Principale / Diete

Test dell'epatite: da "A" a "G"

Diete

L'astuzia delle malattie virali, come l'epatite, è che l'infezione si verifica in un istante, ma il paziente può anche non sapere per molto tempo che è infetto. Diagnosticare accuratamente la malattia e selezionare l'aiuto terapeutico necessario nei test fatti nel tempo. Parliamo di loro in modo più dettagliato.

Che test hai per l'epatite?

L'epatite significa una malattia infiammatoria del fegato. Può essere sia acuto che cronico. Le più comuni malattie virali. Oggi ci sono sette tipi principali di virus dell'epatite: questi sono i gruppi A, B, C, D, E, F e G. Tuttavia, indipendentemente dal tipo di virus, nella fase iniziale la malattia è simile: disagio nell'ipocondrio destro, temperatura, debolezza, nausea, dolori dappertutto, urine scure, ittero. Tutti questi sintomi sono un motivo per testare l'epatite.

Dovresti sapere che la malattia può essere trasmessa in diversi modi: attraverso acqua e cibo contaminati, attraverso sangue, saliva, sessualmente, usando prodotti per l'igiene di altre persone, inclusi rasoi, asciugamani, forbicine per unghie. Pertanto, se i sintomi non compaiono (e il periodo di incubazione può durare fino a due mesi o anche più), ma hai suggerimenti che potresti essere infetto, il test per l'epatite dovrebbe essere fatto il prima possibile.

Inoltre, medici, personale di sicurezza, specialisti di manicure e pedicure, dentisti, in una parola, tutti coloro il cui lavoro quotidiano è collegato con materiali biologici di altre persone, dovrebbero essere testati regolarmente. Inoltre, il test viene mostrato agli specialisti le cui attività professionali prevedono il viaggio in paesi esotici.

Epatite A, o malattia di Botkin

Si chiama un virus RNA dalla famiglia Picornaviridae. Il virus viene trasmesso attraverso gli oggetti domestici e il cibo, quindi la malattia viene anche chiamata "malattia delle mani sporche". Sintomi tipici di qualsiasi tipo di epatite: nausea, febbre, dolori articolari, debolezza. Quindi appare l'ittero. Il periodo di incubazione dura in media 15-30 giorni. Esistono forme acute (itteriche), subacute (anterteri) e subcliniche (asintomatiche) della malattia.

Anti-HAV-IgG (anticorpi della classe IgG per il virus dell'epatite A) può essere utilizzato per rilevare l'epatite A. Inoltre, questo test aiuta a determinare la presenza di immunità al virus dell'epatite A dopo la vaccinazione, questo studio è particolarmente necessario durante le epidemie. Con segni clinici di epatite A, è prescritto il contatto con il paziente, colestasi (violazione del deflusso della bile) Anti-HAV-IgM (anticorpi della classe IgM contro il virus dell'epatite A). Con le stesse indicazioni, viene effettuato un test per la determinazione del virus dell'RNA nel siero del sangue mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) nel plasma.

Epatite B

È causato dal virus HBV della famiglia di gepadnavirus. L'agente patogeno è molto resistente alle alte e alle basse temperature. L'epatite B è un grave pericolo: circa 2 miliardi di persone nel mondo sono infette da questo virus e oltre 350 milioni sono malati.

La malattia viene trasmessa attraverso oggetti perforanti, sangue, fluidi biologici, durante i rapporti sessuali. Il periodo di incubazione può durare da 2 a 6 mesi, se durante questo periodo non si identifica e si inizia a trattare la malattia, allora può passare da uno stadio acuto a uno cronico. Il decorso della malattia passa con tutti i sintomi caratteristici dell'epatite. A differenza dell'epatite A, l'epatite B compromessa funzionalità epatica è più pronunciata. Più spesso si sviluppano sindrome colestatica, esacerbazioni, ci può essere un decorso prolungato, così come recidive della malattia e lo sviluppo del coma epatico. Violazione delle regole di igiene e sesso casuale non protetto sono la base per un test.

Per identificare questa malattia sono prescritti test quantitativi e qualitativi per la determinazione dell'HBsAg (antigene di superficie dell'epatite B, antigene HBs, antigene di superficie del virus dell'epatite B, antigene australiano). L'interpretazione delle indicazioni dell'analisi quantitativa è la seguente: e = 0,05 IU / ml - positivo.

Epatite C

Malattia virale (precedentemente chiamata "epatite non-A, non-B") trasmessa attraverso sangue contaminato. Il virus dell'epatite C (HCV) è un flavivirus. È molto stabile nell'ambiente esterno. Tre proteine ​​strutturali del virus hanno proprietà antigeniche simili e determinano la produzione di anticorpi anti-HCV-core. Il periodo di incubazione della malattia può durare da due settimane a sei mesi. La malattia è molto comune: nel mondo, circa 150 milioni di persone sono infettate dal virus dell'epatite C e sono a rischio di sviluppare cirrosi o cancro del fegato. Ogni anno oltre 350 mila persone muoiono a causa di malattie epatiche correlate all'epatite C.

L'epatite C è astuta perché può essere nascosta sotto la vista di altre malattie. L'ittero in questo tipo di epatite è visto raramente, anche l'aumento della temperatura non è sempre osservato. Ci sono stati numerosi casi in cui l'affaticamento cronico e i disturbi mentali erano le uniche manifestazioni della malattia. Vi sono anche casi in cui le persone, in quanto portatrici e portatrici del virus dell'epatite C, non hanno manifestato alcuna manifestazione della malattia per anni.

La malattia può essere diagnosticata utilizzando un'analisi qualitativa di anti-HCV-totale (anticorpi contro gli antigeni del virus dell'epatite C). La determinazione quantitativa del virus RNA viene eseguita mediante PCR. Il risultato è interpretato come segue:

  • non rilevato: nessun RNA dell'epatite C rilevato o un valore inferiore al limite di sensibilità del metodo (60 UI / ml);
  • 108 UI / ml: il risultato è positivo con una concentrazione di RNA dell'epatite C superiore a 108 UI / ml.

Il rischio di cancro del fegato comprende pazienti con epatite B e C. Fino all'80% dei casi di cancro al fegato primario nel mondo sono registrati in portatori cronici di queste forme della malattia.

Epatite D o epatite delta

Si sviluppa solo in presenza del virus dell'epatite B. I metodi di infezione sono simili all'epatite B. Il periodo di incubazione può durare da un mese e mezzo a sei mesi. La malattia è spesso accompagnata da edema e ascite (idropisia addominale).

La malattia viene diagnosticata utilizzando un'analisi del virus sierico dell'epatite D RNA nel siero del sangue mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) con rilevamento in tempo reale, nonché analisi per gli anticorpi IgM (virus dell'epatite delta, anti IgM, HD-IgM). Un risultato positivo del test indica un'infezione acuta. Un risultato negativo del test registra la sua assenza, o un periodo di incubazione precoce della malattia o uno stadio avanzato. Il test è indicato in pazienti a cui è stata diagnosticata l'epatite B, così come i consumatori di droghe iniettabili.

La vaccinazione contro l'epatite B protegge dall'infezione da epatite D.

Epatite E

L'infezione viene spesso trasmessa attraverso cibo e acqua. Il virus viene spesso rilevato nei residenti dei paesi caldi. I sintomi sono simili all'epatite A. Nel 70% dei casi la malattia è accompagnata da dolore nell'ipocondrio destro. A pazienti la digestione è sconvolta, la salute generale peggiora, poi l'ittero comincia. Con l'epatite E, il decorso grave della malattia, che porta alla morte, è più comune che con l'epatite A, B e C. Si consiglia di fare lo studio dopo aver visitato i paesi in cui il virus è prevalente (Asia centrale, Africa).

La malattia viene rilevata durante il test Anti-HEV-IgG (anticorpi della classe IgG contro il virus dell'epatite E). Un risultato positivo indica la presenza di una forma acuta della malattia o indica una recente vaccinazione. Negativo - sull'assenza di epatite E o sul recupero.

Epatite F

Questo tipo di malattia è attualmente poco conosciuto e le informazioni raccolte a riguardo sono contraddittorie. Ci sono due agenti causali della malattia, uno può essere trovato nel sangue, l'altro - nelle feci di una persona che è stata trasfusa con sangue infetto. Il quadro clinico è lo stesso di altri tipi di epatite. Un trattamento che sarebbe diretto direttamente al virus dell'epatite F non è stato ancora sviluppato. Pertanto, la terapia sintomatica viene eseguita.

Oltre agli esami del sangue, l'urina e le feci vengono esaminate per rilevare questa malattia.

Epatite G

Si sviluppa solo con la presenza di altri virus di questa malattia - B, C e D. Si trova nell'85% dei tossicodipendenti che iniettano sostanze psicotrope con un ago non disinfettato. L'infezione è anche possibile quando si applicano tatuaggi, piercing all'orecchio, agopuntura. La malattia è trasmessa attraverso rapporti sessuali. Per molto tempo, può procedere senza sintomi gravi. Il decorso della malattia somiglia in molti modi all'epatite C. I risultati della forma acuta della malattia possono essere: il recupero, la formazione di epatite cronica o un portatore a lungo termine del virus. La combinazione con l'epatite C può portare alla cirrosi.

Per identificare la malattia, è possibile utilizzare l'analisi per la determinazione dell'RNA (HGV-RNA) nel siero. Le indicazioni per il test sono precedentemente registrate epatite C, B e D. È inoltre necessario superare il test per i tossicodipendenti e coloro che sono in contatto con loro.

Preparazione per i test per l'epatite e la procedura

Per i test per tutti i tipi di epatite B, il sangue viene prelevato da una vena. Il prelievo di sangue avviene al mattino a stomaco vuoto. La procedura non richiede un addestramento speciale, ma il giorno prima è necessario astenersi dal sovraccarico fisico ed emotivo, smettere di fumare e bere alcolici. In genere, i risultati dei test sono disponibili un giorno dopo il prelievo di sangue.

Decodifica risultati

I test dell'epatite possono essere qualitativi (indicano la presenza o l'assenza di un virus nel sangue) o quantitativi (stabilire la forma della malattia, aiutare a controllare il decorso della malattia e l'efficacia della terapia). Solo uno specialista di malattie infettive può interpretare l'analisi e fare una diagnosi basata sul test. Tuttavia, diamo un'occhiata approssimativa a quali sono i risultati del test.

Analisi per l'epatite "negativa"

Un risultato simile suggerisce che nel sangue non è stato rilevato alcun virus dell'epatite: un'analisi qualitativa ha dimostrato che la persona sottoposta a test è sana. Gli errori non possono essere, perché l'antigene si manifesta nel sangue già durante il periodo di incubazione.

Parlare di un buon risultato dell'analisi quantitativa è possibile se la quantità di anticorpi nel sangue è inferiore al valore soglia.

Test dell'epatite "positivo"

Nel caso di un risultato positivo, dopo un po 'di tempo (a discrezione del medico) viene eseguita una seconda analisi. Il fatto è che una maggiore quantità di anticorpi può essere causata, ad esempio, dal fatto che il paziente ha recentemente sofferto di una forma acuta di epatite e che gli anticorpi sono ancora presenti nel sangue. In altri casi, un risultato positivo indica un periodo di incubazione, la presenza di epatite acuta o virale o conferma che il paziente è portatore del virus.

Secondo la legislazione russa, le informazioni sui risultati positivi dei test sierologici per i marcatori di epatite virale parenterale sono trasmesse ai dipartimenti di registrazione e registrazione delle malattie infettive dei relativi centri per la sorveglianza sanitaria ed epidemiologica.

Se il test è stato eseguito in modo anonimo, i suoi risultati non possono essere accettati per fornire assistenza medica. Se si ottiene un risultato positivo del test, è necessario contattare un medico per le malattie infettive per programmare un ulteriore esame e la terapia necessaria.

L'epatite non è una frase, nella maggior parte dei casi la forma acuta della malattia è completamente guarita, l'epatite cronica, con l'osservanza di alcune regole, non cambia radicalmente la qualità della vita. L'importante è rilevare il virus in tempo e iniziare a combatterlo.

Costo dell'analisi

In cliniche private a Mosca, è possibile effettuare test per l'identificazione e le specifiche del virus dell'epatite. Pertanto, un'analisi qualitativa dell'epatite A costa in media 700 rubli, la stessa quantità per l'epatite B; ma un test quantitativo per l'antigene di superficie del virus dell'epatite B costerà circa 1.300 rubli. La definizione di virus dell'epatite G è di 700 rubli. Ma un'analisi più complessa, la determinazione quantitativa dell'RNA del virus dell'epatite C mediante PCR, costa circa 2.900 rubli.

Attualmente, non vi è alcuna difficoltà nella diagnosi dell'epatite, specialmente nelle regioni centrali dei paesi sviluppati. Ma per evitare tali malattie, non bisogna trascurare le regole dell'igiene personale. Va anche ricordato che il contatto sessuale casuale può causare malattie. La vaccinazione sarà la migliore difesa contro possibili malattie - è stata praticata con successo per molto tempo contro la maggior parte dei virus dell'epatite.

Prove di epatite C: indicazioni, tipi, trascritti

L'epatite C è un danno ai tessuti del fegato a causa dell'insorgenza del processo infiammatorio causato da un virus contenente RNA. Questo tipo di virus è stato identificato per la prima volta nel 1988.

La malattia può manifestarsi in forma acuta o cronica, ma più spesso è caratterizzata da un lungo decorso latente, cioè asintomatico. La tendenza alla malattia cronica è dovuta alla capacità del patogeno di mutazione. A causa della formazione di ceppi mutanti, il virus dell'HCV sfugge alla sorveglianza immunitaria e si trova nel corpo per un lungo periodo, senza causare sintomi pronunciati della malattia.

Gli antigeni dell'HCV hanno una bassa capacità di indurre reazioni immunitarie, pertanto gli anticorpi precoci ad essi compaiono solo dopo 4-8 settimane dall'esordio della malattia, a volte anche dopo, i titoli anticorpali sono bassi - questo complica la diagnosi precoce della malattia.

Un processo infiammatorio prolungato causato da HCV provoca la distruzione del tessuto epatico. Il processo è nascosto a causa delle capacità compensative del fegato. A poco a poco, sono esausti e ci sono segni di disfunzione epatica, di solito questo indica una profonda sconfitta. L'obiettivo dell'analisi per l'epatite C è identificare la malattia in uno stadio latente e, appena possibile, iniziare il trattamento.

Indicazioni per il rinvio di test per l'epatite C

I test dell'epatite C vengono eseguiti per i seguenti motivi:

  • esame delle persone che hanno avuto contatti con l'infetto;
  • diagnosi di epatite mista eziologia;
  • monitorare l'efficacia del trattamento;
  • cirrosi epatica;
  • visita medica preventiva di operatori sanitari, dipendenti di istituti prescolari, ecc.

Un paziente può essere inviato per analisi se ci sono segni di danno epatico:

  • ingrossamento del fegato, dolore nell'ipocondrio destro;
  • il giallo della pelle e il bianco degli occhi, prurito;
  • milza ingrossata, ragni vascolari.

Tipi di test dell'epatite C

Per la diagnosi dell'epatite C viene utilizzata una selezione diretta del virus nel sangue e l'identificazione di segni indiretti della sua presenza nel corpo - i cosiddetti marcatori. Inoltre, vengono studiate le funzioni del fegato e della milza.

I marcatori dell'epatite C sono anticorpi totali del virus dell'HCV (Ig M + IgG). Iniziano a formarsi gli anticorpi della prima (dalla quarta alla sesta settimana di infezione) della classe IgM. Dopo 1,5-2 mesi inizia la produzione di anticorpi della classe IgG, la cui concentrazione raggiunge un massimo da 3 a 6 mesi della malattia. Questo tipo di anticorpi può essere trovato nel siero per anni. Pertanto, la rilevazione di anticorpi totali consente la diagnosi di epatite C, a partire dalla 3a settimana dopo l'infezione.

La trasmissione del virus dell'epatite C avviene attraverso uno stretto contatto con il vettore del virus o l'ingestione di sangue infetto.

Gli anticorpi anti-HCV sono determinati mediante saggio immunoenzimatico (ELISA), un test ultrasensibile che viene spesso utilizzato come test diagnostico rapido.

Per determinare l'RNA del virus nel siero utilizzando il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR). Questa è l'analisi principale per stabilire la diagnosi di epatite C. La PCR è un test qualitativo, in cui viene determinata solo la presenza di un virus nel sangue, ma non la sua quantità.

La determinazione del livello di anticorpi HCVcor IgG NS3-NS5 è necessaria per escludere o confermare la diagnosi in presenza di un risultato PCR negativo.

Per la diagnostica della funzionalità epatica, sono prescritti test del fegato - determinazione dell'ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), bilirubina, fosfatasi alcalina, GGT (gamma-glutamiltransferasi), test del timolo. I loro indicatori sono confrontati con le tabelle delle norme, il valore di una valutazione completa dei risultati.

Una fase obbligatoria della diagnosi è un esame del sangue con la definizione di formula leucocitaria e piastrine. Nell'epatite C, in generale, un esame del sangue rivela un numero normale o ridotto di leucociti, linfocitosi, una diminuzione della VES, e in un esame del sangue biochimico, l'iperbilirubinemia è causata da una frazione diretta, aumento dell'attività ALT e disturbi del metabolismo proteico. Nel periodo iniziale dell'epatite, aumenta anche l'attività di alcune sostanze, che sono normalmente contenute negli epatociti e entrano nel sangue in piccolissime quantità: sorbitolo deidrogenasi, ornithinecarbamoyltransferase, fruttosio-1-fosfataldolasi.

L'analisi generale delle urine con microscopia del sedimento rivelerà urobilina nelle urine e bilirubina negli stadi successivi della malattia.

Ha condotto uno studio sull'hardware degli organi della cavità addominale, incluso il fegato - ultrasuoni, imaging core core o magnetico.

Il virus dell'epatite C non viene trasmesso attraverso strette di mano, baci e la maggior parte degli oggetti domestici, come utensili comuni.

Un metodo importante per la diagnosi dell'epatite C è uno studio morfologico della biopsia epatica. Non solo integra i dati di ricerca biochimica, immunologica e hardware, ma spesso indica anche la natura e lo stadio del processo patologico, che altri metodi non rilevano. Lo studio morfologico è necessario per determinare le indicazioni per la terapia con interferone e valutarne l'efficacia. La biopsia epatica è indicata per tutti i pazienti con portatori di epatite C e HBsAg.

Preparazione per l'analisi

Per testare l'epatite C, è necessario donare il sangue da una vena. Come prepararsi per la raccolta del sangue? È possibile mangiare e bere prima dell'analisi?

L'analisi viene data rigorosamente a stomaco vuoto. Tra l'ultimo pasto e la raccolta del sangue dovrebbero essere necessarie almeno 8 ore. Prima di passare l'analisi è necessario escludere lo sforzo fisico, il fumo, l'uso di alcol, cibi grassi e fritti, bevande gassate. Puoi bere acqua pulita. La maggior parte dei laboratori preleva il sangue per l'analisi solo nella prima metà della giornata, quindi il sangue viene donato al mattino.

Decodifica risultati

Le analisi per la determinazione degli anticorpi contro il virus dell'epatite sono qualitative, ovvero indicano la presenza o l'assenza di anticorpi, ma non determinano il loro numero.

Se nel siero vengono rilevati anticorpi anti-HCV, viene eseguita un'analisi ripetuta per eliminare il risultato falso-positivo. Una risposta positiva all'analisi ripetuta indica la presenza di epatite C, ma non distingue tra forme acute e croniche.

In assenza di anticorpi contro il virus, la risposta è "negativa". Tuttavia, l'assenza di anticorpi non può escludere l'infezione. La risposta sarà anche negativa se sono trascorse meno di quattro settimane dall'infezione.

Per la diagnosi dell'epatite C viene utilizzata una selezione diretta del virus nel sangue e l'identificazione di segni indiretti della sua presenza nel corpo - i cosiddetti marcatori.

Il risultato dell'analisi può essere errato? La preparazione inadeguata per l'analisi può portare a risultati falsi. In questi casi si possono ottenere risultati falsi positivi:

  • inquinamento del biomateriale presentato;
  • la presenza di eparina nel sangue;
  • la presenza di proteine, sostanze chimiche nel campione.

Cosa significa test positivo per l'epatite C?

Da persona a persona, l'epatite C viene trasmessa, di norma, per via parenterale. La principale modalità di trasmissione è attraverso il sangue infetto, così come attraverso altri fluidi biologici (saliva, urina, sperma). Il sangue dei portatori di un'infezione è pericoloso fino a quando non mostrano i sintomi della malattia e mantiene la capacità di contrarre l'infezione per un lungo periodo.

Ci sono più di 180 milioni di persone infette da HCV nel mondo. Il vaccino contro l'epatite C attualmente non esiste, ma sono in corso ricerche per svilupparlo. Più spesso, un virus patogeno è rilevato nei giovani di età compresa tra 20-29 anni. L'epidemia di epatite C virale sta crescendo, circa 3-4 milioni di persone si infettano ogni anno. Il numero di morti per complicazioni della malattia ha oltre 390 mila all'anno.

Tra alcuni gruppi di popolazione, il tasso di infezione è molto più alto. Quindi, a rischio sono:

  • pazienti spesso ospedalizzati;
  • pazienti che richiedono emodialisi permanente;
  • ricevitori di sangue;
  • pazienti dispensatori oncologici;
  • persone che hanno subito trapianti di organi;
  • gruppi professionali di operatori sanitari che sono in contatto diretto con il sangue dei pazienti;
  • bambini nati da madri infette (con alte concentrazioni del virus nella madre);
  • Portatori di HIV;
  • partner sessuali di persone con epatite C;
  • persone in detenzione;
  • persone che si iniettano droghe, pazienti con trattamento farmacologico.

La trasmissione del virus avviene attraverso uno stretto contatto con il vettore del virus o l'ingestione di sangue infetto. In rari casi si registra una via di trasmissione sessuale e verticale (da madre a figlio). Nel 40-50% dei pazienti non è possibile individuare l'esatta fonte di infezione. Il virus dell'epatite C non viene trasmesso attraverso strette di mano, baci e la maggior parte degli oggetti domestici, come utensili comuni. Ma se c'è una persona infetta nella famiglia, bisogna fare attenzione: accessori per manicure, un rasoio, uno spazzolino da denti, salviette per il bagno non possono essere condivisi, in quanto potrebbero esserci tracce di sangue su di loro.

Al momento dell'infezione, il virus entra nel sangue e si accumula in quegli organi e tessuti dove si moltiplica. Queste sono cellule epatiche e cellule mononucleate del sangue. In queste cellule, l'agente patogeno non solo si moltiplica, ma rimane per molto tempo.

L'HCV provoca quindi danni alle cellule del fegato (epatociti). L'agente patogeno entra nel parenchima epatico, modificandone la struttura e interrompendo l'attività vitale. Il processo di distruzione degli epatociti è accompagnato dalla crescita del tessuto connettivo e dalla sostituzione delle cellule epatiche con essa (cirrosi). Il sistema immunitario produce anticorpi alle cellule del fegato, aumentandone il danno. A poco a poco, il fegato perde la sua capacità di svolgere le sue funzioni e si sviluppano gravi complicazioni (cirrosi, insufficienza epatica, carcinoma epatocellulare).

Gli antigeni dell'HCV hanno una bassa capacità di indurre reazioni immunitarie, pertanto gli anticorpi precoci ad essi compaiono solo dopo 4-8 settimane dall'esordio della malattia, a volte anche dopo, i titoli anticorpali sono bassi - questo complica la diagnosi precoce della malattia.

I sintomi per i quali è richiesto un test dell'epatite C

L'intensità dei sintomi della malattia dipende in gran parte dalla concentrazione del virus nel sangue, dallo stato del sistema immunitario. Il periodo di incubazione è in media 3-7 settimane. A volte questo periodo è ritardato a 20-26 settimane. La forma acuta della malattia è raramente diagnosticata e più spesso per caso. Nel 70% dei casi di infezione acuta, la malattia passa senza manifestazioni cliniche.

L'analisi viene data rigorosamente a stomaco vuoto. Tra l'ultimo pasto e la raccolta del sangue dovrebbero essere necessarie almeno 8 ore. Prima di passare l'analisi è necessario escludere lo sforzo fisico, il fumo, l'uso di alcol, cibi grassi e fritti, bevande gassate.

I sintomi che possono indicare epatite C acuta:

  • malessere generale, debolezza, prestazioni ridotte, apatia;
  • mal di testa, vertigini;
  • riduzione dell'appetito, ridotta tolleranza allo stress alimentare;
  • nausea, dispepsia;
  • pesantezza e disagio nell'ipocondrio destro;
  • febbre, brividi;
  • prurito;
  • urina scura, schiumosa (urina, simile alla birra);
  • danno alle articolazioni e al muscolo cardiaco;
  • fegato e milza ingrossati.

La colorazione giallastra della pelle può essere assente o apparire per un breve periodo. In circa l'80% dei casi, la malattia procede in forma anicterica. Con l'avvento dell'ittero, l'attività enzimatica delle transaminasi epatiche diminuisce.

Normalmente i sintomi vengono cancellati e i pazienti non attribuiscono molta importanza alle manifestazioni cliniche, pertanto, in più del 50% dei casi, l'epatite acuta diventa cronica. In rari casi, un'infezione acuta può essere difficile. Una forma clinica specifica della malattia - epatite fulminante - è accompagnata da gravi reazioni autoimmuni.

Trattamento dell'epatite C

Il trattamento viene effettuato da un epatologo o da uno specialista in malattie infettive. Si prescrivono farmaci antivirali, immunostimolanti. La durata del corso, il dosaggio e il regime dipendono dalla forma del corso e dalla gravità della malattia, ma in media la durata del ciclo di terapia antivirale è di 12 mesi.

Esame del sangue per l'epatite

Un esame del sangue per l'epatite è incluso nel programma di esami standard per l'esame medico di routine dei lavoratori, quando si registrano le donne incinte, quando i pazienti sono ricoverati in ospedale. A cosa serve questa analisi? L'epatite virale cronica (CVH) è molto pericolosa per la salute di una persona direttamente infetta con gravi danni al fegato e il rischio di trasmettere il patogeno a un'altra persona è ematogeno (attraverso il sangue) è molto alto.

Che cos'è un esame del sangue per l'epatite?

Un esame del sangue per l'epatite è un paio di test di laboratorio che consentono di stabilire la diagnosi di epatite virale con quasi il 100% di certezza:

  • analisi biochimica (mostra il grado di distruzione delle cellule epatiche - epatociti);
  • profilo lipidico (valuta il grado di danno e il funzionamento delle cellule epatiche);
  • ELISA - dosaggio immunoenzimatico (rilevazione di specifiche immunoglobuline antivirali - anticorpi anti-virus, determinazione dell'attività del processo infiammatorio);
  • Metodo PCR - reazione a catena della polimerasi (rilevazione del materiale genetico (RNA) del virus, suo genotipo e quantità nel sangue);
  • sull'epatite autoimmune (per diagnosi differenziale di epatite).

Gli studi sugli anticorpi (ELISA) e l'antigene del virus (PCR) sono spesso indicati nei laboratori come test per i marcatori dell'epatite. Sono i principali metodi di laboratorio che determinano il fatto di CVH, altri studi solo chiarire e stabilire l'entità del danno al fegato e altri organi.

L'analisi del sangue clinico generale è anche di grande importanza nel complesso esame di laboratorio dei pazienti con epatite: in base al numero e al rapporto tra le cellule del sangue e la velocità di eritrosedimentazione (ESR), consente di valutare la risposta del corpo all'introduzione di un agente estraneo.

Fare un'analisi qualitativa dell'epatite è possibile solo dopo la preparazione preliminare del paziente. Il paziente dovrebbe sapere come prepararsi. Se avesse dato sangue a stomaco vuoto o no, ci sono stati errori nella dieta o nell'alcol, e il suo risultato dipenderà. Per evitare un risultato falso-positivo o falso-negativo, è necessario astenersi da cibi alcolici, grassi e fritti alla vigilia della resa del biomateriale.

Quanto è fatto un esame del sangue per l'epatite?

Le persone con sospetta epatite sono spesso interessate a medici e tecnici di laboratorio, dove ricevono sangue per la ricerca e quanto tempo fanno in laboratorio. Il sangue per lo studio è preso da una vena, e quanta analisi sarà preparata dipende in gran parte dalla subordinazione del laboratorio: i laboratori del budget ospedaliero, a causa del pesante carico di lavoro e delle attrezzature obsolete, fanno studi biochimici per 5-7 giorni, ELISA e PCR per 7-10 giorni. Nei moderni laboratori privati, dotati di apparecchiature ad alte prestazioni, il tempo di consegna è di 1-2 giorni. E in alcune istituzioni private, ad esempio, nel laboratorio "Invitro", la conclusione può essere ottenuta in poche ore.

La durata del test del sangue per l'epatite

Poiché il test per l'epatite viene effettuato non solo a persone che sospettano la malattia, ma anche con uno scopo preventivo, cioè prima dell'intervento chirurgico, durante la visita medica, quando viene ricoverato in ospedale, la domanda su quanto tempo sia realmente. La durata di validità dell'epatite virale è di 2 mesi.

Ciò è dovuto alla peculiarità della risposta immunitaria del corpo all'introduzione del virus e alle caratteristiche della diagnosi di laboratorio. Dopo l'infezione di una persona, gli anticorpi ai virus HVG possono essere rilevati in lui solo dopo 4-6 settimane, quindi se il risultato del test del paziente per l'epatite era negativo, ma l'infezione si è verificata, allora questo può essere stabilito non prima di 1-1.5 mesi dopo l'infezione.

D'altra parte, se l'analisi ha mostrato un risultato positivo per gli anticorpi del virus HVG in un paziente, ad esempio, dopo che è passato un percorso terapeutico, questo non significa sempre che sia ancora malato, gli anticorpi contro il virus dell'epatite possono essere determinati anche a lungo dopo il trattamento.

Esame del sangue per HIV ed epatite

Di norma, contemporaneamente al prelievo di sangue per il test dell'epatite, viene prelevato un campione per sangue e HIV / AIDS. Il virus dell'immunodeficienza umana e i suoi anticorpi nel sangue sono ricercati nello stesso modo dell'epatite: PCR e ELISA. I tempi di questi studi non differiscono da quelli con CVH: da 1-2 giorni (urgente - da 2 ore) a 10-14 giorni (a seconda del laboratorio).

I test per l'HIV / AIDS possono essere fatti a casa. Per questo ci sono speciali test rapidi. La durata dell'analisi espressa è minima - 10-15 minuti, i risultati sono abbastanza affidabili (fino al 99%), ma non possono essere riconosciuti come una conclusione ufficiale. Per ottenere i risultati ufficiali di un test HIV, è necessaria una diagnostica di laboratorio ripetuta.

Al fine di non ottenere una conclusione falsa positiva, una persona di test HIV deve sapere come prepararsi adeguatamente per questo:

  • Non prendere l'analisi dopo una malattia.
  • Alcuni giorni prima dello studio per abbandonare l'uso di alcol.
  • Alla vigilia non è necessario mangiare cibi grassi e fritti.
  • Devi passare un'analisi a stomaco vuoto.

La presenza di virus dell'immunodeficienza umana nel corpo facilita l'infezione degli esseri umani con altre infezioni, compresa l'epatite C, pertanto, i pazienti con HIV / AIDS sottoposti regolarmente a esami di routine, compresa la diagnostica di laboratorio per l'epatite.

Emocromo completo per epatite

Un esame emocromocitometrico totale (UAC) mostrerà l'epatite? Non è possibile identificare il virus dell'epatite stessa o gli anticorpi con l'aiuto di KLA, poiché sono necessari studi più complessi - PCR, ELISA. Perché, quindi, è nominato per tutti coloro che sospettano CVH?

KLA è incluso nella lista dei test obbligatori per qualsiasi malattia, specialmente quando è contagiosa. Può rivelare la risposta immunitaria all'introduzione del virus dell'epatite. In risposta al virus rilevato, il sistema immunitario risponde producendo globuli bianchi (leucociti) e producendo immunoglobuline - anticorpi.

Pertanto, quando vengono rilevati CVH nell'analisi del sangue generale:

  • conteggi elevati di leucociti (risposta del sistema immunitario alle infezioni);
  • spostamento dei leucociti a sinistra (molte giovani forme di leucociti lasciano il midollo osseo);
  • aumento della frazione dei linfociti (caratteristica delle malattie virali, i linfociti producono immunoglobuline);
  • una diminuzione del numero di globuli rossi e una diminuzione del livello delle piastrine (anemia e trombocitopenia si verificano quando viene inibito il midollo osseo);
  • Accelerazione ESR - velocità di sedimentazione eritrocitaria (indica processo infiammatorio).

Con epatite virale cronica prolungata, il quadro ematico può cambiare. A causa della soppressione dell'immunità da parte del virus, il numero totale di leucociti e di tutte le altre cellule del sangue (eritrociti, piastrine) può diminuire nel KLA: il midollo osseo svanisce gradualmente.

Esame del sangue per l'epatite C: indicatori

I risultati di un esame ematico clinico generale per l'epatite C non differiscono da quelli per altre CVH. L'immagine del sangue in CVHS dipende, prima di tutto, non solo dal tipo di patologia (A, B, C), ma dalla carica virale e dalla durata della malattia. Più a lungo una persona è malata, più il suo fegato è danneggiato e altri sistemi ne sono affetti, incluso il midollo osseo.

Nelle prime fasi della malattia, il sangue risponde aumentando gli indici dei leucociti, che indica la lotta del corpo contro le infezioni. Negli stadi successivi della malattia, gli indici del numero di tutte le cellule del sangue diminuiscono, il che mostra quanto sia depresso il midollo osseo.

Solo un epatologo ha il diritto di determinare quali test portare al paziente e quali indicatori determinare per il tecnico di laboratorio. Non dovresti andare da solo nei laboratori, spendere un sacco di soldi per la ricerca: un medico competente dovrebbe darti un rinvio all'ospedale. Risparmierà tempo e denaro.

Quale conteggio del sangue indica epatite

Come eseguire un esame del sangue per l'epatite Studio per aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT) Esame del sangue biochimico: cambiamenti caratteristici

Un esame del sangue per l'epatite è un indicatore importante in base al quale è possibile determinare se una persona ha questa malattia. Ha diversi stadi di eziologia, e quindi ci sono vari metodi per il suo rilevamento.

Le più comuni sono malattie causate da fattori virali:

epatite A, B, C, D, E, F, G; febbre; herpes; rosolia.

L'epatite può anche essere causata da intossicazione del corpo, causata dall'alcol e da altri tipi di avvelenamento.

Come fare un esame del sangue per l'epatite

Per determinare questo tipo di malattia, è necessario donare il sangue per la ricerca e la rilevazione di epatite. Il sangue deve essere assunto a stomaco vuoto, l'intervallo di tempo tra l'ultimo pasto e il tempo di consegna dovrebbe essere di dieci ore. È necessario prepararsi in anticipo, per due giorni: escludere dall'alimentazione alcol, frutta, cibi dolci, fritti, piccanti e grassi. Non fumare due ore prima del test. Se durante il giorno dovevi sottoporti a un esame ecografico, a raggi X, a fisioterapia, a riflessologia o prendevi qualche farmaco, assicurati di informare il tuo medico.

Quindi, lo studio è stato condotto e tu hai messo le mani sul risultato. Per capire cosa è scritto lì, è necessario conoscerne la decodifica. La decrittazione indica la diagnosi corretta.

Nell'epatite A viene usato un metodo immunochemiluminescente, che può essere utilizzato per rilevare il virus LG. Il suo tasso è inferiore a 1 S / CO. Se questo indicatore supera la norma, indica la presenza della malattia o un'infezione precedentemente trasferita. Nell'epatite B è possibile rilevare la presenza di anticorpi LgM. La loro presenza può solo significare che il paziente ha la malattia. Per l'epatite C, viene utilizzato un metodo diagnostico come ELISA. Un'analisi normale è considerata come non ci sono indicatori di anticorpi anti-HIV. Se la prima analisi di questi anticorpi è stata trovata, quindi condurre un secondo studio. E in caso di un secondo risultato positivo, al paziente viene fornita questa diagnosi. In caso di epatite D-G, viene eseguito il metodo ELISA, in cui vengono determinati gli anticorpi delle specie precedentemente citate e dei loro ricombinanti. Se questa diagnosi viene confermata due volte nello studio, allora non ci può essere errore.

Per l'epatite non virale includono:

tossici; autoimmune; forme di radiazione della malattia.

La loro determinazione viene effettuata con un metodo indiretto, vale a dire lo studio del fibrinogeno. Cioè, la proteina che si accumula nel fegato viene sintetizzata, il suo valore normale dovrebbe essere compreso tra 1,8 e 3,5 g / l. Se si scopre che la proteina è al di sotto del normale, allora si può tranquillamente affermare che al paziente viene diagnosticata questa malattia e che il tessuto epatico è danneggiato.

Torna al sommario

Ricerca su aspartato aminotransferasi (AST) e alanina aminotransferasi (ALT)

Il tasso di questi indicatori dovrebbe essere compreso tra 0 e 75 U / n e tra 0 e 50 U / n. Se questo valore supera il tasso approvato, la diagnosi di ittero non può essere evitata.

Ricerca sulla bilirubina: la norma per tale indicatore è compresa tra 5 e 21 μmol / n. Se l'indicatore è più alto della norma, significa che questo disturbo è stato trovato.

Proteine ​​totali del siero di latte: la norma varia tra 66 e 83 g / l. Se nell'analisi viene rilevato un indice ridotto, ciò indica che l'accumulo di albumina è minimo e la malattia inizia a svilupparsi.

Torna al sommario

Analisi biochimiche del sangue: cambiamenti caratteristici

Oltre all'analisi di base, il medico può prescrivere un esame del sangue biochimico.

In questa analisi, è possibile identificare un numero di funzioni, vale a dire:

Un grande accumulo di enzimi epatici aspartato aminotransferasi e alanina aminotransferasi, che durante la disintegrazione delle cellule epatiche entrano nel sangue. Fosfatasi alcaline e glutamil transpeptidasi possono aumentare in questo processo. Forte aumento della bilirubina. Cioè, se la bilirubina nel corpo è più di 27-34 μmol / l, allora il paziente ha ittero. Si considera una forma lieve se l'indicatore è fino a 85 μmol / l, uno moderato va da 86 a 169 μmol / l, la forma pesante è superiore a 170 μmol / l. C'è una violazione delle proteine ​​nel sangue, cioè c'è una diminuzione nell'albumina e a questo punto c'è un aumento delle gammaglobuline. Un forte aumento dei trigliceridi, cioè le basi dei lipidi nel sangue, può verificarsi nel sangue. Il loro tasso dipende dall'età del paziente.

Dove fare un esame del sangue per l'epatite? Dona sangue per questo studio in qualsiasi laboratorio. Solo in quello in cui non ci saranno difficoltà nello stabilire la correttezza della diagnosi. A Mosca, questo servizio offre un gran numero di laboratori. Lo studio si svolge a pagamento e in ciascuna istituzione il prezzo è diverso. Il costo approssimativo di un tale studio varia da 400 a 1.200 rubli.

Quando si sospetta la presenza di virus dell'epatite nel corpo, di norma viene prescritta un'analisi dell'epatite. La malattia può assumere diverse forme, che si distinguono per i loro sintomi. I sintomi della malattia dipendono non solo dalla sua forma, ma anche da una serie di fattori, pertanto possono cambiare periodicamente. Un esame del sangue per l'epatite può essere positivo o negativo.

Sintomi comuni

La gravità dei sintomi della malattia dipende principalmente dal grado di danneggiamento delle cellule epatiche e dal loro funzionamento. Lo sviluppo della patologia può essere accompagnato da:

nausea; sensazione di pesantezza e disagio nell'addome giusto; perdita di appetito; aumento della fatica e debolezza; decolorazione delle feci; ittero. Il colore delle urine dell'epatite diventa scuro.

Vale la pena notare che un tale sintomo di epatite acuta come ittero, che è caratterizzato da decolorazione delle proteine ​​della pelle, della lingua e degli occhi, di solito inizia a manifestarsi dopo che la riacutizzazione della malattia viene lasciata indietro e il paziente si sente meglio. Lo stadio pre-itterico della malattia è chiamato prekicteric o prodromico. La manifestazione di ittero è spesso attribuita all'epatite, ma non dimenticare che questo sintomo può avere cause completamente diverse. Se trovi questi sintomi dovrebbe immediatamente superare un test per l'epatite.

Come si manifesta la forma cronica?

La forma cronica della malattia include l'epatite B e C. È interessante notare che in questo caso, la malattia per un lungo periodo potrebbe non essere accompagnata da nessuno dei sintomi. Più spesso, il paziente può essere tormentato da una sensazione di debolezza, stanchezza, presenza di sindrome astenica. La presenza della malattia può essere rilevata eseguendo un esame del sangue per i marcatori dell'epatite virale. Molto spesso, le persone imparano sull'epatite cronica solo dopo lo sviluppo dei suoi effetti irreversibili, dopo aver superato gli esami il paziente è stato costretto a un netto deterioramento della salute. Il deterioramento del paziente con epatite virale cronica può indicare lo sviluppo della cirrosi, i cui sintomi principali sono l'ittero e un aumento dell'addome, che è chiamato ascite. La conseguenza della forma cronica dell'epatite virale potrebbe essere lo sviluppo dell'encefalopatia epatica. Questa malattia colpisce il cervello e porta alla distruzione della sua attività. La forma cronica viene spesso scoperta per caso. Ad esempio, quando sottoposti a visita medica, i sospetti di malattia possono dare degli indicatori se il paziente ha subito un esame emocromocitometrico completo. In questo caso, il paziente deve superare un test per l'epatite. Se gli indici degli enzimi epatici e della bilirubina si alzano molto forte, il paziente viene inviato per una rapida analisi.

Risultati dei test che indicano cambiamenti nel fegato

Prima di tutto, il livello di enzimi (principalmente ALT) e la bilirubina indicano la presenza di eventuali cambiamenti nel fegato. Superarli indica danni all'organo. I test dell'epatite permettono non solo di rilevare la presenza della malattia, ma anche di determinare il grado di danno epatico (questo è possibile con l'aiuto di test del fegato). Inoltre, i test di laboratorio possono indicare quanto è basso il livello di proteine ​​nel fegato, che è un indicatore dell'insufficienza delle sue funzioni. Un esame del sangue per l'epatite e una serie di studi (risultati) consentono allo specialista di determinare correttamente il regime di trattamento. Quanto costa l'analisi della trascrizione dell'epatite nel sangue? Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché la durata della procedura dipende da una serie di fattori. In media, il risultato può essere ottenuto il giorno successivo dopo la donazione di sangue. In alcuni casi, al paziente viene offerto di effettuare un test rapido per l'epatite, che consente di determinare la presenza del virus il prima possibile a casa.

La presenza di virus dell'epatite: analisi

Viene prescritto un esame del sangue per i marcatori per determinare la presenza di virus dell'epatite. Ad oggi, ci sono due modi principali:

Nel primo caso, l'analisi consente di rilevare la presenza di anticorpi prodotti dall'organismo sotto forma di risposta al virus. Utilizzando l'analisi immunologica, gli specialisti possono determinare il contenuto di antigeni e anticorpi, che indica la dinamica dei cambiamenti patologici. Nella maggior parte dei casi, tali studi danno una risposta esatta, ma esiste ancora una bassa percentuale di errori, quindi a volte viene chiesto al paziente di restituire il sangue. Il test dell'epatite determina il tipo di antigeni dei virus dell'epatite, che possono essere diversi. Affinché il trattamento sia il più efficace possibile, sono necessari i risultati di una serie di test, che determineranno il decorso della malattia e mostreranno quanto sono attivi i virus. Con l'aiuto di studi sugli anticorpi, viene stabilita la fase di infezione, diventa chiaro se il sistema immunitario è in grado di combattere i virus. Con l'aiuto della ricerca genetica, viene determinato il materiale genetico dei virus trovati nel sangue del paziente (RNA, DNA). Nella maggior parte dei casi, la diagnostica PCR viene utilizzata per tali scopi.

I moderni metodi di genodiagnostica sono in grado non solo di trovare virus, ma anche di determinare in che quantità sono.

Inoltre, gli specialisti diventano consapevoli della loro varietà. Come è noto, l'accuratezza dell'analisi influenza direttamente l'efficacia del trattamento. Vale la pena aggiungere che gli studi genetici sono in grado di fornire il risultato più accurato.

Quali indicatori influenzano la diagnosi?

Stabilendo la diagnosi di epatite, lo specialista, prima di tutto, respinge la valutazione delle condizioni generali del paziente. Di particolare importanza sono i cambiamenti nel fegato e la natura che hanno. Inoltre, la conclusione sulla diagnosi dipende dal risultato dell'analisi per i marcatori dell'epatite. I sintomi dell'epatite virale sono simili a molte altre malattie associate al fegato. Ecco perché, per ottenere un "quadro" chiaro, gli specialisti spesso danno indicazioni per sottoporsi a ulteriori studi, tra cui la biopsia e l'ecografia del fegato. I risultati di alcuni test potrebbero indicare non l'infezione corrente, ma quella passata. Succede che durante l'esame per ottenere una stima dell'attività della malattia non riesce.

Ulteriori informazioni sull'analisi del sangue per l'epatite

Il sangue per analisi deve essere assunto a stomaco vuoto. Dopo l'ultimo pasto, devono passare almeno 8 ore. Può essere richiesto un esame del sangue per l'epatite per:

Prepararsi per la chirurgia. Un livello elevato di AST e ALT. Manipolazione parenterale Sintomi clinici indicativi di epatite virale. Preparazione per la gravidanza. Colestasi, ecc.

Dove prendono sangue per testare l'epatite? Il sangue può essere preso sia da una vena che da un dito. Se il paziente sta assumendo farmaci, è molto importante informare il medico.

L'epatite C è una pericolosa malattia virale che colpisce il fegato. L'analisi del sangue biochimica per l'epatite consente di identificare e monitorare tempestivamente lo sviluppo del virus. Questo metodo di ricerca è semplice, accurato e informativo. Grazie ai dati biochimici ottenuti, agli specialisti vengono assegnati ulteriori test e viene formata una tattica di trattamento. Se si sospetta una possibile infezione da epatite C, prima di tutto è necessario fare biochimica. Questo metodo è riconosciuto come uno dei test ausiliari affidabili nella medicina pratica.

Cos'è un esame del sangue biochimico?

Lo studio dei materiali biologici è il primo passo verso la cura del paziente. L'analisi del sangue biochimica è una tecnica di laboratorio chiave utilizzata in quasi tutte le aree della medicina. Più di 100 indicatori sono inclusi nell'analisi biochimica. Questo metodo di ricerca permetterà di valutare lo stato di salute, individuare tempestivamente patologie e anomalie nel corpo, in particolare:

deviazioni nel pancreas, fegato, reni e cistifellea, disordini metabolici, cambiamenti quantitativi di microelementi, processi infiammatori degli organi interni.

La biochimica consente non solo di evitare i potenziali problemi di salute previsti, ma indica anche le deviazioni esistenti. Sulla base del metodo descritto, la condizione generale del corpo viene accuratamente stimata, viene elaborato un ulteriore piano per ulteriori diagnosi e trattamenti raccomandati.

Cosa mostra un esame del sangue biochimico per l'epatite C?

Il profilo di ricerca standard è costituito da molti componenti, i più significativi dei quali sono riassunti nella tabella:

Quali test possono aiutare a identificare l'epatite C?

Il fegato è uno degli organi più importanti che svolgono un ruolo importante nell'attività vitale dell'organismo.

Partecipa alla digestione, alla circolazione sanguigna, allo scambio di tutti i tipi di sostanze, svolge più di cinquecento funzioni biochimiche.

Pertanto, è necessario trattare la salute di questo organo con particolare trepidazione, per identificare e trattare eventuali malattie che si trovano ancora in una fase iniziale del loro sviluppo.

L'epatite C, come altre varietà di questa malattia, è causata da un danno al fegato causato dal virus corrispondente.

Il trattamento incauto della malattia può portare a cancro, cirrosi, fibrosi e altri tipi di patologie epatiche. Secondo le statistiche, oltre 500 milioni di persone sulla Terra hanno contratto il virus dell'epatite C.

Per rilevare la malattia, vengono condotti test speciali per aiutare a identificare i marcatori della presenza del virus e la presenza di danni al fegato. In questo articolo analizzeremo in dettaglio i tipi di analisi che mostrano e come prepararsi adeguatamente alla loro consegna.

ingresso

L'epatite C è considerata una delle forme più pericolose di epatite.

La forma "C" è chiamata il tipo più comune e pericoloso di epatite. Nella fase iniziale è piuttosto difficile da diagnosticare.

A proposito, pochissime persone per sintomi possono determinare la presenza di una malattia se il virus è nel corpo fino a 6 mesi, a causa della loro completa assenza.

Pertanto, la diagnosi di questa forma di epatite dovrebbe essere trattata con particolare attenzione, consegnando non solo la priorità necessaria, ma anche test aggiuntivi.

Tutto ciò aiuterà a identificare e sconfiggere non solo il virus, ma anche a evitare complicazioni sotto forma di altre malattie che potrebbero apparire a causa della sconfitta del corpo con l'epatite.

Anti-HCV-totale

Se un corpo estraneo entra nel corpo sotto forma di virus, il corpo inizia a formare gli anticorpi necessari agli antigeni corrispondenti. Pertanto, la prima cosa da passare l'analisi sui marcatori Anti-HCV-totale.

Allo stesso tempo, la presenza di tali composti proteici nel plasma sanguigno, progettati per combattere il virus, può indicare non solo l'infezione da epatite C. Ma anche che il paziente aveva precedentemente sofferto di epatite e il corpo aveva formato con successo l'immunità contro di esso.

Questa analisi indica che la presenza o l'assenza della malattia non è probabile al 100%.

Lo studio indicato può rivelare i seguenti anticorpi:

  • IgM anti-HCV (formato un mese dopo l'infezione e che indica una forma acuta o esacerbazione della malattia);
  • IgG anti-HCV (compaiono 2-3 mesi dopo l'infezione e parlano della presenza di un virus nel corpo).

Quando decifrano i medici ammettono che il risultato può essere falso-positivo o falso-negativo. Il primo significa che, sebbene l'analisi abbia mostrato la presenza di anticorpi, potrebbe non esserci alcun virus nel corpo. Il secondo tipo di risultati suggerisce che sebbene non vi siano anticorpi nel corpo, potrebbe esserci un virus. In questo caso, il corpo semplicemente non ha ancora avuto il tempo di sviluppare i composti proteici necessari contro gli antigeni corrispondenti.

Come si può vedere, i risultati delle analisi possono essere interpretati in modi diversi, potrebbero essere necessari studi supplementari.

Se si sospetta la presenza di un virus e un risultato negativo, si consiglia di ripetere l'analisi dopo 2-3 mesi.

Determinazione del virus RNA mediante PCR

Una volta rilevata la presenza del virus nel corpo, viene eseguita la seguente analisi: il rilevamento dell'RNA del virus mediante il metodo PCR. Nella diagnosi di epatite usare i seguenti tipi di esso:

Se la decodifica ha mostrato un risultato positivo, il medico può affermare che il corpo è infetto dal virus della malattia.

Su questo tipo di ricerca è possibile trovare maggiori dettagli nel nostro articolo sull'analisi della PCR per l'epatite C.

genotipizzazione

L'OMS attualmente identifica 6 genotipi che hanno i loro sottogruppi. Ciascuno di essi è distribuito nell'angolo corrispondente del globo. Il genotipo 1 si trova in oltre il 46% dei casi di infezione e # 3 - in circa il 30%. Nei paesi della CSI, il tipo più comune è 1b.

La genotipizzazione viene anche eseguita mediante PCR e consente di determinare il genotipo del virus, che ha una grande influenza sulla scelta dello schema e sui tempi del trattamento della malattia.

Solo un professionista dovrebbe interpretare i risultati, non è necessario diagnosticare te stesso

Analisi aggiuntive

Oltre a quanto sopra, a seconda dei risultati, il medico può prescrivere altri tipi di test.

Quindi, se viene rilevato il primo genotipo del virus dell'epatite C, prima di scegliere un trattamento, consiglio di prendere un'analisi IL-28 (IL-28). Questo viene fatto per determinare quanto sarà efficace la doppia terapia con l'interferone pegilato.

Ecografia del fegato

Poiché l'epatite può portare a malattie gravi come il cancro e la cirrosi epatica, si raccomanda, come minimo, di effettuare un'ecografia dell'organo. Ciò aiuterà in tempo a diagnosticare la presenza di patologie e ad eliminarle efficacemente.

Analisi del sangue biochimica

Il sangue per questo test è preso da una vena.

In un altro modo si chiama rottura epatica. Se la malattia ha colpito il fegato, questa analisi aiuta a determinare il grado di danno cellulare e la funzionalità dell'organo. Sono stati osservati i seguenti indicatori:

  • ALT: un aumento significativo indica una forma acuta della malattia e la morte delle cellule del fegato (la norma: 10-40 U per litro di sangue per gli uomini e 5-30 per le donne);
  • AST - l'eccesso simultaneo di norme insieme all'indicatore ATL indica la morte delle cellule epatiche (la norma: per gli uomini - 20-40 U per litro di sangue, per le donne - 15-30);
  • Bilirubina: aumento della bilirubina diretta e indiretta (la norma generale è 80-20 μmol / l, per diretta e indiretta - 2-5 μmol / l e 5-15 μmol / l, rispettivamente) per la distruzione del tessuto epatico;
  • Fosfatasi alcalina - un aumento indica l'ostruzione del dotto biliare, che è un indicatore deludente (la norma può essere compresa tra 30 e 100 UI per litro di sangue);
  • Le proteine ​​del sangue - riducendo la quantità di albumina, protrombina, fibrinogeno mostra una violazione della funzionalità del fegato e può anche indicare la presenza di altre malattie del corpo.

Biopsia, elastometria, elastografia epatica

Questi test aggiuntivi possono essere prescritti per rilevare la fibrosi epatica, che può anche essere una conseguenza dell'epatite C.

Prezzi di analisi

La seguente tabella mostra i prezzi medi delle cliniche per questi test:

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Pulizia del fegato a casa

Cirrosi

Il fegato è un organo importante che svolge molte funzioni diverse. Il crollo del suo lavoro ha un effetto negativo su tutto il corpo, così tante persone sono interessate a come pulire il fegato a casa.

A proposito del giardino

Cirrosi

Cipolle rosse Carmen - come crescereDescrizione della varietàZinco di potassioMi piace molto anche Carman. Ora è venduto cipolle. Ho piantato le sue piantine e quest'anno ho comprato le cipolle..

Gravidanza 35 settimane. Epatite grassa Colestasi incinta. citolisi

Cirrosi

Mi è stata fatta questa diagnosi oggi al Liver Research Center. Va bene che sono andato lì subito, e non agli stupidi ginecologi e terapeuti.

Cosa devo fare se il mio fegato fa male male dopo l'alcol?

Epatite

Fegato dopo l'alcol fa male: cosa fare? Non è inattivo, ma piuttosto un serio problema di oggi, che disturba sia gli uomini che le donne. Il fatto che l'abuso di alcol influenzi negativamente il benessere generale è ben noto e non è soggetto a prove.