Principale / Cirrosi

Epatite tossica da alcol

Cirrosi

L'epatite alcolica è un esteso cambiamento degenerativo-infiammatorio nel tessuto epatico, che si sviluppa a causa degli effetti tossici dell'alcol e dei suoi prodotti di decadimento. L'epatite, sviluppata sulla base dell'alcolismo, non è pericolosa per gli altri, non è contagiosa.

Il marito è un alcolizzato?

Anna Gordeeva aveva lo stesso problema: suo marito beveva, picchiava, trascinava tutto da casa.

Ma Anya ha trovato una soluzione! Suo marito smise di andare alle abbuffate e tutto andava bene con la sua famiglia.

Leggi, con l'aiuto di ciò che ha fatto - articolo

motivi

L'effetto tossico delle bevande alcoliche sul fegato è dovuto al fatto che è in esso che si divide l'80% di alcol consumato. L'acetaldeide risultante distrugge le cellule del fegato. Nello stomaco, solo il 20% di etanolo è suddiviso. Nelle donne, l'enzima nello stomaco per la decomposizione dell'alcol viene prodotto molto meno, quindi il tessuto epatico viene distrutto più velocemente.

Con l'uso regolare di alcol, le inclusioni grasse sono inizialmente depositate nelle cellule del fegato (epatociti), alcune cellule muoiono a causa dell'infiammazione. Nel corso del tempo, la degenerazione grassa del fegato porta alla sostituzione delle cellule del fegato con tessuto cicatriziale (tessuto fibroso), il fegato non può svolgere le sue numerose funzioni nel corpo. L'epatite alcolica tossica provoca cirrosi epatica.

Per la formazione di epatite alcolica è sufficiente un uso sistematico di 5-7 anni di 40-60 ml / die di etanolo (alcool puro) da parte degli uomini, 30 ml da parte delle donne e 15-20 ml da parte degli adolescenti. È noto che 10 ml di etanolo equivalgono a 25 ml di vodka, 200 ml di birra o 100 ml di vino. Il tipo di bevanda non è importante. Implica la frequenza di utilizzo e la dose. Un consumo giornaliero di 0,5 litri di birra dopo 5 anni può portare a cambiamenti cirrotici nel fegato.

Stanco di eterni ubriachi?

Molti hanno familiarità con queste situazioni:

  • Il marito scompare da qualche parte con gli amici e torna a casa "sulle corna".
  • Le case scompaiono, non bastano nemmeno per pagare.
  • Una volta che una persona amata si arrabbia, diventa aggressiva e inizia a licenziare.
  • I bambini non vedono il loro padre sobrio, solo per sempre ubriaco insoddisfatto.
Se riconosci la tua famiglia, non tollerarla! C'è un modo!

Anna Gordeeva è stata in grado di estrarre il marito dalla fossa. Questo articolo ha creato una vera sensazione tra le casalinghe!

Fattori che aumentano il rischio di sviluppare l'epatite:

  • grandi dosi di alcol consumate;
  • predisposizione ereditaria all'alcolismo;
  • uso a lungo termine
  • scarsa nutrizione;
  • l'obesità;
  • infezione da virus epatotropici (che infettano il tessuto epatico).

sintomi

La malattia si sviluppa gradualmente, impercettibilmente per l'amante degli spiriti: durante questo periodo, può essere identificata solo durante l'esame. I primi sintomi compaiono 5 anni dopo il danneggiamento delle cellule del fegato. Man mano che il danno al fegato aumenta, aumenta il numero di manifestazioni e la loro gravità.

A seconda dell'intensità dello sviluppo del processo, si distingue l'epatite alcolica - acuta e cronica.

Si parla di epatite acuta nel caso di un processo progressivo nel fegato in soggetti con epatite o cirrosi cronica già esistenti, ma continuando a usare alcol. Allo stesso tempo, l'epatite cronica si trasforma rapidamente in cirrosi alcolica e, in caso di comparsa di epatite acuta sullo sfondo della cirrosi esistente, è caratterizzata da una particolare gravità. L'epatite acuta si sviluppa spesso dopo aver bevuto in modo eccessivo.

Può procedere in 4 modi:

  1. Latente (nascosto): i sintomi della malattia non si verificano, diagnosticati in un esame del sangue che rileva un aumento dell'attività delle transaminasi. Puoi confermare la diagnosi usando una biopsia.
  2. Ittero, l'opzione più comune. Quando appare sintomi caratteristici:
  • giallo della pelle, delle mucose, dei liquidi biologici (urina, lacrime, saliva);
  • la debolezza;
  • mancanza di appetito;
  • dolore nell'ipocondrio a destra;
  • nausea, vomito possibile;
  • violazione della sedia (diarrea);
  • perdita di peso;
  • lo sviluppo di gravi infezioni batteriche (polmonite, infezioni del tratto urinario, ecc.).
  1. La variante colestatica è contrassegnata dalla stasi biliare. Si manifesta con un prolungato decorso con ittero grave, prurito grave, urina scura e feci scolorite.
  2. Fulminante: il più aggressivo e rapidamente progressivo. Differisce nello sviluppo dell'insufficienza renale ed epatica, l'insorgenza di sanguinamento. Spesso finisce con lo sviluppo del coma epatico e la morte del paziente.

Per il decorso cronico di epatite alcolica, le seguenti sindromi sono caratteristiche (combinazione di sintomi):

  1. Asthenic: debolezza generale;
  • aumento della fatica;
  • scarso appetito;
  • ritmo del sonno disturbato (sonnolenza diurna);
  • umore depresso.
  1. dispeptici:
  • nausea e vomito;
  • fegato ingrossato;
  • dolore nell'ipocondrio a destra;
  • gonfiore;
  • riduzione del peso.
  1. Sindrome dei segni epatici:
  • "stelle" vascolari sul corpo e sul viso;
  • giallo della pelle e delle mucose;
  • arrossamento della pelle sui palmi e sulle piante dei piedi,
  • dilatazione dei capillari sanguigni sul viso (telangiectasia).
  1. Sindrome di segni sistemici (dovuti all'influenza di intossicazione alcolica su altri organi e sistemi):
  • la polineuropatia si manifesta con disturbi sensibili, restrizione dei movimenti;
  • atrofia muscolare;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • mancanza di respiro;
  • impotenza e atrofia testicolare;
  • diminuzione della libido;
  • tendenza a formare lividi;
  • ginecomastia (ingrossamento delle ghiandole maschili negli uomini);
  • deformità delle mani dovuta all'accorciamento dei tendini palmari o alla contrattura di Dupuytren;
  • aumento della temperatura, ecc.

Le manifestazioni di epatite cronica sono individuali, a volte ci sono solo pochi sintomi.

Esistono 2 forme di epatite cronica:

  • Epatite persistente: i suoi sintomi sono piuttosto scarsi, le condizioni del paziente sono stabili, periodicamente dolori nell'ipocondrio a destra, nausea, sensazione di pienezza nello stomaco, eruttazione. Il paziente potrebbe non conoscere lo sviluppo della sua malattia. A volte viene rilevato durante l'esame.
    In caso di interruzione dell'uso di bevande contenenti etanolo, è possibile la stabilizzazione e lo sviluppo inverso di cambiamenti nel fegato. Con l'individuazione tempestiva e l'esecuzione di misure terapeutiche, nel rispetto di uno stile di vita sano, l'epatite in questa fase può essere curata. Con il continuo bere, la malattia progredirà.
  • Epatite progressiva si nota in ogni quinto paziente con epatite alcolica. La malattia precede la cirrosi epatica, la formazione di aree di necrosi tissutale (necrosi completa), un processo irreversibile. Per l'epatite progressiva è caratterizzata dai seguenti sintomi: giallo, dolore nell'ipocondrio, febbre, vomito, diarrea.

La cessazione dell'uso di alcol e il trattamento completo possono portare alla stabilizzazione del processo, ma non è più possibile curare l'epatite in questa fase. Con uno stile di vita continuo e senza trattamento, la malattia porterà allo sviluppo di coma epatico e morte.

diagnostica

Per diagnosticare il medico curante utilizza:

  • interrogare il paziente, permettendo di chiarire i reclami, la presenza di cattive abitudini, malattie trasferite e associate, contatto con sostanze tossiche, ecc.;
  • l'ispezione consente di rilevare "segni di fegato", determinare le dimensioni della milza e del fegato, i liquidi nella cavità addominale, ecc.;
  • metodi di laboratorio: esami del sangue clinici e biochimici (determinazione del livello di bilirubina nel sangue, attività degli enzimi epatici ALT e AST, composizione proteica, coagulogramma), marcatori tumorali, marcatori di geatiti virali; marker di fibrosi epatica (per escludere la cirrosi), ecc.,
  • metodi diagnostici strumentali:

a) ultrasuoni - per determinare le dimensioni e la struttura della milza e del fegato;

b) EFGDS: esame endoscopico eseguito da un medico dell'esofago, dello stomaco e 12-p. intestino (per la rilevazione delle vene varicose nell'esofago, caratteristica della cirrosi epatica);

c) TC spirale della milza e del fegato;

d) La tomografia a risonanza magnetica consente di valutare la struttura della milza e del fegato utilizzando le immagini accurate ottenute dagli organi;

e) elastografia - uno studio per identificare la fibrosi epatica (cirrosi);

f) colangiografia retrograda - esame a raggi X per chiarire la causa dell'ittero nell'epatite colestatica, per escludere un tumore che impedisce il flusso della bile;

g) L'ecografia Doppler (UZDG) consente di rilevare o eliminare l'aumento della pressione nella vena porta (ipertensione portale), caratteristica della cirrosi epatica;

  • biopsia epatica (prelievo di tessuto epatico con ago da puntura per esame istologico).

trattamento

Il trattamento per tutte le forme di epatite alcolica include la completa eliminazione dell'uso di bevande alcoliche. Anche se, secondo le statistiche, solo un terzo paziente smette di usare, un altro terzo dei pazienti ne riduce l'uso.

Se è impossibile liberarsi della dipendenza da soli, è necessario l'aiuto di un narcologo, altrimenti il ​​trattamento dell'epatite non avrà successo e il risultato sarà cirrosi e morte. Un risultato sfavorevole può essere in questi pazienti anche quando il trattamento con neurolettici prescritto dai narcologi è controindicato a causa di insufficienza epatica.

Oltre ad escludere l'assunzione di alcol, il trattamento include:

  • dieta energetica;
  • terapia farmacologica;
  • trattamento chirurgico

La dieta prescritta dovrebbe eliminare l'esaurimento endogeno del corpo, assicurare l'assunzione di una quantità sufficiente di proteine, oligoelementi, vitamine (particolarmente importanti dal gruppo B e acido folico). Il valore nutrizionale della nutrizione dovrebbe essere non inferiore a 2000 calorie / giorno e la quantità di proteine ​​dovrebbe essere calcolata dal calcolo di 1 g / kg di peso del paziente. Nell'anoressia (avversione al cibo), la nutrizione viene somministrata attraverso una sonda o un parenterale (introduzione delle soluzioni necessarie in una vena).

Gli epatologi raccomandano di aderire ad una dieta terapeutica e rispettosa del fegato n. 5 con riduzione del grasso.

Caratteristiche dieta numero 5:

  • i piatti sono cucinati cucinando, arrostendo o cuocendo a vapore, gli alimenti fritti sono esclusi;
  • È vietato mangiare cibi piccanti e grassi, sottaceti. cibi e bevande troppo freddi;
  • assunzione di cibo in 5 p. al giorno;
  • dovrebbero essere esclusi ricchi pesci, carne, brodi di funghi, si consigliano zuppe vegetariane;
  • le bevande gassate, il cacao, il caffè, il cioccolato e le noci dovrebbero essere esclusi.

Il trattamento farmacologico include:

  • disintossicazione in forma grave della malattia utilizzando soluzioni per infusione endovenosa e l'uso di assorbenti (Enterosgel, Polysorb, ecc.);
  • farmaci antibatterici (antibiotici Norfloxacina, Ofloxacina, Levofloxacina, ecc.) un breve corso per prevenire le infezioni batteriche;
  • terapia vitaminica;
  • epatoprotettori - farmaci ad azione selettiva sul fegato, che stimolano la rigenerazione delle cellule epatiche e normalizzano le funzioni del fegato, aumentandone la resistenza agli effetti tossici.

Ci sono 5 gruppi di epatoprotettori:

  1. I preparati a base di cardo (Silymar, Sibektan, Karsil, Gepabene, Legalon) hanno un pronunciato antiossidante (riducono l'effetto dei processi ossidativi) e un effetto immunostimolante.
  2. I preparati con ademetionina ingrediente attivo (Heptral, Ademetionina) neutralizzano le tossine, migliorano il flusso della bile.
  1. L'acido ursodesossicolico dalla bile dell'orso o la droga sintetica Worsan ha un effetto coleretico e antifibrotico.
  2. Prodotti animali che stimolano i processi rigenerativi nel fegato (Syrepar, Hepatosan).
  3. Essential Forte, Essentiale Forte N) sono tra le migliori medicine. Hanno un effetto antiossidante, antinfiammatorio, aumentano la funzione detossificante delle cellule del fegato, stimolano lo sviluppo di nuove cellule.

Con il metodo operativo di trattamento viene eseguito il trapianto di fegato. Applicarlo in rari casi con grave insufficienza epatica. La complessità del metodo sta nella selezione del donatore. Un parente può essere un donatore. Prende il 60% del fegato e poi si rigenera alla sua dimensione originale. Dopo il trapianto di fegato, il periodo di recupero è molto importante perché il fegato si radichi.

L'unico modo per evitare lo sviluppo di epatite tossica alcolica e la ricerca di "come trattare?" È evitare l'abuso di alcool, indipendentemente dal tipo, dalla forza, dalla qualità. Solo nella fase iniziale dell'epatite persistente nella cessazione del consumo di alcol possiamo sperare in una cura. Con uso continuato di un risultato - cirrosi.

Epatite alcolica tossica

L'alcol, consumato in grandi dosi e per un tempo considerevole, causa la cosiddetta epatite alcolica tossica.

Chi è a rischio?

Il fattore di rischio è principalmente le persone che consumano 100 g di alcol ogni giorno per 5 anni. Una dose giornaliera sicura è considerata di 40 grammi di alcol per gli uomini e di 20 grammi per le donne. Va ricordato che in 25 ml di vodka ci sono 10 grammi di alcol. Non bisogna dimenticare che le donne, il cui corpo ha enzimi molto meno neutralizzanti l'alcol, hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia rispetto agli uomini. Cioè, anche un piccolo eccesso di indennità giornaliera di alcol può causare nel corpo dell'epatite del sesso equo.

L'epatite alcolica può essere sviluppata per anni e nella fase iniziale non provoca disagio. Inoltre, spesso i sintomi della malattia non differiscono da altri tipi di epatite e assomigliano, ad esempio, all'epatite virale.

L'epatite alcolica, al contrario del virus, è accompagnata da danni tossici al tessuto epatico. Questa malattia cronica inizia a manifestarsi dopo cinque o sei anni dalla data dell'inizio dell'uso sistematico dell'alcool.

Va ricordato che quasi il 90 percento dell'alcool viene metabolizzato nel fegato. E l'etanolo sotto l'influenza degli enzimi viene trasformato in acetaldeide, una sostanza che infetta le cellule del fegato. Quindi inizia una catena di reazioni chimiche che portano prima all'ipossia delle cellule del fegato e poi alla necrosi.

Epatite alcolica sintomatologia

La diagnosi di epatite alcolica tossica può essere effettuata solo da un medico. Ma molto probabilmente, è l'epatite alcolica, se il paziente:

  • sentirsi costantemente debole nel corpo;
  • appetito perso;
  • si stanca rapidamente;
  • peso bruscamente perso;
  • si lamenta di pesantezza nella parte destra;
  • la palpazione dell'addome o l'esercizio provocano dolore.

Nella fase di progressione della malattia, c'è l'ingiallimento della sclera degli occhi e della pelle.

C'è sempre una possibilità

Nonostante il fatto che l'epatite alcolica tossica sia una malattia grave e in rapida evoluzione, può comunque essere curata. Prima di tutto, il paziente dovrebbe abbandonare per sempre l'alcol. In secondo luogo, il medico curante attribuisce una dieta rigorosa, uno speciale complesso vitaminico-minerale ed epatoprotettori che proteggono e riparano le cellule del fegato.

Il fegato umano è un organo rinnovabile. Puoi contare sulla rigenerazione anche con la cirrosi. È vero, c'è una condizione: è un rifiuto totale delle cattive abitudini e un ritorno a uno stile di vita sano.

Epatite alcolica tossica - kurenie

Fattori eziologici

Le tossine entrano nel corpo attraverso il sistema respiratorio, il tubo digerente, la pelle.

È consuetudine individuare le seguenti cause di epatite tossica:

  • Farmaco, chemioterapia. Se il paziente ha una storia di patologia cronica ed è costretto a assumere costantemente droghe, è possibile che si verifichi un'epatite tossica del fegato. Patologia si verifica anche quando la somministrazione incontrollata di farmaci dei seguenti gruppi: antibatterico, tubercolosi, anticonvulsivanti (barbiturici), farmaci anti-infiammatori non steroidei e farmaci per la chemioterapia.
  • Alcol. L'uso frequente porta ad un aumento dell'assorbimento del ferro e della sua deposizione negli epatociti. Questo processo provoca la formazione di radicali liberi e la graduale distruzione delle membrane cellulari. L'epatite alcolica tossica si sviluppa spesso quando si beve alcolici fuori dal cibo.
  • Veleni industriali: arsenico, fosforo, pesticidi e insetticidi, aldeidi, tetracloruro di carbonio, fenoli;
  • Droga. Il fattore eziologico si trova nelle persone con grave dipendenza, che assumono diversi farmaci;
  • Veleni di origine naturale In questo gruppo ci sono le tossine di funghi ed erbe infestanti, la cui azione è diretta direttamente al fegato.

Tipi di epatite tossica

A seconda del tipo di composto velenoso, è consuetudine suddividere la patologia nei seguenti tipi:

  • epatite da farmaci;
  • forma professionale;
  • epatite alcolica.

Vale la pena capire se l'epatite è contagiosa.

È importante ricordare che l'epatite tossica è contagiosa quando la malattia viene trasmessa attraverso il contatto orale-genitale.

In questo caso, una persona può essere infettata toccando i resti delle feci del paziente. Questo indica lo sviluppo di epatite tossico-alimentare.

Sintomi della malattia

La sintomatologia dell'epatite è determinata dalla forma di patologia.

Il quadro clinico della forma acuta di epatite

Nei casi lievi, un decorso asintomatico è caratteristico. Tuttavia, l'epatite tossica principalmente acuta causa i seguenti sintomi:

  • la comparsa di dolore nell'ipocondrio destro;
  • appetito ridotto;
  • alta temperatura corporea;
  • periodi di nausea e vomito;
  • debolezza e apatia;
  • orientamento disturbato e leggero capogiro;
  • dolore articolare;
  • lieve emorragia nasale, la comparsa di piccole emorragie sulla superficie della pelle;
  • tremore delle membra;
  • letargia o stato agitato;
  • giallo della sclera e della pelle;
  • l'urina diventa più scura;
  • le feci sono scolorite, brillano;
  • il fegato è ingrossato a causa del processo infiammatorio e della sostituzione delle cellule con tessuto adiposo.

Il quadro clinico della forma cronica

La malattia è caratterizzata da uno sviluppo graduale e dalla crescita del quadro clinico. I seguenti sintomi di epatite tossica sono caratteristici:

  • temperatura leggermente aumentata - non più di 37,5 ° C;
  • dolori ricorrenti, che sono caratterizzati da aumento dopo aver mangiato;
  • debolezza, stanchezza aumentata;
  • pesantezza allo stomaco;
  • sintomi di disturbi dispeptici che si sviluppano a causa di disturbi del flusso biliare: nausea e vomito,
  • flatulenza, diarrea, sapore amaro in bocca;
  • prurito;
  • aumento delle dimensioni di alcuni organi digestivi: fegato e milza.

Questo sintomo si verifica durante una esacerbazione della malattia, quindi scompare durante la remissione.

Fasi della malattia

Ci sono le seguenti fasi principali della malattia:

  1. Periodo di latenza. Inizia con l'ingresso di sostanze tossiche nel corpo e continua fino alla comparsa dei sintomi.
  2. Stadio di manifestazioni cliniche acute. Appaiono i seguenti segni di danno epatico tossico: ittero, febbre, perdita di peso, debolezza e perdita di appetito, disturbi dispeptici. A questo stadio è caratterizzato dalla sconfitta degli organi vitali.
  3. Uscita di scena. Questo è l'intervallo dal quadro clinico massimamente sviluppato al recupero o alla morte.

effetti

Assegna gli effetti positivi e negativi del danno epatico. Con diagnosi e trattamento tempestivi, si verifica il recupero. Tuttavia, nei casi avanzati può sviluppare insufficienza epatica, distrofia del fegato.

Complicazioni di epatite tossica

Qual è la patologia pericolosa? Nella malattia grave, lo sviluppo di tali disturbi è caratteristico:

  • Insufficienza epatica Si sviluppa sullo sfondo della morte degli epatociti, la loro sostituzione con tessuto adiposo. Funzionalità del fegato è compromessa e si sviluppano tali segni: edema, sanguinamento, ittero, perdita di peso, encefalopatia (l'insorgenza di disturbi mentali e neuromuscolari).
  • Cirrosi epatica. La malattia è una patologia cronica, che comporta la morte degli epatociti e la loro graduale sostituzione con cellule del tessuto connettivo.
  • Coma epatico. È una patologia progressiva del fegato e del sistema nervoso centrale. Il paziente ha confusione, convulsioni, riflessi alterati. Può essere fatale

Prognosi di recupero

In generale, una diagnosi tempestiva e una terapia corretta aiutano a curare completamente la malattia. Pertanto, la prognosi è favorevole.

Tuttavia, un danno acuto all'organo digestivo con grandi dosi di una sostanza tossica in combinazione con la mancanza di assistenza medica qualificata può portare alla morte.

Caratteristiche della malattia durante l'infanzia

L'epatite tossica nei bambini è più raramente diagnosticata. La causa della patologia è la penetrazione accidentale di composti tossici nel fegato del bambino con l'incuria dei genitori, sullo sfondo dell'uso di droghe e l'avvelenamento da parte di piante e funghi. Caratterizzato da grave patologia in un bambino. In assenza di cure mediche, la morte è possibile.

I bambini sviluppano principalmente la forma acuta della malattia, il quadro clinico è identico ai sintomi degli adulti.

Il trattamento dell'epatite tossica dovrebbe essere mirato a prevenire gravi disordini nel fegato e nel corpo nel suo complesso.

La prognosi è per lo più sfavorevole.

Diagnosi di epatite tossica

Per confermare la diagnosi è necessario un esame completo:

  • Il medico curante dovrebbe condurre un sondaggio e un esame;
  • ricerca di laboratorio: analisi generale di urina e sangue, coprogrammi, esami del sangue biochimici;
  • tecniche strumentali: radiografia, ecografia del tubo digerente, biopsia epatica se necessario.

Caratteristiche del trattamento

La terapia prevede la cessazione del contatto con agenti tossici e la loro eliminazione precoce, l'eliminazione di sintomi spiacevoli e la rigenerazione degli epatociti (il fegato è in grado di ripristinare in modo indipendente fino al 75% delle cellule danneggiate).

Terapia farmacologica

Nel trattamento dell'epatite tossica sono farmaci ampiamente usati con effetto epatoprotettivo:

Questi farmaci stimolano la sintesi di fosfolipidi endogeni, hanno effetti anti-infiammatori e coleretici. Quando l'epatite richiede un lungo ciclo di trattamento con questi farmaci - fino a 6-7 mesi.

Contiene alimenti dietetici

Il trattamento dell'epatite tossica è impossibile senza nutrizione clinica. Lancia i processi rigenerativi, fornisce al corpo sostanze nutritive.

L'alimentazione dietetica per l'epatite comporta il consumo di cibo 6 volte al giorno, da mangiare in piccole porzioni. Tutti gli alimenti dovrebbero essere di temperatura moderata.

Cosa non mangiare con epatite tossica

La dieta per l'epatite tossica comporta l'eliminazione di tali prodotti dalla dieta del paziente:

  • pasticcini e pane nero;
  • carni grasse (agnello, anatra) e pesce (pesce gatto, merluzzo);
  • grasso;
  • funghi;
  • cibo fritto, speziato, troppo salato e affumicato;
  • prodotti in scatola;
  • verdure e frutta senza trattamento termico;
  • caffè, cacao, cioccolato e prodotti a base di essi;
  • bevande gassate e alcoliche.

Cosa puoi mangiare con l'epatite tossica

Consentito di ricevere porridge bollito in acqua, verdure bollite o in umido, souffles e polpette di carne e pesce varietà a basso contenuto di grassi, frutta cotta, pasta bollita, zuppe, purè di patate.

Rimedi popolari

È possibile utilizzare la medicina sulla base di ricette popolari? L'uso di tali fondi per il trattamento è possibile solo sotto la supervisione di personale medico. Con la malattia bene aiutare tali fondi:

  • crauti o succo di pompelmo;
  • infuso di menta o radici di rafano;
  • polpa di zucca

Epatite alcolica

L'epatite alcolica è una malattia che è una delle principali manifestazioni della malattia epatica alcolica, che in gastroenterologia, insieme alla fibrosi alcolica, è un precursore o manifestazione iniziale di cirrosi epatica. L'assunzione di alcol è accompagnata dalla sua metabolizzazione nel fegato in acetaldeide, che ha la proprietà di danneggiare gli epatociti (cellule epatiche). La cascata di reazioni chimiche innescate nel corpo di questa sostanza, provoca l'ipossia degli epatociti e, alla fine, la loro morte. A causa del danno alcolico tossico al fegato, si sviluppa un processo infiammatorio diffuso nei suoi tessuti. Di norma, si tratta di una malattia cronica che si sviluppa dopo cinque o sette anni di uso regolare di alcol.

Cause di epatite alcolica

La causa della malattia è l'abuso prolungato di alcol. Negli uomini, il danno epatico può svilupparsi quando si bevono 50-80 grammi di alcol al giorno, nelle donne - 30-40 grammi, negli adolescenti - 15-20. Il tasso di sviluppo e di progressione della malattia è determinato dalla quantità e dalla frequenza dell'alcolizzazione, dalla qualità delle bevande consumate, dalle caratteristiche individuali del corpo, dalla durata dell'abuso.

La probabilità di sviluppare danni al fegato alcolici è maggiore nei soggetti con caratteristiche genetiche degli enzimi che metabolizzano alcol nei pazienti sottoposti a epatite virale, nonché durante le carenze nutrizionali iniziali.

Sintomi e forme di epatite alcolica

Questa patologia può avere un decorso persistente o progressivo. Il decorso persistente è una forma relativamente stabile della malattia, mentre nelle condizioni di cessazione del consumo di alcol, il danno alle cellule epatiche è reversibile. La continuazione dell'alcolismo porta a una transizione verso una forma progressiva.

La forma progressiva (divisa in un grado lieve, moderato e grave) è caratterizzata da piccole lesioni focali necrotiche del fegato, che spesso si trasformano in cirrosi. Il trattamento tempestivo di questa forma porta alla stabilizzazione del processo, rimangono gli effetti residui.

A seconda del decorso, l'epatite alcolica acuta e cronica è isolata. Il decorso acuto è caratterizzato da danno epatico progressivo acuto. Circa il 70% dei casi di abuso prolungato è causato da epatite acuta, che nel 4% dei casi diventa estremamente rapida alla cirrosi. Questa forma può verificarsi nelle seguenti varianti: latente, itterico, colestatico e fulminante. Gravi varianti di epatite alcolica acuta hanno maggiori probabilità di svilupparsi sullo sfondo della cirrosi esistente dopo una pesante abbuffata.

La versione latente del corso non ha sintomi caratteristici. I pazienti sentono una certa pesantezza nell'ipocondrio a destra, lieve nausea. Questa opzione viene generalmente rilevata dai risultati di studi di laboratorio (aumento delle transaminasi). La diagnosi finale richiede una biopsia.

La variante itterica del corso è la più frequente. I segni caratteristici sono lamentele di marcata debolezza, anoressia, dolore nel giusto ipocondrio, diarrea, nausea, vomito, perdita di peso, ingiallimento della pelle, sclera. Possibile aumento della temperatura corporea. Il fegato è ingrossato, liscio (con cirrosi - bitorzoluta), doloroso alla palpazione. La rilevazione di sintomi quali splenomegalia, ascite, eritema palmare (arrossamento dei palmi delle mani), telangiectasia, indica la presenza di cirrosi di fondo.

La versione colestatica dell'epatite alcolica è meno comune, i suoi segni caratteristici sono prurito intenso, decolorazione fecale, ittero, urine scure. Questa opzione ha un flusso prolungato.

La variante fulminante è caratterizzata da una rapida progressione della sindrome epatorenale, emorragica, marcati cambiamenti nei marcatori di laboratorio. Sullo sfondo del coma epatico, la sindrome epatorenale, l'esito può essere fatale.

Il decorso cronico dell'epatite alcolica è caratterizzato da una moderata severità dei segni clinici e dei marcatori di laboratorio. La diagnosi si basa sui segni caratteristici rilevati dalla biopsia epatica, che indicano la presenza di infiammazione in assenza di cirrosi.

Diagnosi di epatite alcolica

La diagnosi ha alcune difficoltà. Il decorso lieve della malattia può non essere accompagnato da alcun sintomo specifico e può essere sospettato solo quando vengono rilevati cambiamenti nei parametri di laboratorio.

I segni di laboratorio della forma acuta sono leucocitosi, meno frequentemente - leucopenia (con effetti tossici dell'alcool sul midollo osseo), anemia carente di B12, VES accelerata, oltre a marcatori aumentati di danno epatico. L'esame ecografico del fegato rivela un aumento delle sue dimensioni, l'eterogeneità della struttura, i contorni sono uniformi. La risonanza magnetica (risonanza magnetica del fegato) determina il flusso ematico epatico collaterale, concomitante al pancreas.

Nella forma cronica, un esame ecografico del fegato rivela un ingrandimento lieve o moderato del fegato, un aumento della sua ecogenicità e una struttura omogenea. I valori di laboratorio sono moderatamente modificati. La biopsia epatica con danno alcolico consente di identificare specifici segni di infiammazione, fibrosi, necrosi. La gravità del danno dipende dalla forma della malattia e dalla sua durata.

L'identificazione durante il rilevamento dei segni di danno epatico dovrebbe essere combinata con i dati anamnestici che indicano l'uso a lungo termine di alcol, così come la presenza di dipendenza, abuso. Questo è difficile, perché il medico non ha sempre informazioni complete sul paziente. Ecco perché i parenti dovrebbero essere portati a raccogliere una storia completa, in quanto spesso i pazienti sottovalutano la quantità di alcol consumato.

Si manifestano anche segni esterni caratteristici di una malattia alcolica (alcolismo): gonfiore del viso, tremore delle mani, lingua, palpebre, atrofia della spalla, contrattura di Dupuytren (alterazione fibrotica dei tendini palmari, conseguente accorciamento e flessione della mano), danno al sistema nervoso periferico e altri organi bersaglio (rene, cuore, pancreas, sistema nervoso centrale).

Trattamento di epatite alcolica

La terapia di questa malattia dovrebbe essere completa. Le principali direzioni del trattamento sono l'eliminazione del fattore dannoso, la nomina di una dieta appropriata, la conduzione di una terapia farmacologica. Qualsiasi forma di epatite alcolica in primo luogo richiede la cessazione del fattore eziologico - l'alcol. Senza rinunciare all'alcool, la progressione del danno è inevitabile. Nelle forme più lievi, questo è sufficiente per invertire i cambiamenti nel fegato.

L'epatite alcolica è accompagnata nella maggior parte dei pazienti con carenze nutrizionali. Quanto più grave è il danno al fegato, tanto più pronunciata la carenza trofica. L'apporto calorico giornaliero è di circa 2.000 calorie. Il contenuto proteico dovrebbe essere di 1 g per chilogrammo di massa. Assunzione adeguata di vitamine, acidi grassi insaturi. In caso di anoressia, viene prescritta la nutrizione enterale o parenterale. L'infusione di aminoacidi riduce il catabolismo proteico (il consumo di riserve proteiche interstiziali), migliora il metabolismo del tessuto cerebrale.

La terapia farmacologica prevede la nomina di fosfolipidi essenziali, che riducono i cambiamenti di grasso nel fegato, hanno un effetto antiossidante, una lenta fibrosi epatica, accelerano la rigenerazione delle sue cellule. Inoltre, in caso di danno alcolico, in particolare della forma colestatica, sono prescritti preparati di acido ursodesossicolico con effetto citoprotettivo. Al fine di ottenere un effetto antiossidante, bloccando la produzione di acetaldeide, danni alle membrane cellulari, sono prescritti epatoprotettori contenenti silimarina.

Il trattamento della forma acuta include la terapia di disintossicazione, la somministrazione di soluzioni di sostituzione plasmatica, la correzione dei disturbi elettrolitici. Nei casi gravi con la sindrome da insufficienza epatica, vengono usati i glucocorticosteroidi. Il trattamento della forma cronica viene effettuato tenendo conto del grado di danno al fegato. La presenza di fibrosi richiede il completo abbandono dell'alcol. La terapia farmacologica prevede la nomina di farmaci che influenzano il processo di fibrosi, γ-interferone, glicina.

Alcol e fegato

Grandi quantità di alcol sono velenose per il corpo. Perché grande? Perché in un piccolo volume l'etanolo (o l'alcol etilico) è prodotto dal corpo stesso, è presente in alcune reazioni biochimiche ed è una fonte di energia.

Qual è considerato un numero elevato? Questo è tutto ciò che è maggiore della massima dose giornaliera sicura, ovvero:

  • più di 30 ml di bevanda alcolica al 40% (vodka, brandy, rum, whiskey o konyaka);
  • più di 75 ml di alcol al 17% (vino di Porto, vino liquoroso o vino di Porto);
  • più di 100 ml di alcol 11-13% (vino bianco, champagne, vino rosso secco);
  • più di 250-330 ml di birra (a seconda della sua forza).

Inoltre, verrà chiamato un abuso se anche la dose di cui sopra non è stata superata, ma utilizzata più di 5 volte a settimana.

Il corpo umano sta cercando di sbarazzarsi di alcol: la sua scissione inizia già in bocca (usando la saliva), il prossimo 20% viene neutralizzato nello stomaco. L'intensità di tali reazioni dipende dal fatto che l'acidità sia alta o bassa, sia che ci sia del cibo nello stomaco al momento o meno. Come conseguenza delle reazioni gastriche, si forma acetaldeide - una sostanza molto tossica.

Tutto il resto dell'alcol, ad eccezione di una piccola quantità, che viene espulso attraverso i polmoni, con aria espirata, viene fornito al fegato per la neutralizzazione. Lì, l'etanolo si trasforma dapprima in acetaldeide - il veleno che fa ammalare una persona, e poi si trasforma in acido acetico. Quest'ultimo è innocuo, dopo diverse reazioni si decompone in anidride carbonica e acqua. Più spesso una persona assume l'alcol, più soffrono questi sistemi enzimatici. Di conseguenza, una persona ha bisogno di tutte le dosi più piccole per ubriacarsi. In questo caso, l'etanolo è già incluso nel metabolismo.

Come si sviluppa l'epatite alcolica?

L'attività degli enzimi diminuisce per una ragione. Ciò è dovuto al fatto che l'etanolo (più precisamente l'acetaldeide) danneggia direttamente le cellule del fegato. Succede attraverso la degenerazione grassa del suo tessuto. Succede così:

  • La formazione di acido grasso si verifica nelle cellule del fegato. Entrando in queste celle, l'etanolo sconvolge questo processo;
  • il fegato lo percepisce come un'infiammazione, quindi una grande quantità di una sostanza chiamata "fattore di necrosi tumorale" (TNF) appare nei suoi tessuti;
  • quando il TNF diventa più grande dell'adiponectina, le gocce di grasso (trigliceridi) si accumulano nelle cellule del fegato. Contribuisce all'accumulo di grasso e sostanze secrete dalla flora intestinale.

Inoltre, l'etanolo causa il ristagno nelle cellule del fegato della bile (è lì che viene prodotto).

Tutti questi cambiamenti portano alla sostituzione delle cellule del fegato con tessuto connettivo (fibrosi). Questo è lo stadio iniziale e ancora reversibile della cirrosi. Se qui viene eliminato l'effetto dell'alcol e viene condotta una terapia antinfiammatoria, al fine di ridurre il TNF, il suo sviluppo può essere prevenuto.

Tipi e forme di epatite alcolica

L'epatite alcolica può verificarsi in diverse opzioni:

  • infiammazione epatica acuta (epatite acuta). Si sviluppa nel 70% dei casi;
  • epatite cronica.

Ognuno di questi tipi ha le sue forme, che sono caratterizzate da sintomi propri.

Epatite alcolica acuta

Le persone che consumano regolarmente grandi quantità di alcol rischiano di "guadagnare" un'epatite alcolica acuta o cronica. I sintomi di questo tipo di epatite tossica si sviluppano principalmente negli uomini che abusano di alcol per almeno 3-5 anni. Tuttavia, ci sono rari casi in cui il decorso acuto dell'epatite si sta rapidamente sviluppando nel corso di letteralmente diversi giorni di consumo di alcolici. Quando ciò accade, si verifica una forte intossicazione dell'intero organismo, infiammazione e distruzione del fegato.

Ulteriori fattori che provocano il decorso transitorio di questa malattia sono:

  • fumo
  • iponutrizione
  • alcolismo geneticamente determinato
  • epatite virale
  • somministrazione di farmaci con effetti tossici sul fegato

L'epatite alcolica di solito si presenta per la prima volta con una dose significativa di alcol, consumata in breve tempo, si presenta in forma acuta con i seguenti sintomi:

  • nausea
  • amarezza in bocca
  • vomito
  • mancanza di appetito
  • aumento di temperatura 38-38,5С
  • dolore al fegato nel giusto ipocondrio
  • sgabello sconvolto
  • distensione addominale
  • due giorni dopo i sintomi iniziali, si verifica la colorazione itterica della pelle
  • violazione della sensibilità della lingua, delle gambe
  • debolezza crescente in tutto il corpo
  • vari disturbi mentali
  • ascite: si può sviluppare accumulo di liquido nel peritoneo.

La durata dell'epatite acuta da alcol è da 3 a 5 settimane. Con una lieve malattia, i test del fegato aumentano leggermente, ma con una forma severa del test si raggiungono numeri elevati, si sviluppano ittero e insufficienza epatica acuta. Nella diagnosi differenziale, in contrasto con l'epatite virale acuta virale, un aumento della milza non è caratteristico, una violazione della digestione è leggermente pronunciata. Inoltre, nell'avvelenamento da lavoro, l'epatite tossica presenta una serie di altri sintomi di intossicazione e segni clinici che stabilire una diagnosi corretta non è particolarmente difficile.

L'epatite alcolica acuta può avere diverse opzioni per lo sviluppo.

Ittero - la variante più comune della malattia da alcol, che colpisce il fegato. I seguenti sintomi di epatite alcolica sono itterici:

  • Grave ittero, senza prurito della pelle
  • Perdita di peso a causa di nausea, vomito, mancanza di appetito
  • Dolore al fegato, stanchezza
  • Febbre febbrile, che dura fino a 10-14 giorni
  • Raramente, ma in forme gravi di epatite, splenomegalia, ascite, eritema tossico sulle mani, segni di encefalopatia epatica
  • Questo tipo di epatite è per molti aspetti molto simile all'epatite virale acuta.

Decorso latente asintomatico della malattia, è l'epatite alcolica cronica, in cui occasionalmente i pazienti possono sperimentare:

  • lieve dolore nel giusto ipocondrio
  • perdita di appetito
  • possibile anemia, aumento dei leucociti
  • lieve ingrandimento del fegato

Colestatico: con questo tipo di malattia, il più alto tasso di mortalità tra i pazienti. I segni clinici della variante colestatica dell'epatite alcolica sono i seguenti:

  • urina scura, feci brillanti
  • forte prurito
  • itterizia
  • quantità elevata di bilirubina nel sangue

Fulminante - differisce dal carattere progressivo progressivo.

  • Alta temperatura corporea
  • Il rapido aumento dei sintomi di ittero
  • Totale mancanza di appetito
  • Grave debolezza
  • Forte dolore al fegato, regione epigastrica
  • Alta temperatura corporea
  • Ascite, encefalopatia epatica
  • Manifestazioni emorragiche
  • Insufficienza renale

Questo tipo di epatite alcolica tossica può essere fatale per insufficienza renale-epatica in letteralmente 14-20 giorni dall'insorgenza del periodo acuto.

Epatite alcolica cronica

Il decorso cronico di epatite alcolica è caratterizzato da sintomi scarsi:

  • lieve dolore o disagio nell'ipocondrio destro;
  • perdita di appetito;
  • nausea periodica, vomito;
  • insonnia di notte, sonnolenza diurna;
  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • periodicamente la temperatura sale a numeri bassi;
  • pallore delle unghie;
  • diminuzione delle dimensioni dei testicoli;
  • brontolio nello stomaco;
  • l'aspetto delle vene a ragno sulla pelle di diverse parti del corpo;
  • arrossamento dei palmi (altro) e stop (meno);
  • un aumento dell'addome dovuto all'accumulo di fluido in esso;
  • dolore nell'area intorno all'ombelico;
  • umore e prestazioni ridotti;
  • flessione spontanea delle dita, la loro completa estensione è impossibile;
  • diminuzione del volume di braccia e gambe a causa di atrofia muscolare;
  • perdere peso

Quando si è verificato il primo danno alle cellule epatiche, l'epatite cronica è definita "persistente cronica". Ha sintomi che raramente inducono una persona a vedere un medico. Questo è:

  • leggera nausea;
  • pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • eruttazione frequente;
  • mal di stomaco.

Se una persona smette di prendere alcol per 3-6 mesi, i cambiamenti nel suo fegato possono gradualmente scomparire. Se, al contrario, l'etanolo continua a scorrere, nel tempo, l'epatite diventa attiva. I suoi sintomi sono:

  • vomito;
  • aumento della temperatura;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi;
  • diarrea;
  • sonnolenza.

I sintomi dell'epatite cronica attiva sono molto simili all'epatite acuta. In alcuni casi, possono essere distinti solo dai risultati di un esame al microscopio di una parte del fegato prelevata durante una biopsia.

Severità dell'epatite

Ogni tipo di epatite - acuta o cronica (nella forma della variante attiva) ha tre gradi di gravità. Sono differenziati dal livello di ALT nel sangue (enzima epatico, che è determinato nell'analisi di "campioni epatici"):

  1. Facile. In questo caso, l'ALT aumenta non più di 3 U / ml * h (ad una velocità fino a 0,68 U / ml * h).
  2. Media. L'ALT aumenta da 3 a 5 U / ml * h.
  3. Pesante - con ALT superiore a 5 U / ml * h.

diagnostica

Per un solo sintomo non è chiaro - epatite alcolica nell'uomo o virale, o è il debutto della cirrosi o del cancro al fegato. Il primo soccorso nella diagnosi può essere fornito da parenti che affermano di essere malati qualche anno prima:

  • alcol abusato;
  • spesso sentivo di bere;
  • la dose di alcol aumentò gradualmente.

È possibile sospettare l'origine alcolica dell'epatite con la definizione di alcol deidrogenasi nel sangue (la norma è inferiore a 2,8 ME / lo inferiore a 0,05 мк kat / l):

  • se solo un isomero di questo enzima è elevato, si può pensare all'epatite virale (fino a quando non si ottengono marcatori dell'epatite virale);
  • se l'alcol deidrogenasi-2 è elevato (cioè il secondo isomero), si tratta di epatite alcolica;
  • con un aumento di alcol deidrogenasi-3, si può pensare alla cirrosi.

Nelle cliniche, questo enzima è raramente determinato. Sospettando l'epatite, i medici di solito prescrivono solo la definizione di ALT e AST. Con il danno al fegato, entrambi questi enzimi aumentano, ma AST / ALT diventa inferiore a 0.6. Inoltre, un coagulogramma (capacità di coagulazione del sangue) e un proteinogramma (proteine ​​del sangue totali e sue frazioni) sono necessariamente determinati.

I marker dei virus dell'epatite (o la determinazione del DNA o dell'RNA dei virus mediante il metodo PCR) vengono eseguiti, viene eseguita un'ecografia del fegato e viene raccolta una feci per il sangue occulto. Se possibile, viene eseguito FEGDS: consente di vedere danni alla mucosa gastrica e alle vene varicose caratteristiche della cirrosi epatica.

Quando viene esclusa la diagnosi di epatite virale e le percentuali di coagulazione lo consentono, viene eseguita una biopsia epatica. È la diagnosi più accurata, sulla base della quale è possibile fare una diagnosi. Quando si esamina una parte del fegato al microscopio, viene valutato anche il grado di fibrosi (sostituzione delle cellule epatiche con tessuto connettivo). È classificato con la lettera F con un grado in cui F0 è l'assenza di fibrosi e F4 è la cirrosi.

trattamento

La terapia dell'epatite alcolica si trova in questi "tre pilastri":

  1. L'esclusione dell'assunzione di alcol.
  2. Dieta.
  3. Terapia farmacologica

Se necessario, il trattamento è integrato con la chirurgia (interventi).

dieta

Il cibo per l'epatite alcolica dovrebbe fornire all'organismo tutte le sostanze perse a causa dell'assunzione di alcol. Questo è:

  • proteina - 1 g di proteine ​​per 1 kg di peso corporeo;
  • acido folico: si trova nelle erbe fresche, noci, tonno, salmone, cereali;
  • Vitamine del gruppo B: si trovano in carne, fegato, lievito, uova, pane di grano, cereali;
  • sostanze lipotropiche sotto forma di ricotta a basso contenuto di grassi.

Il cibo dovrebbe essere ipercalorico: non meno di 2000 kcal / giorno.

I prodotti possono essere solo cotti o bolliti. I prodotti affumicati, gli alimenti in salamoia e fritti sono proibiti. Non puoi nemmeno bere bevande gassate, succhi, frutta fresca acida, verdure, che contengono molte fibre. I brodi sono proibiti

Le proteine ​​sotto forma di carne bollita sono proibite quando il programma del sonno e della veglia è disturbato, inizia a parlare, diventa aggressivo o inizia a sopportare il delirio. In questo caso, puoi mangiare solo miscele composte da amminoacidi speciali.

Trattamento farmacologico

Con epatite alcolica sono nominati:

  • farmaci che inibiscono l'acidità dello stomaco: "Omeprazolo", "Rabeprazolo", "Pantoprazolo";
  • sorbenti: Polysorb, Enterosgel;
  • cardo mariano e preparati a base di esso;
  • epatoprotettori: Heptral, Metionina, Glutargin. Acidi essenziali come "Essentiale" - dopo la nomina di un epatologo, gastroenterologo o terapeuta specializzato in malattie del fegato;
  • corso breve - antibiotici come "Norfloxacina" o "Kanamicina";
  • batteri lattici;
  • droghe del lattulosio: Normaze, Dufalak e altri.

È necessario fare attenzione che è impossibile consentire lo sviluppo di costipazione qui: quando le feci sono in ritardo, deve essere fatto un clistere e deve essere aumentato il dosaggio dei preparati di lattulosio.

L'epatite alcolica acuta viene curata solo in ospedale.

Trattamento chirurgico

Con l'epatite alcolica, la chirurgia palliativa può essere eseguita. Facilitano le condizioni del paziente, ma non eliminano il problema principale. Questo è:

  • paracentesi - con ascite (accumulo di liquido nell'addome);
  • ritaglio (cucitura con fermagli metallici) della vena dilatata sanguinante dell'esofago.

Questi interventi sono utilizzati principalmente nella fase della cirrosi.

C'è anche un'operazione radicale che risolve il problema della morte delle cellule del fegato - un trapianto di fegato da donatore (più precisamente, una parte del fegato). Tale intervento può essere eseguito in cliniche estere - per 150-200 migliaia di euro. Può essere eseguito a un costo inferiore negli ospedali domestici, ma in questo caso è possibile attendere una tale operazione per un lungo periodo.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Quando è possibile sollevare pesi dopo la rimozione della cistifellea

Diete

Come sono le attività fisiche dopo la colecistectomiaQualsiasi intervento chirurgico per il corpo umano diventa un grande carico. La rimozione della cistifellea è una delle operazioni più comuni e richiede alcune restrizioni dopo la sua implementazione.

Calcoli biliari - quando urgentemente necessario trattamento

Sintomi

Le pietre nella cistifellea sono una condizione patologica del corpo, che si sviluppa sullo sfondo di una violazione della composizione chimica della bile.

Istruzioni per l'uso del farmaco Holenzim

Sintomi

Il farmaco usato per il trattamento di malattie del fegato e delle vie biliari è il Cholensim. Le istruzioni per l'uso del farmaco includono le informazioni necessarie sul suo uso corretto, per evitare conseguenze negative.

Suggerimento 1: come scoprire cosa fa male al fegato

Sintomi

come controllare la funzionalità epaticaLa più grave malattia epatica diffusa è la cirrosi. Tra i sintomi esterni della malattia si possono notare malessere, sonno povero, debolezza.