Principale / Epatite

Se ast e alt sono normali ci può essere l'epatite c

Epatite

ALT e AST sono uno degli indicatori più importanti nell'analisi biochimica del sangue umano, che indicano direttamente lo stato degli organi interni. L'eccesso di normali indicatori indica processi patologici che si verificano in organi vitali quali il cuore, il fegato, i reni. Ma gli indicatori di ALT e AST nell'epatite, che appaiono nei laboratori, meritano un'attenzione particolare.

Cos'è ALT e AST

Le aminotransferasi (transaminasi) sono strutture enzimatiche intracellulari che accelerano le reazioni di transaminazione.

La reazione di transaminazione è il trasferimento del gruppo amminico (NH2) dall'amminoacido al prodotto del metabolismo dei grassi - acido cheto. Di conseguenza, un nuovo amminoacido viene sintetizzato, sintetizzato direttamente nel corpo umano e acido-cheto. La vitamina B6 attiva questo processo.

Le transaminasi sono presenti in ogni cellula del corpo umano, in violazione dell'integrità delle strutture cellulari, questi enzimi entrano nel sangue. Normalmente, le aminotransferasi sono contenute nel sangue a causa della presenza di morte cellulare programmata - apoptosi. Questa è la norma. Tuttavia, con la morte delle cellule di massa e il rilascio di grandi quantità di enzimi, gli indicatori della ricerca biochimica cambiano, possono essere superati di dieci volte a seconda del tipo di patologia e della dimensione del difetto.

L'alanina aminotransferasi (ALT, AlAT) è un enzima intracellulare coinvolto nel metabolismo dell'aminoacido essenziale alanina. Tale sostanza come l'alanina in alte concentrazioni è contenuta negli epatociti - le cellule strutturali del fegato, in concentrazioni più basse si possono trovare nelle cellule del miocardio e nel tessuto renale.

L'aspartato aminotransferasi (AST, Asat) è un enzima situato nel complesso del Golgi e mitocondri che partecipa alla scissione dell'amminoacido sostituibile - asparagina, per idrolisi del gruppo ammidico, formando ossaloacetato coinvolto nel ciclo di Krebs. Questa aminotransferasi predomina nelle cellule del miocardio, fegato - epatociti, sistema nervoso centrale.

AST è un indicatore di irregolarità nel lavoro del muscolo cardiaco. L'ALT è un enzima epatocellulare, che indica un malfunzionamento degli epatociti e del tratto epato-biliare in generale.

I tipi di test presentati vengono assegnati nelle seguenti situazioni:

  • ittero (colorazione itterica di sclera, mucose, pelle);
  • dispepsia (nausea, vomito, feci anormali);
  • colorazione delle feci;
  • urina scura;
  • l'aspetto della schiuma bianca sull'urina;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • prurito;
  • l'aspetto delle vene varicose sulla pelle;
  • perdita di capelli, fragilità, capelli spenti;
  • "Palme di fegato" - giallo brillante, colorazione ramata della pelle dei palmi delle mani e delle piante dei piedi;
  • comparsa di odore sgradevole insolito di "mele cotte".

Preparazione per l'analisi

In preparazione per l'analisi, eseguire le seguenti manipolazioni:

  • 3 giorni prima dello studio previsto dovrebbe smettere di usare alcol e sigarette;
  • 2 giorni prima di donare il sangue, astenersi dal mangiare cibi grassi e fritti;
  • informare il medico curante di tutti i farmaci che sono stati assunti negli ultimi 10 giorni, se possibile, annullare il farmaco 10 giorni prima della donazione di sangue;
  • ridurre l'attività fisica per una settimana prima dell'analisi;
  • L'ultimo pasto dovrebbe essere entro e non oltre le 19:00 (cena leggera);
  • la mattina ti è permesso bere un bicchiere d'acqua e lavarti i denti.

Processo di consegna

Sangue, per determinare il livello di questi indicatori presi la mattina presto, a stomaco vuoto, da una vena. I risultati dovrebbero essere pronti il ​​giorno successivo.

Decodifica risultati

Per decodificare i risultati è necessario concentrarsi sui dati presentati nella tabella.

Valori ALT e AST per l'epatite C

L'analisi biochimica del sangue è spesso il metodo di ricerca di laboratorio, che serve come primo segnale al medico che il paziente abbia problemi con il fegato. Di tutti i parametri biochimici per la malattia del fegato, un aumento di due enzimi è caratteristico - ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi). Questi enzimi non sono specifici per le cellule del fegato, in quanto si trovano anche in molte altre cellule del corpo umano: nei reni, nei muscoli striati, nel cuore, nella milza, nel pancreas, nei polmoni. Allora perché l'aumento del loro livello è così significativo proprio per le patologie epatiche?

Il valore degli enzimi per la diagnosi

Le aminotransferasi sono coinvolte nella reazione di transaminazione (transaminazione) tra ammino e alfa-chetoacidi. Il prefisso "alanina" o "aspartato" indica con quale amminoacido viene scambiato il gruppo amminico. Oltre alla stessa alanina e acido aspartico, piruvico, alfa-chetoglutarico e altri aminoacidi agiscono come substrato per lo scambio di gruppi amminici. La vitamina B6 (piridossina) catalizza la reazione di transaminazione. Pertanto, le aminotransferasi sono coinvolte nella sintesi intracellulare e nella scomposizione delle proteine ​​nel corpo.

Nel sangue, questi enzimi sono contenuti in quantità residue, in quanto sono intracellulari. ALT e AST appaiono in grandi quantità nel sangue in caso di danni massicci alle cellule in cui sono contenuti. I motivi principali per aumentare i livelli ematici sono:

  • malattie epatiche (epatite, ittero, colelitiasi, colecistite, cirrosi, tumori e metastasi di altri tumori nel fegato);
  • patologie pancreatiche (pancreatite, pancreatonecrosi);
  • danno renale (pielonefrite, glomerulonefrite);
  • malattie del sistema circolatorio (infarto miocardico, crisi ipertensiva, ipertensione maligna);
  • malattie infettive, complicanze purulento-settiche;
  • avvelenamento, intossicazione;
  • condizioni di shock e di emergenza, ustioni della pelle;
  • malattie autoimmuni e allergiche;
  • lesioni e malattie dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • danno cerebrale di eziologia sconosciuta;
  • malattie endocrine;
  • tumori benigni e maligni di qualsiasi luogo;
  • condizione dopo chirurgia, farmaco aggressivo, radioterapia e chemioterapia.

Il sospetto o la presenza di qualsiasi malattia o condizione elencata è un'indicazione diretta per determinare i livelli di ALT e AST nel sangue del paziente.

A seconda della metodologia utilizzata in laboratorio per stabilire il livello degli enzimi, la loro velocità è espressa in:

  • unità per litro (U / l);
  • microcatal in liter (mkat / l);
  • nano-litri al secondo in un litro (nmol / (s · l);
  • micromoli al minuto per litro (μmol / (min · l)

I livelli degli enzimi di riferimento dipendono dalle unità in cui viene eseguita l'analisi. Di norma, nel modulo di analisi del laboratorio indicare l'intervallo di valori normali con cui valutare il risultato dello studio. Nel nostro paese, i tradizionali sono U / l.

Negli epatociti, la maggior quantità di ALT nel corpo umano è concentrata, in piccole quantità si trova in miocardiociti, cellule pancreatiche, fibre muscolari e reni. Tenendo conto del fatto che l'attività degli epatociti ALT è parecchie volte superiore rispetto ad altri organi, si ritiene che un aumento nel livello di questo enzima nel sangue indichi più spesso una lesione del parenchima epatico.

La norma dell'alanina aminotransferasi nel plasma sanguigno varia per genere: negli uomini, il livello è considerato fino a 45 U / l, e nelle donne è fino a 34 U / l. Ciò è dovuto ad uno stile di vita più attivo degli uomini e ad una maggiore massa di muscoli scheletrici in essi.

L'aspartato aminotransferasi (AST) è anche un enzima intracellulare. In grandi quantità, è contenuto nel muscolo cardiaco, in quelli più piccoli - negli epatociti, nei pancreatociti, nei nefrociti, nelle fibre muscolari e negli alveolociti dei polmoni. Normalmente, AST non dovrebbe aumentare più di 37 U / l (per gli uomini) e 30 U / l (per le donne). L'alta attività di questo enzima è caratteristica del danno miocardico, ad esempio durante un infarto.

Elevate concentrazioni di ALT e AST nel sangue sono chiamate iperfermentemia. Esistono tre gradi di iperfermentemia (la più grande deviazione dalla norma):

  • moderato - il livello di enzimi è superato di 1,5-5 volte in confronto alla norma;
  • gravità moderata - 6-10 volte;
  • pesante - più di 10 volte.

L'entità dell'iperfermentemia indica la gravità del processo patologico che porta alla distruzione cellulare.

Tassi di ALT per l'epatite

In base alle fluttuazioni di ALT e AST, è possibile monitorare l'attività dell'epatite C. Durante l'intera malattia sono determinati diversi aumenti e diminuzioni del livello di questi enzimi. Il primo aumento si osserva 2 settimane dopo l'infezione. A questo punto, il periodo di incubazione è completato e inizia lo sviluppo attivo del virus negli epatociti. Dalle cellule epatiche distrutte dal virus, gli enzimi entrano nel flusso sanguigno, un livello elevato che viene osservato durante l'intero periodo acuto dell'epatite virale.

Il secondo picco di elevazione di ALT e AST, seguito da un aumento e una riduzione di tipo ondulatorio, si verifica quando compaiono i primi sintomi clinici dell'epatite C virale (dolore sotto la costola destra, grave debolezza e aumento della fatica). L'aumento può verificarsi dopo 2 mesi e dopo 6-7 mesi. Dopo quanto inizia il secondo aumento, dipende dallo stato dell'immunità del paziente. Gli indicatori di enzimi ai tempi di punta aumentano di 6-10 volte, quindi diminuiscono a 2-5 norme.

La riduzione degli enzimi a livello normale e inferiore con epatite C clinicamente progressiva non significa recupero. Molto spesso questo è un segno di un profondo processo cirrotico nel tessuto epatico.

ALT e AST nella diagnosi differenziale

Poiché il livello di ALT e AST nel sangue può aumentare in diverse patologie, è spesso difficile fare una diagnosi differenziale tra le malattie che portano a questo aumento. A tale scopo, è stato introdotto uno speciale coefficiente Rytis (indice) nella diagnostica di laboratorio, che caratterizza il rapporto tra i livelli di AST e ALT. È determinato dividendo la concentrazione di AST sul livello di ALT.

Normalmente questo coefficiente va da 0,91 a 1,75 e il suo valore medio dovrebbe avvicinarsi a 1,3. Esistono diverse opzioni per interpretare questo coefficiente:

  1. Indice all'interno dei valori di riferimento. Caratteristico per le persone sane.
  2. L'indice scende al di sotto di 0,9. Si verifica con danni al fegato Con la distruzione di epatociti, l'attività di ALT nel sangue può aumentare di 8-10 volte, mentre l'AST aumenta solo di 2-4 volte. Dividendo AST su ALT, si ottiene un coefficiente con tendenza a diminuire, che indica la necrosi degli epatociti.
  3. Aumentare l'indice sopra 1,75. Indica infarto del miocardio. Con la necrosi dei miocardiociti, una grande quantità di AST entra nel flusso sanguigno con una minore quantità di ALT, quindi, quando si calcola l'indice, sarà troppo alto.

L'indice Ritis di per sé non significa nulla: viene valutato solo in combinazione con gli indicatori del livello di ALT e AST nel siero.

ALT e AST ridotti

Nei pazienti con cirrosi scompensata, le masse cirrotiche e fibrose affollano completamente il normale parenchima. In questo caso, anche un'elevata carica virale non porta più alla distruzione degli epatociti e, di conseguenza, ALT e AST da loro non entrano più nel sangue. L'analisi biochimica del sangue in questo processo pronunciato diventa "calmo": gli enzimi sono ridotti alla norma e possono persino avvicinarsi allo zero, ma questo è solo un miglioramento immaginario.

Il livello di enzimi nel sangue dipende dal numero di cellule collassanti. La brusca diminuzione di ALT e AST nel sangue dopo il precedente aumento manifest indica che non ci sono più cellule viventi nel fegato che possono scomparire. Il medico che ha ordinato gli enzimi epatici, in questo caso, capisce che la cirrosi ha già raggiunto il suo apogeo: si è verificata un'insufficienza epatica.

C'è un'altra spiegazione per la diminuzione del livello di enzimi - carenza di vitamina B6. La vitamina B6 (piridossina) è un catalizzatore per la transaminazione degli amminoacidi, quindi, quando è carente nel corpo, ad esempio, con malattie intestinali o disbatteriosi, si osserva anche una diminuzione degli enzimi ALT e AST nel sangue, ma non è associata al danno organico del fegato ma è funzionale.

In ogni caso, nessuno stabilisce la diagnosi basata sull'esame del sangue biochimico da solo.

La determinazione di AST e ALT nel sangue è solo una delle fasi nella diagnosi delle patologie epatiche. La diagnosi viene effettuata solo dopo un esame completo del paziente con l'uso di tutti i metodi di diagnosi possibili e disponibili: intervista, esame, palpazione e percussione del fegato, altri test di laboratorio e metodi diagnostici hardware.

Indicatori di ALT e AST e loro livello nell'epatite C

ALT e AST nell'epatite C sono quegli indicatori che indicano più accuratamente il grado di danno d'organo e la progressione della malattia. Con il loro aiuto, è possibile selezionare con maggiore precisione i farmaci per la terapia complessa, per fornire assistenza tempestiva al paziente. Tuttavia, il loro aumento non mostra sempre malattie del fegato. Spesso, AST e ALT possono causare problemi ai reni e al cuore. I pazienti con epatite A devono essere testati periodicamente per sostanze enzimatiche epatiche, in accordo con le raccomandazioni dello specialista in malattie infettive o epatologo.

Cos'è ALT e AST e qual è la norma?

L'aspartato aminotransferasi e l'aminotransferasi sono quelle sostanze enzimatiche associate alla trasformazione di un numero di amminoacidi. La loro sintesi può essere effettuata solo nel corpo umano. In una certa misura, questi enzimi si trovano nei tessuti di organi come il cuore, i reni, nei tessuti muscolari, ma la maggior parte di essi è prodotta nel fegato. Ecco perché quando viene rilevata una violazione della norma di questi ormoni, i medici procedono prima a un esame completo del fegato.

La norma per gli uomini è avere un po 'più di questi ormoni. Ciò è dovuto ad alcuni processi ormonali che si verificano nel loro corpo.

Pertanto, il livello di ALT e AST in un uomo sano dovrebbe essere compreso tra 41 unità / L e 37 unità / L. Le rappresentanti femminili hanno cifre così basse. La norma per loro: ALT - 31 unità / L massimo, AST - 30 unità / L.

I tassi più alti si osservano nei neonati. Normale per i loro risultati di età sono 50 unità / L per ALT e 100 unità / L - AST. In questo caso, questa regola non dipende dal pavimento. Tutti gli indicatori al di fuori dei limiti specificati sono considerati una violazione, richiedono un nuovo test o un ulteriore esame della persona.

Il contenuto di enzimi nel sangue aumenta con tali fattori:

  • necrosi del tessuto epatico;
  • cirrosi;
  • formazioni benigne;
  • l'epatite;
  • miocardite;
  • pancreatite;
  • infarto miocardico;
  • mononucleosi infettiva nel periodo di esacerbazione;
  • gravi processi infiammatori.

Altre cause che influenzano il grado di attività di ALT e AST sono:

  • abuso di alcol;
  • trattamento chemioterapico;
  • un forte aumento dello stress fisico o mentale;
  • shock psicologico;
  • assumere droghe;
  • avvelenamento da piombo;
  • prendendo alcuni farmaci, in particolare Aspirina, contraccettivi orali combinati, Warfarin.

Controllando sistematicamente l'attività dell'enzima, i medici saranno in grado di monitorare la progressione della malattia, regolare il regime di trattamento se necessario e introdurre ulteriori metodi di controllo. Se gli indicatori sono aumentati di 1,5-5 volte, vengono interpretati dai medici come iperfermentemia moderata, 6-10 volte - moderatamente grave, 10 volte - grave iperfermentemia. ALT e AST sono raramente ridotti.

Indicatori di epatite

L'epatite C virale, di regola, si sviluppa per un lungo periodo di tempo - diversi mesi o addirittura anni. Questo è il motivo per cui l'attività dell'enzima non è immediatamente evidente. Gli indicatori rimangono normali, ma nel frattempo la malattia distrugge le cellule dell'organo. Il medico può sospettare la presenza di epatite per coefficiente di de Ritis. Al suo interno, questo è il rapporto tra ALT e AST. Se il coefficiente aumenta di 1,33 volte (aumento della norma di ALT), allora possiamo parlare della patologia del fegato. Se il coefficiente è inferiore, si sospetta una cardiopatia.

Con lo sviluppo della variante virale dell'epatite C, è possibile rintracciare un aumento disomogeneo degli indici delle sostanze enzimatiche. Il primo picco si verifica intorno al 14-18 ° giorno dopo che il virus entra nel corpo umano.

È allora che termina il periodo di incubazione, inizia la riproduzione attiva e l'attività dei virus nel mezzo delle cellule, quindi un esame del sangue registra un aumento di questi numeri. Dopo alcuni giorni (settimane) tali dati non saranno notati.

Il secondo picco si verifica allo stadio delle manifestazioni, cioè il momento in cui compaiono i sintomi non specifici dell'epatite (debolezza, perdita di appetito, affaticamento, ecc.). Ciò accade principalmente dopo 1,5 mesi dal momento dell'infezione. L'innalzamento delle onde in valori indica il rilascio di agenti patogeni virali nel sangue e la reinfezione di cellule epatiche con loro.

Nell'epatite C icterica, insieme ad un aumento dell'ALT, si osserva anche un aumento del livello di bilirubina diretta e totale. Se la malattia procede senza ingiallimento, l'analisi indicherà solo un aumento della produzione di sostanze enzimatiche.

Dopo il completo recupero e la scomparsa dei valori del virus, tornare alla normalità. Allo stesso tempo, ci sono altri casi clinici in cui, a causa dell'eliminazione del virus, rimangono alti valori stabili. Non sempre, un calo degli indicatori viene interpretato come una riduzione del pericolo e una piena ripresa.

Nel decorso cronico della malattia, possono comparire percentuali esagerate stabilmente o possono verificarsi periodicamente esplosioni di enzimi. L'aumento relativo di AST indica un peggioramento della situazione e l'aggiunta di ulteriori cambiamenti (secondari). Questi includono, in particolare, la cirrosi epatica, la presenza di un tumore.

Un aumento dei livelli di AST e ALT quando l'epatite si verifica nel 100% dei casi.

Anche gli indicatori sono usati per determinare il grado di attività dell'epatite.

Come preparare e testare ALT e AST?

Di norma, vengono assegnate analisi biochimiche per identificare lo stato della salute umana, come metodo diagnostico preventivo. Inoltre, l'analisi è raccomandata per trasmettere ai medici sintomi come:

  • violazione del processo digestivo;
  • diarrea e flatulenza;
  • decolorazione della pelle (soprattutto la pelle diventa gialla);
  • frequente sgradevole rigurgito;
  • disagio e dolore al fegato.

Per identificare il livello di transaminasi e altri parametri, il sangue viene prelevato da una vena. È meglio condurre un esame al mattino. È allora che gli indicatori corrispondono più strettamente al reale stato di salute. Dal momento che il fegato è l'organo che reagisce istantaneamente a qualsiasi cambiamento nell'alimentazione, è meglio che il paziente rifiuti di mangiare almeno 8 ore prima del momento del prelievo del materiale. Inoltre, è vietato bere alcolici per diversi giorni prima dell'analisi, per diverse settimane è necessario rinunciare a determinati tipi di farmaci.

L'intervento chirurgico, il trattamento dentale, l'implementazione della diagnostica ecografica è appropriato per posticipare la donazione di sangue. Il tasso di enzimi diminuisce nei casi in cui una persona non ha sonno. Vale la pena il riposo massimo e minimamente infastidito alla vigilia dei test.

Assicurati di dire al tecnico di laboratorio o al medico tutte le medicine assunte il giorno prima. È importante indicare il tuo solito stile di vita, le malattie che sono state precedentemente diagnosticate, i sintomi che si manifestano durante l'ultimo periodo. Lunga attesa per i risultati non devono. La maggior parte dei laboratori è pronta a segnalare i dati ricevuti in 2-3 giorni dal momento della raccolta del materiale

Cosa fare se i parametri enzimatici sono aumentati?

Certo, molti sono interessati a come ridurre il livello degli enzimi. Una diminuzione della produzione di enzimi si verifica se la malattia è completamente guarita o il virus dell'epatite viene trasferito in uno stato "inattivo".

ALT e AST possono essere ridotti dalla dieta. Prima di tutto, una persona dovrebbe rifiutare cibi grassi e proteici. Tra gli alimenti che devono essere limitati con l'aumento degli enzimi epatici, dovrebbero essere chiamati:

  • cipolle, aglio;
  • spinaci;
  • ravanello;
  • cioccolato;
  • frutti aspri;
  • bevande gassate;
  • acetosa;
  • latticini grassi;
  • cibi in salamoia e salati;
  • cottura al forno

Maggiore attenzione ai problemi di fegato dovrebbe essere data al cibo che è facilmente digeribile e assorbito. Frutta e verdura fresca, cereali, pesce magro - i componenti principali della dieta quotidiana.

Dal cibo quotidiano nei pazienti con epatite dovrebbe essere escluso: caffè, tè forte, bevande al cioccolato. Da prodotti alcolici nel caso in cui il livello di sostanze enzimatiche cambia, è necessario rifiutare. Restrizioni si applicano alla quantità di sale e zucchero.

Come ridurre ALT e AST, oltre alla corretta alimentazione? Sonno sano, un buon clima psicologico, frequenti passeggiate all'aria aperta sono i principali fattori che consentono di regolare il numero di indicatori ALT e AST. A volte è possibile ridurre la produzione di enzimi a causa di terapia antibatterica (ma raramente), farmaci immunomodulatori.

Se il risultato del test indica la presenza del virus dell'epatite C, il medico raccomanderà molto probabilmente una terapia antivirale. Quali farmaci usare e quanto tempo devono essere determinati da uno specialista, in base a ciascun caso.

Nel 2012, c'è stata una svolta nel trattamento dell'epatite C. Nuovi farmaci antivirali hanno confermato la possibilità di un completo recupero dall'epatite C con una probabilità del 97%. Quanto tempo è necessario per lanciare questi farmaci per la libera vendita in Russia, non è ancora noto esattamente, ad oggi, sono in corso studi sperimentali sul loro uso a lungo termine.

È imperativo che ogni persona la cui analisi biochimica confermi una deviazione dai valori normali debba contattare uno specialista. È importante capire che gli effetti negativi di qualsiasi malattia, inclusa l'epatite, saranno molto minori se il trattamento inizia in modo tempestivo. Nei moderni farmaci ci sono fondi sufficienti per ridurre gli enzimi epatici.

Qual è l'analisi per ALT e AST?

Il contenuto di ALT e AST nell'epatite nel sangue aumenta a causa della violazione dell'integrità delle membrane degli epatociti (cellule epatiche) e della loro distruzione. Gli indicatori indicano una lesione della ghiandola che consente di diagnosticare la patologia nella fase in cui non ci sono sintomi clinici.

Tuttavia, vale la pena ricordare che il livello degli enzimi può cambiare non solo con la disfunzione epatica, ma anche con le malattie del cuore, dei reni e del pancreas. Le transaminasi possono determinare la gravità della malattia e monitorare l'efficacia del trattamento.

Oltre a AST e ALT per l'epatite, la biochimica include altri indicatori che aiutano a determinare con maggiore precisione la natura e l'entità del danno d'organo. Questi includono:

  • gamma-glutamiltransferasi, che è un enzima coinvolto nel trasporto di aminoacidi. Si trova principalmente nel fegato, nel pancreas e nei reni. Data la ripartizione fisiologica delle cellule, una piccola quantità dell'enzima è presente nel flusso sanguigno. Con il suo aumento vale la pena sospettare una massiccia necrosi tissutale, a seguito della quale entra nel sangue;
  • la fosfatasi alcalina è un enzima importante coinvolto nell'idrolisi. È presente in molti tessuti, in particolare nell'intestino, nel fegato, nelle strutture ossee, nella placenta e nelle ghiandole mammarie (durante l'allattamento). L'attività massima della fosfatasi è osservata in un mezzo alcalino. Si noti che nei bambini un piccolo aumento dell'enzima è la norma, che è causata dalla rapida crescita del bambino;
  • la bilirubina è un prodotto della degradazione degli eritrociti, che si forma a seguito dell'elaborazione dell'emoglobina;
  • la latticodeidrogenasi è un indicatore di epatite e cirrosi.

Cosa sono ALT e AST?

Uno degli indicatori informativi della malattia del fegato è l'alanina aminotransferasi. Nel sangue, è contenuto in una piccola quantità, poiché è principalmente intracellulare. Con la morte massiccia di epatociti, viene registrato un livello elevato dell'enzima nel sangue.

Partecipa al metabolismo delle proteine, in particolare alla sintesi dell'amminoacido alanina, indispensabile per il nostro organismo. È necessario per il normale funzionamento del sistema nervoso, rafforzando la difesa immunitaria, la produzione di linfociti e la regolazione del metabolismo.

L'ALT si trova nel fegato, nel rene, nel polmone, nel pancreas, nel miocardio e nei muscoli.

L'AST nell'epatite è una transaminasi meno informativa, poiché il suo livello elevato può mostrare sia il danno agli epatociti che la necrosi miocardica. Inoltre, l'enzima si trova nelle cellule nervose e nelle fibre muscolari, dove i processi metabolici sono più attivi.

In un volume più piccolo è contenuto nei tessuti renali, pancreas e polmonari. Quando si verifica un danno cellulare, l'aspartato aminotransferasi lascia le cellule nel sangue. Più il processo di distruzione è attivo, maggiore è il valore dell'enzima nel sangue.

Per quali malattie oltre all'epatite è prescritta un'analisi?

Lo studio del livello di alanina aminotransferasi viene effettuato se si sospetta:

  1. malattie del tratto epatobiliare, quando il processo patologico coinvolge non solo il fegato, ma anche i dotti biliari e delle vie biliari;
  2. lesione del pancreas;
  3. epatite virale;
  4. ittero emolitico;
  5. infarto miocardico;
  6. danno epatico cirrotico;
  7. malattie dei muscoli scheletrici (distrofia muscolare progressiva, disturbi metabolici);
  8. miocardite.

A fini profilattici, può essere prescritta un'analisi:

  • persone che sono state in contatto con un paziente con epatite virale;
  • donatori che pianificano la donazione di sangue;
  • soffre di diabete;
  • pazienti obesi;
  • persone che abusano di alcol;
  • durante l'assunzione di farmaci epatotossici;
  • in presenza di ereditarietà gravata da malattie del fegato.

Le indicazioni per l'analisi biochimica con determinazione del livello AST includono:

  1. malattie del fegato (cirrosi, steatosi, echinococcosi);
  2. patologia del sistema circolatorio (ittero emolitico);
  3. malattie cardiache;
  4. insufficienza renale;
  5. Sindrome di ittero e colestasi sullo sfondo di ittero ostruttivo;
  6. malattie autoimmuni;
  7. encefalopatia per determinare la causa della disfunzione del SNC;
  8. pancreatite cronica;
  9. patologia del cancro di origine maligna;
  10. uso a lungo termine di farmaci epatotossici (antibiotici, farmaci chemioterapici);
  11. preparazione preoperatoria;
  12. controllo sulla dinamica del trattamento.

L'analisi biochimica per determinare il livello delle transaminasi è prescritta in caso di reclami:

  1. dolore al fegato nell'ipocondrio destro, dispepsia sotto forma di nausea, vomito, distensione addominale e rottura dell'intestino (stitichezza, diarrea). Ci possono anche essere gialli della pelle e delle mucose, vene del ragno, scolorimento delle feci, oscuramento delle urine e comparsa di vene dilatate sull'addome;
  2. dolore al pancreas nella zona sinistra dell'ipocondrio che si irradia alla regione lombare, vomito ripetuto, flatulenza, grave debolezza e diarrea a seguito di una violazione della digestione del cibo;
  3. cuore dolorante che brucia il dolore che si estende alla scapola, al braccio e al collo. È possibile la violazione del ritmo cardiaco e abbassare la pressione sanguigna. Il paziente ha i brividi e la paura della morte;
  4. muscolo scheletrico, marcata debolezza e cambiamento della forma del corpo a causa dell'atrofia muscolare.

Decodifica risultati

La determinazione della composizione qualitativa e quantitativa degli enzimi epatici viene effettuata in laboratorio. Per quanto riguarda l'interpretazione diretta dei risultati dell'analisi, questo dovrebbe essere fatto da un epatologo, uno specialista in malattie infettive o un gastroenterologo.

Dato il grado di aumento delle transaminasi, esistono diverse forme di enzimia:

  1. moderato, quando gli indicatori superano la norma di 2-5 volte;
  2. livello di gravità moderato 6-10 volte;
  3. grave ALT e AST nell'epatite è 11 o più volte il contenuto normale.

L'alanina aminotransferasi non è praticamente nella circolazione sanguigna, quindi un aumento del livello dell'enzima dipende direttamente dalla gravità del processo distruttivo nelle cellule.

L'aumento del contenuto di ALT è caratteristico di tali malattie e processi patologici come:

  1. cirrosi;
  2. fase acuta di infiammazione del pancreas;
  3. degenerazione epatica maligna di origine primaria o metastatica;
  4. ittero ostruttivo quando la colestasi (ristagno della bile) è dovuta all'ostruzione del dotto;
  5. epatite acuta di origine infettiva, alcolica o medicinale;
  6. disintegrazione del conglomerato tumorale;
  7. infarto del miocardio di grande area;
  8. miocardite e altre malattie cardiache, accompagnate dalla morte di cardiomiociti;
  9. ustioni;
  10. danni muscolari estesi.

Si può osservare un leggero aumento di alanina aminotransferasi:

  • nel periodo postoperatorio, quando durante l'intervento i cardiomiociti (cellule del cuore) sono stati danneggiati;
  • con infarto miocardico di una piccola area;
  • mononucleosi;
  • epatosi grassa quando i lipidi si accumulano nelle cellule del fegato;
  • epatite quando l'infiammazione è cronica.

L'alanina aminotransferasi è uno degli indicatori della malattia del fegato. Un mese prima della comparsa dei primi segni clinici di patologia nell'analisi biochimica, sono registrati i cambiamenti nel livello dell'enzima. Nella forma acuta della malattia, aumenta cinque volte. Se tali indicatori persistono per un lungo periodo, vale la pena parlare di patologia grave e morte cellulare massiva.

I cambiamenti nel livello di ALT possono diagnosticare la cirrosi in fase preclinica.

Una diminuzione del contenuto di alanina aminotransferasi nel sangue può indicare ipovitaminosi, quando il corpo è carente di acido folico e altri elementi benefici. È importante ricordare che una significativa diminuzione del livello dell'enzima nella cirrosi è un brutto segno. Questo indica la conservazione di un piccolo numero di epatociti normalmente funzionanti.

La biochimica può mostrare un aumento dell'ALT anche in assenza di un processo patologico nel corpo. Per ragioni fisiologiche per aumentare il livello dell'enzima dovrebbe includere:

  1. assunzione di alcuni farmaci, come antibatterici, immunostimolanti, anti-infiammatori non steroidei, sedativi e contraccettivi ormonali;
  2. pesante sforzo fisico;
  3. assumere integratori alimentari che hanno un effetto epatotossico;
  4. primo trimestre di gravidanza;
  5. dieta scorretta quando una persona abusa di fast food, cibi pronti, cibi grassi, affumicati, in scatola, soda e condimenti piccanti.

L'analisi è assegnata a:

  1. stabilire l'entità del danno agli epatociti e la conferma di cirrosi, epatite e altre malattie del fegato;
  2. determinare le cause dell'ittero;
  3. valutazione dell'efficacia della terapia;
  4. diagnostica delle malattie cardiache;
  5. controllo dello stato del fegato in pazienti che ricevono farmaci epatotossici.

Le ragioni per aumentare l'aspartato aminotransferasi includono:

  • attacco di cuore acuto;
  • l'epatite;
  • miocardite (autoimmune, infettiva);
  • cardiopatia reumatica;
  • una neoplasia maligna del fegato di origine primaria o metastatica;
  • malattia epatica alcolica;
  • leucemia mieloide;
  • epatite grassa;
  • danno al miocardio o al fegato;
  • miosite e miodistrofia;
  • pancreatite acuta;
  • angina pectoris

Inoltre, durante l'intossicazione da alcool, il tromboembolismo vascolare, il colpo di calore, le ustioni e lo sforzo fisico intenso si osserva un aumento dell'enzima.

L'aumento massimo di AST è registrato in patologia epatica acuta.

Più di due volte l'aumento dell'aspartato aminotransferasi è considerato significativo dal punto di vista diagnostico. Avitaminosi, così come condizioni patologiche come la rottura del fegato e la cirrosi allo stadio terminale, possono ridurre il contenuto di enzima nel sangue.

Indicatori per gli uomini

Quando decifrare l'analisi biochimica, è necessario prestare attenzione al genere del paziente. Quindi, per i rappresentanti di una buona metà della popolazione, il tasso di ALT è fino a 40 U / l, e il contenuto di aspartato aminotransferase non deve superare 31 U / l. Il limite inferiore degli indicatori è al livello di 15 unità. Inoltre, è necessario prestare attenzione alla professione del paziente, poiché un duro lavoro fisico può aumentare il livello degli enzimi epatici.

Non dimenticare le informazioni anamnestiche, poiché l'abuso di alcol e l'assunzione di farmaci epatotossici possono modificare in modo significativo la composizione quantitativa delle transaminasi nel sangue.

Indicatori per le donne

Se l'analisi biochimica è assegnata a una donna, i risultati dovrebbero essere confrontati con i seguenti indicatori:

  1. il livello normale di ALT è fino a 32 U / l;
  2. Il contenuto di AST non deve superare i 40 U / litro. Il limite inferiore di 20 unità.

La decodifica dell'analisi può anche includere il coefficiente Ritis. È il rapporto tra alanina aminotransferasi e AST ed è misurato in u / litro. La norma è la fluttuazione dell'indicatore da 1,33 a 1,75. Quando il risultato è uguale a uno, è necessario sospettare una malattia epatica cronica di natura infiammatoria o distrofica.

Se il rapporto è inferiore a uno, indica epatite infettiva. Il suo eccesso di 2 unità / litro indica danni al muscolo cardiaco, a condizione che il normale contenuto di albumina nel sangue.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Avvelenamento Essentiale Forte: sintomi e metodi per alleviare l'intossicazione

Analisi

Essentiale Forte - un farmaco che migliora la funzionalità epatica. Venduto in farmacia senza prescrizione medica ed è spesso utilizzato dai pazienti.

Come pulire il fegato dai parassiti

Sintomi

Le invasioni di vermi sono il problema più urgente del nostro tempo. Mancanza di cultura alimentare, igiene, non conformità con la prevenzione dell'infezione da parassiti porta a un gran numero di portatori di elminti.

Farmaci epatici per via endovenosa

Cirrosi

Informazioni generaliEpatoprotettori - medicinali che il medico prescrive per i pazienti con funzionalità epatica compromessa e varie malattie del fegato. Gli epatoprotettori sono anche prescritti per l'epatite C, per altre epatiti tossiche, virali e alcoliche, per lesioni dovute all'assunzione di alcuni farmaci, in particolare antidolorifici, antitumorali, antibiotici, ecc.

Nodi sul fegato di cosa si tratta

Epatite

Un nodulo nel fegato è un tumore all'interno del fegato, costituito da epatociti - cellule del tessuto epatico. I noduli possono essere maligni o benigni, e quando un nodulo si trova nel fegato, il medico può ordinare un esame per determinare i rischi associati ad esso.