Principale / Sintomi

Cause, sintomi e trattamento della adenomiomatosi della cistifellea

Sintomi

L'adenomiomatosi della cistifellea è una patologia rara che porta allo sviluppo di un ispessimento non infiammatorio e benigno della parete dell'organo digestivo. Nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, quindi è spesso riscontrata accidentalmente in pazienti durante il trattamento chirurgico di altre malattie della cistifellea. Il processo patologico può portare alla sconfitta dell'intero corpo o verificarsi in un'area separata.

Cause di patologia

L'eziologia e la patogenesi della malattia non sono ben compresi. Gli esperti ritengono che la lesione benigna della cistifellea si manifesti sullo sfondo di alta pressione all'interno dell'organo digestivo. Nel tempo, il processo patologico provoca una deformità proliferativa delle pareti della cistifellea. Di conseguenza, si sviluppano cavità cistiche intraparietali e cripte profonde.

È importante! Nell'infanzia, l'adenomatosi non si verifica.

Questa malattia viene diagnosticata con la stessa frequenza negli uomini e nelle donne di 40-50 anni. Alcuni studi hanno dimostrato che una malattia benigna è un po 'più comune nei pazienti con una storia di colelitiasi o colecistite.

Classificazione moderna

A seconda della localizzazione del processo patologico, si distinguono questi tipi di adenomiomatosi della cistifellea:

  • Forma generalizzata L'ispessimento dell'intero strato muscolare della parete dell'organo è caratteristico, il che porta allo sviluppo di porosità, cavità cistiche dilatate;
  • Forma segmentale La malattia è caratterizzata da un aumento della porosità, dalla comparsa di cavità separate nella parete della cistifellea;
  • Forma locale L'ispessimento benigno si sviluppa nel fondo del corpo. Il diametro dell'iperplasia non supera i 2 cm.

Insieme all'adenomiomatosi nella cistifellea, si possono sviluppare tumori benigni singoli o multipli. Ci sono questi tipi di tumori:

  • Adenoma della cistifellea;
  • adenomiosi;
  • papilloma;
  • Cistoadenoma.

È importante! Le neoplasie benigne raramente subiscono malignità. Tuttavia, l'1-3% dei pazienti può sviluppare adenocarcinoma.

Quadro clinico

La malattia è caratterizzata da un decorso asintomatico, raramente porta allo sviluppo di sintomi gravi. Tuttavia, alcuni pazienti riferiscono di disagio nell'ipocondrio destro e il disagio non è associato al mangiare.

In rari casi, c'è pesantezza nello stomaco, dolori tiranti e doloranti a destra. Se l'ispessimento benigno viene diagnosticato in pazienti con colecistite o colelitiasi, lo sviluppo di una sindrome dolorosa intensa è caratteristico.

Misure diagnostiche

L'adenomiomatosi viene solitamente diagnosticata per caso durante una procedura chirurgica o come parte di un esame completo della cistifellea. Durante l'esame ecografico, il medico rivela la compattazione della parete dell'organo a 8 mm, la comparsa di cavità specifiche.

All'interno della colecistografia orale, possono essere rilevati piccoli difetti di riempimento, che hanno una forma arrotondata. Negli ultimi anni, MRI o MRCP sono ampiamente utilizzati per diagnosticare l'adenomiomatosi. Questi studi ci permettono di stimare la struttura e le condizioni dell'organo e dei dotti biliari.

Caratteristiche della terapia

In assenza di sintomi gravi, il trattamento chirurgico dei pazienti non viene eseguito. La malignità dell'educazione benigna si sviluppa estremamente raramente, quindi, solo l'osservazione di una persona, è indicato l'esame ecografico periodico di un organo.

Se un paziente sviluppa una sindrome del dolore pronunciata nell'ipocondrio destro, viene prescritto un metodo antispasmodico (Drotaverina, Papaverina). In assenza dell'effetto della terapia farmacologica, dello sviluppo della colica epatica, del paziente con una storia di colelitiasi o colecistite, viene mostrata un'operazione per rimuovere la cistifellea.

L'adenomiomatosi è una patologia che si verifica nell'1-2% delle persone sul pianeta e si sviluppa prevalentemente in pazienti di età superiore ai 40 anni. La malattia raramente porta allo sviluppo dei sintomi, nella maggior parte dei casi non richiede una terapia speciale.

Qual è il sigillo delle pareti della cistifellea

La cistifellea è un organo cavo che è responsabile dell'accumulo di bile. Il suo studio con ultrasuoni è incluso nel set obbligatorio di test per sospette malattie del tratto digerente. Compreso misurare lo spessore della parete e valutarne le condizioni. Quindi, l'ispessimento della parete della cistifellea è un segno della sua infiammazione o deformità in una qualsiasi delle patologie del sistema biliare. Questo fenomeno non può essere la base per fare una diagnosi definitiva - per questo, saranno necessari ulteriori metodi diagnostici (analisi del sangue, ecografia di altri organi, altri studi secondo le indicazioni).

La struttura della parete della cistifellea

L'organo è una bolla a forma di pera. Nella sua struttura, si distinguono un muro e una cavità. Il guscio della cistifellea è duraturo ed elastico, che assicura il suo allungamento quando il liquido si accumula. Consiste di diversi livelli, ognuno dei quali svolge la sua funzione:

  • mucoso (interno) - fornisce l'assorbimento del fluido, secerne gli enzimi e il muco denso per proteggere i tessuti dal contenuto di organi aggressivi;
  • muscolo (medio) - quando è ridotto, la bile viene rilasciata nei dotti biliari, contiene uno sfintere per regolare il processo di secrezione biliare;
  • sieroso (esterno) - è presente su tutti gli organi interni, svolge anche una funzione protettiva.

Cosa può parlare della chiusura del muro del corpo?

Il consolidamento delle pareti della cistifellea non è una malattia, ma un sintomo di varie malattie. Per loro natura, i cambiamenti possono essere diversi, ed è importante determinare il meccanismo dello sviluppo della patologia. Il muro del corpo può addensare per diversi motivi principali, tra cui:

  • la crescita del tessuto connettivo denso che forma la cicatrice;
  • un aumento del volume della mucosa della cistifellea;
  • reazioni infiammatorie e gonfiore;
  • depositi di grasso;
  • tumori e formazioni tumorali;
  • anomalie della struttura e deformazione del corpo.

Questi processi patologici sono alla base di una serie di malattie della colecisti e dei dotti biliari. Possono essere diagnosticati con ultrasuoni sui segni clinici caratteristici e la diagnosi finale viene effettuata in base ai risultati di un esame della cavità addominale e degli esami del sangue.

colecistite

La più comune malattia della colecisti è la colecistite o l'infiammazione delle sue pareti. Può essere acuto o cronico. Nel secondo caso, procede con l'alternanza di periodi di remissione ed esacerbazione. Nella fase acuta dell'infiammazione, l'ispessimento della parete è associato al suo gonfiore e, nei casi più avanzati, alla crescita di tessuto fibroso nello spessore della membrana muscolare. Ci sono anche due forme principali di colecistite:

  • calculous - si sviluppa con la formazione di pietre;
  • non-calculous - ha qualsiasi altra origine.

I segni di ispessimento delle pareti della cistifellea hanno un valore diagnostico in congiunzione con lo studio dei suoi contenuti. La bile è normalmente liquida, senza corpi estranei e impurità.

Malattia da calcoli biliari

Cattiva alimentazione, abbondanza di grassi animali nella dieta, disturbi metabolici - questi fattori causano la formazione di calcoli nella cistifellea. Possono differire per forma e dimensioni, nei casi più gravi occupano completamente la cavità d'organo e coprono il lume dei dotti escretori. Queste formazioni danneggiano la mucosa con i loro bordi, il che porta a processi infiammatori, gonfiore e crescita del tessuto cicatriziale.

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

La malattia da calcoli biliari (ICD) è una malattia comune tra le persone di qualsiasi sesso ed età. Il motivo principale per cui appaiono le concrezioni è la patologia del metabolismo del colesterolo. È da questa sostanza che si formano la maggior parte delle pietre. In alcuni casi, sono suscettibili di trattamento medico, ma più spesso viene eseguita un'operazione pianificata per rimuovere la cistifellea.

cholesterosis

La malattia si sviluppa a causa di una violazione del metabolismo dei grassi. Ciò significa che vari gliceridi, compreso il colesterolo, si accumulano e si depositano sulla superficie interna dell'organo. A questo proposito, il muro si ispessisce in modo non uniforme, diventa debole e meno elastico. Anche i meccanismi della contrazione muscolare vengono violati e la cistifellea viene visualizzata su un monitor con sintomi di stasi biliare.

Deformazioni e anomalie della struttura del corpo

Un altro motivo per il sigillo della cistifellea è le sue anomalie anatomiche. Possono essere congeniti o acquisiti. Questi includono la piega del corpo e la formazione di aderenze. Il primo fenomeno può anche essere innescato dallo sforzo fisico. Se il deflusso della bile non è disturbato, queste patologie si trovano solo su un esame programmato e non rappresentano una minaccia per la vita. Tuttavia, la sovrapposizione del lume del corpo e l'accumulo di liquido in esso con l'impossibilità della sua rimozione libera - un'indicazione diretta per la chirurgia.

neoplasie

Uno dei fenomeni pericolosi che provoca un ispessimento della parete della cistifellea è costituito da escrescenze patologiche e neoplasie. Sono tumori benigni o maligni, così come crescite tumorali. I polipi sono relativamente sicuri, poiché si trovano sullo stelo e non germinano nello spessore della parete. Gli adenomi (adenomiomatosi della cistifellea) sono benigni e provengono da cellule epiteliali ghiandolari. I tumori del cancro sono i più pericolosi perché hanno una tendenza alla crescita infiltrativa (germinano in vasi e tessuti) e formano metastasi.

Malattie di altri organi e sistemi

Per capire che cos'è un sigillo della cistifellea e quale natura ha, è importante valutare la condizione di tutti gli organi. Questo sintomo può essere secondario, quindi il trattamento deve iniziare con l'eliminazione della malattia di base. Quindi, la parete della cistifellea può essere compattata a causa di numerose patologie:

  • ascite (idropisia della cavità addominale) - l'edema degli organi addominali si distingue dai suoi sintomi;
  • malattie del fegato: epatite, degenerazione grassa, cirrosi;
  • l'insufficienza cardiaca è anche una causa di gonfiore degli organi.

Tali malattie influenzano la funzione di tutti i sistemi corporei. Nel corso della loro diagnosi, vengono determinati i disturbi della circolazione sanguigna e dell'attività cardiaca, dell'apparato digerente e degli organi respiratori. La sconfitta della cistifellea è secondaria, quindi il suo gonfiore scompare quando le condizioni del paziente si stabilizzano.

Sintomi e metodi di diagnosi

In alcuni casi, una parete addensata della cistifellea viene rilevata durante un esame di routine o nella diagnosi di malattie concomitanti. Se il deflusso della bile non viene disturbato e la mucosa non è danneggiata, il benessere del paziente rimane invariato. Tuttavia, alcune malattie manifestano una serie caratteristica di sintomi, che includono:

  • dolore nell'ipocondrio destro (dolore acuto parossistico - un segno di calcoli biliari);
  • nausea e vomito, disturbi digestivi;
  • febbre;
  • ittero - si verifica in violazione dello scarico della bile quando i dotti sono bloccati o la motilità dell'organo è ridotta.

Informazioni più dettagliate sullo stato della cistifellea possono essere ottenute con ultrasuoni. L'organo si trova nell'ipocondrio destro ed è adiacente al fegato. Il suo muro è uniforme, senza rigonfiamenti e pieghe, non compattato. Anche la radiografia con mezzo di contrasto è un metodo diagnostico informativo.

Regime di trattamento

Il corso del trattamento viene scelto individualmente, in base alla diagnosi specifica e alle condizioni generali del paziente. Include necessariamente farmaci e consigli dietetici e sullo stile di vita. In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico.

Dieta e stile di vita

Una corretta alimentazione è necessaria per ripristinare la funzionalità della colecisti e normalizzare il deflusso della bile. Lo strato muscolare di un organo reagisce a specifici recettori e inizia a contrarsi solo quando il cibo entra nello stomaco. Affinché la bile non ristagni nella cavità della vescica e la sua parete rimanga elastica, è utile seguire una serie di raccomandazioni:

  • mangiare piccoli pasti almeno 5-6 volte al giorno;
  • eliminare i grassi animali (una fonte di colesterolo dannoso da cui si formano le pietre);
  • mangiare cibo crudo o cuocerlo a vapore o al vapore;
  • equilibrare la dieta il più possibile nella quantità di proteine, grassi e carboidrati;
  • bere molta acqua durante il giorno impedisce l'ispessimento della bile.

Trattamento farmacologico

Le preparazioni farmaceutiche possono essere di origine sintetica o naturale. I mezzi che sono prescritti per le malattie della colecisti appartengono a diversi gruppi farmacologici. Agiscono in combinazione, eliminando sia le cause che i sintomi della malattia:

  • antibiotici - distruggono l'infezione batterica e impediscono la sua riproduzione nella cavità del corpo;
  • farmaci coleretici - controindicati nella colelitiasi;
  • farmaci anti-infiammatori;
  • antispastici (se indicato).

Per sciogliere le pietre si usano compresse a base di acidi colici. Partecipano al metabolismo dei grassi con il colesterolo, che è nella composizione delle pietre. A poco a poco, diventano morbidi e diminuiscono di dimensioni. Il trattamento è lungo (almeno 2 anni) e non sempre efficace.

Rimedi popolari

Malattie del fegato e delle vie biliari sono curabili con i rimedi erboristici. Hanno un effetto antinfiammatorio, migliorano il flusso della bile e rafforzano il sistema immunitario. Utili saranno decotti e infusi a base di tanaceto, celidonia, centauro e altre erbe. Puoi anche prendere brodi di stimmi di mais, cardo mariano, salvia e succhi di frutta e verdura appena spremuti.

Intervento chirurgico

L'operazione viene assegnata se è impossibile ripristinare la funzione della cistifellea. Quindi, le indicazioni per la sua rimozione possono essere pietre che non sono suscettibili di trattamento medico, anomalie e deformità del corpo (piega, vita). Inoltre, la chirurgia è necessaria per l'adenomiosi della cistifellea, polipi e altre neoplasie, soggette a malignità. Dopo la rimozione di un organo, una persona può gradualmente tornare al solito modo di vivere - il periodo di recupero richiederà non più di 1-2 mesi.

Le malattie della colecisti possono essere diagnosticate con ultrasuoni. Tutti si manifestano per l'ispessimento della parete dell'organo, ma hanno le loro caratteristiche. Il trattamento è prescritto individualmente, nella maggior parte dei casi, una correzione della dieta e dei farmaci.

Adenomiosi della cistifellea di cosa si tratta

Adenomiosi della papilla duodenale. Adenoma papillare della papilla duodenale maggiore.

I polipi riempiono il lume dell'ampolla bssc o il lume della parte intrapanillare del dotto pancreatico principale. BSCC è moderatamente ingrandito e compattato, mantiene la sua forma abituale e ha un foro nella parte superiore. Morfologicamente, questi polipi sono identici ai polipi iperplastici della zona della bocca del BDCA, differendo da quest'ultimo solo nella loro posizione. Lo sviluppo di tali polipi può essere associato a un'infiammazione produttiva cronica.

Il tipo più comune di cambiamenti iperplastici. Le ghiandole della mucosa sono iperplastiche, il ganglio dilatato. Accumuli vigorosi di tali ghiandole possono formare protrusioni polipoidi che coprono il lume dell'orifizio della vescica. Alcuni ricercatori considerano questo fenomeno comune nelle persone con più di 40 anni.

Non c'è consenso sulla natura dell'adenomiosi. Si riferiscono al gruppo di processi eterotopici e ritengono che si sviluppi a causa dello spostamento delle ghiandole papillari iperplastiche nello strato muscolare della papilla. Macroscopicamente, la papilla acquisisce una forma sferica, aumenta di diametro a 1,0-1,5 cm e la bocca è determinata con difficoltà. La consistenza della papilla è densa, il che rende possibile sospettare un tumore maligno. L'incisione è determinata da un tessuto fibroso giallo-grigiastro.

A seconda della struttura, si distinguono tre forme istologiche di adenomiosi della papilla duodenale maggiore: nodulare, nodulare-diffusa e diffusa. Queste forme di adenomiosi sono l'espressione morfologica delle fasi successive del suo sviluppo. La forma nodulare dell'adenomiosi corrisponde alla fase iniziale dello sviluppo, quando l'introduzione dell'iperplasia delle ghiandole papillari nello strato muscolare inizia senza una notevole violazione dell'architettura di quest'ultimo. L'ulteriore progressione del processo porta allo sviluppo di forme nodulari-diffuse e ulteriormente diffuse. morfologicamente caratterizzato da una completa ristrutturazione del muro bssc.

L'ipertrofia dei fasci muscolari osservata in questo caso è compensatoria. sorgere in risposta alla ristrutturazione del muro della papilla duodenale maggiore.

Nelle persone che non soffrono di malattia del calcoli biliari. l'adenomiosi è stata rilevata tanto spesso quanto negli individui con colelitiasi e alterazioni infiammatorie nel tratto biliare. Pertanto, sosteniamo l'opinione di Marzoli e Serio (1976) che l'adenomiosi di bsdc è un processo che non dipende dalla patologia delle vie biliari. Sulla base della grande somiglianza delle strutture adenomiotiche con iperilasia ormonale delle ghiandole mammarie e della prostata, anche l'ipotesi di Lebert (1955) sull'induzione endocrina dell'adenomiosi del bssd può essere considerata ragionevole.

In alcuni casi, le immagini di adenomiosi della papilla duodenale maggiore possono presentare alcune difficoltà nella diagnosi differenziale con un processo tumorale, specialmente se si esaminano campioni bioptici di piccole dimensioni. Tuttavia, i criteri morfologici indicano contro l'origine del tumore delle formazioni adenomiotiche, poiché non mostrano athenia cellulare e nucleare, non ci sono mitosi e segni di crescita distruttiva.

Pertanto, le strutture adenomiotiche dovrebbero essere attribuite al numero di proliferazioni tumorali di origine iperplastica.

Adenoma papillare della papilla duodenale maggiore.

Raramente incontrato. L'aspetto del tumore corrisponde a un grande polipo. La componente epiteliale dell'adenoma è prescritta con un epitelio prismatico alto con citoplasma eosinofilo leggero e un nucleo situato in posizione basale, le cui proprietà morfologiche e funzionali sono simili al normale epitelio della membrana mucosa BSDCK. C'è una certa somiglianza nella struttura istologica dell'adenoma papillare e dei polipodi iperplastici del complesso cytodinamico bordicida. C'è persino l'opinione che queste formazioni siano quasi impossibili da distinguere. Tuttavia, un'analisi delle caratteristiche morfofunzionali dell'adenoma papillare e delle lesioni iperplastiche ci consente di identificare i segni che sono alla base di una diagnosi differenziale.

Nei polipi iperplastici, le cellule epiteliali mantengono la loro normale struttura ei loro nuclei si trovano rigorosamente a fila singola vicino alla membrana basale, mancano le mitosi. I polipi hanno uno stroma ben sviluppato di tessuto connettivo lasso, ricco di vasi sanguigni ed elementi cellulari, tra cui dominano i linfociti e le plasmacellule. Nell'adenoma papillare, l'epitelio acquisisce le caratteristiche di atiniya: le cellule e i nuclei sono più grandi del normale; i nuclei diventano ipercromici e fortemente allungati, perdono la loro disposizione strettamente polare, appaiono le mitosi. Le cellule tumorali sono caratterizzate da alterata funzione secretoria. In alcune cellule dell'adenoma vi è una forte secrezione di muco, in altri la secrezione è completamente assente.

Lo stroma nel tumore non è così sviluppato, l'infiltrazione cellulare in esso è più scarsa e consiste principalmente di linfociti e fibroblasti. L'adenoma papillare può essere maligno.

ENCICLOPEDIA RM

Hai bisogno di un buon dottore, di una clinica o di servizi diagnostici?
Cerca e iscriviti qui - è conveniente ed economico rispetto alla clinica!

ADENOMIOMATOSI DELLA BOLLA DELLA GALLERIA

  • Vescica Adenomyomatozhelchnaya - ispessimento non tumorale non infiammatorio idiopatico della parete della cistifellea.
  • Di solito, l'adenomiomatosi si riscontra per caso in soggetti di 40-50 anni.
  • Non trovato nei bambini.
  • Altrettanto comune negli uomini e nelle donne.
  • La prevalenza di adenomiomatosi 2-5%.

Eziologia, fisiopatologia, patogenesi

  • La pressione intravescicale presumibilmente aumentata porta ad un ispessimento delle pareti della colecisti nello stesso modo in cui il diverticolo dell'intestino crasso porta ad un ispessimento della parete interna dell'intestino;
  • È classificato come un tipo di colecistosi iperplastica;
  • Iperplasia della mucosa, ispessimento dello strato muscolare e diverticoli (espansione del seno Rokitansky-Aschoff);
  • Si distinguono tre forme di adenomiomatosi della cistifellea: adenomatosi generalizzata (diffusa), segmentaria (ad anello) e localizzata (adenomioma, di solito nella regione del fondo).

Metodi di visualizzazione dei dati

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • Piccoli cambiamenti intramurali cistici
  • L'abilità contrattile della vescica viene preservata o migliorata.

I principali sintomi di adenomiomatosi della cistifellea su ultrasuoni sono:

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea con inclusioni ipo-o iperecogene;
  • Lo scopo degli analoghi della colecistochinina porta ad una pronunciata contrazione delle pareti.

Dati MRI e MRCP

  • Una serie di diverticoli in una parete addensata della cistifellea forma un filo di perle (una forma generalizzata);
  • Cistifellea sotto forma di occhiali da guardia con un ispessimento circolare del muro e un restringimento del lume (forma segmentale);
  • Difetto di riempimento poliforme sul fondo della cistifellea (forma localizzata);
  • Dopo l'introduzione del contrasto, si nota il suo pronunciato accumulo nella mucosa nella fase arteriosa precoce.
  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • È possibile definire i livelli del muro.

Dati da colecistografia orale e RCP

  • I dati sono identici a quelli di MRCP.
  • I sintomi di adenomiomatosi della cistifellea sono solitamente assenti.
  • Dolore non chiaro nell'addome superiore a destra
  • Dolore colico a volte persistente dovuto a ipertrofia muscolare.

Fig. 2.8 Adenomatosi della cistifellea. ERCP. Il sintomo di un filo di perla ha con un riempimento a contrasto dei seni Rokitansky-Askhoff e un restringimento del lume del collo della cistifellea

  • In presenza di sintomi di adenomiomatosi della cistifellea, è indicata la colecistectomia.
  • L'adenomiomatosi della cistifellea è una malattia benigna.

Fig. 2.9 Adenomioma del fondo della cistifellea. CT. Contorni lisci (freccia lunga). Piccole pietre della cistifellea (freccia corta).

Cosa piacerebbe sapere a un medico?

(?) Eliminare la colecistite cronica e il cancro della cistifellea;

(?) Valutare la contrattilità della cistifellea.

Cancro alla cistifellea

- Ispessimento irregolare delle pareti della cistifellea con contorni esterni irregolari

- Infiltrazione precoce del fegato

- Tipicamente, sintomi clinici tipici associati alla colelitiasi

Possibile diagnosi errata del cancro della cistifellea.

Menu principale

Formazioni benigne delle pareti della cistifellea

Polipi della cistifellea.

Quando un polipo della cistifellea viene rilevato su un ultrasuono, è necessario osservarlo in dinamica, poiché possono ozlokachestvlyatsya.

Un polipo della cistifellea è una formazione vicino al muro, di una consistenza densa (cioè iperecogena), senza ombra acustica e che non modifica la sua posizione quando il paziente viene spostato.

8212; Colesterolo: hanno una struttura più densa, contorni chiari,

8212; Adenomatosa - una struttura più tenera, può avere contorni irregolari e irregolari.

Possono esserci dimensioni diverse, in genere da 1 a 10 mm.

I polipi possono avere una gamba lunga. Può essere singolo o multiplo.

Adenomiomatosi della cistifellea.

L'adenomiomatosi della cistifellea è una proliferazione benigna della parete della cistifellea, nella quale sono interessati tutti i suoi strati. Allo stesso tempo, sugli ultrasuoni è risultato un ispessimento della parete della cistifellea, che può raggiungere 1 cm, mentre il lume interno diventa insignificante. Il processo può essere diffuso in tutta la bolla o su un'area limitata del muro.

Cistifellea di Hyalinokaltsinoz.

Questo aumento della deposizione di calcio nella parete della cistifellea, con conseguente diffusione nel lume della cistifellea, che, mentre progredisce, può portare alla calcificazione della cistifellea - "cistifellea di porcellana". Tuttavia, cessa di funzionare.

Colesterosi iperplastica della cistifellea.

Ispessimento della parete della cistifellea a causa di una maggiore deposizione di colesterolo in essa.

Ci sono tre forme:

  1. Mesh diffuso - deposizione di colesterolo totale attraverso la parete della cistifellea. Allo stesso tempo, un ultrasuono ha rivelato un ispessimento e una compattazione della parete della cistifellea, è possibile identificare un tale sintomo ecografico come "cistifellea alla fragola" n. 8212; allo stesso tempo, i semi di colesterolo sono visibili nel muro, che sembrano brillare.
  2. Focale - ispessimento locale del muro in un'area limitata. Quando viene rilevato un ispessimento localizzato della parete della cistifellea, è necessario escludere un tumore. Tali formazioni appaiono in dinamica.
  3. Net polypous - questo rivela cambiamenti nella parete della cistifellea e la presenza di strutture interne di maggiore ecogenicità senza una traccia acustica.

La colesterosi ha un carattere benigno, non dà dinamica di crescita.

In tutte queste condizioni, si verifica l'ispessimento e la compattazione delle pareti della cistifellea, che sono spesso molto difficili da distinguere l'una dall'altra. Pertanto, nella conclusione degli ultrasuoni, a volte puoi vedere solo la frase "ispessimento della parete della cistifellea". Il medico ecografico indica semplicemente i cambiamenti che devono essere affrontati dal medico.

Adenomiosi della cistifellea di cosa si tratta

IMPORTANTE! Per salvare un articolo sui segnalibri, premere: CTRL + D

Chiedi al MEDICO una domanda e ricevi una RISPOSTA GRATUITA, puoi compilare un modulo speciale sul NOSTRO SITO, tramite questo link >>>

Adenomiomatosi della cistifellea, sintomi, diagnosi, trattamento

Alcune malattie iniziano a essere rilevate solo con la presenza di attrezzature diagnostiche moderne pertinenti. Tali patologie includono adenomiomatosi della cistifellea e alcune altre malattie simili. Oltre alla bassa frequenza con cui la malattia si verifica nella popolazione, questa patologia del sistema epatobiliare ha anche raramente manifestazioni cliniche pronunciate.

Più spesso, i reclami non sono specifici, i pazienti spesso non sono nemmeno in grado di descrivere con precisione la natura delle loro sensazioni. Spesso, l'adenomiomatosi è un reperto casuale durante l'esecuzione di immagini a risonanza magnetica o colangiopancreatografia retrograda endoscopica.

Pertanto, non vengono adottate misure per eliminare questo risultato, si consiglia al paziente di essere regolarmente monitorato da un medico con il passaggio degli studi pertinenti e solo se ci sono manifestazioni cliniche, è possibile che il trattamento abbia inizio.

Adenomiomatosi della cistifellea - che cos'è?

L'adenomiomatosi è una lesione idiopatica della parete della cistifellea di natura non infiammatoria, che tuttavia non appartiene ai tumori maligni. Si ritiene che questa natura benigna di proliferazione del tessuto epiteliale della parete dell'organo.

Le caratteristiche di eziologia e patogenesi sono sconosciute, tuttavia, si presume che lo sviluppo della malattia possa essere innescato da un aumento della pressione all'interno di questo organo cavo. Non è stato ancora possibile confermarlo, poiché la malattia si verifica in pazienti con malattia del calcoli biliari con approssimativamente la stessa frequenza che nelle persone senza questa patologia (secondo alcune fonti, in presenza di queste malattie, l'adenomiomatosi è ancora più frequente).

La malattia colpisce entrambi i sessi con la stessa frequenza, e una malattia viene solitamente rilevata dopo quaranta anni (e spesso è una scoperta accidentale). Nei bambini, questa patologia non viene rilevata.

Le principali forme della malattia

Nel caso dell'adenomiomatosi della cistifellea, ci sono tre forme principali della malattia:

  1. Forma generalizzata o diffusa.
  2. Ring, o nella letteratura si verifica anche il nome segmentale.
  3. Forma localizzata, con adenomiomatosi del fondo della cistifellea essendo più comune.

Possibili sintomi per questa malattia

Nella maggior parte dei casi, la malattia viene rilevata per caso e ha un decorso asintomatico. Tuttavia, a volte manifestazioni cliniche sono ancora lì.

I pazienti possono essere disturbati da sensazioni ambigue localizzate nell'ipocondrio destro. Questo può essere una sensazione di pesantezza, così come un lieve dolore, dolore sordo della stessa posizione. Se la malattia si trova in pazienti con colecistite o colelitiasi, il dolore può essere espresso in misura molto maggiore.

Va anche tenuto presente che la presenza di sintomi in alcuni casi può essere un'indicazione per il trattamento chirurgico.

Diagnosi di adenomiomatosi della cistifellea

Con l'introduzione in pratica di dispositivi di diagnosi delle radiazioni più avanzati, il rilevamento di questa malattia è aumentato in modo significativo. Con questa diagnosi, l'ecografia mostra, a seconda della forma della malattia, un ispessimento totale o circolare della parete dell'organo, mentre determina aree con aumento, o viceversa, con densità ultrasonica ridotta.

Se durante lo studio si applica uno qualsiasi degli analoghi della colecistochinina, si determineranno contrazioni pronunciate della parete della cistifellea.

La risonanza magnetica e la tomografia computerizzata nello studio di tali pazienti di solito rivelano un ispessimento della parete organica (diffusa o circolare, a seconda della forma della malattia), mentre il contorno esterno dell'organo rimane liscio, il che consente di differenziare questa patologia da tumori maligni.

Quando si esegue la colangiopancreatografia retrograda endoscopica, viene determinato il difetto di riempimento della cistifellea. Nel caso di una forma generalizzata del processo patologico, una serie di diverticoli forma la cosiddetta "stringa di perle", mantenendo il mezzo di contrasto.

Nel caso di una forma segmentale, quando si esegue questo studio, viene determinato un organo sotto forma di "occhiali da guardia".

Caratteristiche del trattamento di adenomiomatosi della cistifellea

La necessità di un trattamento è determinata principalmente dalla presenza e dalla gravità dei sintomi clinici. Con una diagnosi di adenomiomatosi della cistifellea, il trattamento può essere chirurgico o, in assenza di sintomi gravi, ridotto al controllo delle condizioni del paziente.

Malignità (trasformazione maligna) con questo disturbo è un fenomeno raro, quindi, se il paziente non si preoccupa della scoperta accidentale della malattia, il trattamento non è affatto prescritto. Consigliata osservazione regolare da parte di uno specialista, con il completamento periodico della ricerca necessaria. Se hai sensazioni incerte nell'ipocondrio destro, puoi usare gli antispastici.

Se la malattia si manifesta con qualsiasi sintomo, specialmente se sono espressi in misura significativa e vi è una patologia concomitante (sotto forma di colelitiasi o colecistite), può essere raccomandato il trattamento chirurgico dell'adenomiomatosi.

Questa malattia è relativamente raramente bisognosa di trattamento. Spesso è necessario monitorare lo stato della cistifellea e solo quando appaiono indicazioni è necessario iniziare il trattamento.

L'adenomiomatosi della cistifellea è una malattia piuttosto rara, che, inoltre, disturba a malapena il paziente. Determinare la necessità di un trattamento è possibile solo dopo l'esame.

Scopri di più sulla cistifellea e su come mantenere la sua salute - nel video:

  • Accedi o registrati per inviare commenti.

Ricevi notizie per posta

Ricevi segreti di posta della longevità e della salute.

Le informazioni sono fornite per familiarizzare, i visitatori dovrebbero effettuare qualsiasi trattamento con il loro medico!

La copia dei materiali è proibita. Contatto | Informazioni sul sito

Perché si sta sviluppando e come si manifesta l'adenomiomatosi della cistifellea

La malattia della colecisti, che è caratterizzata da una benigna proliferazione delle sue pareti, è considerata una patologia piuttosto rara. Questa formazione interessa tutti gli strati delle pareti dell'organo ed è un polipo di dimensioni fino a 2 centimetri. L'adenomiomatosi della colecisti è anche chiamata adenoma o malattia diverticolare. La crescita eccessiva può essere ghiandolare o papillare e non è un processo infiammatorio. Il tessuto muscolare si ispessisce, i diverticoli si formano, tutti gli strati dell'organo sono interessati.

La malattia è più comune negli adulti, nell'infanzia è estremamente raramente diagnosticata. Ora i pazienti con adenomiomatosi sono rilevati molto più spesso - i metodi diagnostici sono migliorati e la patologia viene rilevata nelle fasi iniziali. La malattia è divisa in una forma localizzata, segmentale e diffusa. Adenomi, papillomi e cistoadenoma sono un tipo di malattia.

Patologia caratteristica

Nel processo di sviluppo della malattia diverticolare, il tessuto muscolare, la membrana mucosa è esposta ai cambiamenti, si osservano piccoli cambiamenti cistici. Il processo patologico è localizzato in un punto nella parte inferiore dell'organo o lungo la parete dell'intera vescica.

Nella maggior parte dei casi, non ci sono sintomi della malattia, ma a volte il dolore e il piccolo disagio possono comparire nell'area della galla.

Le caratteristiche principali che possono essere viste sugli ultrasuoni sono la contrazione pronunciata delle pareti dell'organo e il loro significativo ispessimento.

Esiste una poliplicazione (crescita) dello strato superiore dell'epitelio della mucosa e l'invaginazione (impianto) nello strato muscolare. Quindi, le cavità si formano all'interno delle pareti, i nodi e le costrizioni nella parte inferiore dell'organo. Durante la diagnosi di rientranze visibili sulla membrana mucosa, che sono chiamati i seni di Rokitansky-Askhoff. A causa del fatto che le pareti sono infiammate e ci sono dei diverticoli, il tessuto muscolare viene gradualmente distrutto, il che colpisce la cistifellea.

Moderni metodi diagnostici

Il metodo principale di esame è la diagnosi ecografica. Oggi, l'ecografia consente un esame più dettagliato del paziente e l'identificazione dei cambiamenti nelle prime fasi della malattia. Gli adenomi non vengono quasi mai rilevati prima dell'intervento. Ispessimento del muro fino a 1 cm e polipi sono difficili da diagnosticare perché sono difficili da vedere. In questo caso, un ultrasuono aiuta a chiarire il numero di polipi nell'organo.

Prima di utilizzare gli ultrasuoni, è stata utilizzata la colecistografia quando le cavità sono state riempite con un mezzo di contrasto. Questo metodo ha permesso di vedere lo spazio pieno e le possibili modifiche in esso. I seni di Rokitansky-Askhoff si sono espansi e diversi difetti sono stati osservati nella cistifellea mediante colecistografia. Oltre agli ultrasuoni, negli ultimi anni sempre più spesso usano un metodo moderno e accurato per diagnosticare la risonanza magnetica.

Possibili cause

I fattori che influenzano la formazione di ispessimento delle pareti non sono stati completamente studiati. Spesso varie patologie congenite della vescica diventano la causa. L'adenomatosi è considerata una forma benigna, ma le pareti dell'organo cambiano struttura, ispessimento e comparsa di cavità cistiche. La malattia non è stata completamente studiata e la sua comparsa nella metà dei casi è associata a colelitiasi. Nelle donne, questa patologia è più comune.

Segni clinici

La malattia è quasi asintomatica, a volte inizia il processo infiammatorio, che viene rilevato dalla diagnostica ecografica. Il dolore debole può essere solo nel giusto ipocondrio e non in tutti i casi. Il dolore acuto si verifica quando si sviluppa la colecistolitiasi, quando si verifica una colica biliare. L'espansione dei seni è un segno della malattia, così come l'ispessimento delle pareti della vescica. La crescita eccessiva può essere singola o multipla, ghiandolare o papillare. Il fondo della vescica può ispessirsi, si possono formare cavità o diverticoli e la porosità dell'organo aumenta.

Trattamento moderno

I metodi di trattamento dipendono dal decorso della malattia, dal numero e dalla dimensione dei polipi e dei nodi nella vescica. Spesso l'adenomiosi viene definita come malattia precancerosa. L'intervento chirurgico non è prescritto in tutti i casi, ma i pazienti con adenomiomatosi devono essere osservati da un chirurgo o da un gastroenterologo. A volte anche singole formazioni più grandi di 15 mm diventano la ragione per un esame approfondito del paziente e la rimozione dell'organo, nonostante il fatto che tali formazioni siano benigne.

Se la malattia procede senza sintomi, la terapia speciale non viene eseguita.

L'adenocarcinoma è considerato una forma maligna di patologia della colecisti - in una neoplasia, le cellule mutano sullo sfondo dei processi infiammatori associati. Il trattamento include necessariamente la colecistectomia (intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea). La bolla viene rimossa completamente, in modo che vi sia la possibilità di interrompere il processo maligno. È importante contattare il medico in tempo per le prime sensazioni dolorose nella cavità addominale, perché non è sempre possibile avere un'operazione e salvare una persona. Dopo la rimozione della cistifellea trascorrono il suo esame istologico.

L'adenoma della cistifellea è una patologia rara e in ogni paziente una crescita benigna ha varie forme e sintomi. Le formazioni tumorali polifere vengono rimosse chirurgicamente. La colecistectomia tempestiva porta al pieno recupero. Le persone con malattia diverticolare hanno bisogno di un controllo medico costante, perché a volte la malattia può trasformarsi in una forma maligna.

Cause, sintomi e trattamento della adenomiomatosi della cistifellea

L'adenomiomatosi della cistifellea è una patologia rara che porta allo sviluppo di un ispessimento non infiammatorio e benigno della parete dell'organo digestivo. Nella maggior parte dei casi, la malattia è asintomatica, quindi è spesso riscontrata accidentalmente in pazienti durante il trattamento chirurgico di altre malattie della cistifellea. Il processo patologico può portare alla sconfitta dell'intero corpo o verificarsi in un'area separata.

Cause di patologia

L'eziologia e la patogenesi della malattia non sono ben compresi. Gli esperti ritengono che la lesione benigna della cistifellea si manifesti sullo sfondo di alta pressione all'interno dell'organo digestivo. Nel tempo, il processo patologico provoca una deformità proliferativa delle pareti della cistifellea. Di conseguenza, si sviluppano cavità cistiche intraparietali e cripte profonde.

È importante! Nell'infanzia, l'adenomatosi non si verifica.

Questa malattia viene diagnosticata con la stessa frequenza negli uomini e nelle donne di 40-50 anni. Alcuni studi hanno dimostrato che una malattia benigna è un po 'più comune nei pazienti con una storia di colelitiasi o colecistite.

Classificazione moderna

A seconda della localizzazione del processo patologico, si distinguono questi tipi di adenomiomatosi della cistifellea:

  • Forma generalizzata L'ispessimento dell'intero strato muscolare della parete dell'organo è caratteristico, il che porta allo sviluppo di porosità, cavità cistiche dilatate;
  • Forma segmentale La malattia è caratterizzata da un aumento della porosità, dalla comparsa di cavità separate nella parete della cistifellea;
  • Forma locale L'ispessimento benigno si sviluppa nel fondo del corpo. Il diametro dell'iperplasia non supera i 2 cm.

Insieme all'adenomiomatosi nella cistifellea, si possono sviluppare tumori benigni singoli o multipli. Ci sono questi tipi di tumori:

  • Adenoma della cistifellea;
  • adenomiosi;
  • papilloma;
  • Cistoadenoma.

È importante! Le neoplasie benigne raramente subiscono malignità. Tuttavia, l'1-3% dei pazienti può sviluppare adenocarcinoma.

Quadro clinico

La malattia è caratterizzata da un decorso asintomatico, raramente porta allo sviluppo di sintomi gravi. Tuttavia, alcuni pazienti riferiscono di disagio nell'ipocondrio destro e il disagio non è associato al mangiare.

In rari casi, c'è pesantezza nello stomaco, dolori tiranti e doloranti a destra. Se l'ispessimento benigno viene diagnosticato in pazienti con colecistite o colelitiasi, lo sviluppo di una sindrome dolorosa intensa è caratteristico.

Misure diagnostiche

L'adenomiomatosi viene solitamente diagnosticata per caso durante una procedura chirurgica o come parte di un esame completo della cistifellea. Durante l'esame ecografico, il medico rivela la compattazione della parete dell'organo a 8 mm, la comparsa di cavità specifiche.

All'interno della colecistografia orale, possono essere rilevati piccoli difetti di riempimento, che hanno una forma arrotondata. Negli ultimi anni, MRI o MRCP sono ampiamente utilizzati per diagnosticare l'adenomiomatosi. Questi studi ci permettono di stimare la struttura e le condizioni dell'organo e dei dotti biliari.

Caratteristiche della terapia

In assenza di sintomi gravi, il trattamento chirurgico dei pazienti non viene eseguito. La malignità dell'educazione benigna si sviluppa estremamente raramente, quindi, solo l'osservazione di una persona, è indicato l'esame ecografico periodico di un organo.

Se un paziente sviluppa una sindrome del dolore pronunciata nell'ipocondrio destro, viene prescritto un metodo antispasmodico (Drotaverina, Papaverina). In assenza dell'effetto della terapia farmacologica, dello sviluppo della colica epatica, del paziente con una storia di colelitiasi o colecistite, viene mostrata un'operazione per rimuovere la cistifellea.

L'adenomiomatosi è una patologia che si verifica nell'1-2% delle persone sul pianeta e si sviluppa prevalentemente in pazienti di età superiore ai 40 anni. La malattia raramente porta allo sviluppo dei sintomi, nella maggior parte dei casi non richiede una terapia speciale.

Cos'altro leggere?

Aggiungi un commento Annulla risposta

Tutte le informazioni sul sito sono a scopo informativo, la consultazione di un medico è necessaria per i problemi di trattamento.

© 2018 · È vietato copiare i materiali senza autorizzazione.

Adenomiosi della cistifellea di cosa si tratta

polipi

I polipi si trovano sia nei dotti biliari che direttamente nella cistifellea.

  • questa formazione tumorale si trova nel lume dell'organo;
  • ha una struttura morbida, situata sulla gamba o su una base larga;
  • ci sono singoli polipi e multipli;
  • le cisti possono formarsi all'interno dei papillomi, che si manifestano facilmente se danneggiate;
  • spesso rinato in un tumore maligno;
  • secernere muco.

Se stiamo parlando di polipi nella cistifellea, allora possono essere suddivisi in diversi tipi principali:

  1. infiammatorio - formato con un'infiammazione prolungata dei tessuti biliari. Caratterizzato dalla proliferazione delle cellule epiteliali;
  2. colesterolo - si verificano sulla mucosa della cistifellea sullo sfondo dei depositi di colesterolo;
  3. papillomi - formazioni della parte interna della cistifellea;
  4. adenomatoso - una conseguenza della proliferazione dei tessuti ghiandolari.

Polipi di origine di colesterolo sono spesso confusi con papillomi durante gli esami ecografici. Esternamente, questi tumori assomigliano a placche che si elevano al di sopra del livello della mucosa della cistifellea.

La causa del loro verificarsi è un'alimentazione scorretta e, di conseguenza, l'accumulo di colesterolo nel lume. Nel caso della predominanza di cibi grassi nella dieta, il metabolismo lipidico è disturbato, il che causa un accumulo di inclusioni calcinate.

I polipi del colesterolo sono diagnosticati nell'80% dei casi.

Poiché il colesterolo e i polipi infiammatori sono pseudotumori, la loro trasformazione in cancro non si verifica affatto. Cosa si può dire su adenomi e papillomi della cistifellea. Nel 10-30% dei casi, tali formazioni causano un tumore maligno.

La cosa principale è non confondere i veri polipi con depositi patologici.

Abbastanza spesso, uzvista inesperto dopo aver ispezionato i dotti biliari e la vescica osservano sullo schermo alcune escrescenze di 1-2 mm di altezza, che vengono scambiate per polipi. Tuttavia, il 95% di tali diagnosi non è confermato. In realtà, questo colesterolo calcoli, che indugiava sulle macchine mucose.

Consiglio di leggere: Melanoma dell'utero, della vagina e della vulva

Segni esterni di polipi:

  • può raggiungere le dimensioni in 10 mm;
  • sono su un gambo sottile;
  • avere contorni chiari;
  • Non formare un'ombra acustica sugli ultrasuoni.

Processo di formazione di polipi

Il fegato filtra il sangue e, come risultato della sua attività, si forma la bile, che entra nella cistifellea attraverso i dotti biliari. Si accumula. Quando il cibo inizia a entrare nell'intestino tenue dopo lo stomaco, la colecisti si contrae, lanciando una porzione di bile. Questa è la base della digestione.

Se il volume della cistifellea inizia a diminuire con l'insorgenza di malattie e il processo infiammatorio, la sua capacità di emettere bile si deteriora e, di conseguenza, le cellule mucose iniziano a crescere formando tumori.

motivi

  1. Eredità. Il rischio di crescita benigna aumenta drammaticamente con la predisposizione genetica;
  2. mancanza di nutrizione sufficiente fibra;
  3. colecistite cronica, che provoca il ristagno della bile;
  4. violazione dei dotti biliari.

sintomi

  • Di regola, i polipi sono asintomatici. Con la loro maggiore crescita, il disagio si verifica nell'ipocondrio destro nell'addome superiore;
  • se il polipo è localizzato all'uscita della cistifellea, allora di tanto in tanto possono esserci forti dolori sul lato destro;
  • con la crescita di un polipo fino a 7-10 mm, è possibile il blocco dei dotti biliari. L'organo si riempie di bile, cresce di dimensioni e causa forti dolori. Tale processo può essere accompagnato da infezione e portare a un cambiamento nel colore delle urine e delle feci.

diagnostica

  1. I polipi possono essere rilevati dagli ultrasuoni. Spesso succede per caso. Si nota la presenza di un'educazione arrotondata;
  2. viene eseguita l'ecografia endoscopica. Viene eseguito utilizzando un endoscopio flessibile, al termine del quale è montato un sensore a ultrasuoni. L'immagine è abbastanza chiara.

trattamento

Il trattamento più comune è la chirurgia. Le principali indicazioni per la chirurgia sono i seguenti segni:

  • Il polipo raggiunge una dimensione di 10 mm e inizia a crescere lentamente nel corso degli anni. In una tale situazione, la rimozione deve essere fatta necessariamente;
  • se i sintomi sono aggravati e portano molta ansia;
  • Poiché i polipi tendono a degenerare in cancro, i loro campioni di grandi dimensioni sono raccomandati per la rimozione.

Se i polipi crescono lentamente, viene assegnato il monitoraggio annuale della loro condizione. Al minimo segno di crescita o cambiamento di forma, viene assegnata un'operazione.

Ci sono 3 tipi di chirurgia per polipi della cistifellea:

Raccomandiamo di leggere: I primi segni di tumori intestinali e trattamento

  1. rimozione video-laparoscopica, che viene effettuata su attrezzature moderne e utilizzando la nuova tecnologia endoscopica. Questo è il metodo più benigno;
  2. laparoscopia aperta, che viene eseguita mediante micro-tagli e inserimento dello strumento nella cavità addominale;
  3. colecistectomia.

Dieta polipi

Se la malattia viene rilevata in una fase precoce e le sue dimensioni non superano 1-2 mm, una dieta speciale è un modo efficace per combattere la diffusione. Prima di tutto, è necessario prendersi cura della saturazione del corpo con sostanze nutritive e vitamine. Mangia più frutta, verdura, cereali. Il sistema digestivo non dovrebbe perdere la sua elasticità. Pertanto, viene spesso utilizzata fibra speciale. La crusca di frumento e avena è molto utile.

Dal momento che polipi e altri tumori si verificano sullo sfondo di pancreatite e colecistite, quindi, iniziare a combattere queste malattie. È necessario eliminare completamente carne rossa, legumi, carni affumicate, caramelle, panna acida, cibi in scatola, condimenti, sottaceti e funghi. Come minimo usare ravanelli, sale, burro, cipolle, aglio.

Qual è il preferito? L'opzione migliore sarebbe il pollame bollito e un po 'di carne, crostini di pane bianco, frutta, verdura, uova strapazzate, uova alla coque, purè di patate, fiocchi di latte, olio vegetale (fino a 2 cucchiai).

adenoma

L'adenoma è una delle cause più comuni di ostruzione del dotto biliare. Cresce dall'epitelio superficiale e forma formazioni simili a ferro.

  • ha una forma arrotondata;
  • prima formato come un nodo;
  • situato nella parte inferiore del dotto biliare;
  • la mucosa non cambia colore e struttura.

Più spesso l'adenoma del tratto biliare si verifica negli uomini. Di regola, l'adenoma è localizzato nella regione del fondo della cistifellea. Ha l'aspetto della formazione cistica. Le particelle tumorali possono entrare nei dotti e causare insolite coliche biliare.

sintomi

  • Spesso, l'adenoma si manifesta con il blocco delle vie biliari e l'insorgenza di dolore nell'ipocondrio destro;
  • possibile manifestazione di ittero.

Diagnosticare un tumore benigno prima dell'intervento è estremamente difficile. In caso di rilevamento accidentale, viene effettuata la coledocoscopia con esame istologico per determinare la presenza di cellule cancerose. Poiché un adenoma ha un alto rischio di degenerazione nel cancro, la sua rimozione è obbligatoria.

Esistono due forme di tumori:

  1. tumore esofitico che cresce nel lume del condotto. Causa rapidamente ostruzione e ittero;
  2. il tumore endofitico cresce nello spessore delle pareti, che alla fine diventa rigido e denso.

Raccomandiamo di leggere: quali sono i tumori della base del cranio

diagnostica

L'adenoma viene rilevato durante l'intervento chirurgico o mediante esame ecografico. Viene spesso confuso con le pietre. Un piccolo difetto rotondo o semicircolare è visibile sullo schermo.

Adenomi più di 1 cm nel 90% dei casi sono rinati in cancro.

trattamento

La formazione viene tagliata con l'aiuto della sua escissione all'interno di tessuti sani e un'ulteriore connessione di parti dei dotti biliari. Il cancro del dotto biliare è più comune del cancro della colecisti, quindi è molto importante trattare con cura il corpo.

carcinoma

Il carcinoma è accompagnato da colecistite e calcoli biliari. Questo è il risultato di disturbi alimentari. Il carcinoma può anche causare l'infezione da tifo-paratifo, quindi, nel trattamento di un tumore, si ricorre ad una terapia antibiotica aggiuntiva seguita da colecistectomia.

Ci sono adenocarcinoma papillare, che sembra una verruca. Ha un basso tasso di crescita, ma continua ad evolversi fino a riempire l'intero spazio libero della cistifellea. Se il tumore si forma dalla membrana mucosa, la velocità della sua diffusione aumenta in modo significativo.

Anche con la benignità, il carcinoma può eventualmente metastatizzare. Inizialmente formato dalla membrana mucosa del fondo della cistifellea o dal collo, tuttavia, a un'alta velocità di propagazione, la posizione iniziale è molto difficile da identificare. Le metastasi possono derivare da un drenaggio venoso e linfatico abbondante e rapido. Non appena il tumore inizia a degenerare in cancro, le cellule si diffondono rapidamente in tutto il corpo.

sintomi

  • Molto spesso le donne sono malate;
  • i dolori nella parte destra della cavità addominale cominciano a disturbare;
  • possono verificarsi vomito e nausea frequente;
  • possibile ittero.

Cause di patologia

L'eziologia e la patogenesi della malattia non sono ben compresi. Gli esperti ritengono che la lesione benigna della cistifellea si manifesti sullo sfondo di alta pressione all'interno dell'organo digestivo. Nel tempo, il processo patologico provoca una deformità proliferativa delle pareti della cistifellea. Di conseguenza, si sviluppano cavità cistiche intraparietali e cripte profonde.

È importante! Nell'infanzia, l'adenomatosi non si verifica.

Questa malattia viene diagnosticata con la stessa frequenza negli uomini e nelle donne di 40-50 anni. Alcuni studi hanno dimostrato che una malattia benigna è un po 'più comune nei pazienti con una storia di colelitiasi o colecistite.

Classificazione moderna

A seconda della localizzazione del processo patologico, si distinguono questi tipi di adenomiomatosi della cistifellea:

  • Forma generalizzata L'ispessimento dell'intero strato muscolare della parete dell'organo è caratteristico, il che porta allo sviluppo di porosità, cavità cistiche dilatate;
  • Forma segmentale La malattia è caratterizzata da un aumento della porosità, dalla comparsa di cavità separate nella parete della cistifellea;
  • Forma locale L'ispessimento benigno si sviluppa nel fondo del corpo. Il diametro dell'iperplasia non supera i 2 cm.

Insieme all'adenomiomatosi nella cistifellea, si possono sviluppare tumori benigni singoli o multipli. Ci sono questi tipi di tumori:

  • Adenoma della cistifellea;
  • adenomiosi;
  • papilloma;
  • Cistoadenoma.

È importante! Le neoplasie benigne raramente subiscono malignità. Tuttavia, l'1-3% dei pazienti può sviluppare adenocarcinoma.

Quadro clinico

La malattia è caratterizzata da un decorso asintomatico, raramente porta allo sviluppo di sintomi gravi. Tuttavia, alcuni pazienti riferiscono di disagio nell'ipocondrio destro e il disagio non è associato al mangiare.

In rari casi, c'è pesantezza nello stomaco, dolori tiranti e doloranti a destra. Se l'ispessimento benigno viene diagnosticato in pazienti con colecistite o colelitiasi, lo sviluppo di una sindrome dolorosa intensa è caratteristico.

Misure diagnostiche

L'adenomiomatosi viene solitamente diagnosticata per caso durante una procedura chirurgica o come parte di un esame completo della cistifellea. Durante l'esame ecografico, il medico rivela la compattazione della parete dell'organo a 8 mm, la comparsa di cavità specifiche.

All'interno della colecistografia orale, possono essere rilevati piccoli difetti di riempimento, che hanno una forma arrotondata. Negli ultimi anni, MRI o MRCP sono ampiamente utilizzati per diagnosticare l'adenomiomatosi. Questi studi ci permettono di stimare la struttura e le condizioni dell'organo e dei dotti biliari.

Cancro alla cistifellea

La cistifellea è un organo cavo a forma di pera situato tra il fegato e il duodeno. Le sue pareti sono sottili, composte da fibre muscolari lisce. La bolla stessa consiste di tre parti: il fondo, il corpo e il collo. La sua funzione principale è quella di concentrare il succo digestivo del fegato (bile). Da esso, la bile viene avanzata nel duodeno, dove viene mescolata con la polpa del cibo proveniente dallo stomaco. Nella cistifellea, come in qualsiasi altro organo, si può formare un tumore maligno (carcinoma). I sintomi del carcinoma, purtroppo, appaiono molto tardi.

sintomi

Il gruppo di rischio comprende pazienti con colelitiasi e colecistite cronica. Il tumore inizia a formarsi nella mucosa, quindi si diffonde nel fegato e nel peritoneo. Nella fase iniziale della malattia non si osservano sintomi specifici. Molto spesso, i pazienti sperimentano pressione nell'addome superiore, disturbi della digestione. Poi ci sono dolori, diminuisce il peso corporeo. Oltre a questi sintomi, si nota l'ittero. fegato e linfonodi ingrossati. La cistifellea è calcificata, si possono formare polipi, durante l'esame a raggi X si vede un ispessimento del suo muro.

cause di

Ad oggi, le vere cause di questo cancro rimangono poco chiare. Si ritiene che i fattori predisponenti siano la presenza di calcoli nella cistifellea e nei dotti, nonché l'infiammazione cronica. Le donne soffrono di questa patologia quattro volte più spesso degli uomini. Questa malattia si verifica più spesso nelle persone di età superiore a 50 anni. Occasionalmente ci sono tumori benigni, la cosiddetta adenomiosi (ispessimento della parete della cistifellea).

trattamento

L'unico trattamento per il cancro della cistifellea è la chirurgia radicale, vale a dire la sua rimozione (cistectomia). Tale operazione è consigliabile in una fase precoce della malattia. In una fase successiva, il trattamento ha lo scopo di eliminare i sintomi causati dal cancro, è impossibile fermare la crescita del tessuto maligno.

Nel cancro della cistifellea, come in qualsiasi altra malattia del cancro, l'auto-trattamento è inaccettabile. Dovrebbe consultare un medico.

La malattia è caratterizzata da un periodo di corso asintomatico, quindi i pazienti sono in ritardo per vedere un medico. Tuttavia, il fattore predisponente nello sviluppo del cancro è la presenza di calcoli nella vescica e nei dotti.

Pertanto, se soffre di una malattia del calcoli biliari, dovresti consultare regolarmente un medico, specialmente con coliche epatiche frequentemente ripetute.

Il metodo diagnostico più affidabile è la laparoscopia. La procedura, durante la quale viene esaminata la cavità addominale, viene eseguita in anestesia generale. Il medico esamina la cistifellea, valuta le dinamiche del processo patologico, se necessario, prende un pezzo di tessuto per l'esame. Inoltre, un ultrasuono, raggi X, scintigrammo. È abbastanza difficile diagnosticare un tumore maligno, anche con l'aiuto di tutti i metodi di ricerca elencati. La questione della fattibilità dell'operazione il medico decide sulla base del grado di diffusione del processo patologico e dello stadio della malattia.

Patologia caratteristica

Nel processo di sviluppo della malattia diverticolare, il tessuto muscolare, la membrana mucosa è esposta ai cambiamenti, si osservano piccoli cambiamenti cistici. Il processo patologico è localizzato in un punto nella parte inferiore dell'organo o lungo la parete dell'intera vescica.

Nella maggior parte dei casi, non ci sono sintomi della malattia, ma a volte il dolore e il piccolo disagio possono comparire nell'area della galla.

Le caratteristiche principali che possono essere viste sugli ultrasuoni sono la contrazione pronunciata delle pareti dell'organo e il loro significativo ispessimento.

Esiste una poliplicazione (crescita) dello strato superiore dell'epitelio della mucosa e l'invaginazione (impianto) nello strato muscolare. Quindi, le cavità si formano all'interno delle pareti, i nodi e le costrizioni nella parte inferiore dell'organo. Durante la diagnosi di rientranze visibili sulla membrana mucosa, che sono chiamati i seni di Rokitansky-Askhoff. A causa del fatto che le pareti sono infiammate e ci sono dei diverticoli, il tessuto muscolare viene gradualmente distrutto, il che colpisce la cistifellea.

Moderni metodi diagnostici

Il metodo principale di esame è la diagnosi ecografica. Oggi, l'ecografia consente un esame più dettagliato del paziente e l'identificazione dei cambiamenti nelle prime fasi della malattia. Gli adenomi non vengono quasi mai rilevati prima dell'intervento. Ispessimento del muro fino a 1 cm e polipi sono difficili da diagnosticare perché sono difficili da vedere. In questo caso, un ultrasuono aiuta a chiarire il numero di polipi nell'organo.

Prima di utilizzare gli ultrasuoni, è stata utilizzata la colecistografia quando le cavità sono state riempite con un mezzo di contrasto. Questo metodo ha permesso di vedere lo spazio pieno e le possibili modifiche in esso. I seni di Rokitansky-Askhoff si sono espansi e diversi difetti sono stati osservati nella cistifellea mediante colecistografia. Oltre agli ultrasuoni, negli ultimi anni sempre più spesso usano un metodo moderno e accurato per diagnosticare la risonanza magnetica.

Possibili cause

I fattori che influenzano la formazione di ispessimento delle pareti non sono stati completamente studiati. Spesso varie patologie congenite della vescica diventano la causa. L'adenomatosi è considerata una forma benigna, ma le pareti dell'organo cambiano struttura, ispessimento e comparsa di cavità cistiche. La malattia non è stata completamente studiata e la sua comparsa nella metà dei casi è associata a colelitiasi. Nelle donne, questa patologia è più comune.

Segni clinici

La malattia è quasi asintomatica, a volte inizia il processo infiammatorio, che viene rilevato dalla diagnostica ecografica. Il dolore debole può essere solo nel giusto ipocondrio e non in tutti i casi. Il dolore acuto si verifica quando si sviluppa la colecistolitiasi, quando si verifica una colica biliare. L'espansione dei seni è un segno della malattia, così come l'ispessimento delle pareti della vescica. La crescita eccessiva può essere singola o multipla, ghiandolare o papillare. Il fondo della vescica può ispessirsi, si possono formare cavità o diverticoli e la porosità dell'organo aumenta.

Cosa è importante sapere sull'adenomiomatosi della cistifellea

  • La prevalenza di adenomiomatosi 2-5%.
  • Non trovato nei bambini.
  • Adenomiomatosi della cistifellea - ispessimento non tumorale non infiammatorio idiopatico della parete della cistifellea.
  • Di solito, l'adenomiomatosi si riscontra per caso in soggetti di 40-50 anni.
  • Altrettanto comune negli uomini e nelle donne.
  • La pressione intravescicale presumibilmente aumentata porta ad un ispessimento delle pareti della colecisti nello stesso modo in cui il diverticolo dell'intestino crasso porta ad un ispessimento della parete interna dell'intestino;
  • È classificato come un tipo di colecistosi iperplastica;
  • Iperplasia della mucosa, ispessimento dello strato muscolare e diverticoli (espansione del seno Rokitansky-Aschoff);
  • Si distinguono tre forme di adenomiomatosi della cistifellea: adenomatosi generalizzata (diffusa), segmentaria (ad anello) e localizzata (adenomioma, di solito nella regione del fondo).

Quale metodo di diagnosi di adenomiomatosi della cistifellea scegliere: TAC, risonanza magnetica, ecografia

Metodi di selezione

  • Ultrasuoni, MRCP.

Segni patognomonici

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • Piccoli cambiamenti intramurali cistici
  • L'abilità contrattile della vescica viene preservata o migliorata.

I principali sintomi di adenomiomatosi della cistifellea su ultrasuoni

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea con inclusioni ipo-o iperecogene;
  • Lo scopo degli analoghi della colecistochinina porta ad una pronunciata contrazione delle pareti.

Cosa mostrerà le immagini di MR-colangiografia nell'adenomiomatosi

  • Una serie di diverticoli nella parete addensata della cistifellea forma un "filo di perle" (forma generalizzata);
  • Cistifellea sotto forma di "occhiali da guardia" con un ispessimento circolare del muro e un restringimento del lume (forma segmentale);
  • Difetto di riempimento poliforme sul fondo della cistifellea (forma localizzata);
  • Dopo l'introduzione del contrasto, si nota il suo pronunciato accumulo nella mucosa nella fase arteriosa precoce.

Fare cistifellea CT con adenomiomatosi

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • È possibile definire i livelli del muro.

Manifestazioni cliniche di adenomiomatosi

  • I sintomi di adenomiomatosi della cistifellea sono solitamente assenti.
  • Dolore non chiaro nell'addome superiore a destra
  • Dolore colico a volte persistente dovuto a ipertrofia muscolare.

Adenomatosi della cistifellea. ERCP. Il sintomo del "filo di perle" nel contrastare il riempimento dei seni Rokitansky-Aschoff e il restringimento del lume del collo della cistifellea.

Principi di trattamento

  • In presenza di sintomi di adenomiomatosi della cistifellea, è indicata la colecistectomia.

Corrente e previsione

  • L'adenomiomatosi della cistifellea è una malattia benigna.

Adenomioma del fondo della cistifellea. CT. Contorni lisci (freccia lunga). Piccole pietre della cistifellea (freccia corta).

Ciò che il clinico vorrebbe sapere

  • Escludere il colecistite cronico e il cancro della cistifellea;
  • Valutare la contrattilità della cistifellea.

Quali malattie hanno sintomi simili ad adenomiomatosi della cistifellea

Cancro alla cistifellea

- Ispessimento irregolare delle pareti della cistifellea con contorni esterni irregolari

- Infiltrazione precoce del fegato

- Tipicamente, sintomi clinici tipici associati alla colelitiasi

Caratteristiche comuni di tumori benigni e formazioni di cistifellea simili a tumori

  • Il più delle volte si trova in donne di età compresa tra 40-50 anni. Il tasso di rilevamento è 0,1-9,5%.
  • Spesso, le neoplasie benigne sono accompagnate da segni di calcificazione, segni funzionali di danno alla cistifellea e segni di colecistite cronica.
  • I principali segni radiologici di coleraphy: difetti di riempimento che non cambiano la localizzazione con un cambiamento nella posizione del corpo.
  • Quando ultrasuono - formazione del muro senza ombra acustica, ispessimento focale (tumori) e indurimento (formazioni simili al tumore) del muro.
  • Trattamento chirurgico - colecistectomia con esame istologico urgente durante l'intervento chirurgico.

Cause della malattia

Per le lesioni benigne della cistifellea, la deformazione proliferativa delle pareti è peculiare con la comparsa di cavità cistiche intraepatiche e una cripta profonda. Le distorsioni sono manifestate dalle cause dell'approfondimento e della ramificazione del seno di Rokitansky-Aschoff, iperplasia degli strati muscolari, in questi casi l'epitelio è suscettibile alla metaplasia intestinale. Non si studia completamente la malattia (per quanto riguarda l'eziologia e la patogenesi). Solo con una piccola percentuale di studi di circa il 50%, hanno notato che la malattia è associata alla colelitiasi. Le donne più degli uomini sono soggette ad adenomiomatosi della cistifellea.

Questa malattia è associata alla malattia del calcoli biliari.

Tipi di malattia

Esistono tipi fundus, segmentali e diffusi della malattia. Lo strato muscolare può essere nuovamente ipertrofico dopo discinesia biliare. Un tumore benigno nella cistifellea può essere singolo o multiplo. Le varianti del tumore sono:

Raccomandato a leggere: Cancro della cistifellea

Le lesioni benigne nel dotto biliare non hanno sintomi pronunciati. Con il crescente dotto di otturazione della causa. In questo caso, possono esserci ittero, dolore nell'ipocondrio destro, processo infiammatorio.

diagnostica

Identificare l'adenomiomatosi dell'organo biliare può essere un attento esame del corpo. Ultrasuoni: il principale metodo diagnostico. I risultati dello studio determinano lo spessore delle pareti della cistifellea, che raggiunge 8 mm, l'adenomiomatosi e il numero di polipi rilevati. La presenza di adenomi è determinata da un metodo chiamato colecistografia orale. Diagnostica la malattia anche con la risonanza magnetica.

Adenomiosi della papilla duodenale. Adenoma papillare della papilla duodenale maggiore.

I polipi riempiono il lume dell'ampolla bssc o il lume della parte intrapanillare del dotto pancreatico principale. BSCC è moderatamente ingrandito e compattato, mantiene la sua forma abituale e ha un foro nella parte superiore. Morfologicamente, questi polipi sono identici ai polipi iperplastici della zona della bocca del BDCA, differendo da quest'ultimo solo nella loro posizione. Lo sviluppo di tali polipi può essere associato a un'infiammazione produttiva cronica.

Il tipo più comune di cambiamenti iperplastici. Le ghiandole della mucosa sono iperplastiche, il ganglio dilatato. Accumuli vigorosi di tali ghiandole possono formare protrusioni polipoidi che coprono il lume dell'orifizio della vescica. Alcuni ricercatori considerano questo fenomeno comune nelle persone con più di 40 anni.

Non c'è consenso sulla natura dell'adenomiosi. Si riferiscono al gruppo di processi eterotopici e ritengono che si sviluppi a causa dello spostamento delle ghiandole papillari iperplastiche nello strato muscolare della papilla. Macroscopicamente, la papilla acquisisce una forma sferica, aumenta di diametro a 1,0-1,5 cm e la bocca è determinata con difficoltà. La consistenza della papilla è densa, il che rende possibile sospettare un tumore maligno. L'incisione è determinata da un tessuto fibroso giallo-grigiastro.

A seconda della struttura, si distinguono tre forme istologiche di adenomiosi della papilla duodenale maggiore: nodulare, nodulare-diffusa e diffusa. Queste forme di adenomiosi sono l'espressione morfologica delle fasi successive del suo sviluppo. La forma nodulare dell'adenomiosi corrisponde alla fase iniziale dello sviluppo, quando l'introduzione dell'iperplasia delle ghiandole papillari nello strato muscolare inizia senza una notevole violazione dell'architettura di quest'ultimo. L'ulteriore progressione del processo porta allo sviluppo di forme nodulari-diffuse e ulteriormente diffuse. morfologicamente caratterizzato da una completa ristrutturazione del muro bssc.

L'ipertrofia dei fasci muscolari osservata in questo caso è compensatoria. sorgere in risposta alla ristrutturazione del muro della papilla duodenale maggiore.

Nelle persone che non soffrono di malattia del calcoli biliari. l'adenomiosi è stata rilevata tanto spesso quanto negli individui con colelitiasi e alterazioni infiammatorie nel tratto biliare. Pertanto, sosteniamo l'opinione di Marzoli e Serio (1976) che l'adenomiosi di bsdc è un processo che non dipende dalla patologia delle vie biliari. Sulla base della grande somiglianza delle strutture adenomiotiche con iperilasia ormonale delle ghiandole mammarie e della prostata, anche l'ipotesi di Lebert (1955) sull'induzione endocrina dell'adenomiosi del bssd può essere considerata ragionevole.

In alcuni casi, le immagini di adenomiosi della papilla duodenale maggiore possono presentare alcune difficoltà nella diagnosi differenziale con un processo tumorale, specialmente se si esaminano campioni bioptici di piccole dimensioni. Tuttavia, i criteri morfologici indicano contro l'origine del tumore delle formazioni adenomiotiche, poiché non mostrano athenia cellulare e nucleare, non ci sono mitosi e segni di crescita distruttiva.

Pertanto, le strutture adenomiotiche dovrebbero essere attribuite al numero di proliferazioni tumorali di origine iperplastica.

Adenoma papillare della papilla duodenale maggiore.

Raramente incontrato. L'aspetto del tumore corrisponde a un grande polipo. La componente epiteliale dell'adenoma è prescritta con un epitelio prismatico alto con citoplasma eosinofilo leggero e un nucleo situato in posizione basale, le cui proprietà morfologiche e funzionali sono simili al normale epitelio della membrana mucosa BSDCK. C'è una certa somiglianza nella struttura istologica dell'adenoma papillare e dei polipodi iperplastici del complesso cytodinamico bordicida. C'è persino l'opinione che queste formazioni siano quasi impossibili da distinguere. Tuttavia, un'analisi delle caratteristiche morfofunzionali dell'adenoma papillare e delle lesioni iperplastiche ci consente di identificare i segni che sono alla base di una diagnosi differenziale.

Nei polipi iperplastici, le cellule epiteliali mantengono la loro normale struttura ei loro nuclei si trovano rigorosamente a fila singola vicino alla membrana basale, mancano le mitosi. I polipi hanno uno stroma ben sviluppato di tessuto connettivo lasso, ricco di vasi sanguigni ed elementi cellulari, tra cui dominano i linfociti e le plasmacellule. Nell'adenoma papillare, l'epitelio acquisisce le caratteristiche di atiniya: le cellule e i nuclei sono più grandi del normale; i nuclei diventano ipercromici e fortemente allungati, perdono la loro disposizione strettamente polare, appaiono le mitosi. Le cellule tumorali sono caratterizzate da alterata funzione secretoria. In alcune cellule dell'adenoma vi è una forte secrezione di muco, in altri la secrezione è completamente assente.

Lo stroma nel tumore non è così sviluppato, l'infiltrazione cellulare in esso è più scarsa e consiste principalmente di linfociti e fibroblasti. L'adenoma papillare può essere maligno.

ENCICLOPEDIA RM

Hai bisogno di un buon dottore, di una clinica o di servizi diagnostici?
Cerca e iscriviti qui - è conveniente ed economico rispetto alla clinica!

ADENOMIOMATOSI DELLA BOLLA DELLA GALLERIA

  • Vescica Adenomyomatozhelchnaya - ispessimento non tumorale non infiammatorio idiopatico della parete della cistifellea.
  • Di solito, l'adenomiomatosi si riscontra per caso in soggetti di 40-50 anni.
  • Non trovato nei bambini.
  • Altrettanto comune negli uomini e nelle donne.
  • La prevalenza di adenomiomatosi 2-5%.

Eziologia, fisiopatologia, patogenesi

  • La pressione intravescicale presumibilmente aumentata porta ad un ispessimento delle pareti della colecisti nello stesso modo in cui il diverticolo dell'intestino crasso porta ad un ispessimento della parete interna dell'intestino;
  • È classificato come un tipo di colecistosi iperplastica;
  • Iperplasia della mucosa, ispessimento dello strato muscolare e diverticoli (espansione del seno Rokitansky-Aschoff);
  • Si distinguono tre forme di adenomiomatosi della cistifellea: adenomatosi generalizzata (diffusa), segmentaria (ad anello) e localizzata (adenomioma, di solito nella regione del fondo).

Metodi di visualizzazione dei dati

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • Piccoli cambiamenti intramurali cistici
  • L'abilità contrattile della vescica viene preservata o migliorata.

I principali sintomi di adenomiomatosi della cistifellea su ultrasuoni sono:

  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea con inclusioni ipo-o iperecogene;
  • Lo scopo degli analoghi della colecistochinina porta ad una pronunciata contrazione delle pareti.

Dati MRI e MRCP

  • Una serie di diverticoli in una parete addensata della cistifellea forma un filo di perle (una forma generalizzata);
  • Cistifellea sotto forma di occhiali da guardia con un ispessimento circolare del muro e un restringimento del lume (forma segmentale);
  • Difetto di riempimento poliforme sul fondo della cistifellea (forma localizzata);
  • Dopo l'introduzione del contrasto, si nota il suo pronunciato accumulo nella mucosa nella fase arteriosa precoce.
  • Ispessimento circolare o totale della parete della cistifellea
  • Contorno esterno liscio
  • È possibile definire i livelli del muro.

Dati da colecistografia orale e RCP

  • I dati sono identici a quelli di MRCP.
  • I sintomi di adenomiomatosi della cistifellea sono solitamente assenti.
  • Dolore non chiaro nell'addome superiore a destra
  • Dolore colico a volte persistente dovuto a ipertrofia muscolare.

Fig. 2.8 Adenomatosi della cistifellea. ERCP. Il sintomo di un filo di perla ha con un riempimento a contrasto dei seni Rokitansky-Askhoff e un restringimento del lume del collo della cistifellea

  • In presenza di sintomi di adenomiomatosi della cistifellea, è indicata la colecistectomia.
  • L'adenomiomatosi della cistifellea è una malattia benigna.

Fig. 2.9 Adenomioma del fondo della cistifellea. CT. Contorni lisci (freccia lunga). Piccole pietre della cistifellea (freccia corta).

Cosa piacerebbe sapere a un medico?

(?) Eliminare la colecistite cronica e il cancro della cistifellea;

(?) Valutare la contrattilità della cistifellea.

Cancro alla cistifellea

- Ispessimento irregolare delle pareti della cistifellea con contorni esterni irregolari

- Infiltrazione precoce del fegato

- Tipicamente, sintomi clinici tipici associati alla colelitiasi

Possibile diagnosi errata del cancro della cistifellea.

Pubblicazioni Sulla Diagnostica Del Fegato

Avena maturità lattea

Cirrosi

Prodotto unico La natura è ricompensata con tremende proprietà attive. Utilizzato per il trattamento e la prevenzione di molti disturbi.Produttore: erbe Ivanovo - Raccolta manuale di erboristeria di erbe.

Segni di colecistite e di trattamento non calcolati

Sintomi

La colecistite non calculare è una condizione patologica manifestata da una motilità alterata della cistifellea e delle sue vie. Può essere acuto o cronico (esacerbazioni e remissioni alternate).

I migliori epatoprotettori per il fegato

Sintomi

Le malattie del sistema epatobiliare provocano la sostituzione di cellule sane con tessuto fibroso, violazione del passaggio della bile, comparsa di calcoli nei dotti biliari e nella vescica, alterata circolazione sanguigna nella regione dei vasi epatici e delle arterie.

Come pulire il fegato - preparativi economici ed efficaci per la pulizia

Epatite

Nel corpo umano, il fegato svolge uno dei ruoli molto importanti. Ha un certo numero di funzioni vitali, con la perdita della quale la qualità della vita umana diminuisce significativamente.