Principale / Analisi

Quali sono gli esami del sangue per gli enzimi epatici?

Analisi

Gli esami del sangue per gli enzimi epatici vengono eseguiti molto spesso. Questo non è sorprendente, perché il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Prende parte ai processi metabolici, esegue la purificazione del sangue da tossine e veleni, monitora il kit del processo biochimico. La maggior parte di questi cambiamenti si verifica a causa di enzimi sintetizzati dal fegato.

La presenza di enzimi epatici nel sangue è costante. Sono indispensabili per gli umani. Se un corpo umano è affetto da qualche tipo di patologia, allora gli enzimi mostrano un aumento o una diminuzione, che è molto importante. La biochimica per la presenza di enzimi epatici è necessaria per la diagnosi differenziale.

Cos'è?

Prima di procedere agli esami del sangue per gli enzimi, vale la pena di capire di cosa si tratta. Quali enzimi plasmatici sono generalmente secreti. Gli enzimi sono utilizzati dal corpo umano per eseguire processi metabolici. Gli enzimi sono contenuti nel sistema epatobiliare. A causa della presenza su base continuativa di enzimi epatici microsomali, il corpo funziona normalmente.

I mitocondri contengono enzimi importanti per il fegato in termini di metabolismo energetico. La maggior parte degli enzimi può essere scomposta, parte dei componenti degli escrementi utilizzati, ad esempio la bile.

La biochimica del sangue è in grado di determinare le prestazioni di un enzima. Per eseguire tali studi biochimici in qualsiasi momento. Il sangue può essere controllato e test rapidi speciali. Al momento, tale biochimica è importante perché sono necessari test enzimatici per disegnare il quadro clinico.

Sullo sfondo di un certo numero di malattie, si può osservare un aumento degli enzimi epatici o una loro diminuzione. Poiché il fegato svolge una serie di funzioni, non sorprende che gli enzimi siano diversi. Ci sono tre opzioni, che variano il campo di attività:

Parlando del primo tipo di enzimi, è presentato da due tipi. Questi sono protrombinasi e colinesterasi. Gli enzimi di questo gruppo stanno lavorando con il sangue. La velocità è determinata durante la coagulazione. Se gli enzimi di plasma sanguigno di questo tipo sono abbassati, vale fare l'attenzione a problemi possibili con un fegato, una cistifellea oi suoi canali.

Solo la fosfatasi alcalina può essere attribuita al secondo tipo. Questi enzimi sono secreti insieme alla bile, e quindi la conclusione viene eseguita sotto forma di sedia. Quando viene aumentata la fosfatasi alcalina, vale la pena di pensare a controllare i dotti biliari.

Gli enzimi del sangue di tipo indicatore possono crescere drammaticamente sullo sfondo della distruzione degli epatociti. Stiamo parlando di cellule epatiche, che, sotto l'influenza di un certo numero di malattie, cessano di esistere. Questo tipo include opzioni quali AST, ALT, GGT, LDG e GLDG. Queste sostanze sono presenti nel citosol o nei mitocondri. AST e ALT possono anche essere considerati enzimi epatici microsomali. Tuttavia, non tutti gli enzimi hanno valore dal punto di vista diagnostico.

Molto spesso, la biochimica determina la presenza di sangue AST, ALT, GGT, LDN e fosfatasi alcalina nel sangue. Il tasso di queste sostanze può dire molto sulla situazione. Un'analisi degli enzimi pancreatici o epatici deve essere decifrata da un medico che, tenendo conto dei dati ottenuti, immediatamente diagnosticare o inviare per ulteriori esami. Di solito è un'ecografia o radiografia, può essere l'analisi delle feci. Nei casi più gravi, può essere necessaria la puntura epatica.

Quando un enzima epatico è elevato, tuttavia, il tasso non viene seriamente superato, e la biochimica ha trovato una deviazione singola, non c'è nessuna diagnosi terribile. Di recente hai mangiato qualcosa di brutto o bevuto alcolici. Se c'è un trattamento farmacologico regolare, colpisce il fegato, influenzando il livello dell'enzima. È necessario iniziare a preoccuparsi se viene rivelato un indicatore molto alto in base ai risultati della ricerca.

Perché gli enzimi crescono

Il tasso di enzimi epatici può aumentare per molte ragioni. I medici parlano di un leggero aumento come una fluttuazione naturale, che può essere spiegata dalla terapia farmacologica o dall'uso di prodotti di bassa qualità. Il fegato nel corpo umano può essere considerato una specie di laboratorio biochimico, che risponde immediatamente a qualsiasi cambiamento ambientale, l'ingestione di cibo o acqua di scarsa qualità.

Tuttavia, è importante sottolineare che molto spesso, soprattutto se gli indicatori sono aumentati più volte, stiamo parlando della presenza di una malattia del fegato. A causa di studi biochimici, i medici possono isolare con maggiore precisione il fattore che ha provocato i corrispondenti cambiamenti.

Accade che con la crescita degli enzimi epatici, le persone incontrano farmaci che sono dannosi per il fegato durante il corso del trattamento. Questi possono essere antidolorifici o statine che aiutano il sangue a rimuovere il colesterolo in eccesso dal corpo. Anche l'alcol è considerato un fattore che aumenta tali indicatori, specialmente se viene usato frequentemente e in modo incontrollabile. Sullo sfondo dell'obesità, potrebbe anche esserci un aumento delle sostanze rilevanti.

Se, dopo il test, viene indicato un aumento significativo dell'alanina aminotransferasi, indicato da una riduzione dell'ALT, allora può essere una questione di anormalità del lavoro epatico o del ferro pancreatico. Questi sono epatite, pancreatite, intossicazione da alcool. Inoltre, questa immagine ha un numero di malattie di natura oncologica.

Un livello elevato di aspartato aminotransferasi o AST può dire al medico problemi con il muscolo scheletrico o con il miocardio. Spesso ci sono pazienti con un segno appropriato nei risultati di test, sopravvissuti a infarto miocardico, miocardite di natura infettiva o miopatia.

Con la crescita simultanea di entrambi gli indicatori, la ragione potrebbe risiedere nel prendere un certo numero di farmaci e medicine a base di erbe. Questa situazione è affrontata da persone sedute su statine, sulfonamidi e paracetamolo. Alcune piante non possono essere escluse dai fattori di rischio. Questo copricapo, foglio di Alessandria ed efedra.

Quello che devi sapere incinta

Quando gli enzimi epatici sono elevati durante la gravidanza, non c'è sempre alcuna patologia. Il fatto è che durante il periodo di gestazione, il corpo femminile subisce gravi cambiamenti. Gli organi della madre devono lavorare su due fronti, che influiscono sulla loro condizione.

Durante la gravidanza, ALT e AST possono raggiungere fino a 31 U / l. Se c'è tossicosi, allora nel periodo dalla 28 alla 32 settimana c'è un aumento di queste cifre. Di solito, i primi due trimestri ora e poi dimostrano un leggero andare oltre ciò che è permesso, ma questo non è un problema. Tutto è spiegato dall'aumento del carico sul fegato.

Gli indicatori di GGT possono raggiungere fino a 36 U / l. Nel periodo tra le 12 e le 27 settimane di gravidanza c'è un leggero aumento, che è considerato la norma. Con un forte aumento del livello, l'infiammazione può essere presente nel fegato o nella patologia del sistema biliare e viene espresso il diabete gestazionale del tipo zuccherino.

Parlando del tasso di fosfatasi alcalina, il suo livello può raggiungere fino a 150 Ed. Allo stesso tempo, sullo sfondo della crescita fetale attiva, che inizia dalla settimana 20 fino al momento della consegna, c'è un leggero aumento dei numeri. Un grave cambiamento nel livello di fosfatasi alcalina si osserva quando si prende una grande quantità di ascorbico, farmaci antibatterici, con una carenza di calcio e fosforo nel corpo.

Cosa fare quando si alza

È possibile considerare un aumento di uno qualsiasi degli enzimi epatici solo come sintomi e non come una patologia immediata che richiede un trattamento. Nella maggior parte dei casi, il medico può facilmente determinare la causa principale dell'aumento e raccogliere le misure che possono correggere questo indicatore.

Se hai superato la biochimica del sangue come misura preventiva e lei ha dimostrato un aumento degli enzimi, allora dovresti andare a un consulto con un terapista. Il medico può raccomandare ulteriori studi che stabiliranno la causa alla radice.

Innanzitutto, a prescindere dalla causa, al paziente verrà raccomandato di adattare la sua dieta nutrizionale. L'obiettivo principale di una tale dieta terapeutica è ridurre il carico sul fegato, ridurre il livello di grasso corporeo in esso, eliminare le tossine e le scorie.

Per una dieta epatica, è importante una maggiore quantità di verdure. Puoi preparare insalate con spinaci, cavoli, verdure. È importante regolare la quantità di prodotti che contengono antiossidanti. Aggiungi la solita dieta di avocado e alcune noci, il fegato ti sarà grato.

Nel menù giornaliero dovrebbero essere presenti almeno 50 grammi di fibra alimentare. Riguarda la fibra. Con l'aiuto di tali sostanze il corpo è in grado di eliminare il colesterolo "cattivo" e normalizzare il lavoro del sistema biliare. Molte fibre contengono frutta, noci, cereali, legumi.

Come parte del trattamento, è importante assumere abbastanza proteine. Il fatto è che sono le sostanze dell'ordine delle proteine ​​che sono considerate una base necessaria, che consente il recupero degli epatociti danneggiati. Tuttavia, il medico dovrebbe essere impegnato nel determinare gli standard specifici delle proteine. È importante che il processo di trattamento aderisca al corretto regime di assunzione di bevande. Il giorno in cui hai bisogno di bere fino a due litri di liquido.

L'analisi del sangue biochimica per gli enzimi epatici è

Il fegato nel corpo umano svolge una serie di importanti funzioni. Un gran numero di varie reazioni biochimiche avvengono nel fegato, per cui è chiamato "fabbrica biochimica del corpo". Di conseguenza, un gran numero di

, l'attività di cui si può giudicare sullo stato di tutto il corpo. Viene chiamata la determinazione dell'attività degli enzimi associati al lavoro del fegato

diagnosi enzimatica di malattia del fegato.

Tipi di cambiamenti nell'attività degli enzimi in varie malattie Ci sono tre tipi principali di cambiamenti nell'attività degli enzimi caratteristici di tutti i tipi di processi patologici generali nel corpo:

  1. aumento dell'attività degli enzimi costantemente presenti nel sangue
  2. diminuzione dell'attività di enzimi costantemente presenti nel sangue
  3. l'aspetto nel sangue degli enzimi che normalmente sono assenti

Quali enzimi vengono utilizzati per diagnosticare malattie del fegato e delle vie biliari La condizione del fegato può essere valutata dai seguenti enzimi:

  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • lattato deidrogenasi (LDH)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GLDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (SDG)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA)

La sensibilità della diagnostica enzimatica nelle malattie del fegato L'elevata sensibilità della diagnostica enzimatica è spiegata dal fatto che la concentrazione dell'enzima nelle cellule epatiche (epatociti) è 1000 volte superiore rispetto al sangue. L'enzimodiagnosi è importante per rilevare il danno epatico che si verifica senza ittero (ad esempio, danno medicinale, forma anterteriosa di epatite virale, malattia epatica cronica).
Tipi di enzimi: membrana, citoplasmatica e mitocondriale

Gli enzimi possono essere localizzati nella membrana, nel citoplasma o nei mitocondri degli epatociti. Ogni enzima ha il suo posto rigoroso. Enzimi facilmente danneggiati si trovano nella membrana o nel citoplasma degli epatociti. Questo gruppo include - lattato deidrogenasi, aminotransferasi e fosfatasi alcalina. La loro attività aumenta nella fase clinicamente asintomatica della malattia. Nel danno cronico al fegato, l'attività degli enzimi mitocondriali aumenta (

mitocondri - cellule di organelli), che includono AST mitocondriale. Quando la colestasi aumenta l'attività degli enzimi biliari - fosfatasi alcalina.

Alanina aminotransferasi (ALT, ALT) - la norma, il risultato di una malattia del fegato

La normale attività dell'ALT nel sangue degli uomini è di 10-40 U / l, nelle donne - 12-32 U / l. Diversi livelli di aumentata attività di ALT sono rilevati nell'epatite acuta, cirrosi epatica, ittero ostruttivo e durante l'assunzione di farmaci epatotossici (veleni, alcuni

Un forte aumento dell'attività dell'AL 5-10 o più volte è un segno innegabile di una malattia epatica acuta. Inoltre, tale aumento è rilevato anche prima dei sintomi clinici (ittero, dolore, ecc.). Un aumento dell'attività ALT può essere rilevato 1-4 settimane prima dell'inizio della clinica e il trattamento appropriato può essere iniziato, senza permettere alla malattia di svilupparsi completamente. L'elevata attività dell'enzima in tale malattia epatica acuta dopo l'insorgenza dei sintomi clinici non dura a lungo. Se la normalizzazione dell'attività enzimatica avviene entro due settimane, ciò indica lo sviluppo di un danno epatico di massa.

La determinazione dell'attività ALT è un test di screening obbligatorio per i donatori.

L'aspartato aminotransferasi (AST, Asat) è la norma, il risultato di malattie epatiche. L'attività massima di AST si trova nel cuore, nel fegato, nei muscoli e nei reni. Normalmente, in una persona sana, l'attività di AST è 15-31 U / l per gli uomini e 20-40 U / l per le donne.

L'attività di AST aumenta con la necrosi delle cellule del fegato. Inoltre, in questo caso esiste una relazione direttamente proporzionale tra la concentrazione dell'enzima e il grado di danno agli epatociti: cioè, maggiore è l'attività dell'enzima, più forte e più esteso è il danno agli epatociti. Un aumento dell'attività AST accompagna anche l'epatite acuta infettiva e tossica acuta (intossicazione da sali di metalli pesanti e alcuni farmaci).

Il rapporto tra attività AST / ALT è chiamato coefficiente di de Rytis. Il valore normale del coefficiente de Ritis è 1,3. Con il danno al fegato, il valore del coefficiente de Ritis diminuisce.

Informazioni dettagliate sull'analisi biochimica del sangue per gli enzimi, leggi l'articolo: Analisi biochimica del sangue

La lattato deidrogenasi (LDH) è la norma, il risultato della malattia epatica LDH è un enzima comune nel corpo umano. Il grado della sua attività in vari organi in ordine decrescente: reni> cuore> muscoli> pancreas> milza> fegato> siero di sangue. Il siero contiene 5 isoforme di LDH. Poiché LDH è anche contenuto nei globuli rossi, il sangue per lo studio non deve contenere tracce di emolisi. Nel plasma sanguigno, l'attività di LDH è inferiore del 40% rispetto al siero. La normale attività di LDH nel siero è 140-350 U / L.

Sotto quali patologie del fegato è aumentato il contenuto di isoforme.A causa dell'alta prevalenza di LDH in vari organi e tessuti, un aumento dell'attività totale di LDH non è importante per la diagnosi differenziale di varie malattie. Per la diagnosi di epatite infettiva utilizzare la determinazione dell'attività delle isoforme LDH 4 e 5 (LDG4 e LDH5). Nell'epatite acuta, l'attività sierica LDH5 aumenta nelle prime settimane del periodo itterico. Un aumento dell'attività cumulativa delle isoforme LDH4 e LDH5 viene rilevato in tutti i pazienti con epatite infettiva nei primi 10 giorni. Nella colelitiasi senza ostruzione dei dotti biliari, non è stato rilevato un aumento dell'attività LDH. Durante l'ischemia miocardica, un aumento dell'attività della frazione LDH totale si verifica a causa del fenomeno del ristagno di sangue nel fegato.

La fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) è la norma, il risultato di una malattia del fegato.La fosfatasi alcalina si trova nella membrana delle cellule dei dotti biliari dei canalicoli. Queste cellule dei dotti biliari dei dotti biliari hanno escrescenze che formano il cosiddetto bordo del pennello. La fosfatasi alcalina si trova esattamente in questo bordo del pennello. Pertanto, quando i dotti biliari si danneggiano, la fosfatasi alcalina viene rilasciata e rilasciata nel sangue. Normalmente, l'attività della fosfatasi alcalina nel sangue varia a seconda dell'età e del sesso. Quindi, negli adulti sani, l'attività della fosfatasi alcalina è compresa tra 30 e 90 U / l. L'attività di questo enzima aumenta durante i periodi di crescita attiva - durante la gravidanza e negli adolescenti. Gli indicatori normali dell'attività della fosfatasi alcalina negli adolescenti raggiungono i 400 U / le nelle donne in gravidanza - fino a 250 U / l.

Sotto quali patologie del fegato il contenuto è aumentato.Con lo sviluppo di ittero ostruttivo, l'attività della fosfatasi alcalina nel siero aumenta di 10 o più volte. La determinazione dell'attività della fosfatasi alcalina viene utilizzata come test diagnostico differenziale per l'ittero ostruttivo. Un aumento meno significativo dell'attività della fosfatasi alcalina nel sangue è anche rilevato in epatite, colangite, colite ulcerosa, infezioni batteriche intestinali e tireotossicosi.

Il glutammato deidrogenasi (GLDG) è la norma, il risultato per le malattie del fegato Normalmente il glutammato deidrogenasi è presente nel sangue in piccole quantità, in quanto è un enzima mitocondriale, cioè si trova intracellulare. Il grado di aumento dell'attività di questo enzima rivela la profondità del danno al fegato.

Un aumento della concentrazione di glutammato deidrogenasi nel sangue è un segno dell'inizio di processi degenerativi nel fegato causati da fattori endogeni o esogeni. I fattori endogeni includono i tumori del fegato o le metastasi al fegato e i fattori esogeni includono le tossine che danneggiano il fegato (metalli pesanti, antibiotici, ecc.) E le malattie infettive.

Coefficiente di Schmidt Insieme con aminotransferasi calcolano il coefficiente di Schmidt (CS). KS = (AST + ALT) / GLDG. Con ittero ostruttivo, il coefficiente di Schmidt è 5-15, con epatite acuta - più di 30, con metastasi di cellule tumorali nel fegato - circa 10.

Il sorbitolo deidrogenasi (SDH) è la norma, il risultato di malattie del fegato Normalmente, il serbitolo deidrogenasi viene rilevato nel siero in tracce e la sua attività non supera 0,4 U / l. L'attività del sorbitolo deidrogenasi è aumentata 10-30 volte in tutte le forme di epatite acuta. Il sorbitolo deidrogenasi è un enzima organo-specifico che riflette il danneggiamento delle membrane degli epatociti durante lo sviluppo primario di un processo acuto o durante l'esacerbazione della cronica. La γ-glutamiltransferasi è la norma, in cui le patologie del fegato aumentano il contenuto.Questo enzima è presente non solo nel fegato. L'attività massima della γ-glutamiltransferasi viene rilevata nei reni, nel pancreas, nel fegato e nella ghiandola prostatica. Nelle persone sane, la concentrazione normale di γ-glutamiltransferasi negli uomini è di 250-1800 nmol / l * s, nelle donne: 167-1100 nmol / s * l. Nei neonati, l'attività enzimatica è 5 volte più alta, e in prematura - 10 volte.

L'attività della γ-glutamiltransferasi è aumentata nelle malattie del fegato e delle vie biliari, così come nel diabete. La più alta attività dell'enzima è accompagnata da ittero ostruttivo e colestasi.L'attività della γ-glutamiltransferasi in queste patologie aumenta di 10 o più volte. Con il coinvolgimento del fegato nel processo maligno, l'attività enzimatica aumenta di 10-15 volte, con epatite cronica - 7 volte. La Γ-glutamiltransferasi è molto sensibile all'alcol, che viene utilizzata per la diagnosi differenziale tra lesioni virali e alcoliche del fegato.

La determinazione dell'attività di questo enzima è il test di screening più sensibile, che è preferibile per determinare l'attività di aminotransferasi (AST e ALT) o fosfatasi alcalina.

Determinazione informativa dell'attività della γ-glutamiltransferasi e delle malattie del fegato nei bambini.

Il fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA) è la norma, il risultato di una malattia del fegato

Normalmente, il sangue si trova in tracce. La determinazione dell'attività di FMFA è usata per diagnosticare l'epatite acuta. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la determinazione dell'attività di questo enzima viene utilizzata per identificare la patologia occupazionale nelle persone che lavorano con sostanze chimiche tossiche per il fegato.

Nell'epatite infettiva acuta, l'attività del fruttosio monofosfato aldolasi aumenta di dieci volte e, se esposta a tossine a basse concentrazioni (avvelenamento cronico da tossine), solo 2-3 volte.

L'attività degli enzimi in varie patologie del fegato e delle vie biliari Il rapporto degli aumenti nell'attività di vari enzimi in alcune patologie del fegato e delle vie biliari è presentato nella tabella.

Che cosa significa l'aumento degli enzimi epatici nel test del sangue

Il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Partecipa ai processi metabolici, purifica il sangue dalle sostanze tossiche e tossiche, controlla una serie di processi biochimici. La maggior parte di questi cambiamenti è dovuta agli enzimi sintetizzati dalla stessa ghiandola.

Gli enzimi epatici (enzimi) mantengono la consistenza nel corpo, agendo in modo impercettibile agli esseri umani. Con lo sviluppo di condizioni patologiche, il livello degli enzimi epatici cambia in su o in giù, che è una caratteristica importante e viene utilizzato nella diagnosi differenziale.

Gruppi enzimatici

Sulla base delle caratteristiche della sintesi e dell'azione, tutti gli enzimi epatici sono suddivisi in diversi gruppi:

  1. Indicatore. Questi enzimi mostrano la presenza di patologie organiche nella forma della distruzione delle sue cellule. Questi includono AST (aspartato aminotransferasi), ALT (alanina aminotransferasi), GGT (gamma-glutamiltransferasi), GDH (glumato deidrogenasi), LDH (lattato deidrogenasi). I primi due enzimi vengono spesso utilizzati per i processi diagnostici.
  2. Secretoria (colinesterasi, protrombinasi). Partecipare a sostenere il lavoro del sistema sanguigno coagulato.
  3. Escretore (rappresentante - fosfatasi alcalina). È nella composizione dei componenti della bile. Durante la ricerca, questo enzima mostra il lavoro del sistema biliare.

ALT e AST

Questi sono enzimi epatici microsomali, il cui livello controlla l'analisi biochimica del sangue. L'AST è un enzima endogeno prodotto all'interno degli epatociti. È sintetizzato e cellule di altri organi, ma in quantità minori (cuore, cervello, reni, tratto intestinale). Cambiamenti nel livello dell'enzima nel sangue indicano lo sviluppo della malattia, anche se non ci sono ancora sintomi visibili.

L'ALT è prodotta dalle cellule del fegato, del muscolo cardiaco, dei reni (una piccola quantità). È determinato da un esame del sangue in parallelo con il primo enzima. Un importante punto diagnostico è la chiarificazione del rapporto tra ALT e AST.

Ragioni per crescere

Un aumento degli enzimi epatici può essere insignificante, derivante dall'ingestione di un certo numero di farmaci o dall'accumulo di sostanze tossiche nel corpo, o pronunciato, che compare durante lo sviluppo di malattie.

Gli enzimi possono essere elevati durante il trattamento a lungo termine con farmaci anestetici, statine (farmaci che vengono utilizzati per rimuovere il colesterolo "cattivo" dal corpo), sulfonamidi, paracetamolo. I fattori aggravanti possono essere bere alcolici e mangiare cibi grassi. Ciò include l'uso a lungo termine della fitoterapia (efedra, zucchetto e erba della senna possono aumentare il livello degli enzimi epatici nel campione di sangue).

Se il conteggio del sangue per gli enzimi epatici è elevato, questo segnala le seguenti condizioni patologiche:

  • infiammazione virale del fegato (epatite);
  • cirrosi;
  • epatosi grassa del fegato;
  • tumore maligno primario del fegato;
  • processi tumorali secondari con formazione di metastasi nella ghiandola;
  • infiammazione del pancreas;
  • infarto miocardico;
  • miocardite infettiva;
  • insufficienza cardiaca.

Segni di potenziamento enzimatico

Tali manifestazioni possono non avere sintomi visivi o essere accompagnate da un numero di lamentele da parte del paziente:

  • prestazione diminuita, affaticamento costante;
  • sindrome del dolore addominale;
  • disturbo dell'appetito;
  • prurito della pelle;
  • giallo della sclera e della pelle;
  • frequenti lividi, epistassi.

Enzimi escretori e secretivi

L'analisi del sangue per gli enzimi implica non solo una valutazione del livello di ALT e AST ben noti, ma anche altri enzimi. La fosfatasi alcalina, GGT ha un importante valore diagnostico. Il livello di questi enzimi è oltre la normale portata nelle patologie del sistema biliare, ad esempio nella malattia del calcoli biliari, nei processi tumorali.

Insieme a questi enzimi si valuta la velocità della bilirubina, che è un pigmento della bile. La raffinazione dei suoi numeri è importante per colecistite, colelitiasi, cirrosi, giard, carenza di vitamina B12 e avvelenamento da alcol, sostanze tossiche.

Tassi di gravidanza

Nel periodo di trasporto di un bambino, un certo numero di cambiamenti si verificano nel corpo della donna. I suoi organi e sistemi iniziano a funzionare per due, il che si riflette non solo nelle condizioni generali, ma anche negli indicatori di laboratorio.

Il livello di ALT e AST durante la gravidanza - fino a 31 U / l. Se la tossiemia si sviluppa a 28-32 settimane dal trasporto di un bambino, i numeri aumentano. I primi due trimestri possono essere accompagnati da un leggero overshoot, che non è considerato un problema, poiché il carico sul fegato durante questo periodo diventa massimo.

Indicatori GGT - fino a 36 U / l. Può aumentare leggermente da 12 a 27 settimane di gravidanza, che è la norma. Il livello aumenta fortemente sullo sfondo dei processi infiammatori del fegato, della patologia del sistema biliare, con diabete gestazionale.

Tasso di fosfatasi alcalina - fino a 150 U / l. La crescita attiva del feto dalla settimana 20 fino al momento del parto provoca un aumento del numero di enzimi. Il livello di fosfatasi alcalina è cambiato durante il ricevimento di grandi dosi di acido ascorbico, farmaci antibatterici, con una carenza di calcio e fosforo.

norma

Gli indicatori validi dei principali enzimi importanti sono elencati nella tabella.

Cambiamenti in enzimi epatici in varie patologie, il loro valore diagnostico

Un gruppo di proteine ​​che aumentano l'attività dei vari processi metabolici, chiamati enzimi.

Il buon esito delle reazioni biologiche richiede condizioni speciali - temperatura elevata, una certa pressione o presenza di determinati metalli.

Gli enzimi aiutano ad accelerare le reazioni chimiche senza soddisfare queste condizioni.

Quali sono gli enzimi epatici

Sulla base delle loro funzioni, gli enzimi si trovano all'interno della cellula, sulla membrana cellulare, fanno parte di varie strutture cellulari e partecipano alle reazioni al suo interno. Secondo la funzione, ci sono i seguenti gruppi:

  • idrolasi - scindono molecole di sostanze;
  • sintetasi: sono coinvolti nella sintesi molecolare;
  • transferasi - trasportano parti di molecole;
  • ossidoriduttasi - influenzano le reazioni redox nella cellula;
  • isomerasi: modifica la configurazione delle molecole;
  • LiAZ - forma legami molecolari aggiuntivi.

Il lavoro di molti enzimi richiede la presenza di ulteriori c-fattori. Il loro ruolo è svolto da tutte le vitamine, oligoelementi.

Quali sono gli enzimi epatici

Ogni cellula organello ha il suo insieme di sostanze che determinano la sua funzione nella vita della cellula. Gli enzimi del metabolismo energetico si trovano sui mitocondri, il reticolo endoplasmatico granulare è legato alla sintesi delle proteine, il reticolo liscio è coinvolto nel metabolismo dei lipidi, dei carboidrati, i lisosomi contengono enzimi di idrolisi.

Gli enzimi che possono essere rilevati nel plasma sanguigno sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

  1. Secretoria. Sono sintetizzati nel fegato e secreti nel sangue. Un esempio sono gli enzimi della coagulazione, la colinesterasi.
  2. Indicatore, o cellulare (LDH, glutammato deidrogenasi, fosfatasi acida, ALT, AST). Normalmente, solo tracce di essi si trovano nel siero, da allora la loro disposizione intracellulare. Il danno ai tessuti causa il rilascio di questi enzimi nel sangue, dal loro numero uno può giudicare la profondità della lesione.
  3. Gli enzimi escretori sono sintetizzati e secreti insieme alla bile (fosfatasi alcalina). La violazione di questi processi porta ad un aumento delle loro prestazioni nel sangue.

Quali enzimi vengono utilizzati nella diagnosi

I processi patologici sono accompagnati dalla comparsa di colestasi e sindromi da citolisi. Ognuno di essi ha i suoi cambiamenti nei parametri biochimici degli enzimi sierici.

La sindrome colestatica è una violazione dell'escrezione biliare. È determinato dal cambiamento nell'attività dei seguenti indicatori:

  • aumento degli enzimi escretori (fosfatasi alcalina, GGTP, 5-nucleotidasi, glucuronidasi);
  • aumento di bilirubina, fosfolipidi, acidi biliari, colesterolo.

La sindrome citolitica indica la distruzione di epatociti, aumento della permeabilità delle membrane cellulari. La condizione si sviluppa con danni virali e tossici. Cambiamenti caratteristici negli enzimi dell'indicatore - ALT, AST, aldolasi, LDH.

La fosfatasi alcalina può essere di origine epatica e ossea. A proposito di colestasi detto aumento parallelo GGTP. L'attività aumenta con i tumori del fegato (l'ittero potrebbe non apparire). Se non c'è un parallelo aumento della bilirubina, possiamo assumere lo sviluppo di amiloidosi, ascesso epatico, leucemia o granuloma.

GGTP aumenta contemporaneamente con un aumento della fosfatasi alcalina e indica lo sviluppo di colestasi. Un aumento isolato della GGTD può essere dovuto all'abuso di alcol, quando non vi sono grossi cambiamenti nel tessuto epatico. Se si sviluppano fibrosi, cirrosi o epatite alcolica, aumenta anche il livello di altri enzimi epatici.

Le transaminasi sono rappresentate dalle frazioni ALT e AST. L'aspartato aminotransferasi si trova nei mitocondri del fegato, del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. Il danno alle loro cellule è accompagnato dal rilascio di grandi quantità di enzima nel sangue. L'alanina aminotransferasi è un enzima del citoplasma. La sua quantità assoluta è piccola, ma il contenuto di epatociti è maggiore, rispetto al miocardio e ai muscoli. Pertanto, un aumento dell'ALT è più specifico per i danni alle cellule del fegato.

La lattato deidrogenasi è un enzima della citolisi, ma non è specifico per il fegato. Può aumentare nelle donne in gravidanza, i neonati, dopo uno sforzo fisico intenso. Aumenta significativamente l'LDH dopo infarto miocardico, embolia polmonare, lesioni estese con spremitura muscolare, con anemia emolitica e megaloblastica. Il livello di LDH si basa sulla diagnosi differenziale della malattia di Gilbert - la sindrome da colestasi è accompagnata da un normale indice LDH. Con altri ittero all'inizio di LDH rimane invariato, e poi aumenta.

Analisi degli enzimi epatici

La preparazione per l'analisi inizia in 24 ore. È necessario eliminare completamente l'alcol, la sera non mangiare cibi grassi e fritti. Un'ora prima dell'analisi, non fumare.

Effettuare il prelievo di sangue venoso a stomaco vuoto al mattino.

Il profilo epatico include la definizione dei seguenti indicatori:

  • ALT;
  • AST;
  • fosfatasi alcalina;
  • GGT;
  • bilirubina e sue frazioni.

Prestare attenzione anche alla proteina totale, al livello di albumina, al fibrinogeno, agli indicatori del glucosio, 5-nucleotidasi, ceruloplasmina, alfa-1-antitripsina.

Diagnostica e norme

I normali parametri biochimici che caratterizzano il lavoro del fegato sono mostrati nella tabella.

Enzimi epatici

Il fegato agisce come un filtro protettivo nel corpo umano. Con l'aiuto di questo corpo, tutte le cellule e i tessuti vengono ripuliti da sostanze nocive e tossiche. Aiuta il fegato a purificare il corpo dai suoi enzimi o enzimi contenuti nell'organo parenchimale. Quando si verifica una qualsiasi malattia dell'organo, le sostanze vengono rilasciate da esso e entrano nel sangue in grandi quantità. Analizzando gli enzimi, si può giudicare la malattia che si verifica nel corpo umano.

Enzimi e loro funzioni

Gli enzimi epatici svolgono un ruolo importante nel corpo umano - sono necessari per il processo del metabolismo (digestione dei nutrienti, funzione di coagulazione del sangue). Se durante l'analisi del sangue viene rilevato un aumento o una diminuzione di alcuni enzimi, questo è il primo segno che un processo patologico ha luogo nel corpo o l'organo parenchimale è danneggiato. Gli enzimi epatici sono divisi in 3 gruppi:

  1. Indicatore - questi includono enzimi quali alanina aminotransferasi, aspartato aminotransferasi, lattato deidrogenasi. Queste sostanze sono contenute all'interno delle cellule del fegato. Quando un organo è danneggiato, gli enzimi vengono rilasciati dalle cellule e entrano nel sangue in grandi quantità;
  2. Secretory - enzimi della colinesterasi e protrombinasi appartengono a questo gruppo. Queste sostanze sono necessarie per il processo di coagulazione del sangue e quando questa funzione del corpo viene disturbata, gli enzimi diminuiscono;
  3. Escretore - un enzima come la fosfatasi alcalina appartiene a questo gruppo di enzimi. Questa sostanza è sintetizzata e secreta insieme alla bile. In violazione del deflusso della bile, il livello di fosfatasi alcalina è molto più alto del normale.

Perché gli enzimi possono essere migliorati

Elevati enzimi epatici possono indicare alcune patologie nel corpo umano. Si osserva un leggero aumento degli enzimi nel sangue con l'uso di qualsiasi farmaco (sulfonamidi, antidolorifici), l'accumulo di sostanze tossiche (uso eccessivo di alcol e cibi pesanti). Un eccesso pronunciato della norma degli enzimi indica quasi sempre lo sviluppo di malattie:

  • epatite del fegato (grasso);
  • epatite virale;
  • pancreatite;
  • tumori di natura maligna e benigna;
  • cirrosi epatica;
  • insufficienza cardiaca;
  • miocardite infettiva;
  • infarto miocardico;
  • malattia di calcoli biliari.

Molti credono che i problemi al fegato siano il risultato di uno stile di vita povero o di abuso di alcool. Malattie come l'epatosi grassa possono anche sorgere a causa di fattori completamente diversi che è possibile conoscere, nonché su come trattare questo disturbo.

Il livello di AST, ALT e fosfatasi alcalina può aumentare nelle donne durante la gravidanza. Mentre aspetta il bambino, il corpo femminile lavora con un doppio carico, il fegato è particolarmente duro. Un lieve eccesso di questi enzimi nel sangue non porta una chiara minaccia, ma se il livello degli enzimi è molto più alto, questo può indicare lo sviluppo del diabete mellito gestazionale, l'infiammazione dei dotti biliari.

Quali test devono passare

L'analisi più comune per determinare la presenza di una malattia è la biochimica del sangue. È prescritto per sospettare qualsiasi patologia nel corpo umano, così come per la prevenzione. Il medico richiama l'attenzione sugli indicatori di AST e ALT nel sangue umano e il livello di fosfatasi alcalina. Questi enzimi sono misurati in U / L (unità internazionale per litro).

Nella metà maschile e femminile della popolazione, gli indicatori enzimatici differiscono leggermente:

  1. Per gli uomini, la norma è da 10 a 40 U / l di ALT e da 15 a 30 U / l di AST.
  2. Per le donne, il tasso di ALT è da 12 a 32 U / le da 20 a 40 U / 1 AST.
  3. Con un aumento di AST, viene considerato il danno delle cellule del fegato (meccanico o necrotico).
  4. Un livello aumentato di ALT indica lo sviluppo di un processo infettivo nel corpo.

Enzimi come il glutammato deidrogenasi e la lattato deidrogenasi sono anche considerati importanti indicatori degli enzimi epatici. GDG per le donne non dovrebbe superare 3 U / l, e per gli uomini 4 U / l. Il livello di LDH è normale: 140-350 U / l. Un eccesso significativo di questi enzimi indica lo sviluppo di processi infettivi, tumori del cancro, intossicazione da sostanze tossiche e degenerazione dell'organo parenchimale (fegato).

Un indicatore molto importante nell'analisi biochimica del sangue è il livello di fosfatasi alcalina. Per la popolazione maschile, questa sostanza non deve superare 120 U / l, per le donne, la fosfatasi alcalina deve essere inferiore a 90 U / l. Se questo enzima viene superato di 3-4 volte la norma, questo indica problemi con il flusso della bile (processo infiammatorio dei dotti biliari, calcoli biliari, ecc.).

Il rapporto tra AST e ALT

Nell'analisi biochimica del sangue, l'indice AST e ALT viene sempre preso in considerazione, le deviazioni di questi enzimi consentono di chiarire i disturbi che si verificano in un particolare organo:

  • L'AST è presente in tutti i tessuti del corpo umano, ma la maggior parte di questo enzima contiene muscolo cardiaco (miocardio). Ecco perché l'eccesso di questa sostanza indica una malattia del cuore.
  • L'enzima ALT nelle quantità più elevate si trova solo nel fegato, quindi un eccesso significativo della sua norma indica violazioni del lavoro di questo organo parenchimale.

Il rapporto di AST e ALT nel linguaggio medico è chiamato coefficiente di de Rytis, pertanto, con un esame del sangue biochimico, è possibile determinare quale organo è interessato. Con problemi cardiaci, il livello di AST aumenta a 8-10 volte di più della norma, mentre l'ALT aumenta solo di 1,5-2 volte di più. Con tali indicatori, al paziente viene diagnosticato un infarto del muscolo cardiaco.

Nelle malattie del fegato, ad esempio l'epatite, l'immagine è invertita:

  • L'ALT sale a 8-10 volte e AST solo a 2-4 volte.
  • Nella maggior parte dei casi, il coefficiente de Rytis ha una cifra inferiore, poiché l'enzima ALT aumenta di valore più spesso di AST.
  • Ma per alcune malattie (epatite alcolica, cirrosi epatica, danno al tessuto muscolare), aumenta il livello di AST, che consente di differenziare una patologia da un'altra.

In una persona sana, il coefficiente de Ritis non supera il valore di 0,91-1,75. Se il coefficiente supera il tasso consentito, alla persona vengono diagnosticati problemi di attività cardiaca. In caso di infarto del muscolo cardiaco, il coefficiente de Ritis (rapporto AST / ALT) sarà maggiore di 2. Quando il valore del coefficiente è inferiore alla norma, al paziente viene diagnosticata una disfunzione epatica (ad esempio, nell'epatite A o B, il rapporto AST / ALT sarà da 0,55 a 0,83).

Qualsiasi persona che si consideri anche assolutamente sana dovrebbe sottoporsi regolarmente a un esame del sangue biochimico per gli enzimi epatici. L'organo parenchimale non ha terminazioni nervose, quindi molto spesso il fegato non può ferire o disturbare una persona per un lungo periodo. Solo un esame del sangue per gli enzimi epatici può rilevare la presenza di gravi malattie, che consentiranno al paziente di iniziare il più presto possibile e un trattamento efficace della patologia.

Puoi anche, dopo aver visto questo video, scoprire quali sono i tre test da eseguire per prevenire molte malattie del fegato in tempo.

L'analisi del sangue biochimica per gli enzimi epatici è

Enzimi (enzimi) sono proteine ​​specifiche che sono coinvolte in reazioni biochimiche, possono accelerare o rallentare il loro flusso. Un gran numero di tali composti è prodotto nel fegato a causa del suo ruolo importante nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati. La loro attività è determinata dai risultati dell'analisi biochimica del sangue. Tali studi sono importanti per valutare lo stato del fegato e per la diagnosi di molte malattie.

Cos'è?

Gli enzimi epatici sono un gruppo di proteine ​​biologicamente attive che possono essere prodotte esclusivamente dalle cellule di questo organo. Possono essere sulla membrana interna o esterna, all'interno delle cellule o nel sangue. A seconda del ruolo degli enzimi, sono suddivisi in diverse categorie:

  • idrolasi - accelerano la scissione di composti complessi in molecole;
  • sintetasi: prendere parte alle reazioni di sintesi di complessi composti biologici da sostanze semplici;
  • transferasi - sono coinvolti nel trasporto di molecole attraverso le membrane;
  • ossidoriduttasi - sono la condizione principale per il normale decorso delle reazioni redox a livello cellulare;
  • isomerasi sono necessarie per i processi di modifica della configurazione di molecole semplici;
  • LiAZ - forma ulteriori legami chimici tra le molecole.

Gruppi di enzimi epatici

La loro funzione nei processi del metabolismo cellulare dipende dalla localizzazione degli enzimi epatici. Quindi, i mitocondri sono coinvolti nel metabolismo energetico, il reticolo endoplasmatico granulare sintetizza proteine, grassi lisci e carboidrati, sui lisosomi ci sono le proteine ​​idrolasi. Tutti gli enzimi che il fegato produce possono essere rilevati nel sangue.

A seconda delle funzioni che gli enzimi svolgono e di dove si trovano nel corpo, sono suddivisi in 3 grandi gruppi:

  • secretoria - dopo la secrezione dalle cellule epatiche entra nel sangue e sono qui nella massima concentrazione (fattori di coagulazione del sangue, colinesterasi);
  • indicatore - sono normalmente contenuti all'interno delle cellule e vengono rilasciati nel sangue solo quando sono danneggiati, quindi possono fungere da indicatori dell'entità del danno epatico in caso di malattie (ALT, AST e altri);
  • escretore - sono derivati ​​dal fegato con la bile e un aumento del loro livello nel sangue indica una violazione di questi processi.

Per diagnosticare la condizione del fegato, ogni enzima è importante. La loro attività è determinata in caso di sospetto delle principali patologie del fegato e per valutare il grado di danno al tessuto epatico. La diagnostica di enzimi digestivi, enzimi del tratto gastrointestinale, pancreas e delle vie biliari può anche essere richiesta per ottenere un quadro più completo.

Enzimi che determinano la diagnosi di malattia del fegato

La biochimica del sangue è una fase importante nella diagnosi della malattia del fegato. Tutti i processi patologici in questo organo possono verificarsi con colestasi o citolisi. Il primo processo è una violazione del deflusso della bile, che è secreto dagli epatociti. Con altri disturbi, la distruzione di elementi cellulari sani avviene con il rilascio del loro contenuto nel sangue. La presenza e la quantità di enzimi epatici nel sangue possono determinare lo stadio della malattia e la natura dei cambiamenti patologici negli organi del tratto epatobiliare.

Punteggi di colestasi

La sindrome colestasi (ostruzione della secrezione biliare) accompagna l'infiammazione epatica, la secrezione biliare e la patologia delle vie biliari. Questi fenomeni causano i seguenti cambiamenti nell'analisi biochimica:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

  • gli enzimi escretori sono migliorati;
  • sono anche aumentati i componenti della bile, tra cui la bilirubina, gli acidi biliari, il colesterolo e i fosfolipidi.

L'uscita della bile può essere disturbata dalla pressione meccanica sui dotti biliari (tessuto infiammato, tumori, calcoli), restringimento del loro lume e altri fenomeni. Il complesso di cambiamenti caratteristici nei parametri del sangue diventa la base per uno studio più dettagliato dello stato della colecisti e delle vie biliari.

Indicatori di citolisi

La citolisi (distruzione di epatociti) può verificarsi con epatite infettiva e non infettiva o con avvelenamento. In questo caso, il contenuto cellulare viene rilasciato e gli enzimi indicatori appaiono nel sangue. Questi includono ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), LDH (lattato deidrogenasi) e aldolasi. Maggiore è la performance di questi composti nel sangue, maggiore è il grado di danno al parenchima dell'organo.

Determinazione della fosfatasi alcalina

La fosfatasi alcalina, che si trova nel sangue, può essere non solo di origine epatica. Una piccola quantità di questo enzima è prodotta dal midollo osseo. È possibile parlare di malattie del fegato se si verifica un aumento simultaneo del livello di fosfatasi alcalina e gamma-GGT. Inoltre, è possibile rilevare un aumento degli indici di bilirubina, che indica patologie della colecisti.

Gamma-glutamiltranspeptidasi nel sangue

GGT di solito si alza con fosfatasi alcalina. Questi indicatori indicano lo sviluppo di colestasi e possibili malattie del sistema biliare. Se questo enzima sale in isolamento, vi è il rischio di danni minori al tessuto epatico durante le fasi iniziali dell'alcolismo o di altri avvelenamenti. Con patologie più gravi, c'è un aumento simultaneo degli enzimi epatici.

Transaminasi epatiche (ALT, AST)

L'ALT (alanina aminotransferasi) è l'enzima epatico più specifico. Si trova nel citoplasma e in altri organi (reni, cuore), ma è nel parenchima epatico che è presente nella massima concentrazione. Il suo aumento di sangue può indicare varie malattie:

  • epatite, intossicazione con danno epatico, cirrosi;
  • infarto miocardico;
  • malattie croniche del sistema cardiovascolare, che si manifestano con necrosi delle aree funzionali del tessuto;
  • lesioni, lesioni o lividi dei muscoli;
  • pancreatite severa - infiammazione del pancreas.

AST (aspartato deidrogenasi) non è solo nel fegato. Può anche essere trovato nei mitocondri del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. L'aumento di questo enzima nel sangue indica la distruzione di elementi cellulari e lo sviluppo di una delle patologie:

  • infarto del miocardio (una delle cause più comuni);
  • malattia epatica acuta o cronica;
  • insufficienza cardiaca;
  • lesioni, infiammazione del pancreas.

Lattato deidrogenasi

LDH si riferisce agli enzimi citolitici. Non è specifico, cioè si trova non solo nel fegato. Tuttavia, la sua determinazione è importante nella diagnosi della sindrome dell'ittero. Nei pazienti con malattia di Gilbert (una malattia genetica che è accompagnata da una violazione del legame bilirubinico), rientra nell'intervallo di normalità. Per altri tipi di ittero, la sua concentrazione aumenta.

Come determinare l'attività delle sostanze?

L'analisi biochimica del sangue per gli enzimi epatici è una delle principali misure diagnostiche. Ciò richiederà sangue venoso raccolto a stomaco vuoto al mattino. Durante il giorno precedente allo studio è necessario escludere tutti i fattori che possono influire sul funzionamento del fegato, incluso l'assunzione di bevande alcoliche, cibi grassi e speziati. Nel sangue, determinare l'insieme standard di enzimi:

  • ALT, AST;
  • Difesa alcalina;
  • GGT;
  • bilirubina totale e sue frazioni (libera e legata).

L'attività degli enzimi epatici può anche essere influenzata da alcuni gruppi di farmaci. Possono anche cambiare normalmente durante la gravidanza. Prima dell'analisi, è necessario informare il medico circa l'assunzione di farmaci e malattie croniche di qualsiasi organo nella storia.

Regole per i pazienti di diverse età

Per il trattamento delle malattie del fegato, è necessaria una diagnosi completa, che include un esame del sangue biochimico. L'attività degli enzimi è investigata nel complesso, poiché diversi indicatori possono indicare diversi disturbi. La tabella mostra i valori normali e le loro variazioni.

Uno dei metodi principali per la diagnosi di varie malattie del fegato è un esame del sangue biochimico. Con esso, è possibile identificare la violazione anche prima dei primi sintomi.

Ci sono poche terminazioni nervose nei tessuti del fegato, quindi questo organo praticamente non può "ferire". Fisicamente, una persona potrebbe non sentire nulla, la maggior parte delle malattie sono asintomatiche e vengono rilevate per caso durante l'esame e il test di routine.

Biochimica del sangue per le malattie del fegato: scopo

Esame del sangue biochimico - diagnosi di laboratorio efficace del fegato

L'analisi del sangue biochimica è prescritta per qualsiasi malattia, sospetto o per scopi di prevenzione. Questa è un'analisi rapida e poco costosa che può essere utilizzata per diagnosticare anomalie nel fegato, restringere la gamma di possibili malattie e determinare la direzione futura dell'esame.

Il fegato svolge molte funzioni diverse, partecipa al processo di digestione e svolge la funzione di disintossicare il corpo. Nella maggior parte dei casi, la malattia epatica viene rilevata già nelle fasi successive, quando il trattamento è difficile. È la più grande ghiandola del corpo.

La violazione del suo lavoro porta a una serie di complicazioni e influisce negativamente sull'intero stato del corpo.

Un'analisi della biochimica epatica può essere prescritta per i sintomi gravi che suggeriscono anomalie nel fegato o in altre malattie croniche, prima dell'intervento chirurgico e dei farmaci.

Indicazioni per l'analisi:

  • Giallo di pelle. Uno dei principali segni di elevati livelli di bilirubina nel sangue. Il giallo della pelle e della sclera si verifica quando la malattia è presente da molto tempo. Se si consiglia di esaminare i segni di ittero.
  • Dimensione ingrandita del fegato. Il fegato ingrandito può essere visto non solo sugli ultrasuoni. Se il fegato è notevolmente ingrandito, la circonferenza addominale inizia a crescere e il peso totale non cambia.
  • Perdita di peso La malattia del fegato può causare nausea, quindi una persona si rifiuta di mangiare, il che porta alla perdita di peso. La perdita di peso può essere immotivata con la dieta e lo stile di vita abituali. In questo caso, si raccomanda anche di controllare il fegato.
  • Amarezza in bocca Nelle malattie del fegato si avverte un costante sapore amaro in bocca, la lingua si ricopre, appare una patina bianca o giallastra-marrone, sono possibili incrinature sulla superficie della lingua.
  • La resezione biochimica del fegato durante la gravidanza è obbligatoria, così come prima di assumere farmaci gravi che aumentano il carico sul fegato.

I principali indicatori del fegato nelle analisi biochimiche

La biochimica del sangue include un ampio elenco di vari indicatori, alcuni dei quali vengono definiti test di funzionalità epatica. Gli indicatori che riflettono la funzione epatica sono valutati insieme.

La decodifica del risultato dovrebbe essere eseguita da un medico, poiché le deviazioni minori dalla norma non sono sempre segni di patologia:

  1. Glucosio. Il livello di glucosio è determinato quando si sospetta il diabete mellito. Nel diabete, i livelli di zucchero sono generalmente elevati e, in caso di insufficienza epatica, i livelli di glucosio sono inferiori al normale. Questo non è l'indicatore principale del fegato, ma viene preso in considerazione quando si valuta l'intera immagine.
  2. Bilirubina. La bilirubina è comune, libera e legata. Se si sospetta una malattia epatica, vengono valutati tutti e 3 i tipi di bilirubina. Questo pigmento viene rilasciato durante la scomposizione dell'emoglobina. Per qualche tempo circola nel sangue, e poi distrutto dalle cellule del fegato ed escreto nelle urine. Se le cellule del fegato sono danneggiate, la bilirubina non viene distrutta, il livello del sangue aumenta. Questo pigmento è piuttosto tossico e il suo aumento può portare a conseguenze spiacevoli. L'indicatore più importante è la bilirubina diretta, il cui livello dipende direttamente dal lavoro del fegato.
  3. ALT. È un enzima sintetizzato nel fegato. La maggior parte di questi enzimi rimane nel fegato, quindi circola nel sangue in piccole quantità. Il suo livello nel sangue aumenta con la massiccia morte delle cellule del fegato che rilasciano questo enzima nel sangue.
  4. AST. Un altro enzima che viene sintetizzato e rimane nei tessuti del fegato. Il suo aumento può indicare sia una malattia del fegato che una compromissione della funzionalità cardiaca.
  5. Fosfatasi alcalina. Questo enzima si trova in molti tessuti del corpo umano. C'è un indicatore separato chiamato fosfatasi alcalina epatica, il cui valore è preso in considerazione quando si sospetta una malattia epatica.
  6. Colesterolo. Questo è il lipide principale e più importante che è coinvolto in vari processi metabolici. È sintetizzato nel fegato, quindi può essere un indicatore del suo lavoro.

Procedura di preparazione e analisi

Procedura di campionamento del sangue per biochimica

La procedura per l'analisi biochimica del sangue è standard. Il paziente in un momento specifico arriva in laboratorio a stomaco vuoto e dona sangue da una vena. Questo è un processo indolore, ma per alcune persone può essere un po 'spiacevole.

Durante la procedura di prelievo del sangue, l'infermiera tira l'avambraccio con un laccio emostatico e inserisce un ago nella vena. Questo processo non è accompagnato da dolore, ma può avere le vertigini. Spesso le donne incinte soffrono di vertigini.

Prima della procedura di donazione di sangue, è necessario effettuare la preparazione semplice:

  1. Le malattie del fegato richiedono una dieta costante. Qualsiasi cibo influisce sullo stato del fegato. 2-3 giorni prima di donare il sangue per gli esami del fegato, non è consigliabile mangiare cibi grassi e fritti, abusare di spezie, cibo spazzatura, cioccolato, dolci, caffè e cacao, carni affumicate e marinate.
  2. La maggior parte del fegato batte l'alcol. Dovrebbe essere cancellato circa una settimana (almeno 3 giorni) prima dell'analisi. L'alcol influisce non solo sulle condizioni del fegato, ma anche sulla coagulazione.
  3. La biochimica del sangue si arrende al mattino, fino a 11 ore. Il paziente viene in laboratorio a stomaco vuoto. È necessario resistere alla fame per almeno 8 ore prima della donazione di sangue.
  4. Fumare non è raccomandato prima di visitare il laboratorio. È meglio astenersi dal fumare per 10-12 ore. Se la dipendenza dalla nicotina è eccessiva, si raccomanda di astenersi dall'abitudine per un'ora prima di donare il sangue.
  5. Prima di donare il sangue, è necessario annullare tutti i farmaci presi, comprese le vitamine. Tutti i preparati devono essere segnalati al medico. Una settimana prima di donare il sangue, tutti i farmaci vengono fermati. Se ciò non è possibile, si raccomanda di non assumere farmaci solo immediatamente prima di donare il sangue il giorno dell'analisi.
  6. Le donne sono incoraggiate a testare per la gravidanza, in quanto influisce sulla conta ematica. L'aumento dei tassi durante la gravidanza non è sempre un segno di patologia.
  7. Prima di visitare il laboratorio, non è consigliabile fare esercizi mattutini. L'attività fisica influisce sulla conta ematica.

Interpretazione degli indicatori

Deviazione dalla norma - un segno di patologia!

L'analisi biochimica del sangue include molti indicatori. Ogni indicatore separatamente non è informativo. Il medico valuta tutti gli indicatori contemporaneamente, assegna un ulteriore esame per chiarire la diagnosi.

Vale la pena ricordare che tutte le deviazioni dalla norma sono indicatori di gravi violazioni. In alcuni casi, ciò è dovuto a preparazione errata o errore di laboratorio. In caso di forti deviazioni, si consiglia di ripetere l'analisi nello stesso laboratorio.

Il tasso di indicatori e cause di deviazione:

  • Bilirubina. La velocità della bilirubina totale in un adulto varia da 8 a 20 μmol / L. Un significativo aumento della bilirubina è causato da epatite virale, ittero, danno epatico con farmaci, neoplasie epatiche, cirrosi. La bassa bilirubina raramente indica la funzionalità epatica. Di solito è abbassato con malattie del sangue, anemia.
  • ALT. La velocità dell'enzima è fino a 45 U / l per gli uomini e fino a 34 U / l per le donne. Livelli elevati di ALT indicano epatite, danni epatici tossici, cancro del fegato e altre malattie che causano la rapida distruzione delle cellule della ghiandola. In questo caso, il limite inferiore della norma non è indicato.
  • AST. Il tasso di AST è fino a 35-40 UI a seconda del sesso del paziente. Nelle donne, il livello di AST nel sangue è solitamente inferiore. Il livello di AST aumenta drammaticamente con l'epatite alcolica, il danno al fegato con farmaci o sostanze tossiche, il cancro del fegato, la cirrosi, la colestasi.
  • Fosfatasi alcalina. Il tasso di fosfatasi alcalina per un adulto è 85-120 IU / l. Il livello dell'enzima aumenta con cirrosi, ittero ostruttivo, colelitiasi, ostruzione delle vie biliari, cancro al fegato o metastasi in esso. Bassi livelli di fosfatasi indicano disturbi ematici.
  • Glucosio. Il glucosio elevato è considerato un indicatore dei disturbi metabolici, ma una diminuzione del glucosio può essere un segno di danno epatico, poiché il ferro è coinvolto nella formazione del glucosio.

Vantaggi e svantaggi del metodo

La biochimica del sangue non è l'unico metodo per diagnosticare le malattie del fegato, ma è l'inizio dell'esame, poiché consente di rilevare la presenza di disturbi e di specificare la possibile diagnosi, determinando la direzione per un ulteriore esame.

Il test del sangue biochimico ha molti vantaggi:

  1. Costo. Il prezzo dell'analisi biochimica del sangue è basso. In presenza della procedura di cedola viene effettuata gratuitamente nel laboratorio comunale. Nelle cliniche private, l'analisi viene pagata, ma è relativamente economica.
  2. Informatività. Con l'aiuto di un esame del sangue biochimico, molte malattie possono essere identificate o sospettate. L'informatività può essere considerata relativamente alta, dal momento che una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo un ulteriore esame.
  3. Sicurezza. La procedura è assolutamente sicura per la salute umana, non comporta alcuna conseguenza. Il prelievo di sangue viene effettuato in persone di qualsiasi età, così come durante la gravidanza.
  4. Indolore. La procedura è rapida e indolore, sono possibili solo lievi disagi, nausea e vertigini causati dalla fame.
  5. Rapidità. La biochimica del sangue non richiede una lunga preparazione e la procedura dura non più di 5 minuti. Il risultato viene anche preparato rapidamente, viene dato alle mani del paziente entro 1-2 giorni.

Ulteriori informazioni su quali test è necessario passare per la diagnosi di malattia epatica si possono trovare nel video:

Gli svantaggi includono il fatto che un esame del sangue biochimico non sempre aiuta a differenziare la malattia, ma solo a rilevare le violazioni.

Dopo l'analisi biochimica, possono essere prescritte altre procedure diagnostiche, come ecografia epatica, biopsia, risonanza magnetica o tomografia computerizzata del fegato (le procedure più informative, ma costose per rilevare le più piccole anomalie e patologie), esami del sangue per epatite e cancro del fegato, studi genetici.

Il fegato è un organo adatto a carichi elevati. Ogni minuto viene pompato fino a 1,5 litri di sangue. La malattia epatica si verifica quando una grave infezione del corpo, uno stile di vita sano e malsano, patologie di altri organi vitali. La diagnosi delle malattie del fegato è piuttosto complicata e richiede di norma un numero elevato di test di laboratorio.

L'elenco dei test indicati per sospetta malattia epatica, in primo luogo, è costituito da esami del sangue biochimici. Rivela cirrosi ed epatite. In casi particolari, il medico può prescrivere test immunologici, test per marcatori tumorali e studi istologici.

Analisi biochimiche delle malattie del fegato: indicatori e norme

Un esame del sangue per la biochimica è uno studio di laboratorio di base, oltre a test delle urine e delle feci, che aiuta a diagnosticare la cirrosi epatica, l'epatite e i disordini metabolici. Sulla base di questo studio, possono essere assegnati ulteriori test per i marcatori tumorali.

Considerare ciascuno degli indicatori determinati durante lo studio.

Un numero di enzimi necessari per il normale funzionamento del corpo sono sintetizzati nel fegato. I test sugli enzimi epatici possono essere parte di un esame del sangue biochimico o essere eseguiti separatamente in caso di rilevamento di deviazioni gravi dalla norma (valori di riferimento). Durante la diagnosi, è necessario prendere in considerazione il quadro clinico generale, poiché i parametri studiati possono indicare patologie di altri organi, come il cuore.

L'aspartato aminotransferasi (AsAt) è un enzima coinvolto nel metabolismo degli amminoacidi. Valori di riferimento:

  • bambini piccoli - 36 U / l;
  • ragazze 12-17 anni - 25 U / l;
  • ragazzi 12-17 anni - 29 U / l;
  • uomini - 37 U / l;
  • donne - 31 U / l.

Un eccesso di norma si osserva in caso di danni alle cellule del fegato (epatociti) o al muscolo cardiaco. Ad alte concentrazioni di AsAt per diversi giorni e / o un forte aumento del numero di enzimi, è necessario il ricovero urgente per identificare i focolai necrotici, che possono anche essere una conseguenza dell'infarto del miocardio. Le donne incinte possono avere un leggero eccesso di norma senza patologie.

L'Alanina-aminotransferasi (AlAt) è coinvolta nella formazione del glucosio da proteine ​​e grassi. Prestazione normale:

  • neonati - 5-43 U / l;
  • bambini sotto 1 anno - 5-50 U / l;
  • bambini sotto i 15 anni - 5-42 U / l;
  • uomini sotto i 65 anni - 7-50 U / l;
  • donne sotto i 65 anni - 5-44 U / l;
  • persone anziane dopo 65 anni - 5-45 U / l.

I confini della norma sono abbastanza ampi, in giorni diversi l'indicatore può variare entro il 10-30%. In caso di gravi patologie epatiche, il valore supera più volte la norma.

Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina). Partecipa alle reazioni di rimozione del residuo di acido fosforico dai suoi composti organici. Contenuto principalmente nel fegato e nelle ossa. Norma sanguigna:

  • per le donne - fino a 240 U / l;
  • per gli uomini - fino a 270 U / l.

Il tasso aumentato può indicare, oltre alle malattie del sistema scheletrico, il cancro o la tubercolosi epatica, la cirrosi e l'epatite infettiva.

Lattato deidrogenasi (LDH). Necessario per le reazioni di glicolisi (rilascio di energia come conseguenza della scissione del glucosio). La tariffa varia in base all'età:

  • bambini del primo anno di vita - fino a 2000 U / l;
  • fino a 2 anni - 430 U / l;
  • da 2 a 12 anni: 295 U / l;
  • adolescenti e adulti - 250 U / l.

I tassi di eccesso possono essere osservati quando le cellule del fegato sono danneggiate.

Glutammato deidrogenasi (GDH). Scambio di amminoacidi da parte dei partecipanti. Deviazioni dalla norma sono osservate con gravi lesioni del fegato e delle vie biliari, intossicazioni acute.

  • nel primo mese di vita - non più di 6,6 U / l;
  • 1-6 mesi - non più di 4,3 U / l;
  • 6-12 mesi - non più di 3,5 U / l;
  • 1-2 anni - non più di 2,8 U / l;
  • 2-3 anni - non più di 2,6 U / l;
  • 3-15 anni - non più di 3,2 U / l;
  • ragazzi e uomini - non più di 4 unità / l;
  • ragazze e donne - non più di 3 U / l.

Sorbitolo deidrogenasi (SDH). Un enzima specifico, il cui rilevamento nel sangue indica un danno epatico acuto (epatite di varie eziologie, cirrosi). Insieme agli indicatori di altri enzimi aiuta nella diagnosi della malattia.

Gamma-glutamiltransferasi (GGT). Contenuta nel fegato e nel pancreas, viene attivamente rilasciata nel sangue durante le patologie dell'intossicazione da alcol e fegato. Dopo aver rinunciato all'alcol in assenza di patologie epatiche, il livello GGT si normalizza in un mese.

  • i primi sei mesi di vita - non più di 185 U / l;
  • fino a 1 anno - non più di 34 U / l;
  • 1-3 anni - non più di 18 U / l;
  • 3-6 anni - non più di 23 U / l;
  • 6-12 anni - non più di 17 U / l;
  • giovani fino a 17 anni - non più di 45 U / l;
  • ragazze sotto i 17 anni - non più di 33 U / l;
  • uomini - 10-71 U / l;
  • donne - 6-42 U / l.

Fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA). Normalmente può essere rilevato nel sangue in tracce. Un aumento del FMFA è caratteristico dell'epatite acuta e dell'intossicazione professionale dei lavoratori nelle industrie pericolose.

Ogni enzima è una molecola proteica che accelera una specifica reazione biochimica nel corpo ad una certa temperatura e acidità del mezzo. L'analisi aggregata dei dati per gli enzimi può essere giudicata sui disordini metabolici associati a determinate patologie. L'analisi degli enzimi è un metodo molto istruttivo per diagnosticare lo stato del fegato.

Proteine, grassi ed elettroliti

Oltre al livello di enzimi per la diagnosi delle patologie epatiche, altri parametri del sangue biochimico sono di grande importanza.

Proteine ​​totali Normalmente, la concentrazione di proteine ​​totali nel sangue è 66-83 g / l. Il fegato sintetizza attivamente varie molecole proteiche, quindi possono verificarsi deviazioni dalla norma quando le cellule epatiche, gli epatociti, funzionano in modo errato.

Albumina. La principale proteina del plasma sanguigno è sintetizzata nel fegato. La concentrazione in una persona sana per adulti è normalmente di 65-85 g / l. Livelli bassi possono indicare cirrosi, epatite, tumori epatici o presenza di metastasi nell'organo.

Bilirubina. Pigmento giallo, prodotto di degradazione dell'emoglobina. La bilirubina totale nel sangue varia normalmente da 3,4-17,1 μmol / L, la linea retta - 0-7,9 μmol / L, indiretta - fino a 19 μmol / L. Le percentuali in eccesso possono indicare processi patologici nel fegato.

Colesterolo e sue frazioni Può essere ingerito sia con il cibo e sintetizzato dalle cellule del fegato. I livelli normali di colesterolo, a seconda dell'età e del sesso, possono variare tra 2,9 e 7,85 mmol / l. Deviazioni dalla norma sono osservate in un certo numero di malattie, tra cui un aumento dei valori tipici di coloro che soffrono di alcolismo e cirrosi epatica.

Trigliceridi. Allo stesso modo, il colesterolo entra nel sangue come risultato di processi digestivi o sintetizzato nel fegato. Le tariffe normali variano molto in base al sesso e all'età. I valori limite sono compresi tra 0,34 e 2,71 mmol / l. Trigliceridi elevati possono verificarsi con cirrosi o epatite virale. Un livello ridotto può essere associato a malnutrizione e varie patologie extraepatiche.

Ammoniaca. Si forma durante la disgregazione degli aminoacidi e si trova nel sangue in violazione del metabolismo epatico a causa di gravi danni al fegato.

  • per i bambini nei primi giorni di vita - 64-207 μmol / l;
  • fino a due settimane: 56-92 μmol / l;
  • oltre all'adolescenza - 21-50 μmol / l;
  • negli adolescenti e negli adulti, 11-32 μmol / L.

Ferro. L'epatite acuta è accompagnata da un aumento del livello di ferro nel sangue, cirrosi epatica - una diminuzione.

  • nei bambini nel primo anno di vita - 7,16-17,9 μmol / l;
  • nel periodo di 1-14 anni - 8,95-21,48 μmol / l;
  • nelle donne adulte, 8,95-30,43 μmol / l;
  • nei maschi adulti - 11,64-30,43 μmol / L.

Urea. Indicatori normali di urea nel sangue:

  • nel primo mese di vita - 1,4-4,3 mmol / l;
  • sotto 18 - 1,8-6,4 mmol / l;
  • sotto i 60 anni - 2,1-7,1 mmol / l;
  • dopo 60 anni - 2,9-8,2 mmol / l.

I problemi al fegato sono evidenziati dalla riduzione dei livelli di urea, come la cirrosi, la distrofia epatica acuta, il coma epatico e l'epatite.

Test per proteine, grassi ed elettroliti aiutano a chiarire la diagnosi in caso di sospetta malattia epatica.

Indice protrombina

La protrombina è una proteina prodotta nel fegato ed è il precursore della trombina, necessaria per la formazione di coaguli di sangue. L'indice di protrombina riflette lo stato del sistema di coagulazione del sangue e il fegato stesso (rispetto alla sintesi proteica). Il più moderno e informativo è l'indice di protrombina di Kvik. I valori di riferimento sono 78-142%. Un aumento del livello di protrombina può essere osservato con tumori maligni del fegato, si osserva una diminuzione quando si assumono determinati farmaci (ad esempio, eparina), carenza di vitamina K e anche a causa di fattori ereditari.

Le malattie del fegato provocano una serie di cambiamenti nella biochimica del sangue e la loro attenzione dipende dal tipo di patologia. Non ci sono patologie epatiche che riguardano solo un parametro. Tuttavia, alcuni valori cambiano più, altri meno, e quando si valutano i test, il medico si concentra sui cambiamenti più pronunciati e sulle proporzioni reciproche dei singoli indicatori.

Test immunologici per danni epatici autoimmuni

Il danno epatico autoimmune include l'epatite autoimmune, la cirrosi biliare, la colangite sclerosante. I marcatori di laboratorio di queste malattie sono AMA (anticorpi antimitocondriali), SMA (anticorpi per la muscolatura liscia), anti-LKM1 (autoanticorpi a microsomi di fegato e rene di tipo 1), ANA (anticorpi antinucleari).

I risultati dello studio sono fatti nei crediti. I titoli di AMA, PCA, SMA e anti-LKM1 nel sangue dovrebbero normalmente essere inferiori a 1:40 e il titolo di ANA dovrebbe essere fino a 1: 160. In piccole quantità, questi anticorpi possono essere presenti nelle persone sane.

Elevato titolo AMA è osservato nell'epatite virale o autoimmune, così come il cancro e la mononucleosi infettiva. Nel 70% dei casi, la SMA cresce con epatite autoimmune o virale, neoplasie maligne. La concentrazione di anticorpi LKM1 è alta nell'epatite autoimmune, meno frequente nell'epatite virale C e D. Tuttavia, il risultato potrebbe non essere corretto se il paziente ha assunto fenobarbital, tienam, carbamazepina e altri anticonvulsivanti.

Ricerca per i marcatori di cancro ed epatite

I marcatori di cancro del fegato sono AFP (alfa-fetoproteina), CEA (antigene embrionale-cancro), ferritina. L'AFP è specifico per l'epatocarcinoma primario, la sua concentrazione nel siero aumenta anche in presenza di metastasi a carico del fegato nelle malattie tumorali di altri organi. Per distinguere tra questi due casi consente il test per CEA, questo antigene appare nel sangue in concentrazioni elevate precisamente nel danno epatico metastatico. La ferritina elevata è caratteristica del carcinoma epatico e delle metastasi epatiche: nel 76% di tutti i pazienti con metastasi epatiche, la sua concentrazione supera 400 μg / l.

L'AFP può aumentare con la cirrosi epatica, CEA - con epatite, ferritina - con lesioni e disintegrazione delle cellule epatiche. Pertanto, per la diagnosi del cancro del fegato è necessario correlare tutti e tre gli indicatori.

  • AFP per uomini e donne non gravide - 0,5-5,5 UI / ml. Nelle donne in gravidanza, gli AFP possono fluttuare normalmente nell'intervallo 0,5-250 UI / ml, aumentando gradualmente e raggiungendo il loro massimo prima del parto.
  • CEA - fino a 5,5 ng / ml.
  • Ferritina nelle donne - 13-150 μg / l; negli uomini, 30-400 μg / l.

Un paziente non deve farsi prendere dal panico quando riceve i risultati dei marcatori tumorali, la diagnosi di cancro al fegato si basa sul quadro clinico completo. Potrebbe avere bisogno di analisi istologiche.

Analisi istologiche del tessuto epatico

Fino a poco tempo fa, l'analisi istologica poteva essere eseguita solo in modo invasivo, con l'esame microscopico dei tessuti raccolti. Tuttavia, esistono già metodi brevettati che consentono di ottenere informazioni più complete tramite calcolo. Sebbene non siano intrinsecamente istologici, la loro alta informazione, paragonabile solo all'istologia, li rimanda a questa categoria di ricerca.

  • Biopsia tradizionale Il metodo di campionamento a foratura del fegato attraverso lo spazio intercostale per ulteriori ricerche. È altamente informativo per gravi malattie del fegato. Lo svantaggio del metodo è che viene prelevata una piccola porzione del tessuto, che potrebbe non essere influenzata da processi patologici. Inoltre, la biopsia ha controindicazioni e non può essere eseguita frequentemente.
  • FIBROTEST®. Set di test computazionali, comparativamente informativi alla biopsia. Metodo non invasivo, basato su dati ricavati da analisi del sangue e anamnesi. Consente di ottenere un'accurata valutazione quantitativa e qualitativa della fibrosi e delle alterazioni epatiche necroinfiammatorie in qualsiasi fase, indipendentemente dalla localizzazione. È esclusa la possibilità di errore nella ricerca sui materiali per biopsia locale.
  • FIBROMAX®. Serie aggiuntiva di test di calcolo su FIBROTEST®. Consente di determinare il grado di steatosi di qualsiasi etimologia.
    La medicina moderna nel suo complesso segue la tendenza alla diminuzione dell'invasività, pertanto FIBROTEST® e FIBROMAX® sono il futuro nella diagnosi delle patologie epatiche.

Avendo deciso di consultare un medico con sintomi di patologie epatiche, dovresti essere a conoscenza dell'intera gamma di studi che potresti essere prescritto. Il loro numero sarà notevolmente ridotto con la ricerca precoce di un aiuto medico.

Dove posso essere testato per la diagnosi di malattia del fegato

La biochimica del sangue è lo studio più comune che può essere condotto in quasi tutte le istituzioni mediche (clinica pubblica o privata, ospedale, clinica prenatale, laboratorio). Biopsia, test a domicilio, test immunologici e studi non invasivi FIBROTEST® e FIBROMAX® non sono condotti da tutte le cliniche distrettuali. Spesso, i medici di tali piccole istituzioni mediche sottoscrivono organizzazioni diagnostiche statali più ampie o raccomandano ai pazienti di utilizzare i servizi di laboratori retribuiti.

Ad esempio, la rete di laboratori indipendenti "INVITRO" offre una gamma completa di studi per la diagnosi delle malattie del fegato. Il biomateriale per l'analisi può essere preso in un momento opportuno per i pazienti. I prezzi per la ricerca sono disponibili: si può passare un esame di screening del fegato per 1.520 rubli o esteso per 4.510 rubli, lo screening delle lesioni autoimmuni avrà un costo di 6.430 rubli. I test FIBROTEST® e FIBROMAX® costeranno rispettivamente 12 990 rubli e 14 990 rubli. Prendendo il sangue da una vena è addebitato separatamente - 199 rubli. I risultati vengono forniti entro un giorno lavorativo in una forma conveniente per il cliente - sotto forma di stampa, scrittura su disco ed e-mail.

Quali test prendere in caso di malattie del fegato - dovrebbe essere deciso dal medico o dall'epatologo dopo un esame clinico e un'anamnesi. Molto probabilmente, all'inizio ti verranno assegnati solo test di laboratorio "suggestivi", che ti diranno in quale direzione e se cercare la patologia (urine e feci, analisi del sangue biochimiche). Forse alcune delle domande saranno rimosse dopo gli studi sull'hardware, come l'ecografia del fegato e delle vie biliari.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Avena per il fegato Come trattare l'avena del fegato: ricette

Cirrosi

L'avena, che è apparso da tempo in Europa, divenne famosa come una delle preziose colture di cereali. Molte nazioni lo hanno trattato con una varietà di disturbi.

Dottore in cistifellea

Analisi

Le malattie del tratto gastrointestinale sono molto comuni tra le persone in età lavorativa. La scarsa qualità e l'alimentazione irregolare, lo stress cronico e uno stile di vita sedentario aumentano significativamente il rischio di sviluppare patologie del sistema epatobiliare.

Dolore nei sintomi della cirrosi epatica

Diete

cirrosiPer il trattamento del fegato, i nostri lettori hanno usato con successo il Leviron Duo. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.

Quando hai bisogno di una lampada dall'itterizia e come usarla per un neonato?

Sintomi

L'ittero nei neonati è abbastanza comune. Notando un cambiamento nel colore della pelle, i genitori sono spesso spaventati.