Principale / Analisi

Aksd polio gratuito

Analisi

Per il trattamento delle articolazioni, i nostri lettori usano con successo Artrade. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

  • classificazione
  • eziologia
  • Quadro clinico
  • Diagnostica differenziale
  • trattamento
  • Misure preventive

La poliomielite, o paralisi cerebrospinale infantile, è una malattia infettiva acuta altamente contagiosa, basata sul danno alla sostanza grigia del midollo spinale. Molto spesso, la patologia procede senza alcun sintomo o in una forma cancellata. Ad oggi, l'unica protezione contro questa infezione è la vaccinazione con gocce o soluzione iniettabile iniettabile. Tuttavia, qualsiasi reazione all'iniezione o alle gocce si verifica raramente.

Lo studio di questa malattia risale alla fine degli anni '90. A metà del secolo scorso, la malattia polio è diventata un vero disastro per molti paesi in Europa e nel Nord America. Tuttavia, l'introduzione del vaccino ha portato al fatto che il tasso di incidenza ha cominciato a diminuire gradualmente, e quindi in molte aree questa patologia è stata completamente eliminata.

classificazione

La poliomielite nei bambini è una malattia che ha una sua chiara classificazione in base a diversi parametri contemporaneamente. Ad esempio, il tipo di malattia distingue tra casi tipici e atipici. Il tipico danno al sistema nervoso centrale include:

  1. Forma non-paralitica, che è anche chiamata meningea o abortiva.
  2. Paralitico, che è anche chiamato spinale o bulbare.

Ma le forme atipiche sono solo la malattia con sintomi cancellati, o anche senza la manifestazione di alcun sintomo.

La classificazione per gravità divide la malattia in:

  1. Facile.
  2. Medio pesante.
  3. Pesante.

I parametri per questa definizione sono la gravità dell'intossicazione e la presenza o l'assenza di disturbi del movimento.

E infine, la malattia può procedere in modo fluido e con la presenza di alcune complicazioni. Le complicanze comprendono infezione secondaria o esacerbazione di malattie croniche esistenti.

eziologia

Il virus della polio è chiamato poliovirus hominis e appartiene al gruppo degli enterovirus, cioè intestinale. Esistono 3 tipi indipendenti chiamati I, II e III. Il più comune è il primo.

Tutti sono molto stabili e possono persistere in acqua per un massimo di 100 giorni, con feci fino a sei mesi, sono ben tollerati dal congelamento, non vengono distrutti dai succhi intestinali, ma rapidamente distrutti dall'ebollizione e dall'esposizione alle radiazioni ultraviolette. Per gli antibiotici, il virus è completamente insensibile.

La fonte dell'infezione è una persona malata. Quando un virus della polio entra nel corpo, infetta le cellule del sistema linfatico, l'intestino, entra nel flusso sanguigno e nel sangue nel sistema nervoso centrale.

Quadro clinico

I sintomi dipenderanno dal livello di danno al sistema nervoso centrale. Ad esempio, nella forma spinale, la colonna cervicale, toracica e lombare è interessata. Quando la lesione bulbare si verifica nel nucleo dei nervi cranici. Quando la forma paralitica colpisce il nucleo del nervo facciale. E quando combinato, la patologia si sviluppa non solo nel midollo spinale, ma anche nei nervi cranici.

I sintomi nei bambini possono essere numerosi, motivo per cui è abbastanza difficile fare una diagnosi, quindi nella maggior parte dei casi vengono eseguiti test di laboratorio per identificare questo virus. I sintomi principali includono:

  1. Febbre.
  2. Fenomeni catarrali.
  3. Sgabello sconvolto.
  4. Disturbo urinario.
  5. Dolore muscolare
  6. Sensibilità compromessa.
  7. Fluttuazioni HELL.
  8. Paresi.
  9. Paralisi.
  10. Disturbi della deglutizione
  11. Paralisi dei muscoli facciali.
  12. Sindrome meningea.

Come viene trasmessa la polio? Questo virus viene trasmesso da una persona malata a una via fecale-orale o aerea sana. Allo stesso tempo, si osserva un danno al sistema nervoso solo nell'1% di tutti i casi diagnosticati. In tutti gli altri, si sviluppa il vettore del virus o la forma non paralitica.

Dopo l'infezione trasferita, i casi ripetuti non sono registrati a causa dello sviluppo di un'immunità resistente. La suscettibilità a questa malattia è incredibilmente alta, ma il più delle volte viene diagnosticata nei bambini sotto i 7 anni, tuttavia anche i bambini fino a 3-4 mesi con questa infezione non si ammalano.

Diagnostica differenziale

I sintomi della poliomielite nei bambini devono essere differenziati da malattie simili come la sindrome di Guillain-Barré, la neurite traumatica e la mielite trasversa. Tutte queste malattie sono confrontate l'una con l'altra in molti modi, ad esempio, in presenza di paralisi progressiva, in presenza di febbre all'inizio della malattia, nella violazione del tono muscolare e in molti altri criteri. Ma ovviamente il criterio diagnostico principale per la diagnosi è il rilevamento del virus nelle feci.

trattamento

Molte persone credono che la vaccinazione antipolio aiuti a sbarazzarsi della malattia, ma questa opinione è sbagliata. In effetti, la vaccinazione è necessaria per prevenire la malattia, cioè è fatta allo scopo di prevenire, ma l'infezione viene trattata con altri metodi.

Ai primi segni di polio, il paziente viene ricoverato in ospedale nel reparto di malattie infettive. Il trattamento principale è il riposo a letto, l'uso di antidolorifici e sedativi. Con lo sviluppo della paralisi, e questo accade dopo 4-6 settimane, vengono prescritti trattamenti farmacologici, fisioterapici e ortopedici. Quindi assicurati di ricorrere al trattamento.

La disinfezione è necessariamente effettuata al centro dell'infezione.

Misure preventive

La prevenzione della poliomielite comprende attività come un'ampia copertura vaccinale, l'immunizzazione obbligatoria dei bambini sotto i 5 anni di età e il vaccino antipolio deve essere introdotto non solo per i bambini che frequentano le scuole prescolari e scolastiche, ma anche per coloro che sono considerati non organizzati e istruiti a casa o formazione.

Tuttavia, l'unico metodo corretto per non essere infettati è vaccinare con un vaccino vivo o virus inattivati ​​in modo tempestivo. Il vaccino antipolio è incluso nel programma nazionale di immunizzazione e può essere eseguito contemporaneamente al DTP.

DTP e poliomielite: posso essere vaccinato allo stesso tempo?

Alcune delle più importanti vaccinazioni infantili - DTP e poliomielite - causano ai genitori le maggiori paure, perché sono irte di eventi avversi. Pertanto, la questione se il DPT e la polio possano essere fatti nello stesso tempo solleva molte polemiche.

Nonostante molte opinioni contrastanti sui vaccini, sono ancora considerate il mezzo più affidabile contro molte gravi malattie. Ciò è particolarmente rilevante ai nostri giorni, a causa della mutazione dei virus che può dare un quadro clinico poco chiaro e rendere difficile la diagnosi.

Vaccinazione DPT

Abbreviazione: vaccino adsorbito pertosse-difterite-tetano. La vaccinazione viene eseguita tre volte:

  • in 3 mesi,
  • in sei mesi
  • in un anno e mezzo.

A 7 e 14 anni, vengono vaccinati solo contro la difterite e il tetano.

In caso di ritiro dalle vaccinazioni per motivi medici, il divario tra le prime due vaccinazioni è di 1,5 mesi e la rivaccinazione viene effettuata un anno dopo la prima vaccinazione.

Il vaccino DPT viene somministrato per via intramuscolare: fino a un anno e mezzo nella coscia, dopo - nella spalla.

complicazioni

Effetti ritardati pericolosi del DTP: ritardi nello sviluppo, disturbi nervosi. Con la manifestazione di tali reazioni patologiche come il fallimento delle braccia, delle gambe, del dolore agli arti, dovresti immediatamente chiamare un dottore!

Controindicazioni

La vaccinazione viene eseguita esclusivamente sullo sfondo della salute completa. L'introduzione ai bambini con disturbi neurologici, malattie del cuore, reni e altri organi interni, con malattie infettive è controindicata.

Vaccino contro la poliomielite

Ci sono due tipi:

  • inattivato (per somministrazione sottocutanea),
  • orale (sepolto nella bocca del bambino).

La vaccinazione fa figli in 3; 4 e mezzo e 6 mesi. La prima rivaccinazione è a 18 mesi, la seconda a 20, la terza a 14 anni.

complicazioni

Nel caso della somministrazione sottocutanea - una reazione locale sotto forma di rossore e gonfiore. Dura non più di 48 ore

  1. Linfonodi ingrossati.
  2. Prurito, orticaria.
  3. Shock anafilattico.
  4. Quincke gonfiore.
  5. Dolore nei muscoli.
  6. Ansia, a volte dura un paio di settimane dopo la vaccinazione.
  7. La temperatura aumenta. Normalmente, non deve superare 38,5 e non dura più di un giorno. Per alleviare le condizioni del bambino, puoi dargli Nurofen o Panadol, se il termometro mostra sopra 38. Prima di questo, in condizioni di normale benessere, non puoi eliminarlo.

Controindicazioni

  • malattia infettiva acuta o recente;
  • qualsiasi processo infiammatorio nel corpo;
  • disturbi immunitari;
  • dentizione;
  • logoramento.

È possibile fare allo stesso tempo DTP e poliomielite

Secondo il programma di vaccinazione, i medici suggeriscono di fare DTP e poliomielite contemporaneamente. Familiare da tutte le mamme moderne, il pediatra E. Komarovsky sottolinea sempre l'importanza della vaccinazione. Considera queste vaccinazioni obbligatorie: sono in grado di salvare il bambino dalla morte o dalla disabilità. Il DTP stimola la produzione di anticorpi contro pertosse, difterite e tetano nei corpi dei bambini. L'immunità sarà già familiare con loro e quando entreranno nel corpo li riconoscerà rapidamente e distruggerà.

Se i vaccini domestici causano preoccupazione per qualche motivo, puoi fare riferimento alle loro controparti straniere.

Importa analoghi

I genitori che decidono di abbandonare i vaccini domestici sono interessati a: "Qual è il nome del vaccino importato come il DPT?". Pentaxime e prevenar sono più spesso confusi (per infezione da pneumococco). I seguenti sono analoghi dei vaccini domestici.

Foto: vaccino Pentaxim

Un prerequisito è che i vaccini siano scelti dal medico individualmente, quando i genitori decidono di dare la preferenza agli analoghi stranieri, o che il bambino abbia avuto un'amministrazione medica fino a un anno, e ora è stato predisposto un programma individuale di vaccinazioni per lui.

In quest'ultimo caso, sarebbe saggio usare tali vaccini per "recuperare" con il programma di vaccinazione di bambini sani in 2 anni.

  • Infanrix - per la prevenzione della pertosse, della difterite, del tetano. Differisce dal DTP in quanto non contiene cellule intere dell'agente causale della pertosse.
  • Infanrix Hexa è un vaccino multicomponente contro la pertosse, la difterite, il tetano, la polio, l'infezione emofilica e l'epatite B.
  • Pentaxim è un vaccino contro la pertosse, il tetano, la difterite, la poliomielite e l'infezione emofilica.

Come prevenire le complicazioni

Queste regole di preparazione si applicano non solo ai vaccini in questione, ma in generale, a qualsiasi vaccinazione.

  1. Se un bambino si è ammalato di recente, devono trascorrere almeno due settimane prima della vaccinazione.
  2. Per assicurarsi che tutto sia buono, il bambino deve donare sangue e urina nella clinica del luogo di residenza o in un laboratorio privato, a discrezione dei genitori. Se c'è qualche sospetto di un processo infiammatorio nel corpo, la vaccinazione dovrebbe essere rimandata ed esaminata.
  3. Immediatamente prima della vaccinazione, il pediatra dovrebbe esaminare il bambino. Il medico controlla la gola, ascolta il cuore, i polmoni, esamina la pelle e chiede ai genitori il benessere del bambino.

Quando qualsiasi cambiamento nello stato di salute e comportamento del bambino è meglio essere al sicuro e chiamare un medico.

E 'possibile vaccinare DTP e poliomielite contemporaneamente?

La maggior parte delle vaccinazioni per i bambini fanno nel primo anno di vita. Ciò è dovuto al fatto che l'immunità a questa età nei bambini è ancora indebolita. I bambini sono più suscettibili alle infezioni e sono difficili da tollerare. Alcune vaccinazioni vengono somministrate lo stesso giorno, vale a dire che le vaccinazioni contro la poliomielite e la poliomielite vengono spesso eseguite contemporaneamente.

Il DPT e la polio possono essere vaccinati contemporaneamente e a che età? È facile per i bambini sopportare e quali sono le possibili conseguenze? Abbiamo bisogno di una preparazione speciale per tale vaccinazione e quali misure rendono più facile trasferirlo?

Posso fare allo stesso tempo le vaccinazioni

DPT è fatto per proteggere un bambino da difterite, tetano e pertosse. Il rischio di infezione con queste malattie è molto alto, e i bambini sono difficili da tollerare tali infezioni pericolose. La poliomielite provoca complicanze sotto forma di paralisi degli arti. Pertanto, la vaccinazione contro queste malattie è stata introdotta nel programma nazionale di vaccinazione nella maggior parte dei paesi del mondo. Nel calendario russo, i tempi dell'immunizzazione contro difterite, tetano, pertosse e poliomelite sono gli stessi, quindi le vaccinazioni per queste infezioni vengono spesso somministrate contemporaneamente a diversi vaccini, in modo pianificato.

Il vaccino DPT e la poliomielite possono essere somministrati insieme? - questa combinazione non rappresenta un pericolo per un bambino sano. Gli effetti collaterali con la somministrazione congiunta di farmaci non aumentano rispetto alla vaccinazione separata. E il rispetto delle regole e la preparazione tempestiva del bambino impediscono lo sviluppo di conseguenze indesiderabili.

Quando e quante volte fanno DPT e la polio

La prima volta che un vaccino DPT, come la poliomielite, viene posizionato secondo il calendario all'età di tre mesi. Il secondo vaccino DPT, così come contro la polio, viene somministrato in 4,5 mesi. È meglio vaccinare il bambino con lo stesso farmaco della prima volta, ma è possibile sostituirlo con un altro vaccino con lo stesso contenuto di antigene. La terza immunizzazione con vaccini DTP e poliomielite viene effettuata a sei mesi di età. Dovrebbe essere fatto con una pausa obbligatoria di 1-1,5 mesi dopo quella precedente.

Se a questa età la vaccinazione DPT è stata rifiutata per qualche motivo, allora è stata somministrata 3 volte con un intervallo di 1,5 mesi. E la rivaccinazione viene eseguita un anno dopo l'ultima iniezione.

La rivaccinazione pianificata di DTP e poliomielite viene eseguita nelle seguenti date:

  • a 18 mesi - la prima rivaccinazione di DTP e poliomielite;
  • in 20 mesi - la seconda rivaccinazione di poliomielite;
  • a 6-7 anni, la seconda rivaccinazione contro il tetano e la difterite con il vaccino di ADS-M (senza la componente della pertosse);
  • all'età di 14 anni, la terza rivaccinazione contro difterite, tetano e poliomielite.

Il farmaco DPT viene utilizzato solo fino all'età di quattro anni, dopo di che iniziano a utilizzare il vaccino importato. Inoltre, ai bambini dai 4 ai 6 anni viene somministrato il vaccino antiretrovirale e, dopo 6 anni, il vaccino ADS-M.

Contemporaneamente al vaccino DTP o al suo analogo importato "Infanrix", vengono somministrati vaccino antipolio inattivato o OPV orale vivo da poliomielite.

Come i bambini tollerano la vaccinazione DPT e la poliomielite

Le vaccinazioni DTP e poliomielite possono causare effetti collaterali più comuni durante i primi tre giorni. I sintomi indesiderati possono causare l'antigene di questi vaccini singolarmente o, possibilmente, i loro effetti combinati. Ma il più reattivo è il componente della pertosse del vaccino DPT - è quello che causa la più grande reazione nel corpo.

La vaccinazione contro la poliomielite nei bambini a 3 mesi viene effettuata con la preparazione orale dal vivo. È fatto cadere sulla radice della lingua, dove ci sono molte papille gustative. Sentendosi amareggiato, il bambino può ruttare. Se si verifica un effetto emetico dopo la vaccinazione, il vaccino viene reiniettato. I bambini dopo 12 mesi di droga per gocciolare la polio sulle tonsille, dove non ci sono le papille gustative. Pertanto, il riflesso del vomito non si verifica.

Dopo la vaccinazione, la poliomielite e il DTP possono sviluppare una reazione locale e generale.

Al sito di iniezione DTP possibile:

Il gonfiore e la compattazione di oltre 5 cm di diametro possono durare per 2-3 giorni. A causa del dolore il bambino protegge la gamba. Questa è una reazione normale, passerà tra qualche giorno. Una reazione pronunciata dopo DTP è un rossore con un diametro superiore a 8 cm e può durare 1-2 giorni.

Le reazioni generali alla vaccinazione con DTP e poliomielite a 6 mesi sono le stesse di tre e quattro mesi di età:

  • aumento della temperatura di 38,0-39,0 ° C;
  • ansia;
  • irritabilità;
  • pianto;
  • letargia e sonnolenza;
  • perdita di appetito;
  • in rari casi, vomito e diarrea.

L'effetto collaterale più frequente dopo la somministrazione di DPT è elevata temperatura. Ciò è dovuto alla produzione di anticorpi nel sangue di agenti patogeni. Quanto dura la temperatura dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite? - può essere fino a 5 giorni. Più spesso passa in modo indipendente. Se la temperatura non diminuisce dopo 5 giorni, significa un raffreddore o lo sviluppo di un'infezione non correlata alla vaccinazione.

In rari casi, dopo la vaccinazione con DTP e poliomelite, c'è una forte reazione. Ne risulta un aumento della temperatura fino a 40,0 ° C e oltre. Questa reazione è causata dall'elemento di pertosse del vaccino DPT. In questi casi, al bambino può essere somministrato un anestetico "Panadol", "Paracetamolo" e fare riferimento a un pediatra.

Se la prima immunizzazione con il vaccino DTP ha causato una forte reazione del corpo, allora la prossima volta dovrebbe essere sostituito con il farmaco "Infanrix".

Possibili complicazioni

Oltre alla normale reazione, a volte dopo la vaccinazione, si sviluppano complicazioni, ma sono registrate solo in 1 caso ogni 100 mila. I genitori dovrebbero distinguere tra la solita reazione al vaccino, che a sua volta scompare, e le complicazioni associate alla malattia dopo la vaccinazione.

In seguito alla vaccinazione con DTP e poliomielite possono avere i seguenti effetti.

  1. Sindrome spasmodica, che può provocare febbre alta. Meno spesso ci sono convulsioni senza febbre, che possono indicare precedenti lesioni del sistema nervoso del bambino.
  2. Allergia di varia gravità. Più spesso, eruzioni cutanee pruriginose sul corpo. In rari casi si sviluppa una grave reazione allergica sotto forma di edema di Quincke. Ancora meno spesso, per mezz'ora dopo la vaccinazione, può verificarsi una complicazione pericolosa: shock anafilattico.
  3. Encefalopatia - si manifesta con disturbi neurologici che causano la componente di pertosse del vaccino.

In rari casi, i bambini dopo la vaccinazione con vaccino vivo OPV sviluppano una complicazione - polio associata al vaccino.

Come prevenire la reazione

La tolleranza della vaccinazione è fortemente influenzata dalla preparazione del bambino, dal rispetto delle regole di vaccinazione e dalle condizioni di conservazione del farmaco.

I genitori dovrebbero seguire le linee guida generali prima e dopo la vaccinazione simultanea di DPT e poliomielite.

  1. Se il bambino è incline alle allergie, il medico consiglierà di assumere antistaminici. In questo caso, dopo la vaccinazione con DTP e per la polio, Suprastin e Tavegil non sono raccomandati. A causa del fatto che asciugano le membrane mucose del rinofaringe, c'è il rischio di complicanze delle infezioni respiratorie acute e a temperature elevate. Pertanto, è preferibile dare "Klaritin" allo sciroppo.
  2. Prima della vaccinazione, è necessario consultare un medico, misurare la temperatura. Il bambino il giorno della vaccinazione deve essere in salute.
  3. Non vaccinare DTP e poliomielite dal bambino sudato. Devi aspettare di fronte all'ufficio e innaffiare il bambino.
  4. I bambini tollerano più facilmente il vaccino senza sforzi inutili sull'intestino. Pertanto, il giorno prima è necessario ridurre la quantità e la concentrazione di cibo. Non nutrire per un'ora prima e immediatamente dopo la vaccinazione DPT.
  5. Non è auspicabile vaccinare se non ci sono feci nelle ultime 24 ore. È necessario liberare l'intestino con un clistere.
  6. Il giorno dell'iniezione, così come dopo, si consiglia di limitare la comunicazione con le persone al fine di evitare l'infezione.
  7. Gravi effetti collaterali e gravi complicanze nell'80% dei casi si verificano durante la prima ora dopo la vaccinazione. Pertanto, questa volta è necessario rimanere in clinica per monitorare il bambino.

Il rispetto di tali raccomandazioni riduce significativamente il rischio di effetti collaterali e complicanze.

Domande frequenti

  1. Cosa devo fare se mio figlio ha la febbre dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite? Se il termometro è inferiore a 38,0 ° C, somministrare un leggero agente antipiretico - "Paracetamolo", "Efferalgan", "Panadol", "Tylenol". Se supera 38.0 ° C, allora Nurofen, Ibuprofen in sciroppo farà. Con l'inefficacia di questi fondi può essere dato "Nimesulide". Inoltre, è necessario fornire soluzioni per reintegrare i liquidi corporei. Per fare questo, sciogliere in acqua Regidron, Glukosolan, Humana Elektrolyt o Gastrolit. E anche bere liquidi - succo di frutta, tè al limone o composta.
  2. Quando posso camminare dopo la vaccinazione con DPT e poliomielite? Quando torni a casa dopo la vaccinazione, misura la temperatura e ispeziona il bambino per l'eruzione cutanea e le condizioni generali. Il giorno della procedura è meglio stare a casa per monitorare il bambino. Il giorno dopo, fai una passeggiata, ma non al parco giochi, ma al parco. Una porzione di ossigeno ti aiuterà a dormire ea recuperare. Devi camminare ogni giorno il più possibile.
  3. E 'possibile bagnare il posto dove hai preso il vaccino DPT e la poliomielite? Non immergere il primo giorno per evitare l'infezione. Il giorno dopo, puoi bagnarlo, ma non strofinarlo.
  4. Posso bagnare il mio bambino dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite? Il primo giorno, astenersi dal lavarlo: la ferita deve essere stretta. Il giorno dopo è possibile fare il bagno senza l'utilizzo di un panno, se la temperatura corporea non è superiore a 37,5 ° C. Ad alte temperature, puoi pulire la pelle con un panno umido.
  5. Cosa fare se la gamba del bambino fa male dopo la vaccinazione con DTP e contro la polio? Secondo la raccomandazione dell'OMS, il bambino viene vaccinato all'anca nel primo anno di vita. L'introduzione del vaccino nel gluteo è considerata una violazione delle regole. Dopo un anno e mezzo, il DTP viene eseguito a spalla. Con l'introduzione del vaccino nella coscia, il rischio di complicanze è ridotto, ma in alcuni casi, la gamba del bambino è dolorante. Quindi il piede non può essere sfregato, riscaldato o applicato al suo freddo. Gonfiore doloroso nel sito di iniezione può risolversi per 2 settimane. E questo è normale, perché c'è un processo infiammatorio che diminuisce dopo l'assorbimento del farmaco. Può essere accelerato imponendo il gel "Troxevasin". Di solito si sviluppa un forte indurimento se il vaccino non viene iniettato nel muscolo, ma sotto la pelle, da dove viene ritardato l'assorbimento. Ma quando l'iniezione viene effettuata in violazione dell'asepsi, può formarsi una suppurazione, che è accompagnata da un aumento della temperatura. In questo caso, il bambino dovrebbe essere consultato con il chirurgo.

Analoghi DTP importati

Sebbene i vaccini russi siano di alta qualità, i prodotti importati sono più ipoallergenici e più sicuri. Per ridurre al minimo gli effetti collaterali dell'uso di DTP e poliomielite, è possibile utilizzare i vaccini importati.

  1. Il vaccino francese "Pentax" combina protezione contro difterite, pertosse, tetano (vale a dire, come DTP) e anche contro la poliomielite. Oltre al vaccino, un componente antiemofilico viene confezionato separatamente, che viene mescolato con il resto prima dell'uso. Pentaxim riduce il numero di vaccinazioni. Dopotutto, con una vaccinazione separata mettiamo DTP o Infanrix e più IPV o OPV per la polio. Il vaccino "Pentaxim" contiene tutti questi componenti in sé, il che è conveniente, poiché non deve ferire il bambino più volte. Inoltre, dopo che non si verifica la polio associata al vaccino, in quanto il farmaco contiene un virus morto.
  2. Più recentemente, è stato utilizzato il vaccino Tetrakok di fabbricazione francese, che ha fornito protezione contro difterite, pertosse, tetano e poliomielite. Ma è già fuori produzione.
  3. Produzione belga "Infanrix". È un analogo di qualità di DPT. L'assenza di mertiolato e l'uso di microbi uccisi pertosse riduce significativamente il rischio di reazioni avverse. Sebbene Infanrix sia un farmaco non combinato, può essere più facilmente tollerato in combinazione con altri vaccini. Un corso completo prevede 3 vaccinazioni e una rivaccinazione. Per proteggersi dalla poliomielite, il vaccino IPV viene somministrato contemporaneamente ad Infanrix.
  4. Il vaccino Tetraxim francese è un farmaco combinato. Sostituisce il DTP e il vaccino antipolio. Tetraxim non contiene il mertiolato, quindi è più facile da tollerare. Per il corso completo di immunizzazione, vengono somministrate 3 vaccinazioni.

Tutti i vaccini sono intercambiabili tra loro, ma Infanrix è più facilmente tollerabile.

Controindicazioni

La vaccinazione si rimanda al recupero in caso di infezioni respiratorie acute o temperatura elevata. I benefici assoluti per qualsiasi vaccinazione, inclusi DPT e poliomielite, sono i seguenti:

  • intolleranza ai vaccini o ai loro componenti;
  • reazione allergica alla prima iniezione;
  • allergico agli antibiotici se IPV è usato contro la poliomielite

Rinvia temporaneamente la vaccinazione ai bambini con esacerbazione della diatesi.

La vaccinazione congiunta di DPT e contro la polio sin dalla tenera età protegge il bambino da quattro pericolose infezioni contemporaneamente. L'immunizzazione contro queste malattie è inclusa nel programma nazionale di immunizzazione e non è un caso che venga effettuata contemporaneamente, come con la corretta preparazione del bambino, i possibili effetti collaterali sono ridotti al minimo. Per facilitare ulteriormente la portabilità della procedura, DTP e OPV possono essere sostituiti con un vaccino combinato di importazione.

DTP e poliomielite contemporaneamente

Il bambino riceve più della metà delle vaccinazioni prima che compia un anno. Questo perché fino a un anno il sistema immunitario del bambino è ancora molto debole. Questa mollica più difficile trasferisce varie malattie infettive. Ci sono vaccinazioni che fanno una pausa meno di un giorno. Ad esempio, DTP e polio sono spesso combinati in questo modo.

È sicuro avere DTP e poliomelite allo stesso tempo? Quanto dovrebbe essere soddisfatta una persona per poter essere utilizzata? Com'è portato dal bambino? Cosa seguirà, ci saranno effetti collaterali? È necessario preparare il corpo del bambino per la procedura? Come rendere il tuo bambino più facile da sopportare? Tutte queste domande riceveranno risposta nell'articolo.

Vaccinazione: beneficio o danno?

Verso la fine del ventesimo secolo circolavano voci nel Regno Unito che affermavano che il vaccino, che salvava il bambino dalla minaccia di tre malattie infantili contemporaneamente (rosolia, morbillo, parotite), provocava in lui lo sviluppo dell'autismo. L'esempio citato più di una dozzina di casi del genere.

Ciò impressionò i genitori, e quelli che consideravano i medici poco correlati alle loro funzioni smisero di vaccinare i loro figli. Ma all'inizio del XXI secolo, i medici pubblicarono una confutazione delle voci. Hanno messo in chiaro che quegli studi e analisi sono stati interamente forgiati da coloro che avrebbero fatto pubblicità per il loro monovalente farmaco-morbillo.

Fino ad ora, il dibattito sull'eventualità di danneggiare la salute facendo vaccinazioni non si ferma. Tra i medici, così come i credenti, ci sono entrambi sostenitori dell'idea di "danno da vaccini" e avversari.

A causa della temporanea impopolarità delle vaccinazioni tra la popolazione della CSI, in Tagikistan è scoppiata un'epidemia di poliomielite, e varie patologie infantili erano molto comuni in Russia. Tuttavia, il suo danno è anche dal vaccino. In nessun caso dovresti usare medicine scadenti o scadute. Anche un buon vaccino non dovrebbe essere usato per bambini con indebolimento del sistema immunitario, allergie o malattie nervose. Tutto ciò è ancora più pericoloso delle infezioni prevenibili con il vaccino.

Decodifica la parola "vaccinazione"

Come capire cosa si nasconde sotto la parola "vaccinazione"? A cosa serve la vaccinazione? Ci sono patologie, avendo superato il quale una persona sviluppa un'immunità permanente. Per esempio, la febbre tifoide, il morbillo e la parotite e un elenco completo di tali malattie, come influenzano il corpo, cosa e come trattarle possono essere ottenute da un immunologo. Inoltre, la persona guarita per qualche tempo non può ammalarsi e ricorrenti infezioni come l'influenza. L'intero punto del sistema immunitario del corpo umano. Durante la sua malattia, impara a trovare e distruggere virus e batteri nocivi. Quindi quelli sono distrutti senza aver fatto alcun danno. Ci sono malattie che rimangono nella "memoria" dell'immunità per sempre, e alcune rimangono lì solo per un certo periodo.

La vaccinazione è l'introduzione sotto la pelle di una persona di batteri e virus indeboliti o uccisi o, in alternativa, di tossoide. Questo è un farmaco che è stato prodotto sulla base di microrganismi patogeni. L'immunità risponde a un tale "attacco" dalla produzione di anticorpi in grado di neutralizzare il "nemico". Una persona semplicemente non ha il tempo di ammalarsi: la sua immunità diventa troppo veloce e ricorda le informazioni necessarie. E non peggio che se l'infezione fosse reale, non artificiale.

L'immunità è un meccanismo particolarmente sottile, e quindi la procedura di vaccinazione deve procedere con l'attenta osservanza delle misure precauzionali. Con il corpo di un paziente indebolito, indipendentemente dall'età o dall'allergia a qualsiasi componente del vaccino, possono comparire delle complicanze. Se i virus non vengono uccisi nel vaccino, è irto dello sviluppo della malattia. Immunizzazione dovuta a mismatching, utilizzo di una vecchia droga o di una recente malattia Il sistema immunitario potrebbe non dare il risultato atteso.

Cosa dovrebbero sapere i genitori

Chiunque dovrebbe sapere che l'uso di un vaccino è associato a un certo pericolo per la salute del bambino. Naturalmente, non è in alcun confronto con il pericolo che un bambino venga infettato da qualcosa di "infantile". Tuttavia, c'è una certa quantità di rischio. La medicina moderna non ha ancora raggiunto il punto in cui è possibile ridurre a zero la probabilità di conseguenze spiacevoli. Ma ti permette di rendere questo rischio minimo.

  • Dovresti guardare quali vaccinazioni, a che ora e in quale ordine viene prescritto il bambino. Tre o più vaccini per persona senza un intervallo sufficiente non dovrebbero essere somministrati;
  • per determinare la qualità del vaccino è utile consultare un immunologo. Forse è meglio comprare un analogo straniero del farmaco;
  • È anche utile consultare un pediatra: la vaccinazione DTP contro alcune patologie (tetano, pertosse, difterite) va eseguita con l'ammissione di antiallergeni al bambino. Se il bambino è allergico, senza antiallergeni, nessun vaccino può essere somministrato affatto;
  • in caso di eventuali patologie croniche nel bambino, così come nella combinazione delle sue convulsioni ad alta temperatura, dovrebbe essere vaccinato secondo un programma individuale appositamente progettato;
  • se un bambino ha avuto recentemente una malattia, è tornato da un villaggio, ha sperimentato molto stress, o semplicemente si sente male, dovrebbe essere vaccinato più tardi;
  • È necessario guardare come si sente il bambino dopo la vaccinazione posticipata. Con l'arrossamento e il gonfiore della zona di iniezione, l'alta temperatura, il dolore, se il bambino sta dormendo o è difficile respirarlo, è necessario contattare un immunologo il più rapidamente possibile. Se il bambino è in condizioni critiche, dovrebbe essere chiamata un'ambulanza. Confondere la reazione naturale del corpo alla vaccinazione e una complicanza seria è più facile che semplice, ma l'errore in questa materia è estremamente pericoloso;
  • Prima di decidere se vaccinare un bambino, il genitore dovrebbe considerare attentamente e consultare i medici.

Cos'è un vaccino DPT?

L'abbreviazione nel nome di questo vaccino è interpretata come: "pertosse adsorbita-difterite-tetano".

Questo farmaco è molto utile per la protezione contro il tetano, la pertosse, la difterite. Ognuna di queste tre patologie è pericolosa a modo suo:

  • difterite. L'infezione. Trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Avvelenamento di sostanze tossiche. Causa patologie nervose e cardiovascolari. Rovina i reni. Nei casi più gravi, è addirittura fatale;
  • tetano. Danno al sistema nervoso. Ferma i polmoni e il cuore senza cure mediche. Può entrare nel corpo attraverso una ferita aperta. Gli agenti patogeni si trovano nel terreno e nella sabbia, quindi i genitori dovrebbero assicurarsi che il bambino non tocchi cose sporche. Se lo fa, le sue mani dovrebbero essere lavate accuratamente con il sapone, meglio con quelle economiche. È più facile per un bambino ammalarsi se ha frequenti lesioni. Inoltre, il tetano ha il carattere di un'epidemia in luoghi dove disastri naturali o stato di emergenza non erano molto tempo fa;
  • pertosse. Un'altra patologia infettiva. Il primo sintomo di questa malattia in un bambino è una tosse hacking. Presto uno spasmo del sistema respiratorio, che blocca la capacità del bambino di respirare, può facilmente iniziare. La pertosse viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. L'immunità per tutta la vita alla pertosse non è sviluppata. Tuttavia, trasferirlo una seconda volta è più facile rispetto al primo.

Ognuna di queste patologie è pericolosa per la vita del bambino. Quindi, gli esperti consiglieranno sicuramente che il bambino debba essere vaccinato con DPT per proteggerlo da una malattia mortale. Anche considerando che una persona può facilmente non incontrare mai nulla del genere, è meglio sbagliare ancora una volta.

Tipi di vaccini

C'è una notevole differenza tra DPT con elementi poliomielitici e analoghi senza di essi. Di seguito sono elencate le specie utilizzate in Russia:

  • tetano liquido adsorbito, per prevenire la difterite, il tetano, la pertosse;
  • Infanrix, un avvertimento anche per la polio;
  • "Pentaxim", avvertimento dell'epatite B, vari tipi di emofilia, poliomielite;
  • "Tetrakok", anche un ulteriore avvertimento sulla polio;
  • Bubo-Kok, che aiuta a prevenire solo DPT.

Invece di uno o un altro vaccino, puoi sempre usare un altro, ma il più facile da trasferire "Infanrix".

Video - Vaccinazione DTP

Vaccinazione antipolio

Tra i traguardi più importanti del ventesimo secolo c'è l'invenzione di vaccini di qualità per prevenire una tale malattia. Ora ci sono diversi tipi di questi vaccini:

  • un vaccino poliomielite inattivato - IPV, che contiene poliovirus morto;
  • vaccino antipolio orale, OPV.

Quest'ultimo è ora più popolare del primo.

I vaccini sono divisi per tipo. Grazie al vaccino polio orale bivalente inventato nel 2009, ora ci sono cinque tipi di vaccini che possono prevenire l'infezione da polio:

  • OPV;
  • vaccino polio orale monovalente, alias mOPV1 e mOPV3;
  • vaccino polio orale bivalente, noto anche come BOPV;
  • vaccino antipolio inattivato, cioè IPV.

Intorno alla metà della primavera del 2016, l'OPV, dove c'erano 1-3 ceppi di Sabin, è stato eliminato dall'OMS Global Polio Eradication Initiative.

La polio è una patologia piuttosto difficile. Questa malattia colpisce i nervi. Una persona è a volte paralizzata in meno di un giorno. È impossibile curare questa malattia, puoi solo prevenirla. L'immunità permanente per lui in un bambino può essere sviluppata ripetutamente impiantandolo.

Le vaccinazioni contro la poliomielite sono ora praticate ovunque. Il programma nazionale di vaccinazione della Federazione Russa prescrive l'uso dell'IPV per la prima e la seconda vaccinazione per un bambino e a partire dal terzo, l'OPV. Per i bambini, è richiesta la procedura. Se un adulto sta per entrare nella zona in cui si diffonde la poliomielite, viene anche vaccinato contro questa patologia.

L'OMS sta ora conducendo un programma per sradicare completamente e completamente il virus della polio. Si ritiene che in Russia non si possa aver paura dell'infezione. Tuttavia, la presenza di almeno un bambino con questa malattia sul pianeta espone tale pericolo a tutti i bambini in ogni paese.

Se questa malattia non viene eliminata nei suoi rimanenti punti focali, fino a 200.000 persone saranno infettate ogni anno.

Se vuoi sapere più in dettaglio perché è necessaria la vaccinazione antipolio, oltre a considerare i tipi di vaccinazione, indicazioni e controindicazioni, puoi leggere un articolo a riguardo sul nostro portale.

Tipi di vaccini

La polio può essere controllata con molti tipi di farmaci:

  • Russo: DTP, ADS-tossoide e orale 1-3 tipi;
  • Francese: Pentaxim, Tetrakok, Imovaks, Imovaks Polio;
  • Belga: Infanrix.

L'utilizzo di uno qualsiasi dei due tipi di vaccino per il DTP elimina la necessità di vaccinare un bambino contro la polio. Questi sono "Tetrakok" e "Pentaxim", che contengono due vaccinazioni contemporaneamente. Quando si utilizza un diverso tipo di vaccino, è imperativo integrarlo con un'iniezione o gocce di poliomelite. La medicina più popolare utilizzata per vaccinare direttamente contro la polio è Imovax Polio.

Video - Vaccinazione contro la polio

È permesso combinare le vaccinazioni?

I pediatri somministrano spesso vaccini contro DPT e poliomielite contemporaneamente. È perfettamente sicuro per la salute dei bambini. Se questi farmaci vengono somministrati contemporaneamente, ciò non rovinerà l'effetto cumulativo ottenuto attraverso le vaccinazioni. Anche gli effetti collaterali non aumentano.

Tuttavia, questo non significa che prima della vaccinazione è permesso trascurare l'esame della salute del bambino. La procedura aumenta il carico sul sistema immunitario, il che rende difficile proteggere un organismo debole dai microrganismi patogeni.

Cosa dovrebbe essere fatto prima della vaccinazione

Per aumentare l'effetto desiderato e ridurre gli effetti collaterali, è necessario seguire alcune regole:

  • il bambino non dovrebbe essere in contatto con persone infette sia prima che dopo la vaccinazione. La procedura di introduzione del vaccino per un certo periodo indebolisce l'immunità del bambino e diventa meno protetta da varie patologie;
  • Prima di usare il vaccino, il bambino deve essere esaminato da un pediatra. I sintomi del raffreddore minimo sono un motivo per rinviare il vaccino fino al completo recupero. È permesso vaccinare un bambino se, in primo luogo, è completamente sano, in secondo luogo, non ha effetti residui da alcuna malattia;
  • Se il bambino ha una tendenza alle allergie, è necessario visitare uno specialista. Quindi il medico può sviluppare un programma di vaccinazione individuale per lui;
  • Dovresti anche donare sangue e urina per analisi prima della vaccinazione. Purtroppo, i genitori spesso non lo fanno, impedendo così ai medici di scoprire se il bambino ha malattie che rendono la vaccinazione pericolosa per la sua salute.

Nel caso di inoculazione di un bambino che si trasferisce solo a cibi complementari, da epatite, poliomielite o DTP, dovrebbe essere trasferito in un menu costituito esclusivamente da latte materno, per un periodo di tre o quattro giorni.

Per ridurre i sintomi di allergia, il medico può prescrivere anti-allergeni.

Vaccino contro l'epatite B e DPT insieme

L'immunità del neonato non è sufficientemente sviluppata per proteggere completamente il corpo dall'attacco di varie infezioni. Insieme con i meccanismi naturali di formazione delle forze protettive (allattamento al seno, indurimento), sono state sviluppate vaccinazioni speciali per l'acquisto di immunità attiva.

La vaccinazione è un'efficace, e talvolta anche l'unica misura preventiva che ti salva da malattie pericolose e mortali.

Nei primi mesi e anni della vita del bambino, si verifica la maggior parte delle vaccinazioni. Alcuni di loro sono inseriti contemporaneamente. È logico preoccupare i genitori per la sicurezza di questa combinazione. In particolare, la questione dei vaccini contro DPT, poliomielite ed epatite, che vengono sollevati lo stesso giorno, non perde importanza.

Vaccinazioni DPT

Spesso i genitori del bambino hanno paura di reazioni serie, l'impatto negativo dei farmaci vaccinali e rifiutano loro le vaccinazioni. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che le malattie stesse sono molto peggiori e più pericolose della droga.

Solo l'innesto fornisce l'immunità, che è in grado di resistere a patologie mortali.

Il vaccino DTP (adsorbito pertosse-difterite-tetano) protegge il corpo da tre malattie contemporaneamente. Consiste di cellule di pertosse inattivate intere, tossoidi e difterite, conservanti e assorbenti.

  • Pertosse. Malattia infettiva del tratto respiratorio, accompagnata da tosse parossistica spasmodica. Innanzitutto, il quadro clinico è simile alla bronchite. Il trattamento della tosse non dà risultati efficaci, gli attacchi diventano più frequenti. Di notte, i sintomi aumentano, possono causare insufficienza respiratoria. Nel ruolo di complicanze spesso polmonite. Viene trasmesso da una persona malata a una persona sana attraverso uno stretto contatto. Il microrganismo nell'ambiente si estende fino a 2,5 metri. Le complicazioni di salute e vita più pericolose si verificano nei bambini fino a due anni. Questo è il motivo per cui la malattia è stata a lungo definita dei bambini. La pertosse trasferita facilita il corso della reinfezione, ma non fornisce un'immunità forte. La vaccinazione sviluppa le difese immunitarie per 10 anni.
  • Difterite. Patologia infettiva, che si verifica a seguito dell'introduzione di bacilli difterite nel corpo. Le tossine prodotte da esso causano l'infiammazione dell'orofaringe e nasofaringe, la patologia del sistema nervoso, cardiovascolare e dei reni. Sullo sfondo della malattia, si verifica l'intossicazione generale del corpo. I sintomi principali sono ipertermia, malessere, brividi. È trasmesso da goccioline trasportate dall'aria, ma non è escluso un percorso di infezione da contatto domestico. I bambini più sensibili L'unico modo per prevenirlo è il vaccino. Sebbene non sia una panacea, può proteggere una persona dallo sviluppo di forme pericolose della malattia.
  • Il tetano. Grave patologia infettiva, che colpisce il sistema nervoso e provoca la comparsa di crampi muscolari. Spesso conduce alla morte. L'agente eziologico è la bacchetta di Clostridium tetani, che forma spore, vive in un ambiente privo di aria: terra, sabbia, fango, feci. L'infezione si verifica per ingestione attraverso ferite, tagli, abrasioni. I bambini sono soggetti a tali lesioni, quindi vengono regolarmente vaccinati all'età di 3 mesi. Il tetano trasferito non è in grado di produrre immunità. L'immunizzazione di massa contro il tetano viene effettuata in caso di emergenze e disastri.

La caratteristica principale del tetano e della difterite - lo sviluppo di malattie non sono associate ai virus stessi, ma alle loro tossine. L'obiettivo principale dell'immunizzazione è la formazione di immunità antitossica.

Schema di vaccinazione

  • in 3 mesi;
  • in 4,5 mesi;
  • in sei mesi;
  • in un anno e mezzo.

La rivaccinazione (mantenendo l'immunità al livello appropriato) viene effettuata a 7 e 14 anni. Poi ogni 10 anni per tutta la vita.

Il DPT russo è usato per vaccinare i bambini fino a 4 anni, dai 4 ai 6 anni - DTP (senza pertosse), e dopo 6 - DTP-M (in piccole dosi). I vaccini d'oltremare non sono limitati.

Contemporaneamente al DTP, si suppone che sia vaccinato contro la polio, l'infezione emofilica e da 6 mesi contro l'epatite B.

Effetti collaterali e complicazioni

Nel sito di iniezione appare ispessimento, arrossamento della pelle, gonfiore e tenerezza. I sintomi di solito scompaiono dopo che il farmaco è completamente assorbito nel sangue.

È possibile l'aumento della temperatura corporea (entro 1-3 giorni dopo la vaccinazione), la comparsa di diarrea. Il bambino può sperimentare sonnolenza eccessiva, apatia, perdita di appetito.

Il rischio di complicanze si verifica quando:

  • trasporto improprio;
  • violazione della conservazione delle ampolle;
  • amministrazione del vaccino improprio;
  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • la presenza di malattie del sistema nervoso.

Molto spesso, le complicanze sono limitate agli effetti collaterali. Tuttavia, in rari casi, c'è una reazione allergica complessa del corpo, shock anafilattico.

Vaccinazione antipolio

La poliomielite è una malattia mortale che provoca l'infiammazione virale delle cellule nervose del cervello, portando non raramente alla paralisi. Modi di infezione - fecale-orale, nell'aria. Il virus si deposita nei linfonodi della faringe e si moltiplica. Poi penetra nell'intestino, si sviluppa rapidamente, penetra nel sangue e nella linfa, e poi si diffonde in tutto il corpo. Una cura completa della malattia in medicina è registrata solo nel 20-30% dei pazienti, circa il 10% muore, tutti gli altri rimangono disabili.

La medicina moderna non ha farmaci derivati ​​dalla patologia, quindi l'unica possibilità di proteggersi è quella di essere vaccinati.

Due opzioni di vaccino:

  • OPV - gocce per somministrazione orale, che contengono virus polio vivi;
  • IPV - sotto forma di soluzione iniettabile, contiene un virus inattivato.

Si raccomanda di utilizzare le prime tre vaccinazioni con IPV, quindi con la rivaccinazione - OPV.

La vaccinazione viene effettuata secondo lo schema in base all'età del bambino:

  • 3 mesi;
  • 4,5 mesi;
  • 6 mesi;
  • 18 mesi;
  • 20 mesi;
  • 14 anni.

Ulteriori vaccinazioni vengono eseguite secondo necessità in caso di rischio di infezione. Le complicazioni derivanti dalla vaccinazione sono estremamente rare, ma rappresentano una seria minaccia per la salute. Spesso ci sono manifestazioni di reazioni locali che non rappresentano un particolare pericolo per la salute. Con una risposta inadeguata del corpo agli antigeni virali estranei, le fibre nervose e i gangli spinali possono essere danneggiati. Il risultato è la paralisi.

Vaccinazione simultanea con DTP, polio - c'è un pericolo

L'introduzione congiunta di vaccinazione contro la polio con DTP può portare a manifestazioni di reazioni locali dovute a ridotta immunità. Fondamentalmente, il corpo reagisce al componente della pertosse, che contiene DPT. Ai bambini indeboliti, al fine di ridurre il carico sul corpo, viene prescritta l'ADS (senza pertosse).

Quando si utilizza il DTP russo, la polio viene somministrata per le prime tre volte in un'iniezione separata. Naturalmente, questo è un grande stress per un bambino. Sullo sfondo di tensione nervosa, ansia, perdita di appetito, possono comparire disturbi del sonno.

Nel ruolo della poliomielite monovalente, usano Oppero (Francia), Poliorix (Belgio) e altri.

Vaccino contro l'epatite B.

L'epatite B è una malattia infettiva acuta che provoca l'infiammazione del fegato. Infettando le cellule del fegato, la patologia può provocare cirrosi e cancro di organi. Più comunemente trasmessi attraverso il contatto con sangue infetto.

Altri modi di infezione: intimità, trasfusione di sangue contaminato, uso di aghi non sterili, contatto familiare - manicure, pedicure, tatuaggi, piercing, infettando un bambino nel processo di passaggio attraverso il canale del parto.

La vaccinazione contro l'epatite B può ridurre significativamente il rischio di sviluppare la malattia e prevenire il verificarsi di complicanze. A condizione che l'immunizzazione sia stata effettuata nella prima infanzia, il vaccino può formare un'immunità attiva per almeno 10 anni.

Per formare una forte immunità, lo schema classico di inoculazione implica una triplice somministrazione a partire dal primo giorno di vita:

  • entro 24 ore dalla nascita;
  • in 1 mese;
  • in sei mesi

Questo schema non si applica ai bambini nati da madri con epatite B. Essendo in un gruppo a rischio speciale, i bambini vengono vaccinati secondo uno schema accelerato:

  • durante le prime 24 ore di vita contemporaneamente agli anticorpi antiepatite B;
  • in 1 mese;
  • in 2 mesi;
  • in 1 anno.

Forse l'uso pratico della terza vaccinazione (di emergenza), che viene spesso utilizzata in caso di un intervento chirurgico d'urgenza:

  • il primo giorno dopo la nascita;
  • il 7 ° giorno di vita;
  • per 21 giorni di vita;
  • in 1 anno.

È importante rispettare i tempi dell'introduzione del secondo vaccino. Se il divario è più di tre mesi tra le prime due iniezioni, allora è necessario ricominciare tutto da capo.

La vaccinazione nella maggior parte dei casi è ben tollerata. Forse l'aspetto della reazione dell'iniezione. Vengono utilizzati i vaccini monovalenti russi - Microgen, Combiotech. E anche Endzheriks V (Belgio), Gen Vak V (India) e altri.

Vaccini allo stesso tempo

A causa del fatto che, in base al programma, i vaccini contro l'epatite e il DTP coincidono, la questione della sicurezza delle loro posizioni combinate non perde importanza. La reazione più frequente è un aumento della temperatura corporea, letargia e malumore. A volte c'è una violazione della sedia. Molto raramente, l'epatite e la DTP possono causare edema di Quincke, un rash polimorfico e shock anafilattico. Se la prima vaccinazione con questa combinazione nel sito di iniezione ha mostrato un forte gonfiore, ipertermia, non vengono più utilizzati insieme. In questo caso, il vaccino viene vaccinato con ADS, in cui il virus della pertosse è assente. Un mese dopo, viene ripetuto e allega monovaccina per l'epatite B.

Il vaccino combinato Bubo-kok, l'epatite DTP, riduce al minimo il rischio di effetti collaterali.

La vaccinazione consiste in:

  • antigene di superficie del lievito ricombinante del virus dell'epatite B;
  • batteri della pertosse inattivati ​​dalla formaldeide;
  • Tossoide difterico-tetano purificato.

Il contenuto di principi attivi è esattamente lo stesso dei singoli vaccini per epatite DTP. Ma a causa della ridotta concentrazione di conservanti e assorbenti, le reazioni del corpo sono molto meno frequenti.

Il vaccino è efficacemente combinato con tutti i farmaci forniti per l'immunizzazione e ha superato la certificazione statale.

Reazione alla vaccinazione, possibili complicanze

Dato che l'introduzione del farmaco crea un'infezione simulata con quattro malattie in una volta, ottenere una reazione del corpo è abbastanza normale.

Forse un aumento a breve termine della temperatura corporea, perdita di forza, dolore muscolare, reazione locale all'iniezione. Le complicazioni si verificano molto raramente - una reazione allergica, agitazione motoria, convulsioni febbrili.

La ragione per la fine della vaccinazione Bubo-kok - una reazione individuale ai componenti. Se c'è una risposta inadeguata del corpo alla precedente somministrazione del farmaco, non viene più utilizzata.

Vaccinazioni DPT, contro la polio e l'epatite B allo stesso tempo

Dopo sei mesi dalla nascita di un bambino, è il momento di condurre un'altra vaccinazione. Secondo il programma, tutte e tre le vaccinazioni coincidono - DTP, poliomielite ed epatite B. I genitori premurosi si preoccupano sempre della sicurezza della somministrazione simultanea - non è lo sforzo gravante sul corpo di una piccola persona e può essere fatto allo stesso tempo?

L'introduzione congiunta di questi componenti non è proibita. Inoltre, sono di solito, in assenza di controindicazioni, eseguite in un giorno. La reazione principale è il componente della pertosse in DTP. L'epatite e la polio sono ben tollerate dal corpo.

In questa composizione, sono possibili le seguenti manifestazioni, che possono verificarsi entro un'ora dopo l'iniezione:

  • la pressione sanguigna cade - c'è il pallore della pelle, un'indisposizione affilata;
  • reazioni allergiche di natura complessa;
  • disturbi del sistema nervoso centrale;
  • crampi muscolari.

Ecco perché è consigliabile che qualche tempo dopo la vaccinazione sia sotto controllo medico. In tal caso, i medici useranno agenti anti-shock.

Le moderne compagnie farmaceutiche hanno sviluppato una serie di farmaci meno pericolosi in termini di effetti collaterali, più facili da prendere per i bambini emotivamente e fisicamente (perché tutti i componenti sono contenuti in un solo vaccino).

Combinazione di diversi vaccini

L'obiettivo principale della vaccinazione è quello di creare una difesa attiva del corpo contro una specifica infezione. Notevoli danni alla salute sono causati dall'azione dei conservanti. Al fine di minimizzare il loro impatto negativo, sviluppato una combinazione di vaccini che inoculano l'immunità contro più malattie contemporaneamente, senza perdere efficacia.

Secondo il programma di vaccinazione, è simultaneamente necessario mettere il vaccino DPT contro la polio, contro l'infezione emofilica. A 6 mesi, sono anche raggiunti da un vaccino contro l'epatite. A causa del pesante trasferimento di iniezioni da parte di bambini piccoli, è preferibile fare tutto in un'unica iniezione.

Farmaci combinati - vaccino importato, che è caratterizzato da bassa reattogenicità e alta efficienza. Costano caro, ma la salute del bambino è fondamentale.

La droga belga, che si chiama Infanrix Hex, è una formulazione combinata contenente una vaccinazione DTP contro epatite, poliomielite ed infezione emofilica in una singola siringa. Contiene le cellule neutralizzate di agenti patogeni di malattie.

A causa della minore quantità di antigeni e di componenti della pertosse acellulare, il vaccino è facilmente tollerabile. Nel rispetto delle regole di trasporto, conservazione e somministrazione del farmaco, non ci sono praticamente complicazioni e reazioni avverse.

Lo schema di immunizzazione è determinato dal medico individualmente. È consigliabile utilizzare il vaccino in un momento in cui è necessario consegnare tutti i vaccini contemporaneamente.

Secondo le istruzioni del farmaco, lo schema di vaccinazione primaria consiste di 3 vaccinazioni, che vengono somministrate a intervalli mensili. La rivaccinazione di Infanrix Hex viene eseguita sei mesi dopo l'ultima vaccinazione, ma non oltre il bambino di un anno e mezzo. La successiva rivaccinazione viene eseguita a 7, 14 anni, quindi ogni 10 anni.

Esistono anche altre varianti del vaccino DTP-Cell-free: Infanrix, Infanrix IPV, Infanrix Penta.

Combinazione di più farmaci

L'immunizzazione con Infanrix Hex è volontaria, i genitori la comprano per i loro soldi. I poliambulatori possono fornire vaccinazioni gratuite che devono essere combinate tra loro. Ad esempio, il DTP viene somministrato contemporaneamente a monovaccini per l'epatite B (Endzheriks), per la poliomielite (Polioriks).

Il vaccino francese Pentaxim - DTP, contro la poliomielite e l'infezione emofilica viene usato da solo fino a 6 mesi. Al raggiungimento dell'età di sei mesi, viene aggiunta qualsiasi vaccinazione contro l'epatite B. Tale combinazione può sostituire completamente Infanrix Hex.

Se il bambino non è a rischio di infezione con infezione emofilica, utilizzare Tetraxim - DTP + poliomelite. Secondo il programma si unisce alla vaccinazione contro l'epatite B.

I vaccini sono autorizzati a sostituire e combinare (a condizione che abbiano tutti superato la certificazione statale). Qualsiasi combinazione non aumenta il rischio di complicanze. La soglia di probabilità è la stessa della somministrazione simultanea di vaccini monocomponenti.

Controindicazioni

La vaccinazione è un momento importante nella vita di ogni persona. Esistono alcuni programmi di immunizzazione per la popolazione che sono approvati individualmente da ciascun paese. I farmaci vengono sottoposti a numerosi studi clinici, la loro qualità viene costantemente monitorata. Entrare nel farmaco è molto più sicuro che trasferire la malattia.

Tuttavia, ci sono alcuni casi in cui l'uso di un vaccino può portare a effetti irreversibili.

È vietato condurre vaccinazioni congiunte con:

  • disturbi del sistema nervoso;
  • esacerbazioni di malattie croniche;
  • processi infiammatori nel corpo;
  • convulsioni;
  • allergie al lievito di birra;
  • il verificarsi di complicanze e gravi reazioni a precedenti vaccinazioni;
  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • malattia respiratoria acuta e guarigione;
  • forme gravi di immunodeficienza (HIV, cancro);
  • dermatite atopica.

In accordo con le caratteristiche individuali del corpo, il medico curante seleziona il vaccino più efficace e sicuro. Possibili deviazioni dal programma a causa dello stato di salute.

Per quanto riguarda la vaccinazione degli adulti, il periodo di gravidanza e allattamento si unisce alle controindicazioni di cui sopra.

formazione

Le misure preparatorie per la vaccinazione mirano a ridurre al minimo la possibilità di complicanze e reazioni indesiderate.

Alcune regole, la cui conformità riduce al minimo il rischio di complicazioni:

  • al momento della vaccinazione, il bambino deve essere completamente sano: saranno esaminati il ​​pediatra, il neuropatologo e l'immunologo;
  • È obbligatorio superare i test (sangue e urina) prima della vaccinazione, che indicherà i possibili processi infiammatori nel corpo;
  • per diversi giorni non puoi nutrire il bambino con cibo non familiare;
  • è consigliabile non dare da mangiare al bambino due ore prima e dopo l'iniezione;
  • osservare il regime di bere abbondante.

Inoltre, è necessario spostare la vaccinazione in un altro giorno, se è programmato un lungo viaggio o un evento affollato, è caldo e freddo, il bambino non si è svegliato di umore.

I genitori dovrebbero monitorare le condizioni del bambino. La mancanza di una sedia al giorno prima della vaccinazione è anche un motivo per rimandare a un altro giorno.

I vaccini che impartiscono l'immunità alla pertosse, alla difterite, al tetano, all'epatite e alla polio forniscono una protezione potente contro le malattie mortali per molti anni. La somministrazione contemporanea di farmaci non comporta alcuna minaccia per la salute, fatte salve le regole di trasporto, conservazione e somministrazione del vaccino. Raramente lo sviluppo di complicanze è tollerato dall'uomo molto più facilmente delle malattie infettive. È molto importante che i genitori siano consapevoli della gravità dei rischi associati alle malattie stesse e traggano le giuste conclusioni. La vaccinazione è il metodo più affidabile per proteggere il corpo.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

5 sintomi che possono riconoscere l'esacerbazione della colecistite cronica

Sintomi

Una malattia come la colecistite cronica si sviluppa a causa di microbi, cellule immunitarie, parassiti o il contenuto del duodeno nella cistifellea "provocata".

Vaccinazioni contro l'epatite A: schema di vaccinazione, effetti collaterali, controindicazioni, recensioni

Diete

Tutti i tipi di epatite infettano le cellule del fegato. Tuttavia, il virus dell'epatite non distrugge queste cellule, ma utilizza solo per la sua replicazione.

Aumento dell'ecogenicità del fegato

Analisi

Molte persone moderne soffrono di malattie del fegato a causa di malnutrizione, cattive abitudini, malattie infettive, ecc. Essi manifestano disagio sul lato destro sotto le costole, nausea dopo aver mangiato, disturbi delle feci e altri sintomi.

Quando e come pulire la cistifellea

Analisi

La bile è un segreto digestivo sintetizzato dalle cellule del fegato (epatociti). Viene secreto insieme agli enzimi pancreatici nel lume del duodeno, dove partecipa alla scomposizione di proteine, grassi e carboidrati.