Principale / Sintomi

Decifrare un esame del sangue per l'epatite B

Sintomi

L'epatite B è una delle malattie più pericolose del nostro tempo.

È causata da un virus che entra nel corpo quando il sangue entra in contatto con materiale biologico infetto, compresi quelli che rimangono su accessori per manicure, strumenti medici e macchine per tatuaggi che non sono state disinfettate correttamente. Il virus può anche essere trasmesso attraverso il contatto sessuale.

L'epatite B viene analizzata per diagnosticare la malattia prendendo il sangue di un paziente.

L'infezione avviene attraverso percorsi sessuali e domestici, il tipo di diffusione è ematogena (attraverso il sangue). Una volta infettato, il virus entra negli epatociti (cellule epatiche), che viene prodotto in futuro. Attraverso il flusso sanguigno, la malattia si sta rapidamente diffondendo in tutto il corpo. Il virus B (HBV) è caratterizzato da un'elevata resistenza agli effetti della temperatura e dell'acido ed è in grado di mantenere le sue proprietà dannose per sei mesi.

Quali esami del sangue hai per l'epatite B?

Se l'epatite B ha mostrato i primi sintomi, è necessario superare i test prima di iniziare la terapia e il trattamento. Un esame del sangue è un metodo affidabile per l'installazione dell'infezione da epatite. Condotto in laboratorio. Il materiale di test dell'epatite B viene somministrato a stomaco vuoto: un minimo di 8 ore deve passare dall'ultimo pasto.

Per rilevare il virus dell'epatite B nel sangue, vengono utilizzati test di tre tipi, che caratterizzano la presenza del virus nel sangue:

  • analisi per la presenza di DNA di HBV nel materiale studiando la reazione a catena della polimerasi;
  • Studio qualitativo della presenza della proteina IgG anti-HBc e dell'antigene HBsAg (presente in soggetti sani, infetti e malati);
  • analisi per il rilevamento di proteine ​​HBeAg e anti-HBc IgM (caratterizzano il peggioramento della malattia).

Per completezza, si consiglia di condurre simultaneamente ricerche su diversi marker.

Test immunologici per l'epatite B

I test più comuni per l'epatite B sono immunologici. La loro essenza è di rilevare gli anticorpi nel sangue prodotto dal corpo o dal fegato. I campioni sono qualitativi e quantitativi. I test dell'epatite B e il loro trascritto di solito contengono informazioni su diverse proteine ​​caratteristiche. Durante il test, vengono testati i seguenti anticorpi:

Si manifesta nelle prime fasi dell'infezione prima dell'insorgenza dei segni clinici.

Un marker positivo indica la presenza di un virus, ma si trova anche in persone completamente sane. Se nel sangue è presente meno di 0,05 UI / ml, il risultato è considerato negativo. Se la concentrazione dell'anticorpo è più alta, il test è considerato positivo.

Trovato in quasi tutti i pazienti infetti. Mantenere gli indicatori ad alto livello può indicare una transizione della malattia in una forma cronica del corso. Un marker positivo indica la presenza della malattia nel periodo di esacerbazione, recupero prolungato. L'HBeAg è un segno estremamente negativo. Il paziente è molto contagioso. Normalmente, la proteina non viene rilevata nel sangue.

Esistono due tipi di anticorpi anti-HBc: IgG e IgM. La presenza di IgM nel sangue è un segno del decorso della forma acuta, l'alta infettività del paziente e la possibilità di ribaltare la malattia nella forma cronica. Normalmente, la presenza di IgM non è consentita. IgG è un indicatore favorevole. Il marcatore indica l'immunità corporea contro l'epatite B.

Se viene rilevato un marcatore nel sangue, si può trarre una conclusione sul decorso favorevole della malattia e sulla formazione dell'immunità protettiva nel paziente.

  • Anti-HBs.

Il segnale segnala il recupero e la formazione di immunità.

Rilevazione del DNA dell'HBV mediante PCR

Per l'esame di laboratorio e la rilevazione della presenza di una diagnosi di epatite B nel sangue usando il metodo della PCR. Il modo in cui viene considerata la reazione a catena della polimerasi è il più aggiornato nel campo del rilevamento della malattia.

La decodifica finale mostra se ci sono tracce della presenza genica del patogeno nelle cellule del fegato.

Se tutti i principi sono seguiti durante lo studio, il risultato è assolutamente accurato. Il metodo è utilizzato per la diagnosi, utilizzato nel processo di trattamento e nella terapia antivirale.

  1. La PCR di alta qualità sul totale ha solo due significati: "rilevato" e "non rilevato". La procedura viene eseguita per ogni paziente con sospetta epatite. Con una sensibilità media del test PCR nell'intervallo da 10 a 500 UI / ml, con bassi livelli di DNA di virus nel sangue, non verrà rilevato alcun materiale genico.
  2. PCR quantitativa. In contrasto con la qualità, indica non solo l'epatite B. L'analisi quantitativa indica fino a che punto la norma di una persona sana è lontana dagli indicatori del paziente in termini numerici. Il metodo consente di valutare lo stadio della malattia e prescrivere il trattamento. La sensibilità del test PCR in seguito quantitativo è superiore rispetto al metodo qualitativo. La base è il conteggio del DNA rilevato, che è espresso in copie per millilitro o IU / ml.

Inoltre, la PCR quantitativa fornisce informazioni sugli effetti del trattamento e sulla correttezza della terapia scelta. A seconda della quantità di materiale genico virale, può essere presa una decisione per abbreviare la durata del trattamento o, al contrario, per prolungarla e rafforzarla.

Esame del sangue biochimico per l'epatite B

Il metodo di analisi biochimica è necessario per ottenere un quadro clinico completo del decorso della malattia. Questo metodo diagnostico fornisce una comprensione del lavoro degli organi interni (fegato, reni, cistifellea, tiroide e altri). La decodifica dà una comprensione del tasso metabolico nel corpo, le possibili patologie del metabolismo. Indicatori dettagliati indicheranno una mancanza di vitamine, macronutrienti e minerali necessari per la salute e la vita umana.

Puoi fare un test per l'epatite in qualsiasi altro centro diagnostico (Invitro, Gemotest, ecc.). L'analisi del sangue biochimica per l'individuazione dell'epatite B include i seguenti componenti.

Analisi quantitativa dell'enzima ALT (AlAt)

Questo enzima si trova più spesso in concentrazioni elevate nell'epatite acuta e cronica. La sostanza è contenuta nelle cellule del fegato e con le lesioni degli organi attraverso il flusso sanguigno entra nei vasi sanguigni.

Il numero e la concentrazione nel sangue durante una malattia virale sono in costante cambiamento, quindi la ricerca viene condotta almeno una volta al trimestre. ALT riflette non solo l'attività del virus dell'epatite, ma anche il grado di compromissione da esso provocato nel fegato. Il livello di ALT aumenta con l'aumentare delle quantità di sostanze tossiche di origine epatica e in presenza del virus.

Analisi quantitativa dell'enzima AST

La proteina è un componente degli organi più importanti dell'uomo: fegato, tessuto nervoso, tessuto renale, scheletro e muscoli. L'enzima è coinvolto nella costruzione del muscolo più importante: il cuore. Un alto AST in un paziente con epatite B può segnalare la fibrosi epatica. Una situazione simile si verifica quando alcol, droghe o altri danni tossici alle cellule del fegato.

Gli indicatori di surriscaldamento sono un segno di danno epatico a livello cellulare. Quando si effettua una diagnosi, è necessario prendere in considerazione il rapporto tra AST e ALT (coefficiente di de Rytis). Un aumento simultaneo della concentrazione di entrambi gli enzimi è un segno di necrosi epatica.

bilirubina

La sostanza è formata nella milza e nel fegato, come risultato della scomposizione dell'emoglobina nei loro tessuti. Questo componente fa parte della bile. Esistono due frazioni proteiche: bilirubina diretta (legata) e bilirubina indiretta (libera). Con un aumento della bilirubina legata al sangue, ha senso sospettare epatite o altri danni al fegato. È direttamente correlato alla citolisi delle cellule epatiche.

Se la quantità di bilirubina indiretta aumenta, allora molto probabilmente c'è una lesione del tessuto parenchimale o della sindrome di Gilbert. L'alto livello di bilirubina in base ai risultati dell'analisi può essere dovuto all'ostruzione dei dotti biliari. Quando il livello di bilirubina è superiore a 30 micromoli per litro, il paziente mostra un tono cutaneo itterico, l'urina diventa scura e il bianco degli occhi cambia colore.

albumina

La sintesi di questa proteina avviene nel fegato. Se la sua quantità è ridotta, ciò indica una diminuzione della sintesi degli enzimi nel corpo a causa della presenza di gravi lesioni delle cellule epatiche.

Proteine ​​totali

Se la quantità di proteine ​​totali diventa significativamente inferiore alla norma accettata, allora questo indica un rallentamento del funzionamento del fegato.

GGT (GGTP)

Un enzima utilizzato nel rilevamento di ittero ostruttivo e colecistite. Un aumento del livello di GGT è un segnale di danno epatico tossico. Può essere provocato dall'alcolismo cronico e dall'uso incontrollato di droghe. Le proteine ​​sono particolarmente sensibili alle tossine e all'alcol, sotto la loro influenza la sua attività cresce rapidamente. Mantenere un'alta concentrazione di GGT nel sangue per un lungo periodo parla di gravi danni al fegato.

creatinina

È un prodotto del metabolismo delle proteine ​​che si verifica nel fegato. Un forte calo nel livello è un segnale che l'organo sta rallentando.

Frazioni proteiche

Una diminuzione del livello delle frazioni proteiche è un segno di patologia epatica.

L'analisi di decodifica per l'epatite B e i valori sono normali

La diagnosi dell'epatite B è uno studio cumulativo di indicatori. Solo la loro analisi completa consente di trarre conclusioni sull'infezione del paziente. Considerare l'analisi di decodificazione per l'epatite B. Per confronto, il tasso di sostanze nel sangue.

Esame del sangue per epatite con trascrizione

Con l'aiuto di un esame del sangue, puoi scoprire se il corpo ha incontrato o meno il virus dell'epatite C. In alcuni casi, un risultato positivo non è motivo di preoccupazione, perché ci sono casi di auto-guarigione con un forte sistema immunitario. Il sondaggio dovrebbe essere effettuato dopo 5 settimane dal momento della presunta infezione. In questo caso, gli indicatori saranno i più affidabili. Quali test devono essere superati per dissipare ogni dubbio?

Metodi diagnostici

Quale analisi mostra la presenza di un virus?

Per confermare l'infezione, esistono diversi tipi di test:

  1. Analisi del sangue generale Indagare l'emoglobina, i globuli rossi, i leucociti, le piastrine, la VES, la formula dei leucociti e altri indicatori.
  2. Biochimica. ALT, AST e bilirubina sono determinati.
  3. Saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA).
  4. Analisi immunocromatografica (ICA).
  5. Diagnostica PCR.

Nella fase iniziale della diagnosi, la più importante è la biochimica e la diagnostica PCR. Osservando i valori della bilirubina e degli enzimi epatici, è possibile conoscere lo stato del fegato. I valori di bilirubina sono molto importanti nella diagnosi di epatite con la comparsa di ittero. Se la malattia passa senza ittero, è impossibile conoscere la presenza di un virus con l'aiuto della bilirubina.

Secondo gli indicatori degli enzimi ALT e AST determinare il grado di distruzione delle cellule epatiche.

L'emocromo completo aiuterà a determinare la presenza di infiammazione nel corpo. Allo stesso tempo, il livello di leucociti nel sangue sarà aumentato.

Per conoscere esattamente la presenza del virus e la sua origine è possibile solo identificando antigeni e anticorpi. Questo è possibile usando la PCR (reazione a catena della polimerasi).

Il metodo ELISA viene utilizzato per una diagnosi più accurata. È il più efficace, ma costoso. Lo stadio della malattia, il tipo di agente patogeno e gli indicatori quantitativi della carica virale sono determinati.

IHA è un test rapido. Spenderlo con l'aiuto di strisce indicatrici. Aiuta a determinare rapidamente la presenza di anticorpi.

Indicazioni e preparazione per la diagnosi

L'analisi viene eseguita in caso di sospetta epatite C. Di norma, è possibile identificare la forma acuta, cronica e l'infezione recente per un periodo superiore alle 5 settimane.

Le indicazioni per il sondaggio sono:

  • alti livelli di bilirubina, ALT e AST;
  • preparazione per l'operazione;
  • la gravidanza;
  • la comparsa di sintomi di epatite, per esempio, ittero;
  • rapporti sessuali con epatite;
  • dipendenza.

In tutti i casi di cui sopra, è necessario essere esaminati.

Come donare il sangue per ottenere valori accurati?

È molto importante mangiare poco prima dell'esame. È necessario donare sangue a stomaco vuoto (non prima di 8 ore dopo l'ultimo uso di cibo). Un paio di giorni prima dell'esame, è consigliabile non mangiare troppo grasso, fritto e speziato. Questo potrebbe influenzare i risultati. La sera prima del sondaggio non è possibile bere succo di frutta, tè o caffè. Si consiglia di andare a letto in orario.

Il risultato sarà pronto tra un paio di giorni. Se segui tutti i consigli, l'analisi non dovrà passare di nuovo.

Decodifica risultati

Decifrare l'ELISA è molto semplice: se non c'è virus, il risultato è negativo, se c'è, è positivo.

Con un risultato negativo, vale la pena ricordare che il periodo di incubazione passa dopo l'infezione per 6 settimane. A questo punto, tutti gli indicatori possono essere compresi nell'intervallo normale. Al minimo sospetto di un virus, è necessario donare nuovamente il sangue all'epatite C.

Se il risultato è positivo, vengono eseguite ulteriori analisi diagnostiche della PCR. Questo metodo, dopo aver donato il sangue per l'epatite C, rende possibile determinare la presenza dell'RNA del virus. PCR o conferma i risultati della biochimica o li confuta. Con questo metodo, è possibile conoscere il fatto della riproduzione del virus e la gravità della malattia.

La PCR fornisce un quadro completo dello sviluppo della malattia.

Come decifrare i parametri della bilirubina e scoprire la presenza di infezione?

I livelli di bilirubina indicano la gravità dell'epatite.

  • Nella forma lieve della malattia, la bilirubina nel sangue non deve superare i 90 μmol / l,
  • Con una media da 90 a 170 μmol / l.
  • Nella fase grave, la bilirubina è superiore a 170 μmol / l.
  • Normalmente, la bilirubina totale dovrebbe essere fino a 21 μmol / L.

Quando si decifrano gli indicatori, si dovrebbe prestare attenzione non solo alla bilirubina, ma anche ad altri indicatori dell'analisi biochimica del sangue per l'epatite C, come AST e ALT.

Normalmente, non dovrebbero superare i seguenti valori:

  • AST non più di 75 U / l.
  • ALT non superiore a 50 U / l.

Le proteine ​​sieriche totali dovrebbero essere comprese tra 65 e 85 g / l. I valori bassi indicano una malattia.

Una delle malattie infettive più comuni del fegato è l'epatite C nella fase acuta. La malattia deriva dall'infezione con il virus dell'epatite C (HCV). Tutti possono essere infettati perché la malattia viene trasmessa attraverso il sangue. Nonostante i grandi progressi della medicina moderna, l'epatite C è ancora difficile da trattare. Una delle ragioni di questo fenomeno è la diagnosi tardiva, dovuta al fatto che l'infezione virale è molto difficile da determinare. Ad oggi, ci sono diversi metodi per determinare l'epatite C virale. Nell'articolo, ti diremo come eseguire un esame del sangue per l'epatite C, un tavolo è decifrato.

Esistono diversi genotipi di epatite virale C. Ciascuno di essi avrà effetti diversi sul corpo. In accordo con il genotipo, viene eseguito un certo complesso di misure terapeutiche. Questa malattia infettiva non ha manifestazioni cliniche pronunciate e, pertanto, spesso si trasforma in una forma cronica, che porta alla cirrosi epatica e al verificarsi di malattie concomitanti.

Interpretazione delle informazioni

Decifrare correttamente l'analisi e solo uno specialista competente può prescrivere un trattamento. I test ELISA negativo e PCR indicano l'assenza di epatite C virale nel corpo. Tuttavia, un risultato negativo di una sola volta non garantisce al 100% che una persona non sia malata di questa grave malattia. Perché l'epatite ha un periodo di incubazione, o è anche chiamato nascosto, quando il virus non può essere rilevato nel sangue.

In una persona che è potenzialmente infetta da epatite virale in analisi biochimiche, l'attenzione è rivolta alle norme di tali indicatori come: bilirubina, fosfatasi alcalina e spettro proteico.

Il livello di bilirubina totale può essere valutato sulla gravità del processo nel corpo. L'aumento della bilirubina segnala un fallimento del fegato. Normalmente, l'indice è fino a 20 μmol / l. Nella forma lieve della malattia, questo indicatore non supera i 90 μmol / l. Con moderata gravità, la bilirubina può raggiungere 170 μmol / l, e con gravità severa, è maggiore di questo valore.

L'indice delle proteine ​​totali nel siero dovrebbe essere compreso tra 65 e 85 g / l. Se la proteina totale è inferiore a 65 g / l, allora si tratta di processi patologici nel fegato. Si dovrebbe anche prestare attenzione agli indicatori di AST (in una persona sana, il valore non deve superare 75 U / l) e ALT (la norma è inferiore a 50 U / l).

Tipi di diagnostica espressa

Per la diagnosi delle malattie virali utilizzando questi metodi:

  • ELISA. Questa tecnica consente la determinazione degli anticorpi nel sangue (IgG, IgM). Un risultato positivo significa che la persona è già stata in contatto con l'agente patogeno. Poco più di un terzo della popolazione non mostra un risultato positivo. Questo potrebbe indicare un risultato falso positivo, che è dubbio.
  • Analisi del RIBA (immunoblotting ricombinante) per l'epatite C. Questo metodo è utilizzato principalmente per confermare il risultato positivo del test ELISA. Questa tecnica non consente di determinare la presenza dell'agente patogeno nel corpo. L'immunoblotting non combinato determina la presenza di anticorpi al virus.
  • PCR. Questa tecnica può dare risultati più accurati. La PCR è finalizzata alla rilevazione del virus RNA. Con l'epatite C, uno studio di laboratorio consente di identificare la malattia il più presto possibile, quando non ci sono anticorpi nel corpo. Pertanto, la PCR consente la diagnosi nei primi 5 giorni dopo l'infezione.

Al momento, in medicina vengono utilizzate 2 versioni di PCR:

  1. Alta qualità Questa analisi dell'epatite viene eseguita nel caso di rilevamento di anticorpi contro una malattia infettiva.
  2. Quantitativa. Assegnare durante il trattamento iniziale del paziente che ha rilevato anticorpi nel sangue e durante interventi terapeutici. Un esame del sangue viene decifrato allo scopo di monitorare la terapia, effettuare una diagnosi finale e determinare ulteriori tattiche di trattamento.

Interpretazione dell'analisi quantitativa

Successivamente, prendere in considerazione un esame del sangue per la tabella di decodifica dell'epatite C.

Con l'aiuto di un esame del sangue, puoi scoprire se il corpo ha incontrato o meno il virus dell'epatite C. In alcuni casi, un risultato positivo non è motivo di preoccupazione, perché ci sono casi di auto-guarigione con un forte sistema immunitario. Il sondaggio dovrebbe essere effettuato dopo 5 settimane dal momento della presunta infezione. In questo caso, gli indicatori saranno i più affidabili. Quali test devono essere superati per dissipare ogni dubbio?

Metodi diagnostici

Quale analisi mostra la presenza di un virus?

Per confermare l'infezione, esistono diversi tipi di test:

Analisi del sangue generale Indagare l'emoglobina, i globuli rossi, i leucociti, le piastrine, la VES, la formula dei leucociti e altri indicatori. Biochimica. ALT, AST e bilirubina sono determinati. Saggio immunoassorbente legato all'enzima (ELISA). Analisi immunocromatografica (ICA). Diagnostica PCR.

Nella fase iniziale della diagnosi, la più importante è la biochimica e la diagnostica PCR. Osservando i valori della bilirubina e degli enzimi epatici, è possibile conoscere lo stato del fegato. I valori di bilirubina sono molto importanti nella diagnosi di epatite con la comparsa di ittero. Se la malattia passa senza ittero, è impossibile conoscere la presenza di un virus con l'aiuto della bilirubina.

Secondo gli indicatori degli enzimi ALT e AST determinare il grado di distruzione delle cellule epatiche.

L'emocromo completo aiuterà a determinare la presenza di infiammazione nel corpo. Allo stesso tempo, il livello di leucociti nel sangue sarà aumentato.

Per conoscere esattamente la presenza del virus e la sua origine è possibile solo identificando antigeni e anticorpi. Questo è possibile usando la PCR (reazione a catena della polimerasi).

Il metodo ELISA viene utilizzato per una diagnosi più accurata. È il più efficace, ma costoso. Lo stadio della malattia, il tipo di agente patogeno e gli indicatori quantitativi della carica virale sono determinati.

IHA è un test rapido. Spenderlo con l'aiuto di strisce indicatrici. Aiuta a determinare rapidamente la presenza di anticorpi.

Tutti i metodi diagnostici consentono di identificare rapidamente un virus, che contribuisce al trattamento tempestivo e al recupero rapido.

Indicazioni e preparazione per la diagnosi

L'analisi viene eseguita in caso di sospetta epatite C. Di norma, è possibile identificare la forma acuta, cronica e l'infezione recente per un periodo superiore alle 5 settimane.

Le indicazioni per il sondaggio sono:

alti livelli di bilirubina, ALT e AST; preparazione per l'operazione; la gravidanza; la comparsa di sintomi di epatite, per esempio, ittero; rapporti sessuali con epatite; dipendenza.

In tutti i casi di cui sopra, è necessario essere esaminati.

Come donare il sangue per ottenere valori accurati?

La preparazione è molto importante. Prima di analizzare, è necessario astenersi dal lavoro fisico, dall'eccesso di energia emotiva e dal consumo di alcol. Un'ora prima di donare il sangue non può essere fumata.

È molto importante mangiare poco prima dell'esame. È necessario donare sangue a stomaco vuoto (non prima di 8 ore dopo l'ultimo uso di cibo). Un paio di giorni prima dell'esame, è consigliabile non mangiare troppo grasso, fritto e speziato. Questo potrebbe influenzare i risultati. La sera prima del sondaggio non è possibile bere succo di frutta, tè o caffè. Si consiglia di andare a letto in orario.

Il risultato sarà pronto tra un paio di giorni. Se segui tutti i consigli, l'analisi non dovrà passare di nuovo.

Decodifica risultati

Un esame del sangue per i marcatori dell'epatite C aiuterà a scoprire se ci sono anticorpi al virus nel corpo umano o meno. Se c'è un anticorpo, il corpo ha già incontrato la malattia, ma lo ha superato. Se viene rilevato un virus nel sangue, l'infezione si è già verificata.

Decifrare l'ELISA è molto semplice: se non c'è virus, il risultato è negativo, se c'è, è positivo.

Con un risultato negativo, vale la pena ricordare che il periodo di incubazione passa dopo l'infezione per 6 settimane. A questo punto, tutti gli indicatori possono essere compresi nell'intervallo normale. Al minimo sospetto di un virus, è necessario donare nuovamente il sangue all'epatite C.

Se il risultato è positivo, vengono eseguite ulteriori analisi diagnostiche della PCR. Questo metodo, dopo aver donato il sangue per l'epatite C, rende possibile determinare la presenza dell'RNA del virus. PCR o conferma i risultati della biochimica o li confuta. Con questo metodo, è possibile conoscere il fatto della riproduzione del virus e la gravità della malattia.

La PCR fornisce un quadro completo dello sviluppo della malattia.

La spiegazione della PCR deve essere eseguita solo da un professionista esperto, poiché un risultato negativo del test può indicare un decorso nascosto della malattia o l'auto-guarigione del virus (nel 10% delle infezioni).

Come decifrare i parametri della bilirubina e scoprire la presenza di infezione?

I livelli di bilirubina indicano la gravità dell'epatite.

Nella forma lieve della malattia, la bilirubina nel sangue non deve superare i 90 μmol / l, con una media da 90 a 170 μmol / l. Nella fase grave, la bilirubina è superiore a 170 μmol / l. Normalmente, la bilirubina totale dovrebbe essere fino a 21 μmol / L.

Quando si decifrano gli indicatori, si dovrebbe prestare attenzione non solo alla bilirubina, ma anche ad altri indicatori dell'analisi biochimica del sangue per l'epatite C, come AST e ALT.

Normalmente, non dovrebbero superare i seguenti valori:

AST non più di 75 U / l. ALT non superiore a 50 U / l.

Le proteine ​​sieriche totali dovrebbero essere comprese tra 65 e 85 g / l. I valori bassi indicano una malattia.

L'epatite virale è considerata il nome comune per le malattie del fegato di natura acuta e cronica. Le cause dell'epatite possono variare. Ma, allo stesso tempo, i sintomi dell'epatite indicano un processo infiammatorio che si verifica ciclicamente nel tessuto epatico umano. Affinché il trattamento sia efficace, è necessario sapere quale tipo di virus ha causato la malattia. Per questo è necessario passare un esame del sangue per l'epatite C e gli altri tipi.

Tipi e forme

Esistono diversi tipi di questa malattia. Le seguenti forme di epatite sono meglio conosciute oggi:

Epatite A. Si verifica più spesso. È anche chiamato la malattia di Botkin. L'infezione avviene per via oro-fecale e dura non più di due mesi. Spesso non richiede un trattamento speciale, ma solo per mantenere la protezione del corpo. Ha il minimo effetto sul corpo, la vaccinazione aiuterà a prevenire la malattia. Epatite B. È considerata una malattia più complessa e richiede un trattamento ospedaliero. Di conseguenza, possono verificarsi tumore e cirrosi epatica. L'epatite C è l'infezione virale più difficile. Il problema del trattamento è che non esiste un vaccino contro di esso e può essere infettato ripetutamente. Puoi diventare infetto attraverso il contatto sessuale e attraverso il sangue. Un numero di persone malate potrebbe non mostrare i sintomi della malattia, che mostrerà un esame del sangue. Di conseguenza, quasi sempre la forma acuta dell'infezione fluisce nella cronica. Per il trattamento dell'epatite C condurre una terapia complessa. Una variante dell'epatite B è l'epatite D e procede con essa. L'epatite E spesso si risolve da sola. Ma in alcuni casi può disturbare fegato e reni. Principali segni di epatite

I sintomi di tutti i tipi di epatite sono simili. Inizialmente si manifestano nei sintomi del raffreddore con febbre e malessere generale, debolezza, nausea, quindi sono accompagnati da diminuzione dell'appetito, pelle gialla e bianchi, eruzione cutanea, ipertermia, scolorimento delle feci e oscuramento delle urine.

Con la manifestazione anche di alcuni di questi segni è necessario contattare un epatologo e fare un esame del sangue. Poiché l'epatite C è la malattia più pericolosa, dovrebbe essere prima testata.

analisi

Gli esami del sangue per l'epatite sono donati da donatori di sangue, donne incinte, al momento della pianificazione del concepimento, così come i pazienti a cui è stato prescritto qualsiasi tipo di intervento chirurgico.

La diagnosi di epatite C viene effettuata sulla base di un test del sangue generale (OAK) e biochimico (BAC), del saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) e della reazione a catena della polimerasi (PCR). Questi metodi determineranno la diagnosi e studieranno il decorso della malattia.

L'epatite virale porta a variazioni dei globuli bianchi, dei globuli rossi e delle piastrine. Questo è sicuro di mostrare UAC (emocromo completo).

Quando il BAC studia gli enzimi epatici, le proteine ​​e lo spettro ematico, la bilirubina e la fosfatasi alcalina.

Si osserva che con la malattia la quantità di enzimi epatici nel sangue aumenta in modo significativo. Normalmente, la bilirubina è presente in piccole quantità nel sangue a causa della decomposizione dei globuli rossi e della cattura da parte delle cellule epatiche. Quando si manifesta l'epatite, il livello di bilirubina nel sangue e nella fosfatasi viene superato più volte.

Gli indicatori di spettro proteico e proteico riflettono la capacità del fegato di produrre proteine ​​specifiche. Anche questa proprietà diminuisce, portando ad una diminuzione dell'albumina. A sua volta, c'è un aumento della proteina del sistema immunitario - globulina.

La rilevazione della quantità totale del virus e dello stadio della malattia mostra PCR. Rileva gli anticorpi (IgM e IgG) nel virus ELISA.

Di seguito è riportata una tabella degli esami del sangue per l'epatite C:

Epatite C comparativa

trascrizione

Gli esami del sangue dell'epatite C vengono eseguiti da uno specialista di laboratorio con una vasta esperienza. La determinazione effettuata da ELISA e PCR. Quando si determina un risultato negativo, si considera che il virus non è stato trovato. Ma c'è la possibilità di un periodo di incubazione (nascosto), il che significa che non sarà superfluo ripetere l'analisi in un secondo momento.

Un test ELISA per l'epatite A rivela un aumento delle IgM nel sangue durante la manifestazione di una malattia acuta. Gli anticorpi IgG, anche dopo il recupero, sono determinati in misura piuttosto elevata.

Entrambi i metodi di diagnosi sono utilizzati per rilevare l'epatite C. Gli anticorpi IgM in ELISA si trovano 7 settimane dopo l'infezione, mentre l'IgG si trova solo dopo tre mesi. Pertanto, viene utilizzato anche l'esame PCR. Mostrerà la presenza del virus, il suo sviluppo e la diffusione ai tessuti. Se, al momento della decifrazione, viene determinato un risultato positivo per l'epatite C, il medico infettivo prescriverà ulteriori test per la diagnosi.

La norma durante il test per l'epatite C è l'assenza di anticorpi contro il virus nel sangue, e quindi, quando non ci sono RNA di epatite e antigeni ad esso.

Come passare l'analisi

La procedura per prelevare il sangue per l'analisi è standard. Come fare un esame del sangue per l'epatite C? Il prelievo di sangue viene effettuato da una vena, con questo avambraccio che tira il laccio emostatico, il sito di puntura dell'ago è soggetto a disinfezione, una siringa o una provetta è attaccata all'ago. Un ago viene inserito in una vena e viene prelevata la giusta quantità di sangue. Quindi l'ago viene rimosso e viene applicata una benda sulla ferita. La procedura è considerata sicura e indolore. Il sangue viene preso a stomaco vuoto, al mattino presto. Lo studio del materiale ottenuto viene effettuato non più tardi di due ore dopo l'analisi.

Esistono numerose raccomandazioni per risultati più accurati. Questo è un rifiuto di prendere alcol, fumare, astenersi dal cibo pesante, lo sforzo fisico e l'assunzione di determinati farmaci.

Quanti giorni sono stati fatti gli esami del sangue per l'epatite C? Questa analisi viene effettuata entro sette giorni lavorativi. Il termine della sua determinazione dipende dal tipo di malattia virale e dalla complessità dell'analisi stessa. Ma di solito, è pronto il giorno dopo che il sangue è stato prelevato per l'analisi.

Un esame del sangue per l'epatite C può essere prescritto se vi è un sospetto di malattie virali o come esame di routine del paziente in determinate condizioni - gravidanza, prima dell'intervento chirurgico, dopo una trasfusione di sangue, ecc. Nell'epatite, il fegato è interessato. La malattia può essere acuta o cronica, è sempre il virus dell'HCV. Possono essere infettati in diversi modi, ma nella maggior parte dei casi il virus entra nel siero dal corriere, cioè una persona già infetta. Ecco perché per fare una diagnosi corretta, è necessario condurre un test speciale.

Quando e chi dovrebbe donare il sangue per l'analisi

Nel 70% dei casi di epatite C, solo gli esami del sangue aiutano a rilevarlo, in quanto i sintomi sono assenti o molto sfocati e non specifici.

I seguenti segni dovrebbero avvisare: nausea e vomito; dolore all'addome; debolezza, letargia; diminuzione dell'appetito; giallo della pelle, bianco degli occhi; urine e feci scure.

Inoltre, il periodo di incubazione della malattia può durare fino a sei mesi e solo allora inizierà a manifestarsi.

A volte i sintomi si osservano già a 15-20 giorni dopo l'infezione. Ma senza un esame del sangue per l'epatite c - anche con sintomi evidenti - la diagnosi corretta è impossibile.

In queste circostanze è obbligatorio un esame del sangue per l'epatite:

Quando una donna sta pianificando una gravidanza o è già incinta. Se il paziente si lamenta dei sintomi tipici della malattia. Per tutte le persone, se rientrano nel gruppo a rischio: sono personale medico e tecnici di laboratorio, agenti delle forze dell'ordine, pazienti con diagnosi di HIV o AIDS, tossicodipendenti.

Per eseguire il test, è richiesto il sangue da una vena. È preso a stomaco vuoto, è conveniente farlo al mattino. L'ultima volta che puoi mangiare non più tardi di dieci ore prima dell'analisi. Non è richiesta una preparazione speciale del paziente. I risultati saranno disponibili in 1-2 giorni. Dopo che è stato effettuato un esame del sangue per l'epatite C, la decrittazione viene eseguita da un medico specialista - di solito uno specialista di malattie infettive o un epatologo.

Gli indicatori possono variare a seconda che la persona sia portatrice del virus dell'epatite C (cioè, l'abbia avuta prima), ne soffra al momento o non abbia mai riscontrato tale infezione.

E anche in base ai risultati della ricerca, è possibile determinare quale forma di epatite C una persona è malata.

Quali indicatori saranno investigati

Al fine di stabilire con precisione se una persona è malata, è una portatrice del virus o non l'ha mai incontrata affatto, vengono prese alcune misure diagnostiche.

Decifrare un esame del sangue per l'epatite comprende i seguenti indicatori:

ELISA - questo test è condotto fin dall'inizio come metodo di diagnosi differenziale, se vi sono sospetti di danno epatico. L'ELISA è un test immunoenzimatico, in base al quale è possibile stabilire la presenza o l'assenza di anticorpi caratteristici. Gli anticorpi HCV possono essere di due tipi: IgM e IgG. Se vengono identificati, possiamo parlare della positività dell'analisi, cioè il paziente ha contatti con il virus. Ma a volte capita che una persona abbia risultati ELISA positivi, ma il virus stesso non è stato identificato. Quindi i risultati sono chiamati falsi positivi. La riba è un metodo di immunoblotting ricombinante. Viene utilizzato se è necessaria la conferma delle prestazioni ELISA. Questo studio è considerato più accurato e affidabile del primo. Ma non è sufficiente determinare con certezza se una persona ha un virus nel siero o meno. I suoi risultati confermano solo che vengono prodotti anticorpi specifici. La PCR è sinonimo di reazione a catena della polimerasi, utilizzando questa tecnica, non solo gli anticorpi che possono essere rilevati, è possibile avere una chiara idea della presenza o meno di virus infetti. Grazie all'analisi PCR, l'epatite C può essere rilevata già cinque giorni dopo l'infezione, molto prima che vengano prodotti gli anticorpi. Nella diagnostica moderna vengono utilizzate varie varianti di questo studio. Viene rilevata una PCR quantitativa che mostra quante cellule virali sono nel sangue. Inoltre, viene effettuata la genotipizzazione - per scoprire il genotipo è necessario per scegliere le giuste tattiche di trattamento.

Oggi sono noti più di 10 genotipi di HCV, ma in pratica vengono utilizzati solo 5 dei più comuni - questo è sufficiente per selezionare il trattamento ottimale.

Spiegazione degli indicatori di PCR

L'analisi qualitativa conferma che esiste effettivamente un virus nel sangue del paziente. Questa analisi è considerata dubbia, in quanto ha un limite di sensibilità. Pertanto, per l'analisi è necessario utilizzare un tale sistema, il tasso di sensibilità al quale ci sarebbero almeno 50 unità internazionali per ml. Una norma è considerata un risultato negativo, ovvero non sono stati rilevati frammenti specifici di RNA.

L'analisi quantitativa della PCR mostra la concentrazione del virus - viremia.

In uno studio sull'epatite C, la sua interpretazione è la seguente: 800 UI / ml e oltre - alta viremia; meno di 800 IU / ml - la viremia è bassa.

L'analisi quantitativa non è sempre necessaria. La necessità di questa versione dello studio è, se un'analisi qualitativa ha mostrato il virus dell'epatite C nell'RNA. Inoltre, è necessario per valutare il trattamento della malattia.

Gli indicatori quantitativi sono direttamente correlati alla forma e alla gravità della patologia, alle condizioni del paziente e al suo stato di salute: maggiore è la concentrazione, maggiore è il pericolo come fonte di infezione è il paziente per gli altri. Se la concentrazione diminuisce, ciò indica che il trattamento viene eseguito correttamente, la terapia è efficace.

La genotipizzazione aiuta a identificare:

tassi di progressione della malattia; che terapia è necessaria in questa fase; quanto è efficace il trattamento; Quanto sono grandi le probabilità di infezione cronica.

L'epatite C viene trattata con farmaci gravi che hanno una serie di effetti collaterali. Usarli a lungo è pericoloso per la salute del paziente, perché tutti questi indicatori sono così importanti. Se il farmaco è inefficace o le condizioni del paziente migliorano significativamente, viene rimosso o sostituito.

Secondo le statistiche mediche, circa il 4% delle persone nel mondo sono infettate dal virus dell'epatite C, la cifra reale, ovviamente, è più alta - perché l'analisi non è obbligatoria per tutti e le persone semplicemente non sanno di essere infette. Pertanto, assolutamente tutti (e specialmente quelli a rischio) si raccomanda di condurre uno studio completo del sangue per l'epatite una volta all'anno e decifrarlo correttamente.

Test dell'epatite: da "A" a "G"

L'astuzia delle malattie virali, come l'epatite, è che l'infezione si verifica in un istante, ma il paziente può anche non sapere per molto tempo che è infetto. Diagnosticare accuratamente la malattia e selezionare l'aiuto terapeutico necessario nei test fatti nel tempo. Parliamo di loro in modo più dettagliato.

Che test hai per l'epatite?

L'epatite significa una malattia infiammatoria del fegato. Può essere sia acuto che cronico. Le più comuni malattie virali. Oggi ci sono sette tipi principali di virus dell'epatite: questi sono i gruppi A, B, C, D, E, F e G. Tuttavia, indipendentemente dal tipo di virus, nella fase iniziale la malattia è simile: disagio nell'ipocondrio destro, temperatura, debolezza, nausea, dolori dappertutto, urine scure, ittero. Tutti questi sintomi sono un motivo per testare l'epatite.

Dovresti sapere che la malattia può essere trasmessa in diversi modi: attraverso acqua e cibo contaminati, attraverso sangue, saliva, sessualmente, usando prodotti per l'igiene di altre persone, inclusi rasoi, asciugamani, forbicine per unghie. Pertanto, se i sintomi non compaiono (e il periodo di incubazione può durare fino a due mesi o anche più), ma hai suggerimenti che potresti essere infetto, il test per l'epatite dovrebbe essere fatto il prima possibile.

Inoltre, medici, personale di sicurezza, specialisti di manicure e pedicure, dentisti, in una parola, tutti coloro il cui lavoro quotidiano è collegato con materiali biologici di altre persone, dovrebbero essere testati regolarmente. Inoltre, il test viene mostrato agli specialisti le cui attività professionali prevedono il viaggio in paesi esotici.

Epatite A, o malattia di Botkin

Si chiama un virus RNA dalla famiglia Picornaviridae. Il virus viene trasmesso attraverso gli oggetti domestici e il cibo, quindi la malattia viene anche chiamata "malattia delle mani sporche". Sintomi tipici di qualsiasi tipo di epatite: nausea, febbre, dolori articolari, debolezza. Quindi appare l'ittero. Il periodo di incubazione dura in media 15-30 giorni. Esistono forme acute (itteriche), subacute (anterteri) e subcliniche (asintomatiche) della malattia.

Anti-HAV-IgG (anticorpi della classe IgG per il virus dell'epatite A) può essere utilizzato per rilevare l'epatite A. Inoltre, questo test aiuta a determinare la presenza di immunità al virus dell'epatite A dopo la vaccinazione, questo studio è particolarmente necessario durante le epidemie. Con segni clinici di epatite A, è prescritto il contatto con il paziente, colestasi (violazione del deflusso della bile) Anti-HAV-IgM (anticorpi della classe IgM contro il virus dell'epatite A). Con le stesse indicazioni, viene effettuato un test per la determinazione del virus dell'RNA nel siero del sangue mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) nel plasma.

Epatite B

È causato dal virus HBV della famiglia di gepadnavirus. L'agente patogeno è molto resistente alle alte e alle basse temperature. L'epatite B è un grave pericolo: circa 2 miliardi di persone nel mondo sono infette da questo virus e oltre 350 milioni sono malati.

La malattia viene trasmessa attraverso oggetti perforanti, sangue, fluidi biologici, durante i rapporti sessuali. Il periodo di incubazione può durare da 2 a 6 mesi, se durante questo periodo non si identifica e si inizia a trattare la malattia, allora può passare da uno stadio acuto a uno cronico. Il decorso della malattia passa con tutti i sintomi caratteristici dell'epatite. A differenza dell'epatite A, l'epatite B compromessa funzionalità epatica è più pronunciata. Più spesso si sviluppano sindrome colestatica, esacerbazioni, ci può essere un decorso prolungato, così come recidive della malattia e lo sviluppo del coma epatico. Violazione delle regole di igiene e sesso casuale non protetto sono la base per un test.

Per identificare questa malattia sono prescritti test quantitativi e qualitativi per la determinazione dell'HBsAg (antigene di superficie dell'epatite B, antigene HBs, antigene di superficie del virus dell'epatite B, antigene australiano). L'interpretazione delle indicazioni dell'analisi quantitativa è la seguente: e = 0,05 IU / ml - positivo.

Epatite C

Malattia virale (precedentemente chiamata "epatite non-A, non-B") trasmessa attraverso sangue contaminato. Il virus dell'epatite C (HCV) è un flavivirus. È molto stabile nell'ambiente esterno. Tre proteine ​​strutturali del virus hanno proprietà antigeniche simili e determinano la produzione di anticorpi anti-HCV-core. Il periodo di incubazione della malattia può durare da due settimane a sei mesi. La malattia è molto comune: nel mondo, circa 150 milioni di persone sono infettate dal virus dell'epatite C e sono a rischio di sviluppare cirrosi o cancro del fegato. Ogni anno oltre 350 mila persone muoiono a causa di malattie epatiche correlate all'epatite C.

L'epatite C è astuta perché può essere nascosta sotto la vista di altre malattie. L'ittero in questo tipo di epatite è visto raramente, anche l'aumento della temperatura non è sempre osservato. Ci sono stati numerosi casi in cui l'affaticamento cronico e i disturbi mentali erano le uniche manifestazioni della malattia. Vi sono anche casi in cui le persone, in quanto portatrici e portatrici del virus dell'epatite C, non hanno manifestato alcuna manifestazione della malattia per anni.

La malattia può essere diagnosticata utilizzando un'analisi qualitativa di anti-HCV-totale (anticorpi contro gli antigeni del virus dell'epatite C). La determinazione quantitativa del virus RNA viene eseguita mediante PCR. Il risultato è interpretato come segue:

  • non rilevato: nessun RNA dell'epatite C rilevato o un valore inferiore al limite di sensibilità del metodo (60 UI / ml);
  • 108 UI / ml: il risultato è positivo con una concentrazione di RNA dell'epatite C superiore a 108 UI / ml.

Il rischio di cancro del fegato comprende pazienti con epatite B e C. Fino all'80% dei casi di cancro al fegato primario nel mondo sono registrati in portatori cronici di queste forme della malattia.

Epatite D o epatite delta

Si sviluppa solo in presenza del virus dell'epatite B. I metodi di infezione sono simili all'epatite B. Il periodo di incubazione può durare da un mese e mezzo a sei mesi. La malattia è spesso accompagnata da edema e ascite (idropisia addominale).

La malattia viene diagnosticata utilizzando un'analisi del virus sierico dell'epatite D RNA nel siero del sangue mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) con rilevamento in tempo reale, nonché analisi per gli anticorpi IgM (virus dell'epatite delta, anti IgM, HD-IgM). Un risultato positivo del test indica un'infezione acuta. Un risultato negativo del test registra la sua assenza, o un periodo di incubazione precoce della malattia o uno stadio avanzato. Il test è indicato in pazienti a cui è stata diagnosticata l'epatite B, così come i consumatori di droghe iniettabili.

La vaccinazione contro l'epatite B protegge dall'infezione da epatite D.

Epatite E

L'infezione viene spesso trasmessa attraverso cibo e acqua. Il virus viene spesso rilevato nei residenti dei paesi caldi. I sintomi sono simili all'epatite A. Nel 70% dei casi la malattia è accompagnata da dolore nell'ipocondrio destro. A pazienti la digestione è sconvolta, la salute generale peggiora, poi l'ittero comincia. Con l'epatite E, il decorso grave della malattia, che porta alla morte, è più comune che con l'epatite A, B e C. Si consiglia di fare lo studio dopo aver visitato i paesi in cui il virus è prevalente (Asia centrale, Africa).

La malattia viene rilevata durante il test Anti-HEV-IgG (anticorpi della classe IgG contro il virus dell'epatite E). Un risultato positivo indica la presenza di una forma acuta della malattia o indica una recente vaccinazione. Negativo - sull'assenza di epatite E o sul recupero.

Epatite F

Questo tipo di malattia è attualmente poco conosciuto e le informazioni raccolte a riguardo sono contraddittorie. Ci sono due agenti causali della malattia, uno può essere trovato nel sangue, l'altro - nelle feci di una persona che è stata trasfusa con sangue infetto. Il quadro clinico è lo stesso di altri tipi di epatite. Un trattamento che sarebbe diretto direttamente al virus dell'epatite F non è stato ancora sviluppato. Pertanto, la terapia sintomatica viene eseguita.

Oltre agli esami del sangue, l'urina e le feci vengono esaminate per rilevare questa malattia.

Epatite G

Si sviluppa solo con la presenza di altri virus di questa malattia - B, C e D. Si trova nell'85% dei tossicodipendenti che iniettano sostanze psicotrope con un ago non disinfettato. L'infezione è anche possibile quando si applicano tatuaggi, piercing all'orecchio, agopuntura. La malattia è trasmessa attraverso rapporti sessuali. Per molto tempo, può procedere senza sintomi gravi. Il decorso della malattia somiglia in molti modi all'epatite C. I risultati della forma acuta della malattia possono essere: il recupero, la formazione di epatite cronica o un portatore a lungo termine del virus. La combinazione con l'epatite C può portare alla cirrosi.

Per identificare la malattia, è possibile utilizzare l'analisi per la determinazione dell'RNA (HGV-RNA) nel siero. Le indicazioni per il test sono precedentemente registrate epatite C, B e D. È inoltre necessario superare il test per i tossicodipendenti e coloro che sono in contatto con loro.

Preparazione per i test per l'epatite e la procedura

Per i test per tutti i tipi di epatite B, il sangue viene prelevato da una vena. Il prelievo di sangue avviene al mattino a stomaco vuoto. La procedura non richiede un addestramento speciale, ma il giorno prima è necessario astenersi dal sovraccarico fisico ed emotivo, smettere di fumare e bere alcolici. In genere, i risultati dei test sono disponibili un giorno dopo il prelievo di sangue.

Decodifica risultati

I test dell'epatite possono essere qualitativi (indicano la presenza o l'assenza di un virus nel sangue) o quantitativi (stabilire la forma della malattia, aiutare a controllare il decorso della malattia e l'efficacia della terapia). Solo uno specialista di malattie infettive può interpretare l'analisi e fare una diagnosi basata sul test. Tuttavia, diamo un'occhiata approssimativa a quali sono i risultati del test.

Analisi per l'epatite "negativa"

Un risultato simile suggerisce che nel sangue non è stato rilevato alcun virus dell'epatite: un'analisi qualitativa ha dimostrato che la persona sottoposta a test è sana. Gli errori non possono essere, perché l'antigene si manifesta nel sangue già durante il periodo di incubazione.

Parlare di un buon risultato dell'analisi quantitativa è possibile se la quantità di anticorpi nel sangue è inferiore al valore soglia.

Test dell'epatite "positivo"

Nel caso di un risultato positivo, dopo un po 'di tempo (a discrezione del medico) viene eseguita una seconda analisi. Il fatto è che una maggiore quantità di anticorpi può essere causata, ad esempio, dal fatto che il paziente ha recentemente sofferto di una forma acuta di epatite e che gli anticorpi sono ancora presenti nel sangue. In altri casi, un risultato positivo indica un periodo di incubazione, la presenza di epatite acuta o virale o conferma che il paziente è portatore del virus.

Secondo la legislazione russa, le informazioni sui risultati positivi dei test sierologici per i marcatori di epatite virale parenterale sono trasmesse ai dipartimenti di registrazione e registrazione delle malattie infettive dei relativi centri per la sorveglianza sanitaria ed epidemiologica.

Se il test è stato eseguito in modo anonimo, i suoi risultati non possono essere accettati per fornire assistenza medica. Se si ottiene un risultato positivo del test, è necessario contattare un medico per le malattie infettive per programmare un ulteriore esame e la terapia necessaria.

L'epatite non è una frase, nella maggior parte dei casi la forma acuta della malattia è completamente guarita, l'epatite cronica, con l'osservanza di alcune regole, non cambia radicalmente la qualità della vita. L'importante è rilevare il virus in tempo e iniziare a combatterlo.

Costo dell'analisi

In cliniche private a Mosca, è possibile effettuare test per l'identificazione e le specifiche del virus dell'epatite. Pertanto, un'analisi qualitativa dell'epatite A costa in media 700 rubli, la stessa quantità per l'epatite B; ma un test quantitativo per l'antigene di superficie del virus dell'epatite B costerà circa 1.300 rubli. La definizione di virus dell'epatite G è di 700 rubli. Ma un'analisi più complessa, la determinazione quantitativa dell'RNA del virus dell'epatite C mediante PCR, costa circa 2.900 rubli.

Attualmente, non vi è alcuna difficoltà nella diagnosi dell'epatite, specialmente nelle regioni centrali dei paesi sviluppati. Ma per evitare tali malattie, non bisogna trascurare le regole dell'igiene personale. Va anche ricordato che il contatto sessuale casuale può causare malattie. La vaccinazione sarà la migliore difesa contro possibili malattie - è stata praticata con successo per molto tempo contro la maggior parte dei virus dell'epatite.

Decifrare un esame del sangue per l'epatite B

Nel mondo della medicina, l'epatite B è considerata una delle più pericolose oggi.

Questo virus è in grado di trasmettere a contatto con sangue infetto - potrebbe essere un paio di forbici per la cuticola nel salone del chiodo, strumenti medici, in particolare gli strumenti dei dentisti che non hanno subito la sterilizzazione necessaria, o non è stato eseguito in modo affidabile. Inoltre, il virus viene trasmesso sessualmente.

Al fine di accertare la malattia sull'epatite B, il paziente deve prendere il sangue per l'analisi.

Come descritto sopra, il virus può essere trasmesso sessualmente, attraverso le famiglie, appartiene al tipo di diffusione ematogena. Una volta infettato, il virus entra nelle cellule del fegato e da lì inizia a diffondersi in tutto il corpo. Il virus si diffonde attraverso il sistema circolatorio, è estremamente resistente alle temperature estreme e conserva la sua capacità di danneggiare le cellule viventi.

Quali esami del sangue hai per l'epatite B?

Nel caso in cui una persona abbia sperimentato i primi sintomi della malattia da epatite B, deve consultare immediatamente un medico e farsi esaminare. Quando si esamina un paziente, viene prelevato del sangue per testarlo. Il sangue viene preso a stomaco vuoto, l'ultimo pasto dovrebbe essere di almeno 8 ore fa.

Per stabilire la presenza della malattia nel corpo umano, è necessario fare tre tipi di esami del sangue:

  • La reazione a catena della polimerasi mostrerà se nelle cellule è presente DNA di HB V;
  • Esaminare la presenza di proteine ​​e antigeni nel sangue del paziente;
  • Le analisi sulla presenza di proteine ​​indicheranno una esacerbazione della malattia.

I medici conducono molto spesso test clinici su diversi marcatori al fine di stabilire un quadro completo della malattia.

Test immunologici per l'epatite B

Durante questo periodo di tempo, i test immunologici per l'epatite B sono affidabili: i test hanno lo scopo di rilevare gli anticorpi nel sangue che si formano nel fegato. In genere, il test per l'epatite B comporta la decodifica dei dati raccolti delle singole cellule proteiche. Durante il test, prestare attenzione a tali anticorpi:

  • HBsAg: possono essere trovati spesso all'inizio dell'infezione, anche prima che la malattia lasci il posto alla conoscenza. Un segno positivo indica che la persona è infetta, sebbene ci siano stati casi di risultati positivi in ​​una persona perfettamente sana. I risultati sono negativi nel caso in cui non ci siano più di 0,05 IU / ml nel corpo del paziente, con una maggiore concentrazione di anticorpi - l'analisi è positiva.
  • HBeAg: questi anticorpi si trovano in quasi tutti i pazienti infetti. Con un'alta concentrazione a lungo termine di anticorpi nel sangue, la malattia diventa una forma cronica. Un marker positivo significa esacerbazione della malattia. La presenza dell'anticorpo di cui sopra nel corpo del paziente indica che la malattia progredisce e raggiunge un picco.
  • Anti-HBc ha due tipi di anticorpi: l gG e lgM. La presenza di anticorpi IgM nel sangue suggerisce che la malattia raggiunga il suo punto più alto e sia in grado di trasformarsi in una forma cronica. I medici devono assicurarsi che questo anticorpo non aumenti il ​​numero dei suoi globuli rossi. Fortunatamente, lgG è buono, significa la formazione di immunità al virus dell'epatite B.
  • Anti-HBe - l'anticorpo dice che la malattia procede in modo normale e che l'immunità all'epatite B si forma nel corpo del paziente.
  • Anti-HBs - questo significa che il paziente è sano e il suo sistema immunitario è significativamente più forte.

Rilevazione del DNA dell'HBV mediante PCR

Per uno studio clinico che aiuterà a determinare se un paziente è stato infettato dal virus dell'epatite B, selezionare il metodo OCR. La PCR è sinonimo di reazione a catena della polimerasi, studiandola è possibile determinare la presenza di un virus nel corpo.

I risultati dello studio aiutano a determinare la presenza di un gene patogeno nelle cellule del fegato. Con la corretta procedura - i risultati sono considerati affidabili.

  • RPC di alta qualità: risultato positivo o negativo. Questa procedura è obbligatoria per tutti i pazienti con sospetta infezione da epatite B. Nel caso in cui il virus si trovi in ​​una piccola quantità nelle cellule del DNA, non verrà rilevato.
  • RPC quantitativo. Questo studio mostrerà non solo la presenza o l'assenza del virus, ma anche lo stadio dell'infezione. Determinando lo stadio della malattia, è possibile assegnare il corso necessario di terapia medica.

Inoltre, il CRC aiuta a prescrivere accuratamente il trattamento e persino a regolare il dosaggio dei farmaci. Anche la durata della terapia è determinata, in alcuni casi può essere interrotta in anticipo e altri pazienti richiedono un ulteriore ciclo di riabilitazione.

Esame del sangue biochimico per l'epatite B

Al fine di rendere l'intera immagine dell'infezione e il decorso della malattia, è necessario effettuare un esame del sangue biochimico. Questo studio aiuterà a determinare le condizioni degli organi interni del paziente e il loro funzionamento. Le analisi forniscono un quadro generale dei processi metabolici nel corpo e parlano anche del tasso metabolico.

L'analisi biochimica indicherà anche tutte le vitamine e gli oligoelementi necessari all'organismo per combattere normalmente la malattia e rafforzare il sistema immunitario.

I test dell'epatite B possono essere eseguiti in qualsiasi clinica, privata o pubblica. Quando un virus dell'epatite B viene rilevato nel corpo umano, attraverso l'analisi biochimica, ci sono tali componenti.

Analisi quantitativa dell'enzima ALT (AlAt)

Questo enzima può essere trovato in alte concentrazioni, con lo sviluppo o la forma cronica di infezione con il virus dell'epatite B. L'enzima si trova nelle cellule del fegato e grazie al flusso sanguigno si diffonde attraverso tutte le navi.

La concentrazione della sostanza nel corpo è in costante cambiamento a causa di ciò che dovrebbe essere effettuata analisi una volta al trimestre. Grazie a ALT, è possibile indagare non solo l'attività del virus, ma anche valutare l'entità del suo effetto negativo sul fegato e sull'organismo nel suo complesso.

Analisi quantitativa dell'enzima AST

La proteina è una delle sostanze più importanti nel corpo umano, tutti gli organi vitali sono costruiti da esso, incluso il cuore. Con la malattia dell'epatite B, un alto tasso di AST indica la fibrosi epatica.

I tassi elevati indicano la distruzione delle cellule del fegato. Per la diagnosi finale, deve essere considerato il rapporto tra AST e ALT. Con un'alta concentrazione di entrambi gli enzimi, si sviluppa la necrosi epatica.

bilirubina

L'emoglobina è scomposta nei tessuti del fegato e della milza, grazie ai quali appare una sostanza come la bilirubina. Questo componente è la base della bile. La bilirubina può essere diretta e indiretta. Con un'alta concentrazione di bilirubina diretta nel sangue, è possibile stabilire l'infezione da epatite B o altre malattie del fegato.

Un'alta concentrazione di bilirubina non diretta nel sangue indica la sindrome di Gilbert. Inoltre, un'alta concentrazione di qualsiasi bilirubina segnala una scarsa pervietà dei dotti biliari. Quando viene infettata dall'epatite, l'urina diventa scura, il viso e il bianco degli occhi diventano gialli.

albumina

L'albumina è una proteina sintetizzata nel fegato. Con bassi livelli di questa proteina nel corpo, le cellule del fegato sono danneggiate.

Proteine ​​totali

La diminuzione della concentrazione di proteine ​​totali nel corpo del paziente indica una violazione del fegato.

GGT (GGTP)

Questo enzima viene utilizzato dai medici per rilevare l'ittero o la colecistite. Livelli elevati di GGT indicano danni tossici alle cellule del fegato, che possono verificarsi a causa di alcolismo cronico o intossicazione da farmaci. Le proteine ​​sono estremamente sensibili all'alcol e alle tossine e quando sono eccessive, l'attività della proteina aumenta.

creatinina

Il metabolismo delle proteine ​​si verifica nel fegato e il prodotto di questo metabolismo in medicina è chiamato creatinina. Quando il livello di creatinina diminuisce, il fegato rallenta.

Frazioni proteiche

Un basso livello di frazioni proteiche indica una chiara violazione del fegato.

L'analisi di decodifica per l'epatite B e i valori sono normali

Per diagnosticare un virus, è necessario condurre una serie di studi diversi. I risultati di tutti i test nel complesso daranno un quadro chiaro della malattia.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Cosa bere per la salute del fegato - 8 bevande salutari

Epatite

Il fegato svolge molti compiti importanti nel nostro corpo. Tra questi - il ritiro delle tossine, la regolazione dei processi metabolici, la pulizia del sangue, la "costruzione" delle proteine, l'assorbimento delle vitamine e altre funzioni.

Come preparare l'avena per il trattamento del fegato: un modo semplice ed efficace

Diete

Probabilmente hai sentito parlare delle proprietà benefiche di questo cereale. In questo articolo cercheremo di raccontare in dettaglio su come preparare correttamente l'avena per il successivo trattamento delle malattie del fegato.

Quando devo eseguire una seconda operazione dopo aver rimosso la cistifellea?

Diete

La cistifellea, che costituisce il cosiddetto sistema biliare con il fegato, come qualsiasi altro organo interno, è soggetta a varie malattie.

Trattamento dei polipi nella cistifellea

Epatite

Per molti anni, lottando senza successo con gastrite e ulcere? "Sarai stupito di quanto sia facile curare la gastrite e le ulcere semplicemente assumendolo ogni giorno.