Principale / Sintomi

Il sangue conta per cirrosi e segni clinici della malattia

Sintomi

A proposito di cirrosi epatica nei risultati del test del sangue, può dire deviazioni dalla norma di un certo numero di indicatori. Ma vale la pena notare che questa malattia non può essere diagnosticata senza un esame completo e completo del paziente.

Il fegato è il centro biochimico dell'intero organismo. Produce proteine ​​e le scompone, svolge un ruolo centrale nel metabolismo dei carboidrati, i grassi e il colesterolo vengono metabolizzati e sintetizzati nel fegato, la bilirubina viene sintetizzata e la bile si forma, l'azoto si scompone nel fegato, il fegato scompone varie tossine e sostanze nocive che sono diventate ormoni steroidei non necessari, ammine biogeniche e altre sostanze.

La cirrosi è una patologia molto complessa, dal momento che il fegato ha un numero molto elevato di funzioni diverse. E in questa malattia, il numero di cellule epatiche epatocitarie sane sta diminuendo costantemente, e il loro posto è occupato dall'espansione del tessuto connettivo, che normalmente costituisce lo scheletro o lo scheletro molle del fegato. Quali processi che si verificano in questo organo possono indicare cirrosi al medico durante l'esame, oltre a modificare i risultati delle analisi del sangue?

Segni clinici di cirrosi

La cirrosi epatica si riferisce a quelle malattie che non si verificano all'improvviso. Quindi, se vieni in clinica e dici al dottore che hai bisogno di fare degli esami del sangue, perché improvvisamente hai il sospetto di cirrosi epatica, lui si limiterà a scrollare le spalle.

La cirrosi non è un'infezione trasmessa sessualmente. Nel caso di clamidia pigra, una persona può non sentire nulla, ma secondo gli esami del sangue, è possibile identificare con precisione un'infezione "cattiva" se il paziente l'ha accidentalmente acquisita pochi giorni fa.

La cirrosi epatica ricorda continuamente se stessa per un certo numero di anni. Molto prima della comparsa dei suoi primi segni per molti anni, la paziente ha trattato vari disturbi cronici del tessuto epatico. Sono causati da abuso di alcool, epatite virale cronica B e C, a causa di patologia autoimmune. Il paziente ha trattato la malattia sottostante per molti anni e la cirrosi è il suo risultato naturale. Una persona avverte segni specifici, indisposizione, vede il riflesso del suo viso nello specchio. Ci sono sintomi che permettono senza indicatori di sangue nella cirrosi epatica di sospettare accuratamente questa patologia nella maggior parte dei casi.

Quali sono i sintomi della cirrosi? Il paziente ha i seguenti sintomi:

  • nausea, perdita di appetito, raro vomito, pesantezza allo stomaco, eruttazione, distensione addominale e intolleranza agli alimenti grassi sono segni di sindrome dispeptica;
  • emaciazione graduale ma costante del paziente, fino alla cachessia;
  • sintomi astenovegetativi, come irritabilità e debolezza, depressione e insonnia, diminuzione dell'attività e mal di testa - come manifestazione di insufficienza epatica;
  • disturbi endocrini, come una diminuzione del desiderio e della potenza sessuale, una violazione del ciclo mensile fino alla completa amenorrea;
  • dolore e disagio nell'ipocondrio destro, che si verifica quando si estende la capsula ingrandita del fegato. Sono disturbati nelle fasi iniziali, e poi, quando il fegato si restringe di volume durante la cirrosi, questa sensazione di pesantezza e pressione scompare;
  • nella fase attiva della cirrosi epatica, ci può essere un aumento della temperatura corporea, anche con brividi e sudorazione;
  • nei pazienti con cirrosi epatica, la sindrome ittero è spesso definita, a volte la sclera e la mucosa orale sono colorate di giallo, l'ittero è particolarmente pronunciato nella cirrosi biliare, che è accompagnata dalla stasi biliare;
  • i pazienti con cirrosi sono generalmente pallidi, è causato da anemia, come sintomo di insufficienza epatica (con carenza di proteine ​​non c'è nulla da costruire globuli rossi). Il pallore è particolarmente pronunciato negli stadi avanzati della cirrosi, quando si sviluppa il sanguinamento dalle varici esofagee;
  • un sintomo caratteristico della cirrosi è la comparsa di vene varicose - telangiectasie sulla pelle. La loro dimensione va da un millimetro a 1 2 cm. La pulsazione delle stelle può essere determinata sull'occhio, e se la telangiectasia è piccola, puoi tirare leggermente la pelle o premere su di essa, e questa pulsazione verrà rilevata;
  • eritema palmare o palme epatiche. Così chiama il rosso brillante, il colore simmetrico delle piante e dei palmi;
  • il prurito può accompagnare il decorso della cirrosi, particolarmente persistente, doloroso e di notte;
  • sanguinamento, lividi, sangue dal naso, sindrome emorragica;
  • con stadi avanzati, il paziente ha un odore epatico di bocca, che ha un caratteristico aroma dolciastro, che viene sentito da altri. È una malattia metabolica degli acidi aromatici;
  • un aumento significativo dell'addome con l'accumulo di liquido libero nella cavità addominale, o ascite;
  • infine, l'espansione delle vene nella parete addominale anteriore in diverse direzioni dall'ombelico, che sono chiamati il ​​sintomo della "testa di medusa".

Nei pazienti con varie forme di cirrosi, ginecomastia, atrofia testicolare e perdita di capelli possono anche essere osservati raramente, come risultato del completo "collasso" della sintesi degli ormoni steroidei, del colore rosso vivo della lingua con una superficie liscia e laccata (rottura del metabolismo vitaminico) e altri sintomi.

Come risultato, tutto finisce con i disturbi neuropsichiatrici - encefalopatia epatica, che si manifesta con sonnolenza, comportamento inadeguato, disorientamento del paziente nello spazio, nel tempo e nel sé, e questi disturbi sono i precursori di un coma epatico inevitabile con successiva morte. La ragione di ciò è l'incapacità di utilizzare l'ammoniaca accumulata nel fegato, come prodotto finale del metabolismo delle proteine. Con la cirrosi, le cellule epatiche diventano sempre meno piene, il ciclo dell'ornitina, che converte l'ammoniaca in urea, che viene espulsa nei reni, inizia a fermarsi e il cervello è avvelenato da sostanze tossiche azotate.

Da questa breve revisione, è chiaro che la diagnosi di cirrosi epatica si basa principalmente sui sintomi clinici, sulla storia del paziente e sui metodi strumentali e di visualizzazione della ricerca, sulla biopsia del tessuto epatico. Ma tutti i sintomi sono causati da un'elevata resistenza del tessuto epatico al flusso sanguigno portale o dalla violazione di numerose funzioni epatiche.

Offriamo anche di passare un piccolo test sulla salute del fegato, su 12 domande.

I test di cirrosi mostrano un numero molto grande di un'ampia varietà di disturbi, poiché il fegato è, come detto sopra, la principale fabbrica chimica del corpo. Eppure, se i sintomi di cui sopra non sono sufficienti, allora come determinare la cirrosi dell'analisi, o, più precisamente, per confermare tutti i processi di laboratorio? Certamente, l'analisi biochimica più informativa del sangue.

Analisi del sangue biochimica

Conducendo uno studio biochimico, dovresti sapere che l'analisi biochimica del sangue nella cirrosi epatica suggerisce diverse sindromi di laboratorio:

  • Sindrome da citolisi L'integrità delle cellule epatiche è rotta, il loro contenuto viene rilasciato nel sangue.

Questa sindrome può essere diagnosticata nelle fasi iniziali e intermedie della cirrosi, quando ci sono ancora molte cellule epatiche. In questo caso, transaminasi ALT e AST, aumento di isoenzimi lattico deidrogenasi, si verifica iperbilirubinemia (aumenta la frazione diretta). Anche nel sangue puoi trovare un alto contenuto di vitamina B12, ferro.

Gli enzimi ALT e AST, che sono marcatori di citolisi e aumentano notevolmente nell'epatite virale acuta, con cirrosi riflettono la graduale disintegrazione della scomparsa del proprio tessuto epatico. Pertanto, di solito nei pazienti con cirrosi, i parametri delle transaminasi sono, ovviamente, significativamente più alti del normale, ma di solito non raggiungono le 200 unità. E solo nella fase terminale, quando non rimane nulla delle cellule epatiche, questi indicatori di biochimica diminuiscono drasticamente;

  • Sindrome da colestasi da laboratorio, quando i dotti biliari sono colpiti e distrutti.

Nel sangue appare un eccesso di fosfatasi alcalina, gamma-glutamil transpeptidasi, leucina aminopeptidasi, colesterolo alto e fosfolipidi, insieme ad alta bilirubina c'è un aumento della concentrazione di acidi biliari e beta-lipoproteine. Un aumento della bilirubina diretta, un aumento della concentrazione di acidi biliari è caratteristico della colestasi;

Il fegato inizia a rallentare la sintesi di varie sostanze. La concentrazione sierica della proteina totale diminuisce a causa della frazione di albumina, si riscontra un basso livello di protrombina e di colesterolo (come si ricorda, nel caso di colestasi isolata, aumenta - lì semplicemente entra nel sangue, e questo risultato indica una diminuzione della sua sintesi). L'attività dell'enzima colinesterasi diminuisce, la concentrazione di ammoniaca e i composti aromatici, i fenoli e gli amminoacidi liberi, che il fegato non è più in grado di convertire in proteine, aumenta gradualmente.

Nel caso di un decorso stabile della cirrosi senza l'aggiunta di sintomi di encefalopatia epatica, il livello di ammoniaca nel siero del sangue aumenta leggermente, non più del 50% del limite superiore della norma. Se l'ammoniaca aumenta da una volta e mezza a due volte, allora questo sarà caratteristico dell'encefalopatia, che indica l'approccio del coma epatico;

  • Sindrome da disturbi della coagulazione del sangue - sindrome emorragica di laboratorio.

Con la cirrosi epatica, la capacità di sintetizzare le proteine ​​è nettamente ridotta, quindi non c'è nulla da produrre fattori di coagulazione del sangue. Durante l'emostasiogramma, il numero di fattori 7, 2.9 diminuirà. La cirrosi profonda e l'insufficienza epatocellulare portano ad una diminuzione della sintesi dei fattori 1, 5 e 13. Inoltre, la distruzione massiccia e costante delle cellule epatiche rimuove molte sostanze tromboplastiche nel sangue.

Nel sangue, la coagulazione intravascolare si verifica costantemente con conseguente fibrinolisi. Di conseguenza, tutti questi fattori di coagulazione sono esauriti e, secondo i dati del coagulogramma, questa condizione nella cirrosi è chiamata coagulopatia da consumo;

  • Infine, si può anche individuare la cosiddetta sindrome da laboratorio dell'infiammazione immunitaria.

Negli stadi iniziali della cirrosi, si verifica una reazione immunitaria, durante la quale la concentrazione di gamma-globuline nel siero aumenta e questo è particolarmente caratteristico sullo sfondo di una diminuzione del livello di albumina. Gli indicatori di timolo e campioni sublimati cambiano significativamente e il rapporto tra sottopopolazioni linfocitarie cambia durante le analisi immunitarie.

Questi numerosi dati biochimici del sangue nella cirrosi sono ben lungi dall'essere esauriti. Se ricordiamo che il metabolismo ormonale è disturbato, allora possiamo dare un esempio di tale partecipazione di aldosterone. Il paziente sviluppa uno stato di maggiore consumo di potassio e idrogeno sullo sfondo dell'iperaldosteronismo. Perché viene preso?

In un paziente normale, un aldosterone che ha servito la sua vita viene distrutto negli epatociti. Quando la cirrosi degli epatociti diminuisce e l'aldosterone si accumula. Di conseguenza, l'equilibrio sale-acqua è disturbato, poiché l'aldosterone continua a funzionare "oltre misura" e il contenuto di potassio e magnesio nel sangue diminuisce. Nei pazienti con cirrosi avanzata, la quantità di sodio diminuisce inoltre e, sebbene sia trattenuta nel corpo, può passare nel liquido intercellulare e ascitico con la formazione di edema congestizio, nonostante l'esaurimento generale e la perdita di peso del paziente.

Analisi del sangue generale

In generale, il conteggio ematico diminuisce il conteggio delle piastrine. La ragione di ciò è una diminuzione della sintesi proteica, dell'ipersplenismo o un aumento delle dimensioni della milza a causa dell'ipertensione portale e un aumento della disgregazione piastrinica. Saranno anche consumati in eccesso a causa della coagulazione intravascolare disseminata e della sindrome emorragica.

Il tasso di emoglobina diminuisce in modo significativo, l'indice cromatico diminuisce. Dopo tutto, l'emoglobina è una proteina, e non c'è posto per prenderla, la sintesi proteica del fegato diminuisce gradualmente. Per lo stesso motivo, anche il numero di eritrociti diminuisce e si verifica la sindrome di anemia. Nelle fasi terminali, un paziente con cirrosi sanguina, e se c'è un ipersplenismo o una milza ingrossata, i globuli rossi vengono ulteriormente distrutti passando attraverso di essa.

Poiché la cirrosi causa infiammazione immunitaria, la leucocitosi relativa viene osservata per un periodo piuttosto lungo, ma nelle fasi terminali non c'è nulla con cui costruirle, c'è un persistente "deficit di approvvigionamento" nel midollo osseo rosso e la leucopenia si verifica nel sangue. Questi echi di infiammazione immunitaria e il rilascio nel sangue di un'ampia varietà di sostanze provenienti da cellule epatiche distrutte provocano un aumento lungo e significativo dell'ESR, che può durare per anni.

Pertanto, la cirrosi epatica è una delle malattie più complesse e complesse in relazione alla diagnosi di laboratorio. Il quadro è suddiviso in diverse sindromi di laboratorio, che possono tuttavia verificarsi anche in altre malattie del fegato. Ma la diagnosi definitiva di cirrosi è attualmente impossibile senza metodi di diagnosi strumentale e biopsia epatica.

Quali test hai per sospetta cirrosi

La cirrosi epatica è una malattia caratterizzata da alterazioni della struttura del tessuto epatico causate dalla morte degli epatociti e dalla loro sostituzione con tessuto connettivo. La malattia è spesso asintomatica, anche nelle fasi successive dello sviluppo. Le analisi in caso di cirrosi epatica rendono possibile identificare il livello di disfunzione delle cellule epatiche, la gravità della malattia e fare una previsione del suo ulteriore sviluppo.

Cause di cirrosi

Contrariamente alla saggezza convenzionale, l'alcolismo cronico è un fattore ben definito nello sviluppo della cirrosi, ma non è l'unica causa possibile.

Quali altri fattori causano questa malattia:

  • epatite virale cronica;
  • epatite autoimmune;
  • intossicazione cronica al lavoro (benzene, naftaleni, metalli pesanti);
  • farmaci (antibiotici, antinfiammatori non steroidei, citostatici, contraccettivi ormonali);
  • disturbi geneticamente indotti del metabolismo del rame o del ferro;
  • malattie delle vie biliari, causando stasi biliare cronica nei dotti epatici.

Inoltre, la cirrosi idiopatica è possibile, quando la causa non può essere identificata. Questo è solitamente caratteristico della cirrosi biliare primitiva nelle giovani donne, quando per ragioni sconosciute la bile inizia a ristagnare nei piccoli dotti, causando la loro infiammazione e necrosi.

Sviluppandosi nel corso degli anni, la cirrosi cambia l'apparato ereditario delle cellule del fegato, portando alla comparsa di generazioni di epatociti patologicamente alterati e causando un processo immuno-infiammatorio.

Diagnosi di laboratorio di cirrosi

Se si sospetta questa malattia, vengono eseguiti i seguenti test:

  • marcatori di virus dell'epatite,
  • emocromo completo;
  • biochimica del sangue: aminotransferasi, bilirubina, proteine ​​totali, frazioni proteiche, ecc.
  • analisi delle urine;
  • sangue occulto fecale.

I marcatori del virus dell'epatite permettono di determinare una delle possibili cause della malattia epatica, un'analisi del sangue occulto fecale per rivelare una delle possibili complicanze (sanguinamento da varici esofagee).

Nessun esame del sangue per la cirrosi epatica deve essere considerato isolatamente: hanno valore diagnostico e prognostico solo in combinazione.

emocromo completo

Un esame del sangue per la malattia del fegato viene eseguito con il conteggio delle cellule del sangue, comprese le piastrine.

La cirrosi è caratterizzata da una diminuzione del numero di cellule del sangue. La congestione venosa causata da questa patologia porta alla comparsa della sindrome da ipersplenismo, che è caratterizzata da un aumento sia della dimensione della milza che della sua attività. Normalmente questo organo distrugge le cellule del sangue danneggiate e invecchiate: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine e la sua maggiore attività causa rispettivamente anemia, leucopenia e trombocitopenia. Cambiamenti simili sono caratteristici per gli stadi avanzati della cirrosi.

Un aumento della VES indica un processo infiammatorio lento. Inoltre, può essere causato da un cambiamento nel rapporto tra proteine ​​del sangue.

  • emoglobina: 130-160 g / l per gli uomini, 120-140 g / l per le donne;
  • globuli rossi: 4-5x10 12 / l per gli uomini, 3-4x10 12 / l per le donne;
  • leucociti: 4,9 x 10 9 / l;
  • piastrine: 180-320x10 9 / l;
  • ESR - 6-9 mm / h.

Indicatori biochimici

Poiché il fegato è l'organo in cui vengono sintetizzate la maggior parte delle proteine ​​del corpo e molti enzimi (che sono le proteine ​​dalla loro struttura), la funzione compromessa degli epatociti modifica di conseguenza lo stato biochimico del sangue.

bilirubina

Questa sostanza è formata dalla distruzione dell'emoglobina e della mioglobina. La bilirubina stessa è tossica: il fegato la raccoglie e la rimuove dalla bile. L'aumento del numero indica la distruzione degli epatociti e la stagnazione nei dotti biliari. Tuttavia, nel 40% dei casi, la bilirubina con cirrosi epatica non supera il range normale.

Norma: 8,5-20,5 μmol / l.

aminotransferasi

O transaminasi, enzimi che si trovano in tutti i tessuti del corpo. Di maggiore interesse è l'alanina aminotransferasi (ALT), le cui concentrazioni massime sono rilevate negli epatociti e l'aspartato aminotransferasi (AcT), il cui massimo è presente nel muscolo cardiaco, ma anche le cellule epatiche lo contengono in quantità sufficiente. Elevati livelli di transaminasi nel sangue indicano la distruzione di epatociti. Nella cirrosi, le transaminasi aumentano leggermente (1,5-5 volte), rispetto ai cambiamenti che avvengono nell'epatite, poiché il processo non è più attivo come nell'infiammazione acuta. La normalizzazione dei livelli di transaminasi nel sangue può indicare stadi avanzati di cirrosi e un numero ridotto di epatociti.

Norma ALT 7-40 IU / l; AsT - 10-30 IU / l.

Gammaglyutamiltranspeptidaza

Un altro enzima, normalmente situato all'interno delle cellule. Un aumento isolato della sua concentrazione nel sangue nella cirrosi indica danni al fegato tossici, in combinazione con un aumento del colesterolo nel sangue e un aumento della bilirubina, aumento gamma glutamil transpeptidasi (entrambe le ortografie sono consentite) indicano colestasi intraepatica (stasi biliare nel fegato).

Norm 10-71 U / l per gli uomini e 6-42 U / l per le donne.

Fosfatasi alcalina

L'enzima contenuto all'interno delle cellule delle pareti dei dotti biliari del fegato. Quando sono danneggiati, il contenuto nel sangue aumenta. Inoltre, tassi aumentati possono indicare colestasi intraepatica.

Norma: 80-306 U / l.

albumina

Proteine ​​del sangue che sono sintetizzate nel fegato. In caso di violazione delle sue funzioni, la quantità di albumina plasmatica diminuisce.

Norma: 35-50g / l, che rappresenta il 40-60% delle proteine ​​del sangue totali.

Gamma Globulins

Questo è un complesso di immunoglobuline. Con la cirrosi epatica, il loro contenuto nel plasma sanguigno aumenta, indicando che la componente autoimmune è attaccata al processo infiammatorio.

Norma: 12-22% in siero.

Tempo di protrombina

Il tempo di formazione del coagulo della protrombina nel plasma sanguigno, l'analisi che indica lo stato del sistema di coagulazione. Poiché tutte le proteine ​​del sistema di coagulazione sono sintetizzate all'interno degli epatociti, la morte delle cellule epatiche comporta una violazione della coagulazione del sangue. A fini prognostici, spesso non usano gli indicatori effettivi del tempo di protrombina, ma uno e i suoi derivati ​​- un rapporto normalizzato internazionale, che è determinato confrontando il tasso di formazione di coaguli con la norma di riferimento; corretto per il rapporto internazionale.

Norm 11-13.3 s, INR: 1.0-1.5.

Siero di ferro

Può indicare una delle cause dello sviluppo della cirrosi: una patologia genetica che causa un disturbo del metabolismo del ferro, l'emocromatosi. Allo stesso tempo, il ferro si accumula eccessivamente all'interno delle cellule del fegato, colpendo tossicamente gli epatociti.

La norma è 11-28 μmol / l per gli uomini e 6,6-26 μmol / l per le donne.

Analisi delle urine

Anche se è più spesso usato per valutare le condizioni dei reni, un test delle urine può dare un'idea di alcune delle funzioni del fegato. La cirrosi epatica causa un aumento del livello di bilirubina nel sangue ed è escreta nelle urine, cambia i test. La bilirubina appare nelle urine, che nello stato normale non dovrebbe essere. Aumenta anche la quantità di urobilinogeno, un derivato della bilirubina, che di solito è assente nelle urine del mattino e 5-10 mg nell'urina giornaliera.

Valore predittivo

I dati di laboratorio sono usati per determinare la gravità della malattia. In genere, viene utilizzato Child-Pugh.

Emocromo completo per cirrosi epatica

Sono le analisi in caso di cirrosi epatica che rivelano questa malattia nelle prime fasi dello sviluppo e aiutano a determinarne il trattamento. Con la cirrosi del fegato, le sue cellule normali sono sostituite da quelle fibrose. Il fegato smette di funzionare normalmente. Lo stadio in cui viene rilevata la malattia determina quanto e come vivrà il paziente. Per evitare la rilevazione della cirrosi in una fase avanzata del suo sviluppo, è importante come misura preventiva sottoporsi a esami e analisi del sangue più frequenti. Dopotutto, l'insorgenza della malattia non si manifesta, solo i risultati possono essere diagnosticati.

A proposito della malattia

Una malattia in cui c'è un cambiamento nei tessuti del fegato, nel tempo che porta a insufficienza epatica, un aumento della pressione negli affluenti della vena porta e di per sé, si chiama cirrosi del fegato. È una malattia cronica che progredisce nel tempo.

Le cause della cirrosi sono diverse, principalmente:

  • l'alcolismo;
  • epatite virale;
  • pietre della cistifellea;
  • intossicazione tossica;
  • infezione da elminti;
  • malattie autoimmuni.

I sintomi della malattia sono i seguenti:

  • una persona si sente debole, stanca rapidamente;
  • il sonno è disturbato;
  • perdita di peso si verifica;
  • cambiare il colore delle urine;
  • prurito è osservato nella pelle;
  • la digestione è rotta;
  • una persona diventa irritabile, apatica, facilmente eccitata;
  • potrebbe esserci un aumento della temperatura.

Nelle fasi successive dello sviluppo della malattia, la pelle e la sclera oftalmica ingialliscono, compare il dolore nella regione del fegato e la persona si ammala e vomita.

La diagnosi di cirrosi epatica si basa su quanto segue: si esegue un'ecografia, si esegue una biopsia tissutale, si effettuano esami del sangue per la cirrosi epatica.

Quali esami del sangue dovrebbero essere fatti per diagnosticare la malattia

Quali test devono passare per diagnosticare la malattia? Un esame del sangue per la cirrosi epatica può essere suddiviso nei seguenti sottogruppi:

  • biochimica. Gli indicatori di bilirubin, aspart-aminotransferase e alanine-aminotransferase sono studiati. Secondo gli indicatori ottenuti, il fegato viene valutato e viene rilevata la cirrosi;
  • gli enzimi vengono analizzati per il rilevamento dell'infiammazione, poiché è sullo sfondo di un processo infiammatorio di lunga durata che spesso la cirrosi inizia a sviluppare;
  • quando la cirrosi viene trovata in un paziente, vengono eseguiti dei test che determinano la causa della sua insorgenza. Grazie a queste analisi, il medico prescrive il giusto corso di trattamento;
  • ulteriori studi sono stati fatti che confermano la diagnosi. Ad esempio, viene assegnato un esame del computer.

Per diagnosticare accuratamente la cirrosi epatica, è necessario esaminare completamente il proprio corpo, per conoscere i principali indicatori dei campioni di fegato. Quando il paziente visita la struttura medica, sarà programmato un medico per le analisi del sangue generali, l'urina e le feci dovranno essere prese per l'esame. Quindi verrà scritta la direzione per la consegna delle analisi biochimiche, dopo di che si può trarre una conclusione sulla presenza della malattia e sullo stato del fegato. Avrai anche bisogno di una biopsia epatica.

Su esami del sangue per malattia

La malattia stessa e la sua causa possono essere determinate da un esame del sangue.

1. La prima cosa che un paziente deve fare è passare un esame emocromocitometrico completo. Il risultato indica se c'è un processo infiammatorio nel corpo del paziente. I valori ematici per la cirrosi epatica nella decodifica sono i seguenti:

  • i livelli di emoglobina diminuiscono. L'indice di emoglobina normale per le donne è di almeno 120 g / l, per gli uomini - almeno 130 g / l;
  • aumento del numero dei globuli bianchi;
  • ci sono cambiamenti nella composizione proteica del sangue;
  • Aumenti di ESR. Per gli uomini, questa cifra diventa più alta di 10 mm / h, per le donne - 15 mm / h;
  • contenuto di albumina ridotto.

2. Oltre all'analisi generale, vengono forniti test del fegato per la presenza della malattia:

  • gli indicatori dell'enzima epatico aspart-aminotransferase o AST non devono superare 41 U / L. Nella cirrosi epatica, l'analisi dovrebbe mostrare un aumento, il che significa che le cellule del fegato muoiono. AST è giudicato sulla profondità della lesione;
  • L'enzima epatico normale ALT o alanina aminotransferasi deve essere nell'intervallo non inferiore a 0,5 μmol e non superiore a 2 μmol. Gli esami del sangue per cancro al fegato e cirrosi AST e ALT possono essere cinque volte o più sopra la norma. ALT determina il volume del fegato interessato;
  • a causa del fatto che le cellule del fegato muoiono, l'indice lattico deidrogenasi aumenta;
  • la fosfatasi alcalina normale non deve essere superiore a 140 UI / l. In presenza di una malattia, il loro aumento si verifica;
  • un aumento della gamma-glutamil transpeptidasi può significare che ci sono alcuni disturbi nel tratto biliare. Con l'abuso di bevande alcoliche, questa cifra aumenta anche. Il suo valore normale non dovrebbe superare 61 IU / l per gli uomini, la metà per le donne per le donne.

Gli indicatori principali che indicano che il paziente ha cirrosi sono i valori di alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi. Determinano come funziona il fegato.

3. Vengono prelevati campioni di fegato per determinare la causa della cirrosi. Questi sono i seguenti indicatori:

  • per il rilevamento del test dell'epatite C cronica per la presenza di anticorpi contro gli antigeni nucleari;
  • viene fornito un test per il rilevamento di anticorpi contro i virus dell'epatite B e C;
  • ceruloplasmin è determinato a rilevare la distrofia epatocerebrale;
  • per assicurarsi che il paziente sia malato di cirrosi biliare, è necessario passare un campione per la presenza di anticorpi anti-mitocondriale;
  • La conoscenza del livello di antitripsina alfa1 rende possibile determinare l'indicatore di ferro e quindi assicurarsi che il paziente non abbia malattie del sangue.

Se il paziente ha cirrosi epatica, i cambiamenti si verificano negli ormoni del sangue, poiché la sintesi di molti di essi avviene nel fegato. Le analisi degli ormoni, se il paziente ha rilevato questa malattia, mostreranno livelli elevati di estrogeni, insulina e testosterone ridotto.

Informazioni sull'analisi biochimica

Questa analisi conclude in quale fase si trova la malattia. I seguenti indicatori biochimici sono controllati:

  • bilirubina;
  • globuline;
  • aptoglobina;
  • enzimi epatici speciali (arginasi, fruttosio-1-fosfatololasi),
  • tempo di protrombina;
  • fosfatasi alcalina;
  • alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi.

Con la malattia aumentano.

Il valore degli indicatori: colesterolo, albumina, urea e protrombina, al contrario, con la malattia diminuisce.

Un indicatore chiave della biochimica è la bilirubina nella cirrosi epatica. È caratterizzato da 2 stati: diretto (libero) e indiretto (associato). La norma della bilirubina legata non è superiore a 4,3 μmol / l.

Con l'aumento di questi indicatori, il paziente cambierà il colore nelle feci, la sclera della pelle e degli occhi assumerà una sfumatura giallastra, apparirà prurito alla pelle.

Il tasso di bilirubina libera non supera 17,1 μmol / l. Indicatori di bilirubina libera con aumento della cirrosi epatica. Gli indicatori della bilirubina totale devono essere nell'intervallo specificato: da 8,5 μmol / l a 20,5.

Il medico analizzerà tutte le trascrizioni ricevute dei test passati e la diagnosi.

Determinazione della gravità

Per determinare la gravità della malattia utilizzando i risultati della ricerca. In questo caso, usa la classificazione di Child-Pugh.

La cirrosi epatica è una patologia abbastanza comune e una delle cause più comuni di morte. Tra la varietà di sintomi di questa malattia ci sono vari test di laboratorio.

Quali test mostrano la cirrosi

Molti studi aiutano nella diagnosi di cirrosi: un'analisi generale di urina, sangue, feci, ma i principali sono una varietà di test biochimici.

Gli studi immunologici possono aiutare in una certa misura: sono necessari per stabilire la causa della cirrosi.

Inoltre, i risultati dei test per la cirrosi epatica: bilirubina, albumina, tempo di protrombina e altri segni aiutano a stabilire la gravità della malattia.

Il test di laboratorio principale che aiuta a diagnosticare la cirrosi è l'analisi del sangue biochimica.

Test delle urine per la cirrosi epatica

A causa del fatto che la patologia del fegato non può che influenzare il resto del corpo, i cambiamenti si verificano nell'analisi generale delle urine. Nella fase attiva del processo possono essere trovate proteine, cilindri, globuli rossi, leucociti, bilirubina.

Nella normale analisi delle urine di queste inclusioni non c'è o si trovano in una piccola quantità: proteine ​​fino a 0,03 g, gli eritrociti sono singoli, i cilindri possono essere solo ialini, il resto è patologico, i globuli bianchi sono fino a 3 unità in vista negli uomini e fino a 5 unità in donne, la bilirubina è assente del tutto.

Il sangue conta nella cirrosi epatica

In generale, l'analisi del sangue in caso di cirrosi epatica si verifica i seguenti cambiamenti: il livello di emoglobina diminuisce, i leucociti aumentano nella fase attiva. Normalmente, l'emoglobina negli uomini non è inferiore a 130 g / l, e nelle donne non è inferiore a 120 g / l, i leucociti sono nel range di 4-9 * 10⁹ / l.

Con la cirrosi epatica, l'ESR accelera a più di 10 mm / h negli uomini e più di 15 mm / h nelle donne. Un aumento della VES - la velocità di eritrosedimentazione - indica più spesso un processo infiammatorio nel corpo.

Un cambiamento nella VES nella cirrosi epatica è associato non solo ai reali fenomeni infiammatori, ma anche ai cambiamenti nella composizione proteica del sangue: il contenuto di albumina diminuisce.

Biochimica del sangue per la cirrosi epatica

I cambiamenti principali e più specifici sono i parametri biochimici del sangue nella cirrosi epatica. I seguenti valori cambiano:

  • Bilirubina: tutte le sue frazioni aumentano
  • Transaminasi - alanina e aspartato aminotransferasi - aumento
  • Gamma-glutamil transpeptidasi - aumenta
  • Fosfatasi alcalina - aumenta
  • Albumina - in calo
  • Globuline - aumentare
  • Protrombina: diminuisce
  • Il tempo di protrombina aumenta
  • Urea - diminuisce
  • Il colesterolo diminuisce
  • Haptoglobin - aumenta
  • Enzima epatico specifico - aumentare

Qual è il tasso di bilirubina nella cirrosi epatica? La bilirubina è un prodotto della degradazione dell'emoglobina dai globuli rossi, che viene trasformata nel fegato. La bilirubina esiste in due forme: libera e legata, inoltre, quando si calcola la quantità di bilirubina nella cirrosi epatica, viene preso in considerazione il valore totale.

Nel sangue, la bilirubina esiste in una forma libera, e nel fegato è legata e neutralizzata, dopo di che lascia il fegato con un flusso di bile e quindi viene completamente escreto nelle feci. perché Questa sostanza ha un colore giallo-verde, è questo che causa il colore delle feci.

Inoltre, un aumento della bilirubina nella cirrosi epatica spiega anche il giallo della pelle - questo prodotto rimane per la maggior parte in forma non legata e cade con il sangue sulla pelle e sulle mucose. perché la bilirubina libera è una sostanza tossica, provoca prurito alla pelle.

Particolarmente pericoloso è l'aumento a lungo termine della bilirubina nella cirrosi epatica del sistema nervoso. Ciò spiega in gran parte l'insorgenza di encefalopatia epatica.

I tassi di bilirubina sono indicati di seguito:

Complessivamente - 8,5 - 20,5 μmol / l

Libero (indiretto) - fino a 17,1 μmol / l

Legato (dritto) - fino a 4,3 μmol / l

Gli indicatori di bilirubina nella cirrosi epatica possono essere più volte più alti di queste cifre, questo è particolarmente evidente quando la malattia progredisce.

Test enzimatici per la cirrosi epatica

Con questa patologia, c'è un aumento di tutti gli enzimi epatici: sia specifici che non specifici. L'aumento del livello di enzimi non specifici può parlare non solo di malattie del fegato, ma la violazione di specifici indicatori di analisi enzimatica è possibile solo in caso di cirrosi epatica.

Gli enzimi non specifici comprendono transaminasi, gamma-glutamil transpeptidasi, fosfatasi alcalina. I valori normali di queste analisi sono:

Gamma-glutamiltranspeptidasi: fino a 61 UI / l negli uomini e fino a 36 IU / l nelle donne

Transaminasi: fino a 40 UI

Fosfatasi alcalina - fino a 140 UI / l

Nella biochimica del sangue con cirrosi epatica, viene determinato un aumento del livello dei seguenti enzimi specifici: arginase, fruttosio-1-fosfataldolasi, nucleotidasi, ecc. Sono marker di una disfunzione epatica.

La cirrosi epatica provoca altri cambiamenti nell'analisi biochimica del sangue. Pertanto, la composizione proteica del sangue cambia: vi è una diminuzione dell'albumina inferiore a 40 g / le un aumento delle globuline.

L'urea è ridotta a meno di 2,5 mmol / l, il colesterolo è inferiore a 2 mmol / l. Aumenta l'aptoglobina - un indicatore del processo infiammatorio.

Quali altri test mostrano la cirrosi?

Oltre a quanto sopra, ci sono cambiamenti nello stato ormonale, oltre che immunologico. Nella cirrosi biliare primaria, gli anticorpi alle membrane mitocondriali si trovano nel sangue.

I cambiamenti ormonali sono dovuti al fatto che molti ormoni sono sintetizzati nel fegato. Un esame del sangue per gli ormoni con cirrosi epatica può rivelare una diminuzione della quantità di testosterone e un aumento degli estrogeni.

Inoltre, l'insulina aumenta - la sostanza responsabile dell'utilizzo del glucosio.

Come determinare la gravità del processo sull'analisi?

Alcuni conteggi ematici vengono utilizzati per determinare la gravità di Child-Pugh. Questa è la bilirubina, l'albumina, il tempo di protrombina. Un certo livello corrisponde a un particolare numero di punti. Maggiore è il punteggio totale, più pesante è la cirrosi.

Questa tabella tiene conto anche di altri segni: ascite, encefalopatia e nutrizione.

Quali bilirubina, albumina, tempo di protrombina e altri fattori forniscono 1 punto per la cirrosi epatica? Indicatori di bilirubina - meno del 2 mg%, albumina - più del 3,5 g%, tempo di protrombina (PTV) aumentato di 1-3 secondi (la norma è 11-16 secondi), l'ascite e l'encefalopatia non lo sono, il cibo è buono.

2 punti sono indicati per i seguenti indicatori: bilirubina - 2-3 mg%, albumina - 2,8-3,5 g%, PTV - aumentata di 4-6 s, l'ascite è moderatamente espressa, lieve encefalopatia, nutrizione media.

3 punti sono forniti con figure: bilirubina - più del 3 mg%, albumina - meno del 2,8 g%, PTV - aumentata di oltre 6 s, ascite significativa, nutrizione ridotta all'esaurimento, grave encefalopatia.

Il punteggio totale determinerà la classe di cirrosi epatica: 5-6 - A (lieve), 7-9 - B (moderata), 10-15 - C (grave).

Si prega di valutare questo materiale!

E condividi informazioni interessanti con gli amici!

La cirrosi epatica è una malattia cronica in cui si osserva la struttura del fegato, la proliferazione del tessuto connettivo e la disfunzione di un organo vitale. Per lungo tempo, la malattia procede in una forma asintomatica, dal momento che i tessuti del "filtro umano" sono inclini al recupero e alla rigenerazione. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori patogeni sottoposti a processi irreversibili che alla fine distruggono il fegato, possono causare disabilità, morte.

Descrizione generale della diagnosi

Al fine di ottenere una dinamica positiva della malattia, è necessario rispondere tempestivamente ai sintomi allarmanti, eseguire i test necessari per la cirrosi epatica, sottoporsi a un trattamento conservativo. Ma quali sono i segni di questa diagnosi fatale? Questo è:

  • fegato ingrossato alla palpazione;
  • decolorazione della pelle;
  • aumento del gonfiore degli arti inferiori;
  • dolore proprio sotto le costole;
  • vene a ragno sulla pelle;
  • rete vascolare sulla sclera dell'occhio;
  • segni di dispepsia di varia gravità;
  • debolezza generale.

È importante chiarire che il colore della pelle con la cirrosi diventa giallo, pallido; mentre le feci sono di consistenza instabile. Il paziente rimane in uno stato di perpetua malattia e la nausea mattutina progredisce gradualmente fino a riflessi di vomito prolungati con separazione del sangue. Tali sintomi sono caratteristici della forma avanzata della malattia, ma al fine di prevenirla, sono necessarie diagnosi tempestive e un successivo trattamento complesso.

Diagnosi della malattia

Per comprendere la forma in cui prevale questa diagnosi fatale, è necessario iniziare l'esame visitando il terapeuta con un riassunto delle sue lamentele. Seguirà una consultazione con uno specialista specializzato con raccolta di dati sull'anamnesi, esami clinici e studi di laboratorio dettagliati.

La diagnostica principale è una ecografia dell'organo interessato, ma in aggiunta possono essere richiesti laparoscopia e la biopsia, in cui l'ultimo test di laboratorio determina o rifiuta la presenza di cellule tumorali nel fegato.

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio fondamentale che mostra il corso del processo patologico e le sue complicanze. Determina la malattia e fai una diagnosi definitiva - una domanda di un solo giorno, quindi questo problema di salute dovrebbe essere trattato con scrupoli particolari.

Test richiesti

Se il medico sospetta una malattia rapida chiamata "Cirrosi del fegato", allora raccomanda che il paziente clinico esegua un esame completo del sangue e delle urine, un test delle feci e numerosi test biochimici in laboratorio. Ma che cosa offre una diagnosi del genere, quali informazioni fornisce lo specialista specializzato sul reale stato di salute del paziente?

L'emocromo completo mostra un netto calo dell'emoglobina, un aumento del numero di leucociti, un salto nell'indicatore ESR. Tali risultati suggeriscono già pensieri ansiosi, confermano ancora una volta l'esacerbazione del processo infiammatorio nel corpo. Un salto nella VES in un quadro così clinico indica una diminuzione del livello di albumina, che è caratteristica di una forma progressiva di cirrosi. La bassa emoglobina contribuisce inoltre allo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro con conseguente indebolimento della risposta immunitaria del corpo.

Cambiamenti irreversibili si osservano anche nei test di laboratorio delle urine, ad esempio, proteine, globuli bianchi, cilindri, eritrociti e bilirubina compaiono nella composizione chimica. Se parliamo del materiale biologico di una persona sana, tali indicatori prevalgono nell'importo minimo o inesistente. In alternativa, la presenza di singoli globuli rossi è considerata normale, proteine ​​in una quantità fino a 0,03 g, leucociti fino a 3 unità. Ma la bilirubina dovrebbe essere completamente assente nella composizione delle urine, altrimenti c'è un'estesa patologia epatica.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno rivelato il miglior rimedio per la cirrosi. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

La cirrosi epatica è una malattia caratterizzata da alterazioni della struttura del tessuto epatico causate dalla morte degli epatociti e dalla loro sostituzione con tessuto connettivo. La malattia è spesso asintomatica, anche nelle fasi successive dello sviluppo. Le analisi in caso di cirrosi epatica rendono possibile identificare il livello di disfunzione delle cellule epatiche, la gravità della malattia e fare una previsione del suo ulteriore sviluppo.

Cause di cirrosi

Contrariamente alla saggezza convenzionale, l'alcolismo cronico è un fattore ben definito nello sviluppo della cirrosi, ma non è l'unica causa possibile.

Quali altri fattori causano questa malattia:

epatite virale cronica; epatite autoimmune; intossicazione cronica al lavoro (benzene, naftaleni, metalli pesanti); farmaci (antibiotici, antinfiammatori non steroidei, citostatici, contraccettivi ormonali); disturbi geneticamente indotti del metabolismo del rame o del ferro; malattie delle vie biliari, causando stasi biliare cronica nei dotti epatici.

Inoltre, la cirrosi idiopatica è possibile, quando la causa non può essere identificata. Questo è solitamente caratteristico della cirrosi biliare primitiva nelle giovani donne, quando per ragioni sconosciute la bile inizia a ristagnare nei piccoli dotti, causando la loro infiammazione e necrosi.

Sviluppandosi nel corso degli anni, la cirrosi cambia l'apparato ereditario delle cellule del fegato, portando alla comparsa di generazioni di epatociti patologicamente alterati e causando un processo immuno-infiammatorio.

Diagnosi di laboratorio di cirrosi

Se si sospetta questa malattia, vengono eseguiti i seguenti test:

marcatori di virus dell'epatite, emocromo completo; biochimica del sangue: aminotransferasi, bilirubina, proteine ​​totali, frazioni proteiche, analisi delle urine; sangue occulto fecale.

I marcatori del virus dell'epatite permettono di determinare una delle possibili cause della malattia epatica, un'analisi del sangue occulto fecale per rivelare una delle possibili complicanze (sanguinamento da varici esofagee).

Nessun esame del sangue per la cirrosi epatica deve essere considerato isolatamente: hanno valore diagnostico e prognostico solo in combinazione.

emocromo completo

Un esame del sangue per la malattia del fegato viene eseguito con il conteggio delle cellule del sangue, comprese le piastrine.

La cirrosi è caratterizzata da una diminuzione del numero di cellule del sangue. La congestione venosa causata da questa patologia porta alla comparsa della sindrome da ipersplenismo, che è caratterizzata da un aumento sia della dimensione della milza che della sua attività. Normalmente questo organo distrugge le cellule del sangue danneggiate e invecchiate: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine e la sua maggiore attività causa rispettivamente anemia, leucopenia e trombocitopenia. Cambiamenti simili sono caratteristici per gli stadi avanzati della cirrosi.

Un aumento della VES indica un processo infiammatorio lento. Inoltre, può essere causato da un cambiamento nel rapporto tra proteine ​​del sangue.

emoglobina: 130-160 g / l per gli uomini, 120-140 g / l per le donne; globuli rossi: 4-5x1012 / l per gli uomini, 3-4x1012 / l per le donne; leucociti: 4,9 x109 / l; piastrine: 180-320x109 / l; ESR - 6-9 mm / h.

Indicatori biochimici

Poiché il fegato è l'organo in cui vengono sintetizzate la maggior parte delle proteine ​​del corpo e molti enzimi (che sono le proteine ​​dalla loro struttura), la funzione compromessa degli epatociti modifica di conseguenza lo stato biochimico del sangue.

Questa sostanza è formata dalla distruzione dell'emoglobina e della mioglobina. La bilirubina stessa è tossica: il fegato la raccoglie e la rimuove dalla bile. L'aumento del numero indica la distruzione degli epatociti e la stagnazione nei dotti biliari. Tuttavia, nel 40% dei casi, la bilirubina con cirrosi epatica non supera il range normale.

Norma: 8,5-20,5 μmol / l.

aminotransferasi

O transaminasi, enzimi che si trovano in tutti i tessuti del corpo. Di maggiore interesse è l'alanina aminotransferasi (ALT), le cui concentrazioni massime sono rilevate negli epatociti e l'aspartato aminotransferasi (AcT), il cui massimo è presente nel muscolo cardiaco, ma anche le cellule epatiche lo contengono in quantità sufficiente. Elevati livelli di transaminasi nel sangue indicano la distruzione di epatociti. Nella cirrosi, le transaminasi aumentano leggermente (1,5-5 volte), rispetto ai cambiamenti che avvengono nell'epatite, poiché il processo non è più attivo come nell'infiammazione acuta. La normalizzazione dei livelli di transaminasi nel sangue può indicare stadi avanzati di cirrosi e un numero ridotto di epatociti.

Norma ALT 7-40 IU / l; AsT - 10-30 IU / l.

Gammaglyutamiltranspeptidaza

Un altro enzima, normalmente situato all'interno delle cellule. Un aumento isolato della sua concentrazione nel sangue nella cirrosi indica danni al fegato tossici, in combinazione con un aumento del colesterolo nel sangue e un aumento della bilirubina, aumento gamma glutamil transpeptidasi (entrambe le ortografie sono consentite) indicano colestasi intraepatica (stasi biliare nel fegato).

Norm 10-71 U / l per gli uomini e 6-42 U / l per le donne.

Fosfatasi alcalina

L'enzima contenuto all'interno delle cellule delle pareti dei dotti biliari del fegato. Quando sono danneggiati, il contenuto nel sangue aumenta. Inoltre, tassi aumentati possono indicare colestasi intraepatica.

Norma: 80-306 U / l.

Proteine ​​del sangue che sono sintetizzate nel fegato. In caso di violazione delle sue funzioni, la quantità di albumina plasmatica diminuisce.

Norma: 35-50g / l, che rappresenta il 40-60% delle proteine ​​del sangue totali.

Gamma Globulins

Questo è un complesso di immunoglobuline. Con la cirrosi epatica, il loro contenuto nel plasma sanguigno aumenta, indicando che la componente autoimmune è attaccata al processo infiammatorio.

Norma: 12-22% in siero.

Tempo di protrombina

Il tempo di formazione del coagulo della protrombina nel plasma sanguigno, l'analisi che indica lo stato del sistema di coagulazione. Poiché tutte le proteine ​​del sistema di coagulazione sono sintetizzate all'interno degli epatociti, la morte delle cellule epatiche comporta una violazione della coagulazione del sangue. A fini prognostici, spesso non usano gli indicatori effettivi del tempo di protrombina, ma uno e i suoi derivati ​​- un rapporto normalizzato internazionale, che è determinato confrontando il tasso di formazione di coaguli con la norma di riferimento; corretto per il rapporto internazionale.

Norm 11-13.3 s, INR: 1.0-1.5.

Siero di ferro

Può indicare una delle cause dello sviluppo della cirrosi: una patologia genetica che causa un disturbo del metabolismo del ferro, l'emocromatosi. Allo stesso tempo, il ferro si accumula eccessivamente all'interno delle cellule del fegato, colpendo tossicamente gli epatociti.

La norma è 11-28 μmol / l per gli uomini e 6,6-26 μmol / l per le donne.

Analisi delle urine

Anche se è più spesso usato per valutare le condizioni dei reni, un test delle urine può dare un'idea di alcune delle funzioni del fegato. La cirrosi epatica causa un aumento del livello di bilirubina nel sangue ed è escreta nelle urine, cambia i test. La bilirubina appare nelle urine, che nello stato normale non dovrebbe essere. Aumenta anche la quantità di urobilinogeno, un derivato della bilirubina, che di solito è assente nelle urine del mattino e 5-10 mg nell'urina giornaliera.

Valore predittivo

I dati di laboratorio sono usati per determinare la gravità della malattia. In genere, viene utilizzato Child-Pugh.

I punti sono determinati per ciascun indicatore e viene calcolato il loro importo totale.

Cirrosi compensata - 5-6 punti (classe A). Cirrosi subcompensata - 7-9 punti (classe B). Cirrosi scompensata - 10-15 punti (classe C).

Se tra i pazienti con cirrosi compensata di Child-Pugh, il tasso di sopravvivenza a un anno è del 100% e due anni - 85%, quindi tra i pazienti con cirrosi subcompensata scende all'81% e al 57%, rispettivamente, e tra i pazienti con cirrosi di classe C - a 45 % e 35%.

Se parliamo di aspettativa di vita, allora per i pazienti con cirrosi di classe A raggiunge i 20 anni, mentre tra i pazienti con cirrosi di classe C si riduce a un anno.

Secondo criteri estranei, il trapianto di fegato viene mostrato quando si raggiungono i 7 punti in Child-Pugh. Elevata necessità di trapianto si verifica in pazienti con cirrosi di classe C.

La cirrosi epatica è una malattia lenta, spesso con un piccolo numero di sintomi. Le analisi cliniche aiuteranno a identificare la gravità della condizione in questa malattia epatica, a elaborare le tattiche di trattamento e a determinare la prognosi.

La cirrosi epatica è una malattia cronica in cui si osserva la struttura del fegato, la proliferazione del tessuto connettivo e la disfunzione di un organo vitale. Per lungo tempo, la malattia procede in una forma asintomatica, dal momento che i tessuti del "filtro umano" sono inclini al recupero e alla rigenerazione. Tuttavia, sotto l'influenza di fattori patogeni sottoposti a processi irreversibili che alla fine distruggono il fegato, possono causare disabilità, morte.

Descrizione generale della diagnosi

Al fine di ottenere una dinamica positiva della malattia, è necessario rispondere tempestivamente ai sintomi allarmanti, eseguire i test necessari per la cirrosi epatica, sottoporsi a un trattamento conservativo. Ma quali sono i segni di questa diagnosi fatale? Questo è:

fegato ingrossato alla palpazione; decolorazione della pelle; aumento del gonfiore degli arti inferiori; dolore proprio sotto le costole; vene a ragno sulla pelle; rete vascolare sulla sclera dell'occhio; segni di dispepsia di varia gravità; debolezza generale.

È importante chiarire che il colore della pelle con la cirrosi diventa giallo, pallido; mentre le feci sono di consistenza instabile. Il paziente rimane in uno stato di perpetua malattia e la nausea mattutina progredisce gradualmente fino a riflessi di vomito prolungati con separazione del sangue. Tali sintomi sono caratteristici della forma avanzata della malattia, ma al fine di prevenirla, sono necessarie diagnosi tempestive e un successivo trattamento complesso.

Inizia l'esame con una visita al terapeuta

Diagnosi della malattia

Per comprendere la forma in cui prevale questa diagnosi fatale, è necessario iniziare l'esame visitando il terapeuta con un riassunto delle sue lamentele. Seguirà una consultazione con uno specialista specializzato con raccolta di dati sull'anamnesi, esami clinici e studi di laboratorio dettagliati.

I nostri lettori raccomandano

Il nostro lettore normale ha raccomandato un metodo efficace! Nuova scoperta! Gli scienziati di Novosibirsk hanno rivelato il miglior rimedio per la cirrosi. 5 anni di ricerca. Auto-trattamento a casa! Dopo averlo attentamente esaminato, abbiamo deciso di offrirlo alla vostra attenzione.

La diagnostica principale è una ecografia dell'organo interessato, ma in aggiunta possono essere richiesti laparoscopia e la biopsia, in cui l'ultimo test di laboratorio determina o rifiuta la presenza di cellule tumorali nel fegato.

Un esame del sangue per la cirrosi epatica è uno studio di laboratorio fondamentale che mostra il corso del processo patologico e le sue complicanze. Determina la malattia e fai una diagnosi definitiva - una domanda di un solo giorno, quindi questo problema di salute dovrebbe essere trattato con scrupoli particolari.

Test richiesti

Analisi del sangue generale

Se il medico sospetta una malattia rapida chiamata "Cirrosi del fegato", allora raccomanda che il paziente clinico esegua un esame completo del sangue e delle urine, un test delle feci e numerosi test biochimici in laboratorio. Ma che cosa offre una diagnosi del genere, quali informazioni fornisce lo specialista specializzato sul reale stato di salute del paziente?

L'emocromo completo mostra un netto calo dell'emoglobina, un aumento del numero di leucociti, un salto nell'indicatore ESR. Tali risultati suggeriscono già pensieri ansiosi, confermano ancora una volta l'esacerbazione del processo infiammatorio nel corpo. Un salto nella VES in un quadro così clinico indica una diminuzione del livello di albumina, che è caratteristica di una forma progressiva di cirrosi. La bassa emoglobina contribuisce inoltre allo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro con conseguente indebolimento della risposta immunitaria del corpo.

Cambiamenti irreversibili si osservano anche nei test di laboratorio delle urine, ad esempio, proteine, globuli bianchi, cilindri, eritrociti e bilirubina compaiono nella composizione chimica. Se parliamo del materiale biologico di una persona sana, tali indicatori prevalgono nell'importo minimo o inesistente. In alternativa, la presenza di singoli globuli rossi è considerata normale, proteine ​​in una quantità fino a 0,03 g, leucociti fino a 3 unità. Ma la bilirubina dovrebbe essere completamente assente nella composizione delle urine, altrimenti c'è un'estesa patologia epatica.

Test delle urine in laboratorio

L'analisi delle feci contiene anche preziose informazioni sulla diagnosi progressiva nel corpo. È già visivamente ovvio: il colore delle masse fecali è cambiato, si è verificata la decolorazione, si è verificata la comparsa di una tonalità di argilla. Tale cambiamento è spiegato dall'assenza dell'enzima, la stercobilina, che conferisce alle feci un colore marrone. Già questo sintomo dovrebbe avvisare il paziente, perché indica un problema serio nel fegato e nella cistifellea. È anche possibile il rilascio di coaguli di sangue con masse fecali, che è associato con l'infiammazione e l'espansione delle emorroidi. La sedia del paziente è rotta, è notevole per la sua instabilità: alcuni pazienti soffrono di diarrea cronica, altri soffrono di stitichezza.

Se si sospetta la cirrosi epatica, è imperativo eseguire esami del sangue biochimici, che sono decisivi nella formulazione della diagnosi finale. Con una malattia caratteristica, la composizione biochimica del sangue cambia e gli indicatori individuali non corrispondono all'intervallo normale. In questo caso, stiamo parlando dei seguenti valori:

elevata bilirubina in tutte le frazioni; un salto negli indicatori di Avt, GGT e fosfatasi alcalina; crescita di globuline ed enzimi epatici; il declino di urea e colesterolo; elevata aptoglobina.

Separatamente, vale la pena ricordare che la bilirubina, come prodotto della scomposizione dei globuli rossi e dell'emoglobina, viene processata nel fegato ed escreta nelle feci. Con la cirrosi, il suo accumulo nel plasma supera la norma, il che spiega l'ingiallimento della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi. Inoltre, è un enzima tossico, che, con un'alta concentrazione nel sangue, provoca prurito cutaneo, gonfiore aumentato degli arti inferiori. Con la diagnosi specificata, il valore della bilirubina totale aumenta più volte, allo stesso tempo può superare l'indice di 100 μmol / l.

Una diagnosi così dettagliata permette di determinare non solo la malattia stessa, ma anche la sua forma, stadio. I test di laboratorio sono considerati ulteriori modi per determinare la cirrosi, e i principali medici chiamano ultrasuoni dell'organo interessato e laparoscopia. In caso di dubbio, potrebbe anche esserci un bisogno urgente di ricerca immunologica, per esempio, la presenza di membrane mitocondriali, una diminuzione del testosterone, un salto di estrogeni e un aumento di insulina non sono esclusi. Tali cambiamenti ormonali sono anche caratteristici della diagnosi specificata, aiutano a scegliere un regime di trattamento adeguato. Con una corretta diagnosi, il paziente dopo un ciclo di terapia intensiva ha la possibilità di un lungo periodo di remissione e di salvezza del fegato interessato.

Chi ha detto che è impossibile curare la cirrosi epatica?

Sono stati provati molti modi, ma niente aiuta... E ora sei pronto a sfruttare tutte le opportunità che ti daranno il tanto atteso benessere!

Esiste un rimedio efficace per il trattamento del fegato. Segui il link e scopri cosa consigliano i medici!

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Che cos'è l'epatite alcolica, quanti vivono con essa ed è contagiosa o meno

Diete

L'abuso di alcol è la causa dell'epatite alcolica. Attualmente, ci sono più di 10 milioni di uomini e donne con alcolismo cronico in Russia. 21% diagnosticato con infiammazione del fegato.

Chirurgia laparoscopica e tempo trascorso in ospedale

Analisi

Con l'aiuto della laparoscopia, vengono eseguiti sempre più interventi per varie patologie della cavità addominale e della pelvi. Tali operazioni sono particolarmente popolari nella pratica ginecologica.

Quali sono i sintomi e i segni della malattia del fegato e i principali metodi di trattamento?

Cirrosi

Secondo le statistiche, la malattia del fegato in Russia è al terzo posto dopo patologie neurologiche e cardiovascolari.

Alimentazione dietetica per colecistite

Epatite

La colecistite è un'infiammazione della colecisti, che spesso deriva da un'alimentazione povera, non modale e squilibrata. Ecco perché una parte importante della terapia è la dieta, senza la quale è quasi impossibile recuperare completamente.