Principale / Analisi

Epatite e DPT nello stesso vaccino: il nome del farmaco e la compatibilità con altre vaccinazioni

Analisi

Secondo il National Vaccination Schedule, la maggior parte delle vaccinazioni viene somministrata a un bambino di età inferiore ai 12 mesi. Ciò è dovuto al fatto che i bambini piccoli sono molto suscettibili a diversi tipi di infezioni. Le malattie infettive nei bambini hanno la capacità di fluire in forme più complesse, spesso accompagnate da complicazioni e possono persino essere fatali.

I medici non vedono un modo migliore per proteggere i bambini da microrganismi patogeni, come fare vaccinazioni di routine che consentano al sistema immunitario del bambino di formare un'immunità duratura contro le infezioni e prevenire la loro penetrazione nel corpo delle briciole.

In pratica, molte vaccinazioni devono fare il bambino in un giorno, cioè combinare l'introduzione di diversi vaccini. Più comunemente, il vaccino DPT (tetano, difterite e pertosse) viene iniettato con altri farmaci immunitari. Tali misure preventive sono sicure per la salute dei giovani pazienti? Quali vaccini possono essere usati con DTP?

È possibile avere DTP contemporaneamente alle altre vaccinazioni?

Il vaccino DPT può, ea volte anche necessitare, essere somministrato contemporaneamente ad altri preparati immunitari, ad esempio, con vaccino antipolio orale e inattivato, PDA, sospensione dell'epatite B o infezione emofilica.

Se questi vaccini non possono essere somministrati lo stesso giorno, si consiglia di somministrarli ad intervalli di almeno un mese, il che consentirà la formazione di una risposta immunitaria sufficiente nel corpo del bambino.

Nonostante la sicurezza della somministrazione simultanea di DTP con altri vaccini, non dovrebbero essere utilizzati in modo errato combinandoli, ma piuttosto seguire il programma di vaccinazione prescritto nel calendario nazionale.

La somministrazione simultanea di vaccini è consentita in numerosi casi, tra cui:

  • la necessità di formare rapidamente l'immunità di un bambino contro le infezioni più pericolose;
  • situazione epidemiologica non sicura nella regione di residenza;
  • l'impossibilità di frequenti visite alla clinica;
  • preparazione per l'emigrazione in un altro paese o per i viaggi;
  • mancate vaccinazioni passate

Epatite B

Gli immunologi sostengono che l'introduzione simultanea del vaccino DTP e dell'epatite B è assolutamente sicura per la salute e il normale sviluppo dei bambini. Il numero di reazioni avverse nella loro applicazione congiunta non aumenta e il rispetto delle regole elementari della vaccinazione riduce al minimo il rischio di complicanze della procedura.

Dopo una combinazione di vaccinazioni in un bambino, possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • un leggero aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C;
  • sonnolenza e malessere generale;
  • perdita di appetito e rifiuto temporaneo del gioco;
  • episodi di diarrea e vomito;
  • mal di testa di media intensità.

Tali leggere violazioni dopo le vaccinazioni sono la prova della corretta formazione dell'immunità. Di regola, passano indipendentemente dopo 3-4 giorni, e quindi non hanno bisogno di controllo medico e correzione medica.

polio

I pediatri più spesso combinano DTP con un vaccino antipolio. A 3 e 4,5 mesi, il vaccino antipolio inattivato viene somministrato a lattanti con siero adsorbito di pertosse-difterite-tetano e una sospensione in vivo viene utilizzata per le successive vaccinazioni.

Nella maggior parte dei casi, tale immunizzazione si verifica sullo sfondo dello sviluppo degli effetti collaterali in un lieve grado della loro manifestazione. Nei bambini, la temperatura corporea può aumentare, il gonfiore può verificarsi nell'area dell'iniezione e l'indisposizione generale.

Molto spesso, la reazione patologica del corpo si sviluppa nella componente della pertosse del vaccino e si manifesta con allergie sotto forma di eruzioni cutanee e prurito, angioedema, anafilassi.

Per l'infezione emofilica

La combinazione di DTP e Inoculazione di Hemophilus è una pratica pediatrica familiare che consente di inserire simultaneamente il numero massimo di vaccini che consentono di vaccinare il maggior numero possibile di malattie infettive.

Viene usato il vaccino combinato Pentaxim, contenente nella sua composizione un componente adsorbito di pertosse-difterite-tetano, sospensione poliomielite inattivata e una soluzione per la prevenzione di Haemophilus influenzae di tipo b.

Questa combinazione di principi attivi consente a una singola iniezione di immunizzare un piccolo paziente contro la pertosse, la difterite, il tetano, la polio e le malattie causate dai bacilli di emofilus, tra cui meningite, polmonite, encefalite e altri.

da influenza

Il vaccino influenzale e la sospensione adsorbita di pertosse e difterite-tetano sono tra le soluzioni vaccinali uccise. Secondo le regole generalmente accettate per la vaccinazione, due o più vaccini uccisi possono essere somministrati nello stesso giorno o in qualsiasi intervallo (giorno, settimana, mese).

Febbre alta, dolore al sito di iniezione e altre reazioni del bambino all'immunizzazione

Aumentare la temperatura corporea complessiva in un bambino dopo aver somministrato uno o più vaccini è la risposta più comune del corpo in risposta all'immunizzazione.

Spesso, dopo la vaccinazione, la temperatura aumenta a 37,5-38 ° C, il che conferma la formazione di una normale risposta immunitaria.

Normalmente, l'aumento della temperatura corporea viene mantenuto per diversi giorni e quindi viene normalizzato in modo indipendente senza l'ausilio di farmaci.

Se la temperatura supera i 38 ° C, allora è consigliabile somministrare al bambino farmaci antipiretici in dosaggi raccomandati dal medico. Spesso, dopo DTP con altri vaccini, può verificarsi una reazione locale sotto forma di rossore, gonfiore e dolore al sito di iniezione.

Questi abusi sono temporanei e scadranno nel giro di pochi giorni. Accade che il sigillo nel sito di iniezione si trasformi in una infiltrazione stressante. Quindi è necessario cercare immediatamente un aiuto medico e iniziare il trattamento.

È pericoloso mettere insieme i vaccini: complicazioni e conseguenze

Gli immunologi moderni sono convinti che la combinazione di DTP con altri vaccini uccisi o vivi non contribuisca allo sviluppo delle complicanze vaccinali e non sia pericolosa per la salute del bambino. Gli effetti dell'immunizzazione combinata non sono diversi dalle complicazioni della vaccinazione DPT semplice.

Tra le reazioni vaccinali più comuni emettono:

  • febbre grave fino a 40 ° C;
  • grave reazione allergica ai componenti del vaccino (principalmente alla componente della pertosse);
  • convulsioni;
  • encefalite e altre lesioni del sistema nervoso centrale con lo sviluppo della paralisi, paresi.

Se si manifestano segni di complicazioni della vaccinazione, i genitori del bambino dovrebbero consultare immediatamente un medico che provvederà a eliminarli.

È possibile mescolare i vaccini in una siringa?

Le informazioni sulla possibilità di mescolare diversi vaccini in una siringa sono facilmente reperibili nelle istruzioni per l'uso di un preparato per vaccini. Di norma, i pediatri non rischiano di mettere due diversi vaccini in una siringa, ma preferiscono introdurli in due approcci.

Dopo quanto dopo BCG puoi essere vaccinato contro difterite, tetano e pertosse?

Secondo il programma nazionale di immunizzazione, BCG viene somministrato ai neonati 3-5 giorni dopo la nascita. Questo succede nella maternità dopo un esame dettagliato del bambino da parte di un neonatologo. Il primo DPT viene somministrato ai bambini nella clinica all'età di 3 mesi e il successivo - non prima di 28-30 giorni.

La vaccinazione contro la tubercolosi viene effettuata separatamente dalle altre vaccinazioni. L'unica eccezione è l'immunizzazione contro l'epatite B, che è prescritta il primo giorno dopo la nascita, cioè 1-2 giorni prima del BCG.

L'intervallo tra BCG e altre vaccinazioni deve essere di almeno 30 giorni. Tale schema di vaccinazione non porta allo sviluppo di complicanze e non interrompe il processo di normale formazione di anticorpi.

DTP ed epatite in un solo vaccino: il nome del farmaco e le istruzioni per il suo uso

La vaccinazione combinata con DTP ed epatite B consente al bambino di formare un'immunità duratura alle infezioni con lo stesso nome senza provocare un carico eccessivo sugli organi vitali.

Tra i vaccini combinati più efficaci ci sono Infanrix, Hiberix, Pentaxim, Tetraxim.

Tutti sono ben combinati con i vaccini monovalenti contro la polio. Il vaccino combinato viene somministrato tre volte secondo il programma di vaccinazione generalmente accettato.

Viene messa in tre, quattro anni e mezzo e sei mesi, se il bambino non ha controindicazioni temporanee alla vaccinazione. Se il bambino presenta sintomi di infezione respiratoria acuta o esacerbazioni di patologia cronica, l'immunizzazione deve essere posticipata per il tempo necessario a normalizzare completamente la salute del giovane paziente.

Le controindicazioni assolute per la somministrazione della preparazione immunitaria combinata sono:

  • intolleranza a uno o più componenti del vaccino;
  • lo sviluppo di una reazione allergica durante la precedente somministrazione della soluzione;
  • patologie gravi del sistema nervoso centrale;
  • malattie oncologiche;
  • stati di immunodeficienza.

Video correlati

Dettagli sulla vaccinazione con DTP presso la Scuola del Dr. Komarovsky:

La scelta di un farmaco per la vaccinazione dei bambini del primo anno di vita deve essere gestita da uno specialista qualificato. In questo caso, il medico prende in considerazione le caratteristiche individuali del corpo del bambino, la presenza di cibo e altre allergie, le malattie degli organi interni e simili.

Compatibilità delle vaccinazioni DPT e della poliomielite e dell'epatite

Oggigiorno, la questione della vaccinazione dei bambini nei primi mesi e anni di vita, quando il sistema immunitario non è sufficientemente sviluppato per resistere alle infezioni di vario tipo, è di grande importanza. Insieme ai meccanismi naturali di formazione delle forze protettive in tenera età, come l'allattamento al seno, un'alimentazione sana, procedure di tempra, l'immunità del bambino può essere sviluppata con l'aiuto delle vaccinazioni.

Ci sono preoccupazioni tra i genitori sull'azione del vaccino. Soprattutto, la questione della sicurezza delle vaccinazioni è preoccupante - avrà un impatto negativo sulla salute del bambino, quanto sono compatibili alcune vaccinazioni, ecc. Per rispondere a queste domande, è necessario considerare più in dettaglio le caratteristiche della vaccinazione.

Va notato che le malattie contro cui è diretta l'azione del vaccino sono piuttosto pericolose. Non è necessario rischiare la salute del bambino, rifiutandosi di vaccinarlo. La vaccinazione professionale e l'osservazione pediatrica competente possono eliminare qualsiasi conseguenza indesiderabile.

Preparazione alla vaccinazione

Non solo la composizione qualitativa della preparazione del vaccino determina l'efficacia e la digeribilità senza problemi del vaccino. È importante preparare adeguatamente il bambino per questa procedura. Questa fase include la preparazione competente dell'anamnesi. È necessario scoprire quali sono le caratteristiche del corpo del bambino, quali malattie ha avuto in passato, se ha reazioni allergiche, ecc. Se hai problemi con il sistema immunitario o malattie croniche, consulta uno specialista appropriato. Sarebbe anche utile donare sangue e urina per l'analisi. Sulla base dei dati di laboratorio e degli esami terapeutici, è possibile creare il programma e la composizione ottimale delle vaccinazioni.

Vaccino DPT

Il vaccino DTP è usato come mezzo di prevenzione contro le malattie elencate nel suo nome. Conseguenze dell'infezione del corpo con batteri difterite, pertosse o tetano possono portare il corpo a uno stato critico. Pertanto, è importante vaccinare durante l'infanzia.

Se non ci sono controindicazioni, la vaccinazione DTP viene eseguita in quattro fasi:

  • La prima volta che un bambino viene vaccinato a 3 mesi
  • il secondo è di 4-5 mesi
  • il terzo è quando il bambino compie sei mesi e
  • il quarto - all'età di un anno e mezzo. I bambini di ri-vaccinazione, secondo gli standard fisiologici, dovrebbero avere luogo a 7 e 14 anni.

Alcuni vaccini moderni ("Infarix", "Infarix Hex") non causano alcuna reazione corporea grave a causa del fatto che contengono solo una parte del materiale batterico e non cellule intere di agenti patogeni. Tali vaccini sono ben combinati con vaccinazioni antiemofiliche ("Khibaryks").

Vaccinazione antipolio

La poliomielite è considerata una delle malattie più pericolose. Il poliovirus infetta la sostanza grigia del midollo spinale, provocando una patologia del sistema nervoso, paresi o paralisi.

Di norma, un vaccino antipolio viene somministrato in un giorno di vaccinazione con DPT. I bambini nel primo anno di vita sono vaccinati con vaccino antipolio inattivato (IPV) mediante iniezione sottocutanea o intramuscolare. Oltre ai ceppi di poliovirus, il vaccino contiene antibiotici che impediscono la crescita dei batteri. Il programma di vaccinazione primaria è uguale a quello del vaccino ITA.

Per la rivaccinazione in età avanzata (1,5-2 anni, 14 anni), viene utilizzato il vaccino vivo orale (OPV), che viene utilizzato sotto forma di gocce in bocca. Gocce (0,2 ml) che gocciolano sulla radice della lingua o delle tonsille palatine.

Essendo assorbito dalla mucosa della cavità orale e quindi entrando nell'intestino, il virus provoca una risposta che aumenta la risposta immunitaria del corpo. Non è raccomandato nutrire o innaffiare il bambino entro un'ora dall'uso del farmaco.

Vaccino contro l'epatite B.

Il vaccino contro l'epatite è anche combinato con il vaccino DTP. Il vaccino composto DTP-epatite può essere somministrato ai neonati. A discrezione del medico, la frequenza delle successive vaccinazioni può variare. Di solito, le vaccinazioni ripetute vengono eseguite quando il bambino ha un mese e sei mesi. Programma di vaccinazione accelerato - in caso di rischio di infezione - comporta ripetute vaccinazioni nel primo, secondo mese e anno. La vaccinazione di emergenza in caso di urgente necessità di intervento chirurgico viene effettuata il settimo, il ventunesimo giorno di vita, così come un anno.

Il vaccino DTP-epatite viene somministrato per via intramuscolare. Di norma, la parte anteriore della coscia viene scelta come sito di iniezione. L'iniezione nel tessuto adiposo (ad esempio nella regione glutea) è controindicata.

Se a un bambino sono state somministrate una o due vaccinazioni DTP senza vaccino contro l'epatite B, può essere somministrata una vaccinazione combinata contro l'epatite DTP, quindi dopo un mese e sei mesi, è possibile saltare le vaccinazioni dell'epatite monovirus perse. Sebbene l'uso di monovaccina non sia conveniente come la vaccinazione con farmaci combinati, questo approccio rende più flessibile la pianificazione della vaccinazione. Anche un doppio vaccino contro l'epatite B è completamente innocuo per il corpo di un bambino.

Dopo la vaccinazione, la cartella clinica del bambino è piena di dati sulla natura delle vaccinazioni fornite. Le registrazioni devono includere la data della vaccinazione, la data di produzione, la data di scadenza e il produttore del farmaco, la risposta dell'organismo alla vaccinazione.

Effetti collaterali

Il vaccino DTP contiene batteri della pertosse e farmaci da tossine inattivate (tossoidi) di difterite e tetano. L'introduzione del vaccino ha lo scopo di provocare la produzione attiva di anticorpi nel corpo che possono successivamente sopportare gli agenti causali di queste malattie. I microrganismi stranieri hanno un'attività troppo bassa per causare danni significativi alla salute del bambino. Nel 90% dei casi, le vaccinazioni iniettabili causano solo un lieve arrossamento della pelle. Tuttavia, a volte il processo di attivazione del sistema immunitario può essere associato a una serie di sintomi di natura dolorosa.

Sullo sfondo di sonnolenza e sudorazione possono verificarsi alte temperature. In rari casi, possono verificarsi diarrea o vomito.

Inoltre, con una probabilità molto bassa, il vaccino contro l'epatite DTP può causare rash polimorfico, orticaria, angioedema, eritema nodoso, shock anafilattico. Al fine di eliminare completamente tali effetti collaterali, se il bambino ha una ipersensibilità al virus, la vaccinazione deve essere effettuata in un ospedale, nel cui arsenale devono essere presenti agenti anti-shock. Entro 3-4 ore dopo la procedura, il bambino deve rimanere sotto controllo medico.

Quando si vaccina l'epatite DTP, nel caso di reazioni pronunciate con la temperatura che sale ai punti critici e un grande gonfiore nella zona dell'iniezione, le vaccinazioni ripetute con questa composizione vengono annullate. Invece, la vaccinazione con il tossoide difterico-tetano con un contenuto ridotto della componente virale. L'eliminazione della componente della pertosse, che causa gravi reazioni allergiche, può ridurre significativamente il carico sul sistema immunitario. Tre mesi dopo, il vaccino viene nuovamente vaccinato con la stessa preparazione, e un mese dopo il bambino riceve l'epatite B monovaccina.
Le reazioni allergiche deboli sono caratteristiche del vaccino antipolio OPV. Tali effetti collaterali, di regola, compaiono nel 5% di casi, passano in un tempo corto e non hanno bisogno di trattamento speciale.

Anche in assenza di complicazioni dopo la prima vaccinazione con successive vaccinazioni, è anche necessario monitorare attentamente le condizioni del bambino.

Controindicazioni per vaccini contro DPT, poliomielite ed epatite

In una serie di controindicazioni alla vaccinazione del DTP, principalmente, ci sono malattie che indeboliscono il sistema immunitario. Questi includono malattia respiratoria acuta (compreso il periodo di recupero - la vaccinazione è fatta entro 1-2 mesi dopo il completo recupero), forme gravi di immunodeficienza e anche un'allergia ai componenti del farmaco vaccinante.

In questi casi, il DTP sarà sostituito dal tossoide difterico-tetano.

Le stesse controindicazioni esistono per le vaccinazioni contro la polio. In caso di immunodeficienza, è consentita la vaccinazione OPV inattivata. Se il vaccino antipolio ha causato un disturbo neurologico, qualsiasi rivaccinazione viene annullata.

Un elenco di controindicazioni per i vaccini contro l'epatite, oltre alle comuni complicazioni nel sistema immunitario, include anche meningite, diatesi e allergie al lievito di birra.

conclusione

In assenza di controindicazioni e complicazioni con il sistema immunitario, la combinazione della vaccinazione DTP con i vaccini contro la poliomielite e l'epatite per i bambini è assolutamente sicura e l'efficacia delle vaccinazioni simultanee è la stessa delle vaccinazioni separate. Il vaccino DPT è incompatibile solo con il vaccino BCG TB.

Vaccinazione con DPT ed epatite nello stesso vaccino

L'uso di DTP ed epatite in un vaccino rende più facile seguire il piano di vaccinazione profilattico sviluppato dal Ministero della Salute della Federazione Russa. Prevede la vaccinazione obbligatoria contro pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite. Una piccola quantità di batteri che causa la malattia viene iniettata nel corpo per formare l'immunità.

Vaccino DTP (toxoide pertosse-difterite-tetano)

Il vaccino DPT prende il nome dalle prime lettere delle sue componenti costitutive: pertosse, difterite e tossoidi, e ha lo scopo di prevenire malattie come pertosse, difterite, tetano. Insieme a lei, una vaccinazione contro l'epatite, che protegge il fegato dalla malattia corrispondente, così come la cirrosi o il cancro, viene somministrata in un'unica iniezione. Come dimostra la pratica, è l'epatite DPT che spesso causa conseguenze spiacevoli.

Prima di molte persone c'è un dilemma: vale la pena di essere esposto a possibili complicazioni dalla vaccinazione? Puoi rispondere inequivocabilmente - se non ci sono controindicazioni mediche da condurre, allora dovrebbe essere fatto, dal momento che le complicanze del farmaco sono rare e non così pericolose come le conseguenze della malattia. Se il rischio di contrarre per via aerea pertosse o difterite non è così grande, quindi le possibilità di contrarre il tetano attraverso il contatto con il suolo o l'epatite B attraverso il sangue e le mucose sono molto maggiori, specialmente nel corpo fragile del bambino.

La prima vaccinazione viene somministrata a un bambino a tre mesi, la rivaccinazione a 4-5 mesi, la terza a sei mesi e l'ultima, la quarta a metà anno. Reinculcato è raccomandato all'età di 7 e 14 anni.

Vaccinazione simultanea DTP e epatite

Per maggiore praticità, i medici hanno combinato DTP ed epatite in un singolo vaccino. Ciò non influisce sull'aumento del rischio di conseguenze negative e sulla loro complessità.

La vaccinazione con DTP ed epatite viene somministrata insieme nella stessa siringa. L'iniezione è posizionata sulla superficie della coscia o della spalla.

Di solito lo stesso giorno, ma il vaccino antipolio viene inserito nell'altra gamba di neonati fino a un anno. Per i bambini di età superiore ad un anno, il farmaco anti-polio viene somministrato per via orale sotto forma di goccioline. I dati relativi alla data di somministrazione del farmaco, il nome, la data di scadenza, il luogo di fabbricazione e la successiva reazione ad esso sono inseriti nella cartella clinica.

Preparazione alla vaccinazione

Per evitare complicazioni, si raccomanda di prepararsi in anticipo per la vaccinazione. Devi rispettare le seguenti regole:

  1. Per un paio di settimane, dovresti limitare la tua cerchia sociale, evitare grandi folle per ridurre il rischio di contrarre un'infezione.
  2. Se in precedenza si sono manifestate reazioni allergiche a qualcosa, la terapia con antistaminici è raccomandata un paio di giorni prima della vaccinazione.
  3. Evitare l'eccesso di cibo e non includere nella dieta di nuovi prodotti.
  4. Prendi esami del sangue e delle urine.
  5. Prima dell'iniezione può essere somministrato un febrifuge, che ha un effetto analgesico.
  6. Dr. Komarovsky raccomanda per 3-4 giorni di interrompere l'assunzione di vitamina D e riprenderla dopo 4-5 giorni.

Una condizione indispensabile è l'esame da parte di un pediatra che valuta lo stato di salute e decide sul problema dell'ammissione. Se ci sono sospetti che il bambino stia per ammalarsi o si ammali in un ambiente vicino, allora vale la pena di rimandare la procedura.

Controindicazioni per vaccini contro DPT, poliomielite ed epatite

Le controindicazioni per la vaccinazione sono:

  • febbre alta, tosse, moccio e altri segni di raffreddore;
  • immunodeficienza;
  • lacrime eccessive, ansia e altri malfunzionamenti del sistema nervoso;
  • esacerbazione di malattie croniche o allergiche;
  • la manifestazione degli effetti negativi delle precedenti vaccinazioni;
  • niente sgabelli durante il giorno prima della vaccinazione;
  • la meningite;
  • diatesi;
  • periodo di dentizione, accompagnato da un aumento della temperatura.

Eventi avversi dopo DTP

Gli effetti più frequenti e complessi sono causati dalla componente della pertosse, non della difterite, del tetano o dell'epatite. Per evitare effetti collaterali, i medici prescrivono spesso un composto senza toxoide della pertosse.

Tutti gli eventi avversi hanno vari gradi di gravità. Si ritiene che le normali aumentino la temperatura a 38 ° C, pianto, arrossamento, dolore nell'area di iniezione, perdita di appetito. Tali sintomi si riferiscono ai polmoni. Loro, di regola, passano in 2-3 giorni, senza alcun intervento.

Se non conformità con l'igiene al momento della procedura, la formazione di pustole, che richiederà l'uso di antisettici o antibiotici.

temperatura

Secondo le statistiche, insieme al pianto, all'ansia e all'irritabilità, il più delle volte dopo l'inoculazione si verifica un aumento della temperatura corporea. Ciò è dovuto al fatto che i batteri patogeni introdotti riducono l'immunità.

Come notato sopra, un aumento a 38 ° C è una normale reazione del corpo al farmaco iniettato. Il fondo, quando si può iniziare a ridurre la temperatura, è il segno di 38,5 ° C, così come l'insorgenza di febbre. Dovrebbe dare al bambino i farmaci paracetali.

Complicazioni dopo DTP

Il rischio di complicanze moderate e gravi è minimo. Dr. E.O. Komarovsky ha chiamato la cifra di uno su un milione. Tuttavia, è impossibile escludere completamente la possibilità della loro manifestazione.

A gravità moderata comprendono un aumento della temperatura fino a 39-40 ° C, la comparsa di arrossamento nel sito di iniezione con un diametro superiore a 8 cm o una compattazione superiore a 5 cm, nonché l'insorgenza di feci molli, vomito.

Con tali sintomi, si raccomanda l'uso di antipiretici - nurofen, cefecone, ecc. E unguenti per la rimozione di edema - fenistil, troxevasin, ecc. Ma prima di tutto dovresti vedere un dottore.

In rari casi, il corpo reagisce con crampi, orticaria, soffocamento, angioedema.

Osservazione dopo la vaccinazione

Quasi sempre le reazioni negative si osservano nella prima mezz'ora dopo la procedura. Pertanto, si consiglia di attendere questo tempo in ospedale. A casa, dovresti prestare particolare attenzione alla temperatura del corpo del bambino. Per prevenire il suo aumento è raccomandato:

  • mantenimento della temperatura ottimale nella stanza (non superiore a 20 ° C) e umidità dell'aria (50-70%);
  • bere pesantemente;
  • restrizione alimentare;
  • passatempo tranquillo.

Se si verificano reazioni allergiche, deve essere assunto un antistaminico.

Posso fare il bagno e camminare dopo la vaccinazione

"È possibile camminare dopo la vaccinazione?" È la domanda più comune. I motivi per cui non si può camminare dopo la vaccinazione contro l'epatite e il DTP è un indebolimento del sistema immunitario. Tuttavia, se durante il giorno la temperatura è normale, non dovremmo escludere le passeggiate sulla strada. È necessario vestirsi in base alle condizioni meteorologiche, non consentendo il surriscaldamento o il raffreddamento eccessivo, quindi è consigliabile fare una passeggiata in estate la sera e in inverno - nel pomeriggio. Evita anche grandi folle di persone - a causa dell'immunità indebolita, il rischio di contrarre l'infezione aumenta in modo significativo.

La pertosse, la pertosse, la difterite e il tetano possono provocare gonfiore o gonfiore nel sito di iniezione, quindi è vietato massaggiare in questo giorno un paio di giorni dopo.

I medici non raccomandano di fare il bagno, poiché c'è un alto rischio di prendere il raffreddore e la zona di iniezione non dovrebbe essere esposta a nessun tipo di esposizione.

Compatibilità con i vaccini

Qualsiasi vaccinazione comporta l'introduzione nel corpo di batteri che portano il virus di una particolare malattia, a cui successivamente si forma l'immunità immunizzata. Possono tranquillamente coesistere tra loro. Pertanto, non vi sono divieti sull'uso simultaneo di vaccini.

Suggerimenti Komarovsky

Il pediatra famoso e rispettabile Yevgeny Komarovsky oggi raccomanda chiaramente la vaccinazione. Giustifica la sua opinione dalle statistiche sulla mortalità, che portano una pertosse, una difterite, il tetano.

Allo stesso tempo, concorda sul fatto che questa vaccinazione è la più difficile per i bambini, vale a dire la sua componente antipertosse, che tutti hanno il diritto di rifiutare, ma solo se raggiunge l'età di 4-5 anni, quando il rischio della malattia è ridotto al minimo.

Komarovsky è la singola condizione più importante per l'uso del vaccino adsorbito contro la difterite, il tetano e l'epatite B - questa è la salute assoluta di una persona vaccinata. A suo parere, gli effetti collaterali si manifestano unicamente a causa della salute del bambino e non della qualità del farmaco iniettato.

Video di vaccinazione del bambino

Impiantare o meno è una questione individuale. Valutando tutte le opinioni, i punti deboli e i vantaggi, ognuno prende una decisione definitiva per se stesso, la cui correttezza sarà verificata solo dal tempo. Per una piena comprensione del significato della vaccinazione, oltre ai suoi effetti, guarda il filmato:

DTP ed epatite - quali sono i pericoli della vaccinazione?

Non è vietato l'uso congiunto di vaccino KDS adsorbito ed epatite. Possono coesistere pacificamente senza causare overdose e senza influire negativamente sulla salute del bambino. Inoltre, il farmaco combinato è accettabile da combinare con altri toxoidi, ad eccezione della vaccinazione contro la tubercolosi.

Indicazioni e controindicazioni

La vaccinazione è un modo reale ed efficace per proteggere un bambino da gravi malattie infettive, ma con qualche rischio. Ecco perché i genitori dovrebbero essere consapevoli e prendere in considerazione alcuni aspetti che determinano le regole di comportamento e consentono di ridurre i rischi.

Per facilitare l'innesto e ridurre lo stress nei bambini, i medici hanno sviluppato un farmaco combinato che combina epatite e DTP in un'ampolla. Il vaccino adsorbito viene somministrato per infezioni da pertosse, difterite e tetano. La combinazione con la vaccinazione contro l'epatite consente di proteggere contemporaneamente il fegato e proteggere il bambino da malattie terribili come il virus HBV, la cirrosi, l'oncologia.

Le controindicazioni all'attuazione della vaccinazione combinata sono:

  • presenza di stitichezza nel bambino negli ultimi 2-3 giorni;
  • malattia respiratoria acuta con febbre e altri sintomi;
  • la meningite;
  • reazione neurologica o allergica a precedenti vaccinazioni;
  • diatesi;
  • pianto, ansia eccessiva alla vigilia della procedura;
  • pronunciata immunodeficienza;
  • intolleranza al lievito di birra e ai componenti della droga;
  • convulsioni.

Per maggiore sicurezza non è male fare un emocromo completo alla vigilia della vaccinazione con la determinazione del numero di piastrine e del tempo di coagulazione. Lo studio aiuterà a garantire che il bambino stia davvero bene e che non vi siano controindicazioni alla procedura.

Preparazione alla vaccinazione

Evitare gli effetti collaterali o ridurre la loro intensità aiuterà la preparazione in anticipo per l'inoculo di DPT con tossoide epatite. Per fare ciò, è necessario rispettare le seguenti prescrizioni:

  • 2-3 settimane prima della procedura, si raccomanda di limitare la cerchia dei contatti e rifiutarsi di visitare luoghi affollati;
  • evitare di sovralimentare il bambino o introdurre nella dieta alimenti non familiari che possono causare allergie;
  • 3 giorni prima della vaccinazione, iniziare a prendere il calcio gluconato, 1 compressa al giorno;
  • migliorare la digestione e il movimento intestinale con sciroppo di lattulosio;
  • su consiglio di un medico, puoi prendere antistaminici, evitando suprastin e tavegil;
  • 3 giorni prima della procedura programmata dovrebbe interrompere l'assunzione di vitamina D e riprendere non prima di dopo 6 giorni.


Andando in clinica, non dovresti sovralimentare e impacchettare il bambino. La vaccinazione va fatta a stomaco vuoto per un bambino calmo e sano. Se tra i parenti qualcuno è malato, la procedura dovrebbe essere rinviata a un periodo più favorevole.

Vaccinazione simultanea di DTP con epatite e vaccino antipolio

Spesso la vaccinazione contro poliomielite, epatite e DTP viene effettuata lo stesso giorno. È consentito combinare i toxoidi, a condizione che soddisfino i requisiti della certificazione statale. Qualsiasi combinazione di vaccinazioni ha scarso effetto sull'incidenza e sulla complessità delle reazioni avverse.

Inoltre, a causa della scarsa tolleranza dei bambini piccoli alle vaccinazioni DTP separate contro l'epatite e la polio, è preferibile combinarli in un'unica siringa.

Esistono diverse varietà di farmaci combinati. I vaccini importati sono i più sicuri e più efficaci. Hanno bassa reattogenicità, ma sono piuttosto costosi.

Un esempio è il rimedio belga Infanrix Hex, che contiene epatite, infezione emofilica, DTP e poliomielite. A causa dell'elevata purga degli antigeni, il vaccino è ben tollerato e, in base alle regole di trasporto e conservazione, praticamente non causa effetti collaterali.

Se il bambino non ha bisogno di protezione contro i bacilli di hemophilus o il costo della vaccinazione è esorbitante per una particolare famiglia, è possibile utilizzare l'immunizzazione gratuita offerta in clinica.

La struttura medica fornisce vaccinazioni che devono essere combinate. Pertanto, contemporaneamente al DPT, vengono somministrati vaccino antipolio o tossico per la tossina polio-tossica (Poliorix) ed epatite (Endzherix). In alternativa, per la prevenzione, è possibile utilizzare il farmaco Tetraxim - adsorbito KDS-vaccino con la poliomielite, a cui si unisce l'epatite B monovaccina.

La condizione più importante per l'uso della droga combinata è il benessere del bambino che viene vaccinato. Di norma, lo stato di salute del bambino, piuttosto che la qualità o la ditta dell'agente somministrato, diventa la causa di complicanze e reazioni avverse.

Effetti collaterali

Il rischio di reazioni avverse e complicanze dopo la vaccinazione con il tossoide adsorbito con un vaccino contro l'epatite B è minimo. Gli effetti più gravi e duraturi causano la componente della pertosse del farmaco. I tossici dell'epatite, della difterite e del tetano sono meno pericolosi. Pertanto, al fine di evitare effetti indesiderati, i bambini indeboliti e spesso malati vengono iniettati con siero senza pertosse.

La complicazione più comune della vaccinazione è la febbre. Questa reazione corporea è considerata normale e non dovrebbe causare il panico nei genitori. Il limite inferiore, quando è permesso di agitare la temperatura, è di 38 ° C. In questa condizione, al bambino devono essere somministrati farmaci contenenti paracetolamide - Tylenol, Efferalgan, Panadol nelle candele.

A temperature più elevate, si raccomanda di somministrare al bambino una forma liquida di ibuprofene. Se gli antipiretici non aiutano, puoi usare Nimesulide. Glyukosolan, Gastrolit, Regidron saranno adatti per compensare la perdita di acqua.

Oltre alla temperatura elevata, il vaccino combinato causa arrossamenti, dolore e gonfiore nella zona dell'iniezione. Il bambino diventa capriccioso, irritabile, irrequieto o viceversa - pigro e lamentoso, perde l'appetito e dorme. Di regola, questi sintomi scompaiono senza lasciare traccia in 2-3 giorni.

Se si violano i requisiti di asepsi al momento della procedura o dopo può causare infiammazione, prurito e pustole nel sito di iniezione. Un tale sintomo richiede un trattamento, solitamente antibatterico. In rari casi, il corpo reagisce a angioedema, soffocamento, orticaria o convulsioni somministrando un vaccino KDS adsorbito con un componente di epatite.

Una leggera reazione avversa dopo la vaccinazione è un buon segno che indica la corretta formazione dell'immunità e l'efficacia del farmaco.

Raccomandazioni dopo la vaccinazione

Quasi tutti i sintomi spiacevoli si verificano nella prima mezz'ora dopo l'introduzione del vaccino combinato, quindi non è auspicabile lasciare immediatamente la clinica.

Per ridurre il rischio di complicazioni in casa, è necessario prestare attenzione a tali punti:

  • umidità dell'aria e temperatura ambiente. È meglio se il termometro rimane a 20 ° C;
  • il bambino non può essere sovralimentato e avvolto;
  • È necessario fornire una bevanda abbondante ma non zuccherata. Che si tratti di bevande alla frutta, tè o acqua naturale;
  • Dopo la vaccinazione, non si può camminare per un lungo periodo di tempo, così come fare il bagno al bambino o bagnare il sito di iniezione.

Il giorno della vaccinazione, è necessario limitare la mobilità del bambino, giocare con lui in partite tranquille, guardare le immagini, metterlo a letto presto. Se si presentano sintomi allergici, somministrare un antistaminico.

Tutte le prescrizioni specificate devono essere rigorosamente osservate, altrimenti la reazione al vaccino non sarà la più innocente.

Mettere una vaccinazione combinata DTP con un componente di epatite o meno è una questione individuale. Dopo aver valutato tutti i pro e i contro della procedura, dopo aver considerato la possibilità di complicazioni e aver pensato alle conseguenze, ogni genitore decide ed è responsabile della salute e, a volte, della vita del bambino.

Come viene usato il vaccino contro l'epatite DPT plus?

Il vaccino contro l'epatite DPT è usato come agente profilattico per prevenire malattie come epatite B, pertosse, tetano e difterite. Non solo i bambini sono soggetti a tali malattie, ma anche gli adulti. È per questo motivo che i medici raccomandano fortemente che i bambini ricevano tutte le vaccinazioni necessarie. Le voci secondo le quali la vaccinazione può portare a complicazioni sono miti assoluti. I bambini possono soffrire della malattia e non dell'introduzione di un vaccino. Anche se il bambino ha limitazioni per la vaccinazione, è possibile vaccinare, ma solo sotto la stretta supervisione dei medici in un ospedale.

Un vaccino non è una raccolta di anticorpi introdotti nel corpo. Il vaccino DPT contiene una piccola dose accettabile del virus, dopo l'introduzione della quale il sistema immunitario inizia a combattere e rilascia gli anticorpi contro la malattia. L'unica restrizione per le vaccinazioni complesse è l'intolleranza individuale da parte dell'organismo dei componenti del vaccino. Ma con un adeguato esame del corpo del bambino, non si presentano conseguenze negative.

La difterite, il tetano, la pertosse, l'epatite B sono malattie virali molto gravi. Una persona che non è vaccinata in tempo prima o poi sarà garantita tali malattie. Va notato che una qualsiasi delle malattie nel 78% dei casi, anche con un trattamento tempestivo, porta alla morte o alla disabilità.

È per questo motivo che il calendario vaccinale raccomandato dalla medicina dovrebbe essere rispettato e vaccinato.

Vaccinazione DPT (epatite)

Il vaccino profilattico anti-epatite DPT (adsorbito pertosse-difterite-tetano + epatite) è un vaccino combinato che contiene microbi morti (inattivati) intere di queste malattie. Il dosaggio corrisponde all'intensità della risposta immunitaria dei bambini, che è ancora imperfetta e si sta formando.

Quando e come farsi vaccinare

La vaccinazione viene effettuata nei termini stabiliti secondo l'ordine del Ministero della Salute. I bambini che sono stati vaccinati il ​​primo giorno di vita, se non sono a rischio, vengono successivamente vaccinati a 3 mesi e mezzo anno. La prossima vaccinazione contro l'epatite DPT è di 4,5 mesi.

Se la vaccinazione non è stata somministrata prima dei tre mesi di età, la vaccinazione viene effettuata secondo lo schema seguente: 3 mesi, 4,5 mesi, 6 mesi. Ridurre l'intervallo tra le procedure o prolungarlo di oltre 6 mesi è possibile solo per validi motivi. Per questo motivo, la produzione di una quantità sufficiente di anticorpi contro le infezioni virali può essere compromessa. Se il bambino è malato, allora il vaccino contro l'epatite DPT può essere trasferito, ma non per molto tempo.

Se sono presenti una o due vaccinazioni DTP, ma non esiste un vaccino contro l'epatite, la vaccinazione viene effettuata con epatite DTP e la quantità mancante di vaccini antiepatite B può essere reintegrata con l'epatite monovaccina, con intervallo tra 1 e 6 mesi dopo la prima vaccinazione.

La vaccinazione con epatite DTP è gratuita presso qualsiasi struttura medica per bambini. Il farmaco DPT, insieme al vaccino contro l'epatite B, viene iniettato nelle fibre muscolari. Questa è una condizione molto importante, perché l'introduzione del tessuto adiposo è controindicata (nella regione glutea). Un'area ideale per la vaccinazione è la parte anteriore della coscia.

Prima di essere vaccinati, la fiala deve essere agitata per miscelare la miscela e acquisire la consistenza omogenea desiderata. I medici dovrebbero aprire le fiale in conformità con le regole di asepsi e antisettici.

Dopo l'apertura della fiala per epatite DTP, il suo contenuto rimanente non può essere conservato. In nessun caso vengono utilizzate fiale, in cui sono presenti integrità, etichettatura, cambiamento di colore, scaglie insolubili dopo l'agitazione.

Durante la vaccinazione, la cartella clinica individuale del bambino deve indicare il numero della serie del farmaco, la data di scadenza, il produttore, la data di introduzione del vaccino, la natura della risposta del corpo durante la vaccinazione e alcuni giorni dopo.

Quali sono i possibili effetti collaterali della vaccinazione contro l'epatite DPT?

Alcuni bambini nei primi giorni o due dopo la vaccinazione con il vaccino contro l'epatite DTP possono manifestare effetti collaterali di natura generale e locale. Questi includono:

  • un leggero aumento della temperatura corporea come reazione del corpo a un'infezione virale nel sangue;
  • sullo sfondo della temperatura, sudorazione, sonnolenza;
  • sul sito di vaccinazione possono apparire dolore, arrossamento, leggero gonfiore.

Non è necessario considerare tali sintomi come patologici. Dopo 3-5 giorni, tutti i sintomi scompariranno. Tutti loro sono una manifestazione della lotta del sistema immunitario con infezioni virali e la produzione di anticorpi contro le malattie.

Il gonfiore si verifica a causa del vaccino che entra nello strato sottocutaneo, il che è inevitabile. Il farmaco viene assorbito nel sangue per lungo tempo, ma dopo che è stato assorbito, il gonfiore e il rossore scompariranno.

Va notato che nel 92% dei casi, nessuno dei sintomi sopra riportati si verifica, ad eccezione di un leggero arrossamento.

Se il bambino ha limitazioni per la vaccinazione DTP per qualsiasi motivo, ad esempio a causa di ipersensibilità al virus, la vaccinazione viene eseguita in un ospedale per prevenire lo sviluppo di complicazioni: orticaria, angioedema, rash polimorfico. Il bambino è sotto la supervisione dei medici per 3-4 ore dopo la vaccinazione. Se i sintomi di cui sopra sono assenti, il bambino viene rimandato a casa. Gli ospedali medici per bambini devono essere dotati di farmaci anti-shock per prevenire il verificarsi di shock anafilattico a seguito di una reazione allergica al vaccino contro l'epatite DTP.

Se un bambino sviluppa una forte reazione generale: la temperatura sale a numeri critici (sopra i 39 ° C) e dura per un giorno, si osserva gonfiore nell'area di vaccinazione, che è maggiore di 9 cm di diametro, quindi la vaccinazione con questi vaccini viene interrotta e viene utilizzata ADS con una quantità ridotta di virus. La rivaccinazione viene effettuata in almeno 3 mesi, dopo di che verranno somministrati altri 30 giorni all'epatite B monovaccina.

Se il vaccino è stato somministrato due volte, la vaccinazione contro il tetano e la difterite può essere considerata completa.

Quali sono le controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite da DPT

Non è consentito vaccinare l'epatite DTP in bambini a cui è stata diagnosticata una patologia nervosa in via di sviluppo, con anamnesi di convulsioni (eccetto febbrile), manifestazioni allergiche al lievito di birra. Quando i processi infiammatori nel corpo, la presenza di infezioni respiratorie e virali acute, accompagnate da febbre, non inoculare. E dopo che il bambino è guarito dalle malattie, è possibile essere vaccinato in 1-2 mesi dal momento del recupero.

Se c'è stata una reazione pronunciata alla precedente vaccinazione, la vaccinazione non viene eseguita o eseguita con farmaci con un numero ridotto di virus.

È vietato mettere il vaccino contro l'epatite DPT alle donne in gravidanza e in allattamento.

È imperativo che prima di essere vaccinato, il pediatra dovrebbe intervistare i genitori per determinare se ci sono controindicazioni alla vaccinazione con questo farmaco. I bambini che sono stati temporaneamente esentati dalla vaccinazione contro l'epatite DTP sono presi sotto il controllo dei pediatri e sono vaccinati secondo limiti di tempo accettabili.

Non costituiscono una controindicazione per la vaccinazione con epatite DTP, convulsioni febbrili, broncospasmi, manifestazioni cutanee localizzate. La vaccinazione con un vaccino in questi casi è combinata con una terapia specifica.

I casi di overdose non sono stati registrati nel territorio della Federazione Russa.

Secondo il calendario nazionale dei vaccini preventivi, l'epatite DTP può essere combinata contemporaneamente ad altri vaccini (ad eccezione di BCG). Permesso dal Ministero della Sanità di vaccinare con poliomielite DPT.

Qual è il nome della vaccinazione congiunta contro l'epatite e il DPT

Il nome della vaccinazione DPT è inteso come il vaccino contro la tossina e la tossina del toxoide pertosse-difterite-tetano. Il DTP e l'epatite nello stesso vaccino hanno trovato la loro applicazione congiunta in medicina, che consente di semplificare la somministrazione di vaccinazioni a fini di prevenzione. Il processo di vaccinazione è l'introduzione di un piccolo numero di batteri, che provocano lo sviluppo in una forma lieve di malattie come pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite, che porta all'ulteriore formazione di immunità negli esseri umani.

Azioni preparatorie per la vaccinazione e le sue fasi

La vaccinazione DTP viene effettuata contro malattie come la pertosse (una malattia causata da un'infezione accompagnata da una forte tosse persistente), la difterite (una malattia infettiva acuta che colpisce il tratto respiratorio superiore), il tetano (una malattia infettiva che ha un forte effetto negativo sul sistema nervoso). Di regola, il processo di inoculazione si verifica durante l'infanzia. In assenza di controindicazioni, la vaccinazione viene eseguita in quattro fasi: una viene iniettata durante i primi tre mesi di vita, la seconda e la terza procedura vengono eseguite all'età di quattro, cinque e sei mesi e l'ultima viene eseguita in un anno e mezzo. Un'ulteriore inoculazione è raccomandata per fare i bambini di sette anni e gli adolescenti di quattordici anni.

Qualsiasi vaccinazione ha le sue potenziali conseguenze, complicazioni e reazioni avverse. Per evitare tutto questo, è necessario preparare il corpo in anticipo.

Le principali regole preparatorie per i medici includono:

  1. Alcune settimane prima della vaccinazione, si consiglia di ridurre al minimo il contatto del bambino con altre persone. È necessario cancellare una visita ai grandi centri commerciali e di intrattenimento per escludere la possibilità di contrarre infezioni e virus. Tuttavia, le passeggiate all'aria aperta devono essere frequentate tutti i giorni.
  2. Nel caso in cui qualche allergia sia stata notata in precedenza, è necessario attendere due o tre giorni prima dell'introduzione del vaccino contro la pertosse, la difterite e gli agenti patogeni del tetano della malattia per condurre il trattamento antistaminico.
  3. Controllo attento della dieta, che esclude l'introduzione di nuovi prodotti. È importante assicurarsi che il bambino non mangi troppo.
  4. Consegnare campioni di urina e sangue al laboratorio per l'esame.
  5. Utilizzare immediatamente prima dell'iniezione di un farmaco antipiretico, che ha anche un effetto analgesico.
  6. Alcuni esperti raccomandano un giorno o due per annullare l'uso della vitamina D. La sua successiva ammissione è consentita solo dopo una settimana con il permesso del pediatra.
  7. Segui il regime di bere.
  8. Si raccomanda di non nutrire il bambino per un'ora e mezza prima e dopo la vaccinazione.

Oltre al pediatra di distretto, si raccomanda di mostrare il bambino a un neuropatologo.

Prima di vaccinare il DPT, è necessario visitare il medico locale, che deve condurre un esame approfondito del bambino, per valutare lo stato di salute. In caso di sospetti e dubbi, i medici consigliano di posticipare l'inoculazione per evitare gravi conseguenze.

Prima della vaccinazione, è necessario valutare non solo le condizioni fisiche del bambino, ma anche tutti i membri della famiglia, poiché il sistema immunitario dopo l'iniezione sarà indebolito. I batteri extra non ne trarranno beneficio.

Vaccinazione congiunta contro epatite e DTP

La pratica medica mostra che la vaccinazione DTP è spesso combinata con la vaccinazione contro l'epatite in un'unica iniezione. Ciò consente di fornire immediatamente protezione per l'organo epatico dagli effetti di questi agenti patogeni, nonché di proteggere dallo sviluppo della cirrosi e dalla formazione di tumori del cancro, perché è proprio tale vaccinazione DTP che molto spesso rappresenta una minaccia per il corpo del bambino, causando complicazioni.

Data la consapevolezza delle possibili conseguenze, i genitori hanno dei dubbi sulla necessità di questa procedura. In assenza di controindicazioni, si raccomanda di vaccinare il bambino contro queste malattie. Questo è motivato dal fatto che gli effetti collaterali della procedura sono registrati molto raramente in medicina e non sono gravi in ​​contrasto con le conseguenze delle malattie stesse. Catturare la pertosse o la difterite oggi è difficile, mentre il tetano e la malattia epatica del gruppo B interessano il corpo del bambino più spesso attraverso le superfici mucose o il sangue nel processo di gioco spensierato.

La combinazione di DTP ed epatite non aumenta le possibilità di sviluppare ulteriori patologie e non influisce sulla complessità delle conseguenze. È importante che un tale tandem sia mostrato immediatamente ai neonati. Nel caso in cui il bambino abbia bisogno di un intervento chirurgico, la vaccinazione avviene una settimana dopo la nascita, tre settimane e un anno.

Controindicazioni per la vaccinazione congiunta contro l'epatite e il DTP

Se un bambino ha almeno uno dei seguenti oggetti, allora la vaccinazione contro l'epatite, la pertosse, la difterite, il tetano è controindicata:

  • aumento della temperatura corporea;
  • manifestazione di tosse;
  • la presenza di sequestri nella storia;
  • la presenza di moccio e congestione nasale;
  • indebolimento del sistema immunitario;
  • disfunzione del sistema nervoso;
  • la presenza di lesioni alla nascita alla testa;
  • la presenza di malattie respiratorie acute;
  • la presenza di infezioni virali acute;
  • periodo di esacerbazione di malattie croniche;
  • malattie oncologiche;
  • uso di immunosoppressori;
  • la manifestazione di reazioni allergiche (in particolare sul lievito di birra);
  • la presenza di conseguenze sgradevoli da precedenti vaccinazioni;
  • costipazione e assenza di feci per 24 ore prima della vaccinazione;
  • la presenza di meningite (una malattia caratterizzata da infiammazione delle membrane del cervello o del midollo spinale);
  • malattie neurologiche;
  • prematurità del feto (l'evento è possibile solo dopo la normalizzazione della condizione del bambino);
  • la presenza di diatesi (predisposizione del corpo a varie allergie e malattie, che, di regola, è caratterizzata da arrossamento delle guance nei bambini);
  • periodo di dentizione dei denti del latte (molare), che è accompagnato da febbre;
  • malattie autoimmuni;
  • la presenza di dermatite atopica;
  • gravidanza (nel caso di vaccinazione di un genitore);
  • periodo di allattamento (nel caso di vaccinazione del genitore).

Dopo che tutte le reazioni allergiche e le malattie sono passate, il bambino è pronto a vaccinarsi con DPT ed epatite. Di norma, questo evento può essere eseguito solo dopo un anno e mezzo o due dal momento del recupero. Vale anche la pena considerare la precedente esperienza di vaccinazione. Nel caso in cui sia stata registrata una reazione vivida, la successiva vaccinazione non ha luogo. Raramente, ma i medici permettono a un bambino di fare una nuova iniezione, mentre il dosaggio dei virus è significativamente ridotto.

Una visita anticipata al medico curante fornirà l'opportunità di valutare le caratteristiche individuali del corpo e selezionare la vaccinazione più comoda ed efficace.

Nelle istituzioni mediche russe non c'era un singolo caso di overdose con DTP e vaccini contro l'epatite. Questo vaccino combinato può anche essere combinato con altri, ad eccezione della vaccinazione contro la tubercolosi.

Effetti collaterali e possibili complicanze della vaccinazione congiunta di DTP ed epatite

La pratica medica mostra che gli effetti collaterali e le possibili complicanze più spesso causano un componente del patogeno della pertosse. Per questo motivo, la vaccinazione viene spesso prescritta senza l'uso del toxoide di questa malattia.

Qualsiasi manifestazione indesiderata varia in gravità.

Le seguenti manifestazioni di un carattere leggero dopo l'inoculazione dovrebbero essere attribuite alla reazione di difesa naturale del corpo:

  • aumento della temperatura corporea a 38 gradi Celsius, che è dovuto ad una diminuzione dell'immunità introdotta da batteri patogeni;
  • sonnolenza;
  • c'è poca sudorazione;
  • l'instabilità dello stato emotivo sotto forma di pianto;
  • arrossamento della pelle, lieve gonfiore e dolore al sito di iniezione (questo è dovuto al lungo processo di assorbimento del farmaco nel sangue);
  • perdita di interesse nel cibo;
  • la formazione di pustole con non conformità alle norme sanitarie al momento dell'iniezione (questo disturbo richiede l'uso di antisettici entro due o tre giorni).

Tipicamente, questo sintomo indica la resistenza del corpo ai virus, i segni scompaiono spontaneamente dopo un paio di giorni (senza prendere alcuna misura). A volte le convulsioni febbrili si verificano a causa di un aumento della temperatura a 38,5 gradi Celsius. Nel caso in cui la laurea cresce, è necessario utilizzare farmaci antipiretici.

Per quanto riguarda le possibili complicazioni dopo la vaccinazione contro l'epatite e il DTP, i medici indicano rischi minimi, ma esistono ancora.

Uno di questi include:

  • Significativo aumento della temperatura. Il segno sul termometro può raggiungere indicatori come 39-40 gradi Celsius.
  • L'aumento di arrossamento nella zona di iniezione più di 7,5-8 cm. Questa manifestazione assomiglia visivamente al marchio dopo aver tenuto la manta, che non può essere bagnata.
  • C'è un sigillo nel sito di iniezione.
  • C'è la diarrea.
  • Si manifestano i riflessi del vomito
  • Il gonfiore è fisso.

Per queste complicazioni, è necessario chiamare un'ambulanza o consultare il medico. La nomina di farmaci antipiretici, ad esempio Nurofen o Cefecon, così come pomate sotto forma di Fenistil, Troxevazine, aiuterà ad assorbire questi effetti.

L'aspetto di crampi, orticaria, eruzioni cutanee e una sensazione di mancanza di aria fresca e soffocamento possono essere attribuiti a manifestazioni più complesse.

Cosa fare dopo la vaccinazione?

Dopo che al bambino è stata somministrata un'iniezione contro epatite, pertosse, difterite, tetano, devono essere seguite le seguenti regole:

  • Rimani in una struttura medica 30 minuti dopo la vaccinazione. Di solito tutti i sintomi negativi hanno il tempo di manifestarsi durante questo periodo di tempo, quindi puoi consultare, essere esaminato e ricevere il primo soccorso sul posto.
  • I primi giorni per monitorare regolarmente la temperatura corporea.
  • A casa, ventilare la stanza e mantenere una modalità di non più di 20 gradi Celsius. L'umidità dovrebbe variare dal 50% al 70%.
  • Osservare un regime di bere abbondante per due o tre giorni.
  • Osservare una dieta leggera (escludere il salato, fritto).
  • Stai vicino al bambino e assicurati uno stato psico-emotivo calmo.
  • Escludere i trattamenti dell'acqua. La ragione è un'immunità indebolita.
  • In assenza di un aumento della temperatura nelle prime 24 ore, si raccomanda una mezz'ora di camminata all'aria aperta.
  • Escludere viaggi in negozi e centri commerciali dove c'è un'alta probabilità di contrarre un'infezione.
  • Sospendere temporaneamente il corso di massaggio, se prima era presente.
  • A causa del fatto che una sensazione di prurito può verificarsi nel sito di iniezione, è importante assicurarsi che il bambino non si bagni o graffi il gonfiore.

Vaccini comuni per DTP e epatite

L'obiettivo principale di questo evento medico è sviluppare l'immunità alle malattie con un carico minimo sul corpo.

I vaccini combinati più comuni sono i seguenti:

  1. "Infanrix." Questa preparazione all'importazione è lo sviluppo belga. Il suo compito principale è quello di creare l'immunità dalla difterite, dalla pertosse e dal tetano. Il suo vantaggio risiede nella sua bassa reattogenicità, dovuta al fatto che viene utilizzata una piccola parte delle pareti cellulari batteriche.
  2. "Hibariks". Vaccino mirato a creare l'immunità dalle malattie infettive emofiliche. Più spesso combinato con "Infanrix", che dà un risultato migliore.
  3. Infanrix Hex. Lo sviluppo è unico perché include la vaccinazione contro sei gravi malattie, vale a dire, pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite di gruppo B ed infezione emofilica. Il momento migliore per l'innesto è di sei mesi.
  4. "Pentaxim®". Il vaccino di origine francese non contiene gli agenti causali dell'epatite B, tuttavia, è uno dei principali DPT, nonostante il fatto che abbia un costo elevato. Il suo principale vantaggio può essere considerato un rischio minimo.
  5. "Tetrakis". Il farmaco è un equivalente di bilancio di Pentaxim. Una caratteristica distintiva è l'assenza di un componente emofilico nella composizione.
  6. Imovax Polio. Monovaccine ha lo scopo di creare l'immunità dalla polio. Il suo vantaggio è che la vaccinazione può essere fatta a qualsiasi età.
  7. "Polioriks". Un farmaco simile al precedente, che può essere combinato con DTP ed epatite.
  8. "Engerix". Il farmaco crea l'immunità al gruppo epatite B. La sua efficacia è confermata nel 98% dei casi. E anche il farmaco può essere combinato con assolutamente nessun vaccino.
  9. "Regevak In". L'equivalente russo di Endzheriks. Ha un costo inferiore rispetto a un vaccino estero, ma non è inferiore nelle proprietà di qualità.

Sia i vaccini domestici che quelli importati possono proteggere efficacemente il sistema immunitario. Se i genitori hanno un'opportunità finanziaria, si consiglia di utilizzare droghe estranee, in quanto non hanno un'alta reattogenicità, che ridurrà al minimo i rischi di conseguenze e complicanze.

L'uso simultaneo di diversi vaccini in un giorno e in una sola iniezione non pone un rischio per la salute solo se tutte le regole e le precauzioni prescritte dal medico curante sono soddisfatte, così come se vengono mantenute le norme di trasporto, conservazione e somministrazione del vaccino.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Dieta medica numero 5

Analisi

Formazione avanzata:

    Gastroenterologia con endoscopia. L'autoipnosi di Erickson.
Nel ventesimo secolo in Russia, il professor Gastroenterologo Manuel Pevzner ha studiato gli effetti delle diete umane per facilitare il decorso e il trattamento di varie malattie.

Che tipo di farmaco può essere trattato fegato grasso

Epatite

Se viene diagnosticata un'epatosi grassa del fegato, il trattamento farmacologico è uno dei metodi principali per sbarazzarsi della malattia. L'obiettivo principale del trattamento terapeutico dell'epatosi adiposa è eliminare la causa o le condizioni provocatorie che influenzano direttamente lo sviluppo della malattia, l'instaurarsi di una dieta normale e un buon stile di vita.

Come indossare una benda dopo la chirurgia addominale?

Sintomi

L'esecuzione della chirurgia addominale addominale è un'incisione chirurgica che, dopo la fine della procedura, viene suturata con fili speciali. Questo posto è sensibile ai carichi e nei primi giorni c'è il pericolo che la cucitura si disperda, l'operazione verrà ripetuta di nuovo.

Proiezioni per vita, sintomi e trattamento delle metastasi epatiche

Analisi

La comparsa di neoplasie nel fegato può svilupparsi sia in connessione con il danno dell'organo stesso, sia come risultato della salvezza di altri organi.