Principale / Cirrosi

Che cosa fa l'esame del sangue per gli esami del fegato

Cirrosi

Il fegato svolge una neutralizzazione, sintesi proteica e altre funzioni. Con la sua malattia, la sua attività cambia. Quando una parte degli epatociti (cellule del fegato) viene distrutta, gli enzimi contenuti in essi entrano nel sangue. Tutti questi processi si riflettono nello studio biochimico dei cosiddetti campioni di fegato.

Le principali funzioni del fegato

Il fegato svolge funzioni vitali, in particolare:

  • rimuove le sostanze nocive dal sangue;
  • converte le sostanze nutritive;
  • preserva minerali e vitamine sani;
  • regola la coagulazione del sangue;
  • produce proteine, enzimi, bile;
  • sintetizza fattori per combattere l'infezione;
  • rimuove i batteri dal sangue;
  • neutralizza le tossine nel corpo;
  • sostiene l'equilibrio degli ormoni.

La malattia epatica può compromettere significativamente la salute umana e persino causare la morte. Questo è il motivo per cui è necessario consultare un medico in tempo e superare il test per i test di funzionalità epatica quando tali segni compaiono:

  • la debolezza;
  • stanchezza;
  • perdita di peso inspiegabile;
  • pelle o sclera itterica;
  • gonfiore dell'addome, delle gambe e intorno agli occhi;
  • urina scura, decolorazione fecale;
  • nausea e vomito;
  • sgabelli sciolti;
  • pesantezza o dolore nell'ipocondrio destro.

Indicazioni per lo studio

Gli esami del fegato forniscono informazioni sullo stato del fegato. Sono definiti in questi casi:

  • diagnosi di malattie croniche come l'epatite C o B;
  • monitoraggio dei possibili effetti collaterali di alcuni farmaci, in particolare degli antibiotici;
  • monitorare l'efficacia del trattamento di una malattia epatica già diagnosticata;
  • determinazione del grado di cirrosi del corpo;
  • il paziente ha gravità nel giusto ipocondrio, debolezza, nausea, sanguinamento e altri sintomi di malattia del fegato;
  • la necessità di un trattamento chirurgico per qualsiasi motivo, così come la pianificazione della gravidanza.

Molti studi sono utilizzati per valutare la funzione epatica, ma la maggior parte di essi è finalizzata all'identificazione di una singola funzione, ei risultati non riflettono l'attività dell'intero organo. Questo è il motivo per cui tali test epatici hanno ricevuto la massima applicazione nella pratica:

  • alanina aminotransferasi (ALT o ALT);
  • aspartato aminotransferasi (AST o AsAT);
  • albumina;
  • bilirubina.

Il livello di ALT e AST aumenta quando le cellule del fegato sono danneggiate a causa della malattia di questo organo. L'albumina riflette quanto bene il fegato sintetizza le proteine. Il livello di bilirubina mostra se il fegato affronta la funzione di disintossicazione (neutralizzazione) dei prodotti metabolici tossici e l'escrezione di essi con la bile nell'intestino.

Cambiamenti nei test di funzionalità epatica non significano sempre che il paziente abbia una malattia di questo organo. Solo un medico può valutare il risultato dell'analisi, tenendo conto dei reclami, dell'anamnesi, dei dati degli esami e di altri test diagnostici.

I test del fegato più comuni

I test epatici sono la determinazione di specifiche proteine ​​o enzimi nel sangue. L'anormalità di questi indicatori può essere un segno di una malattia del fegato.

Questo enzima si trova all'interno degli epatociti. È necessario per lo scambio di proteine ​​e quando il danno cellulare entra nel sangue. Il suo aumento è uno dei segni più specifici della rottura delle cellule del fegato. Tuttavia, a causa della natura della determinazione del laboratorio, non per tutte le patologie, la sua concentrazione aumenta. Pertanto, negli individui con alcolismo, l'attività di questo enzima si riduce e nell'analisi si ottengono risultati normali falsi.

Oltre agli epatociti, questo enzima è presente nelle cellule del cuore e dei muscoli, pertanto la sua definizione isolata non fornisce informazioni sullo stato del fegato. Molto spesso, non viene determinato solo il livello di AST, ma anche il rapporto di ALT / AST. Quest'ultima cifra riflette più accuratamente i danni agli epatociti.

Fosfatasi alcalina

Questo enzima si trova nelle cellule del fegato, dei dotti biliari e delle ossa. Pertanto, il suo aumento può indicare danni non solo agli epatociti, ma anche il blocco dei dotti biliari o, ad esempio, una frattura o un tumore dell'osso. Aumenta anche durante il periodo di crescita intensiva nei bambini, eventualmente aumentando la concentrazione di fosfatasi alcalina durante la gravidanza.

albumina

Questa è la principale proteina sintetizzata dal fegato. Ha molte caratteristiche importanti, ad esempio:

  • trattiene il liquido all'interno dei vasi sanguigni;
  • nutre i tessuti e le cellule;
  • trasporta ormoni e altre sostanze in tutto il corpo.

L'albumina bassa indica una compromissione della funzionalità epatica sintetica proteica.

bilirubina

Il termine "bilirubina totale" include la somma della bilirubina indiretta (non coniugata) e diretta (coniugata). Nella disgregazione fisiologica degli eritrociti, l'emoglobina in essi contenuta viene metabolizzata per formare bilirubina indiretta. Entra nelle cellule del fegato e viene neutralizzato lì. Negli epatociti, la bilirubina indiretta viene trasformata in una diretta innocua, che viene escreta nella bile nell'intestino.

Un aumento nel sangue della bilirubina indiretta indica una maggiore ripartizione dei globuli rossi (ad esempio, nell'anemia emolitica) o un disturbo nella funzione neutralizzante del fegato. Un aumento del contenuto di bilirubina diretta è un segno di una pervietà alterata del tratto biliare, ad esempio, malattia del calcoli biliari, quando una parte di questa sostanza non esce con la bile, ma viene assorbita nel sangue.

Fare ricerca

Se necessario, il medico fornisce istruzioni specifiche su quali farmaci devono essere cancellati prima di eseguire un esame del sangue. Di solito si raccomanda di non assumere cibi grassi e fritti per 2-3 giorni, se possibile, di rifiutarsi di assumere medicinali.

Il prelievo di sangue viene effettuato nella sala di trattamento della vena cubitale nel solito modo.

Le complicazioni sono rare. Dopo aver prelevato un campione di sangue, può verificarsi quanto segue:

  • emorragia sotto la pelle nel sito di una puntura venosa;
  • sanguinamento prolungato;
  • svenimento;
  • infezione delle vene con lo sviluppo della flebite.

Dopo aver preso il sangue, puoi condurre una vita normale. Se il paziente ha avuto capogiri, è meglio che si riposino per un po 'prima di lasciare la clinica. I risultati dell'analisi sono solitamente pronti il ​​giorno successivo. Secondo questi dati, il medico non sarà in grado di dire esattamente quale tipo di malattia del fegato ci sia, ma elaborerà un ulteriore piano diagnostico.

Valutazione dei risultati

Il normale contenuto dei parametri studiati può variare in diversi laboratori ed è contrassegnato sulla forma del risultato. Tuttavia, ci sono regole indicative.

  • ALT: 0,1-0,68 μmol / L o 1,7-11,3 UI / L.
  • AST: 0,1-0,45 μmol / L o 1,7-7,5 UI / L.

Le ragioni per l'aumento del livello di entrambi gli enzimi:

  • epatite acuta o cronica, cirrosi, degenerazione grassa del fegato;
  • infiammazione dei dotti biliari;
  • ittero ostruttivo (ad esempio nella malattia del calcoli biliari);
  • cancro o danno tossico a questo organo;
  • degenerazione grassa acuta in donne in gravidanza;
  • gravi ustioni;
  • anemia emolitica;
  • mononucleosi infettiva;
  • effetti collaterali di anticoagulanti, anestetici, contraccettivi orali;
  • lesione muscolare, dermatomiosite, infarto miocardico, miocardite, miopatia.

Cause dell'aumento dell'ALV a un livello AST normale o leggermente elevato:

  • infarto polmonare o mesenterico;
  • pancreatite acuta;
  • azione di cloroformio, tetracloruro di carbonio, vitamina C, dopegite, salicilati e toadstool.

Il rapporto AST / ALT è chiamato coefficiente di de Rytis, è pari a 1,33. Con la patologia del fegato, diminuisce, con malattie del cuore e dei muscoli che aumentano di più di 1.

Fosfatasi alcalina: 0,01-0,022 UI / L.

  • epatite, cirrosi, cancro del fegato;
  • colangite;
  • neoplasma della cistifellea;
  • ascesso epatico;
  • cirrosi biliare primitiva;
  • lesione metastatica del fegato;
  • fratture ossee;
  • iperparatiroidismo;
  • La sindrome di Cushing;
  • Il sarcoma di Ewing;
  • lesioni tumorali e metastatiche delle ossa;
  • colite ulcerosa;
  • infezioni microbiche intestinali, ad esempio dissenteria;
  • ipertiroidismo;
  • azione di anestetici, albumina, barbiturici, dopegita, FANS, acido nicotinico, metiltestosterone, metiltiouracile, papaverina, sulfonamidi.

Albumina: la norma nel siero è 35-50 g / l.

  • fame e altre cause di compromissione dell'assorbimento delle proteine ​​nel corpo;
  • epatite acuta e cronica, cirrosi;
  • tumori maligni;
  • gravi malattie infettive;
  • pancreatite;
  • malattie dei reni, intestino, pelle (ustioni);
  • fibrosi cistica;
  • un significativo aumento dell'attività della ghiandola tiroidea;
  • Malattia di Itsenko-Cushing.

Bilirubina: totale 8,5-20,5 μmol / L, linea retta 2,2-5,1 μmol / L.

  • epatite, cirrosi, tumori epatici;
  • ittero di origine meccanica;
  • anemia emolitica;
  • intolleranza al fruttosio;
  • Sindrome di Crigler-Nayar o Dabin-Johnson;
  • Malattia di Gilbert;
  • ittero di neonati.

Cause dell'aumento della bilirubina diretta nel sangue:

  • ittero di origine meccanica;
  • varie epatiti;
  • colestasi;
  • l'azione di androgeni, mercazolo, penicillina, aminoglicosidi, sulfonamidi, contraccettivi orali e acido nicotinico;
  • Sindrome di Dabin-Johnson o Rotor;
  • diminuita attività tiroidea nei neonati;
  • ascesso nel tessuto epatico;
  • leptospirosi;
  • infiammazione del pancreas;
  • degenerazione del fegato in donne in gravidanza;
  • intossicazione con veleno velenoso.

Cause di un aumento della bilirubina ematica del sangue:

  • anemia di origine emolitica;
  • sindrome da schiacciamento;
  • Sindrome di Crigler-Nayar, malattia di Gilbert;
  • eritroblastosi;
  • galattosemia e intolleranza al fruttosio;
  • emoglobinuria parossistica;
  • Malattia di Botkin (epatite A);
  • leptospirosi;
  • trombosi venosa della milza;
  • azione di benzene, vitamina K, dopegita, anestetici, FANS, acido nicotinico, tetraciclina, sulfonamidi, veleno di funghi.

Sindromi biochimiche

Cambiare la funzione epatica è possibile con diverse patologie. Per distinguere i danni al fegato, i medici usano appropriate sindromi biochimiche:

  • citolitico (disintegrazione degli epatociti);
  • infiammatorio (infiammazione, compresa la natura autoimmune);
  • colestatico (ristagno della bile).

La variante citolitica della lesione è prevista con l'aumento di ALT e AST. Per confermarlo, ulteriori analisi vengono utilizzate per il contenuto di fruttosio 1-fosfataldolasi, sorbitolo deidrogenasi, ornitilcarbamoiltransferasi, succinato deidrogenasi.

La concentrazione di ALT e AST può determinare l'attività di epatite e cirrosi:

Quali test è necessario passare per controllare gli indicatori di fegato e decodifica

Il fegato svolge importanti funzioni nel corpo umano e il fallimento del suo lavoro influisce negativamente sull'attività di tutti i sistemi. Patologie di questo organo sono abbastanza comuni, specialmente adesso. L'epatite, la cirrosi e altre malattie devono essere identificate in una fase iniziale, solo allora c'è la possibilità di curarle.

Esistono molti metodi per diagnosticare le malattie del fegato, il medico curante determina il piano d'esame. I test del fegato sono necessariamente inclusi nella lista delle misure diagnostiche. Considerare l'algoritmo per la preparazione e la conduzione di campioni di fegato, nonché i risultati dell'analisi in varie patologie.

Le specifiche del metodo

Questa analisi è uno studio della composizione biochimica del sangue del paziente. Cambiamenti nel livello di alcune sostanze nel sangue è un importante passo diagnostico nell'identificazione e differenziazione di molte patologie epatiche.

Gli indicatori più importanti durante l'esecuzione di test del fegato:

  1. ALT e AST.
  2. GGT.
  3. Livello di bilirubina
  4. Indicatori di albumina.
  5. AP.
  6. Le proteine ​​sono comuni.

Test del fegato test del sangue

In quali condizioni è necessario donare il sangue per gli esami del fegato:

    se una persona ha sintomi di patologie epatiche, dolore nella parte destra, nausea, aumento periodico o permanente degli indicatori di temperatura senza apparente motivo, eruzioni cutanee, gonfiore addominale, pesantezza allo stomaco dopo aver mangiato e altri.

Il giallo della pelle e la sclera dell'occhio indicano ittero e indicano direttamente che il fegato non è a posto;

  • dipendenza da alcol. Quando l'alcol viene abusato, le persone condannano il loro fegato a un duro lavoro, che il corpo non sempre affronta. Durante il periodo di abbuffata, il fegato non è in grado di rimuovere tutti gli elementi tossici dal corpo, che provoca varie malattie di questa sezione del tratto gastrointestinale. Se una persona è stata diagnosticata per molto tempo con l'alcolismo, gli epatociti (cellule epatiche) vengono distrutti e l'organo muore gradualmente;
  • ristagno nella rimozione della bile attraverso i dotti e altri disturbi della cistifellea e dei dotti, in particolare la colecistite e la malattia del calcoli biliari;

    Ristagno nella rimozione della bile

  • patologie epatiche di origine virale, tra cui primeggia tutti i tipi di epatite;
  • farmaco a lungo termine. Molto spesso questo ha un effetto negativo sullo stato del fegato e sulla sua attività. Si può sviluppare una malattia che i medici chiamano l'epatite indotta da farmaci;
  • infezione del fegato da parassiti;
  • con pancreatite.
  • Qualsiasi processo infiammatorio del tratto gastrointestinale, così come qualsiasi sensazione dolorosa nella regione epigastrica, è la ragione per cui si assegna un esame del fegato a un paziente. Tuttavia, nonostante l'elevato contenuto informativo del metodo, non può essere l'unica base per prescrivere la terapia e richiede ulteriori esami: strumentali e di laboratorio.

    Indicatori chiave

    Per capire a cosa servono i test del fegato, vale la pena di scoprire le specifiche dei principali indicatori:

    ALT (alanina aminotransferasi) è un enzima sintetizzato dalle cellule epatiche. Il tasso di questo indicatore varia da 0,2 a 0,68 mmol / centilitro. Se il livello di ALT durante l'analisi è aumentato, questo indica la distruzione di epatociti. Tali disturbi si verificano spesso sullo sfondo di cirrosi, infiammazione dell'organo o la sconfitta delle sue metastasi.

    Quando viene rilevata una diminuzione del livello di bilirubina e un aumento dell'ALT negli esami epatici, questo indica un lavoro potenziato del sistema immunitario, che distrugge l'epatite virale, ma allo stesso tempo distrugge anche le cellule del fegato. In una tale situazione, è quasi impossibile salvare il paziente, solo un trapianto di organi può aiutare.

    L'AST (aspartato aminotransferasi) è un enzima epatico coinvolto nel metabolismo degli amminoacidi e dell'acido aspartico nel corpo umano. Un livello elevato di enzimi indica danni al fegato.

    ALT e AST nelle malattie del fegato

    GGT (gamma-glutamil transpeptidase) - un aumento del livello di questo enzima nel fegato e nelle vie biliari indica anche varie patologie della sezione del fegato, come cancro, danni agli organi da alcol o droghe, epatite, cirrosi.

    Questo indicatore non può indicare in modo affidabile la natura della malattia, inoltre, è necessario fare una diagnosi ecografica della cavità addominale.

    Albumina - è un tipo di proteina umana che è estremamente importante per il corpo, perché è in grado di controllare la componente liquida del sangue e prevenire la formazione di edema tissutale. Se una persona ha una malattia del fegato, il contenuto di questa sostanza nel sangue viene significativamente ridotto.

    Se si registra un aumento del livello di albumina, di solito si verifica con grave diarrea, accompagnata da perdita di acqua, così come con l'infiammazione con l'aumento degli indicatori di temperatura.

    ALP, o fosfatasi alcalina, è un elemento direttamente coinvolto nel movimento del fluoro in tutto il corpo.

    Un aumento del livello di una data sostanza può normalmente essere osservato nelle donne durante il periodo di gestazione di un bambino o di persone dell'adolescenza, ma questo indicatore aumenta nettamente e significativamente con le malattie del fegato. Tali malattie possono essere di natura diversa: processi oncologici nell'organo, epatite, metastasi e altri. Se il paziente ha anemia, il valore della ghiandola tiroidea nell'analisi sarà ridotto.

  • Proteina totale - è presente nel corpo di ogni persona. Con una diminuzione del tasso di questo elemento, possiamo parlare di patologie croniche del fegato e, con un aumento, di disidratazione o eccessivo sforzo fisico.
  • Valori normali

    Esistono standard in base ai quali i medici valutano i risultati degli esami del fegato. Per uomini e donne, questi valori sono gli stessi, solo il periodo di gravidanza per le donne può influire sul cambiamento di questi dati (Tabella 1).

    Tabella 1 - Test di funzionalità epatica normale per adulti

    Per quanto riguarda i bambini, questa categoria di pazienti ha i propri standard, che dipendono direttamente dall'età specifica del bambino (Tabella 2).

    Tabella 2 - Norme degli esami del fegato nei bambini

    Età di un bambino sotto 1 anno - 54 unità / l.

    Da 1 a 3 anni - 33 unità / l.

    Da 6 a 15 anni - 39 unità / l.

    Dopo 1 anno - 54 unità / l.

    Da 1 a 3 anni - 29 unità / l.

    Da 6 a 15 anni - 39 unità / l.

    Da 1 a 15 anni - da 3,4 a 20,7 μmol / l.

    Da 1 anno - da 80 a 470 IU / l.

    Da 1 a 10 anni - da 65 a 360 IU / l.

    Da 10 a 15 anni - da 80 a 440 IU / l.

    Da 1 anno - da 6 a 60 unità / l.

    Dopo 15 anni - da 6 a 23 unità / l.

    Per stabilire la causa dei cambiamenti nei test di funzionalità epatica, è necessario condurre ulteriori diagnosi. In particolare, alcuni test sono condotti per determinare la composizione biochimica del sangue: un test del timolo, un test sublimatico e un esame del livello di fibrinogeno, che sarà discusso di seguito.

    Come prepararsi per l'analisi?

    Affinché il risultato del test sia affidabile, è necessario prepararlo adeguatamente. Ci sono regole speciali per i pazienti da seguire. Ciò impedirà la possibilità di errore.

    Quando il risultato potrebbe essere sbagliato:

    1. L'effetto di determinati farmaci che una persona assume costantemente, quindi prima della procedura, è necessario comunicare al medico i farmaci presi.
    2. Con una forte compressione della mano, da cui prendono sangue, un tourniquet medico.
    3. Aumento del peso corporeo, obesità.
    4. Rifiuto di mangiare cibo di origine animale (vegetariani).
    5. Completa mancanza di attività fisica o inattività di una persona.
    6. Il periodo di portare un bambino.

    Si tenga sempre presente che il fegato risponde rapidamente ai minimi cambiamenti nel corpo, quindi infrangere le regole per l'assunzione di questi test può influire negativamente sulla precisione del risultato.

    • è necessario donare sangue a stomaco vuoto. L'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 8-10 ore prima del campione. Per questo motivo, lo studio è sempre assegnato al mattino;
    • 24 ore prima dell'analisi, lo sforzo fisico eccessivo è proibito, può essere un duro lavoro o uno sport, non importa;
    • se i campioni devono essere eseguiti da una persona che abusa di alcol, allora durante il periodo di abbuffate lo studio non viene condotto. Quando un medico prescrive un'alcoloterapia, una tale categoria di pazienti deve abbandonare completamente l'alcol, almeno un giorno prima dell'analisi, perché anche una magro dose di tali bevande influenzerà il risultato del test non nel modo migliore;
    • il fumo è inaccettabile prima dello studio per 2-3 ore, la nicotina influenza le prestazioni dell'analisi;
    • la sera prima di assaggiare il paziente dovrebbe avere una cena leggera, senza grassi e arrosto.

    Ci sono casi in cui il medico curante prescrive ripetuti esami del fegato, se lo studio precedente sembrava allo specialista sbagliato.

    Procedure aggiuntive

    Per determinare le funzioni del fegato vengono utilizzati anche altri studi che aiutano a confermare o confutare i risultati ottenuti con campioni di fegato ed evitare errori.

    Timolo e campioni sublimati

    Il test del timolo è uno degli esami del sangue aggiuntivi che caratterizzano le proprietà sintetizzanti del fegato. Un grande numero di composti proteici che svolgono varie funzioni compaiono in questo organo: regolano la pressione oncotica del sangue, influenzano le sue capacità di coagulazione, mantengono il livello di pH ottimale e trasportano anche elementi benefici ad altri sistemi e tessuti.

    Ci sono 5 frazioni di tali composti, il test del timolo aiuta a determinare il rapporto. Con questa analisi, i medici possono identificare la patologia in una fase iniziale, quando i sintomi non sono ancora comparsi.

    In quali condizioni l'indicatore aumenta:

    • Epatite di tutte le forme, tra cui medicinali o alcolici, gravi danni al fegato sotto forma di cirrosi e cancro, epatite grassa e altri disturbi in quest'area.
    • Disturbo dei processi metabolici delle proteine ​​ereditarie.
    • Patologia del sistema urinario, che sono accompagnati da perdita di composti proteici di tipo albumina insieme alla produzione di urina. Tali malattie includono pielonefrite, glomerulonefrite, amiloidosi e altri.
    • Malattie sistemiche: poliartrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico (LES), dermatomiosite.
    • Mieloma.
    • Malattie che colpiscono il tratto digestivo: pancreatite, diarrea e enterite.
    • Oncologia di qualsiasi area del corpo.
    • Abuso di grassi animali

    Valutando il risultato del test del timolo, lo specialista studierà necessariamente gli indicatori di fosfatasi alcalina, bilirubina, colesterolo e il livello delle transaminasi. Tra le altre cose, è necessario condurre il solfato di zinco e sublimare i campioni.

    Il campione di Sulemovoy è simile al timolo, perché si applica anche al sedimentario. Usando questa analisi, i tecnici di laboratorio identificano il volume della soluzione di cloruro di mercurio che deve essere versato nel sangue prelevato dal paziente, con l'aggiunta di una soluzione isotonica di sodio. Come risultato di questa miscelazione, appare una forte torbidità del sangue in studio.

    Questo test indica la capacità dei composti proteici di essere presenti nel siero del sangue in uno stato sospeso. I risultati di questa analisi aiutano a identificare patologie del fegato e della colecisti, epatite cronica, cirrosi di organi. Con un aumento delle prestazioni, il medico può anche sospettare malattie di natura reumatica.

    Rilevazione del livello di fibrinogeno

    Il livello di fibrinogeno è anche importante per l'esame di una persona con sospetta malattia epatica. Questa sostanza è una proteina presente nel sangue. È il materiale principale per la formazione di un coagulo di sangue ed è sintetizzato dal fegato.

    Non appena viene attivata la sezione plasmatica del sangue, la trombina inizia ad agire, trasformando il fibrinogeno in monomeri. Dopo l'intero processo di trasformazione, questi elementi cadono come filamenti insolubili, che sono un polimero di fibrina, e da esso si forma un trombo.

    Quali patologie sospetta un medico quando prescrive un'analisi per il fibrinogeno:

    • malattie del sistema cardiovascolare;
    • malattia del fegato;
    • emofilia;
    • individuazione delle complicanze di alcune malattie;
    • infiammazione nel corpo di genesi inspiegabile.

    Le donne incinte devono donare il sangue per il fibrinogeno ogni trimestre. Inoltre, l'analisi è spesso prescritta in preparazione per un intervento chirurgico sul tratto gastrointestinale.

    FibroTest

    Questa analisi viene eseguita per le persone che sospettano la fibrosi epatica. Questo processo patologico nel corpo porta alla sostituzione del tessuto connettivo sano. Più questa malattia è trascurata, più è difficile per il fegato funzionare, fino al completo arresto del suo lavoro. Con l'aiuto di fibrotest, i medici possono identificare non solo la malattia stessa, ma anche il suo stadio. Questa analisi è divisa in 2 tipi:

    1. Fibrotest - mostra la presenza e lo stadio della cicatrizzazione del tessuto epatico.
    2. Akti Test - rivela necrosi dell'organo e il grado della sua attività, così come l'infiammazione derivante da questa patologia.

    Fibrotest mostra abbastanza accuratamente la presenza anche di piccole aree di cicatrici, quindi viene spesso eseguita. Chi è stato prescritto fibrotest:

    1. Persone che soffrono di qualsiasi forma di epatite.
    2. Persone che abusano di alcol.
    3. Pazienti in sovrappeso
    4. Diabetici.

    Dopo aver esaminato gli indicatori di tutti questi campioni, sarà più facile per il medico determinare il tipo di patologia che si è manifestata nel paziente e anche prescrivere correttamente e tempestivamente il trattamento.

    Esperienza del paziente

    Considera le recensioni dei pazienti sui test del fegato:

    Molte persone dubitano dell'informatività e dell'affidabilità dei test del fegato, ma gli errori nei risultati e la loro interpretazione sono rari. Tuttavia, è possibile, inoltre, è anche necessario eseguire l'ecografia del fegato e altri organi, che confermeranno o confuteranno la testimonianza dell'analisi.

    A volte, invece degli ultrasuoni, viene prescritta la risonanza magnetica, che è il metodo diagnostico più accurato e informativo. Non dobbiamo dimenticare che le gravi malattie di questo organo potrebbero non manifestarsi a lungo, e solo un esame tempestivo rivelerà una violazione.

    Test del fegato test del sangue

    Come si può determinare la capacità funzionale del fegato su un numero relativamente piccolo di parametri di laboratorio? Per questo è necessario condurre un esame del sangue per i test di funzionalità epatica.

    Il fegato umano è la fabbrica biochimica centrale del nostro corpo. Questo organo svolge un gran numero di funzioni diverse e allo stesso tempo il fegato partecipa anche alla digestione. La bilirubina e varie proteine ​​sono sintetizzate nel fegato, l'azoto viene neutralizzato, trasformandosi in urea solubile. Vari grassi sono sintetizzati e decomposti nel fegato, questo organo è in grado di neutralizzare una varietà di tossine e sostanze nocive, di cui il più usato è l'etanolo. Il corpo fino alla fine utilizza ormoni inutili, varie sostanze biologicamente attive, sintetizza le proteine ​​necessarie per la coagulazione del sangue, la bile, che emulsiona i grassi e vari anticorpi.

    Medici e biochimici hanno lavorato sodo per riconoscere marcatori specifici che stanno ai "punti nodali" della funzione dell'organo e possono immediatamente dire i processi che aiutano a designare. Al fine di valutare più o meno completamente il lavoro del fegato, non è necessario inviare una persona decine o centinaia di volte a fare un esame del sangue biochimico per singole sostanze. I test epatici ci consentono immediatamente di valutare il gruppo di possibili violazioni. Quali disturbi possono essere determinati in questo caso e quali indicatori sono correlati ai test epatici?

    Gruppi epatici

    Per valutare il lavoro di questo corpo è necessario:

    Verifica la capacità del corpo di trasportare attivamente vari composti e sostanze, ad esempio per rimuovere i coloranti che sono caduti in esso.

    Tali analisi aiutano a comprendere lo scambio di bilirubina in questo organo e a valutare la funzione della formazione della bile;

    Il secondo gruppo di campioni di fegato consente di valutare l'attività del metabolismo epatico nella trasformazione di vari composti.

    È importante valutare il tasso di escrezione dei farmaci da questo organo, la capacità di legare ammoniaca e fenoli, che sono prodotti di degradazione tossici delle proteine;

    Il terzo gruppo di campioni di sangue epatico include test che consentono di valutare la capacità sintetica di un organo di creare varie necessarie proteine ​​del siero;

    Analisi dei dati molto importanti di vari enzimi - indicatori di distruzione cellulare - epatociti (citolisi) e ristagno della bile (colestasi).

    Come donare il sangue per gli esami del fegato? Va detto che la stragrande maggioranza dei campioni elencati di seguito sono abbastanza facili da prendere. Non è richiesta una preparazione speciale per la loro condotta. L'unica cosa che dovrebbe essere presa in considerazione è la necessità di somministrare sangue venoso a stomaco vuoto, preferibilmente osservando il periodo di digiuno notturno, o un periodo di 4 ore dopo l'ultimo spuntino leggero. Un requisito obbligatorio e categorico è l'eliminazione completa dell'attività fisica per il giorno prima delle analisi del sangue, nonché un divieto di utilizzo di alcol.

    Rappresentanti di test - marcatori e campioni di fegato

    Quali analisi specifiche possono essere attribuite a test epatici? Il primo gruppo di campioni, che valuta la biotrasformazione di sostanze organiche nell'organo e il tasso di escrezione, è rappresentato principalmente dal campione di bromosulfaleina. Cerchiamo di valutare i vari marcatori che sono più popolari.

    Test di Bromsulfalein

    Questo test è usato raramente nella pratica ambulatoriale, nella valutazione primaria della funzionalità epatica, ma è riconosciuto dagli epatologi ed è il modo più completo per studiare la capacità escretoria o escretoria del fegato.

    Bromsulfalein è una tintura speciale che il fegato rimuove in una forma completamente invariata. Un adulto in buona salute dopo aver atteso l'introduzione di una soluzione al 5% di questo colorante per 1 minuto, attende 45 minuti e successivamente viene eseguito un esame del sangue. Con la normale capacità della ghiandola digestiva più grande di rimuovere questa colorazione dal siero alla bile, non più del 6% della quantità inizialmente iniettata rimane nel sangue. Nel caso in cui questo tempo sia allungato, il farmaco non può essere secreto nella bile e ciò indica il possibile sviluppo di ittero ostruttivo o della sua forma parenchimale.

    Questo è un metodo molto sensibile che consente di valutare la velocità con cui il fegato cattura le sostanze che appaiono nel sangue. Se la bromialefaleina viene ritardata nel plasma e non diminuisce con la quantità di tempo richiesta, ciò indica un grave danno d'organo. Il ritardo della tintura è particolarmente pronunciato in caso di cirrosi e nel caso di una grave forma di epatosi grassa, con il ristagno della bile, cioè con colestasi, che è combinata con ittero. Inoltre, questo test è importante nell'emocromatosi e in altre epatopatie pigmentate.

    Test antipirina

    Le funzioni neutralizzanti del fegato, la sua capacità di distruggere le tossine nella pratica clinica sono valutate usando un test epatico antipirina. Questo test è clinicamente affidabile e molto sensibile e viene utilizzato per un'accurata diagnosi di malattie negli studi epatologici, ma nelle cliniche questo test non verrà assegnato immediatamente. Il test antipirina mostra molto bene lo stato del sistema microsomiale del citocromo P 450 e può essere eseguito anche sullo sfondo di alto ittero.

    Il paziente viene iniettato per via endovenosa con 1 grammo di antipirina in soluzione, e esattamente un giorno dopo viene prelevato il sangue e viene determinata la concentrazione della sostanza. Successivamente, viene calcolata la clearance, ovvero la velocità di rimozione dell'antipirina dal plasma sanguigno, che il sistema di difesa epatica esegue. Normalmente, il test del fegato con l'antipirina in un adulto dimostra che il fegato è in grado di eliminare circa 58 ml di plasma al minuto dall'antipirina. Con la degenerazione grassa (epatite), questa cifra scende a 43 ml e con la cirrosi questa cifra è ridotta a 12 ml al minuto.

    Anche indicatori molto importanti del lavoro del sistema neutralizzante del fegato sono il livello di ammoniaca e fenoli nel plasma sanguigno. È un aumento di questi indicatori che svolgono un ruolo importante nella comparsa di encefalopatia epatica in caso di grave insufficienza.

    Indicatori della funzione di sintesi proteica

    Questi campioni includono il livello di proteine ​​nel siero. Nei pazienti con malattie del fegato, la concentrazione di albumina sierica è spesso ridotta sullo sfondo dei normali livelli di proteine ​​totali, ma la frazione di gamma globuline aumenta. Ciò è dovuto a una diminuzione della produzione di albumina nel fegato.

    Molto spesso, l'ipoalbuminemia significativa può essere rilevata nella cirrosi grave e attiva, che non è stata trattata e si è spinta troppo oltre. Un fegato sano può sintetizzare almeno 12 grammi di albumina pura al giorno, che mantiene la cosiddetta pressione oncotica del sangue. Se la sua quantità nel plasma diminuisce, porterà inevitabilmente all'edema.

    Campioni sedimentari - timolo

    Dei test del fegato sedimentario che riflettono la funzione epatica nella pratica clinica e ambulatoria, il test del timolo è il più utilizzato. Il significato di questo test è che il suo tasso aumenta non solo prima della comparsa dell'ittero, ad esempio nell'epatite virale acuta, ma diventa anche positivo prima dell'inizio dell'itterizia, come indicato dalla decodifica del test del sangue. Questo test consente di indicare la transizione dell'epatite acuta alla forma cronica. Di solito in un processo virale acuto dopo un mese (4-5 settimane) in un corso normale con una tendenza al recupero e quando il corpo viene eliminato dai virus, il test timolo ritorna ai valori normali (da 0 a 4 unità).

    Se la malattia ha una natura protratta o diventa cronica, l'indicatore del campione di timolo rimane costantemente alto. Gli epatologi esperti ritengono che nell'epatite cronica e nella cirrosi questo test sia sensibile e affidabile e rifletta l'attività del processo patologico di danno al tessuto epatico. Tuttavia, esiste un'opinione opposta, che afferma che questo è un metodo obsoleto e che i suoi dati non possono essere calibrati e standardizzati con precisione.

    Tassi di coagulazione

    Un esame del sangue per gli esami del fegato non implica sempre la ricerca di sostanze che sono profonde nel corpo. A volte è possibile valutare la funzione del fegato, apparentemente distante dall'analisi di "destinazione". Ma a un esame più attento, risulta che è strettamente correlato alla funzione del fegato. Questi sono fattori di coagulazione del sangue.

    Questi includono l'indice di protrombina, che viene utilizzato per rilevare il valore medio della protrombina. Può essere chiamato lo studio dell'attività della protrombina. Normalmente, questo indicatore varia tra 80% e 100%. Se un processo necrotico si sviluppa nel fegato con la morte di una parte di un organo, allora questa cifra diminuisce drasticamente. Se un indice di protrombina ha improvvisamente iniziato a calare bruscamente in un paziente con un danno epatico a lungo termine, ciò indica un approccio ravvicinato del coma, ma consente ai medici di prepararsi per il deterioramento e persino di prevenire questo evento.

    Anche a volte in epatologia clinica, vengono esaminati gli indicatori di proconvertina o 7 ° fattore di coagulazione, i cui valori normali vanno dall'80 al 120%.

    Vari enzimi - marcatori di citolisi

    Quando si parla di un esame del sangue per i test di funzionalità epatica, si tratta principalmente di enzimi impliciti o di vari enzimi.

    ALT e AST

    Questo gruppo di test del fegato include marcatori di distruzione delle cellule del fegato e la loro necrosi: si tratta di aminotransferasi sieriche, note come ALT e AST. Sono stati ripetutamente descritti in altri articoli (Norma ALT e AST nel sangue, ALT e AST nell'epatite C).

    Possiamo solo dire che la loro attività nel siero del sangue aumenta in proporzione alla quantità di distruzione cellulare, ad esempio, nell'epatite acuta. L'attività di questi enzimi è un indicatore molto sensibile di citolisi o danno alle cellule del fegato.

    LDH - lattato deidrogenasi

    La lattato deidrogenasi normalmente varia da 100 a 340 unità e il significato clinico di questo enzima e dei suoi isoenzimi è ridotto alla diagnosi precoce dell'epatite virale acuta, specialmente quando si tratta dell'isoenzima 5 dell'LDH. La sua attività si rivela elevata il primo giorno di malattia e significativamente aumentata per 1 e 2 settimane di processo virale acuto. Dopo 2 mesi, l'indicatore ritorna normale.

    Nel caso in cui il paziente abbia l'epatite cronica o il debutto della cirrosi, allora la lattato deidrogenasi reagisce più lentamente. Ma poi, in una fase terminale minacciosa di cirrosi, la sua concentrazione nel sangue diminuisce bruscamente. Se ti viene chiesto di eseguire uno studio sull'LDH, a causa di una malattia del fegato, devi tenere presente che dovremmo parlare dell'attività della frazione 5 o dell'isoenzima LDH n. 5. Solo è un complesso epatico specifico.

    Marcatori di colestasi: fosfatasi alcalina e GGT o γ - glutamil transpeptidasi

    La fosfatasi alcalina, ad eccezione del fegato, viene sintetizzata nelle ossa, nell'intestino e nel tessuto placentare. Normalmente, la sua concentrazione non supera le 5 unità, o secondo il sistema SI - 360 nanomoli per litro. Al fine di aumentare l'affidabilità, la concentrazione di fosfatasi alcalina viene solitamente effettuata insieme ad un altro marker di colestasi o gamma-glutamil transpeptidasi. Questo enzima non si trova nel tessuto osseo o placentare, quindi un aumento congiunto dei valori indica chiaramente la colestasi o la stasi biliare. La ragione principale per l'aumento di questo enzima nel siero è il blocco esistente della circolazione enteroepatica (enteroepatica) degli acidi biliari.

    Più spesso, la fosfatasi alcalina e la sua sinergica - gamma-glutamiltranspeptidasi aumenta con ittero meccanico, lo sviluppo di epatite indotta da farmaci, seguita da aggiunta di colestasi, così come con cirrosi biliare. In queste malattie, la fosfatasi alcalina aumenta ancor prima dell'inizio della sindrome ittero e rimane a lungo aumentata, anche dopo la scomparsa o la risoluzione dell'ittero. Nello stesso caso, se l'ittero è causato dalla distruzione di epatociti (o è parenchimale - con epatite virale, malattia epatica alcolica), allora l'attività nell'analisi del sangue dei campioni di fegato responsabili della colestasi è bassa.

    Sopra, abbiamo esaminato i test epatici più comuni utilizzati nella pratica ambulatoriale e stazionaria per valutare la funzione di questo organo. Nelle mani di un medico esperto che intuitivamente sente e sa quando assegnare una particolare analisi, questi test possono non solo diagnosticare sindromi di laboratorio come citolisi, colestasi, insufficienza epatocellulare e altri, ma anche prevenire lo sviluppo di gravi complicanze in modo tempestivo. In alcuni casi, questi campioni possono essere sospettati di danni al fegato e tra l'apparente salute completa. Offriamo anche di passare un piccolo test sulla salute del fegato, su 12 domande.

    Esame del sangue per test di funzionalità epatica: decodifica e diagnosi di malattie

    La diagnostica e il trattamento di varie patologie del corpo umano nel corso degli anni procede con passo sicuro. I moderni metodi di ricerca ci permettono di confermare questa o quella malattia nel modo più meraviglioso. Ma nelle situazioni in cui si tratta di fegato, non esiste un metodo universale che consenta di valutare il livello della sua fermentazione e condizione, sfortunatamente. Pertanto, la diagnosi di laboratorio include un'analisi dei test di funzionalità epatica. Attraverso tale studio, è possibile conoscere lo stato del fegato e il grado di sviluppo della malattia proposta.

    Informazioni generali

    I test epatici sono chiamati esami del sangue clinici, grazie ai quali è possibile valutare il grado di danno e il decorso della malattia del sistema epatobiliare. La valutazione è influenzata dalla concentrazione dei componenti nel campione di sangue sotto esame. L'analisi complessa include i seguenti indicatori:

    Tutti i risultati che vanno oltre l'intervallo normale, indicano danni al fegato e lo sviluppo di patologia in esso.

    Il fegato è un organo vitale che è responsabile di una moltitudine di processi biochimici continuamente in esecuzione. Produce i componenti del sistema del complemento e l'immunoglobulina. Questi elementi sono estremamente importanti per il sistema immunitario, in quanto aiutano il corpo a combattere i patogeni esterni. Inoltre, il fegato esegue la biotrasformazione della bilirubina e sintetizza il glicogeno.

    • Secondo l'analisi biochimica del sangue, ad esempio, in caso di cirrosi epatica, è impossibile conoscere l'attività dei processi che si verificano nell'organo, poiché le cellule epatiche sono separate dal sangue dagli epatociti.
    • Ma se gli enzimi epatici si trovano nell'analisi clinica, dicono che le pareti degli epatociti sono danneggiate e l'organo ha bisogno di un trattamento immediato.

    Dovrebbe essere chiaro che quando si individuano deviazioni dalla norma nell'analisi biochimica del fegato, indipendentemente dal fatto che gli indicatori siano elevati o abbassati, essi parlano dell'insufficienza della sua funzione sintetica.

    Interessante! Diagnosi di varie patologie, in cui viene utilizzato un esame del sangue per test del fegato, la decodifica viene eseguita in parallelo con i test renali e reumatici.

    Indicazioni per lo studio

    Test funzionali del fegato sono indicati per determinare le varie patologie dell'organo. Questi includono:

    • la comparsa di sclera gialla e aree cutanee;
    • dolore o sensazione di pesantezza nel giusto ipocondrio;
    • amarezza al mattino in bocca;
    • periodi di nausea;
    • aumento della temperatura;
    • l'alcolismo;
    • malattie croniche di organi;
    • diabete;
    • in sovrappeso;
    • sospetta cirrosi o un tipo di epatite (virale, autoimmune, farmaco, ecc.);
    • patologia tiroidea;
    • cambiamenti epatici da immagini ecografiche preliminari;
    • trasfusione di sangue o dei suoi componenti negli ultimi tempi;
    • alti livelli di ferro;
    • gamma globulina elevata.

    Tali analisi del fegato ci permettono di stimare il decorso della malattia nel tempo, e non solo il fegato stesso, ma anche l'intero sistema epatobiliare viene valutato.

    Interessante! Gli esami del fegato funzionali consentono di diagnosticare alcune malattie parassitarie.

    Vale anche la pena di dire che questo esame del sangue per le malattie del fegato rende possibile identificare un danno medico all'organo, dal momento che alcuni farmaci possono danneggiare le cellule del fegato.

    Come prepararsi per l'analisi

    Il test per i test di funzionalità epatica è il seguente:

    1. È necessario escludere l'assunzione di cibo per 12 ore prima dell'inizio dello studio. Di norma, il prelievo del sangue avviene al mattino fino alle 11, quindi non puoi fare colazione dopo una notte di sonno. Consentito di bere qualche sorso d'acqua.
    2. Al massimo grado eliminare ogni sforzo fisico, sovraccarico emotivo per mezz'ora prima dello studio.
    3. È vietato fumare 30 minuti prima dell'inizio del test.

    Il materiale di prova è sangue venoso.

    Quali sono i risultati degli esami del fegato. Tariffe e deviazioni

    Un'analisi del fegato per gli esami del fegato mostra una valutazione delle sue tre funzioni principali:

    In base ai risultati dello studio, verrà rivelato quale degli indicatori è stato violato e quali funzioni il corpo non esegue sufficientemente.

    Funzione sintetica

    La funzione sintetica include indicatori:

    L'albumina è la principale proteina del sangue che trasporta e supporta la pressione oncotica. Con epatite fulminante e insufficienza renale in forma grave, la concentrazione di albumina diminuisce notevolmente. Con l'epatite alcolica e l'epatite C, l'esame del sangue nei campioni di fegato per l'albumina rientra nell'intervallo di normalità e raramente diminuisce.

    Il tempo di protrombina consente di valutare la via esterna della coagulazione del fibrinogeno, la protrombina, i fattori V, VII e X. Poiché è il fegato che sintetizza queste sostanze, una deviazione dalle norme può indicare una violazione del meccanismo di coagulazione, che alla fine porta ad un aumento del sanguinamento. Sfortunatamente, nelle prime fasi della patologia è impossibile vedere deviazioni significative dalla norma per questo indicatore.

    Il colesterolo è una sostanza prodotta per il 25% dal fegato, dopo di che entra nel sangue o nel tratto gastrointestinale, essendo nella composizione degli acidi biliari. Se il livello di colesterolo aumenta notevolmente, si nota l'ipercolesterolo, che indica lo sviluppo della colelitiasi, dell'epatite virale, della cirrosi biliare primitiva e di altre patologie. Il tasso di colesterolo totale è 2.9-5.2 mmol / l.

    Funzione di scambio

    La funzione di scambio include indicatori:

    ALT e AST sono sostanze enzimatiche che sono coinvolte nel metabolismo degli amminoacidi. Possono essere trovati non solo nel fegato, ma anche nel cuore, nei reni. Condurre test di funzionalità epatica con ulteriori analisi dell'analisi e identificazione di anomalie nel livello di ALT indica malattie dell'organo. Il livello di ALT è un marcatore specifico di malattie del fegato, poiché un aumento di questo indicatore in un esame del sangue biochimico indica epatite alcolica, metastasi di organi e cirrosi epatica. Nell'epatite virale e nei danni agli organi tossici, l'ALT e l'AST sono aumentati.

    La fosfatasi alcalina è un enzima epatico che svolge il ruolo di catalizzatore principale. L'aumento dei livelli ematici indica colestasi. Ma oltre alle patologie epatiche, alti livelli di fosfatasi alcalina indicano malattia ossea, sarcoidosi e infarto.

    GGT è un indicatore importante, grazie al quale è possibile sapere con una precisione del 100% se ci sono eventuali alterazioni patologiche nel fegato. Il livello GGT aumenta sempre se ci sono cambiamenti nel fegato. Quando si tratta di ostruzione delle vie biliari, il livello di GGT aumenta di 5-30 volte.

    Funzione escretoria

    La funzione escretoria include indicatori di bilirubina diretta e indiretta (totale).

    La bilirubina è un pigmento che appare come risultato della scissione dell'emoglobina e di alcune proteine ​​che contengono orlo. La bilirubina è tossica per il sistema nervoso, quindi è normalmente escreta nella bile e nelle urine dal corpo. Il processo di rimozione del pigmento multistadio e il fegato svolge un ruolo importante in questo. Se il livello di bilirubina nel sangue è elevato, si osserva ittero.

    Quali sono le caratteristiche della ricerca biochimica

    Si raccomanda di eseguire un esame del sangue per gli esami del fegato necessariamente a stomaco vuoto, al mattino è permesso solo bere qualche sorso d'acqua. Inoltre, prima di passare lo studio, è necessario prestare attenzione per escludere tutti i tipi di fattori che contribuiscono alla comparsa di un falso risultato:

    • antibiotici, antidepressivi, contraccettivi ormonali;
    • Non assumere Aspirina o Paracetamolo contenenti droghe, fenitoina e barbiturici prima del test.

    Quale medico dovrei contattare?


    Se si pone la domanda su quali analisi dovrebbero essere prese, se ci sono problemi con il fegato, e a quale specialista fare richiesta di aiuto, qui puoi raccomandare di contattare:

    • terapeuta;
    • un gastroenterologo;
    • epatologo;
    • medico di famiglia.

    Tutti questi specialisti dovrebbero esaminare il paziente e assegnargli i test diagnostici per confermare la diagnosi.

    Il campione di sangue epatico mostra lo stato del fegato e consente di identificare molte condizioni patologiche che si trovano in una forma latente e non si mostrano in una fase precoce. Se si identifica il problema in tempo, sarà molto più facile e più veloce sbarazzarsi della malattia.

    Test epatici: analisi di decodifica, norme

    I test di funzionalità epatica sono test di laboratorio di sangue, il cui scopo è una valutazione obiettiva delle funzioni di base del fegato. La decodifica dei parametri biochimici consente di identificare la patologia dell'organo e di tracciare la dinamica di possibili cambiamenti indesiderati nel corso del trattamento con preparazioni farmacologiche ad effetto epatotossico.

    Parametri biochimici di base

    Analisi biochimica del sangue per determinare la concentrazione di composti importanti e per identificare il livello quantitativo di un numero di enzimi nel plasma.

    I seguenti indicatori aiutano a valutare l'attività funzionale del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari:

    • Attività dell'enzima AST - aspartato aminotransferasi, ALT - alanina aminotransferasi, GGT - gamma-glutamiltransferasi e fosfatasi alcalina - fosfatasi alcalina;
    • il livello di proteine ​​totali e le sue frazioni (in particolare - albumina) nel siero;
    • livello di bilirubina coniugata e non coniugata.

    Il grado di deviazione dai valori normali consente di determinare quanto sono danneggiate le cellule del fegato e qual è lo stato delle funzioni sintetiche ed escretorie del fegato.

    Fai attenzione: negli esseri umani, il fegato svolge il ruolo del principale "laboratorio biochimico", nel quale continua un numero enorme di reazioni. L'organo è la biosintesi dei componenti del sistema del complemento e dell'immunoglobulina, necessari per combattere gli agenti infettivi. Svolge anche la sintesi del glicogeno e subisce bilirubina di biotrasformazione. Inoltre, il fegato è responsabile della disintossicazione, cioè della divisione di sostanze pericolose che entrano nell'organismo con cibo, bevande e aria inalata.

    Secondo gli esami del sangue, è piuttosto problematico valutare quanto attivamente i processi biochimici avvengano all'interno delle cellule epatiche, poiché le membrane cellulari separano gli epatociti dal sistema circolatorio. L'aspetto degli enzimi epatici nel sangue indica danni alle pareti cellulari degli epatociti.

    La patologia è spesso indicata non solo da un aumento, ma anche da una diminuzione del contenuto di alcune sostanze organiche nel siero. Una diminuzione della frazione di albumina della proteina indica una deficienza nella funzione sintetica dell'organo.

    Importante: durante la diagnosi di numerose patologie, i test di funzionalità epatica sono eseguiti in parallelo con test renali e reumatici.

    Indicazioni per i test di funzionalità epatica

    Gli esami epatici sono prescritti quando i seguenti segni clinici di malattia epatica compaiono nei pazienti:

    • giallo della sclera e della pelle;
    • pesantezza o dolore nell'ipocondrio a destra;
    • sapore amaro in bocca;
    • nausea;
    • aumento della temperatura corporea totale.

    Sono necessari test epatici per valutare la dinamica delle malattie del fegato e del sistema epatobiliare - infiammazione dei dotti biliari, ristagno della bile, nonché epatite virale e tossica.

    Importante: i test del fegato aiutano nella diagnosi di alcune malattie parassitarie.

    Sono importanti se il paziente sta assumendo farmaci che possono danneggiare gli epatociti - cellule che formano più del 70% del tessuto dell'organo. Il rilevamento tempestivo delle deviazioni dalla norma consente di apportare le modifiche necessarie al piano di trattamento e prevenire danni medici all'organo.

    Fai attenzione: Una delle indicazioni per i test del fegato è l'alcolismo cronico. Le analisi aiutano a diagnosticare patologie gravi come la cirrosi e l'epatite alcolica.

    Regole per l'analisi dei test di funzionalità epatica

    Il paziente deve venire in laboratorio la mattina dalle 7:00 alle 11:00. Non è consigliabile assumere cibo prima di prendere il sangue per 10-12 ore. Puoi bere solo acqua, ma senza zucchero e non gassata. Prima dell'analisi, lo sforzo fisico dovrebbe essere evitato (anche se è indesiderabile persino fare esercizi mattutini). Alla vigilia è vietato consumare bevande alcoliche, poiché in questo caso le cifre saranno fortemente distorte. Al mattino assicurati di astenersi dal fumare.

    Fai attenzione: Una piccola quantità di sangue viene raccolta per i test del fegato da una vena nella zona del gomito. I test sono condotti utilizzando moderni analizzatori biochimici automatizzati.

    Fattori che influenzano i risultati della funzione epatica:

    • inosservanza delle regole di preparazione;
    • sovrappeso (o obesità);
    • prendendo alcuni agenti farmacologici;
    • compressione eccessiva della vena con un laccio emostatico;
    • dieta vegetariana;
    • la gravidanza;
    • ipodynamia (mancanza di attività fisica).

    Per valutare l'attività funzionale del fegato, è importante identificare la presenza / assenza di ristagno della bile, il grado di danno cellulare e il possibile disturbo dei processi di biosintesi.

    Qualsiasi patologia del fegato provoca una serie di cambiamenti intercorrelati in indicatori quantitativi. Con ciascuna malattia, vari parametri cambiano in misura maggiore o minore. Nella valutazione dei test di funzionalità epatica, gli specialisti sono guidati dalle deviazioni più significative.

    Analisi di decodifica per test di funzionalità epatica negli adulti

    Indicatori della norma (valori di riferimento) dei test di funzionalità epatica per i parametri principali (per adulti):

    • AST (AsAT, aspartato aminotransferasi) - 0,1-0,45 mmol / ora / l;
    • ALT (alanina aminotransferasi) - 0,1-0,68 mmol / ora / l;
    • GGT (gamma-glutamiltransferasi) - 0,6-3,96 mmol / ora / l;
    • Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) - 1-3 mmol / (ora / l);
    • bilirubina totale - 8,6-20,5 μmol / l;
    • bilirubina dritta - 2,57 μmol / l;
    • bilirubina indiretta - 8,6 μmol / l;
    • proteine ​​totali - 65-85 g / l;
    • frazione di albumina - 40-50 g / l;
    • frazione di globulina - 20-30 g / l;
    • fibrinogeno - 2-4 g / l.

    Le deviazioni dai numeri normali suggeriscono una patologia e ne determinano la natura.

    Livelli elevati di AST e ALT indicano danni alle cellule epatiche in presenza di genesi virale o tossica dell'epatite, così come lesioni autoimmuni o assunzione di farmaci epatotossici.

    Livelli elevati di fosfatasi alcalina e GGT nella funzionalità epatica indicano un ristagno della bile nel sistema epatobiliare. Si verifica in violazione del deflusso biliare dovuto alla sovrapposizione dei dotti con elminti o calcoli.

    Una diminuzione delle proteine ​​totali indica una violazione della funzione sintetica del fegato.

    Lo spostamento nel rapporto delle frazioni proteiche verso le globuline rende possibile sospettare la presenza di patologie autoimmuni.

    L'elevata bilirubina non coniugata in combinazione con un aumento di AST e ALT è un segno di danno alle cellule del fegato.

    Alta bilirubina diretta rilevata con colestasi (allo stesso tempo aumenta l'attività di GGT e fosfatasi alcalina).

    Oltre al set standard di campioni di fegato, il sangue viene spesso esaminato per proteine ​​totali e separatamente per la sua frazione di albumina. Inoltre, potrebbe essere necessario determinare l'indicatore quantitativo dell'enzima NT (5'-nucleotidasi). Un coagulogramma aiuta a valutare la funzione sintetica del fegato, poiché la maggior parte dei fattori di coagulazione del sangue si formano in questo organo. Per la diagnosi di cirrosi, la determinazione del livello di alfa-1-antitripsina è di grande importanza. Se si sospetta emocromatosi, l'analisi della ferritina viene eseguita - il suo livello elevato è un importante segno diagnostico della malattia.

    Stabilire con precisione la natura e la gravità delle alterazioni patologiche consente ulteriori metodi di diagnostica strumentale e hardware, in particolare - rilevamento duodenale e ecografia del fegato.

    Test epatici nei bambini

    I normali test di funzionalità epatica nei bambini sono significativamente diversi dai valori di riferimento nei pazienti adulti.

    Il prelievo di sangue dai neonati viene effettuato dal tallone e, nei pazienti più anziani, dalla vena cubitale.

    Importante: prima dell'analisi si raccomanda di non mangiare per 8 ore, ma questa raccomandazione non è accettabile per i bambini.

    Affinché il medico sia in grado di interpretare correttamente i risultati degli esami del fegato, gli dovrebbe essere detto quando e cosa ha mangiato il bambino. Se il bambino è allattato al seno, viene specificato se la madre non sta prendendo droghe.

    Le percentuali normali variano a seconda dell'età del bambino, dell'attività di crescita e del livello ormonale.

    Alcune anomalie congenite possono influenzare le prestazioni, che gradualmente scompaiono con l'età o scompaiono del tutto.

    Uno dei principali marcatori di colestasi (ristagno della bile) negli adulti è un alto livello di fosfatasi alcalina, ma nei bambini l'attività di questo enzima aumenta, ad esempio, durante la crescita, cioè, non è un segno della patologia del sistema epatobiliare.

    Decodifica dell'analisi dell'ALT nei bambini

    Tassi normali di ALT nei bambini in unità per litro:

    • neonati dei primi 5 giorni di vita - fino a 49;
    • bambini dei primi sei mesi di vita - 56;
    • 6 mesi-1 anno - 54;
    • 1-3 anni - 33;
    • 3-6 anni - 29;
    • 12 anni - 39.

    Il livello di ALT nei bambini aumenta con le seguenti patologie:

    • epatite (virale, cronica attiva e cronica persistente);
    • danno tossico agli epatociti;
    • mononucleosi infettiva;
    • cirrosi;
    • leucemie;
    • linfoma non Hodgkin;
    • La sindrome di Ray;
    • epatoma primario o metastasi epatiche;
    • otturazione dei dotti biliari;
    • ipossia epatica con cardiopatia scompensata;
    • disturbi dello scambio;
    • celiachia;
    • dermatomiosite;
    • distrofia muscolare progressiva.

    Decodifica l'analisi di AST nei bambini

    Tassi AST normali in bambini in unità per litro:

    • neonati (prime 6 settimane di vita) - 22-70;
    • bambini fino a 12 mesi - 15-60;
    • bambini e ragazzi sotto i 15 anni - 6-40.

    Cause di aumentata attività AST nei bambini:

    Interpretazione dell'analisi GGT nei bambini

    Valori di riferimento (valori normali) di GGT nel decifrare test di funzionalità epatica in un bambino:

    • neonati fino a 6 settimane - 20-200;
    • bambini del primo anno di vita - 6-60;
    • da 1 anno a 15 anni - 6-23.

    Le ragioni per l'indicatore di aumento:

    Importante: l'ipotiroidismo (ipofunzione tiroidea) diminuisce il livello di GGT.

    Decifrare l'analisi della fosfatasi alcalina nei bambini

    Valori di riferimento di fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) in campioni di fegato in bambini e adolescenti:

    • neonati - 70-370;
    • bambini del primo anno di vita - 80-470;
    • 1-15 anni - 65-360;
    • 10-15 anni - 80-440.

    Le ragioni per l'aumento di fosfatasi alcalina di indicatori:

    • malattie del fegato e sistema epatobiliare;
    • patologia del sistema scheletrico;
    • malattia renale;
    • patologia dell'apparato digerente;
    • leucemie;
    • iperparatiroidismo;
    • pancreatite cronica;
    • fibrosi cistica.

    Il livello di questo enzima cade durante l'ipoparatiroidismo, il deficit dell'ormone della crescita puberale e il deficit di fosfatasi geneticamente determinato.

    La norma della bilirubina totale nei campioni di fegato dei neonati è 17-68 μmol / l, e nei bambini da 1 a 14 anni - 3.4-20.7 μmol / l.

    Il motivo dell'aumento di numeri sono:

    Fai attenzione: Quando si valutano i test di funzionalità epatica nei bambini, si dovrebbe prestare attenzione ad una serie di fattori. Le deviazioni dai valori normativi qui indicati non dovrebbero in alcun modo essere considerati come la presenza di patologia in un bambino. La decodifica dei risultati deve essere necessariamente eseguita solo da uno specialista!

    Vladimir Plisov, consulente medico

    47.488 visualizzazioni totali, 10 visualizzazioni oggi

    Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

    Cosa devi sapere sull'epatite B? Cause, sintomi, diagnosi e trattamento

    Cirrosi

    L'epatite B virale è una malattia infiammatoria del fegato causata dal virus dell'epatite B, che viene trasmessa attraverso il sangue e spesso diventa cirrosi epatica e carcinoma epatocellulare.

    Posso mangiare pomodori con colecistite?

    Analisi

    La colecistite è un'infiammazione della colecisti. Pertanto, al fine di evitare un aggravamento, escludiamo le patate fritte, i piatti speziati e le marinate dalla nostra dieta.

    Deformazione della cistifellea attorcigliata al collo

    Diete

    Problemi di saluteLa regola delle tre "F" per un bambino in caso di flessione della cistifelleaLa deformità della cistifellea può essere sia congenita sia ricevuta.

    Hepatrine: istruzioni per l'uso

    Cirrosi

    La gamma di farmaci epatoprotettivi ha più di mille farmaci. Tra questi ci sono i fondi di origine naturale, il cui principale componente è l'erba di cardo mariano (cardo mariano).