivisi in trilitseridov, fosfolipidi, colesterolo, acidi biliari, lipoproteine, corpi di acetone si formano.

Nello scambio di carboidrati

La partecipazione è determinata dalla sintesi, dalla decomposizione e dalla deposizione del glicogeno, dalla conversione del galattosio e del fruttosio in glucosio e dalla sua ossidazione. ie il glucosio in eccesso viene convertito in glicogeno e immagazzinato nel fegato, e quando vi è una carenza di zucchero nel sangue, viene nuovamente convertito in glucosio.

Nello scambio di vitamine

Partecipazione all'assorbimento, formazione di vitamine e loro forme bioattive, deposizione e rimozione del loro eccesso dal corpo.

Nello scambio di oligoelementi ed elettroliti

Mantenimento della pressione oncotica plasmatica, regolazione dei livelli plasmatici di sodio e potassio influenzando il livello di aldosterone.

L'autore dell'articolo: dottoressa Dzhabborova Gulnora Sultonovna

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Sintomi di malattia di fegato e pancreas

Cirrosi

Il fegato e il pancreas svolgono un ruolo importante nella digestione e nell'assimilazione dei nutrienti. Le malattie di questi organi spesso non hanno sintomi nelle fasi iniziali, il che porta a complicanze.

Farmaci coleretici nell'inflessione della cistifellea: classificazione

Diete

I farmaci coleretici nell'inflessione della cistifellea costituiscono la base della terapia farmacologica, in combinazione con essi, il medico può prescrivere altri medicinali che accelerano il processo di guarigione.

Cardo mariano: proprietà e applicazioni

Diete

A luglio, la natura ha il meglio: erba e fiori sbocciano. Questo è dove vedrai in alcuni giardini anteriori infiorescenze di cardo viola.Nella Russia centrale, viene coltivato come pianta annuale o biennale.

Trattiamo il fegato

Analisi

Trattamento, sintomi, droghePietra nella cistifellea 4 mmpietra nella cistifellea 3 mm. può essere rimosso con erbe o medicinaliNO, è impossibile. Semplicemente non ha nessun posto dove andare, è fatale.